Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Libri - Filosofia Dell'economia



Titolo: "Economia. Il sapere a portata di mano"
Editore: White Star
Autore: Cowley Stewart
Pagine: 224
Ean: 9788854034358
Prezzo: € 16.89

Descrizione:Non si può sfuggire all'economia. Ovunque andiate, qualunque cosa facciate, in qualunque modo viviate la vostra vita, l'economia gioca un ruolo da protagonista. Come fare soldi, conservarli e guadagnarne ancora di più costituisce una delle principali preoccupazioni dell'uomo da oltre cinquemila anni. Può significare comprare un panino o incassare un salario, andare in vacanza o giocare alla lotteria: gli infiniti modi in cui l'economia governa il mondo sono affascinanti e sempre più interessanti alla luce dell'avvento del nuovo sistema bancario, del crowdfunding, delle nuove forme di investimento, di strumenti quali gli smartphone e le monete virtuali che, per molti di noi, non fanno che aumentare la complessità di una materia già oscura. Stewart Cowley in questa guida essenziale illustra la complessità dell'economia contemporanea e delle sue relazioni con la quotidianità di tutti. Lungo il cammino scoprirete come la statistica che governa il nostro mondo non sia che una somma di supposizioni e congetture, perché i mercati azionari si comportino come un ubriaco incapace di ritrovare la strada di casa, che cosa sia necessario per condurre una vita da milionari e perché la capacità di cucinare abbia fatto dell'uomo la specie dominante del pianeta.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Economia del bene comune"
Editore: Mondadori
Autore: Tirole Jean
Pagine: 568
Ean: 9788804679943
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Dopo la caduta del Muro di Berlino e il fallimento del socialismo reale e della pianificazione statale centralizzata, l'economia capitalistica di mercato è diventata il modello dominante, se non esclusivo, di organizzazione delle società contemporanee. Ma, come dimostra la crisi finanziaria globale che da circa un decennio ha drammaticamente peggiorato le condizioni di vita di milioni di persone, la prevalenza del profitto e dell'interesse privato sembra disegnare scenari molto diversi da quello di una comunità fondata sul principio della pari dignità dei cittadini e sul patto sociale della riduzione delle ineguaglianze. Che fine ha fatto, in questi ultimi decenni, la ricerca del bene comune, che dovrebbe essere il compito e il fine di una società giusta? E in che modo la teoria economica può contribuire al concreto perseguimento di questo obiettivo? Per rispondere a queste domande, l'economista premio Nobel Jean Tirole propone al lettore non specialista un singolare percorso all'interno della scienza economica che consente di individuare le politiche e le istituzioni che possono promuovere il bene comune - il cui punto d'arrivo è l'acquisizione delle informazioni necessarie per affrontare efficacemente le grandi sfide del nostro tempo. Sotto la sua guida sicura, le tante questioni che interrogano oggi l'umanità - la rivoluzione digitale, con i nuovi modelli economici a cui dà vita, l'innovazione tecnologica, la concorrenza e la regolamentazione settoriale - emergono in una luce inedita e, al contempo, si rivelano potenziali strumenti per superare alcune diffuse criticità del contesto attuale. Le soluzioni, sostiene con forza Tirole, esistono. Prima fra tutte, comprendere a fondo la semplice verità che la somma degli interessi individuali degli agenti economici non si tramuta in bene comune, grazie alle sole virtù del mercato, ma perché ciò accada è indispensabile l'intervento correttivo di un'istanza pubblica e regolatrice.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La coscienza di luogo nel recente pensiero di Giacomo Beccatini"
Editore: Firenze University Press
Autore:
Pagine: VIII-157
Ean: 9788864534619
Prezzo: € 15.90

Descrizione:Questo libro, nato "in corso d'opera", raccoglie molte delle presentazioni pubbliche del libro di Giacomo Becattini "La coscienza dei luoghi. Il territorio come soggetto corale", pubblicato da Donzelli nel 2015. In esse una grande passione teorica, metodologica, di prospettive concrete e anche di critica ha attraversato gli interventi, dal momento che il testo di Becattini ha sollevato problemi di grande rilievo, per le prospettive dello sviluppo locale, proiettandole sul futuro stesso delle società umane in un periodo di crisi e di grande incertezza sulle vie globali da percorrere. La ricchezza, la pluralità di accenti e la profondità del dibattito che si è sviluppato assicurano alla raccolta una "vita propria" anche rispetto al libro d'origine. La scomparsa di Becattini, avvenuta proprio mentre si concludeva l'editing del volume, lascia un enorme vuoto ma stimola ancor più al dibattito su questo affresco, dipinto a più mani sulla traccia della sua recente opera.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' economia in tasca. 100 citazioni imperdibili"
Editore: Laterza
Autore:
Pagine: XIII-119
Ean: 9788858127520
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Finanza e tecnologia, lavoro e ambiente, disuguaglianza, povertà, crescita, welfare, imprese... I temi fondamentali dell'economia da Smith a Keynes, da Platone a Bauman, da Einaudi a Stiglitz.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pensieri liberali. L'innocenza del mercato"
Editore: Armando Editore
Autore: Mises Ludwig von
Pagine:
Ean: 9788869921742
Prezzo: € 14.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Family economics"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Lubomir Mlchoch
Pagine: 320
Ean: 9788892211247
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Uno studio approfondito e rigoroso che, attraverso una lettura storica di lungo periodo, va a dimostrare come la famiglia interpretata nella sola chiave economicistica, come "società a responsabilità limitata", con tutte le funzioni (dalla fedeltà dei coniugi al desiderio di avere figli) relegate in un'ottica di mercato, ha un inevitabile destino: la progressiva disintegrazione. L'analisi si basa sul confronto di diversi modelli politico-istituzionali: dal socialismo al sistema capitalistico, con uno sguardo alla crisi attuale e alla finanziarizzazione dell'economia che ha ulteriormente sconvolto gli equilibri socio-demografici, insieme ai valori e alla bioetica. Ma se la famiglia rappresenta un valore (anche) economico, questo si fonda su beni e capacità non misurabili secondo i criteri dell'economia tradizionale. Per comprenderla, "l'impresa famiglia", bisogna tenere conto anche di concetti come dono, beni relazionali, capitale sociale, felicità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La felicità è troppo poco. Note a margine del nostro capitalismo"
Editore: Pacini Editore
Autore: Bruni Luigino
Pagine: 77
Ean: 9788869951893
Prezzo: € 10.00

Descrizione:"La felicità è troppo poco" può essere considerato una serie di note a pie di pagina al "libro" che sta scrivendo il capitalismo del nostro tempo. Note tratte da un ampio lavoro di riflessione qui offerto con uno stile accessibile a un vasto pubblico e rivolte in particolare a chi vuole approfondire il processo di evoluzione e i radicali cambiamenti subiti dalla nostra società, oggi profondamente diversa rispetto a quella capitalista del XX secolo. Testi più o meno brevi, declinazioni e approfondimenti di alcune parole al centro della qualità della nostra vita in comune: reciprocità, piante, dono, mercato, diseguaglianza, merito, emozioni, scuola, incentivi, management, impresa, utopia, famiglia, festa, virtù, e ancora della "Laudato Si'" di Papa Francesco, ambiente, giustizia, povertà, profezia, resurrezione. Per provare, insieme, a ripartire.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il terziario di consumo. Occupazione e professioni"
Editore: Carocci
Autore: Fellini Ivana
Pagine: 201
Ean: 9788843088485
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Lo studio dell'occupazione e delle professioni sconta in Italia un certo ritardo rispetto alla transizione terziaria della metà degli anni Settanta del Novecento. Sebbene oltre due terzi degli occupati lavorino oggi nei servizi e il settore contribuisca da decenni alla creazione di opportunità di lavoro che compensano la riduzione dell'occupazione industriale, le specificità del lavoro terziario sono raramente affrontat Ciò è particolarmente vero per quell'insieme di attività a minore qualificazione, elevata intensità di lavoro e contenuti relazionali che costituiscono i servizi privati al consumo. Commesse, baristi, cameriere, estetiste, addetti all'accoglienza, alle pulizie, al trasporto, alla cucina, alla cura dei clienti rappresentano un'area del mercato del lavoro importante ma ancora poco conosciuta, dove si stanno affermando nuove figure sociali. Si tratta di un'area occupazionale ancora trascurata nel panorama degli studi italiani e che merita di essere approfondita. Il volume analizza, da una prospettiva comparativa a livello europeo, le caratteristiche strutturali dell'occupazione e degli occupati in questo settore, per mettere a fuoco le specificità del lavoro scarsamente qualificato nei servizi rispetto agli altri settori ed evidenziare alcune particolarità del caso italiano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mitologie economiche"
Editore: Neri Pozza
Autore: Laurent Éloi
Pagine: 127
Ean: 9788854514553
Prezzo: € 14.50

Descrizione:«L'economia è diventata la grammatica della politica. Col suo uso e le sue regole condiziona il linguaggio, la parola pubblica, il cui libero arbitrio si limita ormai alla scelta del vocabolario, della retorica e dell'intonazione». Da questa oggettiva constatazione dello stato di cose presenti muove la riflessione contenuta in questo libro, che ha di mira un obiettivo determinato: mostrare come la grammatica economica non sia affatto una scienza o un'arte, ma piuttosto una mitologia, un credere comune in un insieme di rappresentazioni giudicate degne di fede. Come ogni religione e culto della fatalità, l'analisi economica mette oggi infatti in scena un universo angoscioso, fatto di vincoli, di costrizioni, di rifiuti, di punizioni, di rinunce e di frustrazioni. Risponde «non si può» quando i cittadini dicono «noi vogliamo». Riduce i progetti, le ambizioni e i sogni a questioni falsamente importanti: «quanto costa?», «quanto rende?». Segna la fine delle alternative e avvelena, infine, lo spirito democratico, poiché chi ha poteri di governo si sente obbligato a invocare le mitologie economiche per rafforzare la propria autorità e credibilità. Analizzando e decostruendo tre discorsi oggi dominanti che si servono di miti economici per renderci miopi rispetto alle vere sfide del nostro tempo - il neoliberismo in fase terminale, la social-xenofobia emergente e l'ecoscetticismo irriducibile - Éloi Laurent dimostra come l'economia sia una modernità superata che «pretende di essere una spinta permanente al cambiamento e alla riforma» e, invece, «racchiude gli individui e i gruppi nel mondo così com'è, screditando le dissidenze e soffocando i pensieri nuovi».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Critica delle costituzioni economiche"
Editore: Castelvecchi
Autore: Rossi Ernesto
Pagine: 234
Ean: 9788869449321
Prezzo: € 22.00

Descrizione:La "Critica delle costituzioni economiche" rappresenta il fondamento analitico dell'idea di una società in cui il confronto, a ogni livello culturale, sociale, economico, agisce come valore portante e in cui ciascuno, a prescindere dalle proprie origini, ha l'occasione di mettersi in gioco e concorrere. Una ricognizione approfondita e chiara di capitalismo, comunismo, sindacalismo, da cui partire per immaginare il futuro della nostra civiltà e per agire di conseguenza, con quella praticità e attenzione al concreto che sole consentono davvero di "conoscere per deliberare".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ripensare il capitalismo"
Editore: Laterza
Autore:
Pagine: IX-368
Ean: 9788858127445
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Le economie dei paesi sviluppati devono affrontare problemi profondi e interconnessi: città inquinate, gravi diseguaglianze, marginalizzazione di larghe fasce di popolazione, crescita lenta, un disastroso cambiamento climatico. Per affrontare questi problemi le politiche economiche devono cambiare radicalmente. Il che vuol dire che dobbiamo capire fino in fondo come funziona il sistema capitalista contemporaneo. In questo libro, alcuni tra i massimi economisti a livello internazionale affrontano le questioni chiave dell'economia contemporanea - la politica fiscale e monetaria, il mercato finanziario, la diseguaglianza, le privatizzazioni, l'innovazione e il cambiamento climatico. Con una convinzione: il capitalismo deve essere riformato e reinterpretato per evitare i fallimenti che tuttora abbiamo davanti agli occhi. "Abbiamo un bisogno disperato di nuovi modi di pensare e concepire le politiche economiche: questo libro affronta i nostri preconcetti, sfida i nostri mostri sacri e offre finalmente idee nuove e provocatorie." (Financial Times)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' economia della felicità"
Editore: Oaks Editrice
Autore: Michels Roberto
Pagine: 194
Ean: 9788868011574
Prezzo: € 16.00

Descrizione:La felicità costituisce da sempre la finalità suprema di ogni individuo. La vorticosa crescita del materialismo, unita alle fenomenali scoperte della tecnica, ha di fatto oscurato, quando non del tutto sradicato, questa semplice ma profonda verità, sostituendo alla felicità altri falsi idoli, dalla ricchezza alla bellezza, dalla salute alla potenza. Le considerazioni di uno dei più grandi sociologi e politologi del Novecento ci riportano a una dimensione naturale della vita, lontano dalla follia economicista della crescita perenne e dal fondamentalismo consumistico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Educare alla consapevolezza ecomonica. Proposte multidisciplinari per la promozione del benessere"
Editore: Franco Angeli
Autore:
Pagine: 116
Ean: 9788891752550
Prezzo: € 15.00

Descrizione:L'educazione alla consapevolezza economica rappresenta un aspetto importante nella formazione dei cittadini ed è globalmente riconosciuta come un fondamentale elemento di stabilità e di sviluppo socioculturale. A partire dagli approcci al benessere e all'educazione economica in ottica interdisciplinare (socio-psico-pedagogica) si vuole attuare un passaggio culturale che ponga le condizioni per cui l'educazione economica e finanziaria divenga, nella società, una cultura necessaria per la costruzione ed il mantenimento del benessere individuale e sociale. La pedagogia e le altre scienze umane, tradizionalmente poco coinvolte sul tema dell'educazione economica, possono fornire elementi utili in modo che l'"alfabetizzazione economica" non resti solo un problema di contenuti, ma anche di modalità e di significati. Nella prima parte del volume, Trame, gli interventi dei ricercatori affrontano la consapevolezza economica attraverso prerogative disciplinari psicologiche, sociologiche e pedagogiche. Nella seconda parte, invece, si narrano esperienze educative in Contesti differenti per età e approcci.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Economia e società. Otto lezioni eretiche"
Editore: Mimesis
Autore: Turchetto Maria
Pagine: 268
Ean: 9788857538723
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Una breve storia del pensiero economico e un'altrettanto breve storia dell'economia: una piccola guida ai principali fatti e ai principali autori, senza alcuna pretesa di completezza ma con la speranza di suscitare qualche curiosità. La completezza è volutamente sacrificata per dare spazio ad alcune scuole di pensiero oggi quasi dimenticate ma che hanno ancora molto da dirci: come la "scuola storica" tedesca, cui i manuali più diffusi riservano pochissimi cenni; o la "scuola dipendentista" latinoamericana, ormai trascurata perfino dai terzomondisti e dai no-global. Si sa poi che Marx - trattato qui con una certa ampiezza - non è più di moda, figuriamoci marxisti come Lenin, Hilferding o Rosa Luxemburg impegnati sul fronte dell'"imperialismo". Perfino un personaggio very proper come lord Keynes è stato letteralmente travolto dall'avanzata del "pensiero unico" e merita di essere riproposto. Le lezioni sono completate da una breve antologia di testi di questi autori.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Economia è cooperazione"
Editore:
Autore:
Pagine: 272
Ean: 9788831101943
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Un'economia civile dove la categoria del dono come gratuità riafferma il valore della cooperazione. Come riaffermare oggi il principio cooperativo nelle relazioni tra persone e tra imprese che operano in un mercato già divenuto globale? Da angolature diverse e sulla scorta di una pluralità di approcci teorici, gli Autori dei dieci scritti offrono un contributo originale attingendo alla tradizione di pensiero dell'economia civile, saggiandone la capacità di concorrere a sciogliere nodi problematici quali la crisi di fiducia istituzionale, le difficoltà di affermare le ragioni della libertà positiva, il peggioramento della felicità pubblica, l'eccesso delle varie forme di competizione posizionale. La prospettiva di sguardo che questo volume avanza fa perno sull'accoglimento, nel discorso economico, della categoria del dono come gratuità, una categoria che è stata improvvidamente espunta dalla sfera pubblica nel corso degli ultimi due secoli.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il capitalismo in un contesto ostile. Faide, lotta di classe, migrazioni nella Calabria tra Otto e Novecento"
Editore: Donzelli
Autore: Arrighi Giovanni, Piselli Fortunata
Pagine:
Ean: 9788868435837
Prezzo: € 19.00

Descrizione:Come nasce il capitalismo in un contesto nel quale le relazioni economiche prevalenti sono orientate in tutt'altra direzione? E come è accaduto che aree periferiche dello sviluppo siano entrate nella sfera di influenza del capitalismo mantenendo tuttavia, almeno per una lunga fase, caratteristiche profondamente diverse da quelle che il «modello originario» avrebbe prescritto? Gli interrogativi sottesi a questo saggio - scritto negli anni ottanta a quattro mani e direttamente in lingua inglese da due tra i più significativi studiosi della sociologia storica contemporanea, e pubblicato ora in traduzione italiana - sono davvero di grande respiro storico, al punto da avere rappresentato, nella letteratura sul capitalismo, uno degli apporti più originali. Per affrontare storicamente la questione, Arrighi e Piselli sceglievano come terreno della loro ricerca sul campo la crisi del modello economico produttivo del latifondo calabrese dell'Ottocento. Quella dissoluzione diede in effetti origine - è l'argomento sviluppato con grande forza e suggestione dagli autori - non a un univoco modello, ma a ben tre diversi esiti distinti, che hanno poi caratterizzato la società calabrese nei decenni successivi: quello del Crotonese, più vicino all'esito dell'impresa capitalistica e del lavoro salariato; quello del Cosentino, sviluppatosi nella direzione della piccola proprietà contadina, a metà tra autoconsumo e mercato; e quello della Piana di Gioia Tauro, caratterizzato dalla crescita di aziende capitalistiche medio-piccole, in grado di difendersi dalla concorrenza esterna anche attraverso l'esercizio di poteri criminali. Lo studio del caso calabrese diviene, in questo magistrale saggio di sociologia storica, un esempio di analisi dei contesti che consente di leggere le differenze dello sviluppo, senza presentarle come inspiegabili «anomalie».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Economia"
Editore: McGraw-Hill
Autore: Begg David, Fischer Stanley, Dornbusch Rudiger
Pagine: IV-278
Ean: 9781309054727
Prezzo: € 29.00

Descrizione:"Ogni collettività di persone deve risolvere tre problemi fondamentali della vita quotidiana: quali beni e servizi produrre, come produrli e per chi produrli. La scienza economica o economia studia i processi attraverso i quali le società contemporanee decidono che cosa, come e per chi produrre beni e servizi. I beni sono oggetti utili o produttivi, come le fragole o l'acciaio. I servizi sono prestazioni - come un massaggio o un concerto dal vivo - consumate o utilizzate nel momento in cui vengono prodotte. In situazioni molto particolari, qualcuno dei tre problemi economici fondamentali - cosa, come e per chi produrre - neppure si pone. Fino all'arrivo di Venerdì, Robinson Crusoe poteva ignorare il problema per chi produrre. In generale, tuttavia, ogni collettività deve risolvere tutti e tre i problemi economici fondamentali."

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Una «scienza» con il cuore"
Editore: Castelvecchi
Autore: La Porta Filippo, Scarfone Mauro
Pagine: 46
Ean: 9788869446436
Prezzo: € 5.00

Descrizione:In questo dialogo brioso e colmo d'ironia, il critico letterario Filippo La Porta veste i panni dell'umanista un po' interdetto che non capisce l'economia e non se ne sente capito, mentre l'economista Mauro Scarfone illustra maieuticamente le fondamenta della sua anomala scienza. I due intellettuali ci fanno entrare in modo semplice e divertito nell'universo dell'homo "oeconomicus", chiarendo concetti-chiave dell'economia contemporanea che si trovano quotidianamente sui giornali e spesso risultano indecifrabili. Dallo sferzante confronto i lettori potranno acquisire molte informazioni utili su una delle scienze più importanti nella nostra vita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sette luoghi comuni sull'economia"
Editore: Laterza
Autore: Boitani Andrea
Pagine: 193
Ean: 9788858124581
Prezzo: € 16.00

Descrizione:"Il problema è l'euro", "è tutta colpa delle banche", "bisogna fare le riforme", "le banche centrali pensano solo all'inflazione"... Chi non ha letto o ascoltato molte volte queste frasi sui giornali, nei talk show, all'interno delle istituzioni nazionali e internazionali? Si tratta di una serie di luoghi comuni che, ripetuti acriticamente, diventano mantra, assiomi indiscutibili, verità univoche, scientifiche. Federico Caffè sosteneva che «liberarsi dalla suggestione delle affermazioni che finiscono per essere accettate per il solo fatto di essere ripetute non è una cosa agevole». Fine del libro è proprio questo: smontare, spiegare e liberarsi da sette luoghi comuni sull'economia contemporanea. Scopriremo che ognuno di essi contiene elementi di verità, ma sottolineare solo questi elementi o nascondere quelli che li contraddicono conduce alla costruzione di un'ideologia insidiosa. Un'ideologia che - messa in pratica prima e soprattutto dopo lo scoppio della grande crisi del 2008 -ha fatto molti danni: più disoccupazione e per più tempo di quanto fosse inevitabile; meno crescita di quanto fosse possibile; più povertà e disuguaglianza di quanto sia moralmente accettabile; meno inflazione di quanto fosse economicamente conveniente. Milioni di persone hanno sofferto per tutto questo. Non era destino: poteva essere evitato, se solo avessimo agito diversamente da come alcuni luoghi comuni ci spingevano e tuttora ci spingono a fare.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La grande frattura. La disuguaglianza e i modi per sconfiggerla"
Editore: Einaudi
Autore: Stiglitz Joseph E.
Pagine: XXIII-439
Ean: 9788806233150
Prezzo: € 14.00

Descrizione:C'è un'enorme frattura che divide il mondo di oggi: quella che separa l'1 per cento ricco dal restante 99 per cento. Un baratro nelle cui profondità si annidano le cause di molti fenomeni politici e sociali che agitano il presente. In queste pagine il premio Nobel per l'Economia Joseph Stiglitz affronta, in modo chiaro e accessibile, le dimensioni e l'urgenza della disuguaglianza; le sue cause e le sue conseguenze. Ci mostra gli effetti di scelte economiche irresponsabili che negli ultimi trent'anni, in nome della libertà del mercato, hanno acuito il divario tra ricchi e poveri arrivando a minare le basi su cui si fonda il ceto medio. E propone delle soluzioni. Perché la scelta tra crescita e giustizia non è inevitabile; possiamo immaginare di costruire un futuro che sia più prospero e insieme più giusto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fondamenti di economia"
Editore: McGraw-Hill
Autore: Martini Gianmaria
Pagine: VI-735
Ean: 9781309053744
Prezzo: € 63.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Economia della pace"
Editore: Il Mulino
Autore: Caruso Raul
Pagine: 275
Ean: 9788815267566
Prezzo: € 26.00

Descrizione:L'economia della pace, che vanta padri illustri quali John Maynard Keynes, Kenneth Arrow e Lawrence Klein, studia le cause e le conseguenze economiche delle guerre e di altre forme di violenza, e analizza la crescita e lo sviluppo di istituzioni volte alla risoluzione di scenari di conflittualità distruttiva. La disciplina ha dimensioni macro e micro. Esiste, infatti, una conflittualità di livello «macro» che coinvolge gli Stati, la loro politica estera e le loro politiche economiche, e una conflittualità «micro» in seno alle società nei rapporti tra Stato, gruppi sociali, formazioni intermedie e cittadini.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lealtà, defezione, protesta. Rimedi alla crisi delle imprese, dei partiti e dello stato"
Editore: Il Mulino
Autore: Hirschman Albert O.
Pagine: 215
Ean: 9788815267481
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Che scelte hanno i consumatori, gli iscritti a un partito, i cittadini di fronte al deterioramento di un prodotto, al declino dell'organizzazione partitica, all'inefficienza e ai segnali di disgregazione di uno stato? Secondo il pensiero degli economisti, il consumatore insoddisfatto opterà per la defezione. Ma non sempre ciò è possibile. Talvolta la strada dell'uscita è sbarrata o troppo costosa. In questo caso, come pensano j politologi, le persone insoddisfatte ricorreranno alla protesta, alla «voce». In quali condizioni si sceglie l'uscita e in quali la voce? Ormai divenuto un classico e ora riproposto con una illuminante introduzione di Angelo Panebianco, il libro è dedicato alla esplorazione di tali condizioni, all'esame delle possibili conseguenze del prevalere dell'uscita o della voce, alle diverse combinazioni fra le due opzioni, nonché al ruolo importante che in tali dinamiche gioca un terzo fattore, la lealtà.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Urbanistica sociale di mercato. Attuare il passaggio all'economia sociale di mercato, ridisegnarla, partendo da Europa e America Latina"
Editore: Cacucci
Autore: Esposito Francesco M.
Pagine: 480
Ean: 9788866116141
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Partendo dall'analisi della crisi storica del XXI secolo e rifuggendo le vaghe contrapposizioni tra favorevoli e avversari della globalizzazione, Esposito propone la via di un nuovo modello economico-urbanistico nella convinzione che questa crisi, strutturale, possa essere realmente superata solo con "sostituzioni delle componenti strutturali" inadatte a sostenere il funzionamento dell'attuale modello economico. Inutile costruire nuovi pilastri per la crescita se le fondazioni, rappresentate da questa urbanistica, sono marce. Per l'autore, azioni congiunturali non risolvono una crisi strutturale. È indispensabile, per superarla e avviare un'era di sviluppo, il passaggio all'economia sociale di mercato che necessita della transizione dall'urbanistica di mercato, speculativa, all'urbanistica sociale di mercato: una nuova urbanistica per l'interesse generale a un autentico sviluppo umano integrale. Nel libro, Francesco M. Esposito condivide il pensiero di Paul Krugman e Joseph E. Stiglitz, per i quali la primaria causazione di questa crisi consiste nel perverso intreccio tra bolle immobiliari e bolle finanziarie che ha come effetto lo squilibrio tra redditi e costi abitativi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La morte del denaro"
Editore: Jaca Book
Autore: Dacrema Pierangelo, Della Beffa Carla
Pagine: 325
Ean: 9788816413825
Prezzo: € 25.00

Descrizione:

Le idee hanno un peso, almeno quelle che meritano questa definizione. E a volte irrompono nella nostra vita, la sconvolgono. Le Lezioni di indisciplina-Pensiero e gesto nell’arte e nell’economia si svolsero per la prima volta in un’aula dell’Università della Calabria. Era la primavera del 2002. Ero e sono un professore di Economia degli intermediari finanziari, uno che studia tutto quanto ha a che vedere con la creazione della moneta, la gestione del risparmio, del credito e dei prodotti finanziari. Il primo a rimanere sconcertato di fronte a un punto di vista (il mio) che portava alla negazione di qualsiasi utilità della moneta, di qualsiasi suo derivato e di tutto il vasto apparato di risorse umane e materiali deputato alla contabilità e all’amministrazione dello strumento ero io. Nonostante il suo titolo un po’ violento, La morte del denaro è un invito alla riflessione, alla moderazione, e anche l’indicazione di una via per non vivere nella paura che le crescenti diseguaglianze provochino disordini diffusi, insostenibili, o che la prossima, inevitabile, crisi finanziaria globale semini panico e ulteriore povertà.

Pierangelo Dacrema, economista, ha iniziato la sua carriera accademica all’Università Bocconi di Milano nel 1981. Professore ordinario dal 1993, insegna all’Università della Calabria. È autore di numerosi articoli e saggi, fra cui La dittatura del PIL (Marsilio, 2007) e la traduzione di Le mie prime convinzioni di John Maynard Keynes (Adelphi, 2012). Per Jaca Book ha pubblicato Lettera a uno studente universitario (2013); Marx&Keynes. Un romanzo economico (2014) e C’era una volta una scienza triste (2015).

Carla Della Beffa vive e lavora prevalentemente a Milano. Arrivata all'arte dopo una carriera come art director e poi direttore creativo in agenzie internazionali di pubblicità, inizia con pittura e net-art, per passare a video, fotografia e progetti interdisciplinari e relazionali. Dal 2011 la sua ricerca artistica è orientata verso le questioni dell’economia e il loro impatto sociale, come la serie di workshop Economia senza soldi

 

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU