Articoli religiosi

Libri - Filosofia Del Diritto



Titolo: "Norberto Bobbio. Una biografia culturale"
Editore: Carocci
Autore: Losano Mario G.
Pagine: 510
Ean: 9788843092697
Prezzo: € 45.00

Descrizione:Il filosofo del diritto Norberto Bobbio (1909-2004) è stato la voce militante dell'Italia civile per quasi tutto il XX secolo. Negli anni che vanno dal fascismo al nuovo millennio scrisse alcune migliaia di opere tanto di teoria del diritto e della politica quanto di analisi critica della vita politica italiana. Questa biografia documenta lo stretto nesso fra i suoi scritti e i concomitanti eventi storico-culturali. Gli anni del fascismo e della Resistenza, la costruzione della democrazia in Italia, la divisione delle sinistre e la fine della Prima Repubblica sono il terreno sociale in cui affondano le radici delle sue opere sia teoriche, sia militanti. Nell'ambito filosofico e giuridico si collocano le due tesi di laurea degli anni Trenta, le sue prime opere sulla fenomenologia, sulla consuetudine e sull'analogia e, poi, l'avvicinamento a Hans Kelsen, gli studi sul positivismo e la critica al diritto naturale. Nell'ambito della politologia si succedono l'analisi dei classici come Hobbes e Cattaneo, ma tinche il dibattito sulla Resistenza e, poi, sul laicismo nell'Italia democristiana, nonché gli studi sulla destra e sulla sinistra, sulla guerra e sulla pace, sulla crisi della Prima Repubblica e sulla guerra del Golfo. Dalla connessione tra gli eventi e le opere scaturisce cosi un'immagine completa di questo filosofo del dialogo che fu al centro del dibattito tanto giuridico quanto politologico nell'Italia del Novecento.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dispositivi della normatività"
Editore: Giappichelli
Autore: Tucci Antonio
Pagine: 120
Ean: 9788892116245
Prezzo: € 11.00

Descrizione:Quali le trasformazioni della normatività in un'epoca in cui si assiste alla sovrapposizione di paradigmi e tecniche di governo fondate su differenti razionalità? L'autore seguendo il ragionamento di Foucault, sui dispositivi sovrani, disciplinari e biopolitico-governamentali, traccia un percorso di progressiva dislocazione della norma dall'ambito del comando trascendente ed eteronomo verso forme sempre più marcate di costituzione immanente della norma. Un processo che implica un'inevitabile risemantizzazione dei concetti cardine della teoria politica e giuridica: territorio, confine, cittadinanza. Questi si sganciano dalla loro diretta connessione con i meccanismi dell'inclusione e dell'esclusione e svelano una tensione irriducibile tra dimensione normativa, escludente, e forme di normalizzazione diffusa e inclusiva.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Nella mente del giudice. Il contributo di Jerome Frank al realismo giuridico americano"
Editore: Giappichelli
Autore: Marzocco Valeria
Pagine: XII-260
Ean: 9788892115569
Prezzo: € 33.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La dignità in questione. Un percorso nel dibattito giusfilosofico contemporaneo"
Editore: Giappichelli
Autore:
Pagine: XII-116
Ean: 9788892113121
Prezzo: € 14.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Diritti umani. Un'introduzione critica"
Editore: Giappichelli
Autore: Sartea Claudio
Pagine: 168
Ean: 9788892115354
Prezzo: € 20.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dominio delle biotecnologie"
Editore: Giappichelli
Autore: D'Avack Lorenzo
Pagine:
Ean: 9788892114517
Prezzo: € 18.00

Descrizione:

 POTERE BIOTECNOLOGICO E DIRITTI DELL’UOMO

 SCELTE DI FINE VITA E CONSENSO INFORMATO

 RIFERIMENTI NORMATIVI E CARTE INTERNAZIONALI



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I beni comuni. L'inaspettata rinascita degli usi collettivi"
Editore: La Scuola di Pitagora
Autore: Rodotà Stefano
Pagine: 148
Ean: 9788865425985
Prezzo: € 11.00

Descrizione:Il presente volume «I beni comuni e l'inaspettata riscoperta degli usi collettivi» riporta una delle ultime lezioni pubbliche tenute da Stefano Rodotà nella sede dell'Istituto Italiano per gli Studi filosofici di Napoli alla presenza partecipata di ricercatori, amministratori e centinaia di cittadini. Il testo, corredato dai cinque contributi che animarono la tavola rotonda prevista per quell'occasione, mette al centro la tematica dei beni comuni in connessione con la più recente ripresa degli usi civici e collettivi in area urbana. In un dialogo vivo e ricco di spunti di riflessione Rodotà rilancia la sfida dei beni comuni nel vasto orizzonte del costituzionalismo dei diritti e dei bisogni, mettendo in evidenza la loro virtù trasformativa, la loro capacità di mettere in discussione categorie, come la sovranità e la proprietà, che appaiono consolidate e inesorabilmente orientate dall'ordoliberismo e dalla finanziarizzazione della società.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Femminismo ed esperienza giuridica. Pratiche, argomentazione, interpretazione"
Editore: Edizioni Efesto
Autore:
Pagine: 210
Ean: 9788894855807
Prezzo: € 12.50

Descrizione:Storicamente il rapporto tra il pensiero femminista e il diritto ha restituito modelli interpretativi che si sono andati strutturando secondo l'approccio dicotomico dell'essere 'per' o 'contro' lo stesso diritto. In questo volume, attraverso il consolidamento di un pensiero in grado di attraversare la complessità, si supera questa dicotomia rimettendo al centro l'esperienza delle pratiche processuali, l'argomentazione, l'interpretazione delle norme e dei fatti sociali. La dottrina dell'esperienza giuridica quando viene messa in questione a partire dal pensiero femminista, non solo incarna il diritto, ma struttura un linguaggio che mira a cambiare ab origine l'approccio ad esso, individuando nessi e scarti, controversie, argomentazioni ed interpretazioni utili a rigenerarlo dall'interno, senza mai cedere ad approcci massimalisti, ideologici, banali: con una casistica che va dalla maternità surrogata ai diritti umani e fondamentali, da alcune sentenze esemplari relative alla violenza contro le donne alle pratiche processuali all'interno del diritto penale,d al lavoro delle Corti regionali, del Tribunale delle donne in Sarajevo sino al successo della nozione di vulnerabilità nel diritto internazionale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Civiltà giuridica della comunicazione"
Editore:
Autore: Accinni Giovanni Paolo
Pagine: VIII-232
Ean: 9788814226762
Prezzo: € 28.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Declinazioni del governare"
Editore: Giappichelli
Autore: Frosini Tommaso Edoardo
Pagine: IX-159
Ean: 9788892113503
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Asfaltar no es gubernar: perché governare è esercizio complesso e complicato, che non consiste certo nello svolgere la sola ordinaria amministrazione. Occorre sapere esercitare un potere non fine a se stesso ma orientato nella direzione di una riforma culturale e morale della società: la più vasta, profonda, partecipata e condivisa possibile. Che si deve tradurre in un buon governo, quale modo e metodo per la corretta gestione del bene comune, attraverso un chiaro e preciso programma di indirizzo politico nel quale valorizzare le esigenze e le aspettative della cittadinanza, che devono essere rivolte principalmente ed essenzialmente al perseguimento dei valori di giustizia e libertà. Governare è verbo che va declinato a seconda delle traiettorie istituzionali, che si intendono muovere nell'esercizio del potere di governo e nei (buoni e leali) rapporti con gli altri soggetti costituzionali. Certo, l'andamento dei rapporti che si vengono a stabilire fra gli organi costituzionali evoca il funzionamento della forma di governo. Che ha però perso i suoi stabili orientamenti, al punto da non essere più classificabile nella grande divisione fra parlamentarismo e presidenzialismo, tenuto conto che le variabili di entrambi hanno finito con il diversificare i criteri distintivi utili alla classificazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il caso giuridico. Una ricostruzione giusfilosofica"
Editore: Giappichelli
Autore: Gazzolo Tommaso
Pagine: 232
Ean: 9788892114470
Prezzo: € 23.00

Descrizione:"Il caso giuridico. Una ricostruzione giusfilosofica" costituisce una monografia scientifica dedicata all'analisi del concetto di "caso giuridico". Nonostante i tentativi, portati avanti dalla filosofia del diritto, di sottolineare l'importanza di un "diritto del caso concreto", il rapporto tra norma e caso ha continuato per lungo tempo a essere declinato a partire dall'idea secondo cui il "caso" è sempre ciò a cui si applica una norma. Il presente volume intende, diversamente, giungere a delineare una strategia alternativa a quella dell'applicazione, rifacendosi, da una parte, a un approccio "realista", ispirato al pragmatismo americano classico, e, dall'altra, a uno "ermeneutico", riconducibile alle acquisizioni dell'ermeneutica giuridica tedesca. Ciò al fine di giungere a una nuova considerazione di un "diritto del caso concreto", ove quest'ultimo non sia più inteso come caso particolare di una norma, ma come caso che si mostra tale nella sua singolarità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teoria e pratica dell'eguaglianza. Percorsi di analisi critica"
Editore: L'Asino d'Oro
Autore:
Pagine: XXXIV-227
Ean: 9788864434476
Prezzo: € 18.00

Descrizione:In questi anni si è denunciata, da più parti, la crisi dell'idealo dell'eguaglianza, li una crisi che. se non dovesse arrestarsi e regredire, potrebbe, dell'eguaglianza, segnare la fine, determinando il tramonto del modello democratico, che sull'eguaglianza si fonda, e del valore della liberta, di cui l'eguaglianza costituisce al contempo il presupposto e l'obiettivo. Ma di quale eguaglianza si dichiara la crisi1 Di quale dei suoi diversi aspetti si evoca il dissesto? Dobbiamo arrenderci all'idea che dal secolo della redistribuzione si scivoli inesorabilmente nel secolo della diseguaglianza? Questo libro è una bussola per orientarsi nel difficile discorso dell'eguaglianza: un discorso che appare tanto audace politicamente quanto analiticamente impervio e insidioso. Se l'eguaglianza è in crisi ma se ne difende il valore ('L'eguaglianza è morta. Viva l'eguaglianza!'), allora va rilanciata con ostinata tenacia. Però, per rilanciarne lo spirito, occorre avere chiare tutte le implicazioni dispiegate dal suo composito vocabolario, che potrà servire lo scopo solo se depurato da ambiguità concettuali e inquadrato, senza reticenze, nelle sue proprie coordinate ideologiche.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La forza di gravità nelle leggi"
Editore:
Autore: Italia Vittorio
Pagine: XIV-98
Ean: 9788814227028
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Diritto allo specchio"
Editore: Einaudi
Autore: Zagrebelsky Gustavo
Pagine: 442
Ean: 9788806238247
Prezzo: € 20.00

Descrizione:"Diritto allo specchio" è una riflessione sul diritto che, per chiarezza e profondità, si volge a un ampio pubblico. Nato dalle lezioni tenute dall'autore presso l'Università Vita-Salute del San Raffaele di Milano, il libro già dal titolo segnala il suo intento: chiarire la natura del diritto attraverso i tanti problemi in cui s'imbatte chiunque, per qualsiasi ragione, entra nel mondo giuridico, incontrandone molteplici e spesso confliggenti concezioni. Tra queste, non solo il giurista di professione ma anche il singolo cittadino consapevole deve destreggiarsi. Che cos'è il diritto? Come si cerca di definirlo? Che cosa sono il diritto naturale, il diritto sociale, la legge? In che modo si interpreta e si applica la legge? Che cosa sono le istituzioni e perché ci si affida a loro e con quali vantaggi e pericoli? Che cosa è lo Stato, lo Stato di diritto e lo Stato costituzionale? Quale posto occupa la giustizia nel diritto?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Diritto, comportamenti e forme di «credenza»"
Editore: Giappichelli
Autore: Bombelli Giovanni
Pagine: XII-316
Ean: 9788892113978
Prezzo: € 42.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vivere la democrazia"
Editore: Laterza
Autore: Rodotà Stefano
Pagine: 151
Ean: 9788858131374
Prezzo: € 15.00

Descrizione:I diritti, quelli individuali e sociali, sono la misura della qualità di una società. È su questo principio che Stefano Rodotà ha costruito la sua vita di studioso, di politico e di intellettuale pubblico. Lo sviluppo della tecnica e i rischi di disumanizzazione della vita, la dignità umana, l'impatto delle nuove tecnologie sull'esistenza delle generazioni presenti e future, la questione dei beni comuni, il diritto al cibo, l'identità in Rete: su questo si riflette e si discute pagina dopo pagina in questo libro. Oltrepassando la prospettiva strettamente legata al diritto positivo, Rodotà riflette all'interno di visioni che hanno una natura culturale e morale. Non a caso al centro pone sempre la persona umana, la sua dignità, il valore della solidarietà. In questo nostro tempo di tumulto, come lo definisce l'autore, «i principi guida devono essere ricercati in una dimensione irriducibile all'economia, prendendo le mosse dal sistema complessivo, fondato sul riconoscimento primario contenuto nell'articolo 1 della Carta dei diritti: La dignità umana è inviolabile. Essa deve essere rispettata e tutelata».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La comunità impolitica"
Editore: Giappichelli
Autore: Cantarano Giuseppe
Pagine: XOV-162
Ean: 9788892113909
Prezzo: € 22.00

Descrizione:La monografia scientifica di Giuseppe Cantarano - "La comunità impolitica", un libro rivolto a studenti e studiosi di filosofia politica - porta a sintesi i risultati più radicali del dibattito filosofico-politico degli ultimi anni, individuandoli in quella linea di pensiero che in Italia ha fatto riferimento alla categoria dell'impolitico. Dalla constatazione dell'esplosione o dell'implosione di qualsiasi orizzonte di senso, l'autore dichiara il definitivo esaurimento della possibilità di ricondurre il senso a una significanza di tipo generale. È da tale nichilismo che scaturiscono le determinazioni dell'impolitico: la sua indisponibilità nei confronti di ogni teologia politica, l'interruzione di ogni transito tra potere e Bene, l'artificialità dell'unità della polis, l'inestinguibilità del conflitto - caratteristica tragica del politico moderno - e la necessità di operare, pur sapendo che ogni operare è vano. Tuttavia, questo apparente stallo non esime dal porre domande ulteriori: una volta assunto il nichilismo come l'orizzonte all'interno del quale siamo collocati, quali nuove forme politiche possono essere realizzare? La risposta - è quanto emerge da "La comunità impolitica" - va cercata nella definizione stessa di nichilismo. Prefazione di Roberto Esposito.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La tradizione costituzionale"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Di Salvatore Enzo
Pagine:
Ean: 9788849853278
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Il punto di intersezione tra il piano della storia e quello della dogmatica giuridica si concreta nell'utilizzo di concetti che, attraverso la categoria giuridica della tradizione, risultano impiegati in funzione di un dato sistema di diritto positivo. In questa prospettiva, l'utilizzo della categoria giuridica della tradizione sortisce un duplice effetto: in senso negativo, costituisce un limite per la scienza giuridica; in senso positivo, comporta che ogni ricerca metta capo, di necessità, a una costruzione tipologica dell'oggetto di studio. Il lavoro si propone di confutare l'idea che il significato giuridico della tradizione possa essere ricavato assumendo a prospettiva di indagine l'evoluzione che l'oggetto di ricerca compie dal punto di vista della storia delle idee e anche della storia sociale: la tradizione si configura solo come una categoria del diritto e non già come un concetto giuridico. Sul piano del diritto positivo, la questione dell'assunzione dell'elemento storico entro l'ordinamento giuridico vigente impone che la definizione dei concetti sia condotta alla luce dei principi di struttura dello Stato: questi, in ragione dell'operatività del principio di imputazione normativa, segnano il limite estremo all'assunzione nel nuovo ordine giuridico di ciò che si è sedimentato nel tempo, ergendosi a parametro di legittimità delle interpretazioni rese. Da questo punto di vista, l'indagine è condotta in riferimento all'esperienza costituzionale tedesca, spagnola e italiana, mentre l'ultima parte del libro è dedicata al problema delle "tradizioni costituzionali comuni agli Stati membri" dell'Unione europea.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Bioetica tra «morali» e diritto"
Editore: Cortina Raffaello
Autore: Patrizia Borsellino
Pagine: 509
Ean: 9788860309808
Prezzo: € 33.00

Descrizione:

Nuova edizione aggiornata

Facendo riferimento al più recente dibattito bioetico, il volume ricostruisce i percorsi attraverso i quali si sono definiti i criteri etici, deontologici e giuridici che orientano le scelte quando sono in gioco questioni dal decisivo impatto sulla vita di tutti. Tra queste, le decisioni sulle cure e l’accesso a tecniche che incidono sulla procreazione (interruzione della gravidanza, procreazione medicalmente assistita).

L’analisi consegna al lettore l’immagine di significativi passi compiuti nella direzione di un diritto volto a garantire che i soggetti non cessino mai di essere considerati persone. Ma mostra anche che molti sono ancora i passi da compiere per individuare linee d’azione compatibili con la nostra Costituzione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Su taluni dei profili incidenti nel fenomeno di decadenza del diritto"
Editore:
Autore: Gaslini Michele
Pagine: VIII-192
Ean: 9788814225901
Prezzo: € 20.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Disposizioni, regole norme e principi"
Editore:
Autore: Italia Vittorio
Pagine: XVI-160
Ean: 9788814225284
Prezzo: € 17.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dopo il secolo breve. L'età dell'imperialismo del mercato. Dissertazioni critiche di un giurista liberale"
Editore:
Autore: Scotti Camuzzi Sergio
Pagine: VIII-168
Ean: 9788814223211
Prezzo: € 22.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Manifesto per l'uguaglianza"
Editore: Laterza
Autore: Ferrajoli Luigi
Pagine: XIII-261
Ean: 9788858130629
Prezzo: € 20.00

Descrizione:In questi anni abbiamo assistito a una esplosione delle disuguaglianze senza precedenti nella storia. Un fenomeno che non solo è in contrasto con il principio di uguaglianza formulato in tutte le Costituzioni e le carte internazionali dei diritti, ma che mette in pericolo anche il futuro della democrazia, della pace e dello stesso sviluppo economico. In queste pagine, scritte da uno dei più autorevoli filosofi del diritto, il progetto dell'uguaglianza viene presentato come la base di una rifondazione della politica, sia dall'alto che dal basso: dall'alto, come programma riformatore, attraverso l'introduzione di limiti e vincoli ai poteri economici e finanziari, a garanzia sia dei diritti di libertà che dei diritti sociali; dal basso, come motore della mobilitazione e della partecipazione politica, essendo l'uguaglianza nei diritti fondamentali un fattore di ricomposizione unitaria e solidale dei processi di disgregazione sociale prodotti in questi anni dal dominio incontrastato dei mercati.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vulnerabilità: etica, politica, diritto"
Editore: If Press
Autore:
Pagine: 352
Ean: 9788867881352
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Nelle scienze sociali, politiche e giuridiche si è diffuso negli ultimi anni il ricorso alla nozione di "vulnerabilità". A essa sono tuttavia attribuiti significati diversi, talora contraddittori, in particolare quando dalla definizione di determinati soggetti o gruppi sociali come "vulnerabili" si cerca di ricavare delle conseguenze sul piano politico e giuridico. I saggi contenuti in questo volume si soffermano sul "vulnerability turn". Muovendo dalle prime elaborazioni della nozione di vulnerabilità nel dibattito etico e filosofico-politico, essi ne indagano criticamente gli usi attuali, rilevando tanto le potenzialità del "paradigma della vulnerabilità", quanto i rischi che esso reca con sé.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Legge di Dio, leggi degli uomini. Un dialogo tra laicità e religione"
Editore: Aliberti
Autore: De Oto Antonello, Mariani Cerati Pietro
Pagine: 97
Ean: 9788893232197
Prezzo: € 13.00

Descrizione:La Legge di Dio può conciliarsi con le leggi degli uomini? Qual è il confine fra religione e laicità, sul piano della giustizia e del diritto? Come rispettare l'identità religiosa in una società plurale, e conciliarla con i principi della libertà individuale che sono alla base della società occidentale? L'ebraismo, l'islam, il buddhismo, le religioni dell'Estremo Oriente: ogni grande religione, nata e sviluppatasi con un suo sistema normativo, pone questioni pressanti alla nostra convivenza laica e multiculturale. Un giovane giurista che si occupa di religioni, Antonello De Oto - docente di diritto ecclesiastico all'Università di Bologna - ne discute con il direttore della collana "Bibbia e Giornale" Pietro Mariani Cerati in un dialogo aperto, sincero, senza pregiudizi ideologici o confessionali, con un linguaggio divulgativo e rigoroso. Un libro per aiutarci a fare luce in questo sempre più complesso tempo presente. Nel buio degli integralismi che si scontrano e delle intolleranze che crescono, un contributo prezioso, forse necessario, alla ricerca di un'armonia possibile. Prefazione di Pierluigi Castagnetti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU