Libreria cattolica

Libri - Letteratura Dal 1800 Al 1900



Titolo: "Una tranquilla repubblica libresca. Incroci letterari tra Ottocento e Novecento"
Editore: Ensemble
Autore: Pontuale Dario
Pagine: 168
Ean: 9788868810825
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Discorso su Puskin"
Editore: Castelvecchi
Autore: Fedor Dostoevskij
Pagine: 94
Ean: 9788869444951
Prezzo: € 12.50

Descrizione:La centralità di Puskin nella letteratura russa fu a lungo discussa dopo la sua morte. Alcuni - tra cui Turgenev - gli contestavano il titolo di "poeta nazionale". Ma esiste una data, un giorno esatto, in cui La sua grandezza smise per sempre di essere messa in discussione. Quel giorno fu l'8 giugno del 1880, quando Dostoevskij pronunciò a Mosca il suo Discorso su Puskin. Il discorso segnò il destino dell'intera letteratura russa, fu un momento di catarsi collettiva che coinvolse tutti i presenti: «La sala sembrava presa da un attacco isterico... Persone sconosciute piangevano, singhiozzavano, si abbracciavano... Tutti, letteralmente tutti, piangevano per l'entusiasmo... Turgenev mi si è buttato al collo con le lacrime agli occhi... "Profeta! Profeta!", gridava la folla...», raccontò poi Dostoevskij in una lettera alla moglie.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' uomo che inventò i Beati Paoli"
Editore: Sellerio Editore Palermo
Autore: Montemagno Gabriello
Pagine: 228
Ean: 9788838936678
Prezzo: € 13.00

Descrizione:I Beati Paoli sono stati un fenomeno sociale prima che culturale: un prodotto letterario diventato la verità in cui un popolo identificava la propria storia. "L'uomo che invento i Beati Paoli" è la monografia (rielaborata e ampliata da un volume precedente) su Luigi Natoli detto William Galt, il fautore di tale impresa. La vita di un uomo che lavorò a 31 romanzi e 330 racconti storici, a una quindicina di testi teatrali, più poesie, saggi storici e critici; le finalità pedagogico-politiche di un idealista democratico e mazziniano; le fonti e la genesi delle sue trame storiche; il successo popolare accompagnato dall'insensibilità della cultura alta; la riscoperta; l'espansione dell'opera nei mezzi di massa e nell'immaginario comune.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La poetica del paesaggio nelle novelle rusticane di Giovanni Verga"
Editore: Euno Edizioni
Autore: Marchese Dora
Pagine: 360
Ean: 9788868590949
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Il saggio propone, nella prima parte, una disamina lucida e originale del rapporto tra paesaggio e letteratura, soffermandosi sul secondo Ottocento. La seconda parte, invece, è una documentata e puntuale analisi delle dodici "Novelle Rusticane" di Giovanni Verga, evidenziando la funzione narrativa e ideologica assegnata da Verga al paesaggio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il pensiero della poesia. Da Leopardi ai contemporanei. Letture dal mondo di poeti italiani"
Editore: Firenze University Press
Autore:
Pagine: 193
Ean: 9788864534794
Prezzo: € 21.00

Descrizione:Gli studi raccolti in questo volume su autori disparati come Conte, Palazzeschi, Zanzotto, Caproni, Rosselli, Biagini, alcuni poeti crepuscolari, Leopardi, Annovi, Giuliani, e perfino certe traduzioni novecentesche di R.M. Rilke, hanno in comune la convinzione che la parola poetica generi prospettive cognitive che alterano la nostra percezione del mondo. La lettura della poesia non ha un effetto confinato alla pagina e al momento, ma incide sul nostro rapporto con la realtà, lo cambia e lo arricchisce in maniera spesso insospettabile e sorprendente. In questa raccolta, si cerca dunque di far emergere una sorta di epistemologia della poesia, di chiarire insomma come essa contribuisca ad illuminare la nostra esperienza del mondo e di noi stessi. Il lettore allora è invitato a guardare al di fuori dei confini tradizionalmente stabiliti dalle diverse discipline, in una direzione che è quella della contaminazione reciproca e dell'apertura a suggestioni innovative e inedite.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Diari intimi"
Editore: SE
Autore: Baudelaire Charles
Pagine: 127
Ean: 9788867232598
Prezzo: € 13.00

Descrizione:«È impossibile scorrere una qualsiasi gazzetta, di non importa che giorno, mese o anno, senza scoprirvi ad ogni riga i segni della più spaventosa perversione umana e, al contempo, le più stupefacenti vanterie di probità, di bontà, di carità con le affermazioni più sfrontate circa il progresso e la civiltà. Ogni giornale, dalla prima all'ultima riga, non è che un contesto d'orrori. Guerre, delitti, furti, impudicizie, torture, crimini nazionali, delitti privati, un'ubriacatura d'atrocità universale. Ed è con un simile disgustoso aperitivo che l'uomo civile accompagna la sua colazione d'ogni mattina. In questo mondo tutto trasuda il delitto: il giornale, i muri e il volto umano. Non capisco come una mano pura possa toccare un giornale senza provare un brivido di disgusto.»

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Alla ricerca di Mr Darcy"
Editore: Iacobellieditore
Autore: Pezzuoli Giovanna
Pagine: 116
Ean: 9788862523622
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Quale donna non vorrebbe incontrare (e magari sposare) Mr Darcy? Un uomo bello e ricco, maschio e nobilissimo d'animo? Il personaggio inventato da Jane Austen ha attraversato il tempo senza che la sua immagine di perfetta proiezione dei desideri femminili venisse scalfita dalle centinaia di rifacimenti letterari e cinematografici, televisivi, teatrali e a fumetti. Certo, nell'Ottocento ha dovuto vedersela con l'imperfetto Rochester, l'eroe romantico di Charlotte Brontè, prototipo delle narrazioni alla "lo ti salverò", ma dalla seconda metà del Novecento è lui, Darcy, a regnare incontrastato nelle fantasie femminili, anche quelle ormai contaminate dall'hard core. Perché, in fondo, è un duro con il cuore tenero, uno che sa ascoltare e capire, rispettando l'autonomia e l'intelligenza della sua compagna. Ed è un solido appiglio per ciò che rimane di una eterosessualità sempre più incerta. Giovanna Pezzuoli ce lo racconta attraverso film e serie Tv che hanno riscritto e reinterpretato "Orgoglio e pregiudizio".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "In viaggio con Leopardi"
Editore: Il Mulino
Autore: Brilli Attilio
Pagine: 130
Ean: 9788815271488
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Non fu un grande viaggiatore Giacomo Leopardi; uscì da Recanati per la prima volta a venti e rotti anni, e non soggiornò che nelle principali città: Roma, Bologna, Milano, Firenze, Pisa, Napoli. Ma la giovanile esperienza del «natio borgo selvaggio» colorò di aspettative i suoi viaggi: di desideri d'evasione e di inevitabili frustrazioni. Nel libro si descrive con maestria il quadro materiale del viaggiare (le carrozze, le soste alle locande, gli incidenti), e si rileggono le notazioni leopardiane, nelle quali l'acutezza dello sguardo riesce a cogliere in pochi tratti la fisionomia dei luoghi più diversi e l'indole degli abitanti, in quel sovrapporsi di immaginazione e realtà che caratterizza la sensibilità del poeta.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Charles Baudelaire intimo: il poeta vergine"
Editore: Robin
Autore: Nadar Félix
Pagine: 89
Ean: 9788872740217
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Nadar e Baudelaire sono amici fin dalla gioventù, con differenze di carattere e di vedute che insinuano nel loro rapporto una costante, velata schermaglia. Verso la fine di una vita molto lunga, quando l'editore Crépet fa uscire le opere complete di Baudelaire (1906), inserendovi una raccolta di aneddoti raccolti da Asselineau, Nadar si convince a mettere ordine nei ricordi e a ricopiare le lettere dell'amico, scrivendo una sorta di anomala biografia, affettuosa e irriverente. Pescando lettere, biglietti e fogli sparsi da una grande cesta, rievoca la propria gioventù, il primo incontro con Baudelaire: tutto un mondo di artisti, editori, scrittori, giornalisti e attori, le ascensioni in pallone, la fotografia aerea, episodi e testi poco noti. Oltre alle carrellate sui gruppi artistici e letterari dell'epoca, dipinti con humour e gusto della caricatura, il libro di Nadar ha il pregio di presentare l'unico testo teatrale che Baudelaire ha lasciato e una lunga lista di poesie progettate e mai scritte di cui i soli titoli bastano a scatenare l'immaginazione. Introduzione di Ida Merello.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Come un fucile carico. La vita di Emily Dickinson"
Editore: Fazi
Autore: Gordon Lyndall
Pagine: 552
Ean: 9788893252089
Prezzo: € 19.00

Descrizione:Emily Dickinson è un'autrice esplosiva, un "vulcano silenzioso" che con la sua inarrestabile vena creativa ha rivoluzionato il linguaggio poetico. Eppure, finora della "bella di Amherst" sapevamo soprattutto che ha trascorso un'esistenza ritirata, quasi reclusa, scandita da rare apparizioni pubbliche. In questa biografia, Lyndall Gordon spinge il lettore a varcare la soglia delle mura domestiche di Emily Dickinson per addentrarsi nel nodo della sua vita familiare, nel quale individua una magmatica fonte della sua opera letteraria. Il groviglio di passioni che lega l'autrice all'austero fratello Austin, sposato con Susan, da sempre amica e confidente di Emily, e a Mrs Mabel Todd, l'amante di Austin che arriva a sconvolgere l'apparente serenità dei Dickinson, diventa la scena originaria che alimenta l'invenzione poetica di Emily. Un dramma, una faida su cui Lyndall Gordon - come scrive Nadia Fusini nella prefazione - "ci istruisce non certo per amore del pettegolezzo, ma perché queste vicende di guerra intestina gettano luce su una storia sacra per noi devoti lettori; e cioè, su come venga a comporsi quel corpus di opere che veneriamo - le sue poesie, le sue lettere. Noi vogliamo, certo, sapere della sua esistenza mondana, ma in quanto è legata alla sua opera. La biografia di un poeta è come la biografia di un santo: vogliamo capire come il santo o il poeta giungano a compiere i loro diversi miracoli".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Angels and monsters in the house. Essays on womanhood in 19th century America"
Editore: Mimesis International
Autore: Porro Simona
Pagine: 103
Ean: 9788869771002
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Letteratura inglese"
Editore: Alpha Test
Autore: Giusti Laura M.
Pagine: 185
Ean: 9788848319836
Prezzo: € 9.60

Descrizione:Questo compendio di storia della letteratura inglese tratta la materia dal Romanticismo a oggi. Dopo una sintetica ed efficace panoramica sulle epoche storiche e culturali, il libro presenta i movimenti, gli autori e le opere più importanti. Di ogni autore illustra lo stile, la poetica, le tematiche trattate e i generi utilizzati. Il testo è arricchito da citazioni in lingua (tradotte in nota) e da sintesi delle opere principali. Cronologie e schede di approfondimento su società, eventi storico-politici, cultura e arte permettono di operare collegamenti e correlazioni multidisciplinari. Argomenti trattati: dal Romanticismo al Realismo vittoriano, dallo stream of consciousness ai grandi best-seller di oggi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Coll'arditezza della frase. Ordine artificiale e sublime nei «Canti» di Leopardi"
Editore: Edizioni ETS
Autore: Moro Simone
Pagine: 193
Ean: 9788846747709
Prezzo: € 21.00

Descrizione:Se i "Canti" di Giacomo Leopardi sono una delle opere capitali della poesia moderna è perché hanno saputo realizzarne aspetti per così dire archetipici. Uno di questi è senz'altro la lingua, che Leopardi indaga sui testi degli autori che lo hanno preceduto, discute sul piano teorico, e infine configura in modo nuovo e personale. In questo saggio Simone Moro si occupa di uno degli elementi peculiari della lingua poetica dei "Canti": l'ordo artificialis delle parole, studiato nelle sue forme grammaticali e retoriche per rivelarne i valori stilistici e poetici, in relazione alle dichiarazioni dello Zibaldone sugli ardiri e lo stile sublime. La poesia si è sempre servita di artifici quali iperbati, anastrofi, epifrasi e sinchisi, e in epoca neoclassica il loro utilizzo sistematico ha configurato un vero e proprio programma letterario. Perché allora Leopardi, che si propone di dare all'Italia una poesia nuova e moderna, recupera stilemi tanto tradizionali? Come li impiega all'interno dei testi? Quale significato espressivo racchiude una scelta maturata in rapporto consapevole con la poesia del passato e il panorama poetico del suo tempo? Un'analisi stilistica svolta sui "Canti" e insieme aperta a un confronto con alcuni capisaldi della tradizione suggerisce delle risposte a simili domande, e offre un'interpretazione rinnovata di alcuni testi dell'opera: delle canzoni iniziali, ovviamente, ma anche di capolavori di più ampio respiro come la "Ginestra".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Come lavorava Manzoni"
Editore: Carocci
Autore: Raboni Giulia
Pagine: 143
Ean: 9788843086351
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Manzoni non è autore che proceda per schemi o scalette: la storia nasce con la scrittura. Da qui una fenomenologia dei manoscritti che restituisce perfettamente il crescere progressivo dei testi, con acquisizioni in corso, pentimenti, rielaborazioni a ritroso, e spesso un intreccio tra fasi e supporti diversi; e ancora l'intersezione nella composizione di opere distinte, che si evolvono l'una nell'altra, e il dialogo costante con gli amici e soprattutto con i libri, anche questo in continuo aggiornamento. Seguire lo sviluppo del pensiero e dello stile di Manzoni richiede perciò una ricostruzione analitica e quasi quotidiana del suo lavoro, esercitata sull'insieme delle opere, comprese le lettere e le postille ai volumi della sua biblioteca, e dunque una conoscenza globale dei materiali e della loro storia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Leopardismi del Novecento"
Editore: eum
Autore:
Pagine: 118
Ean: 9788860564696
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Questo volume raccoglie sette saggi di autori diversi, uniti dal filo conduttore di voler ricercare, per mezzo di una rigorosa analisi critica e di ricche indicazioni bibliografiche, i modi e le forme in cui l'influenza del pensiero e della poetica di Giacomo Leopardi ha agito sulla produzione di alcuni fra i più significativi esponenti del novecento letterario italiano (Dino Campana, Federigo Tozzi, Luigi Pirandello, Vincenzo Cardarelli, Eugenio Montale, Alberto Moravia, Libero Bigiaretti). Il lettore viene così condotto alla scoperta di un "universo leopardiano" che vive e si rinnova, attraverso la poesia e la prosa del ventesimo secolo, nella dimensione di una costante attualità. Premessa di Laura Melosi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pirandello. L'impossibile finale"
Editore: Marsilio
Autore: Alfonzetti Beatrice
Pagine: 126
Ean: 9788831727518
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Guardare al teatro di Pirandello, dalla prospettiva critica del finale, riserva davvero molte sorprese. L'invenzione dell'epilogo a fine Ottocento può rinviare così alla fin de siècle, mentre la mancata conclusione dei Sei personaggi in cerca d'autore a una drammaturgia circolare. Fra enigmi, parabole, sogni e misteri, molti suoi finali acquistano il significato di emblemi di un'epoca, come tutti i finali che si rispettino. Accanto a questo percorso, il libro rintraccia altri finali, impossibili o mancati, e quasi in un dialogo ideale con lo scrittore gli sussurra: è un vero peccato, signor Pirandello, che Lei ci abbia lasciati orfani di due finali veramente epocali, ma noi li abbiamo "scoperti" e posti accanto agli altri, l'epilogo, l'enigma, il finale circolare...

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Francesco De Sanctis. Benvenuti, miei cari giovani"
Editore: Elliot
Autore: Ferroni Giulio
Pagine: 63
Ean: 9788869932298
Prezzo: € 9.00

Descrizione:A duecento anni dalla nascita di Francesco De Sanctis (1817- 1883) l'eredità del grande letterato e filosofo risulta essere più che mai vitale, propositiva e utile per migliorare lo stato di salute della nostra cultura. È da questa prospettiva che Giulio Ferroni lo ricorda, in maniera ampia e articolata, come figura imprescindibile per comprendere la storia della letteratura e della critica italiana. E a rappresentarne la modernità e attualità di pensiero, è stata scelta per questo volume la prolusione tenuta al Politecnico di Zurigo in apertura dell'anno didattico 1856-1857. Nel suo discorso di benvenuto, il professore di Storia della Letteratura italiana ricorda a quei giovani, chiamati ad affrontare gli studi scientifici e tecnici, l'importanza di una educazione intellettuale e morale che può provenire solo dallo studio delle lettere, l'unico in grado di far evolvere un giovane dal suo stato "rozzo" e "salvatico". Parla ai giovani di oggi, con comunicativa intensità e passione, l'arringa desanctisiana in difesa della letteratura, della poesia e dell'arte.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il romanzo-saggio"
Editore: Bompiani
Autore: Ercolino Stefano
Pagine: 304
Ean: 9788845283956
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Il romanzo-saggio emerse in Francia nell'ultimo quarto dell'Ottocento e raggiunse la piena maturità in Austria e Germania nel periodo tra le due guerre. Discutendo autori come Dostoevskij, Tolstoj, Zola, Huysmans, Strindberg, Proust, Mann, Musil e Broch, Stefano Ercolino inquadra l'emergenza del romanzo-saggio nell'ambito della crisi ideologica che si abbatté sull'apparato simbolico della modernità negli ultimi decenni dell'Ottocento e che raggiunse il culmine a seguito dei disastri della Prima e della Seconda Guerra Mondiale. Genere cruciale per una rinnovata comprensione della storia letteraria europea e della varietà dello spettro morfologico del modernismo, il romanzo-saggio costituisce l'ultimo e decisivo capitolo del discorso letterario sulla modernità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il coraggio di essere idiota. La felicità secondo Dostoevskij"
Editore: Mondadori
Autore: Sibaldi Igor
Pagine: 192
Ean: 9788804675280
Prezzo: € 16.89

Descrizione:I grandi autori sono, da sempre, esperti della felicità: ogni romanzo memorabile racconta di qualcuno che prova a essere felice e che perciò comincia a vivere una storia straordinaria. Per i cercatori di felicità le convenzioni sociali, i doveri morali, le ambizioni di cui tanti si accontentano diventano limiti da superare: il mondo intero diventa troppo stretto. Così è per il protagonista de "L'idiota" di Dostoevskij: un giovane principe che a tutti appare ingenuo, ma che in realtà vuole soltanto insegnare a non opporsi ai propri desideri più luminosi. Nulla è più rivoluzionario della felicità, secondo Dostoevskij. E nulla è più tenace della paura di conquistarla. Di questa paura, Dostoevskij indaga le cause più profonde e mostra come vincerla, scoprendo un nuovo modo di intendere l'evoluzione dell'umanità. Igor Sibaldi, ne "Il coraggio di essere idiota", narra come avvenne questa scoperta, fin dove giunse e cosa occorre per proseguirla oggi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Introduzione a Belli"
Editore: Castelvecchi
Autore: Marcello Teodonio
Pagine: 336
Ean: 9788869447358
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Il massimo poeta nel dialetto romanesco e uno dei più grandi poeti europei di ogni tempo. La sua rappresentazione della vita di Roma, espressa in 2.279 sonetti in dialetto, rimasti inediti durante la sua vita, costituisce un quadro assolutamente verosimile della società romana, italiana ed europea dell'Ottocento, testimoniata e interpretata in maniera sempre acuta e sorprendente da un poeta originale e isolato, quasi clandestino in patria. Al tempo stesso questa rappresentazione della realtà diventa metafora potente delle contraddizioni della vita, espresse con una formidabile ricchezza di soluzioni stilistiche e formali, comiche e tragiche, ironiche e drammatiche, liriche e narrative, in una poesia che riesce a unire una grande quantità di aspetti e di rapporti (Orazio e Leopardi, Dante e i realisti di ogni tempo, il cristianesimo e la filosofia moderna) con un'altrettanto grande chiarezza. Il libro accompagna il lettore all'incontro con questo poeta percorrendo la sua biografia, la sua formazione culturale, la sua scrittura in prosa (lettere, zibaldone, prose letterarie) e in poesia (40.000 versi in italiano, 32.000 versi in dialetto) e la sua fortuna critica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Da una modernità all'altra. Tra Baudelaire e Sartre"
Editore: Marsilio
Autore: Teroni Sandra
Pagine: 172
Ean: 9788831726344
Prezzo: € 15.00

Descrizione:«Ogni ermeneutica è comprensione di se stessi passando attraverso la comprensione dell'altro»: questa citazione di Paul Ricoeur sintetizza il carattere di un libro che interroga una fase della nostra modernità a cavallo tra Otto e Novecento. Baudelaire la teorizza e ne fa materia poetica; Sartre decide che è arrivato il momento di relegarla al passato e di ridefinire i fondamenti di una letteratura dei "tempi moderni" a partire dal principio di responsabilità. Esprimono, l'uno e l'altro, la più radicale coscienza di una frattura storica alle loro spalle, ma anche di una irrisolta contrapposizione fra estraneità e presenza nella storia. Si dispiega in questo arco di tempo una letteratura del rifiuto di una società dominata dalle leggi del profitto, del mercato e delle banche che non risparmiano neanche la creazione artistica. Una letteratura dello smarrimento della meta e di ogni centro, cosicché al vettore temporale si sostituisce la ripetizione con il corollario di un inesauribile desiderio di evasione, all'itinerario il vagare: metafore di un inquietante interrogativo sulla propria identità e consistenza. Una letteratura della perdita dell'unità e del naufragio del senso. Una letteratura della malinconia, dunque, e dell'inquietudine, del vano inseguimento di un oggetto assente.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un Prometeo male incatenato. Gian Pietro Lucini, le opere, le carte"
Editore: Mimesis
Autore:
Pagine: 268
Ean: 9788857541075
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Nel gennaio del 1914, qualche mese prima di morire, Gian Pietro Lucini confessò di avere in sé un "Prometeo male incatenato", cui la sua opera era idealmente dedicata. Mito dell'antiveggenza e dell'assalto al cielo, Prometeo incarna bene, in emblema, la produzione luciniana, caratterizzata dal rovello perpetuo di progetti concepiti, modificati, abortiti, ma anche felicemente e pienamente realizzati. Presentate in diverse occasioni, a Genova, tra il 2015 e il 2016, nell'ambito del progetto di ricerca "Per una nuova lettura dell'opera di Gian Pietro Lucini", le indagini raccolte in questo volume muovono da un confronto serrato con l'opera e le carte d'archivio dello scrittore lariano, per approdare alla definizione di nuove e coerenti piste di ricerca. Dai saggi di Marco Berisso, Livia Cavaglieri, Lia Raffaella Cresci, Fausto Curi, Pier Luigi Ferro, Manuela Manfredini, Francesco Muzzioli, Gian Luca Picconi, Francesco Sberla-ti, Erminio Risso, Fabio Romanini e Franco Vazzoler emerge uno scrittore dal profilo complesso e multiforme, inquieto e fremente, ma anche razionale e analitico, che ha saputo oltrepassare la consuetudine.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' origine dei media: Hawthorne e Poe"
Editore: Franco Angeli
Autore:
Pagine: 92
Ean: 9788891752628
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Pochi lo sanno ma, nella prima metà dell'Ottocento, due importanti scrittori americani - Nathaniel Hawthorne ed Edgar Allan Poe - hanno affrontato in alcune loro opere il tema della comparsa dei mezzi di comunicazione di massa nella società moderna. Pur celandola dietro modalità metaforiche ed allusive e ricorrendo agli strumenti espressivi propri della letteratura, entrambi mostrano di possedere una notevole consapevolezza del fondamentale ruolo sociale che, già all'epoca, i media avevano iniziato ad assumere. Questo libro presenta i loro due racconti più famosi da questo punto di vista, Wakefield e L'uomo della folla, preceduti da un'introduzione dello studioso dei media Alberto Abruzzese, che li mette in diretto collegamento evidenziandone le connessioni e rintracciando in entrambi un vero e proprio "punto d'origine" dei media odierni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Enrico Panzacchi. Il critico e il letterato"
Editore: Edizioni ETS
Autore: Giannantonio Valeria
Pagine: 168
Ean: 9788846746894
Prezzo: € 16.00

Descrizione:La poliedrica personalità di Enrico Panzacchi, vissuto dal 1840 al 1904, e autore di alcune tra le più suggestive poesie del tempo e di opere in prosa, merita una nuova attenzione anche nel campo della critica letteraria. Dante, Manzoni, Leopardi, Galilei, Marino, il Tommaseo, il Giusti, il Capuana e il Fogazzaro costituirono il centro dei suoi interessi critici. Formatosi come poeta alla scuola del Carducci (i suoi Lyrica uscirono contemporaneamente alle Odi barbare del Carducci), il Panzacchi ebbe ben saldo il senso della tradizione poetica, entro un idealismo, che gradualmente si andava accostando alla considerazione della cultura contemporanea, impersonata soprattutto dal Capuana. Ma l'attenzione del critico andò anche al Fogazzaro, il cui Daniele Cortis era stato all'origine della svolta nella vita di Giulio Salvadori, causandone la conversione al cattolicesimo. Anzi, attraverso il carteggio con il Fogazzaro, consultato nella Biblioteca civica di Vicenza, e quello con il Carducci, rinvenuto presso la casa Carducci di Bologna, il profilo del Panzacchi scaturisce da una attenzione tutta particolare ai maestri della sua epoca, che ne condizionarono il pensiero critico e l'attività poetica. Parimenti, l'idealismo romantico-risorgimentale fu degno di attenzione da parte del Panzacchi, che nelle opere del Manzoni e del Leopardi lodò prima di tutto l'artista. Attento anche agli umori del giornalismo contemporaneo, Panzacchi si impose sullo scenario culturale coevo con la convinzione di un ritorno ai valori veri dell'arte, laddove il classicismo non andava confuso con un culto sterile della forma e dell'erudizione, ma come palestra di formazione morale e civile, e dunque entro un'apertura al futuro.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Monsieur Proust"
Editore: SE
Autore: Albaret Céleste
Pagine: 351
Ean: 9788867232710
Prezzo: € 35.00

Descrizione:Quando Marcel Proust mori, già celebre nel mondo, nel 1922, molti si precipitarono da colei ch'egli chiamava la sua "cara Céleste ", per ottenerne la testimonianza, i ricordi. Molti sapevano che solo lei (per essergli vissuta accanto negli otto decisivi anni della sua esistenza) deteneva verità essenziali sulla persona, sul passato, sugli amori, sullo sguardo sul mondo, sul pensiero, sull'opera di quel grande, geniale infermo. Céleste era il testimone principe, il centro di tutto. Ma per cinquant'anni rifiutò di parlare. La sua vita, diceva, se n'era andata con Monsieur Proust. Solo a ottantadue anni Céleste Albaret decise di concedere una lunga conversazione, raccolta nel libro, a Georges Belmont.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU