Libreria cattolica

Libri - Letteratura Dal 1800 Al 1900



Titolo: "Mai più sola nel bosco. Dentro le fiabe dei Fratelli Grimm"
Editore: Marsilio
Autore: Vinci Simona
Pagine: 155
Ean: 9788829700158
Prezzo: € 12.00

Descrizione:C'è una fiaba in questo libro, e la fiaba racconta di una bambina e di una creatura misteriosa. La Creatura d'acqua scura che striscia nella soffitta è forse il fantasma di un uomo ucciso durante la Resistenza e il cui corpo è stato occultato nello stagno. La Creatura d'acqua scura somiglia - dal buio nel quale la bambina la incontra - al lupo che attende Cappuccetto Rosso, al ginepro che conserva vita e morte nei suoi rami, al fuso di Rosaspina bella addormentata nel bosco, alla mela avvelenata di Biancaneve. La Creatura d'acqua scura torna, come in una favola nera, ad avvertire, raccontare, raccordare la vita adulta e l'infanzia, le colpe e le assoluzioni, i morti propri e quelli degli altri, gli amici perduti e i luoghi ritrovati. Simona Vinci, raccoglitrice di erbe per l'arrosto, fichi per le conserve e storie per queste pagine, continua a dire della sua paura e della nostra, svelando perché abbiamo tutti vissuto nelle fiabe dei fratelli Grimm e come, qualche volta, torniamo a viverci. Un viaggio dentro e fuori "il gusto della paura" di una scrittrice italiana che, per sua stessa ammissione, talvolta vede ancora l'invisibile.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pirandello. Fotografia e altri pirandellismi"
Editore: Flaccovio Dario
Autore: Zangrilli Franco
Pagine: 256
Ean: 9788857908816
Prezzo: € 26.00

Descrizione:Nel presente volume si esaminano argomenti pirandelliani per lo più non affrontati dalla critica. Innanzitutto si analizza la funzione della fotografia nell'opera di Pirandello. Attraverso l'obiettivo della foto egli osserva i paradossi che immettono nella strada della verità e ogni volta sottolinea che il vero mistero del mondo è il visibile, non l'invisibile. La magia della sua penna illustra uno scrittore fotografo eclettico che rende la sua fotografia come un oggetto ricco di sfaccettature, come un puzzle di significati, di metafore e di simboli. Poi, con le sue indagini, si rileva un Pirandello che cammina simultaneamente dentro e fuori la tradizione del fantastico, conducendo un'operazione strategica molto postmoderna al fine di rompere con la tradizione, recuperando la tradizione, senza precludere quella dell'amato Edgar Allan Poe. Infine l'analisi comparata inedita su due scrittori, come Cesare Pavese ed Elio Vittorini, evidenzia come abbiano riscritto il loro originario pirandellismo, proveniente dall'essere stati ispirati dall'autore agrigentino. Se la fotografia è una versione del doppio, Pavese e Vittorini lo trovano nell'io del Pirandello scrittore, in lui si vedono e ritrovano parti che percepiscono proprie. Pirandello in molti aspetti è il loro specchio, come allo stesso modo è lo specchio dei centomila volti di se stesso. Pavese e Vittorini, come altri scrittori contemporanei, hanno uno sguardo pirandelliano che è sempre uno sguardo archeologico all'avanguardia, piegato a cogliere l'essere non solo come unità identitaria ma anche come frammentarietà di profili, e come essenza in balia di un'inarrestabile scomposizione- ricomposizione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Herman Melville. Racconto di un tipo strano"
Editore: Mimesis
Autore: Parisi Presicce Paolo
Pagine: 364
Ean: 9788857553580
Prezzo: € 28.00

Descrizione:L'autore del mitico Moby Dick sapeva più di quel che sapeva, e lo diceva in forma di racconto, come imparò affabulando durante i primi viaggi per nave. A volte taceva immobile, perso nella luce di un'estraneità soave e disarmante, altre era preso da un movimento continuo, come quando si lanciava al galoppo nel Berkshire o, come racconta il genero, cambiava continuamente di posto sul traghetto, al limite di una nevrosi gentile. Herman Melville incarnò il proprio tempo (1819-1891) tra viaggi e scenari esotici, svolte del destino, incontri magici, coincidenze, amicizie misteriose - celebre quella con lo scrittore Nathaniel Hawthorne - perdite e distacchi, difficoltà psichiche, audaci e ostinati progetti letterari e ripetuti fallimenti, fino al riconoscimento postumo, che ha segnato la sua definitiva consacrazione tra i classici. Tutto questo viene qui raccontato in una biografia dettagliata, rispettosa delle fonti e del metodo storiografico, ma capace di ripercorrere con sguardo partecipe e qualche libertà interpretativa la vita straordinaria e mutevole di un gigante della letteratura che segnò la via all'epos americano, attraversando con impenetrabile innocenza un secolo zeppo di eventi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Eretici"
Editore: Guerrino Leardini
Autore: Gilbert K. Chesterton
Pagine: 192
Ean: 9788898064021
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

"Collezione delle idee che Chesterton non voleva assolutamente avere in testa perchè ne aveva già altre che gli si sono palesate e che non vuole lasciare più." (Dall'introduzione di Marco Sermarini)



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quattro secoli di poesia. Antologia della poesia veneta dal 1500 al 1800"
Editore: CLEUP
Autore: Cabianca Alessandro
Pagine: 362
Ean: 9788854950511
Prezzo: € 23.00

Descrizione:Mancava fino ad oggi una antologia della poesia veneta dei secoli XVI-XIX che mettesse in luce, oltre ai poeti di area veneziana per i quali non mancano importanti antologie, gli sviluppi più significativi della poesia di questa area geografica e, in particolare, autori che raramente compaiono nella storia della letteratura italiana pur avendovi contribuito significativamente, o autori, pur noti o notissimi, come Goldoni o Da Ponte, la cui scrittura poetica è stata trascurata o dimenticata. Ne risulta un panorama ricco e variegato, connesso sia alla grande tradizione poetica italiana sia ai momenti più rilevanti della poesia europea con apporti di indubbia originalità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Leopardi tra i filosofi. Spinoza, Vico, Kant, Nietzsche"
Editore: La Scuola di Pitagora
Autore: Biscuso Massimiliano
Pagine: 224
Ean: 9788865426845
Prezzo: € 22.00

Descrizione:La statura filosofica di Giacomo Leopardi è un dato ormai ampiamente acquisito. Più recente è lo studio analitico della sua formazione filosofica e scientifica, grazie a un più attento vaglio delle fonti dirette, indirette e possibili, e delle sue frequentazioni intellettuali, quale intendono fare i primi tre saggi qui raccolti. Dall'esame del rapporto di Leopardi con alcuni vertici della tradizione filosofica moderna, Spinoza, Vico e Kant, emerge più nitidamente la proposta metafisica del Recanatese: quella di una Natura che non solo produce e distrugge gli individui, ma crea anche forme eccedenti il circolo di produzione e distruzione, come la poesia e l'amore. Il quarto saggio ricostruisce l'interpretazione che Nietzsche diede della poesia di Leopardi, sotto il segno schopenhaueriano del pessimismo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Leopardi, L'infinito e i manoscritti di Visso. Catalogo della mostra (Recanati, dicembre 2018-maggio 2019). Ediz. illustrata"
Editore: Silvana
Autore:
Pagine: 96
Ean: 9788836642311
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Il 1819 fu per Leopardi l'annus horribilis della quasi cecità, della disperazione esistenziale e del tentativo di fuga dal "paterno ostello". Ma fu anche l'anno di quella svolta di pensiero che nello Zibaldone è chiamata "mutazione totale". L'Infinito è l'esito poetico e conoscitivo del passaggio dallo "stato antico" allo "stato moderno", una lirica perfetta, il cui incanto rinasce ogni volta che si attiva la stessa facoltà immaginativa che appartenne a Leopardi e che è propria del genere umano. Due secoli dopo, ammirare la scrittura minuta ed elegante con cui quei versi furono fissati dal poeta sui suoi fogli di lavoro è un'emozione intensa: una rara occasione, quella promossa dal Comitato Nazionale per le celebrazioni del bicentenario della composizione dell'Infinito, per valorizzare anche l'intera collezione dei manoscritti leopardiani di proprietà del Comune di Visso, offrendone un'aggiornata ed esaustiva rilettura.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le voci del saggista: Charles Lamb fra modernità e tradizione"
Editore: Carocci
Autore: Bugliani Paolo
Pagine: 198
Ean: 9788843094516
Prezzo: € 21.00

Descrizione:Non certo annoverabile tra gli autori più noti del Romanticismo inglese, Charles Lamb (1775-1834) è tuttavia figura letteraria di spicco, il cui recupero risulta fondamentale per una piena comprensione del XIX secolo. Il volume rilegge l'opera saggistica di Lamb evidenziandone, da un lato, il legame con la tradizione inglese e sottolineando, dall'altro, il delicato processo di trasfigurazione della voce d'autore che Lamb, attraverso la creazione di un eteronimo di nome Elia, mise in atto a partire dal 1820 sulle colonne del "London Magazine", ottenendo un enorme successo di pubblico. Dopo una contestualizzazione di tipo storico, volta a isolare i molti volti assunti dalla forma saggio in Inghilterra dalle origini al Romanticismo, l'analisi si concentra sul caso specifico di Lamb, studiando il modo in cui il suo esperimento letterario riesce perfettamente a integrare la duplicazione della voce d'autore - che è anche mitosi identitaria proiettata verso un paradigma estetico moderno - con la forma saggistica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rimbaud. La vita assente di un poeta dalle suole di vento"
Editore: Bompiani
Autore: Minore Renato
Pagine: 248
Ean: 9788845299186
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Una biografia sul poeta ribelle per eccellenza. Un passionale lavoro di ricerca che si dispiega con la potenza di un romanzo, attraverso un'avvincente narrazione critico-letteraria. Ripercorrendo gli eventi della turbinosa esistenza - dal fuoco incessante dell'adolescenza alla riflessione dell'età più matura - Renato Minore ci pone, con intensità, di fronte ai ricordi dell'esistenza dell'enfant prodige diabolico per antonomasia, che ha ossessionato e illuminato tutti i poeti a venire. Questo testo permette di conoscere intimamente la vita e la poesia di Rimbaud, attraverso una riflessione raccontata con il piglio di un cammino appassionante.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Thoreau. Vivere una vita filosofica"
Editore: Ponte alle Grazie
Autore: Onfray Michel
Pagine: 107
Ean: 9788833310831
Prezzo: € 12.00

Descrizione:È ancora possibile distinguersi dai più e plasmare la propria vita secondo le proprie convinzioni? Si possono ignorare vie precostituite, norme sociali e religiose, giudizio degli altri, per costruire la propria esistenza in accordo con le proprie e più intime esigenze? Con i propri ideali? La risposta di Michel Onfray è in questo breve e felice libro, in cui ci presenta - e ci indica come modello - la vita e le opere di Henry David Thoreau, ecologista ante litteram, apostolo della disobbedienza civile che avrà per continuatori Tolstoj, Gandhi, Martin Luther King, e soprattutto autore del celeberrimo "Walden", ovvero "Vita nei boschi". L'esistenza dello scrittore americano, percorsa istintivamente e intimamente dal desiderio di ritrovare una «relazione originale con l'universo», di eliminare tutto il superfluo dall'esistenza - all'insegna di un individualismo del tutto opposto all'egoismo cui viene comunemente equiparato - diviene così ispirazione esistenziale ma anche politica; in Thoreau il pensiero diventò azione e creò le condizioni di una vita autenticamente filosofica. Se i grandi uomini e le personalità eccezionali sembrano essere davvero passati di moda in un'epoca di solitarie folle livorose, Onfray ci ricorda che è proprio la loro perenne inattualità a costituirne la forza, e soprattutto il valore di esempio duraturo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Francesco d'Assisi"
Editore: Carocci
Autore: Marina Benedetti, Tomaso Subini
Pagine: 374
Ean: 9788843094219
Prezzo: € 31.00

Descrizione:La difficile eredità di una proposta cristiana di non agevole imitazione nel corso dei secoli trasforma la memoria del Poverello nella dualità tra frate Francesco in sé e san Francesco per noi. Il volume indaga alcune modalità con cui la letteratura francescana ha affascinato taluni ambiti della cultura italiana, e non solo, del XX e XXI secolo in un processo di metamorfosi caratterizzato da una attrattiva “forza di contemporaneità” in un contesto assai spesso definito di “analfabetismo religioso”. Come si spiega questa apparente contraddizione? Il paradosso viene affrontato in un libro-ponte tra passato e presente attraverso molteplici sguardi (filosofia, arte, cinema, musica, teatro, psichiatria, letteratura, devozione, politica e propaganda) muovendo da un ineludibile punto di partenza: le fonti scritte che hanno trasmesso l’avventura religiosa – dal medioevo ai nostri giorni – di un uomo descritto da Tommaso da Celano come «mediocre di statura, piuttosto piccolo; viso un po’ oblungo e proteso; occhi normali, neri e semplici; capelli scuri; lingua mite, bruciante e acuta; voce veemente, dolce, chiara e sonora; barba nera e rada» che, a sua volta, si presenta nei propri affascinanti scritti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mario Giacomelli. Leopardi, L'infinito, A Silvia. Catalogo della mostra (Recanati, dicembre 2018-maggio 2019). Ediz. illustrata"
Editore: Silvana
Autore:
Pagine: 112
Ean: 9788836642304
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Mario Giacomelli ha elevato la fotografia a quella nobiltà appartenente al segno che, riprendendo le parole di Roland Barthes, le ha permesso di "accedere alla dignità di una lingua". Negli anni sessanta l'artista elabora, su sceneggiatura di Luigi Crocenzi, la trasposizione fotografica della lirica di Giacomo Leopardi A Silvia. Di questo primo seme, da cui nasceranno negli anni ottanta le note serie leopardiane del fotografo marchigiano - L'Infinito e A Silvia, nella sua versione definitiva - fino a oggi si erano perse le tracce. Riscoprirne lo sviluppo non solo ci riporta a uno snodo cruciale nella storia della fotografia italiana, ma ci mostra anche la straordinaria evoluzione stilistica ed espressiva di Mario Giacomelli e il suo stretto rapporto con la poesia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Filippo Barattani drammaturgo. Il «caso» del Conte Ugo"
Editore: Lampi di Stampa
Autore: Pannunzio Giorgio
Pagine: 101
Ean: 9788848820660
Prezzo: € 6.40

Descrizione:Filippo Barattani è certamente un drammaturgo e un poeta lirico controverso, ma senza altrettanto dubbio egli non può essere liquidato - come certa critica ha fatto finora - con una scrollata di spalle e una tacita "damnatio memoriae". Se infatti le creazioni drammatiche e poetiche dello scrittore marchigiano fossero state del tutto prive di valore, non si comprenderebbe allora l'iniziale assenso che a esse volle dare il giovane Carducci, che probabilmente si ritrovava nello spirito classicistico di quest'ultimo, come emerge con tutta chiarezza da molti riferimenti. Il presente studio vuole far emergere la vena lirica del Barattani attraverso l'analisi citazionale e funzionale del "Conte Ugo", uno dei suoi drammi localisticamente più significativi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Baudelaire. Dal fango all'oro"
Editore: Il Saggiatore
Autore: Agosti Stefano
Pagine: 161
Ean: 9788842825494
Prezzo: € 21.00

Descrizione:«Mi hai dato il tuo fango e io ne ho fatto oro» scrive Baudelaire nell'"Ébauche d'un épilogue", un unico verso a custodire un'intera dichiarazione di poetica: la scoperta dell'oro della poesia nel cuore del prosaico - negli inferi dei bassifondi, fra i demoni celesti delle città-, l'immersione negli abissi dell'eros e dell'ebbrezza, in una noia fisica e metafisica che trova il suo atroce riscatto nella bellezza. Soprattutto, la ricerca del verso come parola alchemica, formula filosofale per le infinite metamorfosi della materia: metafore, sinestesie, comparaisons che tramutano lampade in sguardi sanguinanti, parole in fate dagli occhi di velluto, languidi baci in liquidi cieli disseminati di stelle. Grazie a un'eccezionale contiguità con il testo di Baudelaire, Stefano Agosti mostra come questa sostanza mutante - scaturita da una delle più potenti pulsioni emotive mai registrate dalla letteratura - si riversi in una struttura geometricamente ordinata, segnando l'ingresso della poesia lirica nella modernità. Leggere questo testo, che di "Les Fleurs du Mal" costituisce un indispensabile contrappunto critico, significa ripercorrere la nervatura portante del grande Canzoniere dell'era moderna: «l'istanza flagrante, dirompente, grondante del "moi"» che governa gli itinerari pseudobiografici del poeta, i momenti in cui il significante si solleva alle più pure manifestazioni di musicalità e in cui una violenza espressiva inedita si infiltra nei moduli di una suprema elaborazione formale. È un movimento nelle profondità di un'opera scritta da Baudelaire con tutto il suo cuore, tutto il suo odio, tutta la sua religione e la sua tenerezza, che nella lettura di Stefano Agosti giunge intatta al lettore contemporaneo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Italo Svevo"
Editore: Unicopli
Autore:
Pagine: 269
Ean: 9788840020501
Prezzo: € 19.00

Descrizione:Non è solo uno pseudonimo: Italo Svevo rappresenta uno dei casi più affascinanti e controversi di tutta la Storia della Letteratura italiana. Mito creato da Ettore Schmitz all'ombra di una Trieste tanto cosmopolita quanto culturalmente claustrofobica, Italo Svevo incarna la figura di un intellettuale fuori dagli schemi, squisitamente antiestetico e anticonvenzionale sul piano narrativo, stilistico e linguistico. Per lungo tempo ignorati, o recepiti dalla critica alla stregua di «un pezzo d'aglio nella cucina di persone che non possono soffrirlo», i suoi romanzi sono degnamente rivalutati solo pochi anni prima che lo scrittore trovi tragicamente la morte, per poi ripiombare nelle tenebre fasciste e riaffiorare nel secondo dopoguerra. Ma Svevo non è solo un romanziere: è anche giornalista, recensore, novelliere, favolista, drammaturgo, diarista. Irredentista in una Trieste asburgica, è prima piccolo impiegato, poi uomo d'affari, violinista solitario, e ancora padre, marito gelosissimo, tabagista incallito, animo instabile, nevrotico, ipocondriaco.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Memorie e ritratti"
Editore: Elliot
Autore: Stevenson Robert Louis
Pagine: 156
Ean: 9788869936456
Prezzo: € 17.50

Descrizione:«Sono per sei decimi artista e per quattro decimi avventuriero» diceva di sé Stevenson. È forse per questo che l'autore scozzese costituisce un tassello letterario inclassificabile rispetto alla produzione artistica precedente e successiva, in cui la perfezione dello stile, un sentimento ancestrale del destino umano e la prodigiosa fertilità della fantasia si combinano miracolosamente in una formula segreta tutta luce e calore, atmosfere esotiche e un senso grave ma mai disperato della vita. La raccolta di sedici scritti qui proposta è quanto di più vicino a un'autobiografia l'autore abbia mai scritto - memorie d'infanzia e di collegio, ritratti di parenti e amici scomparsi, considerazioni (spesso polemiche) sulla letteratura, consigli a chi voglia diventare scrittore e due veri e propri manifesti letterari (uno di questi scritto in contemporanea all'"Isola del tesoro" e una sorta di guida alla sua lettura) - ed è di sicuro la più indicata per chi voglia scandagliare alla fonte e afferrare il felice e misterioso equilibrio a cui questo maestro ineguagliato seppe dar vita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tutta la gioia possibile. Saggi su Giorgio Manganelli"
Editore: Mimesis
Autore: Francucci Federico
Pagine: 156
Ean: 9788857552606
Prezzo: € 16.00

Descrizione:L'interpretazione critica dell'opera di Manganelli è assestata abbastanza stabilmente sulle categorie che l'autore stesso ha usato centinaia di volte per definire la sua idea di letteratura: menzogna, maschera, nulla, finzione. I saggi di questo volume, senza negare affatto la validità di quel quadro, vogliono costruire una strada di lettura diversa. Unendo il rigore dell'analisi con la quanto mai necessaria libertà di movimento e di pensiero, qui si cerca di rinvenire, o di costruire (e insomma: di inventare) un Manganelli che scrive nel nome di una pratica attiva della potenza e della gioia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La gloria della lingua"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Daniele Piccini
Pagine: 128
Ean: 9788828400493
Prezzo: € 12.50

Descrizione:È Dante nel suo Purgatorio, nel canto di Oderisi da Gubbio, a parlare di «gloria de la lingua». Proprio lì, nel canto undicesimo della seconda cantica, l'Alighieri istituisce un arduo connubio tra eccellenza e umiltà, tra scienza e innocenza, come dirà poi Mario Luzi in un saggio sulla Commedia. Il modello dantesco sembra profeticamente adattarsi alla sorte dei poeti e della poesia in epoca moderna: nel Novecento e nella contemporaneità, ma già a partire da quel caposaldo della modernità che è Leopardi. Finita l'epoca della gloria letteraria, ne è iniziata un'altra, che potremmo definire della testimonianza-martirio. Il libro indaga questa mutata condizione - che non è di rinuncia o di abdicazione, ma di aderenza a un diverso e più profondo servizio reso alla lingua - entrando nel merito dell'opera di Leopardi e poi di autori novecenteschi come Ungaretti, Montale, Sereni, Luzi, Fortini, Pasolini, Giudici, Merini, Raboni, passando per un autore ancora poco studiato in relazione alla sua produzione poetica, come Aldo Capitini. È l'occasione di un approfondimento, tra filologico ed ermeneutico, sull'uso della lingua poetica. Ricordandoci che la gloria della lingua è possibile oggi solo nel dono di sé che il poeta fa al mondo e agli altri.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Verga"
Editore: Jaca Book
Autore: Gioanola Elio
Pagine: 145
Ean: 9788816415157
Prezzo: € 18.00

Descrizione:

«Verga - scrive Gioanola - era stato per me la scoperta, davvero emozionante, della bellezza della letteratura: avevo diciotto anni e mi stavo preparando per l’esame di maturità, seduto sul sentiero della vigna di mio padre, e I malavoglia che mi accingevo svogliatamente a leggere, mi si rivelarono, di colpo, un’autentica meraviglia. In tutti gli anni del liceo, purtroppo, avevo accantonato ogni interesse per le cose letterarie, a causa del pessimo insegnamento della materia. Ritornando, dopo più di sessant’anni, sull’opera dal Verga, in tutta la sua completezza, mi sono accorto che l’autore ha vissuto una stagione creativa molto breve, pochi anni nella sua lunga attività letteraria, al centro dei quali brilla la stella purissima del grande romanzo, accompagnata da sette o otto novelle di altissimo valore poetico. Dopo c’è immediatamente la caduta dei racconti di Per le vie e quindi la ripresa faticosa, allontanata a motivo del successo teatrale di Cavalleria rusticana, del Mastro-don Gesualdo». Il libro, come accenna il titolo, è puntato essenzialmente sulle cose di assoluto rilievo, tutte racchiuse nel tempo brevissimo che va dal ritorno a Catania e la morte della madre alla decisione di risiedere a Milano, prima del lungo rifugio in patria. Quella morte decise l’autore a fare della Sicilia il solo vero epicentro della sua creatività, come se il lutto avesse acceso e spento insieme il suo talento.

 

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il veggente di Patmos, Dante, Manzoni, Thomas Mann. Studi di letterature comparate e sguardi sulla memoria poetica"
Editore: Ledizioni
Autore: Riccobono Maria Gabriella
Pagine: 200
Ean: 9788867059119
Prezzo: € 16.00

Descrizione:"I quattro autori tolti qui a oggetto di parziale indagine si rapportano in modo diretto ad altrettante epoche, culture, forme del potere diverse e sempre cruente; tutti sono in dialogo con le genti del loro tempo e di tutti i tempi; tutti sentono come loro missione quella dell'ammaestrare, nel senso più alto del termine. Tutti sono coscienti del fatto che le loro parole, nella forma letteraria prescelta, recano una immensa responsabilità morale nei confronti del genere umano imperfetto: ciò avvertono non solo gli autori da Dio direttamente chiamati (Giovanni e Dante), e non solo colui che a Dio si richiama e a Lui cerca di condurre i propri simili (Manzoni) ma anche colui che lucidamente rappresenta la fine del cristianesimo: non però quella del demonio (Mann)".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tutto Dracula"
Editore: Odoya
Autore: Pezzini Franco
Pagine: 535
Ean: 9788862885010
Prezzo: € 25.00

Descrizione:1897: Londra è il centro del mondo, ed esce un libro che dell'orizzonte vittoriano resterà uno degli affreschi fondamentali, labirintico e torbido come Londra stessa; un libro tanto noto da far favoleggiare che si tratti di quello più stampato al mondo dopo la Bibbia. Frutto di anni di ricerche e scrittura, Dracu-la rappresenta un prodigioso precipitato di miti, sogni e angosce del moderno Occidente, che dà voce a speranze, timori e desideri; una sorta di "manifesto" di istanze sociali, morali, religiose, economiche, politiChe del proprio tempo che, in qualche modo, già prefigura il Novecento. Il rapporto Occidente-Oriente, il tema del sesso e il ruolo della donna, le paure dello straniero, dell'epidemia, della follia, la riflessione sul potere, l'ossessione dell'identità e del non riconoscersi allo specchio... Un romanzo strano, in apparenza fin troppo chiaro (fino ai particolari sugli orari ferroviari e gli ultimi ritrovati della tecnica) e che invece gronda ambiguità: non solo in dettagli - come le ombre lasciate da materiali eliminati delle primissime versioni - ma nel rapporto generale con voci narranti sempre in dubbio sulla propria sanità mentale, nelle infinite allusioni che oggi rischiano di sfuggirci. L'evocazione del tiranno non-morto da un predatorio Oriente deciso a infettare la nostra modernità non si consuma nell'Halloween delle facili mascherate, o nella favoletta dei vampiri modaioli: e val la pena cercare di rivivere a fianco dei primi lettori, idealmente coi loro occhi, lo shock culturale recato da quest'opera incredibile.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Verso l'infinito"
Editore: Bompiani
Autore: Palandri Enrico
Pagine: 112
Ean: 9788845299629
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Duecento anni dopo la sua stesura, L'infinito amplia ancora lo sguardo. Nell'agile ricognizione di alcuni ambiti biografici e filosofici in cui il ventunenne Leopardi concepisce questi versi, questo libro fa emergere domande attualissime: cosa sia la politica, l'essere stranieri, il nostro senso di noi stessi, come ci condizionino i conflitti umani privati e pubblici, le profonde trasformazioni che discendono da un'amicizia. Scritto come un romanzo filosofico, questo saggio ci trascina verso i grandi orizzonti che Leopardi ha aperto intorno a sé e per tutti noi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un paese lontano. Cinque lezioni sulla cultura americana"
Editore: Einaudi
Autore: Moretti Franco
Pagine: 155
Ean: 9788806239954
Prezzo: € 19.00

Descrizione:Cinque saggi brevi e compatti, che individuano alcuni concetti fondamentali della modernità, per riflettere criticamente sullo sviluppo planetario dell'egemonia culturale americana, accostando Whitman a Baudelaire, il western al film noir, Hemingway a Joyce, Miller a Brecht, oppure Vermeer a Hopper e Rembrandt a Warhol. Riflessioni critiche e puntuali analisi stilistiche evidenziano dissonanze, antitesi e conflitti, e compongono una sorta di breviario di educazione estetica, utile a illustrare le diverse realtà culturali e le metamorfosi delle forme artistiche all'interno di distinti contesti sociali, tra Vecchio e Nuovo mondo. Con una missione: risvegliare in ogni lettore il «senso di meraviglia per quel che la letteratura sa fare», dimostrando soprattutto che «vale la pena studiare la letteratura, e non solo leggerla per piacere».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La caduta e il ritorno. Cinque movimenti dell'immaginario romantico leopardiano"
Editore: Quodlibet
Autore: D'Intino Franco
Pagine: 363
Ean: 9788822902511
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Cosa accade se si "aprono gli occhi" sul mistero del mondo? Se il desiderio di conoscere oltrepassa i limiti del sensibile, e si spezza l'equilibrio tra mente e corpo? Il grande tema antropologico affrontato qui attraverso l'analisi di molti testi è il dramma dell'uomo, un animale "trasposto" (secondo la formula di Leroi-Gourhan) che ha scoperto l'infinito. Il pensiero romantico usa il racconto biblico della Caduta per rispondere al trauma dell'illuminismo e della modernità. Il vertiginoso sviluppo della ragione ha reso sì l'individuo più autonomo e critico ma ha annichilito la vitalità e la speranza: è quel che Leopardi, anticipando Nietzsche, chiama "strage delle illusioni". Poeti, filosofi, romanzieri cercano la via del Ritorno a un mondo pieno di senso. Con loro anche Giacomo, che nei canti pisano-recanatesi ritrova la via di casa e di se stesso. È un viandante ormai stanco, ma riesce a rigenerarsi attingendo energia vitale dall'ingenua semplicità di una fanciulla chiamata Silvia. Silvia, ovviamente, c'est lui. Questo libro vede Leopardi nell'orizzonte di poeti e pensatori post-illuministi e post-rivoluzionari. Da Coleridge a Novalis, da Sade al Goethe del Faust, fino a Henry Adams - sullo sfondo l'antesignano Rousseau - si snoda un racconto fatto di trame, motivi, immagini, idee, lemmi. Ne emerge il nucleo misterioso e inquietante dell'opera leopardiana, in cinque movimenti dell'immaginario che sono comuni a un'intera epoca: l'Inizio, il Consumo, il Vortice, l'Equilibrio, la Spirale. Ma il discorso torna poi sempre a un unico canto, A Silvia, storia dell'umanità caduta, e risorta solo in ombra.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Prometheia. Mary, la madre di Frankenstein"
Editore: Cinquemarzo
Autore: Capobianco Maria Laura
Pagine: 116
Ean: 9788869701559
Prezzo: € 13.00

Descrizione:L'eredità razionalista e illuminista dei genitori di Mary Shelley e le influenze del Romanticismo, con i suoi conflitti e i tormenti, hanno trovato in Frankenstein un eterno respiro postumo, macabramente simile a quello della Creatura. La piccola Mary non si è limitata a eseguire un mero calco di personaggi e tematiche: li ha invece riassemblati e sguinzagliati all'interno di un'opera convoluta e oscura, asciutta di verità rassicuranti e voce della smitizzazione, chiudendoci per sempre alle spalle la caverna di Platone e le sue ombre bugiarde.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU