Articoli religiosi

Libri - Storia Del Xx Secolo



Titolo: "Fanteria all'attacco. Dal fronte occidentale a Caporetto"
Editore: Libreria Editrice Goriziana
Autore: Rommel Erwin
Pagine: 427
Ean: 9788861024762
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Quando, nel 1937, Erwin Rimmel pubblica la prima edizione di "Fanteria all'attacco" trasforma il diario scritto nel corso della Prima guerra mondiale - fronte francese, Vosgi, Romania e infine lo sfondamento di Caporetto, in cui ebbe parte determinante - arricchendo il ricordo delle proprie imprese con una serie di lezioni tattiche indirizzate agli allievi della scuola di guerra di Potsdam. Nessuno, di certo, conosceva fino ad oggi l'attualità di tale lezione. L'innovativa lettura di questo classico della Grande Guerra condotta da parte del Generale Fabio Mini inserisce nel testo una rete di folgoranti osservazioni che consentono di illuminare l'etica di un guerriero asimmetrico ante litteram.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le grandi battaglie degli alpini nella grande guerra"
Editore: Edizioni del Capricorno
Autore: Vaschetto Diego
Pagine: 159
Ean: 9788877073839
Prezzo: € 9.90

Descrizione:Sulle cime della Grande Guerra si è forgiata la leggenda degli Alpini. In questo volume, Diego Vaschetto porta il lettore alla scoperta dei luoghi in cui il più celebre corpo di fanteria da montagna del mondo ha scritto alcune fra le sue pagine più drammatiche e gloriose. La descrizione storica e geografica dei teatri di guerra, i reparti, le armi, i piccoli e grandi personaggi e soprattutto il racconto delle battaglie, spesso caratterizzate da straordinarie imprese alpinistiche: dall'Adamello al Pasubio, dal Falzarego al Cristallo, dall'Ortigara alle Dolomiti ampezzane. Uno straordinario apparato icononografico, con immagini d'epoca e attuali, approfondimenti storici e tutte le informazioni per andare, oggi, alla scoperta del mito.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' Italia littoria (1925-1936)"
Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
Autore: Montanelli Indro, Cervi Mario
Pagine: 340
Ean: 9788817101400
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Dopo il caso Matteotti, il 3 gennaio 1925 Mussolini pronuncia alla Camera un discorso storico: coglie tutti impreparati assumendosi la responsabilità politica dell'omicidio e ribaltando la situazione in proprio favore. Rimaneggia il governo, chiede e ottiene i pieni poteri, inaugura di fatto la dittatura. Si apre così un decennio che regala al regime fascista successi incontrastati e innegabili, coronati dal grande favore popolare. Il clima mondiale sempre più delicato - il "giovedì nero" della Borsa newyorkese, l'uscita di Germania e Giappone dalla Società delle Nazioni, l'ascesa di Hitler, la "notte dei lunghi coltelli", le leggi razziali di Norimberga - fa risaltare le vittorie politiche del Duce. Folle osannanti accolgono la rivalutazione monetaria, le grandi opere pubbliche, la creazione dell'Iri, i Patti Lateranensi e lo scioglimento dei partiti di opposizione; si arriva persino a donare le fedi d'oro per sostenere l'economia italiana. All'apice di questa popolarità ci sono la vittoriosa guerra d'Abissinia e la proclamazione dell'Impero, nel 1936. Ma mentre il fascismo festeggia il proprio trionfo, se ne intravedono già la crisi e la rovinosa caduta. Indro Montanelli e Mario Cervi ricostruiscono, in un lavoro a quattro mani perfettamente orchestrato, anni fondamentali nella storia del nostro Novecento: un periodo che va compreso a fondo per capire come l'Italia si sia avviata alla terribile svolta della seconda guerra mondiale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Paesaggi della memoria. Resistenze e luoghi dell'antifascismo e della liberazione in Italia. Con DVD video"
Editore: ETS
Autore: Pezzino Paolo
Pagine: 271
Ean: 9788846749994
Prezzo: € 25.00

Descrizione:La resistenza dei partigiani ai monti e nelle città; il coraggio delle donne che rivestono di abiti civili i soldati sbandati dopo l'8 settembre per aiutarli a raggiungere casa o che si oppongono agli ordini brutali di sfollamento di intere città; gli internati militari italiani che, vivendo in condizioni di prigionia molto dure, in gran numero resistono alle sirene dell'arruolamento nelle file tedesche o fasciste pur di non continuare a combattere una guerra che non è più la loro; la deportazione degli antifascisti e della popolazione civile nei campi di concentramento in Germania, da dove molti di loro non fecero ritorno; la persecuzione degli ebrei da parte di fascisti e tedeschi, e il loro sterminio; le stragi di intere comunità da parte dell'esercito tedesco coadiuvato dai fascisti repubblicani: tutto questo ricordano e narrano i tanti musei sparsi sul territorio nazionale, ora riuniti in una rete, "Paesaggi della memoria". Di questo parla il libro, con due saggi introduttivi, le schede di venticinque musei e in allegato un film-documentario sul progetto di rete. Prefazione di Paolo Gentiloni e premessa di Massimo Dadà.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le grandi battaglie della linea gotica"
Editore: Edizioni del Capricorno
Autore: Cravarezza Franco, Cravarezza Tomaso
Pagine: 238
Ean: 9788877073785
Prezzo: € 14.90

Descrizione:Agosto 1944 - aprile 1945: venti mesi di durissimi combattimenti sulla Linea Gotica, un fronte di oltre 300 chilometri che dalle Alpi Apuane raggiunge la costa adriatica tra Rimini e Pesaro, passando per le colline della Garfagnana, i monti dell'Appennino modenese, pistoiese e bolognese, l'alta valle dell'Arno e l'Appennino forlivese. Una linea di difesa che Kesserling utilizzò con maestria per contrastare l'offensiva angloamericana di Alexander e di Clark verso la pianura padana. Uno scontro spietato, combattuto con ogni mezzo e astuzia militare, che coinvolse centinaia di migliaia di soldati, ma anche i partigiani e le popolazioni locali nella ricerca di sopravvivenza e riscatto. E se le diverse battaglie che si svolsero da un capo all'altro delle sponde tosco-emiliane con ogni probabilità non furono determinanti per l'esito finale della guerra in Europa, è indubbio che rappresentarono straordinari esempi di determinazione operativa sia in attacco sia in difesa, coinvolgenti scontri tra diverse tattiche di combattimento che non lasciarono nulla al caso. Un moderno confronto multinazionale tra uomini di svariate origini, mentalità, ideologie e formazione sociale e militare che in molti aspetti prefigurarono gli sviluppi futuri delle operazioni militari. Luoghi, personaggi, reparti, armi e mezzi di combattimento.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il giorno dell'aquila. La battaglia d'Inghilterra"
Editore: Odoya
Autore: Collier Richard
Pagine: 320
Ean: 9788862884648
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Nell'estate del 1940, dopo la sconfitta della Francia, solo l'Inghilterra, costretta a una disperata difesa, rimaneva in armi contro le forze dell'Asse. Le divisioni tedesche che avevano travolto l'esercito francese si erano minacciosamente concentrate lungo le coste della Manica in previsione dell'operazione "Leone Marino": lo sbarco in Inghilterra che nei piani di Hitler avrebbe dovuto porre fine alla guerra con la conquista dell'isola e il trionfo germanico. Il presupposto strategico dello sbarco, secondo l'Alto Comando tedesco, doveva essere l'annientamento delle forze della RAF. L'Alter Tag, il "Giorno dell'aquila", fu il segnale in codice che scatenò l'attacco della Luftwaffe contro gli aeroporti inglesi e segnò l'inizio della Battaglia d'Inghilterra, la più grande battaglia aerea della storia. Furono quelli i giorni in cui si decisero le sorti della Seconda guerra mondiale poiché centinaia di piloti inglesi, pur con sacrifici cruenti, riuscirono a respingere gli attacchi tedeschi e a infliggere ingenti perdite alle forze aree di Hitler. L'opera di Collier segue giorno per giorno le vicende della battaglia, illustrandone episodi e personaggi in una avvincente e drammatica rievocazione, basandosi su centinaia di testimonianze dirette e su un'accurata ricerca documentale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storia della rivoluzione russa"
Editore: Mondadori
Autore: Trotsky Lev
Pagine: XLII-1097
Ean: 9788804688693
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Composta tra il 1929 e il 1932, durante l'esilio di Trotsky, la «Storia della rivoluzione russa» è il resoconto di prima mano dei convulsi giorni del febbraio e dell'autunno 1917, quei giorni che, per usare l'ormai classica definizione di John Reed, «sconvolsero il mondo» cambiandone per sempre il volto. Trotsky è stato, assieme a Lenin, uno dei protagonisti assoluti di quegli eventi e ne offre in queste pagine una ricostruzione minuziosa, basata sulla propria esperienza diretta come su tantissime testimonianze di prima mano: racconti (Trotsky è uno dei primi a rivalutare l'uso delle fonti orali anticipando anche gli annalisti francesi), pubblicazioni periodiche, articoli, memoriali di burocrati, documenti amministrativi, testi di discorsi, trascrizioni di interviste a operai, contadini, soldati, tanto che la narrazione prende spesso il tono di una variopinta polifonia. Trotsky è dichiaratamente coinvolto nella materia che racconta, anzi intende la scrittura come una vera e propria continuazione dell'azione politica, ma questa sua adesione non gli impedisce di analizzare i fatti e le condizioni storiche in cui avvennero con sguardo acuto e lucido. Alla chiarezza del pensiero Trotsky unisce le sue doti comunicative e letterarie, utilizza le tecniche narrative popolari insieme a quelle più raffinate, mimando spesso con la penna i movimenti della macchina da presa. Il risultato è un testo monumentale, che a cent'anni dai fatti narrati risulta ancora fondamentale per conoscerli e comprenderli, una lettura avvincente e stimolante. Prefazione di Gabriele Frasca.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il caso Carmelo Clemente. Storia di un partigiano siciliano accusato di essere stato un delatore dell'O.V.R.A."
Editore: Nuova IPSA
Autore: Spataro Ciro
Pagine: 117
Ean: 9788876767012
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Carmelo Clemente, classe 1904, fu un partigiano nato a Marineo che dedicò la propria vita alla Resistenza contro il nazifascismo. Fu emarginato, espulso, imprigionato e infine accusato di essere una spia dell'Ovra (la famigerata polizia politica organizzata da Mussolini per reprimere l'antifascismo). Il suo "caso" propone un importante stimolo di riflessione su un diverso e poco frequentato versante storico: quello del conflitto ideologico combattuto all'interno della Resistenza e, in particolare, all'interno della Sinistra resistenziale. Sì, perché anche all'interno delle organizzazioni partigiane ci furono scissioni, scontri e ostilità che la storia ufficiale spesso non racconta, ma che cambiarono il corso di molte vite. Quella del Clemente fu una di queste, un uomo che rinunciò agli affetti familiari, che si spostò nel nord Italia, in Francia e in Argentina, cambiando identità, vivendo di stenti, ma sempre in prima linea nel Comitato di Liberazione Nazionale. Nonostante tutto e tutti, subendo l'ingiustizia più grave che mai uomo del suo valore potesse pensare di ricevere. L'autore racconta l'odissea del partigiano Clemente con una rigorosa documentazione recuperata rovistando negli Archivi di Stato e di Fondazioni culturali, nonché setacciando una copiosa bibliografia per rappresentare il dramma ideologico vissuto da una parte di quegli uomini e quelle donne che decisero d'intraprendere il lungo viaggio verso la libertà.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Otto milioni di biciclette. La vita degli italiani nel ventennio"
Editore: Rusconi Libri
Autore: Bracalini Romano
Pagine: XVIII-378
Ean: 9788818032314
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Romano Bracalini accompagna il lettore attraverso la società del Ventennio fascista, supportato dall'attenta lettura di documenti, testimonianze e soprattutto di giornali dell'epoca. Il suo racconto prende le mosse da come il fascismo mutò faccia al paese con un ambizioso programma di ristrutturazione: la bonifica delle paludi pontine, la costruzione di strade, autostrade, stazioni ferroviarie, porti, aeroporti, scuole, ospedali, acquedotti. Le città furono ampliate e nuovi centri urbani arricchirono la geografia. A Firenze vennero abbattuti interi rioni popolari definiti dal Duce un "pittoresco sudicio da affidarsi a Sua Maestà il piccone", come il quartiere di Santa Croce, e Milano vide sparire la fossa interna del Naviglio. La velleità del regime di "fare ordine" e rendere l'Italia più efficiente ebbe ripercussioni anche sulla vita sociale, che ne fu condizionata in tutti gli aspetti, dalla dimensione lavorativa a quella scolastica e famigliare, dalla sfera sessuale, politico-culturale a quella dei divertimenti. Così fiorivano le associazioni, si moltiplicavano le attività dei dopolavoro, si epurava la lingua dalle parole straniere, si premiavano le donne più prolifiche, madri dei "soldati di domani", mentre chi non procreava veniva ritenuto un traditore della patria e sul lavoro non faceva carriera, al pari dei celibi impenitenti, puniti con la "tassa sul celibato".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Argan e l'Einaudi. La storia dell'arte in casa editrice"
Editore: Quodlibet
Autore: Nicoletti Luca Pietro
Pagine: 208
Ean: 9788822901828
Prezzo: € 20.00

Descrizione:L'esperienza di Giulio Carlo Argan come consulente per la casa editrice di Giulio Einaudi negli anni Cinquanta costituisce un caso di studio esemplare. Argan, infatti, si ritagliò nell'azienda quasi un ruolo di "storico dell'arte-editore", riversando la sua attività di storico e intellettuale militante in un'organica e lungimirante programmazione dei titoli da pubblicare o da far tradurre. Optando inoltre per la scissione, quanto meno in casa Einaudi, del collaudato binomio storiografia artistica/editoria d'arte, contribuì a ricollocare definitivamente la propria disciplina nell'ambito dell'editoria di cultura, dando così vita a un'operazione di svecchiamento che si rivelò decisiva per il panorama italiano. Il libro ricostruisce nel dettaglio tutta questa vicenda, chiamando in causa, come termini di confronto, le esperienze di studiosi del calibro di Carlo Ludovico Ragghianti, Bruno Zevi, Federico Zeri, Lamberto Vitali e Enrico Castelnuovo, che negli stessi anni gravitavano anch'essi intorno alla redazione di via Biancamano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Sessantotto a Napoli"
Editore: La Scuola di Pitagora
Autore:
Pagine: 348
Ean: 9788865426326
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Il cronico isolamento di Napoli rispetto alle casse di risonanza dei mass-media nazionali ha portato fin dalle origini all'incomprensione della specificità del Movimento Studentesco napoletano rispetto a quello di altre città italiane. Il libro si propone di mostrare come Napoli non fu lo specchio opaco di quello che avveniva altrove, né si chiuse in dinamiche locali. Il '68 napoletano fu caratterizzato da una produzione teorica di ampio respiro e per certi aspetti senza eguali nel contesto italiano, grazie al lavoro della Sinistra Universitaria, l'organizzazione di massa che divenne guida del Movimento Studentesco napoletano. Tale apporto teorico trovava le sue radici nell'ampia discussione del marxismo svoltasi a Napoli ai massimi livelli, da Antonio Labriola a Benedetto Croce ad Amadeo Bordiga, fino al Gruppo Gramsci degli anni Cinquanta.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "1968. Un anno spartiacque"
Editore: Il Mulino
Autore: Flores Marcello, Gozzini Giovanni
Pagine: 279
Ean: 9788815278005
Prezzo: € 22.00

Descrizione:È stata la stagione dei giovani: in tutto il mondo i figli del baby boom postbellico, affluiti in massa all'università, rivendicano diritti, affermano istanze di libertà nella sfera personale come in quella sociale, inaugurano nuovi costumi e consumi. Ma il 1968 vede anche l'invasione della Cecoslovacchia, con l'avvio di una fase di irrigidimento sovietico, che sta alla base della crisi del mondo comunista; e poi l'inizio della globalizzazione finanziaria, la rinascita islamica, il primo sgretolarsi dell'identità della classe operaia, l'instabilità crescente in Africa, il diffondersi del terrorismo in molti paesi, mentre emergono nuove forme di impegno, con il costituirsi delle Ong, e nuovi movimenti politici e sociali come il femminismo e l'ambientalismo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La campagna di Russia. 1941-1943"
Editore: Il Mulino
Autore: Giusti Maria Teresa
Pagine: 375
Ean: 9788815278036
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Quando nel giugno 1941 Hitler scatenò l'«operazione Barbarossa» contro l'Unione Sovietica, avrebbe fatto volentieri a meno dell'aiuto italiano; l'Italia, aveva scritto a Mussolini, avrebbe giovato di più concentrando il suo impegno in Nordafrica. Ma Mussolini voleva esserci a tutti i costi, e fece costituire il Corpo di spedizione italiano in Russia (Csir), che a metà luglio partì per il fronte orientale. Un anno dopo, unito a nuovi corpi d'armata nell'Armir (Armata italiana in Russia), fu schierato sul Don dove l'offensiva sovietica, fra dicembre 1942 e gennaio 1943, lo annientò. Dei 230 mila italiani partiti per la Russia, 95 mila non fecero ritorno: uccisi in combattimento o morti di stenti e di freddo nelle «marce del davaj» e in prigionia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le stagioni della Resistenza. L'insegnamento culturale e civile di Ivano Tognarini"
Editore: Pacini Editore
Autore:
Pagine: 152
Ean: 9788869954221
Prezzo: € 20.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "'68. La rivolta giovane. Cronache e documenti"
Editore: Harpo
Autore: Ottaviano Franco
Pagine: 253
Ean: 9788899857301
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Cinquant'anni fa la "rivolta degli studenti". Il Sessantotto è l'anno della nascita del Movimento, delle occupazioni di Università e scuole medie superiori, degli scontri di piazza, della presa di coscienza di una generazione di giovani decisi a cambiare il mondo. L'autore ricostruisce la genesi e lo sviluppo deF"anno degli studenti" attraverso la cronaca quotidiana dei fatti, dalle prime occupazioni del 1966 fino agli scontri davanti alla Bussola di Viareggio, la notte dell'ultimo dell'anno del 1968.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Guerre, debiti e democrazia. Breve storia da Bismarck a oggi"
Editore: Laterza
Autore: Romano Sergio
Pagine: 117
Ean: 9788858132227
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Col Trattato di Versailles, al termine della Grande guerra, la Germania è condannata a pagare in trent'anni 132 miliardi di marchi d'oro. Le conseguenze della miopia dei vincitori emergono presto: una Germania frustrata e indignata diventa il vivaio ideale per la nascita del nazismo. Dopo la Seconda guerra mondiale tutto cambia: il Piano Marshall finanzia la ricostruzione europea e, più tardi, nella conferenza di Londra del '53, i Paesi creditori decidono di cancellare metà del debito tedesco. Ma non esistono solo i debiti di guerra, ci sono anche quelli contratti in tempo di pace. L'Europa degli anni più recenti ha affrontato la questione senza riuscire a dimostrare unità. Il caso del debito greco esplode nel 2009, seguito da una crisi di rapporti greco-tedeschi: la Grecia accusa la Germania di non aver onorato i debiti contratti con la guerra, mentre i tedeschi accusano la Grecia di aver truccato i conti. L'Unione vacilla sotto il peso della crisi. Oggi, per capire le polarizzazioni e i contrasti sulle politiche dell'austerità è fondamentale isolare gli snodi storici che hanno definito i rapporti tra creditori e debitori in Europa. È quello che fa Sergio Romano attraverso gli ultimi centocinquant'anni, sottolineando come la fiducia reciproca tra i popoli abbia svolto una funzione fondamentale per superare i momenti di difficoltà e avviare la ripresa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Israele: 70 anni. Nascita di una nazione"
Editore: Edizioni del Capricorno
Autore: Vercelli Claudio
Pagine: 168
Ean: 9788877073846
Prezzo: € 12.90

Descrizione:Lo Stato d'Israele ha settant'anni. La sua nascita, nel 1948, costituisce il risultato di un lungo percorso di consolidamento, iniziato già nella seconda metà dell'Ottocento con i primi insediamenti di pionieri sionisti nella Palestina ottomana. Nel corso della sua breve esistenza, ha già conosciuto diversi mutamenti, confrontandosi sia con i molti conflitti che hanno attraversato il Medio Oriente, a partire da quello con i palestinesi, sia con gli effetti di una modernizzazione accelerata, che ha portato il Paese a essere protagonista dei processi di globalizzazione. Leggere e interpretarne la storia aiuta a capire quali siano i nodi che ci consegna il presente rispetto ai grandi temi dell'identità collettiva, della politica, delle relazioni sociali. Perché Israele è uno specchio della nostra modernità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Che fine ha fatto il '68? Fu vera gloria?"
Editore: Guerini e Associati
Autore:
Pagine: 223
Ean: 9788862507226
Prezzo: € 21.50

Descrizione:"Che fine ha fatto il '68" raccoglie ventitré brevi autobiografie di ragazzi del '68, ne racconta gli ultimi cinquant'anni, percorsi a passo leggero nel solco di giorni pieni e appassionati. L'arco temporale, da cui il caso o il destino ha scoccato la freccia di ciascuna delle vite qui raccontate, è teso tra la fine degli anni Trenta e quella degli anni Cinquanta. Nel decennio 1968/1978 i fili di queste generazioni si sono intrecciati. Su quel telaio esse hanno tessuto eventi e fatto storia. Da allora non hanno più smesso. Ora stanno abbandonando lentamente la scena, non per volontà propria, ma perché spinte dalle severe leggi biologiche. Il libro muove, senza confessarlo, anche da questa malinconica e realistica consapevolezza. Di qui la voglia di raccontare, per consegnare il testimone a chi sta davanti, nella staffetta delle generazioni. Senza la pretesa che qualcuno lo afferri. Perché il futuro che attendiamo noi è solo il futuro del nostro passato. A chi corre davanti a noi ne viene incontro un altro.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' università nei primi quarant'anni della Repubblica italiana 1946-1986"
Editore: Il Mulino
Autore: Governali Luciano
Pagine: 342
Ean: 9788815278388
Prezzo: € 27.00

Descrizione:Come ogni altra istituzione sociale del nostro paese a partire dal secondo dopoguerra, l'università italiana ha visto modificarsi radicalmente la propria composizione e soprattutto il proprio ruolo nella società. In che misura sono avvenuti questi cambiamenti, quali erano le idee di formazione superiore e che ruolo ha avuto la classe dirigente - politica, economica, intellettuale e accademica - del paese in relazione alle radicali trasformazioni della società italiana in atto in quegli anni? Quale connessione si realizzò fra le politiche formative e quelle economiche e occupazionali? Ripercorrendo quarant'anni di dibattito politico e accademico sull'istruzione superiore, basandosi sulle cifre ufficiali dello sviluppo universitario e confrontando quanto elaborato dalla storiografia e dalle scienze sociali, questo volume ricostruisce la storia e le conseguenze di una riforma mancata - o realizzata solo parzialmente - al pari di quanto avvenuto in altri settori cruciali dello Stato, analizzando criticamente concetti troppo spesso dati per scontati, come la definizione di «università di massa» e la funzione di formazione della classe dirigente da sempre conferita all'istruzione superiore.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I volontari partigiani nel rinnovato esercito italiano"
Editore: Viella
Autore:
Pagine: 128
Ean: 9788867289608
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Negli ultimi anni l'ANPI si è dedicata con impegno a integrare, per quanto possibile, la storia della Resistenza. In questo contesto si imponeva l'attenzione su una vicenda dimenticata o quanto meno trascurata, quella dei partigiani arruolati volontariamente, dopo la Liberazione delle rispettive città dell'Italia centrale, nel rinnovato esercito italiano, inserito con due Divisioni nelle Armate Alleate. Attraverso studi e testimonianze dirette si è cercato di evidenziare, raccogliendole in questo libro, le ragioni profonde di quelle scelte coraggiose e le motivazioni personali dei volontari. Il quadro che ne risulta completa e approfondisce la limitata bibliografia sull'argomento, recando un contributo significativo alla conoscenza e alla valutazione di una vicenda esemplare, importante e ricca di significati storico-politici.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gli assi italiani della seconda guerra mondiale"
Editore: Libreria Editrice Goriziana
Autore: Massimello Giovanni, Apostolo Giorgio
Pagine: 177
Ean: 9788861025158
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Quando, il 10 giugno 1940, l'Italia entrò in guerra a fianco della Germania, la Regia Aeronautica godeva di un'alta reputazione in patria e all'estero, ma la dura realtà bellica non avrebbe tardato a evidenziare che l'eguipaggiamento delle unità di prima linea non era all'altezza della fama acquisita. Ciononostante, oltre 100 piloti italiani guadagnarono lo stato di "asso" per aver ottenuto almeno cinque vittorie individuali, grazie alla determinazione con la quale si misurarono, sia pure in condizioni di inferiorità, con il nemico. Per la maggior parte, i loro successi furono conseguiti nei cieli dell'Africa settentrionale, durante le alterne avanzate e ritirate delle forze terrestri, ma anche nelle aspre battaglie aeree su Malta, fino alla disperata difesa del territorio nazionale prima dell'armistizio dell'8 settembre 1943. Gli aerei che utilizzarono in combattimento furono dapprima i biplani Fiat CR.42, poi i monoplani Fiat G.50 e Macchi C.200, e infine i Macchi C.202 e 205V, macchine finalmente all'altezza di quelle degli avversari. Questi ultimi riconobbero unanimamente le capacità di volo acrobatico dei piloti italiani, spesso condizionati dalla limitata potenza dei loro motori. Questo libro raccoglie in sintesi i risultati di un ventennio di ricerche in archivi pubblici e privati italiani.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Adolfo Sarti e le crisi della Repubblica"
Editore: Il Mulino
Autore: Acanfora Paolo
Pagine: 279
Ean: 9788815275547
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Personalità di rilievo della Democrazia cristiana e uomo delle istituzioni (al governo ininterrottamente dal 1966 al 1981), Adolfo Sarti ha prodotto più di trenta annate di diari - una preziosa e ricchissima fonte d'archivio rimasta sinora inedita che racconta in modo dettagliato e interno le vicende del partito di maggioranza e la storia dell'Italia repubblicana. Questo volume - focalizzato sugli anni che vanno dal secondo dopoguerra alla strage di Piazza Fontana e all'esplosione del cosiddetto «autunno caldo» - costituisce la prima parte di un lavoro storiografico dedicato a Sarti e analizza gli snodi fondamentali della storia nazionale ricostruendoli a partire dal peculiare punto di vista del politico cuneese, caratterizzato da un insistente richiamo alla categoria della crisi. Per lunghi tratti della sua carriera politica, la democrazia repubblicana gli appare, infatti, fragile e costantemente orientata verso ipotesi di trapassi di regime - declinati variamente nei termini di una seconda Repubblica, una Repubblica presidenziale, un colpo di Stato. Una visione non di rado drammatica che appare in diverse circostanze largamente condivisa da una parte significativa della classe dirigente nazionale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I ragazzi del San Marco. I primi italiani nello spazio"
Editore: Aliberti
Autore: Simeoni Mattia Francesco
Pagine: 128
Ean: 9788893232531
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Nel 1964 l'Italia lancia il suo primo satellite spaziale, il "San Marco", dalla base americana di Wallops Island. È il terzo Paese al mondo a lanciare un satellite nello spazio, dopo le superpotenze URSS e USA. Due anni e mezzo più tardi, nel 1967, l'impresa viene replicata dal proprio poligono spaziale su piattaforme marine al largo del Kenya. Promotore dell'impresa è Luigi Broglio, professore di ingegneria e colonnello dell'Aeronautica. Grazie alla stima di cui gode presso la NASA, Broglio riesce a creare i gruppi di lavoro su satellite e razzo attingendo proprio dal personale universitario formato a Roma e da quello militare con esperienza sui missili balistici americani. La maggior parte di questi "ragazzi", allora ventenni o trentenni, si ritrovò catapultata in un'impresa pionieristica, portata avanti, come spesso accade in Italia, con mezzi a disposizione ridotti all'osso. Il loro impegno e la loro ingegnosità assicurarono al programma dei lanci una serie di successi che si protrarrà fino al 1988, attraversando tutte le prime fasi dell'esplorazione spaziale. Una straordinaria storia di eccellenza italiana - dimenticata come tante altre - ricostruita attraverso testimonianze e memorie. L'avventura professionale, scientifica ed umana della ricerca aerospaziale e delle sue applicazioni tecnologiche che, non più di mezzo secolo fa, ha visto il nostro Paese primeggiare in Europa e nel mondo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quarant'anni di mostre d'arte a Suzzara. Dalla Galleria Icaro alla Galleria 2e"
Editore: Sometti
Autore:
Pagine: 192
Ean: 9788874956968
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Nel 2018 ricorre il cinquantesimo anniversario dell'attività espositiva di Mario Cadallora a Suzzara, la Città del Premio. La primitiva galleria Ferrari fu infatti l'antesignana delle successive gallerie Icaro e, soprattutto della 2E, che chiuse i locali nel 2012 ma che tuttora prosegue la propria attività culturale. Un progetto che nacque quindi nel 1968, e non fu un caso: i fondatori che diedero vita ad una lunga serie di mostre, rassegne e iniziative intendevano infatti proporre un percorso nuovo, con un approccio alternativo e popolare alla diffusione dell'arte contemporanea. Nel volume curato da Margherita Sacchi e Gilberto Zacchè la storia di questa lunga impresa si dipana attraverso il nutrito regesto delle tante mostre organizzate, l'indice degli artisti esposti, un apparato fotografico, alcune schede critiche e l'omaggio postumo a chi ha creduto in un sogno.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Kimbo. E chi s' 'o credeva?! L'evoluzione di un sogno tutto napoletano-The evolution of a Neapolitan dream"
Editore: Area Blu Edizioni
Autore: Napolitano Maria Rosaria, Marino Vittoria
Pagine: 160
Ean: 9788898660919
Prezzo: € 36.00

Descrizione:Questo libro racconta una storia vera. Nella semplicità di un rituale senza tempo, custodito nel ventre del centro storico di Napoli, si nasconde il segreto di un'avventura imprenditoriale che ha portato Kimbo in ogni angolo del mondo. Questo libro è un tributo d'amore a chi ha reso possibile trasformare un sogno in realtà. Questo libro è memoria e futuro. La memoria rende indelebili i fattori critici di successo dell'impresa ma il futuro è la luce che li alimenta. Questo libro è testimone di un progetto culturale. Il legame forte con il territorio di origine e con i suoi simboli alimenta identità distintiva e reputazione dell'impresa che si nutrono di tradizione e innovazione. Questo libro è creatività e arte. Sintesi di immagini evocative, narrazione di ricordi e prospettive future che si mescolano in un mondo che parte da Napoli e amplifica gli spazi dando nuove connotazioni ai suoi orizzonti. Questo libro è per tutti. Per chi ama il caffè, per chi ama Kimbo, per chi vuole conoscere la storia e i segreti del suo successo, per chi ama le belle storie d'impresa, per chi ama l'Italia e le sue eccellenze e, soprattutto, per chi ama Napoli.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU