Articoli religiosi

Libri - Filosofia Del Diritto



Titolo: "Diritto come argomentazione. Concezioni dell'argomentazione"
Editore: Editoriale Scientifica
Autore: Atienza Manuel
Pagine: 128
Ean: 9788893914284
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Religioni, diritto e regole dell'economia"
Editore: Cacucci
Autore:
Pagine: 468
Ean: 9788866117445
Prezzo: € 46.00

Descrizione:Le relazioni tra le religioni e il diritto e tra le religioni e l'economia costituiscono campi distinti di indagine che interessano da tempo il mondo della ricerca anche in contesti universitari: numerosi e crescenti sono testi e progetti di ricerca e persino tesi di laurea, come frutto finale di un significativo interesse degli studenti. Tuttavia, la dimensione multiculturale delle nostre società e gli effetti della globalizzazione hanno contribuito a mettere insieme religioni, diritto ed economia, che nel loro insieme sono diventati un ambito multiplo di ricerca. Questa relazione tra tre tematiche (le religioni, il diritto e l'economia), che considerate in sé sono luoghi distinti di ricerca, è espressione della evoluzione di una società, che sperimenta in maniera anche conflittuale la complessità di un'esistenza nella quale i valori assoluti sono messi in discussione non tanto nella loro dimensione di astrattezza, bensì nella applicazione pratica. I valori, pur conservando la natura fondante di civiltà, soffrono la pressione dei problemi quotidiani, accentuati dalla pervasività delle manifestazioni globali e delle gravi criticità della prassi esistenziale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Islam inedito"
Editore: Cacucci
Autore: Louassini Zouhir
Pagine: 80
Ean: 9788866117438
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Sebbene numerose comunità musulmane vivano da generazioni in Europa (Francia, Germania, Spagna, Italia, Belgio, Inghilterra) l'Islam rimane ancora un'incognita per il grande pubblico. La sua conoscenza è ancora intrisa di preconcetti ispirati da una concezione culturale di tipo "bipolare", come quella che esisteva politicamente fino alla caduta del muro di Berlino nel 1989. Al "nostro" mondo si contrappone il mondo degli "altri", dei quali percepiamo soprattutto le differenze negative. Inoltre, da molti anni il mondo di coloro che erano al di là del "muro" si presenta alle nostre porte attraverso flussi migratori raccontati e percepiti sempre più come "invasioni", segnate da conflitti e violenze, che generano un clima di intolleranza. Tutto questo disegna una realtà che si allontana dalla verità e nella quale l'Islam sembra avere un posto di rilievo, bussando alle nostre porte solo con terrorismo e conflitti, che hanno lasciato tracce indelebili, a cominciare dalla tragedia della Torri gemelle di New York del 2001.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il diritto dei privati"
Editore: Quodlibet
Autore: Cesarini Sforza Widar
Pagine: 160
Ean: 9788822902115
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Pubblicato per la prima volta nel 1929, "Il diritto dei privati" è uno dei vertici speculativi dell'istituzionalismo giuridico europeo. Widar Cesarini Sforza, uno dei suoi interpreti più esigenti e lucidi, non si limita a dimostrare, una volta di più, che diritto e Stato non fanno rima, che la giuridicità e la normatività si dicono in molti modi e che il pubblico e la politica possono abitare altrove e manifestarsi altrimenti da come l'immaginario della sovranità ci ha tanto lungamente imposto di credere. In questo libro eccentrico, teso e argomentato, Cesarini Sforza decide di illuminare il piano dei rapporti ordinari - quello in cui inventiamo i modi e le forme per vivere assieme, per fare collettivo - e mostra che le regole che tra di noi istituiamo hanno un tenore giuridico e una consistenza normativa in nessun modo inferiore o subalterna alle leggi dello Stato o alle regole implicite del mercato.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Europa: diritto della crisi e crisi del diritto. Austerità, diritti, cittadinanza"
Editore: Il Mulino
Autore:
Pagine: 223
Ean: 9788815274502
Prezzo: € 20.00

Descrizione:La cittadinanza dell'Unione Europea, i diritti fondamentali a essa connessi e lo stesso diritto europeo sono in crisi? L'impatto delle misure di austerità sui diritti dei cittadini, la distorsione della divisione dei poteri nell'UE, il mutamento della sua struttura costituzionale, la crisi del "rule of law", l'oscura legalità degli strumenti giuridici utilizzati per far fronte alla crisi del debito sovrano, le trasformazioni della cittadinanza europea, sono i temi al centro di questo volume, che si avvale del contributo di numerosi studiosi provenienti da vari paesi d'Europa. Lo scopo è offrire una lettura della crisi europea dal punto di vista costituzionale, inteso in senso lato, valutando anche se si tratti di una chance o di un pericolo per il destino del vecchio continente. Destino che potrebbe essere condizionato dai limiti strutturali originari dell'Unione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Social media e diritti. Diritto e social media (2017). Vol. 1-2"
Editore: Edizioni Scientifiche Italiane
Autore:
Pagine: 568
Ean: 9788849537079
Prezzo: € 84.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ars interpretandi (2018)"
Editore: Carocci
Autore:
Pagine: 131
Ean: 9788843091867
Prezzo: € 13.00

Descrizione:"Ars interpretandi" si rivolge a filosofi del diritto, a giuristi e, in generale, a tutti coloro, che a vario titolo, si occupano dell'arte del diritto. Di fronte ad una crescente specializzazione della filosofia giuridica, alla sua complessità e astrazione teorica, "Ars Interpretandi", attraverso contributi di studiosi italiani e stranieri, mira a riportare l'attenzione sul diritto inteso prioritariamente come esperienza giuridica e come interpretazione, nella convinzione che l'attività interpretativa non può ridursi semplicemente alla ricerca dei significati nascosti nei testi giuridici, ma è un'impresa ben più ampia legata alla ragionevolezza pratica e volta ad amministrare l'uso del diritto nella società pluralistica del nostro tempo. Fondata nel 1996, fino al 2011 è stata annuale. Dal 2012 raddoppia le uscite con due numeri all'anno.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Liberi tutti? Alcune considerazioni su libero arbitrio e consapevolezza"
Editore: Giappichelli
Autore: Milazzo Lorenzo
Pagine: 192
Ean: 9788892115200
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Che effetto farebbe leggere in una sentenza di condanna che l'imputato deve ritenersi colpevole del reato ascrittogli anche se è certo che non avrebbe potuto scegliere di non commetterlo? E che opinione ci si farebbe di un giudice che condannasse qualcuno dichiarandolo colpevole di un reato pur riconoscendo che la scelta di commetterlo non sia stata determinata dai suoi stati coscienti, tanto che essa avrebbe potuto essere diversa senza alcuna variazione di questi ultimi? In "Liberi tutti?" si sostiene, avvalendosi di argomenti consolidati nel dibattito analitico sul libero arbitrio ed ampiamente accreditati in letteratura, che tutte le volte che un giudice pronuncia una sentenza di colpevolezza ed infligge una pena, si verifica inavvertitamente o la prima o la seconda ipotesi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il vincolo giudiziale del passato. I precedenti"
Editore: Il Mulino
Autore:
Pagine: 293
Ean: 9788815278692
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Come è possibile individuare, in una folla di sentenze che appartengono al passato giudiziale, quelle che potrebbero essere utili alla decisione di un caso, qui ed ora? Bisogna staccarne una o più, isolarle dalle altre, e costituirle in veri e propri «precedenti», per far sì che il passato serva all'oggi e che ciò che è stato già deciso segni un orientamento. Il «precedente» costituisce, in linea di principio, un'informazione utilizzabile; può entrare nel motore inferenziale che porta alla decisione, e diventare perciò un ingrediente della «calcolabilità giuridica». Con scritti di Guido Alpa, Franco Anelli, Roberto Bichi, Giovanni Canzio, Alessandra Carleo, Bruno Cavallone, Claudio Consolo, Maria Rosaria Covelli, Pietro Curzio, Massimo De Felice, Andrea Di Porto, Antonio Gambaro, Riccardo Guastini, Natalino Irti, Giovanni Legnini, Carlo Mottura, Filippo Patroni Griffi, Andrea Proto Pisani, Renato Rordorf, Michele Taruffo, Romano Vaccarella.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le regole del corpo. Costruzioni teoriche e decisioni giudiziarie"
Editore: Giappichelli
Autore: Giordano Valeria
Pagine: 160
Ean: 9788892115798
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Oggi il linguaggio sui diritti è pervaso da una sensazione di disorientamento che avvolge il giurista in un'incessante opera di risemantizzazione e di ridefinizione delle categorie giuridiche. Diritti moltiplicati dalla poderosa domanda di beni e servizi globali che attengono alla sfera del vivente e del corpo e che narrano l'eccedenza della corporeità; diritti sconfinati o negati lungo i percorsi disegnati da equilibri politici precari e da transizioni economiche; diritti dislocati sul crocevia di un'offerta economica in fortissima crescita, quale risorsa da utilizzare e disporre a breve scadenza. Diritti pretesi e agiti contro il diritto stesso, nei confini precari della legalità internazionale e che nelle rivendicazioni globali ridisegnano i contorni della tradizionale dicotomia natura/artificio e che pongono molteplici interrogativi sull'idoneità dello strumento legislativo di fungere da categoria di neutralizzazione nelle sfere che riguardano il "bios".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Analogica. Il doppio legame tra diritto e analogia"
Editore: Giappichelli
Autore: Condello Angela
Pagine: XV-164
Ean: 9788892116450
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Il termine "analogica", in questo libro, indica lo scarto tra due codici con cui si esprime il discorso giuridico: la logica e l'analogia. Questi due codici, sulla scorta delle ricerche filosofiche di Enzo Melandri, sono complici e rivali. Rispetto allo studio ormai pioniere di Bobbio, secondo cui l'analogia è intesa essenzialmente come argomento da giustificare razionalmente attraverso "leggi di validità", dall'analisi di Melandri l'analogia emerge come un vero e proprio campo di operazioni, in cui l'argomentazione si affianca alla conoscenza e alla classificazione della realtà. A cavallo tra epistemologia e ontologia del diritto, l'analogia si presenta oggi, in un regime di pluralismo degli ordinamenti, come tecnica giuridica fondamentale, basata su continue approssimazioni. L'idea centrale di "Analogica" è che nel diritto l'uso dell'analogia, multiforme e talora oscuro sul piano logico, sia sempre necessario: è questo il "doppio legame" tra diritto e analogia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sistemi ed ordinamenti nelle leggi"
Editore:
Autore: Italia Vittorio
Pagine: XIV-114
Ean: 9788814228544
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Le leggi formano una "rete" di sistemi ed ordinamenti normativi e costituiscono le "nervature giuridiche" del diritto. L'interpretazione e l'applicazione subiscono dei cambiamenti a seconda che le leggi siano inserite in uno od altro sistema od ordinamento.
La certezza giuridica si basa quindi su queste grandi categorie che dominano - simili a molti interrogativi sui grandi problemi dello spirito - la vita delle leggi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Diritti umani e cultura giuridica. Il principio di autodeterminazione e l'invenzione delle nuove schiavitù in Europa"
Editore: Mimesis
Autore: Quiroz Vitale Marco Alberto
Pagine: 218
Ean: 9788857551371
Prezzo: € 22.00

Descrizione:"Spesso in sociologia si insiste sulla 'costruzione sociale' di istituzioni, norme, visioni del mondo, ossia sul fatto che aspetti della realtà che consideriamo obiettivi e neutrali, come l'infanzia, l'adolescenza, la famiglia monogamica, sono l'effetto di processi economici, scelte politiche, orientamenti culturali divenuti a un certo punto prevalenti. Nel lavoro di Marco Quiroz Vitale l'idea di una costruzione sociale (e politica) della normativa anti-schiavitù viene accolta, ma anche elevata al rango di riconoscimento verso gli attori che l'hanno perseguita, elaborata e istituzionalizzata mediante i processi democratici di introduzione di nuove norme. Dietro l'apparente oggettività delle leggi, ci dice l'autore, stanno delle persone e delle forze politiche e sociali. L'ambizione di costruire un mondo più civile e rispettoso della dignità di tutti gli esseri umani passa attraverso l'azione di chi ha preso sul serio la propria responsabilità politica e il compito di legislatore. Per gli studiosi comprendere i processi che hanno condotto a istituire nuove norme è una guida per interpretarle in maniera adeguata, comprenderne la portata, sollecitarne un'applicazione coerente. Sono grato all'autore per aver compiuto questo sforzo, e ne auspico un'ampia condivisione non solo nell'ambito accademico ma tra tutti coloro che nei rispettivi ruoli sono chiamati a darvi effettività." (dalla prefazione di Maurizio Ambrosini)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Criminologia. Teoria sociologica del delitto"
Editore: Mimesis
Autore: Silva García Germán
Pagine: 398
Ean: 9788857545592
Prezzo: € 28.00

Descrizione:L'opera "Criminologia. Teoria sociologia del delitto" contiene, nelle sue pagine, una proposta scientifica originale e innovatrice, che comporta un autentico cambio di paradigma nel pensiero criminologico contemporaneo, considerando che si allontana dalla spiegazione causale del delitto e contestualmente infrange il criterio della reazione sociale. La teoria, qui contenuta e ampiamente argomentata e supportata, consiste nell'adottare una terza via, denominata dall'autore "divergenza sociale", che comporta il superamento tanto della criminologia tradizionale, quanto della cosiddetta "criminologia critica". Lo studio sviluppa aspetti micro e macro-sociologici, con particolare attenzione al contesto e alle problematiche latino-americane e, della Colombia, nello specifico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Società , diritto naturale progressivo e diritto positivo critico: punti di incontro"
Editore:
Autore: Tarantino Maria Lucia
Pagine: XIV-146
Ean: 9788814226724
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Il diritto naturale progressivo di Renard è formato dall'insieme di principi della lex aeterna,che l'uomo coglie nel tempo per irradiazione e partecipazione. Questi si aggiungono a quelli conosciuti prima. In questo senso va intesa la storicità della concezione del diritto di Renard, che si qualifica appunto come diritto naturale progressivo. Il diritto positivo critico di Catania, invece, trae i suoi principi dalla effettività sociale, ed è, quindi, l'espressione degli interessi storici che la coscienza sociale presenta nel corso della sua storia. La differenza fra le due concezioni del diritto, quindi, sta nel fatto che l'una coglie i suoi principi nella lex aeterna e l'altra nelle esigenze della coscienza storica della società. Comunque, provenienza dei principi del diritto a parte, entrambe le concezioni hanno come punto d' incontro l'effettività storico-sociale dei loro principi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La diversità culturale tra diritto e società"
Editore: Franco Angeli
Autore: Mancini Letizia
Pagine: 96
Ean: 9788891769466
Prezzo: € 15.00

Descrizione:La diversità culturale è un aspetto fondamentale delle società contemporanee, legato in Europa principalmente alle migrazioni e allo stanziamento di persone che portano con sé usi, costumi, norme, lingue, religioni. Il tessuto sociale e culturale delle società cambia, e così anche il mondo del diritto, sollecitato da nuove pratiche, nuove richieste, nuovi conflitti. Analizzare la diversità culturale tra diritto e società suggerisce di indagare i meccanismi e le ragioni che portano la persona a definire se stessa 'culturalmente diversa', e i meccanismi e le ragioni che portano a definire l'altro 'culturalmente diverso'. In queste dinamiche il diritto gioca un ruolo cruciale, nel suo essere mezzo attraverso il quale i diritti legati alla propria identità possono trovare riconoscimento, ma anche potente strumento di identificazione e di etichettamento, con conseguenze tutt'altro che trascurabili per le persone in termini di inclusione ed esclusione sociale. Il libro affronta queste tematiche e, con riferimento al contesto italiano, analizza il ruolo degli operatori del diritto - giudice e legislatore in particolare - nel riconoscere i diritti e nel favorire l'inclusione sociale, ricorrendo all'argomento della diversità culturale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Kalòs kai agathòs. Il bello e il buono come crocevia di civiltà"
Editore: Franco Angeli
Autore:
Pagine: 310
Ean: 9788891768247
Prezzo: € 34.00

Descrizione:L'idea del "kalos kai agathos" ? del bello e del buono insieme combinati ? consente, nell'intero percorso della civiltà occidentale, alcune piste di riflessioni, interrogabili nella loro cifra speculativa. La prima riguarda una formula che tradizionalmente caratterizza l'antica civiltà greca, tanto cristallizzata nel tempo da costituire quasi una endiadi (un "kalon kai agathon", che arriva fino a identificare una "kalokagathìa"); la seconda pista coinvolge il "kalon kai agathon" come cifra confrontabile con quella del "bonum et aequm" della civiltà romana; la terza pista attraversa alcune riflessioni sul significato di questa doppia cifra nel percorso della civitas christiana; la quarta pista concerne il progressivo dissaldarsi - nel tempo della modernità - del bello e del buono da un ordine trascendente che, più o meno velatamente, lo qualificava. Ma le piste precedenti costituiscono solo il necessario presupposto per interrogarsi, nel tempo contemporaneo, su quale significato possa avere oggi, in termini antropologici, una cifra che raccordi le tre tradizionali qualità dell'essere: il bello, il buono e il vero. C'è da domandarsi: hanno ancora senso nel mondo contemporaneo? E in quale modalità? Non può scoprirsi forse, alla fine, che in quelle qualità ontologiche è nascosto proprio ciò che si credeva superato e trasceso, cioè l'ultimo resto dell'umano? Tutto ciò può consentire alcune riflessioni sulla civiltà contemporanea: su ciò che promette, su ciò che minaccia e su ciò che, intanto, nasconde. Forse lo stadio a cui è pervenuta nel nostro tempo la società secolarizzata e l'ingresso in scena della macchina cosiddetta "intelligente" costituiscono l'avvento di un trauma profondo e durevole che dà a pensare. Scritti di: Giuseppe Limone, Giulio Maria Chiodi, Osvaldo Sacchi, Raffaella Limone, Giovanni Andreozzi, Carlo Pontorieri, Antonio Camorrino, Mirella Napodano, Angelo Zotti, Emanuela Spanò, Niraj Kumar, Sanad Obad, Alberto Virgilio, Valeria Verde.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Autonomia e dignità della persona umana"
Editore:
Autore: Tarantino Giovanni
Pagine: X-150
Ean: 9788814227332
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Stato e culture corporative nel Regno Unito"
Editore:
Autore: Torreggiani Valerio
Pagine: 300
Ean: 9788814225994
Prezzo: € 28.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' unità dei saperi"
Editore: Lateran University Press
Autore: Bruno Forte , Manuel J. Arroba Conde
Pagine: 40
Ean: 9788846512208
Prezzo: € 4.00

Descrizione:In questo fascicolo gli autori offrono al lettore una vivace dinamica che nasce dalle loro ricerche, intesa ad armonizzare le diverse scienze ecclesiastiche con una teologia che si incarna continuamente nella storia. Dal momento che l'incarnazione ha come destinatario il popolo di Dio, diviene sempre più impellente il richiamo a far sì che la dignità dell'essere umano sia garantita dalle scienze del diritto. La persona è il cuore del diritto, e della persona il diritto si prende cura, garantendo l'applicazione equa delle norme. In questa direzione il Diritto diviene partner insostituibile della Teologia, e tutt'e due - Teologia e Diritto - concorrono all'edificazione del Regno di Dio nella verità e nella giustizia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Opere scelte. Vol. IV"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Italo Mancini
Pagine: 480
Ean: 9788837231637
Prezzo: € 35.00

Descrizione:Nata nel clima di violenza terroristica che sconvolgeva la società italiana nel periodo degli anni di piombo e che aveva come obiettivo la distruzione delle istituzioni e dello Stato, Filosofia della prassi (1986) è un'opera il cui valore va ben al di là delle circostanze storiche che l'hanno ispirata. Si presenta come una indagine spregiudicata, dai risvolti ancora attualissimi, sulle ragioni e le manifestazioni della crisi della civiltà del diritto, che pur ha fatto grande l'Europa. L'autore - in queste che sono linee di filosofia del diritto - non descrive solo il processo di decadenza di un mondo, ma indica le strategie per una rivitalizzazione delle funzioni e dei significati del diritto. In questa prospettiva prende corpo una documentatissima analisi delle forme di negativismo giuridico che agiscono nella nostra cultura corrodendone i valori, e delle idee rigeneratrici che potrebbero contrastarne la portata devastatrice, non senza aver prima metabolizzato la dura lezione della critica. La posta in gioco è alta e riguarda il senso e il destino del diritto nella società, ambiguamente sospeso tra il rischio di ridursi a strumento delle manipolazioni del potere e l'impulso a promuovere l'affrancamento dell'uomo incurvato sotto il peso dei dispotismi. La nostra cultura giuridica sarà all'altezza del suo compito?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dei confini dell'identità e di altri demoni. La diversità tra letteratura e diritto. Festival della letteratura e del diritto. IV edizione 2017"
Editore: Giappichelli
Autore:
Pagine: VII-217
Ean: 9788892116054
Prezzo: € 29.00

Descrizione:Il volume raccoglie gli Atti della quarta edizione del Festival della letteratura e del diritto svoltosi il 27, 28 e 29 aprile del 2017 che ha avuto il tema "Dei confini, dell'identità e di altri demoni". La diversità tra letteratura e diritto. Esso si propone quale momento di riflessione attorno alla reale capacità di stimolo e speculazione giuridica che l'approccio attraverso la letteratura può dare al giurista, in particolare a quello odierno che si trova a dover fare i conti con una giuridicità i cui perimetri sono cangianti e molto spesso non equivalenti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Giustizia e mito. Con Edipo, Antigone e Creonte"
Editore: Il Mulino
Autore: Cartabia Marta, Violante Luciano
Pagine:
Ean: 9788815278227
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Antigone, ovvero il conflitto tra coscienza individuale e ragion di stato, tra legge morale e legge positiva. Edipo, ovvero la tensione tra verità storica e oggettiva e verità soggettiva, tra domanda di giustizia e intransigenza nell'amministrarla, tra colpa, errore e responsabilità. Creonte, ovvero il contrasto tra la legge e la sua opposizione. Altrettanti dilemmi del diritto che riaffiorano continuamente nelle nostre società. Per quanto emancipata dal suo primitivo nucleo vendicativo, e oggi amministrata con molte garanzie, sancite soprattutto dalle costituzioni contemporanee, la giustizia infatti non risana mai del tutto i conti, né per le vittime né per i carnefici.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Effettività e modelli normativi. Studi di filosofia del diritto"
Editore: Giappichelli
Autore: Catania Alfonso
Pagine: XXIV-216
Ean: 9788892114395
Prezzo: € 22.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Profiles of judicial epistemology"
Editore: Giappichelli
Autore: Ubertis Giulio
Pagine: XII-168
Ean: 9788892116115
Prezzo: € 55.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU