Libreria cattolica

Libri - Letteratura Dal 1800 Al 1900



Titolo: "Altre voci per un'enciclopedia belliana"
Editore: Aracne
Autore:
Pagine: 360
Ean: 9788825500035
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Giuseppe Gioachino Belli, colosso della poesia romanesca, è stato paragonato a Dante. Con i suoi 2279 sonetti ha dipinto l'affresco del mondo popolare nel crepuscolo dello Stato pontificio, ultima ridotta dell'Antico regime. Come Dante, merita dunque una enciclopedia come questa, che attraverso voci a misura di piccole monografie dia conto della sua opera, tesoro non solo di poesia ma anche di documentazione storica, antropologica, linguistica. A breve distanza dal primo volume, questo secondo aggiunge una nuova scelta di voci cardine, dalla A di Apocrifi alla V di Viaggio. Si arricchisce così di un piano l'edificio della progettata enciclopedia belliana: impresa titanica ora collegata al Centro Studi Giuseppe Gioachino Belli.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La crudeltà dello scrittore"
Editore: Progedit
Autore: Cavalluzzi Raffaele
Pagine: 136
Ean: 9788861943322
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Che cosa è la crudeltà dello scrittore? È l'imparziale e perciò impietosa condizione che lo scrittore deve assumere nel guardare e descrivere la realtà, trascurando perfino "la propria immagine soggettiva del mondo". Muovendo da questa definizione che nei "Saggi sul realismo" Lukács dà dello scrittore, Raffaele Cavalluzzi ricerca e trova conferma di tale qualità (o condizione?) attraverso personaggi ed episodi della letteratura italiana degli ultimi secoli, fino ai nostri giorni. La crudeltà "è la più profonda etica letteraria del grande realista", che, per il filosofo ungherese, era personata soprattutto da Balzac. Pur tenendo conto di questa masochistica spietatezza, Raffaele Cavalluzzi ne avverte il grave peso e si prova a cogliere aporie e anche tentativi di conciliazione nella produzione letteraria (particolarmente da De Sanctis al Novecento), sempre più giù lungo la scala declinante della modernità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La balena nelle langhe. Mito ed ermeneutica nell'opera di Herman Melville e Cesare Pavese"
Editore: Aracne
Autore: Arrigo Nino
Pagine: 176
Ean: 9788825500486
Prezzo: € 12.00

Descrizione:"Dalla prospettiva di questo lettore, il libro di Arrigo, oltre al pregio della sua prosa diretta e limpida, ha il merito di offrire un contributo valido all'analisi del mito e del simbolo da parte di due romanzieri come Melville e Pavese poiché li localizza all'interno di un contesto di più larga portata di quello a cui di solito si fa riferimento, in questo caso quello filosofico, ma ci ricorda anche dell'accezione potentemente "esistenziale" del mito e del simbolo nelle mani di questi due scrittori ancora tanto importanti." (Christopher Concolino)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Uno alla volta per carità"
Editore: Castelvecchi
Autore: Aurelio Canonici , Marcello Teodonio
Pagine: 94
Ean: 9788869447372
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Il 20 febbraio 1816, a Roma, al teatro Argentina, ebbe luogo la prima esecuzione di un autentico capolavoro del melodramma, destinato a diventare la prima opera italiana rimasta stabilmente nel repertorio e rappresentata in tutti i teatri e le piazze del mondo: "Il barbiere di Siviglia" di Gioachino Rossini (1792-1868). Come è noto, la prima fu un fiasco colossale, ma già nella rappresentazione del giorno seguente ebbe quel successo che da allora non è più mancato. Il libro ricostruisce la storia dell'opera e la cronaca di quella prima esecuzione, e fornisce anche una guida specifica sia per l'analisi del testo (la trama, i protagonisti, i precedenti letterari e musicali), che per l'ascolto e la comprensione della musica, che viene esaminata brano per brano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Walt Whitman"
Editore: Castelvecchi
Autore: Burroughs John
Pagine: 127
Ean: 9788869449048
Prezzo: € 13.50

Descrizione:«Lo avevo già incontrato una o due volte, senza che i nostri colloqui fossero approdati a granché, avendolo trovato sicuramente affabile e amichevole, ma tutt'altro che incline a conversare di argomenti come la poesia o la metafisica, finché, durante una delle mie escursioni pomeridiane della domenica, due o tre miglia fuori da Washington, mi imbattei improvvisamente in lui mentre camminava su un sentiero tra gli alberi, con un tascapane stracolmo che gli pendeva dalle spalle e le tasche del soprabito anch'esse gonfie. Era diretto verso un ospedale militare dei dintorni e col suo permesso lo accompagnai». Nacque da questo incontro il primo scritto biografico su Walt Whitman, un ritratto artistico e umano frutto di quella che sarebbe diventata la duratura amicizia con John Burroughs. In queste pagine, pubblicate nel 1867, l'autore di Foglie d'erba viene raccontato nell'uomo e nell'opera, in un dialogo costante con l'amico. Alla stesura del testo collaborò estensivamente - e anonimamente - lo stesso Whitman, che lo revisionò più volte, in parte riscrivendolo, modificandone diverse sezioni e suggerendone delle altre. Così, quasi a quattro mani, l'esistenza artistica e privata di Whitman si delinea tra le pagine, in un ritratto-autoritratto tracciato en plein air del "poeta-profeta" americano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le asine di Saul. Saggismo e invenzione da Manzoni a Pasolini"
Editore: Euno Edizioni
Autore: Fichera Gabriele
Pagine:
Ean: 9788868591076
Prezzo: € 16.50

Descrizione:La nostra epoca è segnata da un evidente scacco: mentre un mondo muore, un nuovo cosmo stenta a nascere. In termini lukacsiani, si vive ancora una volta in un frangente storico tipicamente "demonico". Ma è possibile rintracciare i contorni perpetuamente oscillanti di una forma artistica che, senza alcuna pretesa di esaustività, raccolga almeno i tratti essenziali di questo incerto trapasso? Questa raccolta di scritti vuole fornire un contributo allo studio del saggismo letterario inteso come modo espressivo centrale di un dato momento storico. Posto sotto il segno ironico di quel Saul, che per Lukács, al pari del saggista, "era partito per cercare le asine di suo padre e trovò un regno", il volume esplora i felici "pretesti" del saggio, mettendosi alla ricerca delle asine di Manzoni, De Roberto, Palazzeschi, Ungaretti, Cassola, Longhi, Tomasi di Lampedusa, Sciascia, Fortini, Volponi e Pasolini.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ridere del mondo. La lezione di Leopardi"
Editore: Il Mulino
Autore: Russo Emilio
Pagine: 231
Ean: 9788815267504
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Apparse nel 1827 e subito salutate come «il libro meglio scritto del secolo», le «Operette morali» si caratterizzano per una scrittura cristallina e si compongono di una serie di dialoghi e novelle spesso declinati in chiave umoristica per indurre i lettori al sorriso. Al di sotto di questa leggerezza di superficie vi trovano però espressione le idee di Leopardi sull'amara condizione dell'uomo e sulle possibili vie di fuga. Dopo aver ragionato sui lunghi tempi di composizione, sulla genesi dei testi e sull'evoluzione delle «Operette», l'autore illustra il ruolo che il «ridere» ha nel loro impianto: un riso che può essere forse inteso come la lezione più profonda e aperta di questo capolavoro della nostra letteratura.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Beyond the suffering of being. Desire in Giacomo Leopardi and Samuel Beckett"
Editore: Firenze University Press
Autore: Cauchi-Santoro Roberta
Pagine: XIII-154
Ean: 9788864534053
Prezzo: € 22.90

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Casa Manzoni. Ediz. a colori"
Editore: Electa Mondadori
Autore:
Pagine: 320
Ean: 9788891809483
Prezzo: € 110.00

Descrizione:Con la creazione, nel 1937, del Centro Nazionale di Studi Manzoniani la casa abitata dal 1814 sino alla morte, nel 1873, da Alessandro Manzoni in contrada del Morone è stata trasformata in un museo dedicato alla vita e alle opere del grande scrittore e in una biblioteca fondamentale per gli studi sull'autore, ma anche in un'officina legata alla ricerca e alla pubblicazione delle opere. Per quanto riguarda l'aspetto, la dimora, già molto trasformata dal figlio Pietro che andò ad abitare con il padre dopo la morte nel 1861 della seconda moglie Teresa Borri Stampa e completamente privata degli arredi originali con i successivi passaggi di proprietà, conserva la disposizione che aveva ai tempi di Manzoni solo in due ambienti, del resto molto significativi: il suggestivo studio al pianterreno, affacciato sul giardino, e la camera da letto, spoglia come la cella di un monaco. Le altre sale sono state nel tempo adattate alle due funzioni principali, di "Museo Manzoniano" e di Biblioteca, dove ai libri appartenenti a Manzoni e ai suoi familiari si sono aggiunte via via nuove acquisizioni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il canone americano. Lo spirito creativo e la grande letteratura"
Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
Autore: Bloom Harold
Pagine: 609
Ean: 9788817093224
Prezzo: € 18.00

Descrizione:I "dàimon" per i filosofi greci erano gli esseri superiori, a metà strada fra il divino e l'umano; per Bloom sono gli scrittori dotati di un'intensità tale da elevarli verso il sovrasensibile: Whitman, Melville, Emerson, Dickinson, Hawthorne, James, Twain, Frost, Stevens, Eliot, Faulkner e Crane. Ritroviamo un'idea di letteratura esigente, idiosincratica, che è sempre anche una "guerra del gusto". Ma quando Bloom spiega perché l'amore per un poeta non si può spiegare, o perché Whitman gli ha letteralmente salvato la pelle, è chiaro che il merito principale di questo libro è di regalare ancora una volta il racconto di un'esperienza di lettura unica, non tanto diversa dalla vita, che fa corpo con la vita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Più che l'amore. Eleonora Duse e Gabriele D'Annunzio"
Editore: Marsilio
Autore: Andreoli Annamaria
Pagine: 382
Ean: 9788831726290
Prezzo: € 19.50

Descrizione:Venezia 1894. Trentasei anni lei, trentuno lui. Un incontro fortuito, quello tra Eleonora Duse e Gabriele d'Annunzio, che segna l'inizio di una storia lunga un decennio. Un breve tratto nell'arco di una vita, ma per entrambi capitale. Gabriele offrirà alla sua musa una serie di capolavori; Eleonora li metterà in scena. Nasce con questo giuramento il motto araldico della coppia: «More than love». Lui, infatti, è perentorio: esige «più che l'amore». Lei lo corrisponde a oltranza, recitando un trasporto da Baccante orgiastica: «Vorrei potermi disfare tutta! Tutto donare di me, e dissolvermi». Al banco di prova, però, la verità sarà un'altra. Occorreranno anni prima che d'Annunzio prenda atto che l'attrice simula un consenso che si guarda bene dall'accordargli. In questo libro Annamaria Andreoli mette in discussione la vulgata, confermata da oltre un secolo, che dipinge la Duse come sottomessa al Vate. Se corrispondono al vero passione, tradimenti e umiliazioni, sono da ribaltare i ruoli: fu lui la vittima e lei il carnefice. È quanto emerge dai numerosi documenti, sottoposti a nuovo esame con un'avvertenza: a varare la favola dei divi amanti fu Gabriele, maestro nel creare leggende. La personalità carismatica di una donna ben lontana dai cliché dell'epoca e lo sfolgorio di una società europea in cui il teatro e la cultura italiana erano protagonisti sono i cardini di una vicenda che non smette di affascinare.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rahel Varnhagen. Storia di un'ebrea"
Editore: Il Saggiatore
Autore: Arendt Hannah
Pagine: 429
Ean: 9788842819004
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Rahel Varnhagen ha diciannove anni quando, nel 1790, la sua mansarda berlinese diventa un luogo di ritrovo prima per gli amici, poi per l'alta società politica e letteraria tedesca nell'epoca delle guerre napoleoniche e della transizione dall'Illuminismo al Romanticismo. Rahel non è ricca né avvenente, ma è una donna appassionata e di rara intelligenza; ed è ebrea. Intorno a sé costruisce una raffinata fucina intellettuale, ma anche un laboratorio in cui l'identità ebraica sperimenta un nuovo equilibrio tra assimilazione ed emancipazione, prima che la Prussia inizi a scivolare nell'antisemitismo e le origini ebraiche diventino qualcosa non da cancellare ma da rivendicare. Hannah Arendt ha diciannove anni quando si trasferisce a Marburgo per studiare filosofia e teologia e riunisce intorno a sé gli amici e i compagni di seminario per leggere e discutere Platone. Poco tempo dopo inizia a scrivere la sua prima e unica biografia, la storia di Rahel Varnhagen, ma deve accantonarla nel 1933 - esattamente cento anni dopo la morte di Rahel - per sfuggire alla persecuzione nazista riparando in Francia. La pubblica soltanto nel 1958, dopo aver lasciato correre tempo e storia e aver frapposto la distanza definitiva tra sé e quel mondo tedesco alla cui lingua ritorna ormai solo nelle lettere private. Con "Rahel Varnhagen. Storia di un'ebrea", il Saggiatore ripropone un libro che «nuota vigorosamente contro la corrente della giudaistica edificatoria e apologetica», per dirla con Walter Benjamin. Hannah Arendt vi espone il suo pensiero critico sull'assimilazione ebraica e, insieme, traccia un affresco del rapporto tra ebrei e società tedesca, spaziando dalla narrazione filosofica all'osservazione sociologica e politica, dal racconto di un'emancipazione femminile alla speculazione su questo frammento di storia ebraica della Germania: una auto-biografia a due che ci offre quella storia nascosta dell'antisemitismo introvabile nelle pagine ufficiali della storia politica ed economica e, forse, anche nell'analisi che Hannah Arendt aveva elaborato nelle "Origini del totalitarismo"

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La testa scambiata. Apollinaire fra Picasso e Dora Maar"
Editore: Il Saggiatore
Autore: Restagno Enzo
Pagine: 156
Ean: 9788842823018
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Il 5 giugno 1959, a Parigi, una piccola folla si raduna nel giardino accanto all'abbazia di Saint-Germain-des-Prés. Fra i presenti, Jean Cocteau: eccolo declamare versi in attesa dell'evento che tutti aspettano con trepidazione: oggi si inaugura il monumento che Pablo Picasso ha realizzato in onore di Guillaume Apollinare. All'appello, però, manca proprio Picasso, e con lui Dora Maar. Sono loro i protagonisti di questa storia. Dal 1918, anno in cui il suo fraterno amico Apollinare era morto, portato via dalla spagnola, l'astro di Picasso aveva iniziato a brillare di luce accecante: non c'era artista più acclamato di lui, in Europa e nel mondo. In quei quarant'anni aveva cambiato stili, case, amici, donne, ma il suo carattere era rimasto lo stesso: irriverente, sulfureo. E così la folla riunita a Saint-Germain, in quel pomeriggio di giugno, si trova davanti una testa in bronzo: bella, bellissima - come avrebbe potuto non esserlo? - e inequivocabilmente femminile. Eppure nessuno ebbe niente da ridire, e meno di tutti Dora Maar, che di quella testa fu la modella. Dora: la fotografa, l'amica dei surrealisti, la musa di Guernica che la brutalità di Picasso aveva trasformato nella "Femme qui pleure", soggetto straziato della sua produzione a cavallo fra gli anni trenta e quaranta. "La testa scambiata" è la storia delle vicende che legarono questi artisti, amici, amanti; una storia in cui il più potente motore delle sorti umane, l'amore, è declinato in tutte le sue forme, dalle più lievi alle più torbide. Ma" La testa scambiata "è anche la storia dell'arte del Novecento vista attraverso la lente di chi quella storia l'ha tessuta: a raccontarcela è Enzo Restagno, profondo conoscitore degli intrecci infiniti e inestricabili che congiungono vita e arte. Girovagando per la Parigi che vide il genio di Picasso all'opera, osservando con acutezza le sue sculture e i suoi dipinti, Restagno racconta una fiaba moderna, che della fiaba ha i toni drammatici, il valore paradigmatico, ma non il lieto fine.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'età vittoriana nella letteratura"
Editore: Adelphi
Autore: G.K. Chesterton
Pagine: 211
Ean: 9788845931468
Prezzo: € 14.00

Descrizione:G.K. Chesterton era incapace di introdurre anche solo una traccia di moderazione in ciò che faceva – si trattasse di alimentarsi, naturalmente, ma anche di attività per lui ancora più naturali, come leggere, scrivere o parlare. E così quando decise di raccontare attraverso una serie di ritratti – da Bentham a Carlyle, da Dickens a Hardy – l'età vittoriana, di cui lui stesso era una specie di ultimo, umorale testimone, scrisse questo libro unico e prezioso: una grande satira, che è anche un infinito atto d'amore. Una pagina dopo l'altra, l'intelligenza irrequieta e inclassificabile di Chesterton («Il compito dei progressisti è commettere errori; quello dei conservatori è di impedire che vengano emendati») riporta in vita uno dei grandi momenti della letteratura come l'abbiamo conosciuta, e come continuiamo ad amarla: lasciando spesso graffi, se non piccole ustioni, sulla nostra coscienza di vittoriani postumi, benché in larga parte inconsapevoli.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Jane Austen"
Editore: Becco Giallo
Autore: Santoni Manuela
Pagine: 144
Ean: 9788899016470
Prezzo: € 17.00

Descrizione:"Cassandra, ti ricordi di quando eravamo piccole? Tu eri bravissima a ricamare e a disegnare. E poi eri sempre a tuo agio in quegli scomodi vestiti da dama che ci facevano mettere ai balli. Io ero negata in tutto. Ero la disperazione di nostra madre. Ma quando papà mi diede le chiavi della sua biblioteca il mio cuore si riempì di gioia. In mezzo a tutti quei libri! Non vedevo l'ora di leggerli tutti! In essi finalmente trovai la libertà. Con loro potevo essere in ogni luogo e in ogni tempo." Jane Austen, ormai prossima alla morte a soli 42 anni, ripercorre la propria giovinezza scrivendo una lunga lettera alla sorella Cassandra. Ricorda la sua infanzia di bambina cresciuta in mezzo ai libri, poco incline alle maniere consoni alle dame dell'epoca, ma incredibilmente dotata come narratrice. La scrittura e i libri sono tutta la sua vita, pari forse solo all'amore per il giovane Tom Lefroy.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Alessandro Manzoni «avvocato». La causa contro Le Monnier e le origini del diritto d'autore in Italia"
Editore: Il Mulino
Autore: Moscati Laura
Pagine: 458
Ean: 9788815260857
Prezzo: € 38.00

Descrizione:Nel 1845 l'editore fiorentino Felice Le Monnier ristampò i «Promessi Sposi» senza il consenso di Alessandro Manzoni, provocando una controversia giudiziaria durata vent'anni e ampiamente ricordata dal punto di vista storico e letterario. In questo libro Laura Moscati approfondisce, sulla base del materiale inedito conservato all'Archivio di Stato di Firenze e alla Biblioteca Nazionale Braidense, gli aspetti giuridici che hanno interessato solo marginalmente gli studiosi che si sono soffermati sul rinomato caso giudiziario. Infatti, l'esame delle fonti di prima mano ha evidenziato i lati oscuri del complesso svolgersi delle vicende, come è documentato dalla sezione «Testi», in cui è pubblicato il materiale edito e medito inerente alla causa, ripartito tra gli atti processuali, la corrispondenza epistolare intercorsa tra i protagonisti della controversia, nonché le memorie difensive relative alla lite e in particolare quella di Manzoni, che assunse per l'occasione i panni dell'avvocato di se stesso. L'analisi della causa, oltre a offrire nuova luce su un grande personaggio e sull'importante ruolo dell'avvocatura a lui coeva, dimostra come essa abbia rappresentato un momento significativo nello sviluppo italiano del diritto d'autore e abbia contribuito alla successiva e più compiuta elaborazione teorica della tutela dei diritti sulle opere dell'ingegno, anche sul piano internazionale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pane per i denti"
Editore: Mimesis
Autore: Portaccio Stefania
Pagine: 128
Ean: 9788857538891
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Questo libro racconta di incontri con libri per riflettere sull'esperienza, inevitabilmente autobiografica, del leggere; emerge, comune ai diversi momenti e aspetti della lettura, l'immagine di una bocca interna sempre in esercizio. Di qui il Pane del titolo. Alla semplicità del cibo primario e alla naturalezza del mangiare, si accompagna però la sfida del trovare pane per i propri denti, il cibo giusto per noi. Il processo della scelta. Pane per i denti quindi, per lo stato di allerta intermittente che è all'opera quando scegliamo cosa leggere, cosa mangiare, alle prese in entrambi i casi con le opzioni di godimento, salute, libertà, dipendenza, e poi soddisfazione, sazietà, delusione, pentimento. Dal racconto dell'intreccio tra vita e lettura non emergono libri imprescindibili, né compiti definiti e frutti prevedibili; il fuoco è piuttosto sui modi di quell'intreccio, e l'invito è a misurarsi con i propri modi, con i propri percorsi del leggere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Riempitivo e realismo. Uno studio sui romanzi di Lev Tolstoj"
Editore: Pacini Editore
Autore: Cavalloro Valeria
Pagine: 247
Ean: 9788869951374
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Qual è la trama di "Guerra e pace"? Quali peripezie segnano lo svolgimento di "Anna Karenina"? Che cosa occupa le pagine di queste voluminose opere, la cui posizione centrale nel nostro canone romanzesco testimonia l'interesse che tuttora sono capaci di ispirarci? Al confronto diretto con i testi la risposta che emerge può apparire paradossale, persino deludente: pochi picchi d'azione, nessuna svolta avventurosa, alcuni momenti di destino che si confondono nella continuità del racconto, senza che sia propriamente possibile dire quando e come hanno iniziato a prodursi, che profilo abbia la loro parabola narrativa. Sfidando il pregiudizio fondamentale che ci porta a far coincidere romanzo e romanzesco, e in nome di quel realismo che Auerbach ha identificato con il principio della serietà del quotidiano, Tolstoj pone di fronte al lettore opere occupate dalla rappresentazione dell'accadere comune e ripetitivo dell'esistenza, del tempo silenzioso che sta tra gli eventi, dello scorrere della vita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Contro Maestro Ciliegia"
Editore: Jaca Book
Autore: Giacomo Biffi
Pagine:
Ean: 9788816371729
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

Chi non conosce Pinocchio e le sue avventure? Quando e da chi uno le ha conosciute? Difficile la risposta. Pinocchio fa parte della memoria di tutti. Poche cose sono fattori così radicati della cultura popolare del nostro come di altri paesi. Ma questo significa che nel rimettersi a leggere, a capire le avventure di Pinocchio, si possono capire le esigenze più profonde di quella umanità che le ha fatte proprie. Le esigenze dell'uomo sono la grande strada per comprendere il suo senso della vita, il suo senso religioso. Questo spiega la nascita di un libro di teologia che capitolo dopo capitolo segue le avventure di Pinocchio. La differenza tra burattino e figlio, nolenti o volenti, resta la sintesi del dramma dell'uomo contemporaneo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "«A marvellous and strange event». Racconti di nascite mostruose nell'Inghilterra della prima età moderna"
Editore: Firenze University Press
Autore: Baratta Luca
Pagine: 399
Ean: 9788864533445
Prezzo: € 13.90

Descrizione:Nell'Inghilterra della prima età moderna, la nascita di un essere umano con deformità fìsiche congenite era un evento che suscitava insieme orrore e fascinazione, raccapriccio e morbosa curiosità. In un'epoca in cui la scienza moderna muoveva i suoi primi passi, questo genere di prodigio assumeva di volta in volta le coloriture della punizione divina per una colpa morale, del passatempo bizzarro, dell'arma politica, dell'investigazione pre-medica. Attraverso la lettura di un fenomeno così sfaccettato e mutevole nel tempo, «A Marvellous and Strange Event» tenta di costruire una prospettiva d'analisi complessa sulla storia culturale e sociale inglese tra sedicesimo e diciottesimo secolo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' ultimo viaggio"
Editore: Robin
Autore: Rimbaud Arthur, Rimbaud Isabelle
Pagine: 167
Ean: 9788867409396
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Le lettere di Arthur Rimbaud disegnano la mappa dei viaggi dell'ultimo decennio di vita del poeta nelle inospitali terre d'Arabia e d'Africa bagnate dal Mar Rosso, raccontano la sua vera "stagione all'inferno". Lasciata la Francia per una promettente attività commerciale per quanto esposta ai fallimenti, questo "negoziante" (così Rimbaud diceva di sé), che misteriosamente aveva scelto il silenzio dopo una dissoluta giovinezza marcata da una folgorante produzione poetica, andrà incontro a uno straziante destino. Sfuggito ai pericoli che sempre minacciarono gli europei inoltratisi in territori spesso ignoti e ostili, l'infaticabile camminatore che fu Rimbaud sarà colpito da una grave malattia a una gamba. Tornato in Francia, a nulla valse l'amputazione dell'arto. Il dolore che nessun medicinale riuscì a lenire ci mostra un Rimbaud che fa dimenticare l'arrogante giovane poeta delle notti parigine. Gli scritti della sorella Isabelle sono l'accorata testimonianza dell'ultimo viaggio di questo enigmatico personaggio. L'immagine dell'avventuriero è frantumata dalle lettere di Arthur e dal racconto della sorella. Per ricostruire il volto autentico di un uomo che proprio con la disperazione dei suoi ultimi giorni mostra i limiti umani del suo mito. Anche per questo la vita di Rimbaud non cesserà di affascinarci.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dostoevskij e l'uccisione del padre"
Editore: Castelvecchi
Autore: Sigmund Freud
Pagine: 38
Ean: 9788869448188
Prezzo: € 7.50

Descrizione:"Dostoevskij e l'uccisione del padre" è l'ultimo degli scritti di Freud dedicati al rapporto tra psicanalisi e produzione letteraria. Con la sua consueta ricchezza di riferimenti e citazioni, Freud individua nell'uccisione del padre il tema cruciale che attraversa l'intera opera di Dostoevskij. Così il maestro della psicanalisi discorre sulla personalità nevrotica dello scrittore russo e sugli attacchi epilettici di natura affettiva che si manifestarono in forma virulenta dopo l'episodio devastante dell'assassinio del padre; sul masochismo e sul senso di colpa di Dostoevskij; sulla sua passione per il gioco e sulla sua latente bisessualità. Tra opera e vita privata, Freud getta luce su una delle figure più imponenti della letteratura mondiale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rimbaud. Le vocali, la parola notturna"
Editore: Il Saggiatore
Autore: Agosti Stefano
Pagine: 70
Ean: 9788842823209
Prezzo: € 16.00

Descrizione:«L'enigma del sonetto delle Vocali si propone nelle forme ostentate di un eccesso di visibilità, che comporta una sorta di accecamento, un po' come succede nella Lettera rubata del racconto di Poe. Nel nostro caso, la "lettera rubata" non riguarda una lettera da corrispondenza ma proprio la lettera dell'alfabeto di un determinato, specifico idioma.»

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Emily e il vento"
Editore: Castelvecchi
Autore: Gobbi Lorenzo
Pagine: 91
Ean: 9788869448164
Prezzo: € 14.50

Descrizione:«Nella casa si affermava sempre più il rito quotidiano della tua presenza: all'alba, o prima ancora, scendevi silenziosa a fare il pane, nella cucina ampia: ravvivavi la fiamma, calcolavi proporzioni esatte per il sale e il lievito, la farina e l'acqua; mescolavi, impastavi, donavi forma con le dita esperte - e lasciavi fare al fuoco. All'alba, l'aria ti obbediva e trasportava fino al piano alto delle stanze il miracolo della fragranza» Da un luogo lontano, da un tempo nuovo, un uomo scrive a Emily Dickinson: non vuole parlarle di sé, ma raccontarle, immaginando, di Emily stessa. Davanti ai suoi occhi, ecco Emily ragazza, che amava il sogno e amava il gioco, con una gioia infantile e consapevole; ecco il suo mondo perduto, la sua città, Amherst, la famiglia e gli amici, il cane Carlo, le api e il vento dei suoi boschi. Lo sguardo dell'autore la insegue negli anni, fino alla solitudine scelta volontariamente: entra con lei nella stanza che ne divenne la dimora, apre i cassetti dello scrittoio, contempla l'abito bianco che la rivestì, ne ascolta le poesie e il silenzio inconfondibile.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Edwin John Ellis's and William Butler Yeats's the works of William Blake: poetic, symbolic and critical. A manuscript edition, with critical analysis"
Editore: Firenze University Press
Autore:
Pagine: XVI-743
Ean: 9788864533407
Prezzo: € 23.90

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU