Articoli religiosi

Libri - Storia Della Filosofia Occidentale



Titolo: "A sinistra. Il pensiero critico dopo il 1989"
Editore: Laterza
Autore: Cesarale Giorgio
Pagine: XIV-202
Ean: 9788858132579
Prezzo: € 19.00

Descrizione:La coscienza contemporanea è pervasa da un senso di spaesamento, dettato dalla progressiva consumazione dei tradizionali criteri di orientamento e dalle 'illusions perdues' del 1989. Con la liquidazione dei vecchi assetti si sono indeboliti e finanche vanificati i 'paradigmi' classici della sinistra intellettuale e al loro posto ne sono subentrati altri. Nel campo della filosofia, dell'economia e della sociologia si sono affacciate nuove formule e determinate nuove proposte, ancora tutte da scoprire nella loro originalità e complessità. A esse il libro è dedicato, con lo scopo di fornire una più aggiornata mappa della sinistra intellettuale contemporanea, specie nelle sue punte più audaci e radicali. Si tratta, in un certo senso, di una storia del pensiero critico contemporaneo, comprensiva delle sue correnti e dei suoi autori maggiormente significativi tra cui Giorgio Agamben, Alain Badìou, Étienne Balibar, Luc Boltanski, Wendy Brown, Judith Butler, David Harvey, Ernesto Laclau, Jacques Ran-cière, Wolfgang Streeck, Slavoj

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Studi di patristica e di storia dei concetti"
Editore: ETS
Autore: Hadot Pierre
Pagine: 408
Ean: 9788846752680
Prezzo: € 36.00

Descrizione:Il volume raccoglie i principali saggi dedicati da Pierre Hadot alla patristica latina, per la prima volta qui tradotti in italiano, e offre un'ampia panoramica sull'importante lavoro storico e filologico svolto da Hadot, sin dagli anni Cinquanta, sui testi di Mario Vittorino, Agostino e Ambrogio. L'insieme dei saggi restituisce i principali tratti della metodologia storico-filosofica di Hadot che, sulla scorta delle ricerche di Paul Henry e Pierre Courcelle, riesce nell'intento di delineare le influenze filosofiche di cui sono intessute le opere della patristica latina; esso mostra inoltre il modo in cui Hadot studia e chiarisce alcuni concetti teologico-filosofici di grande importanza per la patristica latina, come ad esempio quello di persona. Il libro contiene anche i resoconti dei corsi tenuti da Hadot all'École Pratique de Haute Étude dal 1964 al 1980, documento di notevole importanza per la ricostruzione del percorso attraverso il quale Hadot ha gradualmente spostato il punto focale del suo interesse dalla patristica latina alla filosofia antica, dai Padri della Chiesa a Plotino e Marco Aurelio, e ha iniziato a intravedere il rilievo sia del tema degli esercizi spirituali, che sarà poi centrale per la sua ricerca successiva, sia di altri importanti motivi che egli svilupperà in seguito, come quello dell'idea di natura nel mondo antico e della struttura tripartita della filosofia antica. Prefazione di Arnold I. Davidson e di Laura Cremonesi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le emozioni nei sogni. Merleau-Ponty e la psicoanalisi post-bioniana"
Editore: Mimesis
Autore: Faettini Barbara
Pagine: 240
Ean: 9788857552699
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Il sogno non ci parla con il linguaggio, sebbene possa contenerlo: il sogno ci parla con le immagini. Accostarsi alle immagini oniriche, approfondirne l'essenza percettiva fa comprendere come esse ci spingano fino ai limiti del linguaggio al quale siamo continuamente chiamati quando si tratta di dire ciò che non è oggetto, non è mondo, non è definibile, ossia tutto quello che è inconscio. La dimensione onirica segue una logica diversa dalla logica causale e dalla sua fondata distinzione tra le posizioni di soggetto e oggetto, seguendo la quale l'origine dei sintomi può essere individuata e definita. Il dialogo tra la psicoanalisi post-bioniana e la filosofia di Merleau-Ponty, al centro di questo lavoro, permette di valorizzare l'immagine del sogno come possibilità di conoscere senza la mediazione della rappresentazione, oltre la visione della coscienza. Introduzione di Giuseppe Civitarese.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Niccolò Machiavelli. Ragione e pazzia"
Editore: Laterza
Autore: Ciliberto Michele
Pagine: XVII-306
Ean: 9788858134177
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Niccolò Machiavelli è considerato uno dei più grandi teorici della ragione politica. In effetti è straordinaria la capacità con cui analizza le situazioni, i rapporti di forza, le alternative. Ma non è solo questo. È anche un visionario capace di sporgersi oltre le barriere dei canoni consueti, di vedere al di là delle situazioni di fatto, di proporre soluzioni 'eccessive', straordinarie: appunto, «pazze». Non per nulla gli amici gli attribuiscono capacità profetiche, cioè di prevedere cosa sarebbe, infine, accaduto. Machiavelli condivide naturalmente il giudizio sulla pazzia come mancanza di senso della realtà, stravaganza, addirittura idiozia: fare le cose «alla pazzeresca», come dice nella Mandragola, gli è completamente estraneo. La 'pazzia', però, può essere anche un'altra cosa: capacità di contrapporsi alle opinioni correnti, di rischiare il tutto per tutto inerpicandosi sul crinale che divide la vita dalla morte, di combattere affinché le ragioni della vita - cioè della politica, dello Stato - possano prevalere sulle forze della crisi, della degenerazione, pur sapendo che sarà infine la morte a prevalere sulla vita, perché questo è il destino di ogni cosa. Realismo e 'pazzia': è in questa tensione mai risolta che sta il carattere non comune, anzi eccezionale, dell'esperienza di Machiavelli rispetto ai suoi contemporanei. Una pazzia totalmente laica e mondana, senza alcun contatto con la follia cristiana di Erasmo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Filosofia dell'odorato"
Editore: ETS
Autore: Jacquet Chantal
Pagine: 303
Ean: 9788846749970
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Scoprire la nobiltà dell'odorato e apprendere a essere un filosofo naso: questo è lo scopo del presente libro, che conferisce pieno diritto di cittadinanza a un senso negletto nella tradizione filosofica. L'iniziativa di riabilitare la sensibilità olfattiva chiama in causa i pregiudizi sull'odorato e si alimenta della scoperta antropologica del ruolo decisivo degli odori nella costituzione della memoria e dell'affettività così come nella costruzione dell'identità e dell'alterità. Tale ricerca mira dunque a elaborare un'estetica olfattiva che fa leva sulle espressioni artistiche degli odori in letteratura, pittura e musica e sui tentativi di creazione di profumi nella tradizione giapponese e nell'arte contemporanea. Infine, questo libro dimostra che l'estetica olfattiva ispira da molto tempo la speculazione filosofica offrendo modelli di pensiero - da Eradito a Nietzsche, passando per Empedocle, Lucrezio, Condillac - capaci di esprimere l'idea nell'odore e di apprendere in maniera sottile una realtà invisibile e volatile.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La relazione uomo-natura nell'ontologia di Nicolai Hartmann. Per un possibile dialogo con l'etica ambientale"
Editore: ETS
Autore: Bertolini Simona
Pagine: 150
Ean: 9788846754677
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Sebbene la filosofia di Nicolai Hartmann (1882-1950) preceda di decenni il sorgere dell'etica ambientale, essa si presta al dialogo con diverse posizioni maturate al suo interno, con cui condivide un'ontologia non antropocentrica e una corrispondente visione dell'uomo e della sua apertura valutativa al mondo. Il volume attraversa i testi dell'autore con l'obiettivo di ricostruire la sua concezione del rapporto fra essere umano e universo naturale (da un punto di vista tanto ontologico quanto pratico), al fine di attualizzarne il pensiero e di cogliere in esso una via originale che porta a difendere il valore della natura in considerazione della sua totalità: una via che certo si distingue dagli olismi più diffusi dell'etica dell'ambiente, ma che non per questo si rivela inadatta a essere confrontata coi loro assunti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Risorse del cristianesimo"
Editore: Ponte alle Grazie
Autore: Jullien François
Pagine: 117
Ean: 9788833311258
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Il cristianesimo è finito? Oggi viene spesso usato per contrapporre identità culturali e nazionali più che vissuto come esperienza integrale. Ma di certo non è finita la sua eredità né, sostiene François Jullien - va sottolineato ateo - il contributo che ha dato e, soprattutto, può dare al pensiero e all'esistenza. In questo senso, il cristianesimo è una fonte viva di "risorse", di ricchezze da mettere a frutto, che l'autore individua mediante una lettura originale, affascinante, spregiudicata del Vangelo di Giovanni. In questo Vangelo, infatti, viene per la prima volta concepita la possibilità di un evento del tutto nuovo, inaudito, completamente privo di legami con quanto lo precede, che può cambiare l'esistenza e la storia in maniera radicale; e qui viene fatta una distinzione tra vita come mero processo biologico e vita autentica, vita zampillante e sovrabbondante, vita intesa come sviluppo ed espansione delle possibilità e delle consapevolezze: una distinzione che non cessa di risuonare ancora oggi (la "crescita personale" non ne è altro che l'estrema e degradata propaggine). Sulla base di queste e altre decisive osservazioni, Jullien compone un libro capace di rendere accessibile, sia ai credenti sia ai non credenti, un nuovo punto di vista sul cristianesimo; di restituire, a due millenni di distanza, la forza originaria di un testo che continua ad orientare le nostre vite.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Somma di Teologia. Seconda parte della Parte Seconda"
Editore:
Autore: Tommaso d'Aquino
Pagine: 1964
Ean: 9788831106528
Prezzo: € 39.00

Descrizione:Il terzo della nuova edizione del capolavoro tommasiano è frutto di un profondo e accurato studio delle fonti tomiste e del pensiero antico classico e cristiano. Il curatore individua gli autori che Tommaso nel corso della sua speculazione lascia non identificati e che nelle edizioni critiche precedenti erano riportati semplicemente in corsivo, senza alcuna indicazione. Nella traduzione del Fiorentino invece, sono stati individuati e segnalati nelle note. Una ricerca che apre ad una nuova lettura del pensiero di Tommaso e aiuta a rintracciare tutte le fonti cruciali del pensero Tomista. «... si sente il bisogno di riprendere il modo di pensare di S. Tommaso, che aveva fondato il pensiero, sull'obbligo morale per l'uomo di dare ad ogni soggetto il suum. Questo ritorno, fatto allo scopo di trovare un valido aiuto per meglio capire i problemi di oggi, non può prescindere dalla rilettura della Summa theologiae». (Fernando Fiorentino)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I modi del conoscere. Intelletto, metodo e rappresentazione in Hegel"
Editore: ETS
Autore: Di Riccio Agnese
Pagine: 202
Ean: 9788846754684
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Raramente la gnoseologia hegeliana è stata oggetto di trattazione autonoma: in una filosofia che muove dalla coincidenza di soggetto e oggetto, pensiero e mondo, il conoscere dell'io sembra svolgere un ruolo marginale. Eppure le interpretazioni analitiche e neopragmatiste del pensiero hegeliano propongono oggi uno "Hegel epistemologo", interessato ai temi dell'esperienza e del linguaggio. Attraverso una lettura del Conoscere della Scienza della logica e dello Spirito teoretico dell'Enciclopedia, questo libro propone un'interpretazione alternativa della teoria della conoscenza hegeliana. Qual è il ruolo dell'io all'interno del sistema? Che rapporto c'è tra il soggetto finito e lo sviluppo categoriale, tra un pensiero che sembra svilupparsi in modo inconscio e l'autoconsapevolezza dell'io? Nel rispondere a questi interrogativi, il volume approfondisce temi solitamente trascurati dalla critica come il ruolo dell'intelletto nelle scienze particolari, la struttura dell'esperienza e della rappresentazione e il rapporto tra metodo analitico e sintetico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Luigi Ontani in teoria. Filosofia, estetica, psicoanalisi nell'opera e nell'artista"
Editore: Alpes Italia
Autore: Giambrone Giulia
Pagine: 114
Ean: 9788865315422
Prezzo: € 13.00

Descrizione:"In teoria, ma in pratica..." Anche i proverbi sembrano negare l'importanza della teoria. Nell'epoca della tirannia dell'immagine, torna il bisogno di riportare alla luce l'elemento teorico, soprattutto nei confronti dell'opera d'arte. Essa prova la reversibilità tra immagine e teoria: il pensiero complesso si scioglie nella semplicità immanente dell'immagine che è quindi, per eccellenza, il luogo dove la teoria dimora. Le opere dell'artista Luigi Ontani dimostrano l'efficacia di questo principio: in esse abitano le idee di spazio, di identità, di soggetto. Partendo dall'analisi di alcune teorie generate dalla filosofia, dall'estetica e dalla psicoanalisi, si può giungere progressivamente all'opera d'arte. Sarà dunque la pratica a fornire una spiegazione della teoria tanto che potremo finalmente dire "In teoria e in pratica".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ciò che resta del fuoco. Testo francese a fronte"
Editore: SE
Autore: Derrida Jacques
Pagine: 69
Ean: 9788867234349
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Riprendendo e sollecitando una frase indecidibile e forse senza appartenenza posta a sigillare, commemorativamente, una delle precedenti opere di Derrida, "il y a là cendre" (là, vi è cenere; vi è la cenere: nella "Dissémination"), questo "polylogue" dipana, intreccia, annoda e disperde - attraverso un intersecarsi di voci maschili e femminili, anche responsive o rivolte alla voce dell'autore - il motivo della cenere in quanto resto sia di ciò che "fu" (feu) sia di ciò che è stato "dato al fuoco" (feu): così già nel titolo, anch'esso indecidibile e intraducibile, "Feu la cendre". Resto che non serba traccia né di sé né di niente, emblema della "traccia" in quanto cancellazione progressiva del percorso, la cenere, nel polylogue, è anche ciò che si consuma e si disperde di un grande rogo (di un olocausto), fatto di parole e di nomi (nomi comuni e nomi propri), di lettere rubate e di cartoline ("cartes postales"), di firme e di dediche: polvere del fuoco, ma per ciò stesso "polvere innamorata".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Coram Deo"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Giuseppe Lusignani
Pagine: 240
Ean: 9788839909930
Prezzo: € 18.00

Descrizione:È possibile fornire una definizione di religione sulla scorta del metodo fenomenologico? È questo l'oggetto del presente studio. La fenomenologia della religione è una disciplina filosofica recente. Nasce dalla necessità di rivolgere l'attenzione all'esperienza religiosa, cercando di mantenere un'autonomia sia dalla filosofia della religione sia dalla storia delle religioni. L'incrocio tra fenomenologia e religione dischiude l'opportunità di pensare e definire un'esperienza che si fonda su una trascendenza - e che pare perciò contraddire la possibilità stessa di una fenomenologia. L'autore di questo studio, in costante dialogo con svariati filosofi, dopo aver approfondito temi classici - mito, simbolo, rito, sacrificio, violenza e morte... - si dedica a elaborare un modo originale di pensare il rapporto tra fenomenologia e trascendenza in quanto esperienza religiosa. Ed elegge il "sacro" a chiave decisiva per l'analisi più promettente del fenomeno dell'esperienza religiosa, attestando così la necessità di un nuovo percorso teoretico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Interviste ai filosofi"
Editore: Lampi di Stampa
Autore: Santilli Giuseppe
Pagine: 96
Ean: 9788848820653
Prezzo: € 9.90

Descrizione:Impersonando un moderno intervistatore, Giuseppe Santilli ci fa scoprire una nuova visione dei saggi presocratici, i cui insegnamenti, quei pochi sopravvissuti a più di duemilacinquecento anni di traversie, possono essere uno strumento non solo utile, ma di primaria importanza per vivere oggi. Ascoltiamo cosa hanno da dirci Pitagora, Talete, Anassimandro, Anassimene, Eraclito, Parmenide e Zenone, e seguiamo il lavoro dello studioso aquilano, che ha senz'altro il pregio di aver reso agevole l'avvicinamento al loro pensiero, tramite immaginarie interviste, a coronamento di un lungo lavoro di ricerca nell'ambito dei suoi studi presso l'Associazione di filosofia, cultura e volontariato Nuova Acropoli.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il fallimento di massa, la crisi d'élite e altri saggi"
Editore: Aracne
Autore: Amato Andrea
Pagine: 364
Ean: 9788825518573
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Fallimento e crisi. Cosa li distingue? Nel primo caso, l'individuo non riesce a prendere coscienza dei caratteri e della profondità del proprio disagio. La mancata consapevolezza della situazione storica e dei compiti che gravano sulla società caratterizzano il fallimento di massa. Rispetto a tale fallimento, si distingue un'élite, la quale, pur avendo coscienza del momento storico attraversato, tuttavia non riesce ad avanzare una compiuta progettualità. Questo fil rouge guida la tematizzazione del pensiero dei più importanti movimenti filosofici del Novecento e l'analisi di alcuni fenomeni sociali, come il prevalere del desiderio sulla ragione e la frammentazione corporativa della società.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' arcipelago"
Editore: Adelphi
Autore: Cacciari Massimo
Pagine:
Ean: 9788845912757
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Dopo la "Geo-filosofia dell'Europa", che tracciava il profilo di quella singolare figura a cui, sin dall'inno omerico ad Apollo, fu dato il nome di Europa, Cacciari si inoltra ora nel paesaggio europeo, che gli si mostra appunto come Arcipelago, irriducibile pluralità dove i singoli elementi convivono in quanto inevitabilmente separati. E le isole dell'Arcipelago sono le declinazioni d'Europa: in molte forme ha combattuto sé in se stessa, ma comune è l'interrogazione. Perciò anche il suo declino, o il suo necessario tramonto, assumerà nomi diversi. Il senso del tramonto d'Europa dovrà contrarsi nei volti dello "homo democraticus" di Tocqueville, dell'"ultimo uomo" di Nietzsche, dell'"uomo del sottosuolo" di Dostoevskij? Il senso del tramonto dovrà arrestarsi sul meridiano dell'affermazione inospitale della propria 'insularità', dell'empia commistione tra 'anarchica' richiesta di autonomia ed esigenza servile di protezione e tutela? L''ideale' del gregge che non tollera alcun pastore sarà l'ultima parola del tramonto d'Europa, la sua ultima declinazione? Queste sono le domande poste al centro di L'Arcipelago. E la figura stessa dell'Arcipelago invita a una possibile risposta.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La freccia e il cerchio. Ediz. italiana e inglese"
Editore: La Scuola di Pitagora
Autore:
Pagine: 335
Ean: 9788865426388
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Un progetto a termine, rigorosamente strutturato: otto numeri in otto anni (2010-2017), dodici contributi in ogni numero. Attorno a un duplice, dialettico filtro tematico, si dipana volta a volta una complementarietà dei saperi che rifiuta steccati e gerarchie, mischiando piuttosto le carte tra 'alto' e 'basso', tra generi d'arte e di consumo, tra linguaggi diffusi e di nicchia. La contemporaneità (naturalmente con gli inevitabili strascichi del moderno, con gli echi mai sopiti del classico) è l'orizzonte di questo ipertesto, che moltiplica i punti di vista mettendo accanto senza remore filosofia e poesia, estetica e cinema, antropologia e fumetto, attraverso una ricerca tanto analitica quanto creativa, dove gli strumenti della ragione sono coniugati assieme a quelli della passione. Perché, come ricorda la poetessa Marina Cvetáeva, "Il pensiero è una freccia. Il sentimento - un cerchio".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La mente triadica, bidirezionale ed evolutiva. Concetti essenziali"
Editore: Aracne
Autore: Belfiore Francesco
Pagine: 128
Ean: 9788825519297
Prezzo: € 8.00

Descrizione:L'opera ha lo scopo di presentare in forma breve, semplice e chiara la concezione filosofica che l'autore ha precedentemente pubblicato in maniera estesa in quattro ampi volumi. A tal fine vengono utilizzati diversi schemi e figure che danno un'immagine visiva dei vari concetti esposti. Il titolo del libro ne riassume in estrema sintesi il contenuto: la mente è triadica, perché composta da intelletto, sensibilità e potere, che esercitano rispettivamente l'attività razionale, emozionale e pratica, e sono di ugual "rango" e interdipendenti tra di loro; è bidirezionale perché le tre attività vengono svolte sia in direzione esteriore/egoistica sia in direzione interiore/morale; ed è evolutiva perché continuamente si evolve sviluppando i concetti, le emozioni e gli atti/azioni da particolari a universali, creando così, rispettivamente, le scienze, le arti e la società. L'evoluzione della mente è il bene morale oggettivo. Da questo "nucleo" vengono tratte nuove soluzioni nei vari settori dell'indagine filosofica. Per l'originalità e ricchezza del contenuto, il libro potrà essere apprezzato dagli studiosi e cultori di filosofia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Propedeutica alla teologia naturale. Per l'uso nelle lezioni accademiche"
Editore: Mimesis
Autore: Eberhard Johann August
Pagine: 120
Ean: 9788857552286
Prezzo: € 12.00

Descrizione:La "Propedeutica alla teologia naturale" appare a Halle nel 1781, anno in cui Kant dà alle stampe la "Critica della ragion pura". Il destino storiografico dello scritto e quello del suo autore sono strettamente legati all'ingombrante figura di Kant. Eberhard non fu tuttavia una mera "controfigura dogmatica" del filosofo della Critica né l'utilizzo che questi farà del manuale eberhardiano nelle proprie lezioni di filosofia della religione dei primi anni Ottanta esaurisce l'importanza di un documento che, tra Katheder- e Weltphilosophie, rivela una saliente articolazione di teologia naturale in senso stretto e di filosofia della religione intonata alla Dogmenkritik. Questa articolazione, che l'ampio saggio introduttivo e il ricco apparato di note che accompagnano la presente traduzione si incaricano di valorizzare, informa una "logica della teologia" che se da un lato può riservare spunti di riflessione e una densa mappa concettuale a quanti sono sensibili al tema della "rinascita della teologia naturale nella filosofia analitica", dall'altro restituisce un vibrante e ancora attualissimo monito illuministico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Nostos. Ontologia dello spaesamento"
Editore: Studium
Autore: Minichiello Giuliano
Pagine: 185
Ean: 9788838247293
Prezzo: € 18.50

Descrizione:Lo spaesamento è un sentimento che domina universali esperienze dell'anima, individuali e collettive. Il coscritto sul campo di battaglia, il contadino sradicato dalla terra, l'abitante della metropoli moderna, il poeta condannato a un destino di funzionario, l'uomo "cacciato" dall'Eden e condannato al dolore e alla morte, attraversano tutti il vasto oceano della vita privati delle certezze della "casa del padre": si sentono, appunto, "spaesati". Sentimento comune agli uomini di ogni tempo, lo spaesamento diventa però l'esperienza cruciale della modernità, dell'epoca in cui una sterminata massa di uomini si trova a dover vivere in un mondo che nasce nuovo ogni mattina. Il testo vi vede il risultato tanto della "domesticazione" di massa operata nel grande scenario della metropoli moderna, quanto del progressivo essiccarsi nella cultura occidentale dell'idea e della presenza di Dio, sostituite dall'ideale della potenza e sostenute da una sorta di "ossessione giuridica" (come suggerisce Franz Kafka) che trasforma il concetto stesso di Logos, di Legge incarnata, in quello di regola semplicemente esecutiva o funzionale. In questo quadro, trova la propria genesi la barbarie della prima metà del XX secolo, che ha come esito inatteso la catastrofe dell'Europa. L'autore sottolinea tuttavia come in tempi a noi più vicini riaffiori, in vari modi e in forme inaspettate e insospettabili, quel desiderio di Dio, che, colpevolmente, la nostra cultura ha creduto di dover sostituire con assoluti di diversa e meno coinvolgente natura.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Emmanuel Levinas. La scoperta dell'umanità nell'inferno dello Stalag 1492"
Editore: Mimesis
Autore: Casper Bernhard
Pagine: 50
Ean: 9788857552231
Prezzo: € 5.00

Descrizione:Nelle pagine di questo saggio, il senso del fare memoria acquisisce pieno valore: «Ci rivolgiamo a un passato, per amore del nostro futuro». Con questo avvertimento, che suona già come un insegnamento, l'autore invita a guardare all'anti-mondo della Shoah. Casper, al quale Emmanuel Levinas dedicò uno dei suoi ultimi saggi, "Nell'ora delle nazioni", indaga con l'acume che gli è proprio i "Carnets de captivité" del filosofo ebreo-lituano riuscendo a farne emergere l'elemento cruciale: il fondamento ultimo della nostra umanità sta nel «felice dovere di amare l'altro».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La questione dell'animale. Le origini del dibattito moderno"
Editore: Mimesis
Autore: Gontier Thierry
Pagine: 168
Ean: 9788857552200
Prezzo: € 16.00

Descrizione:La filosofia moderna è caratterizzata dalla nascita di un nuovo tipo di discorso sulla natura degli animali, differente da quelli tradizionali antichi e moderni. Tale discorso non può essere compreso semplicemente come il frutto della nuova scienza. Esso contiene un'antropologia zoologica e implica una nuova definizione dell'uomo e della sua relazione all'animalità. Gli studi qui raggruppati su Montaigne, Charron, Descartes e gli agostiniani cartesiani mirano a interrogare gli effetti antropologici, metafisici ed etici del discorso moderno sugli animali. Il presente lavoro persegue una duplice finalità: offrire una rivalutazione della modernità libera dagli schemi riduttivi antropocentrici e proporre una visione dell'animalità diversa dai modelli concettuali postmoderni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Morali influenze della solitudine. Sopra lo spirito e il cuore"
Editore: Mimesis
Autore: Zimmermann Giangiorgio
Pagine: 224
Ean: 9788857549194
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Le "Morali influenze della solitudine sopra lo spirito ed il cuore" di Johann Georg Zimmermann (1728-1795) sono uno dei testi di riferimento canonico nella discussione sui benefici e i danni della solitudine che si svolge nella cultura europea a partire dalla metà del Settecento. Nella linea di quei "medici filosofi " autori di un capitolo importante dell'antropologia illuministica, Zimmermann colloca al centro della sua speculazione le interazioni fra vita del corpo e rappresentazioni mentali. Il ritiro dalle cure e dagli obblighi della vita associata implica non il rifugio in una dimensione antisociale ed egoistica, ma un'astensione temporanea dalla socievolezza, con l'obiettivo di restituire all'uomo la piena sovranità su se stesso, messa a rischio dalla radicalità dei fenomeni di modernizzazione che segnano il superamento dell'orizzonte feudale. La traduzione di Carlo Villa, che si basa su un compendio in lingua francese, crea a partire dal 1819 anche in Italia le basi per una diffusa ricezione del trattato di Zimmermann.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Modalità ed esistenza"
Editore: Aracne
Autore: Grana Nicola
Pagine: 116
Ean: 9788825521474
Prezzo: € 9.00

Descrizione:Il rasoio di Occam riesce a sfoltire la barba di Platone? L'esistenza è un predicato dell'oggetto, come ipotizza Meinong, o del concetto, come sostiene Russell sulla scia di Frege? Il cambiamento necessita di tempo, ma qual è il senso del tempo senza la presupposizione del cambiamento?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lezioni monachesi e altri scritti. Ediz. integrale"
Editore: Orthotes
Autore: Schelling Friedrich W.
Pagine: 320
Ean: 9788893141734
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Gli anni del secondo soggiorno di Schelling a Monaco (1827-1841) sono quelli in cui il filosofo poté godere di un successo riconosciutogli pubblicamente. Gli incarichi ufficiali da lui rivestiti avevano come perno l'attività di insegnamento all'Università, finalmente da poco trasferita nella capitale bavarese. Qui Schelling elaborerà le ben note Lezioni sulla storia della filosofia e L'esposizione dell'empirismo filosofico, nonché l'impianto delle teorie che da ultimo insegnerà a Berlino. Il volume accoglie, tutti in nuova traduzione, i testi filosoficamente più rilevanti, ma anche la significativa Prefazione a uno scritto del filosofo Victor Cousin, la lezione inaugurale tenuta a Monaco nel novembre del 1827 e il discorso agli studenti della fine del 1830. È quindi documentata la ricca attività monachese, che consente di leggere non solo il giudizio espresso dallo stesso Schelling sulla propria precedente filosofia, su Hegel e su Jacobi nel contesto di una ricostruzione della storia della filosofia moderna, ma anche di percepire l'impatto pubblico del suo insegnamento. La conclusione è affidata allo Schema antropologico, anch'esso pubblicato solo dopo la morte del filosofo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Studi gentiliani"
Editore: Orthotes
Autore: Vigna Carmelo
Pagine: 602
Ean: 9788893141635
Prezzo: € 35.00

Descrizione:Giovanni Gentile, il maggior filosofo italiano del primo Novecento, è da dimenticare, come taluni vorrebbero? Per nulla, bisognerebbe rispondere. L'apparato categoriale da lui costruito genialmente, nonostante la sua (relativa) semplicità speculativa, è forse la maggiore leva di forza per intendere ancora il nostro tempo. Anche quello della Rete e dei "social network", dove trionfa un contenuto sterminato che Gentile avrebbe sicuramente relegato nel ruolo di "pensiero pensato". Il fatto è che Gentile, ostracizzato per i suoi legami con il fascismo, tutto sommato estrinseci, ci appare oggi, una volta smaltite le nebbiose e spesso ingiuste polemiche nel dopoguerra intorno alla sua eredità intellettuale, come il Maestro insuperato della grandezza del "pensiero pensante". E anche come colui che offre ancora le ragioni più profonde per intendere appieno la natura inviolabile della nostra umana dignità. Questo libro, soprattutto dedicato alla logica e alla religione di Gentile, non è tuttavia un'apologia dell'attualismo; ché anzi l'attualismo sottopone ad una analisi serrata e senza sconti di sorta, per indicarne "ciò che è vivo e ciò che è morto".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU