Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Libri - Narrativa Classica



Titolo: "Il moscerino. Storia di un'infanzia"
Editore: Greco e Greco
Autore: Daudet Alphonse
Pagine: 316
Ean: 9788879807821
Prezzo: € 13.00

Descrizione:A centocinquanta anni esatti dalla data di pubblicazione, ecco la meritoria riedizione del primo romanzo di Daudet, "Le Petit Chose - Histoire d'un enfant", storia autobiografica della sua infanzia e adolescenza, segnate dalla miseria. Lasciata da bambino insieme alla famiglia la sua Provenza soleggiata per le brume di Lione, dove i genitori pensano a farlo studiare, il Moscerino approda in seguito come sorvegliante al collegio montano di Sarlande. Qui incontra ragazzi per lo più rudi e cattivi, conosce la crudeltà del signor Viot e il tradimento dell'amico Roger, ma anche la generosa umanità di don Germano e l'amore idealizzato di una trovatella dagli occhi neri. Cacciato dopo pochi mesi dal collegio, raggiunge il fratello a Parigi per cercarsi un futuro, ma l'incontro con una famosa attrice ostacolerà i suoi sogni di gloria letteraria...

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' uccellino bianco"
Editore: Leone Editore
Autore: Barrie James Matthew
Pagine: 246
Ean: 9788863935141
Prezzo: € 11.90

Descrizione:Il Capitano W., reduce di guerra, quarantenne e scapolo, vive con inglese regolarità le sue giornate, assieme a un cane San Bernardo, Porthos, unico suo motivo di affetto. I suoi passatempi preferiti sono la scrittura e frequentare il suo club. Da li osserva curioso ogni giorno Mary A., una giovane ragazza di classe meno abbiente, che fa la bambinaia, e il suo innamorato, postino e pittore. Quando scopre che i due hanno litigato mortalmente, riesce, a loro insaputa e con uno scaltro inganno, a farli riconciliare. Diventato amico della coppia, comincia presto a occuparsi anche del loro figlioletto David, portandolo spesso ai Giardini di Kensington, dove i due ambientano le loro storie. E sarà proprio in queste storie che comparirà per la prima volta Peter Pan. Il racconto include "Peter Pan nei giardini di Kensington".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Jane Eyre"
Editore: Garzanti Libri
Autore: Brontë Charlotte
Pagine: 536
Ean: 9788811604716
Prezzo: € 10.50

Descrizione:Quando Jane Eyre uscì nel 1847 sotto lo pseudonimo maschile di Currer Bell, un critico che lo recensì molto favorevolmente non si lasciò ingannare: «A scrivere è chiaramente una donna; e se non prendiamo un abbaglio, una nuova stella della letteratura». In parte autobiografico, questo romanzo ricco di colpi di scena da feuilleton fece scalpore nella società vittoriana per il coraggio e la franchezza della sua protagonista: una giovane donna senza dote né avvenenza, ma intelligente e tenace, forte e generosa, che dopo un'infanzia segnata da solitudine e privazioni trova la via del riscatto nel suo lavoro di istitutrice. Nella casa di Edward RochesterJane scopre anche l'amore, un sentimento che per trionfare dovrà fare i conti con i fantasmi del passato e la volontà di questa antieroina di difendere prima di tutto la propria dignità. A più di sessant'anni dalla pubblicazione, la storia di Jane Eyre conquistò anche una lettrice sofisticata come Virginia Woolf: «L'esaltazione ci sospinge lungo tutto il libro... Alla fine siamo pieni del genio, della veemenza, dell'indignazione di Charlotte Brontë.»

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I morti"
Editore: Passigli
Autore: Joyce James
Pagine: 115
Ean: 9788836816309
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Ultimo racconto della raccolta "Gente di Dublino, I morti" (1907) ne costituisce anche una sintesi mirabile. Il microcosmo della festa natalizia alla quale il protagonista Gabriel Conroy partecipa, diviene, per una di quelle illuminazioni proprie dei grandissimi scrittori, il luogo di una 'epifania' che anticipa i grandi temi di "Ulysses" (1922), facendo di questo stupendo racconto la realizzazione più compiuta del primo Joyce. Protagonista è sempre, naturalmente, il mondo di Dublino; come scrive Alessandro Gentili nella prefazione che accompagna la sua nuova traduzione di questo capolavoro di Joyce, «ogni personaggio di ogni racconto di "Gente di Dublino" impersona e manifesta la paralisi umana di quella città, quella società chiusa e fissa nell'immobilità di antichi provinciali modelli e consuetudini, repressa e mortificata dal dominio britannico e dal potere asfissiante della Chiesa cattolica». Tuttavia, non è un caso che questo racconto sia divenuto anche, e sempre più, un'opera a sé stante, e tale da fornire il materiale a John Huston per l'ultimo dei suoi grandi capolavori cinematografici, l'omonimo "The Dead" del 1987; perché se da un lato il racconto costituisce senza dubbio il coronamento dell'intera serie dei "Dubliners", dall'altro sprigiona una sua autonoma potenza narrativa, tingendosi di un risvolto più metafisico, come se la presenza dei morti aleggiasse, dominasse e riempisse di sé l'intero quadro.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Febo cane metafisico"
Editore: Passigli
Autore: Malaparte Curzio
Pagine: 68
Ean: 9788836816439
Prezzo: € 8.50

Descrizione:«L'incontro fra un uomo e un cane è sempre l'incontro fra due spiriti liberi, fra due forme di dignità, fra due morali disinteressate»: così scriveva Curzio Malaparte, ricordando il suo primo incontro con Febo, l'«amico Febo», il cane levriero da lui incontrato quando si trovava in esilio a Lipari e da allora suo compagno inseparabile. Al cane Febo, che compare anche nel suo capolavoro narrativo "La pelle", Malaparte ha dedicato diverse pagine; in particolare, due racconti, più un altro abbozzo di racconto, che troviamo qui riuniti, "Febo cane metafisico", "Cane come me" e "Caneluna", a testimonianza di un rapporto sentimentale che chiunque abbia avuto un cane può facilmente comprendere. Febo per Malaparte non è semplicemente un amico, è anche una sorta di proiezione di sé, di un suo 'alter ego': «Se non fossi uomo», scrive ancora lo scrittore, «e non fossi quell'uomo che io sono, vorrei essere cane. Non già, come un Cecco Angiolieri, per abbaiare e mordere, ma per assomigliare a Febo». Del resto, già il suo biografo Giordano Bruno Guerri ricordava che lo scrittore amava i cani «con un trasporto e una dedizione che non mostrò per gli uomini. E non era un attaccamento di tipo estetico e decadente come quello di D'Annunzio per i suoi celeberrimi levrieri. Malaparte amava i suoi cani perché erano, diceva "come me"». La storia di Febo si intreccia con l'esilio di Malaparte in queste pagine davvero memorabili. Completa il nostro volume un raro articolo dello scrittore dedicato ai Cani di Maremma.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I fumi del vino"
Editore: Passigli
Autore: Némirovsky Irène
Pagine: 80
Ean: 9788836816651
Prezzo: € 8.50

Descrizione:Tra la fine del 1917 e il gennaio del 1918 Irène Némirovsky, allora non ancora quindicenne, dopo gli sconvolgimenti della Rivoluzione d'ottobre segue la sua famiglia, che lascia definitivamente San Pietroburgo e si trasferisce in Finlandia, in una cittadina della Carelia. Quell'esperienza finlandese ritorna in varie opere della Némirovsky, a cominciare dai due racconti che vengono qui riuniti, "I fumi del vino" e "Aino". La Finlandia aveva goduto a lungo di una certa autonomia dagli zar, e prima della Rivoluzione, come scrive la scrittrice, rappresentava "una specie di periferia elegante di San Pietroburgo". Già dal marzo del 1917 però si era consolidata l'idea di un'indipendenza che era in aperto conflitto con gli obiettivi di Kerenskij - primo ministro russo dopo la caduta degli zar, impegnato nella lotta contro i bolscevichi - e dello stesso Lenin: il Paese era così divenuto anch'esso territorio di scontro. Ne "I fumi del vino" troviamo un episodio oscuro di quel conflitto: il saccheggio delle cantine imperiali. È una vera ubriacatura collettiva che irrompe nel gelo di una lunga notte dell'inverno finlandese: donne, miliziani, risse, svenimenti, in un racconto corale che preannuncia alcune delle pagine più belle del grande romanzo incompiuto, apparso postumo, "Suite francese". Quanto all'altro racconto, ancor più fortemente autobiografico e strettamente legato al precedente, vediamo completarsi la storia di due dei protagonisti de "I fumi del vino", Aino e Hjalmar, mentre tutto intorno continuano a risuonare i cannoni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storie del buon Dio"
Editore: SE
Autore: Rilke Rainer Maria
Pagine: 126
Ean: 9788867234035
Prezzo: € 19.00

Descrizione:La presente versione di Giorgio Zampa delle "Storie del buon Dio" di Rainer Maria Rilke apparve per la prima volta presso Cederna nel 1948 e successivamente presso Rizzoli nel 1978, e viene qui ripresentata sostanzialmente immutata.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il sottotenente Gustl"
Editore: Passigli
Autore: Schnitzler Arthur
Pagine: 69
Ean: 9788836816378
Prezzo: € 8.50

Descrizione:«Sensazione che si tratti di un capolavoro»: così annotava nel suo diario Arthur Schnitzler a proposito di questa breve opera, "Tenente Gustl", scritta di getto dal 14 al 19 luglio del 1900. E in effetti, anche al di là della sua bellezza, Schnitzler sperimenta qui per la prima volta una delle caratteristiche più originali della sua narrativa, l'uso esclusivo del monologo interiore, come si ritroverà anche in un altro suo capolavoro del 1924, "La signorina Elsa". Attraverso questo monologo, Schnitzler ci mostra il dramma psicologico del protagonista nel corso di circa otto ore, un'intera notte, dal momento in cui riceve un'offesa da un semplice fornaio al momento in cui viene a sapere quello che non può immaginare e che agisce su di lui come una sorta di colpo di spugna finale; eppure la notte, che Gustl lo voglia o no, non è trascorsa invano: l'uomo ha dovuto fare i conti con se stesso e si è trovato improvvisamente solo e nudo in tutta la sua debolezza, in balia di pensieri più forti di lui, incapace di prendere qualsiasi decisione che, in un modo o nell'altro, gli si sarebbe rivelata fatale. Ma nel racconto di Schnitzler, come è stato giustamente osservato, psicologia individuale e patologia sociale si confondono; e la Vienna affascinante in cui si svolge il notturno pellegrinaggio di Gustl è già anche quella dell'uomo europeo nell'ingannevole bonaccia che precede il 1914.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Parigi nel XX secolo"
Editore: Elliot
Autore: Verne Jules
Pagine: 152
Ean: 9788869936623
Prezzo: € 11.50

Descrizione:Nella Parigi del futuro immaginata da Jules Verne, spettrale e ghiacciata, "il cielo zebrato di fili elettrici che passavano da una riva all'altra", Michel Dufrénoy è un giovane poeta spiantato che non vuole rassegnarsi al predominio della tecnica e del profitto, né piegarsi al culto del Gran Libro contabile. Michel organizzerà la sua personale resistenza con un curioso gruppo di alleati - un professore di lettere senza più studenti, uno zio sognatore, un musicista in incognito e una giovane e saggia ragazza - con cui proverà a fronteggiare un nemico ben più potente di loro, il demone dell'elettricità. Scritto nel 1863 e riscoperto solo nel 1994, in Parigi nel XX secolo l'autore presagisce l'avvento di reti metropolitane e treni ad aria compressa, dei grattacieli e perfino della sedia elettrica, in un romanzo visionario e dolente che smentisce la fama di Verne come ottimista cantore del progresso.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il vicario di Wakefield"
Editore: Edizioni Clandestine
Autore: Goldsmith Oliver
Pagine: 160
Ean: 9788865967935
Prezzo: € 8.50

Descrizione:Il curato Primrose e la sua famiglia conducono una vita idilliaca in una parrocchia di campagna, finché il banchiere del vicario non fugge con tutti i loro soldi condannando la famiglia alla miseria e mandando all'aria il matrimonio del figlio George con la ricca Arabella. La famiglia è costretta a trasferirsi in una nuova e umile parrocchia nelle terre del nobile Thornhill, noto donnaiolo dalla terribile reputazione, tutto l'opposto di suo zio Sir William, conosciuto in tutto il paese per la sua dignità e generosità. Il giovane signorotto rimane ben presto invaghito di Olivia, la figlia maggiore del vicario; mentre Burchell, il misterioso amico di famiglia, pare nutrire dei sentimenti per Sophia, la figlia minore, fatto che preoccupa non poco il buon vicario, poiché Burchell, seppur onesto, è ancor più povero di loro. Proprio quando la situazione della famiglia sembrava aver riacquisito una serena quotidianità, le sventure tornano a scagliarsi su di loro una dietro l'altra, mettendo a dura prova la loro forza d'animo e la risolutezza dei loro sentimenti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tre romanzi viennesi: La legge del più forte-Senza freni-La via senza gioia"
Editore: Robin
Autore: Bettauer Hugo
Pagine: 524
Ean: 9788872743690
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Con questi tre romanzi, qui riuniti in un unico volume, Hugo Bettauer, giornalista e scrittore laico e liberale, apre una finestra narrativa sulla multiforme realtà viennese degli anni '20, facendocene comprendere gli straordinari contrasti, tra profonda miseria materiale e spirituale e immensa ricchezza, generati da una guerra che annientò milioni di esseri umani in forme e modi mai prima sperimentati. Animato da uno spirito "positivo" e aperto alle istanze delle nuove generazioni dei Roaring Twenties, Bettauer descrive, analizza e spesso commenta la vita degli abitanti dell'ex capitale imperiale, cogliendone con grande acutezza il dramma presente e in più occasioni, profeticamente, le tragiche prospettive future. "La legge del più forte" (1920). A dominare la trama e l'agire di tutti i personaggi è la legge dell'homo homini lupus, che devasta le vecchie regole del "Mondo di ieri". Pur essendo un romanzo intrinsecamente viennese, un'intera sua sezione è dedicata a tracciare consistenti scorci di vita americana e di New York in particolare, che l'autore aveva conosciuto personalmente e di cui, evidentemente, serbava un ricordo nitido e significativo, anche se non sempre lusinghiero. A differenza della successiva produzione bettaueriana, qui le vicende dei protagonisti sembrano assumere maggior rilievo rispetto alla critica della società e dei suoi disvalori, cui sarà invece dato ampio spazio nelle opere successive. "Senza freni" (1920) conobbe un notevole successo, come del resto il precedente; tanto che, ancora quattro anni dopo, fu ripreso e pubblicato a puntate su un nuovo giornale viennese, "Das Tribunal. Internationale Justiz-und Kriminal Zeitung", stavolta con il titolo "Der Mann, der leben wollte!", "L'uomo che voleva vivere!". Vi si ritrovano alcuni elementi tipici della morale bettaueriana, che qui si riassume in un paradosso: "a essere colpevole è la vittima, non il carnefice". Al centro della riflessione si colloca non già l'abiezione dell'atto delittuoso, ma il fatto che la vittima merita la morte. La criminalità viene presentata come una mera, possibile soluzione dei conflitti. Una posizione questa che risente con tutta evidenza delle spaventose devastazioni morali, oltre che materiali, prodotte dalla guerra. Per tragica ironia, anche l'assassino di Bettauer, Otto Rothstock, uscì, se non del tutto assolto, comunque sostanzialmente indenne dal procedimento giudiziario, proprio in forza del principio che a essere colpevole era in realtà la sua vittima. Anche "La via senza gioia" (1923-24) fu subito un grande successo. Alla fine del 1924 le copie vendute erano già oltre 30.000. L'apice della popolarità lo raggiunse però l'anno seguente, quando il celebre regista G. W. Pabst ne girò una versione cinematografica, nella quale una giovanissima Greta Garbo interpretò il suo primo ruolo da protagonista nei panni di Grete Rumfort. Il complicato intreccio degli eventi tesse una narrazione che sa come tener sempre viva l'attenzione del lettore, ma il tratto caratteristico della vicenda, che sotto questo aspetto si distacca dal classico romanzo di appendice, è la sua dimensione corale, propiziata dalla centralità che assume la Melchiorgasse, un micromondo urbano, "una piccola città a se stante, un quartiere fatto di miseria e degrado sociale" (G. Murray Hall, "Der Fall Bettauer", 1978, p. 34). Su questa strada vive un'umanità composita e dolente, per lo più travolta dalla bufera dei tempi, ma capace in qualche caso di trovare un riscatto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lo stregato e il patto con il fantasma. Una fantasia di Natale"
Editore: Elliot
Autore: Dickens Charles
Pagine: 120
Ean: 9788869936661
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Il chimico Redlaw, noto come scienziato e uomo pio, vive assillato dai ricordi di un passato doloroso e dal suo fantasma, figura perturbante, doppio demoniaco, che gli offre la possibilità di perdere la memoria (ma non il suo sapere), e di trasmettere questa capacità al prossimo. Redlaw, ben conscio che insieme ai ricordi dolorosi verranno cancellati anche quelli felici, ne approfitta e si prodiga per diffondere questo privilegio, fino a quando non si insinua in lui la consapevolezza che l'oblio comporta il rischio dell'apatia e dell'inerzia dei sentimenti. Quinto e ultimo dei "Christmas Books" che Dickens scrisse tra il 1843 e 1848, il primo dei quali fu Racconto di Natale, questo breve romanzo contiene le caratteristiche più felici dell'autore, l'acutezza delle descrizioni e l'impareggiabile gusto umoristico, capaci di far emergere allo stesso tempo il lato grottesco e drammatico delle situazioni in cui si muovono i suoi indimenticabili personaggi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il fantasma dell'abate. La tentazione di Maurice Treherne"
Editore: Elliot
Autore: Alcott Louisa May
Pagine: 127
Ean: 9788869936647
Prezzo: € 11.50

Descrizione:Maurice e Jasper Treherne sono due cugini di buona famiglia che condividono piaceri e avventure della giovinezza. Un giorno Maurice salva Jasper dall'annegamento, riportando gravi ferite che lo costringono sulla sedia a rotelle. Inoltre viene diseredato per motivi misteriosi dal facoltoso zio. Alla morte di costui, Maurice viene comunque accolto in casa con affetto e gratitudine per il suo nobile atto di altruismo. Grazie a questa convivenza, il giovane spera di poter un giorno conquistare l'amore di Octavia, sua cugina, la cui madre però ostacola l'unione, sperando in un matrimonio più favorevole per la bella figlia. Durante le vacanze di Natale la famiglia e alcuni amici - incluso un potenziale pretendente di Octavia - si ritrovano per i festeggiamenti. Maurice sembra aver ormai perso ogni speranza, ma le cose prenderanno una piega inaspettata grazie all'apparizione del fantasma del vecchio abate che viveva nella villa quando era ancora un'abbazia. In questo romanzo breve, scritto con lo pseudonimo di A.M. Barnard, ritroviamo le presenze fantasmatiche di Charles Dickens e gli amori difficili di Jane Austen, immersi in una delicata atmosfera natalizia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' ospite di Natale. Racconti sotto l'albero"
Editore: Elliot
Autore:
Pagine: 112
Ean: 9788869936678
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Il Natale come noi lo conosciamo deve moltissimo alla letteratura e lo stesso Babbo Natale compare per la prima volta in una poesia del 1823. Poesie, canzoni, racconti, romanzi: al di là dei suoi risvolti più commerciali dell'epoca contemporanea, questa festività era prima di tutto il periodo del racconto, del raccoglimento e della narrazione familiare. In questa raccolta sono riuniti i testi di alcuni dei maggiori scrittori e scrittrici: "L'ospite di Natale" di Selma Lagerlöf, "Tempeste di Natale e sole splendente" di Elizabeth Gaskell, "Christmas Jenny" di Mary E. Wilkins Freeman, "L'ingiunzione di Natale" di O. Henry, "Storia di Nessuno" di Charles Dickens e a conclusione "Un sermone di Natale" di R.L. Stevenson.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il primo amore & altri racconti inediti"
Editore: Ares Edizioni
Autore: Cechov Anton
Pagine: 280
Ean: 9788881558087
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Con i suoi personaggi radicalmente soli e perennemente sotto scacco Anton Cechov (1860-1904) ha raccontato in modo profetico la crisi esistenziale della modernità. La fama universale dei suoi racconti è basata sulla monumentale edizione di Adol'f Marks, a cui il maestro russo iniziò a dedicarsi nel 1899, all'apice del suo successo. Nella febbrile attività di riscrittura, tuttavia, Cechov cambiò in modo anche sostanziale l'impianto dei suoi racconti brevi che, nella versione originale, descrivevano più minuziosamente i tic della Russia patriarcale, erano ricchi di note ironiche e, soprattutto, si mostravano più aperti alla dimensione della speranza. Così, la prima versione di quei racconti, che non erano certo dei semplici «cartoni preparatori», venne di fatto esclusa dal canone dell'opera cechoviana. Ora, con Il primo amore e altri racconti, frutto dell'appassionato e scrupoloso lavoro di Giuseppe Ghini sulle riviste russe di fine Ottocento, possiamo tornare a conoscere il volto umoristico, brillante e tuttavia partecipe del giovane Cechov, così diverso da quello spietatamente malinconico degli ultimi anni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Non-combatants and others. I non combattenti (e gli altri)"
Editore: Edizioni Scientifiche Italiane
Autore: Macaulay Rose
Pagine: 470
Ean: 9788849537253
Prezzo: € 36.00

Descrizione:«Non-Combatants and Others» (1916), ambientato nei primi anni della Grande Guerra, è il romanzo pacifista della scrittrice inglese Rose Macaulay nel quale l'Autrice esprime il proprio rifiuto della guerra attraverso il personaggio di Alix, una giovane studentessa d'arte la cui storia privata s'intreccia con le sorti del primo conflitto mondiale e con le vite dei «non combattenti», i civili che in patria partecipano in modi diversi alle vicende belliche. Tra questi, le donne: quelle che con il lavoro di volontarie incarnano la risposta dell'Inghilterra al richiamo patriottico; le altre che, indifferenti alla guerra, conducono la vita di sempre; e Alix, che oscilla tra l'aspirazione di essere sul campo di battaglia accanto agli uomini e il desiderio, alla fine vincente, di opporsi alla guerra.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il naso"
Editore: 13Lab (Milano)
Autore: Gogol' Nikolaj
Pagine: 121
Ean: 9788899633257
Prezzo: € 10.00

Descrizione:A San Pietroburgo, il 25 marzo di un anno imprecisato, il barbiere Ivan Jakovlèvi? trova un naso umano in una pagnotta. Se ne vuole disfare e lo getta nella acque del fiume Neva. Il maggiore Kovalèv si sveglia e non trova più il suo naso. Esce da casa e lo vede - lo stesso naso del barbiere - antropomorfizzato! L'avvicina, gli parla. Il naso gli gira le spalle e se ne va. Kovalèv raggiunge un giornale per pubblicare un annuncio. Non ci riesce e si reca dal commissario del quartiere. Non ne cava nulla anche qua. Rincasa e, mentre riflette, arriva un poliziotto che gli porge il suo naso. L'hanno ritrovato! Sì, ma è impossibile riattaccarlo. Intanto, la notizia del naso si è diffusa per l'intera città. Siamo ormai arrivati al 7 aprile e riuscirà mai il nostro Kovalèv a rivedere in uno specchio il proprio organo dell'olfatto?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lo zio Peter"
Editore: Passigli
Autore: Gaskell Elizabeth
Pagine: 74
Ean: 9788836816279
Prezzo: € 8.00

Descrizione:"Lo zio Peter", pubblicato per la prima volta sul «Fraser's Magazine» nel 1853, è costruito intorno a una vicenda d'amore che mette a dura prova i due giovani innamorati: quando infatti il borghese benestante Charles Merton decide di sposare l'aristocratica Lady Helen, va incontro alla fiera opposizione dello zio - al quale Charles deve tutto - che è fermamente convinto che il matrimonio tra un borghese e un'aristocratica possa portare solo problemi e dispiaceri. Come sempre nella scrittura della Gaskell, la storia di questo amore contrastato si contraddistingue per la grande finezza nella trattazione dei personaggi, primo fra tutti proprio lo zio Peter del titolo, in preda ai propri conflitti interiori, tra ferrei pregiudizi e paura della solitudine. Ma oltre alla viva realtà di questi personaggi, il racconto delinea con grande efficacia il conflitto, nell'Inghilterra di metà Ottocento, tra aristocrazia e borghesia, nella fase dell'ascesa e affermazione di questa nuova classe di imprenditori e commercianti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La Madonna col cappotto di pelliccia"
Editore: Scritturapura Casa Editrice
Autore: Ali Sabahattin
Pagine: 160
Ean: 9788897924586
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Un ragazzo turco nella Berlino sospesa tra le due guerre mondiali. Un giorno si innamora perdutamente della donna ritratta in un quadro. Il romanzo simbolo della letteratura turca, pubblicato in 55 Paesi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Anima di guerriero"
Editore: Passigli
Autore: Conrad Joseph
Pagine: 115
Ean: 9788836816446
Prezzo: € 9.50

Descrizione:Apparsi postumi a cura di Cunninghame Graham, un amico di Conrad, i tre racconti qui riuniti sotto il titolo di uno di essi, "Anima di guerriero", appartengono alla fase più matura dell'arte del grande narratore. Come ha scritto Margherita Guidacci, che ne ha curato la traduzione, il tema che li accomuna «è dato dalla tensione accumulata intorno a un individuo da circostanze eccezionali ed esasperate, dalla sua reazione spesso imprevista, istintiva e tragica, e dal segno indelebile che gliene rimane. Per Tomassov di "Anima di guerriero", la prova è l'incontro con De Castel; per "Il principe Romano" è la sua situazione personale e quella della sua patria; per il Comandante del "Racconto", l'incontro con il misterioso e sospetto capitano neutrale». E se è vero che il racconto Anima di guerriero non è immune da un certo gusto melodrammatico - che invece non arriva a contagiare gli altri due -, è altrettanto vero che anche in questo caso ci troviamo di fronte a un piccolo gioiello narrativo. Citando ancora la traduttrice: «Guardate la potenza di certe descrizioni: i due eserciti, quello russo e quello francese, che si cercano e sfuggono vicendevolmente, stremati sull'immensa distesa nevosa durante la ritirata napoleonica; la tensione estrema di certi passaggi; la quiete solenne e sinistra dell'ultimo quadro rimasto nella memoria del narratore: Tomassov inginocchiato nella spettrale alba d'inverno accanto all'uomo da lui ucciso. Siamo di fronte ad esempi fra i più superbi dell'efficacia narrativa di Conrad».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un cuore debole"
Editore: Passigli
Autore: Dostoevskij Fëdor
Pagine: 77
Ean: 9788836816491
Prezzo: € 8.00

Descrizione:Il racconto "Un cuore debole" apparve per la prima volta sulla rivista «Otecestvennje zapiski» nel febbraio 1848 e fa dunque parte della produzione giovanile di Fëdor Dostoevskij (1821-1881), in quegli anni fortemente attratto dagli ideali del socialismo utopistico. Tuttavia, come ha scritto Maria Bianca Luporini, «rispetto a tutti gli altri racconti 'umanitari' di Dostoevskij la novità, colta con grande finezza psicologica, consiste nel fatto che a scatenare la fissazione melanconica, e poi la pazzia del protagonista, non è un avvenimento drammatico..., bensì una felicità troppo grande». E in ciò il personaggio di Vasja Sumkòv, una delle più perfette creazioni di Dostoevskij, va a collegarsi idealmente al personaggio di Nastasja Filìppovna, che ne "L'idiota", vent'anni più tardi, affronterà un analogo destino, dopo l'arrivo, la conoscenza e la proposta di matrimonio del principe Mygkin.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cuore doppio"
Editore: Robin
Autore: Schwob Marcel
Pagine: 200
Ean: 9788872743577
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Marcel Schwob (1867-1905) fu nella sua breve esistenza un protagonista della scena letteraria parigina, tra i martedì di Mallarmé e gli inizi del «Mercure de France», che frequentò assiduamente, stringendo relazioni con molti scrittori, con Jarry e Valery che gli dedicarono le loro prime opere, con Gide, Renard, Colette, Oscar Wilde. Erudito, filologo, è autore di studi sull'argot, su François Villon nella banda criminale dei Coquillards, sulla leggenda di Amleto. Nell'arco di otto anni, tra il 1891 e il 1897, scrisse tutti i suoi racconti - leggende, favole, fantasie - ispirati al meraviglioso nei più diversi registri: dall'avventura all'orrore, al sogno, all'immaginazione surreale, al comico e alla follia, dove porta in scena emarginati, mendicanti, banditi, prostitute, eretici, sempre guidato dall'idea che l'uomo è diviso in due e che il suo "cuore doppio" deve percorrere un lungo cammino per approdare dal terrore alla pietà. La prima raccolta, "Coeur double", uscì nel 1891, e viene qui presentata nella sua prima versione integrale, dopo l'ampia selezione pubblicata da Kami nel 2005.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La vita e le avventure di Alexander Selkirk, il vero Robinson Crusoe-L'avventuroso Tom Starboard"
Editore: Edizioni Efesto
Autore: Howell John, Towers Isabella J.
Pagine: 200
Ean: 9788833810485
Prezzo: € 16.50

Descrizione:Alexander Selkirk, l'uomo che ha ispirato Robinson Crusoe, e Tom Starboard, personaggio inventato dalla scrittrice Isabella J.Towers, sono i protagonisti di questa doppia avventura sudamericana, che ha appassionato generazioni di lettori britannici e statunitensi. La sopravvivenza di Selkirk sull'isola e le avventure di Starboard, per tutto il Sudamerica, ci riportano all'epoca d'oro della borghesia eroica. Anche John Howell, l'autore della monografia su Selkirk, era a suo modo un eroe di tal fatta: inventore e avventuriero fallito, fece della celebrazione altrui il proprio riscatto personale. Perché non importa in quali disavventure potrai trovarti: saranno i tuoi valori, se solidi, a condurti alla salvezza. Questa certezza da self-made man è oggi in crisi, ma ha indubbiamente segnato le epoche più recenti. Tutto ebbe inizio con Selkirk, nel XVII secolo... Il libro riprende fedelmente l'edizione originale, arricchendola con le prefazioni di Orazio Longo (dedicata a Selkirk) e di Carmine Mastroianni (per quanto riguarda Starboard). L'originale testo inglese è riportato in appendice.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Racconti prima della mezzanotte"
Editore: Elliot
Autore: Benét Stephen Vincent
Pagine: 224
Ean: 9788869936067
Prezzo: € 17.50

Descrizione:Stephen Vincent Benét fu un fine poeta due volte insignito del premio Pulitzer e un narratore di storie popolari, e in entrambe le manifestazioni della sua arte seppe narrare l'America in tutta la sua complessità, con i suoi paesaggi sconfinati, i dialetti e le località sperdute in un paese immenso. Questa capacità, che ebbe molti ammiratori tra cui Philip Roth, si ritrova intatta in "Racconti prima della mezzanotte". Medici di campagna impavidi anche di fronte alla morte, storie di frontiera dal punto di vista di un ebreo americano, leprecauni e molti altri tipi umani reali e immaginari, in una raccolta pubblicata nel 1939.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La casa di campagna"
Editore: Elliot
Autore: Galsworthy John
Pagine: 240
Ean: 9788869936494
Prezzo: € 18.50

Descrizione:In questo romanzo, pubblicato per la prima volta nel 1907, John Galsworthy ha saputo condensare al meglio i tratti caratteristici che hanno fatto la fortuna della più nota Saga dei Forsyte. "La casa di campagna" presenta un magistrale ritratto dell'alta società dei proprietari terrieri e con il suo stile arguto e insieme ironico racconta l'amore sconveniente che George Pendyce nutre per Helen Bellew, separata dal marito ma non ancora divorziata. Una lunga lista di complicazioni e fraintendimenti metterà a serio rischio il loro rapporto, fino al fondamentale intervento della madre di George, divisa tra l'amore materno e la volontà di mantenere alta la reputazione del figlio. Con "La casa di campagna", prosegue la riscoperta del grande narratore John Galsworthy, premio Nobel per la letteratura nel 1932.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU