Articoli religiosi

Libri - Storia Della Filosofia Occidentale



Titolo: "Pessimismo?"
Editore: La Scuola di Pitagora
Autore: Spengler Oswald
Pagine: 92
Ean: 9788865426289
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Già all'apparizione del "Tramonto dell'Occidente" (1918) Spengler incorse nell'accusa di pessimismo, oltre che di dilettantismo. L'autore, dal canto suo, prima ancora che fosse pubblicato il secondo volume (1922), respinse energicamente simili addebiti, chiarendo innanzitutto di non essere o di non considerarsi affatto un pessimista, come risulta dallo scritto "Pessimismo?" (1921) che riproponiamo insieme con due conferenze pressoché coeve, l'una dedicata alla lirica (si può ricordare che Spengler stesso amava scrivere versi), l'altra al pensatore che egli considerò sempre il suo nume tutelare: Nietzsche. Il saggio di Marcello Veneziani, che accompagna la presente edizione, ripercorre le alterne sorti dell'opera di Spengler nel Novecento, le ragioni politiche dell'ostracismo che essa subì e infine segnala la lungimiranza e i limiti di una profezia grandiosa, benché in parte mancata.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La vita dolce. La via mediterranea alla felicità"
Editore: De Agostini
Autore: Angela Lombardo
Pagine: 249
Ean: 9788851165574
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

Quante volte abbiamo rimandato un’occasione di felicità come se fosse l’inizio di una nuova dieta o l’iscrizione in palestra? E se fosse oggi il momento giusto per concedere a noi stessi il diritto ad avere la vita che vogliamo? Per riconoscere ai nostri bisogni profondi la stessa importanza dei doveri di cui ci facciamo carico? È proprio questo il contenuto del messaggio di Epicuro, il maestro fondatore dell’unica scuola che come materia d’insegnamento principale ha la gioia di vivere. La vita dolce accompagna i lettori in un imprevedibile viaggio alla scoperta dell’ironica saggezza di Epicuro, della potente eleganza di Lucrezio e della comicità di Orazio, che risplendono in nuova traduzione capace di restituirne la voce fresca e viva. L’autrice fa dialogare i maestri antichi con la realtà contemporanea e con amici vecchi e nuovi – come Omero, Peggy Guggenheim, Hugh Grant, Arthur Rimbaud e la nonna di Jay-Z – che ci insegnano a lasciarci alle spalle i pensieri inutili per assaporare la poesia della vita. Per conquistare questa gioia, fondata sull’amicizia, sul godimento dei piaceri più autentici e sulla capacità di imparare a scegliere quello che ci fa stare meglio, non bisogna fare fatica né tantomeno stravolgere la propria vita: basta qualche esercizio semplice ma non banale, come guardare in faccia le stelle, offrire un caffè al vicino di casa o imparare a essere disobbedienti. Grazie a questo libro riscopriremo i segreti della saggezza mediterranea, che sono da sempre nel nostro dna culturale e che troppo spesso la frenesia della nostra vita ci porta a dimenticare, entrando nel giardino di Epicuro come a una festa «senza liste all’ingresso, dove puoi arrivare vestito come ti pare, toglierti le scarpe e sederti sull’erba a chiacchierare fino a tardi».

Angela Lombardo è nata a Catania. Dopo gli studi classici si è trasferita a Milano, dove lavora come editor. La vita dolce, il suo primo libro, sarà pubblicato anche in Francia e in Spagna.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Libertà di pensiero. Girodano Bruno, John Stuart Mill e Paul K. Feyerabend"
Editore: Mimesis
Autore: Giorello Giulio
Pagine: 210
Ean: 9788857551586
Prezzo: € 20.00

Descrizione:La libertà può essere effimera, ma non per questo meno splendente. A partire da questo assunto si sviluppa il percorso proposto da Giulio Giorello in una raccolta di saggi ispirata da tre figure imprescindibili per il concetto di libertà: Giordano Bruno, John Stuart Mill e Paul K. Feyerabend. Epoche e visioni differenti, eppure molti sono i fili conduttori che collegano questi autori, primo tra tutti la necessità di esercitare la ragione e imbracciare le armi della critica. Sulla scia della rivoluzione cosmologica tracciata da Bruno, emerge l'esigenza di giudicare criticamente gli eventi, non accettando nessuna teoria come inconfutabile ed esercitando il dissenso, come suggerisce anche l'anarchico "epistemologico" Feyerabend. Ed è proprio con Feyerabend che si realizza quel rovesciamento di prospettiva che si interroga se la scienza non sia diventata strumento di dominio e se la tecnologia non si sia trasformata nel sostegno più efficace alla burocrazia che invade le nostre esistenze mirando a una sorta di controllo totale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ragione e fede. I percorsi conciliativi della filosofia di Piero Martinetti"
Editore: Manni Editori
Autore: Viva Giulio Cesare
Pagine:
Ean: 9788862668958
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Il saggio indaga il pensiero del filosofo Pietro Martinetti nel suo confrontarsi con la religione e la ragione, e lo cala nel suo tempo, tra i suoi contemporanei, e anche lo proietta nell'oggi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I camaleonti"
Editore: Marietti
Autore: Oreste Aime
Pagine: 120
Ean: 9788821110061
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Dove si trova oggi il potere? Ha ancora senso cercarlo negli spazi della politica, della vita militare e del mondo imprenditoriale, cioè negli ambiti con i quali è stato tradizionalmente identificato? In un volume agile e originale il filosofo Oreste Aime esprime l'idea che il potere vada cercato nella finanza e nella tecnica e, in particolare, nel loro intreccio. Sia l'una che l'altra, infatti, condividono la tensione alla crescita senza limiti perché il denaro vuole moltiplicarsi e la tecnica espandere la sua potenza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sfogliare tramonti. Esperienze di filosofia in carcere. Saggi, documenti, testimonianze"
Editore: ETS
Autore: Zacchini Simone
Pagine: 172
Ean: 9788846752246
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Questo volume, attraverso saggi, documenti e testimonianze, delinea il senso e il percorso svolto durante il progetto "Parole nomadi in un tempo sospeso. Pratiche filosofiche tra riflessione, narrazione e scrittura" che si è tenuto presso la casa circondariale di Arezzo dall'estate 2016 alla primavera del 2017. La raccolta di interventi e studi, le riflessioni dei partecipanti (studenti, professionisti, cittadini) e gli scritti dei detenuti offrono al lettore un quadro dinamico e vivo di come e a quali condizioni la filosofia può intervenire in una realtà critica e marginalizzata come quella carceraria. Mostra inoltre come la pratica filosofica riesca a supportare e favorire processi di crescita personale e di integrazione. Lascia infine rivivere le voci di coloro che per molti mesi si sono ritrovati a "far filosofia" all'ora del tramonto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il cristiano e l'angoscia"
Editore: Jaca Book
Autore: Balthasar, von Hans Urs
Pagine: 91
Ean: 9788816306219
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Il discorso sull’angoscia sembra scomparso dall’orizzonte culturale ma non si è dileguato il senso di paura, di abbandono e solitudine dell’uomo. Balthasar apre uno spazio di riflessione entrando in stretto dialogo con la filosofia, in modo particolare con Heidegger e con le analisi del pensiero freudiano. A partire dalle intuizioni dell’unica riflessione teologica esistente nei tempi moderni su questo tema, il Concetto di Angoscia di Kierkegaard, Balthasar intende dar corpo a una «teologia dell’angoscia » che, da un lato, ne ridimensioni l’«ipertrofia» nella nostra epoca e, dall’altro la collochi all’interno di un discorso rivelativo: il grido di Gesù sulla croce «dice» di Dio e dell’Uomo. Il libro, partendo dalla parola delle Sacre Scritture, mette poi in rilievo i molteplici livelli in cui si articola il fenomeno dell’angoscia, cogliendone nessi, distinzioni e movimenti, per concludersi con un affondo sull’essenza dell’angoscia, in cui verificare se l’impostazione biblica ha potuto dirci di più e più in profondità di Kierkegaard e dei suoi prosecutori.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Introduzione a Wittgenstein"
Editore: Il Mulino
Autore: Perissinotto Luigi
Pagine: 281
Ean: 9788815272300
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Il libro offre un accurato profilo complessivo di Ludwig Wittgenstein. Dopo averne illustrato le concezioni filosofiche in riferimento sia agli orientamenti culturali e filosofici del suo tempo che all'attuale dibattito critico-interpretativo, l'autore approfondisce le diverse fasi del pensiero del filosofo austriaco, i principali temi da lui trattati e i metodi filosofici adottati, con un costante e puntuale rimando alle sue opere, prime fra tutte il "Tractatus logico-philosophicus" (1922) e le "Ricerche filosofiche" (pubblicate postume nel 1953).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "On the darkness of the will"
Editore: Mimesis International
Autore: Masciandaro Nicola
Pagine: 178
Ean: 9788869771569
Prezzo: € 14.00

Descrizione:"For the will desires not to be dark, and this very desire causes the darkness" (Jacob Boehme). Moving through the fundamental question of this paradox, this book offers a constellation of theoretical and critical essays that shed light on the darkness of the will: its obscurity to itself. Through indepth analysis of medieval and modern sources - Augustine, Pseudo-Dionysius, Eriugena, Dante, Meister Eckhart, Chaucer, Nietzsche, Cioran, Meher Baba - this volume interrogates the nature and meaning of the will, along seven modes: spontaneity, potentiality, sorrow, matter, vision, eros, and sacrifice. These multiple lines of inquiry are finally presented to coalesce around one fundamental point of agreement: the will says yes, yet only a will that knows how to say no to itself, entering the silence of its own darkness, will ever be free.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dopo Dio"
Editore: Cortina Raffaello
Autore: Sloterdijk Peter
Pagine: 324
Ean: 9788832850475
Prezzo: € 26.00

Descrizione:Nella trilogia "Sfere", Peter Sloterdijk evidenzia l'interesse della teologia speculativa per quella che viene ritenuta la smisurata grandezza di Dio, al quale è assegnato il ruolo di protezione assicurativa per l'anima. Questa funzione, celata in ogni religione monoteistica, costituisce l'orizzonte di significato in cui prendono posto gli esseri umani e il mondo. Alla fine del XIX secolo, la "morte di Dio" priva la fede di forza, di oggetto e di salvezza. Nel suo nuovo libro, Sloterdijk si chiede quali siano state le ripercussioni di questa svolta sulla contemporaneità: una filosofia senza effetti reali? un cambio di mentalità? una diversa capacità di diagnosticare gli accadimenti? Che cosa ne è dell'essere umano, se l'Uno che dà senso alla sua vita non è più Dio ma il mondo stesso? La ricerca si inquadra in una logica di continuità con il lavoro di Sloterdijk sull'età contemporanea come periodo segnato da una complessità e da una complicazione crescenti. Per questa sua natura, essa coinvolge la teologia e la filosofia, la politica imperialistica dell'Occidente, gli influssi degli sviluppi culturali, l'impatto dei progressi scientifici e tecnologici.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La metafisica di Aristotele"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Pierre Aubenque
Pagine: 48
Ean: 9788837232207
Prezzo: € 7.00

Descrizione:Il saggio espone il metodo di lettura della Metafisica aristotelica che Aubenque, a partire dal libro Le problème de l'être chez Aristote, ha offerto alla riflessione contemporanea. La metafisica è una scienza ricercata, e sempre da ricercare, in forza del proprio andamento problematizzante: la domanda "che cos'è l'essere?" mette capo a un attraversamento di aporie. Nel testo aristotelico v'è una dialettica della scissione, tra bisogno di totalità (di senso) e consapevolezza della sua terrestre incompiutezza. Una metafisica che nello scacco per l'impossibilità di essere una teologia trova la ragion d'essere della sua possibilità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rischiare grosso. L'importanza di metterci la faccia nella vita di tutti i giorni"
Editore: Il Saggiatore
Autore: Taleb Nassim Nicholas
Pagine: 337
Ean: 9788842824886
Prezzo: € 24.00

Descrizione:I Cigni neri si sono moltiplicati e hanno oscurato il cielo. L'uccello simbolo dell'«evento imprevedibile di grande impatto» teorizzato da Nassim Nicholas Taleb negli anni è stato usato per legittimare i buchi di bilancio lasciati da banchieri premiati con buonuscite milionarie, giustificare i mercati di schiavi nati dalle ceneri degli interventi militari occidentali o autoassolversi di fronte a votazioni dagli esiti clamorosi come il referendum sulla Brexit. Ma davvero tutto questo era - è - inevitabile? E se invece si trattasse solo di una diffusa mancata assunzione di responsabilità? Se l'antidoto al Cigno nero fosse correre sul serio dei rischi? «Non conta ciò che si possiede ma ciò che si rischia di perdere.» Che si tratti di decidere se cambiare lavoro, lasciare il vecchio fidanzato o concorrere per diventare il prossimo presidente degli Stati Uniti, spiega Taleb, avvicinarsi alla fiamma (e rischiare di scottarsi) è sempre più fruttuoso che rimanere immobili (e congelare). E anche più etico. Ogni rischio è infatti una scelta di fronte a un burrone: l'unico modo per andare avanti è saltare, ma se si fallisce non ci sarà nessun altro a pagarne le conseguenze. Con Rischiare grosso Taleb torna a interrogarsi sulle dinamiche della società contemporanea e offre nuove soluzioni radicali ai problemi della vita di tutti i giorni così come alle storture di politica, economia e informazione. Con il suo consueto stile provocatorio, che unisce l'ironia ad argomentazioni sempre pragmatiche e dirette, e attraversando la storia con riletture iconoclaste e innovative - dal codice di Hammurabi a Immanuel Kant, da Annibale a Donald Trump, da Gesù Cristo fino agli estremisti religiosi di oggi -, Taleb riflette sull'asimmetria nascosta tra la decisione di correre un rischio e la reale capacità di affrontarne le conseguenze, risponde agli interrogativi emersi dopo la crisi economica e anticipa gli scenari di domani. "Rischiare grosso" è un'opera spaventosa e illuminante che, come una nuova rivoluzione copernicana, ribalta ogni paradigma nella nostra gestione della quotidianità e degli affari. Che l'obiettivo sia migliorare la nostra vita o evitare la prossima crisi globale, rischiare grosso non è solo un'opzione percorribile: è l'unica strada.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La filosofia radicale"
Editore: Castelvecchi
Autore: Heller Ágnes
Pagine: 171
Ean: 9788832824285
Prezzo: € 17.50

Descrizione:Questo libro, scritto prima che l'autrice abbandonasse l'Ungheria e pubblicato per la prima volta in Germania nel 1978, offre spunti di riflessione ancor oggi di grande attualità. Se è vero che allo scienziato non occorre la filosofia per convalidare i propri metodi, è altrettanto vero, sostiene Heller, che è necessario ricorrere alla filosofia per rispondere alle domande: come si deve pensare? Come si deve agire? Come si deve vivere? La filosofa ungherese invita la filosofia a svegliarsi dal letargo in cui il prevalere del dominio scientifico l'ha confinata e a riguadagnare la propria radicalità di pensiero, fondata sull'unità di Vero e Bene, di teoria e prassi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "John Locke e Nicolas Thoynard. Un'amicizia ciceroniana"
Editore: ETS
Autore: Di Biase Giuliana
Pagine: 294
Ean: 9788846753366
Prezzo: € 24.00

Descrizione:L'erudito francese Nicolas Thoynard o Toinard, come lui stesso si firmava, fu probabilmente il più grande amico di Locke ed ebbe con lui una copiosa corrispondenza; proprio quest'ultima ci consente di ricostruire la complessità del loro rapporto. Complesso è senz'altro il groviglio di informazioni su diversi argomenti (resoconti di viaggio, studi biblici, osservazioni scientifiche, notizie erudite, ecc.) che transita nella loro corrispondenza e che necessita di un lavoro di ricostruzione per essere compreso nel dettaglio. Ancora, complesso è l'intreccio di relazioni che ruota attorno ai due corrispondenti, sia nell'ambiente dei curiosi francesi che in quello dei virtuosi inglesi. Complesse sono le vicende storiche che vivono i due intellettuali, che ne influenzano in vari modi la corrispondenza; più complesso è senz'altro il loro legame, ispirato all'ideale ciceroniano di un'amicizia tra uomini virtuosi che si concretizza nello scambio di beneficia e gratia. La forte componente ideale che supporta il legame, che si modella su quello tra Cicerone e Attico, ne garantisce la sopravvivenza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Attendersi il peggio realizzare il meglio. Tre conversazioni con Max Horkheimer"
Editore: Medusa Edizioni
Autore: Hersche Otmar, Rein Gerhard, Mascioni Grytzko
Pagine: 117
Ean: 9788876984402
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Queste tre conversazioni con Max Horkheimer intrecciano i temi consolidati del suo pensiero con i nuovi problemi che si affacciavano con intensità all'inizio degli anni Settanta del secolo scorso. La contestazione studentesca, già in parziale riflusso ma i cui effetti non voluti cominciavano a essere visibili; l'idea di rivoluzione e il suo inaspettato, e pericoloso, rilancio dopo i fallimenti lucidamente riscontrati dalla Scuola di Francoforte; il ruolo della scienza e la critica al positivismo. In queste pagine, rischiarate da una insospettabile capacità di sintesi e raccoglimento intorno al nucleo essenziale del suo pensiero, scorre il senso di una ricerca che sfocia, inaspettatamente, nella riscoperta delle categorie teologiche. Non come indice di una verità da contrapporre a quella scientifica bensì come nuovi ed essenziali punti di riferimento per l'azione dell'uomo. Se saltano questi, come ormai era chiaro che stava accadendo, si modifica il modo stesso dello stare al mondo dell'uomo, il suo significato e la sua comprensibilità. Nell'ultima delle interviste emerge il ritratto di un uomo che nell'attesa serena della morte raccoglie il senso di un'esistenza nell'affetto portato al ricordo della moglie e agli amici di un tempo che si allontana velocemente verso l'incognito.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il debito fenomenologico"
Editore: Glossa Edizioni
Autore: Fabio Gabrielli , Enrico Garlaschelli
Pagine: 390
Ean: 9788871053981
Prezzo: € 35.00

Descrizione:Gli interrogativi sollevati da una rilettura della tradizione fenomenologica ed ermeneutica del Novecento, da alcuni elevata a paradigma filosofico, sono numerosi e non riassumibili in un singolo testo. L'intento è soprattutto quello di ricostruire l'unità del pensiero fenomenologico-ermeneutico, restituendo legami in grado di suggerire una direzione ad un panorama filosofico frastagliato e prospettico. Viene così affrontata nei diversi autori l'ispirazione fenomenologica che, sia pure in nuce con esiti teorici alquanto differenziati, ha comunque caratterizzato unitariamente e originalmente una grande stagione filosofica, annettendo nuovi motivi al tradizionale quadro teorico (Husserl -Heidegger -Gadamer), come il rapporto tra Gadamer e Derrida e il debito fenomeno-logico di autori quali Lévinas e lo stesso Derrida. Le indagini svolte e gli spunti provocati vorrebbero dimostrare l'importanza e l'attualità di una impostazione di pensiero che ha dovuto fare i conti, fino a considerarsi superata, con le nuove tendenze filosofiche impegnate a ribattere in modo parassitario i risultati delle scienze positive.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fuori dal soggetto"
Editore: Marietti
Autore: Emmanuel Lévinas
Pagine: 208
Ean: 9788821187162
Prezzo: € 16.00

Descrizione:I saggi raccolti in questo volume sono dedicati a insigni rappresentanti della cultura filosofica, teologica e letteraria del Novecento, da Buber a de Waelhens, da Jankélevitch a Leiris, da Marcel a Merleau-Ponty, da Rosenzweig  a Wahl. Quasi tutti scritti nel corso degli anni Ottanta, i contributi costituiscono una tappa di grande rilievo nel contesto del lungo itinerario di ricerca di Emmanuel Lévinas e consegnano una panoramica vivida degli sviluppi e degli interessi più recenti e più maturi del pensiero del filosofo francese. Come spiega nell'introduzione Francesco Paolo Ciglia: «è come se egli regolasse i conti pubblicamente con le sue fonti di ispirazione o con gli interlocutori privilegiati del suo messaggio filosofico, mettendo in chiaro la sua prossimità o la sua distanza da ognuno di essi».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Trascendenza e intellegibilità"
Editore: Marietti
Autore: Lévinas Emmanuel
Pagine: 120
Ean: 9788821110085
Prezzo: € 13.50

Descrizione:In questo breve ma denso scritto, nato occasionalmente come conferenza, si ritrovano le principali tematiche del pensiero di Emmanuel Lévinas come la centralità che egli accorda al "volto dell'altro" e all'etica. In rilievo anche i temi centrali della sua ricerca: il confronto tra "sapienza ebraica" e "saggezza greca", il significato dell'elezione e l'importanza del dialogo interconfessionale tra ebraismo e cristianesimo. Fino a una visione della trascendenza come accessibile a tutti, ovvero non in forma di sapere intellettualistico, ma come traccia in grado di regolare concretamente le relazioni umane.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La via della bellezza"
Editore: Garzanti Libri
Autore: Vito Mancuso
Pagine: 204
Ean: 9788811675716
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Perché ci viene spontaneo raccogliere sulla spiaggia del mare le conchiglie e i sassolini più belli? Perché rimaniamo incantati davanti a un volto umano o a un dipinto, o avvertiamo un’inesprimibile dolcezza interiore ascoltando musica, o ci soffermiamo con gli occhi spalancati a contemplare un tramonto? Perché, in altre parole, ricerchiamo quella rivelazione, quell’epifania che definiamo bellezza? Vito Mancuso affronta in questo nuovo affascinante libro un mistero che è tipico dell’uomo, e ne interpreta le profondità per farne la bussola capace di orientare il cammino verso la verità. Superando l’aspetto esteriore dei nostri corpi per approfondire il senso dell’interiorità della nostra anima fatta di armonia e fascino, eleganza e grazia, questa riflessione diventa un’avventura alla ricerca delle sorgenti della bellezza in grado di indicarci quali pratiche concrete possiamo mettere in atto per rendere quotidiano il nostro rapporto con essa: solo in questo modo infatti potremo superare ogni indifferenza e tornare, o addirittura iniziare, a gioire al cospetto di quelle opere e di quegli eventi capaci di stringerci il cuore. Perché ricercare e custodire la bellezza è la via privilegiata per onorare il compito che attende la nostra vita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storia della filosofia greca e romana"
Editore: Bompiani
Autore: Reale Giovanni
Pagine: 3200
Ean: 9788845275135
Prezzo: € 70.00

Descrizione:In un unico volume la "Storia della filosofia greca e romana" di Giovanni Reale: il grande antichista vi ha lavorato per quattro decenni, a partire dagli anni sessanta del secolo scorso. Questo volume intende rendere omaggio al fondatore della fortunata collana del Pensiero Occidentale, riprendendo integralmente - con una rinnovata bibliografia - i dieci volumi editi da Bompiani nel 2004, che a loro volta aggiornavano i cinque editi da Vita e Pensiero nel 1975-80. Il tema di fondo è il "logos", la capacità di affrontare il mondo in maniera razionale, che distingue la filosofia da ogni altra forma di sapere. Giovanni Reale ritrova le prime tracce di razionalità nei testi orfici, per poi proseguire in un'appassionata ricerca che da Esiodo attraversa più di mille anni. Il punto finale è il decreto di Giustiniano, con cui nel 529 vengono chiuse tutte le scuole dell'Impero guidate da docenti pagani. Tale conclusione è anche testimone dell'ormai consolidata nuova visione del mondo, che ha visto fondersi la novità del Cristianesimo con la tradizione filosofica. Un termine segnato da quelli che per Reale sono i due momenti fondamentali del pensiero umano, la seconda e la terza navigazione. Platone usa questa metafora spiegando come dopo l'uso dei remi nel navigare si rendano necessarie le vele, figura del guardare oltre la realtà sensibile. Giovanni Reale propone anche una "terza navigazione", quella della fede, non presente nella filosofia greca e romana, ma da questa preparata. È il programma di una vita, della sua personale vita, che spiega anche il tono appassionato con cui è scritto questo libro, testimone di una ricerca che supera l'anonimato e la freddezza dell'accademia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Filosofia tardoantica. Storia e problemi"
Editore: Carocci
Autore:
Pagine: 323
Ean: 9788843093779
Prezzo: € 15.00

Descrizione:La filosofia alla fine dell'antichità (secoli III-VI d.C.) è ancora poco conosciuta fuori della cerchia degli specialisti. Tuttavia, la sua importanza fu decisiva. Plotino, Porfirio, Giamblico e Proclo diedero al pensiero antico una forma nuova, che influì in maniera determinante sulle tradizioni dei secoli a venire. Contemporaneamente, i cristiani si confrontarono con la filosofia classica, assimilando la sua eredità e trasformandola profondamente. Posta al crocevia di epoche e mondi diversi, la filosofia tardoantica segna insieme un confronto drammatico e una grandiosa trasformazione culturale. Il volume ne offre una presentazione d'insieme, che comprende tanto il contesto storico-filosofico, quanto gli aspetti speculativi e religiosi, e rende le acquisizioni della ricerca accessibili anche ai non specialisti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Borges lettore di Nietzsche e Carlyle"
Editore: ETS
Autore: Sánchez Sergio
Pagine: 89
Ean: 9788846751515
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Le pagine di questo volume intendono esplorare gli aspetti dell'opera dello scrittore legati alla lettura di Nietzsche e Carlyle. In diversa misura e con un diverso atteggiamento, lo scrittore scozzese e quello tedesco, sono parte importante del suo mondo di letture e delle sue creazioni. Borges li giudica per 1'«intonazione» dei loro lavori, in cui il suo sensibile orecchio critico scopre la chiave di un atteggiamento fondamentale di fronte al mondo e alla vita: uno stile. Lo scrittore non apprezza quello stile, anzi lo deplora: la sua lettura delle maggiori opere di Carlyle ha in sé una reale critica dello stile enfatico che le caratterizza. Questo vale anche - e solo - per lo Zarathustra di Nietzsche. L'ombra del nazismo ha avuto la sua parte in questa valutazione. Ed anche, agli opposti, nel giudizio su Nietzsche, l'immagine di una cultura capace di salvare i valori della ragionevolezza; di una ragione in grado di accettare la propria contingenza umana e di non eludere le responsabilità di una vita senza garanzie, assumendo la sfida di non sostituire le perplessità e incertezze della finitudine con i dogmi disumanizzanti che la nascondono. In questo, lo scettico Borges avrebbe visto le alternative tra cui l'uomo deve decidersi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Soren Kierkegaard"
Editore: Castelvecchi
Autore: Peter P. Rohde
Pagine: 64
Ean: 9788832824155
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Peter P. Rohde ripercorre in forma agile ed efficace la parabola biografica e intellettuale di Søren Kierkegaard. Richiamando le principali figure che ne hanno plasmato l'esistenza (il padre, Regine, Goldschmidt, i vescovi Mynster e Martensen), definisce con precisione i concetti del suo pensiero e ne illustra la matrice esistenziale. Il critico norvegese Philip Houm ha così riassunto i punti di forza del libro: «Primo, lo stile esemplarmente chiaro e concreto; secondo, la forte insistenza sul presupposto fondamentale di Kierkegaard, la definizione di cosa sia l'uomo ("una sintesi di finito e infinito, di tempo ed eternità, di libertà e necessità"); terzo, la chiarificazione della non facile terminologia kierkegaardiana».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Jacques Derrida. Il desiderio della scrittura"
Editore: Feltrinelli
Autore: Regazzoni Simone
Pagine: 140
Ean: 9788807227127
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Nella sua ultima intervista, Jacques Derrida affermava di provare due sensazioni contrastanti in merito al proprio lascito e alla propria eredità. Pensava che alla sua morte non sarebbe rimasto più nulla, tranne i libri nelle biblioteche. E poi sentiva che la sua opera non era ancora stata davvero letta, e che questo compito restava a venire. Oggi Derrida è un autore consacrato come uno dei classici della filosofia del Novecento. Un filosofo letto e commentato, su cui si è scritto e si continua a scrivere molto. La "decostruzione", formula con cui si è voluto riassumere il suo pensiero, è stata ricostruita dal punto di vista storico-filosofico. Temi come la decostruzione delle idee di verità e di realtà sono entrati nel dibattito pubblico. Che cosa resta da fare dunque? Leggere Derrida in modo nuovo, per provare a ereditare il cuore del suo pensiero e condurlo verso l'avvenire. Si tratta, per citare Derrida, non tanto di ordinare i resti secondo la logica dell'archivista, ma di "vagliare il fuoco". La sfida dell'eredità, la sfida per gli "eredi", è questa: provare a portare il fuoco. Quella di Simone Regazzoni non è quindi una ricostruzione storico-filosofica del pensiero di Derrida. Ma non per questo si allontana dal suo pensiero o si limita a usarlo come spunto per spostarsi altrove. È un dialogo serrato, e selettivo, con Jacques Derrida, a partire dai suoi testi. Tenendo presente la sua intera produzione e gli snodi della sua biografia, che per Derrida è intimamente intrecciata al pensiero e non può essere dimenticata.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Alessandro Manzoni filosofo del linguaggio. Scritti e studi nel contesto europeo"
Editore: Carocci
Autore: Zama Rita
Pagine: 198
Ean: 9788843088980
Prezzo: € 21.00

Descrizione:C'è un Manzoni filosofo del linguaggio, pienamente inserito nel contesto europeo, quasi del tutto sconosciuto sia al mondo scientifico sia al grande pubblico e che merita di essere portato alla luce. Le riflessioni di filosofia del linguaggio di Manzoni sono disseminate nella selva di note, frammenti e appunti del Della lingua italiana, qui per la prima volta affrontati entro uno sguardo testuale organico e accompagnato da un commento critico. Il saldo fil rouge teoretico conduce dalla semantica dei sostantivi all'ontologia del linguaggio, alle riflessioni sulle lingue e sul loro divenire, alla grande questione dell'origine del linguaggio, per finire con il ruolo dei traslati nel processo conoscitivo. Con questo volume si riguadagna alla storia della filosofia un pensatore ancora spesso percepito, a causa dell'eredità crociana e di eccessive settorializzazioni disciplinari, solo come un letterato.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU