Libreria cattolica

Libri - Letteratura Dal 1800 Al 1900



Titolo: "La responsabilità del nuovo. Saggio sulla poesia di Victor Hugo prima dell'esilio"
Editore: ETS
Autore: Pellegrini Luciano
Pagine: 200
Ean: 9788846752338
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Victor Hugo fu un poeta? Decenni di diffidenza verso la poesia romantica hanno fatto dimenticare che non solo Hugo fu un poeta, ma fu soprattutto poeta, reputato a lungo il primo fra tutti, colui che ha condizionato tutta la poesia dell'Ottocento. Questo libro esamina una parte consistente della sua abbondante poesia: il cosiddetto periodo «prima dell'esilio» (1815-1840). La prima ambizione del libro è infatti di storia letteraria. Non s'intende solo ricordare l'importanza della poesia di Hugo, ma lo si fa studiandone una fase meno valorizzata perfino dagli specialisti. Rileggere il «primo» Hugo significa infatti riaprire la questione della modernità poetica, che da decenni è posta sotto il segno di Baudelaire, e viene qui riportata alla svolta romantica. L'ulteriore ambizione del saggio è interpretativa. Esso propone una chiave di lettura utile a interpretare una serie di temi e immagini ricorrenti, ma anche i principi del linguaggio che Hugo inaugura. Tutto viene così ricondotto a una sola, multiforme e reversibile opposizione fra l'Alto e il Basso, la quale rimanda alle grandi questioni che muovono il mondo uscito dall'89, quali la legittimità di individui e istituzioni, l'esercizio dell'autorità, il diritto alla rivoluzione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antologia dei poeti catalani contemporanei (1845-1925)"
Editore: Storia e Letteratura
Autore:
Pagine: 320
Ean: 9788893591485
Prezzo: € 32.00

Descrizione:A Cesare Giardini (1893-1970) studioso, narratore e traduttore si deve molto, non ultimo il fatto di aver portato in Italia, con il titolo "Gatsby il Magnifico", il capolavoro di Fitzgerald. La curatela di questa "Antologia dei poeti catalani contemporanei" ha, tuttavia, il valore di un'azione politica necessaria: quando viene data alle stampe, nel 1926, il dittatore Primo de Rivera ha appena soppresso l'autonomia amministrativa delle province catalane e proibito l'uso del catalano nell'istruzione e nella vita pubblica. La selezione poetica di Giardini propone così un percorso che, dalla metà dell'Ottocento agli inizi del Ventesimo secolo, pone in evidenza il tentativo storico di rivendicazione dell'identità catalana contro la volontà accentratrice prima della Corona, poi delle dittature spagnole novecentesche.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il piacere del male. Le rappresentazioni letterarie di un'antinomia morale (1500-2000)"
Editore: Pacini Editore
Autore:
Pagine: 1424
Ean: 9788869954153
Prezzo: € 55.00

Descrizione:"In tutte le letterature occidentali, com'è ben noto, ritroviamo sin dalle più antiche origini la rappresentazione, in modi e forme diverse, della relazione tra vizi e virtù, tra bene e male, tra giustizia e ingiustizia, etc. Queste antitesi morali e assiologiche raramente assumono nei testi letterari - sin dalla tentazione nella Genesi biblica e nei rischi di perdizione dell'Ulisse omerico (le sirene, Nausicaa, Circe) - una configurazione così manichea che separi radicalmente il bene dal male. Essi si presentano piuttosto in differenti formazioni di compromesso che è valsa la pena di indagare sia in senso diacronico, sia nella loro relazione con la gerarchia degli stili e la divisione storica dei generi letterari. (dalla prefazione di Paolo Amalfitano)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Frances Elliot and Italy. Writing travel, writing the self"
Editore: Mimesis
Autore: Antosa Silvia
Pagine: 153
Ean: 9788857548135
Prezzo: € 14.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lady Frankenstein e l'orrenda progenie"
Editore: Iacobellieditore
Autore:
Pagine: 178
Ean: 9788862524131
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Chi non conosce Frankenstein? Dalla letteratura all'immaqinario popolare, è l'icona del mostruoso, antenato di cyborg e replicanti, "manufatto in pelle" che spaventa e sconcerta in tutte le sue versioni. Mostruoso lo scienziato che sfida le leggi divine e mostruosa la sua creatura portatrice di una alterità intollerabile. Entrambi hanno dato vita a una "orrenda progenie" che in tempi di accesi dibattiti sulla maternità e la nascita appaiono oggi sotto una nuova luce. A due secoli dalla pubblicazione dello straordinario romanzo di Mary Shelley, il volume mette a fuoco la figura della giovane donna geniale che ha dato vita a uno dei più visionari, anticipatori, longevi e prolifici personaggi della storia della letteratura.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vita di Oscar Wilde attraverso le lettere"
Editore: Lindau Edizioni
Autore:
Pagine: 656
Ean: 9788867089321
Prezzo: € 32.00

Descrizione:Raffinato cantore del decadentismo, dandy impareggiabile, umanista finissimo, autore di successo, spirito libero e anticonformista, Oscar Wilde è al centro di un'infinita bibliografia, ma non vi è fonte migliore per ricostruirne e ripercorrerne l'intensa vicenda umana della sua ricchissima corrispondenza. Nelle lettere contenute in questo volume, sapientemente selezionate da Masolino d'Amico, vediamo Wilde impegnato con letterati e artisti, nel lavoro, nelle amicizie, nella difesa dei suoi libri e nella critica al perbenismo della società vittoriana e al suo moralismo filisteo; nei rapporti con l'amatissima madre e nella tormentata relazione con Alfred Douglas; nei giorni del successo, quando era conteso dai salotti della buona società inglese e americana, e in quelli del processo e della prigionia; e, infine, nel malinconico «dopo», quando, povero e rassegnato a lasciare la ribalta, non perse tuttavia la voglia di vivere e di confessarsi. "Vita di Oscar Wilde attraverso le lettere" ci restituisce un ritratto davvero a tutto tondo, che dell'originale conserva ombre e sfumature, ricreando il fascino dell'abile conversatore e del narratore raffinato, la forza di una mente originale e trasgressiva e la tenerezza di un uomo di grande sensibilità e privo di malizia, che nella vita, come egli stesso ebbe a dire, mise tutto il suo genio, riservando alle opere solo il proprio talento.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Nel cuore di Jane ri-leggendo Persuasion"
Editore: Liguori
Autore: Battaglia Beatrice
Pagine: 87
Ean: 9788820767617
Prezzo: € 15.49

Descrizione:Eros e passione in Jane Austen? Sì, anche l'ultimo pezzo della maschera vittoriana della scrittrice si sgretola con questo saggio "Nel cuore di Jane ri-leggendo 'Persuasion'". Guidata dalle voci critiche e poetiche di Reginald Farrar, Virginia Woolf. Edmund Blunden, Harold Bloom, l'analisi testuale della nota studiosa austeniana ci mostra non semplicemente che "Jane Austen aveva amato e che non aveva più paura di dirlo", ma che Jane Austen continuava ad amare; ed è in questa viva presenza di Eros la ragione della grandezza della sua arte.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dostoevskij"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Divo Barsotti
Pagine: 264
Ean: 9788892215108
Prezzo: € 18.00

Descrizione:''Dostoevskij non è semplicemente uno scrittore, sia pur grande, egli è un profeta. Per lui mi ha parlato Dio. L'ho riconosciuto nel tormento di Raskol'nikov dopo il delitto; nella pietà e nella forza di Sonja. Mi ha disturbato ne L'idiota la fi gura del principe perché mi sembrava voler sostituire il Cristo; ma l'ho amato nell'umiltà e nella dolcezza di Sonja de L'adolescente, nella luminosa bellezza di Makar, l'ho sentito presente nell'umiltà di Tichon ma anche nell'orrore della morte di Kirillov e nella condanna di Stavrògin, fi nalmente l'ho veduto nello staretz Zosima e in Aljò?a. Sempre Dio era presente. La sua presenza dava un senso agli avvenimenti, dava un nome a ogni uomo''. Divo Barsotti

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Renzo, Lucia e io. Perché, per me, «I promessi sposi» è un romanzo meraviglioso"
Editore: ADD Editore
Autore: Fois Marcello
Pagine: 160
Ean: 9788867831968
Prezzo: € 13.00

Descrizione:"Leggere un classico è come visitare i sotterranei di una città. In superficie, alla luce del sole, si stratifica il mutamento, ma lì sotto, si può individuare l'articolazione delle fondamenta, affascinanti, labirintiche, come le sinopie sotto gli affreschi." Questo libro è un percorso nei sotterranei dei "Promessi sposi", e Fois la guida che ci conduce a scoprire un sorprendente sistema di vasi comunicanti tra letteratura, pittura, musica e cinema. Cosa lega Renzo a Ulisse, Lucia a Elena di Troia, la peste che si porta via la piccola Cecilia alla bimba con il cappotto rosso di "Schindler's list"? E cosa c'entra la contorsione del Laocoonte con don Abbondio? Nessuno stupore se ci si imbatte in Rossella O'Hara che dialoga con Federigo degli Alberighi e don Rodrigo; o se si scopre che Renzo e Lucia sono i cugini del Nord dei personaggi della Terra trema di Visconti... Fois svela l'ambizione di Manzoni, ma anche la ricchezza di un capolavoro che non teme il tempo, i programmi scolastici, gli insegnanti annoiati e i lettori pigri.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sette anni di sodalizio con Giacomo Leopardi"
Editore: Mursia (Gruppo Editoriale)
Autore: Ranieri Antonio
Pagine: 150
Ean: 9788842559665
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Libro controverso il Sodalizio dello scrittore napoletano Antonio Ranieri. Pubblicato nel 1880, non piacque né ai critici, né agli appassionati lettori di poesia leopardiana. Vi si narrano i sette anni di convivenza (dal 1830 al 1837) dei due amici, trascorsi tra Firenze, Roma e quindi Napoli, ultima tappa, anche metaforica, del viaggio leopardiano: il poeta si spense infatti il 14 giugno 1837 in una villa alle falde del Vesuvio, ora «Villa delle Ginestre» a Torre del Greco. La narrazione biografico-romanzesca corre tra dichiarazioni di amicizia perenne, viaggi e ricongiungimenti familiari, peregrinazioni in cerca di una salute (quella del Leopardi) sempre più cagionevole, i cui effetti hanno la funzione di ridurre il «genio» alla dimensione del quotidiano. Ben altrimenti si riconosce la presenza leopardiana nel primo romanzo del Ranieri, Ginevra o l'Orfana della Nunziata, pubblicato nel 1839, ma scritto durante la convivenza con il poeta. Qui sta tutto il pensiero filosofico leopardiano, di cui Ginevra è la banditrice convinta. Un romanzo provocatorio (costò qualche giorno di prigionia al suo autore) come furono, a quei tempi, la vita e la poesia del Leopardi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Come leggere «Emma»"
Editore: Solfanelli
Autore: Antinucci Raffaella
Pagine: 208
Ean: 9788833050669
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Uno dei capolavori della letteratura mondiale, Emma (1816) non si sottrae a nuove letture sia nella sua veste di classico sia perché segna un'importante svolta nella tradizione romanzesca, riscattandola dal pregiudizio morale ed estetico con cui era guardata all'inizio dell'Ottocento. Quasi privo di un intreccio che possa dirsi tale ma lodato per il suo realismo, il romanzo coraggiosamente postula una lettura ripetuta in cui l'universo semantico è svelato al lettore per gradi, in un crescendo interpretativo sempre più complesso. Nella sua attività di match-maker, Emma Woodhouse, al pari della sua creatrice, è una tessitrice di mondi e di storie che tuttavia, alla verifica dei fatti, si riveleranno illusorie e fallaci. Coinvolgendo il lettore in una sfida ermeneutica stimolata da un continuo esercizio di creativa fallibilità sottratto all'usura del tempo, l'eroina eponima prefigura un ritratto autoironico della stessa Jane Austen.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Festival Shelley"
Editore: Cinquemarzo
Autore: Guidi Luca, Palagi Rebecca
Pagine:
Ean: 9788869708220
Prezzo: € 70000.00

Descrizione:Il festival Italiano dedicato a Percy e a Mary Shelley.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Emilio Salgari. Una mitologia moderna tra letteratura, politica, società"
Editore: Olschki
Autore: Lawson Lucas Ann
Pagine: X-506
Ean: 9788822265555
Prezzo: € 35.00

Descrizione:Quest'opera, in quattro volumi illustrati, racconta la fortuna di Emilio Salgari, cercando di demitologizzare un fenomeno culturale straordinario (1883-2012). Nel secondo volume viene esaminato il «caso Salgari», la campagna velenosa e antisemita in cui alcuni scrittori volevano ribattezzare come «prefascista» l'autore di avventure. Si diffusero inoltre molti romanzi fasulli, creati da scrittori fantasma ma firmati da Salgari. In compenso ci fu l'affetto sincero di giovani intellettuali quali Gramsci e Pavese.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' eredità dell'Ottocento"
Editore: Storia e Letteratura
Autore: Mignosi Pietro
Pagine: 144
Ean: 9788893591706
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Inquieto intellettuale cattolico siciliano, il poeta e critico Pietro Mignosi (1895-1937) elaborò una teoria dell'arte come rivelazione del divino e criticò l'estetica di Croce. Aderì al Partito popolare di Sturzo, dopo aver inizialmente sperato nel fascismo e nell'idealismo gentiliano, che contrastò poi da posizioni neotomiste. Collaborò nel 1925 con «La Rivoluzione Liberale» e «Il Baretti», e, più intensamente, con «Conscientia» di Giuseppe Gangale. Nelle pagine di "L'eredità dell'Ottocento" ripercorre le maggiori figure della letteratura italiana da Leopardi a Manzoni e Verga, da Carducci a Pascoli e D'Annunzio, cercando la cifra religiosa dell'«Ottocento immortale» che è ai suoi occhi l'anima del Risorgimento.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Carlo Porta"
Editore: Jaca Book
Autore: Gioanola Elio
Pagine: 347
Ean: 9788816414686
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Purtroppo i dialetti stanno scomparendo, travolti dall’italiano televisivo e a me, nato dialettale, sembra una perdita molto grave. Per questo ho deciso di tradurre Carlo Porta, col desiderio di rendere in qualche modo leggibile questo poeta anche a chi non è più in grado di gustarne direttamente le invenzioni. La sua poesia rappresenta una delle acquisizioni più alte della letteratura italiana, degna di reggere il confronto con le maggiori conquiste della nostra tradizione. Di qui l’impresa di rendere in versi endecasillabi il testo portiano che, come in tutti i dialetti, è più breve dell’italiano, senza danneggiarlo ulteriormente. Il lavoro della resa testuale in italiano è preceduto da un’ampia e molto articolata introduzione critica, che mira a un’interpretazione globale della poesia portiana, intesa appunto come uno dei capolavori assoluti della letteratura dell’Italia preunitaria.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Materia medica dei «Promessi sposi». Opera scherzosa"
Editore: Salus Infirmorum
Autore: Casanica Michela, Naselli Laura
Pagine: 88
Ean: 9788866730460
Prezzo: € 14.90

Descrizione:La "Materia Medica dei Promessi sposi" ha due grandi pregi: è un testo capace di incarnare e raffigurare con estrema accuratezza e un pizzico di brio sia i protagonisti dell'omonimo testo del Manzoni sia i rimedi omeopatici che, quasi per gioco, sono stati a loro accostati dall'autrice. La vena artistica "seria e scherzosa" della dr.ssa Michela Casanica ha illustrato, secondo una visione personale e istintiva, i personaggi de "Promessi sposi", dando loro vita e colore. La dr.ssa Laura Naselli ha invece dato loro un'identità, riuscendo a ricavare dalle pagine di una delle più belle opere di letteratura italiana l'aspetto fisico e lo schema comportamentale dei personaggi. "Personaggi" così ben straordinariamente caratterizzati dal Manzoni da risultare "persone" vere, tanto da poter accostare loro un rimedio omeopatico tratto dallo studio della materia medica, anch'essa straordinariamente viva.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La letteratura e il male"
Editore: SE
Autore: Bataille Georges
Pagine: 200
Ean: 9788867233762
Prezzo: € 22.00

Descrizione:In questa raccolta di saggi dedicati a otto grandi scrittori (Emily Brontè, Baudelaire, Michelet, Blake, Sade, Proust, Kafka e Genet), il celebre autore de "L'erotismo" offre una nuova, originale meditazione sulla letteratura. Nella visione di Bataille, le definizioni acquisite del Male e del Bene vengono capovolte: accedere al Male e contestare il Bene è la condizione stessa della libertà. Secondo Bataille, infatti, il Male costituisce l'antitesi di tutto ciò che viene accettato convenzionalmente come Bene: l'uomo si distingue dagli animali perché rispetta una serie di divieti; ma tali divieti sono ambigui, e dunque l'uomo deve violarli, poiché la loro trasgressione è un atto di coraggio in cui egli si realizza. L'espressione più acuta, e al tempo stesso più consapevole, di questa trasgressione è rappresentata, secondo lo scrittore francese, dalla letteratura. La letteratura autentica è sempre " prometeica", perché mette in discussione le norme delle convenzioni e i princìpi della prudenza: il vero scrittore è dunque colui che osa contravvenire alle leggi fondamentali della società ed è cosciente di essere "colpevole": sicché per lui il peccato e la condanna non sono l'occasione forzata del pentimento, ma il culmine della sua realizzazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Milano dalle Cinque Giornate all'Unità (1848-1861). Erudizione e cultura letteraria"
Editore: Bulzoni
Autore:
Pagine: 304
Ean: 9788868971021
Prezzo: € 28.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Del romanticismo italiano. Rispetto alle lettere, alla religione, alla politica e alla morale"
Editore: Solfanelli
Autore: Bresciani Antonio
Pagine: 88
Ean: 9788833050638
Prezzo: € 9.00

Descrizione:Padre Bresciani contro Giuseppe Mazzini: in opposizione agli articoli fervidamente romantici che il radicale genovese aveva redatto nei primi anni Trenta dell'Ottocento Indicatori e sull'Antologia, padre Bresciani fece leggere nell'Accademia dell'Università i suoi articoli sul romanticismo italiano, pubblicati solo nel 1839, intesi a dimostrare che il romanticismo «non è naturale in se stesso», che «non è naturale al gusto italiano», che «è dannoso alla religione cristiana, alla buona politica e alla morale». Si tratta di una condanna totale e senza remissione, tanto in campo letterario quanto nei risvolti politici e morali, della cultura romantica o, per essere più precisi, della peggiore poetica romantica. Bresciani, che fu peraltro un notevole prosatore del periodo "romantico", nonché uno studioso della lingua italiana (si pensi al suo Saggio di alcune voci toscane d'arti mestieri e cose domestiche, nato per preservare dalla scomparsa alcuni vocaboli), difende in questo testo la cultura italica tradizionale contro l'invasione del gusto esterofilo del più vieto romanticismo con uno stile "teatrale" che rende il testo godibile e molto scorrevole.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La prosa parlata. Percorsi linguistici nell'opera di Edmondo De Amicis"
Editore: Franco Angeli
Autore: Grassano Matteo
Pagine: 312
Ean: 9788891752420
Prezzo: € 37.00

Descrizione:Inviato speciale, educatore popolare, militante socialista, Edmondo De Amicis fu autore di una vasta produzione e figura centrale nel panorama letterario italiano del secondo Ottocento. Matteo Grassano, che in questi anni ha dedicato allo scrittore numerosi saggi in riviste e volumi, propone in questo libro una lettura critica di alcuni degli scritti deamicisiani più significativi, dalle giovanili "Lettere dalla Spagna" alle opere scolastiche, da Sull'Oceano al postumo Primo maggio, da Pagine sparse all'Idioma gentile: è un percorso che permette al lettore, attraverso l'analisi dei testi e lo studio dei manoscritti, di seguire l'evoluzione di una lunga esperienza di scrittura, rintracciando nella lingua la chiave per comprenderne alcuni aspetti. Ammiratore di Alessandro Manzoni e sensibile alla problematica dell'unificazione linguistica, De Amicis contribuì al rinnovamento della prosa italiana, grazie all'elaborazione di una lingua moderna, semplice e "parlata", capace di rispondere magistralmente alle nuove esigenze di educazione e di comunicazione dello Stato unitario.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Di un uomo"
Editore: La Scuola
Autore: Graziano Tarantini
Pagine: 128
Ean: 9788826500485
Prezzo: € 11.00

Descrizione:Leopardi, Dostoevskij e Pasolini sono autori che non hanno cercato scorciatoie. Vivere senza preconcetti è stata la loro ragione per sentirsi uomini. Sono autori, parafrasando Vittorio Sermonti, che ci possono aiutare a sopportarci come esseri umani. Questo libro è una testimonianza e un invito alla lettura. I libri sono un dono prezioso, hanno la capacità di farci ascoltare personaggi, vissuti anche in epoche a noi remote, che hanno qualcosa da dirci su ciò che resta immutabile nel tempo. Come lo sono le domande sul senso della vita e della morte. Con il nostro desiderio innato di verità e di bellezza. Non sono oggetti che ci isolano dal mondo, come a volte si pensa, ma uno stimolo alla creatività e alla ricerca.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Edgar Allan Poe. La camera pentagonale. Tutto Poe"
Editore: Odoya
Autore: Pezzini Franco
Pagine: 477
Ean: 9788862884563
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Edgar Allan Poe è un autore notissimo, continuamente ristampato e letto persino nelle scuole. Eppure questa conoscenza sfuma spesso nel luogo comune: le sue raccolte sono in genere ordinate secondo i gusti dei curatori ed è quasi impossibile per il lettore cogliere il senso di un'evoluzione. Le sue donne spettrali e il suo orizzonte dolente vengono spesso ricondotti a struggimenti per la morte di tisi della moglie bambina (idea che un semplice controllo delle date basterebbe a confutare) e spesso si ignora che la pubblicazione dei racconti su riviste li ha visti trasformarsi anche profondamente. Per non parlare della caricatura di Poe in caso clinico, quando invece le sue opere presentano un controllatissimo, lucido lavoro letterario. In più, gran parte di ammiccamenti e sottotesti (spesso all'attualità del suo tempo) resta sfuggente al lettore odierno. Di qui la scelta di presentare un itinerario nel corpus dei suoi scritti: a partire, in questo volume, dalle prove giovanili che, attraverso gioielli di poesia e di prosa e l'esperienza dell'unico romanzo Gordon Pym, culminano nel primo dei suoi capolavori, "Ligeia" (1838).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Maschere grottesche. L'informe e il deforme nella letteratura dell'Ottocento"
Editore: Donzelli
Autore: Pietrantonio Vanessa
Pagine: 225
Ean: 9788868437695
Prezzo: € 25.00

Descrizione:«Nel pensiero dei moderni, il grottesco - scrive Victor Hugo nella Prefazione al suo Cromwell - ha una parte immensa. E dovunque: da un lato crea il deforme e l'orribile; dall'altro il comico e il buffonesco». Partendo dalla lettura di questo testo, il libro studia le metamorfosi della rappresentazione grottesca nella letteratura europea, e non solo, alla luce del trauma irreversibile provocato dalla Rivoluzione francese. Con la presa della Bastiglia si assiste a uno scatenamento irrefrenabile di forze distruttive che attaccano e uccidono ogni presunto colpevole, reale o fantasmatico che sia, il più delle volte prodotto da un'immaginazione sovraeccitata, come se i confini tra il possibile e l'impossibile fossero andati irrimediabilmente in frantumi. Dall'evento cruciale della decapitazione del re sotto la ghigliottina iniziano a diffondersi i germi dell'orrore che contagia, divora, deforma ogni cosa. Ed entra in scena il legame decisivo tra il sangue versato e la malattia, tra la violenza e l'aberrazione. L'attesa della morte, tanto reale quanto immaginaria, trascina la coscienza in un vortice di allucinazioni, sussulti visionari, deliri e incubi che dilatano la stabilità di ciascuna fisionomia psichica, estendendola verso direzioni sempre difformi rispetto alle norme codificate: grottesche, appunto. Proprio qui, in questo sottosuolo affollato di fantasmi e di lugubri oroscopi - perlustrato, intanto, dalla psichiatria di Esquirol e dei suoi successori - vengono a incrociarsi le traiettorie di alcuni tra i grandi protagonisti della narrativa ottocentesca: da Hoffmann a Poe, Nodier, Hugo, Balzac e Manzoni. Tutte traiettorie labirintiche, quanto le spirali tracciate da Piranesi nelle "Carceri": figurazione esemplare di questo tracollo delle forme, destinate ormai a convivere con la propria ombra negativa, dove il tragico si intreccia con il mostruoso.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il coraggio di essere idiota. La felicità secondo Dostoevskij"
Editore: Mondadori
Autore: Sibaldi Igor
Pagine: 192
Ean: 9788804686583
Prezzo: € 13.00

Descrizione:I grandi autori sono, da sempre, esperti della felicità: ogni romanzo memorabile racconta di qualcuno che prova a essere felice e che perciò comincia a vivere una storia straordinaria. Per i cercatori di felicità le convenzioni sociali, i doveri morali, le ambizioni di cui tanti si accontentano si trasformano in limiti da superare: il mondo intero diventa troppo stretto. Così è per il protagonista de L'idiota di Dostoevskij: un giovane principe che a tutti appare ingenuo, ma che in realtà vuole soltanto insegnare a non opporsi ai propri desideri più luminosi. Nulla è più rivoluzionario della felicità, secondo Dostoevskij. E nulla è più tenace della paura di conquistarla. Di questa paura, Dostoevskij indaga le cause più profonde e i modi per vincerla, scoprendo una nuova ottica secondo cui intendere l'evoluzione dell'umanità. Igor Sibaldi narra come avvenne questa ricerca, fin dove giunse e cosa occorre per proseguirla oggi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La svolta autobiografica. Infanzia e memoria nell'Ottocento italiano"
Editore: Cisu
Autore: Iuso Anna
Pagine: 240
Ean: 9788879756594
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Fra il Settecento e l'Ottocento cambia il modo di narrarsi. Non più autobiografie intellettuali o professionali alla terza persona, ma lunghe storie alla prima persona, il cui protagonista si racconta partendo dall'infanzia. Questo cambiamento si afferma e si diffonde lungo tutto il secolo: dai grandi autori si passa, man mano, ai borghesi, agli artigiani, agli operai. Cosa c'è dietro questo grande cambiamento? Perché a fine Ottocento anche il più incolto e anonimo degli scriventi si considera degno di fare della propria vita un libro? E perché per raccontarsi si considera sempre più indispensabile partire dall'infanzia e dai suoi sfuggenti ricordi? Questo libro indaga questo grande mutamento culturale. Percorrendo le vite di patrioti, letterati, scalpellini e vetrai mostra in che modo la pratica autobiografica ottocentesca sia il prodotto di una nuova concezione dell'individuo, della laicizzazione della nostra società, dello sviluppo delle scienze della psiche. E di come la più profonda intimità dell'uomo moderno si ripercorra attraverso mappe e piantine: ultime eredi delle arti della memoria, le autobiografie d'infanzia sono delle intime topografie dell'io.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU