Articoli religiosi

Libri - Epistemologia E Filosofia Della Scienza



Titolo: "Jung e Pauli parlano. Coniuctio psiche e materia verso il Terzo millennio"
Editore: Persiani
Autore: Pusceddu Maria
Pagine:
Ean: 9788885804098
Prezzo: € 15.90

Descrizione:Questo nuovo libro di Maria Pusceddu rappresenta da un lato la sintesi dei suoi lavori precedenti e dall'altro qualcosa di assolutamente nuovo nel panorama degli studi junghiani. Questi, infatti, si sono in genere svolti in campo esclusivamente psicologico, oppure i rari dibattiti fra scienziati e psicologi non hanno prodotto frutti significativi. In questo caso il cultore di Scienze naturali e quello di Psicologia del profondo sono la stessa persona. La nostra autrice, biologa e psicologa, affascinata dalla lettura dell'epistolario tra Jung e Pauli e partendo proprio dalle loro parole, ha ripercorso la storia dell'evoluzione della materia in base alle scoperte più recenti della scienza moderna; in tal modo ha potuto cogliere quelle invarianti che hanno impregnato di sé i diversi livelli di complessità, dalle particelle elementari alle società umane. Ha così potuto dimostrare la lungimiranza quasi profetica di Jung e Pauli e quanto fondata fosse la loro ipotesi, secondo la quale esiste una relazione strettissima fra "il concetto di leggi di Natura nella Fisica e il concetto di archetipo nella Psicologia".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fisica e metafisica della luce in Leibniz. La realtà tra apparenze ottiche e scienza di visione"
Editore: Guida
Autore: Cirino Raffaele
Pagine: 157
Ean: 9788868663445
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Per tutto l'arco del XVII secolo l'ottica, e, più in generale, la scienza della visione, compresa l'anatomia dell'occhio, sono state oggetto di indagine dei maggiori scienziati del periodo: astronomi, fisici, matematici, filosofi e medici. Tra i tanti interessi speculativi perseguiti da Leibniz, l'analisi della propagazione della luce e degli strumenti ottici ad essa connessi risulta centrale per il suo intero sistema filosofico. Scopo del presente lavoro è il tentativo di riconsiderare, attraverso alcune sue opere di ottica e, soprattutto, mediante rapporti epistolari e personali con eminenti pensatori dell'epoca, diversi aspetti della sua metafisica monadologica sulla base di una essenziale ed indispensabile speculazione sulla rifrazione ottica del raggio luminoso.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Essere. La scienza e gli spazi della filosofia"
Editore: Asterios
Autore: Di Mauro Ernesto
Pagine: 135
Ean: 9788893130783
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Fino a che punto io mi comprendo? La teoria della mente descrive la capacità di attribuire stati mentali ad altri, ed è stata a lungo considerata unica agli umani. Ma in uno studio recente è stato analizzato il comportamento di bonobo, scimpanzé ed urangotan che osservavano filmati di umani che svolgevano alcune funzioni (tipo: cercare oggetti in scatole dei quali gli umani ignoravano il contenuto, mentre le scimmie lo conoscevano). I volti dei primati venivano filmati di nascosto. Dalle loro espressioni, dai loro cambiamenti e dai movimenti dei loro occhi se ne potevano definire alcuni pensieri, tipo: delusione, partecipazione affettiva e, soprattutto, anticipazione e volontà di empatia. Una delle conclusioni dello studio è che gli animali erano coscienti che gli umani potevano pensare in modo sbagliato, partecipando emotivamente. Un altro studio ha analizzato l'aiuto che quei primati potevano (sapendo in che scatola era la banana, e sapendo come aprirla) fornire ad umani ignari che dovevano fare la stessa cosa. Il risultato sorprendente è che le scimmie volevano aiutare gli umani, che capivano quando questi stavano per sbagliare, e che le loro performance in questo test somigliavano da vicino a quelle di un bambino di 16 mesi. Questo mostra che le scimmie hanno una qualche rappresentazione mentale di cosa pensa un'altra persona. Ovvero: leggono la mente. Fino a che punto la comprensione del pensiero altrui che hanno le scimmie somiglia a quella umana? La domanda è parziale e mal posta. Più correttamente: fino a che punto gli umani comprendono il pensiero altrui? O, più semplicemente, pensando al mio pensiero fino a che punto io mi comprendo?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La costruzione probabilistica della realtà. Dalla fisica quantistica alla psicologia della conoscenza"
Editore: Aracne
Autore: Cavallini Graziano
Pagine: 492
Ean: 9788825513035
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Il volume tratteggia un'interpretazione unitaria della conoscenza che collega la fisica quantistica con l'esperienza normale. Questa unità è ottenuta rifacendosi al ruolo svolto dai sistemi simbolici, tanto nella definizione delle teorie scientifiche quanto nell'organizzazione della percezione quotidiana. Ne scaturisce che la realtà è continuamente costruita fondendo gli stimoli sensoriali con le idee adatte a organizzarli in percezioni: idee sia possedute preliminarmente, sia progressivamente prodotte venendo guidati da quelle e dalle interazioni. La combinazione di aleatorietà e di sistematicità, tanto delle interazioni stesse, quanto delle culture dalle quali vengono riprese le idee possedute, fa sì che la realtà sia sempre prodotta in chiave probabilistica, nella vita quotidiana non meno che in fisica. Il dibattito ancora aperto dopo quasi un secolo sulla fisica quantistica, come quello millenario sulla realtà in filosofia, esprime la perdurante incomprensione di tale stretta fusione tra conoscenza e realtà e delle interazioni quali fattori primi di entrambe.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Elogio dell'astrazione. Gaston Bachelard e la filosofia della matematica"
Editore: Mimesis
Autore: Palombi Fabrizio
Pagine: 226
Ean: 9788857543031
Prezzo: € 20.00

Descrizione:L'itinerario intellettuale di Gaston Bachelard parte dall'insoddisfazione per le teorie filosofiche tradizionali rivelatesi inadeguate innanzi alle rivoluzioni scientifiche del Novecento e alle crisi teoriche che le hanno accompagnate. Nell'affrontare la sfida della contemporaneità, Bachelard propone un lessico innovativo strutturato dalla sua "topologia filosofica". Il volume ricostruisce e rielabora criticamente l'interpretazione bachelardiana della scienza e della filosofia, privilegiando l'astrazione, la matematizzazione e la dialettica tra atto e ostacolo epistemologico, anche attraverso l'analisi di alcuni casi storici, per mostrarne l'attualità nella società contemporanea virtuale e informatizzata.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La filosofia di Proust. Dalla parte di Deleuze"
Editore: Mimesis
Autore: Simonetti Alberto
Pagine: 85
Ean: 9788857545721
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Attraversare i segni incide la temporalità e condensa la pertinenza del pensiero alla sua radice. Così Proust, smarcandosi dalle ricorrenze narratologiche, costruisce un mosaico a frammento, discontinuo, nel quale la memoria, la storia, le relazioni fungono da caratteri espressivi edificanti. Non in senso morale, ma alla lettera come "costruzione". È una disseminazione. In "Marcel Proust e i segni" del 1966, Gilles Deleuze traccia una breccia filosofica mirante a restituire l'immagine concreta e vitale di una vera e propria "filosofia proustiana". Ricerca del pensiero e ostinazione del pensiero, apprendistato faticoso di una determinazione tale da "costringersi al pensiero", al ce qui donne à penser, dar da pensare. Proust complica l'esistenza a partire dai segni, si mette in difficoltà lungo l'asse gnoseologico della sua opera, in particolare nella Recherche. Deleuze legherà la sua riflessione a quel nesso arte-vita culmine del "tempo ritrovato", che si esprime e parla per mezzo di geroglifici. Il filosofo è l'interpretante e, radicalmente, Proust fa ermeneutica dei processi vitali che attraversa (odori, sguardi, teorie). Nessun personalismo né storicismo viene evocato a legittimare la ricerca dal momento che filosofia e letteratura respirano sul frastagliato e caosmico piano di immanenza, dimensione unica e plurale. Con Deleuze, Proust ci appare attuale nella sua inattualità, contemporaneo rispetto al patire nietzscheano, gioioso e tragico al contempo, di cui è intessuta la forza stessa del pensiero. Potenza espressiva, scavo semiotico, costituzione del binomio arte-vita. Deleuze e Proust architetti del senso e della sua logica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Filosofia della scienza. Con Contenuto digitale per download e accesso on line"
Editore: Egea
Autore: Galavotti Maria Carla, Campaner Raffaella
Pagine:
Ean: 9788823827691
Prezzo: € 11.90

Descrizione:"La filosofia della scienza si propone il compito di chiarire la natura della conoscenza scientifica investigandone il metodo, i contenuti, le finalità. Benché i filosofi si siano interessati a queste tematiche fin dall'antichità, esse sono divenute l'oggetto di una disciplina specifica nei primi decenni del Novecento, sulla spinta dei profondi cambiamenti prodottisi nelle scienze fra Otto e Novecento - si pensi alle geometrie non euclidee, alla relatività, alla meccanica quantistica, alla genetica - che imponevano un ripensamento delle categorie fondamentali del sapere scientifico." (Dalla premessa)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scienza e visioni del mondo"
Editore: Edusc
Autore:
Pagine: 310
Ean: 9788883336935
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Questa opera potrebbe apparire, ad un primo sguardo, la semplice raccolta degli atti di un convegno. Infatti, i contributi che compongono questo volume sono stati presentati nell'VIII workshop della SISRI svoltosi a Roma dal 30 al 31 Maggio 2015 e dedicato al rapporto tra le visioni filosofiche del mondo e il lavoro scientifico. L'occasione era l'anniversario dei 400 anni dalla composizione della Lettera a Madama Cristina di Lorena da parte di Galilei. Lo scienziato pisano fu chiamato, in un drammatico momento della sua carriera, a rendere conto della conciliabilità tra il credo cristiano e la sua ricerca scientifica. In realtà, anche oggi ci poniamo con urgenza le stesse domande e cerchiamo risposte che riconosciamo come mai interamente conclusive e sempre aperte a maggiori approfondimenti. Questo carattere di "apertura" del domandare che, muovendo da settori disciplinari specifici, trascende i limiti imposti dai riduzionismi dei singoli metodi di ricerca, è l'aspetto fondamentale che illumina il senso di questa pubblicazione. Anche se potrebbe stupire l'eterogeneità dei contributi, dalla matematica alla biologia, dalla teologia alla storia della scienza, l'unità è visibile nella tensione ad una sintesi del sapere che concepisce i confini tra i campi delle scienze non come muri invalicabili, ma come interne distinzioni di un insieme organico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lo spirito della geometria e altri scritti sul «metodo»"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Blaise Pascal
Pagine: 320
Ean: 9788837230623
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Cuore e ragione in Pascal sono indissolubilmente legati così come esprit de finesse ed esprit de géométrie: nella loro unità costituiscono la facoltà conoscitiva, del vero e del bene, propriamente umana. I testi qui tradotti insieme all'opuscolo incompiuto De l'esprit géométrique illuminano la genesi dell'epistemologia pascaliana, fungendo da "discorso sul metodo". Un metodo, perseguito in tutta la sua opera, che ha radici nei suoi primi interessi scientifici quando Pascal, a soli dodici anni, "scopre" la geometria, spinto dalla curiosità per "la ragione delle cose".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Seguire una regola"
Editore: Mimesis
Autore: Guardo Andrea
Pagine: 116
Ean: 9788857547343
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Nelle "Ricerche filosofiche" e in altre opere Wittgenstein discute un argomento per la conclusione che non esiste qualcosa come il seguire una regola. Questa conclusione, a sua volta, sembrerebbe implicare che le parole del linguaggio non hanno un significato. E quest'ultima conclusione, infine, sembrerebbe implicare che la comunicazione è impossibile. Questa linea di pensiero è, ovviamente, paradossale: il comunicare è un fenomeno non solo possibile, ma assolutamente comune. La serie di argomenti in questione deve quindi, da qualche parte, nascondere un errore. Ma dove? Seguire una regola introduce il lettore ai tentativi di rispondere a questa domanda che si sono succeduti negli ultimi quattro decenni, a partire dalla pubblicazione dell'epocale Wittgenstein su regole e linguaggio privato di Saul Kripke.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La manutenzione. Un compito filosofico per l'homo faber"
Editore: Carocci
Autore: Mazzone Marco
Pagine: 125
Ean: 9788843090594
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Qual è la relazione tra capacità di ragionamento e felicità? Che cos'è la democrazia, e perché dovremmo curarcene? Il volume risponde a tali domande, a partire da un'idea semplice e potente su cosa significa essere umani: l'idea che siamo costruttori, e che tra le cose che costruiamo ci sono le persone, le lingue, la capacità di pensare, gli obblighi morali, le istituzioni sociali e politiche. Insomma, le cose più importanti per la nostra vita richiedono un paziente lavoro di costruzione, e di manutenzione. Questa costruzione di noi stessi, dell'ambiente e delle società in cui viviamo è guidata da processi simbolici e da pratiche linguistiche che strutturano le nostre abitudini mentali guidandoci nella soluzione di problemi, addestrandoci al pensiero, alla progettazione del futuro, alla mediazione tra i desideri individuali. L'educazione è l'insieme di questi processi di costruzione sociale del sé, orientata da entità linguistiche, da idee come "democrazia", "felicità", "bene comune" che sono a fondamento dell'identità personale e sociale. Filosofia e scienze cognitive ci aiutano a dare corpo a questa prospettiva, contro alcuni rischi attuali. In particolare, appare indispensabile recuperare l'idea di una "disciplina dell'attenzione", strumento essenziale per trasformare il presente pieno di distrazioni in un presente denso di progetto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Nell'occhio del fotone"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Gianni Amerio
Pagine: 192
Ean: 9788867088621
Prezzo: € 19.00

Descrizione:Fra tutti i cammini che si possono percorrere, quello lungo il quale ti accompagna questo libro è uno dei più straordinari. Comincia nel cuore di una stella e termina in quel singolarissimo punto dove tu, adesso, stai prestando attenzione, con il tuo cervello, proprio a queste parole, scritte su questa pagina: sì, esatto, il cammino finisce lì, dentro la tua mente, nella tua coscienza. Il viaggio della luce, quello che ti consente di vedere le meraviglie e le miserie del mondo, è uno dei tanti banali miracoli che ti accompagnano per tutta la vita. È un percorso originale e affascinante, che Nell'occhio del fotone ti racconta pagina dopo pagina con linguaggio chiaro e paziente, capace al contempo di rendere limpida la meccanica quantistica e di rispondere alle domande che non hai mai osato fare al tuo medico oculista. Ma ci troverai anche la poesia delle notti d'estate, l'arabesco del volo di una lucciola, la fragranza della menta in un mojito. Nulla di magico: semplicemente Gianni Amerio applica pagina dopo pagina la lezione antica del viandante, capace di stupirsi dei prodigi delle piccole cose e di apprenderne la lezione con la modestia dell'intelligenza. E poi, nei panni del divulgatore, ti svela, con delicatezza e facilità sorprendenti, realtà scientifiche di inattesa complessità. Ti affezionerai a quella piccola particella di luce, ne seguirai le peripezie tra il Sole e i begli occhi di una ragazza, ne comprenderai la natura e gli affascinanti misteri. Scoprirai quanto è complicata l'istintività di uno sguardo, quanto è sottile il confine fra la luce e il pensiero. E alla fine del libro, lette le ultime pagine, lo riporrai con la sensazione di aver davvero compiuto anche tu tutto il viaggio, fino in fondo, e di averlo fatto per una buona causa. Per portare un po' di luce a chi non ce l'ha. Dario Corradino

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lo specchio, il labirinto e la farfalla"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: G. Italo Bischi , Giovanni Darconza
Pagine: 208
Ean: 9788837230432
Prezzo: € 16.50

Descrizione:«Consapevoli dell'ambivalenza di numeri e lettere, gli autori di questo saggio mettono a confronto il progressivo distacco della matematica dalla realtà sen­sibile con il superamento del narratore onnisciente, caratteristico del romanzo ottocentesco e inteso a restituire la presunta oggettività del reale. A partire da questa grande svolta, il volume esplora l'evoluzione novecentesca della mate­matica in direzione della complessità e dell'astrazione - dal teorema di incom­pletezza di Gödel al caos deterministico - rapportandola a un più generale ri­assestamento dei saperi che coinvolge tanto la fisica (si pensi alla meccanica quantistica) quanto le scienze umane. Quello che il volume tratteggia è l'affer­marsi del relativismo epistemologico: un incessante interrogarsi dei saperi su pratiche e premesse, un incremento di consapevolezza che segna il tramonto di ingenue certezze, aprendo verso nuove concezioni del reale». (Dalla Postfazione di Maurizio Ascari)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La morale dello studio nella vita e nella dottrina di S. Tommaso"
Editore: Angelicum University Press
Autore: Luciano Santarelli
Pagine: 402
Ean: 9788899616137
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Servendosi di solide categorie tomiste, con uno stile chiaro e accessibile a tutti, l'autore costruisce una morale dello studio esaustiva delle complesse problematiche che la vanno a comporre. L'opera è rivolta a tutti coloro che coltivano interessi culturali, di ogni età e grado, e ha lo scopo di sensibilizzare circa i risvolti etici connessi all'attività intellettuale spesso sottesi o comunque sottovalutati. Il meraviglioso itinerario della conoscenza cela invero molte insidie, e solo chi lo percorre con animo retto e orientato al debito fine, vi troverà gioia e perfezione per la propria vita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La «zoologia» di Aristotele e la sua ricezione dall'età ellenistica e romana alle culture medievali. Atti del convegno (Pisa, 18-20 novembre 2015)"
Editore: Pisa University Press
Autore:
Pagine: 315
Ean: 9788867418350
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Dopo la morte di Aristotele la sua opera zoologica sembra occupare un posto marginale nella tradizione filosofica greco-romana, mentre conosce straordinaria fortuna nell'ambito della cultura generale (per esempio nella letteratura paradossografica e in quella fisiognomica, o in Plinio il Vecchio). Sembra venir meno in ogni caso il progetto aristotelico di uno studio teorico e sistematico degli animali, che in apparenza rinasce solo nel XIII secolo con Alberto Magno. I saggi riuniti in questo volume dimostrano che la storia non è così semplice. E anzi possibile disegnare una linea di ricezione in cui momenti e spazi innegabili di discontinuità (che si spiega nel pensiero greco con il mutare dell'agenda filosofica, evidente per esempio in area neoplatonica) procedono paralleli a un filo di continuità (solidissimo certo nel mondo arabo, ma già tenuto ben teso a Roma da Galeno) che di ratto congiunge Aristotele, attraverso l'opera di traduzione di Michele Scoto, all'età di Alberto Magno.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Reti di storie. L'essere dell'uomo e della cosa"
Editore: Mimesis
Autore: Schapp Wilhelm
Pagine: 238
Ean: 9788857539997
Prezzo: € 20.00

Descrizione:In "Reti di storie" Wilhelm Schapp, allievo di Husserl, espone per la prima volta al grande pubblico il pensiero portante della sua "filosofia delle storie". Nell'impianto teoretico del pensatore, le storie rappresentano il fenomeno originario, gli elementi ultimi oltre i quali l'indagine filosofica non può procedere. Ogni uomo, questa la tesi, si trova fin dalla nascita avvolto in un fascio di storie. Questa condizione d'involgimento essenziale viene felicemente espressa dalla frase più celebre dell'opera: "La storia sta per l'uomo". Con essa, l'autore ci vuole dire che l'unica chiave d'accesso all'essere dell'uomo è la comprensione del contesto dinamico di storie in cui egli è costantemente irretito. Nella condizione strutturale e ineliminabile dell'irretimento, cose e persone ci si fanno incontro come centri irradianti storie. Il nostro prendere parte a una storia anziché a un'altra determina quindi, di volta in volta, chi o cosa siamo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Difendere la scienza entro i limiti della ragione. Tra scientismo e cinismo"
Editore: Ariele
Autore: Haack Susan
Pagine: 410
Ean: 9788897476399
Prezzo: € 29.00

Descrizione:Illustrato con esempi tratti dalla storia della scienza, questo approccio a note questioni sull'evidenza e sui metodi scientifici affronta interrogativi vitali riguardanti la scienza e il suo posto nella società. Scrivendo con umorismo e stile diretto, la Haack traghetta i lettori al di là delle "guerre scientifiche" verso una comprensione del valore, e dei limiti, dell'impresa scientifica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il problema della verità. Dal corrispondentismo al pluralismo"
Editore: Aracne
Autore: Pantaleone Luca
Pagine: 120
Ean: 9788825509052
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Sono in molti a pensare che quello relativo alla verità sia un problema, addirittura uno dei più grandi problemi irrisolti dell'intera storia della filosofia. Il volume ripercorre le orme delle principali teorie dei filosofi analitici contemporanei a proposito del problema della verità, mettendone in risalto le critiche e gli argomenti di discussione attuali al fine di ricostruirne una breve panoramica di utile fruibilità, sia per gli studenti che per chiunque sia anche solo interessato ad approfondirne gli aspetti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Di stelle, atomi e poemi. Verso la «physis»"
Editore: Aracne
Autore:
Pagine: 124
Ean: 9788825510713
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Il volume contiene saggi che spaziano dalla storia della scienza alla filosofia, dalla storia della letteratura alla storia delle religioni. In particolare, si tratta di: Baruch Spinoza e il principio d'inerzia; degli animali nella teologia naturale di Christiaan Huygens; dei problemi storico-filosofici della medicina inglese alla metà del XVII secolo; del simbolico e della retorica diabolica nell'Othello di William Shakespeare; di Deleuze, dell'innocenza del divenire-animale e dell'etica; dello sforzo nell'ermeneutica del Corano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scrivere le cose stesse. Merleau-Ponty, il letterario, il politico"
Editore: Mimesis
Autore: Prinzi Salvatore
Pagine: 324
Ean: 9788857519302
Prezzo: € 26.00

Descrizione:Cos'è la scrittura? Qual è il suo rapporto con il pensiero? Come restituire le cose nella parola? E qual è il legame fra questa parola e la relazione con gli altri, l'agire collettivo? La filosofia ha sempre incontrato queste domande, ma le ha spesso aggirate, concependo il suo linguaggio come un semplice strumento, trasposizione di qualcosa già pensato e posseduto in modo chiaro e distinto. Maurice Merleau-Ponty ci ha mostrato invece una filosofia che mette in questione il suo essere scrittura, che ragiona attraverso la letteratura e usa consapevolmente formulazioni letterarie per tentare di rendere la vitalità dei fenomeni e l'esperienza delle «cose stesse». Con Merleau-Ponty non solo la riflessione intorno all'espressione - da intendere come cifra dell'avventura umana e forma di comunicazione che lega esseri e cose - si impone con tutta la sua forza, ma lo stesso testo filosofico è costretto a spingersi ai suoi limiti, per dire la nostra commistione con il mondo ed esibire il carattere produttivo e intimamente sociale della parola. Così, esplorando il rapporto fra la filosofia e la dimensione letteraria in Merleau-Ponty, analizzando le figure che utilizza e cercando di individuare una sua particolare retorica, facendo leva sui suoi testi meno conosciuti, postumi, inediti e sui più recenti studi critici, questo lavoro non si propone solo di gettare un nuovo sguardo su uno dei pensieri più affascinanti del Novecento, ma anche di riprendere il suo sforzo per esplorare il rapporto fra scrittura e filosofia nelle sue profonde implicazioni ontologiche e politiche, per arrivare a pensare nuove istituzioni dell'essere sociale. Prefazione di Renaud Barbaras.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le origini culturali della cognizione umana"
Editore: Il Mulino
Autore: Tomasello Michael
Pagine: 285
Ean: 9788815274465
Prezzo: € 13.00

Descrizione:In un arco relativamente breve l'essere umano ha potuto sviluppare le competenze cognitive necessarie a creare strumenti, tecnologie, linguaggi e altri sistemi simbolici complessi, oltre che strutture culturali come ad esempio i governi e le religioni. Il libro affronta il tema della cognizione umana tracciando un confronto fra le capacità sviluppate da specie diverse dall'uomo e le capacità sviluppate dai bambini. Analizzando gli aspetti relativi al linguaggio, alla rappresentazione simbolica e allo sviluppo cognitivo, Tomasello dimostra come la peculiarità della cognizione umana risieda nella «irreversibilità» delle acquisizioni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Superintelligenza. Tendenze, pericoli, strategie"
Editore: Bollati Boringhieri
Autore: Bostrom Nick
Pagine: 522
Ean: 9788833929019
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Nel gennaio 2015 Nick Bostrom è stato cofirmatario, assieme tra gli altri a Stephen Hawking, di una celebre lettera aperta che metteva in guardia sui potenziali pericoli dell'Intelligenza Artificiale. Non ha firmato quell'appello per passatismo, né tantomeno per luddismo, bensì in virtù di un lineare ragionamento filosofico. L'Intelligenza Artificiale è una delle più grandi promesse dell'umanità; grazie ai suoi sviluppi, attuali e futuri, saremo probabilmente in grado di fare cose che oggi sarebbero impensabili, vivremo meglio, e magari più a lungo e più felici. E tuttavia c'è una nube minacciosa sopra il cielo dell'Intelligenza Artificiale, e con questo libro Nick Bostrom è stato il primo a vederla e ad analizzarla, lanciando un allarme che ha avuto un'eco vastissima in tutto il mondo. Siamo proprio certi che riusciremo a governare senza problemi una macchina "superintelligente" dopo che l'avremo costruita? Se lo scopo dell'attuale ricerca sull'Intelligenza Artificiale è quello di costruire delle macchine fornite di un'intelligenza generale paragonabile a quella umana, quanto tempo occorrerà a quelle macchine, una volta costruite, per superare e surclassare le nostre capacità intellettive? Poco, ci informa Bostrom, pochissimo. Una volta raggiunto un livello di intelligenza paragonabile al nostro, alle macchine basterà un piccolo passo per «decollare» esponenzialmente, dando origine a superintelligenze che per noi risulteranno rapidamente inarrivabili. A quel punto le nostre creature potrebbero scapparci di mano, non necessariamente per "malvagità", ma anche solo come effetto collaterale della loro attività. Potrebbero arrivare a distruggerci o addirittura a distruggere il mondo intero. Per questo - sostiene Bostrom - dobbiamo preoccuparcene ora. Per non rinunciare ai benefici che l'Intelligenza Artificiale potrà apportare, è necessario che la ricerca tecnologica si ponga adesso le domande che questo libro pone con enorme chiarezza e chiaroveggenza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Filosofia ontologica dell'indeterminismo. La sconnessione delle cause e la casualità intricata"
Editore: Diderotiana Editrice
Autore: Tamagnone Carlo
Pagine: 120
Ean: 9788894163261
Prezzo: € 11.00

Descrizione:Tra il 2004 e il 2012 Carlo Tamagnone, attraverso cinque saggi, ha completato il suo impianto teoretico concernente la sua ontologia del pluralismo indeterministico, partendo dai quark e dagli elettroni per arrivare a neuroni, dendriti, sinapsi e neuro trasmettitori. In questo piccolo saggio egli rilancia la sua visione filosofica dell'indeterminismo, con richiami alla fisica subnucleare, compreso il bosone di Higgs, recentemente confermato, e alla biologia evolutiva con l'onnipresente ricordo di Jacques Monod, il cui libro Il caso e la necessità egli considera il più importante testo di filosofia del XX secolo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Imparare a filosofare. Kant e la filosofia di oggi. In ricordo di Silvestro Marcucci"
Editore: Edizioni ETS
Autore:
Pagine: 168
Ean: 9788846750723
Prezzo: € 10.00

Descrizione:La filosofia di Immanuel Kant non ha mai cessato di offrire stimoli e modelli al pensiero, al di là delle prese di distanza e dei «ritorni» che si sono succeduti nel tempo. La sua presenza nelle discussioni contemporanee è tuttavia particolarmente forte, in ogni campo della filosofia e anche fuori dai suoi confini disciplinari. I contributi di questo volume cercano di fare il punto su alcuni aspetti di questa presenza, sia esaminando il peso della filosofia kantiana nel pensiero contemporaneo, sia indicando cosa le pagine di Kant possano ancora offrire a chi attraverso Kant cerca di «imparare a filosofare», pensando da sé. Con contributi di: Remo Bodei, Francesco Camera, Luigi Caranti, Alfredo Ferrarin, Luca Fonnesu, Marcello Pera, Gabriele Tomasi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Corpi in attesa. Filosofia e biologia del cancro"
Editore: Edizioni ETS
Autore: Rinnovati Andrea, Zacchini Simone
Pagine: 144
Ean: 9788846748973
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Il tema del cancro è certamente tra quelli che più di ogni altro chiede di uscire da una visione prettamente biologistica e biotecnologica. "Corpi in attesa" prova ad affiancare al piano strettamente specialistico dinamiche filosofiche e culturali che da sempre fanno da sfondo a questa terribile patologia. In questa direzione non è tanto l'aspetto psicologico o sociologico che si incontra, quanto quello umanistico e filosofico. Ne nasce così un dialogo tra storia della medicina e storia della cultura, tra biologia e filosofia; dialogo che permette di tenere sempre a contatto il piano delle scoperte con quello dei vissuti e delle idee. Così, il sentire comune, i modi di "nominare" l'innominabile, le dinamiche di concettualizzazione e il tentativo di dar senso alla galassia dei tumori fanno parte essenziale della storia dei progressi e delle cure. Ne esce un quadro all'interno del quale il cancro non è semplicemente una patologia, ma il paradigma stesso di una complessità che è la stessa essenza dell'essere umano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU