Categoria
           
Num. Prodotti x Pagina
           
Ordina Per

Libri
Warning: fread() [function.fread]: Length parameter must be greater than 0 in /web/htdocs/www.piemontesacro.it/home/negozio/funzioni.php on line 198



Titolo: "Io ci sto"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Andrea Oldoni
Pagine: 96
Ean: 9788831545860
Prezzo: € 7.50

Descrizione:Il testo propone un cammino di maturazione cristiana per ragazzi adolescenti, centrato sulla persona di Cristo-roccia, su cui poggia e si costruisce la vita del cristiano pietra-viva dell'edificio Chiesa-corpo di Cristo.Come evitare il rischio della stanchezza, della noia, dello spreco, del nonsenso?La formula magica è: meno IO, più TU; più rapporto con Dio e con l'altro.Condivisione dei valori, con il risultato di una grande GIOIA.L'autore, nel cammino di riscoperta di Gesù, si incontra con delle persone, pietre vive: Giovanni Battista, Maria di Nazaret, Zaccheo, San Paolo, San Pietro?Ogni capitolo si apre con il racconto di Vangelo che si riferisce al personaggio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Una vita da Dio. 7: Viaggio nella storia della salvezza. Vangelo secondo Marco. Sussidio di preghiera per ragazzi"
Editore: In Dialogo
Autore: Azione Cattolica Ambrosiana
Pagine: 64
Ean: 9788881239184
Prezzo: € 2.90

Descrizione:

Un sussidio colorato, arricchito da tante illustrazioni, per aiutarti a trovare dei momenti speciali in cui fermarti in preghiera, con i genitori, i nonni o chi ti è vicino.Due giorni alla settimana, in cui radunare la famiglia e, perché no, gli amici, e vivere insieme un momento di riflessione guidati dal Vangelo secondo Marco.Completano il volume alcune attività manuali a tema con cui sbizzarrirti. Coraggio, cosa aspetti a partire?



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La catechesi dei giovani e i new media"
Editore: Elledici
Autore: Istituto di Catechetica dell'UPS
Pagine: 152
Ean: 9788801058390
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

Il libro raccoglie diversi contributi che sono stati elaborati da esperti nel settore della teologia, della catechetica e delle scienze umane in dialogo interdisciplinare. Si presenta come un sussidio per il ripensamento della catechesi dei giovani. È diviso in tre parti: nella prima parte si focalizza il contesto problematico generale come quadro eccipiente dell'intera questione nella seconda parte si entra direttamente in merito alla questione delle nuove culture digitali dei new media, mentre nella terza si propongono nuove visioni metodologico-sperimentali.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vangelo per matricole"
Editore:
Autore: Peyron don Luca
Pagine: 80
Ean: 9788869290497
Prezzo: € 6.00

Descrizione:Ti sei appena iscritto all'università e ti senti un po' smarrito? Sei uno studente fuori sede e ti devi ambientare? I primi esami ti intimoriscono? Questo è il libro per te! C'è un mondo là fuori che ha bisogno di giovani che, con coraggio e fragilità, costruiscano il regno di Dio anche nelle aule di un ateneo. Lasciati condurre per mano lungo la strada che porta a Colui che è Vita, Verità e Via.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Si può fare!. Percorsi di bene comune"
Editore: AVE
Autore:
Pagine: 112
Ean: 9788882848750
Prezzo: € 7.50

Descrizione:

Si può fare è uno strumento destinato prima di tutto ai gruppi giovani e giovanissimi - e ai loro educatori - per aiutare a riflettere su alcuni temi quali democrazia, legalità e giustizia, studio e lavoro, ambiente e sviluppo sostenibile, cura del territorio, multiculturalità e cura degli ultimi, ma soprattutto a trasformarli in prassi e stili di vita concreti. Ogni tema viene approfondito, con linguaggio chiaro e semplice, a partire da un brano della parola, da un estratto della Dottrina sociale della Chiesa e dalla Costituzione. Vengono infine proposti degli esercizi di gruppo, tracce di impegno concreto che permettano di comprendere l'importanza della partecipazione alla vita della città e della responsabilità di ciascuno nella costruzione del bene comune.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ci credo ancora?"
Editore: Elledici
Autore: Tonino Lasconi
Pagine: 192
Ean: 9788801058062
Prezzo: € 9.00

Descrizione:

C'è un momento, nella vita di tutti e degli adolescenti in modo particolare, in cui la fede ricevuta da bambini in maniera inconsapevole non basta più. Mille domande si affacciano all'orizzonte: perché credere? Cosa c'è dopo la morte? Perché devo andare a Messa? È un momento importante in cui la fede infantile si prepara a diventare adulta. Questo libro è, per i ragazzi, un manuale da consultare al bisogno. Per gli educatori, una raccolta di spunti per avviare il dialogo e il confronto. E per i genitori, un aiuto per comunicare con i figli. Il volume è la nuova ristampa del precedente "Quando la fede diventa difficile".



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Servi di più"
Editore: Elledici
Autore: Animagiovane
Pagine: 64
Ean: 9788801057867
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Il libretto esce insieme al sussidio estivo "Per far festa", per accompagnare gli animatori alla preparazione dei centri estivi. Ma in realtà è utilizzabile in maniera del tutto autonoma e soprattutto non è vincolato all'uso del periodo estivo. I 28 spunti di formazione e preghiere contenute nel libretto sono adatte a qualsiasi periodo dell'anno e servono ad approfondire meglio la propria interiorità e spiritualità.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Controcorrente"
Editore: Mimep-Docete
Autore: Andrea Oldoni
Pagine:
Ean: 9788884243027
Prezzo: € 6.00

Descrizione:

Originale percorso di adesione alla fede rivolto agli adolescenti. Con un linguaggio adeguato a questa difficile età e con immagini significative, è un vero faccia a faccia con la proposta cristiana.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "160 Valori salvavita"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Salvatore Mercorillo
Pagine: 192
Ean: 9788831545600
Prezzo: € 13.00

Descrizione:

Si tratta di un sussidio per la pastorale giovanile, da usare in oratorio per una catechesi e un’educazione alla vita a 360 gradi. L’autore analizza 160 valori (in ordine alfabetico, tra cui: accettazione, ardire, coerenza, dinamicità…) e i loro contrari, inserendoli in apposite schede, facili da usare. Ogni valore è spiegato dal punto di vista etimologico e biblico, ha una traccia di approfondimento e quella che l’autore chiama «quotazione personale» per un proficuo confronto con se stessi. Inoltre i valori sono classificati in tre categorie: fondamentali, strumentali, quotidiani.

L’AUTORE
Salvatore Mercorillo, sacerdote diocesano, giornalista e scrittore, vive e svolge il suo ministero a Ragusa. Specializzato in Scienze dell’Educazione, ha sviluppato una lunga esperienza di pastorale giovanile. Nel 1969 entra nel Movimento Internazionale Oasi (di padre Virginio Rotondi). Nel 1977 fonda l’Oratorio e Centro Giovanile Spazio, affiliato dal 1988 all’Anspi (Associazione Nazionale San Paolo Italia per Oratori). Dal 1980 al 1986 è direttore del Centro Diocesano Vocazioni e dal 1986 al 1992 è direttore del Centro Diocesano di Pastorale Giovanile. Presidente del Comitato Zonale Anspi Ragusa dal 1988, ha ricoperto la carica di Consigliere Nazionale Anspi dal 1999 al 2003, e responsabile nazionale Anspi del settore educativo-formativo. Ha al suo attivo diverse pubblicazioni di sussidi per la formazione degli educatori e per gli itinerari educativi di adolescenti e giovani, con diversi editori.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "È bello con te"
Editore: Fond. Ss. Francesco e Caterina
Autore:
Pagine: 80
Ean: 9788894023503
Prezzo: € 5.00

Descrizione:

Itinerario formativo-vocazionale per giovani e adolescenti. Un cammino che "tocca" i cuori per aiutarli, in modo nuovo, a guardare e scorgere la bellezza in se stessi, negli altri nel creato.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Con gli adolescenti"
Editore: Elledici
Autore: Umberto De Vanna
Pagine: 56
Ean: 9788801056921
Prezzo: € 7.00

Descrizione:

Uno strumento di lavoro "attivo" per gli incontri con gli adolescenti, per rispondere al loro bisogno di confronto con se stessi e con gli altri. Prendendo spunto da temi attinti perlopiù dal Catechismo dei giovani "Io ho scelto voi", le 24 schede che formano il sussidio spaziano sui temi di maggior interesse per i ragazzi, alternando argomenti schiettamente religiosi ad altri che fanno riferimento alle loro esperienze e ai loro problemi.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "È bello con te - Amare - Anno 3"
Editore: In Dialogo
Autore: Pastorale Giovanile diocesi di Milano
Pagine: 80
Ean: 9788881238880
Prezzo: € 8.50

Descrizione:L'adolescenza è un momento delicato per la crescita di un ragazzo e di una ragazza, ricco di cambiamenti, di dubbi, di scoperte, di domande, di ricerca e di costruzione più profonda del sé e della propria personalità, in relazione con gli altri e con l'Altro.Nel terzo volume dell'Itinerario educativo, il verbo di riferimento è amare. Con esso si vuole porre l'accento sulle dimensioni della relazione, con se stessi, con gli altri, con l'amato, con la vita e con il mondo.Attraverso le cinque declinazioni si intende inoltre esprimere il desiderio e l'esigenza che gli adolescenti hanno di incontrare e vivere le loro dimensioni affettive attraverso le esperienze che la vita quotidiana e lo sguardo verso il futuro offre loro, imparando a razionalizzarla e a scoprire come, attraverso la luce del Vangelo, l'esperienza affettiva fa crescere e aiuta a costruire la persona.L'auspicio è quello di riuscire a far scoprire agli adolescenti il fascino della fede, accompagnarli e guidarli in un cammino che li porti a conoscere la persona di Gesù, così da far esclamare anche a loro «È bello per noi essere qui con te!»

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vorrei leggere la Bibbia. Mi aiutate?"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Francesco Lambiasi
Pagine: 72
Ean: 9788810808849
Prezzo: € 5.00

Descrizione:Il libretto è dedicato a quanti, soprattutto giovani, almeno qualche volta hanno sperimentato il desiderio di leggere la Bibbia, e forse hanno anche provato a sorseggiarne qualche pagina, ma poi si sono arresi, perché l'hanno trovata oscura, arida lontana.«La Bibbia può apparire come una montagna d'alta quota, ammaliante per l'imponenza delle vette innevate, incantevole per il prevedibile godimento di panorami mozzafiato, ma che pure si annuncia molto rischiosa da scalare, con sentieri impervi da percorrere e vertiginosi strapiombi da rasentare. In breve, un'esperienza proibitiva per i comuni mortali. Ecco, questo libretto vorrebbe aiutare a non avere paura di esplorare la "santa montagna" della sacra Scrittura. È vero: si richiede fatica e coraggio, ma l'impresa non si presenta affatto impossibile» (dall'Introduzione).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La comunità racconta il Vangelo"
Editore:
Autore: Arcidiocesi di Milano Servizio per la Catechesi
Pagine: 208
Ean: 9788868940140
Prezzo: € 12.90

Descrizione:Il presente volume contiene il testo delle relazioni proposte alle Quattro Giorni per le comunità educanti tenute a inizio dell'anno pastorale 2014-2015. Il suo scopo è di abilitare alla narrazione del Vangelo, intesa non come operazione tecnica bensì come azione della Chiesa che consegna il tesoro della fede agli adulti e alle giovani generazioni. Un compito bellissimo ma impegnativo, che mette in gioco ogni aspetto dell'esistenza comunitaria e ogni figura della comunità. Il testo offre anche schede per la ripresa personale e il lavoro di equipe. Esso rappresenta così la prima tappa dell'itinerario formativo per le figure cui è affidato il nuovo itinerario diocesano di iniziazione cristiana, con particolare riferimento al percorso 7-11 anni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Una speranza affidabile"
Editore: Marcianum Press
Autore: Giovanni Giudici
Pagine: 400
Ean: 9788865122525
Prezzo: € 19.00

Descrizione:

A partire da un'ampia riflessione sulla Chiesa - in particolare la Chiesa italiana degli ultimi venti anni -, l'autore considera fatiche e successi delle nostre comunità cristiane. Come le sentinelle in Isaia, vigilanti su una società in crisi ma in continua evoluzione, i cristiani sono chiamati ad ascoltare tutte le voci che risuonano intorno a loro per imparare a dialogare con tutti, individuando i passi da compiere insieme per conseguire il bene comune. L'auspicio che percorre i testi è che la comunità cristiana sia innanzi tutto se stessa e si riveli per ciò che è, al di là degli apparati e delle forme che ne appesantiscono il cammino.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La santità è sempre giovane"
Editore: Elledici
Autore: Paolo Fucili
Pagine: 112
Ean: 9788801056297
Prezzo: € 7.50

Descrizione:

Anno dopo anno, la straordinaria avventura che ha lasciato un segno indelebile nella storia del pontificato di papa Wojtyla: dal Giubileo del 1984 all'incompiuta di Colonia 2005, in ogni Giornata mondiale della Gioventù Giovanni Paolo II ha cantato, gioito, pregato, pianto con le sterminate folle di giovani sedotti dal suo carisma magnetico. Aneddoti, curiosità e, soprattutto, le appassionate parole del Papa ai giovani arricchiscono un libro dal sapore fresco e leggero, pensato per chi vuole scoprire l'essenza forse più autentica della santità di Wojtyla: l'essere stato un uomo immedesimato come nessun altro nei desideri, nelle paure, nei dubbi, nelle speranze e nelle inquietudini dell'età più bella, preziosa e fragile della vita.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il granello di incenso"
Editore: In Dialogo
Autore: Azione Cattolica Ambrosiana
Pagine: 192
Ean: 9788881238637
Prezzo: € 7.50

Descrizione:

Pregando insieme agli adolescenti abbiamo pensato a uno strumento che li aiutasse a fare propria la preghiera della liturgia delle Ore, che è la preghiera del popolo di Dio, la preghiera che anche noi laici vogliamo fare nostra, pregando al mattino e alla sera, per essere partecipi della liturgia della Chiesa.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I laboratori della fede"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Aa.vv.
Pagine: 224
Ean: 9788831544627
Prezzo: € 14.00

Descrizione:

Itinerari di evangelizzazione rivolti a preadolescenti e adolescenti. Ottimo testo per catechisti ed educatori che esprimono difficoltà nel fronteggiare efficacemente, in chiave educativa e di annuncio, questa fase della vita dei ragazzi.

 

INTRODUZIONE

La fede sensibile

L'esperienza di formazione proposta nei percorsi di inizia­zione e nei gruppi di ragazzi e giovani rischia di limitarsi alla trasmissione di nozioni e concetti che non rendono ragione e bellezza di quanto la fede possa rappresentare per la vita reale di una persona.

La fede è ridotta a concetto, esperienza cognitiva su cui ri­flettere, spesso con pericolose derive moralistiche ed esortative (un approccio parenetico) che, invece di mostrare un volto desi­derabile di Dio, rischia di darne rappresentazioni alquanto di­stanti dalla verità.

A che mi serve avere fede? Che cambia nella mia vita? Non si è felici anche senza credere?
Il breve racconto che segue può guidarci:

Due uomini camminano insieme per una strada.
Uno di loro è convinto che essa conduca alla città celeste, l'altro in­vece che non conduca in nessun posto; ma dato che non c'è altra strada, i due viaggiano insieme. Nessuno di loro ha mai percorso tale strada; per questo, nessuno è capace di dire cosa troveranno a ogni angolo. Durante il viaggio hanno momenti facili e gioiosi, ma anche duri e pericolosi.

Per tutto il tempo uno di loro pensa al viaggio conte a tiri pellegrinag­gio alla città celeste. Interpreta i momenti piacevoli come incoraggiamen­ti e gli ostacoli come prove del suo proposito e lezioni di perseveranza...

L'altro, da parte sua, non crede a nulla di questo, e considera il viaggio come una marcia inevitabile e senza scopo; dal momento che non c'è scel­ta, egli gode del bene e sopporta il male. Per lui non esiste nessuna cit­tà celeste da raggiungere, non una finalità che dia un senso al loro viaggio: c'è solo la strada e la fortuna della strada nel buono e nel cattivo tempo.

Entrambi questi due uomini camminano con la loro perso­nale fede, ma si tratta di due fedi profondamente diverse: vi è l'uomo che crede non ci sia nulla dopo questo cammi­no e per cui non conta il passato o il futuro, ma ciò che può sperimentare in quel dato momento, in quanto non c'è eredità, o attesa, che conti veramente; i suoi gesti e at­teggiamenti di vita saranno allora ispirati al principio del carpe diem, di cogliere e approfittare di quei fugaci mo­menti di felicità che la vita ogni tanto ti fa sperimentare; oppure l'uomo che crede di percorrere una strada verso una meta precisa e desiderabile; pur vivendo le stesse belle e brutte esperienze del suo compagno di viaggio, interpreta e le vive in modo completamente diverso; anche i suoi gesti e atteggiamenti saranno allora orientati verso altre direzioni. le La fede è uno sguardo. Uno sguardo libero, appassionato, sensibile, autentico su Dio, su disé, sugli altri, sul mondo. È lo sguardo dell'uomo nuovo, di Gesù, che è ispirato da altre logiche che non corrispondono a quelle di questo mondo, perché è sguardo veggente, creativo. Papa Francesco usa più volte nella sua lettera enciclica Lumen fidei il riferimento agli occhi e allo sguardo: « La fede appare come un cammino dello sguardo, in cui gli occhi si abituano a vedere ín profondità »3.

«La luce della fede possiede, infatti, un carattere singolare, essendo capace di illuminare tutta l'esistenza dell'uomo. (...) Trasformati (dall'amore di Dio) riceviamo occhi nuovi, speri­mentiamo che in esso c'è una grande promessa di pienezza e si apre a noi lo sguardo del futuro >>.

Lo sguardo va allenato. Ognuno di noi, ricevendo la grazia, il dono dello Spirito che alimenta in noi i suoi doni, è potenzial­mente in grado di vivere in verità e pienezza la sua vita da figlio di Dio. Ogni organo, così la vista, così la fede in quanto organo vitale interiore, va allenato e stimolato altrimenti inaridisce.

Potremmo riconsiderare alcune raffigurazioni allegoriche classiche della fede che la rappresentano come una donna benda­ta, cieca... più assimilabile alla fortuna, al fato, che a un percorso di gioia e pienezza umana. Sicuramente nella vita possiamo speri­mentare dei momenti di buio anche spirituale, dove l'unica cosa che possiamo tentare è abbandonarci all'amore del Padre, certi della sua presenza e della sua vicinanza. Ma questo non è la nor­malità. Una relazione, come quella che la fede permette di instau­rare con il Signore della vita, se è relazione di amore autentico, non può i i i tercorrere tra un cieco e un vedente. Nessuna relazione d'amore autentico è basata su una situazione di tale asimmetria relazionale: uno solo che vede, uno solo che guida, uno solo che sceglie e dirige. Una relazione autentica è tra due volti che si guar­dano e si guidano e si lasciano condurre. La fede, cioè, non è cie­ca, ma aiuta a vedere meglio, in profondità.

«Quelle cose che occhio non vide, né orecchio udì, né mai entrarono in cuore di uomo, Dio le ha preparate per coloro che lo amano. E a noi Dio le ha rivelate per mezzo dello Spirito; lo Spirito infatti conosce bene ogni cosa, anche le profondità di Dio» (Cor 2,9-10).

Educare al pensiero di Cristo, a vedere la storia come Lui, a giudicare la vita come Lui, a scegliere e ad amare come Lui, a sperare come insegna Lui, a vivere in Lui la comunione con il Padre e lo Spirito Santo. In una parola, nutrire e guidare la men­talità di fede: questa è la missione fondamentale di chi fa cate­chesi a nome della Chiesa (CEI, Rinnovamento della Catechesi, LEV, Città del Vaticano 1970, n. 38).

Vogliamo evidenziare di seguito due rischi collegati all'an­nuncio della fede: un approccio che rimane schiacciato sulla trasmissione dei contenuti, orientato al consenso più che a una interiorizzazione e rielaborazione creativa epersonale del messaggio cristiano; una frattura tra la crescita spirituale e i livelli di sviluppo psico-affettivo dei ragazzi.

Oltre una catechesi contenuto-centrica «Per trasmettere un contenuto meramente basterebbe un libro e dottrinale, un'idea, forse, o la ripetizione di un messaggio orale. Ma ciò che si comunica nella Chiesa, ciò che si trasmette nella sua Tradizione vivente, è la luce nuova che nasce dall'incontro con il Dio vivo, una luce che toc­ca la persona nel suo centro, nel cuore, coinvolgendone la mente, il vole­re e l'affettività, aprendola a relazioni vive nella comunione con Dio e con gli altri ».

Sí assiste spesso a un'offerta formativa, sia sul piano della modalità di gestione degli incontri che degli strumenti editoriali, di tipo contenuto-centrica, privilegiando la trasmissione del messaggio allo stimolo dei dinamismi umani che ne permettano una sua piena interiorizzazione. La stessa discussione sui metodi, che contrappone quello induttivo a quello deduttivo, sembra avere alle spalle un identico paradigma: ho un concetto da tra­smettere e per farlo posso seguire una di queste due vie, partire dal dato di fede, dal contenuto (per dedurre) oppure da situa­zioni esistenziali, di vita, per poi guidare e condurre (indurre) ad esso. Siamo conduttori di un percorso chiaro e delineato a prio­ri, che rischia di lasciare ben poco spazio alle incursioni della vita, che sorprende e cambia, che è un'avventura inserita in un contesto sempre più problematico e difficilmente catalogabile. La tentazione dell'insegnare, in-signàre, del lasciare segni prede-finiti e a volte distanti dalle domande dei ragazzi, o ponendo domande che ancora essi non sono in grado di farsi, è forte e vi cadiamo anche quando ne conosciamo il rischio. Il metodo che introdurremo nel terzo capitolo, che definiamo con il termine «pensiero in azione », cerca di superare questo paradigma in chiave ermeneutica:

il percorso educativo e di evangelizzazione come continua riflessione e reinterpretazione dei contenuti e delle prati­che religiose e culturali, per passare da un cristianesimo sociologico a una fede interiorizzata; un gruppo che si configura come una comunità di pratica che, impegnata nel conseguire un'impresa comune, è mes­sa alla prova e valuta e si valuta, prende contatto e coscien­za con la realtà ed è spinta, attraverso le esperienze pro­prie dell'annuncio (l'ascolto della Parola, la partecipazione e l'incontro con la comunità, la celebrazione, il confronto con la vita) a un'appropriazione autentica e non « consu­mistica »6 dell'esperienza religiosa; educatori che accettano essi stessi di mettersi in gioco con i propri ragazzi, ponendo tra parentesi le loro esperienze, preconcetti, supposizioni, ma guidando il gruppo a un la­voro di ricerca e riscoperta in cui loro stessi sono coinvolti assumendo di volta in volta ruoli diversi (guida, osservatore, facilitatone, sintetizzatore, orientatore, testimone).

Forte integrazione tra fede e vita

In quanto creature di Dio, è difficile distinguere sul lettino del laboratorio ciò che è umano e ciò che è spirituale. Il gesto più eclatante l'ha compiuto Diostesso, e va a Lui il primato educativo, quello di incarnarsi, di umanizzarsi fino in fondo, per ricongiungere i due piani.

La tendenza a separare il piano umano da quello spirituale porta a considerare le conoscenze psíco-pedagogiche e alcuni processi educativi come indipendenti dalla maturazione della fede da parte di bambini e ragazzi. La fede richiede una risposta libera e personale. Alla risposta, alla libertà della stessa, l'indivi­duo va educato affinché non compia un mero gesto dí costume, abitudinario, ma una scelta cosciente e decisiva per la sua vita.

I due poli dell'azione educativa sono « dono » e « risposta ». Il primato di Dio che si rivela come dono di sé per l'uomo, ma che richiede la capacità, nella libertà dell'uomo, di poter rispon­dere, e la risposta è dentro dinamismi propri dell'umano.

Il nodo della questione è determinato dalla coniugazione di « do­no » e « risposta ». In parole povere, il problema, tipicamente pastorale, è questo: come si colloca l'iniziativa di Dío e come viene responsabiliz­zato colui che risponde con decisione personale.

Questa azione ha però come interlocutore l'uomo. È Parola di grazia e di promessa, nella quale Dio si rivolge all'uomo e interpella la sua liber­tà. L'iniziativa di Dio è prioritaria e costitutiva della risposta umana: solo in Cristo l'uomo può rispondere alla chiamata del Padre. Ma la chiamata di Dio non si pone come alternativa o sostitutiva della risposta dell'uo­mo. Il dono di Dio promuove e sostenta la libertà dell'uomo: è dono di un Padre che genera figli, autonomamente responsabili; dono di un Cre­atore che crea creatori. La risposta dell'uomo è sempre risposta umana, segnata da tutti i caratteri dell'umano. L'esistenza umana, per essere compresa nella sua totalità, richiede perciò una lettura teologica-cristolo­gica (per cogliere l'iniziativa di Dio in Cristo) e una lettura antropologica (per cogliere le modalità umano-storiche in cui avviene la risposta)'.

Non possiamo educare alla grazia, in quanto dono gratuito, atto di amore che discende sull'uomo da Dio. Ma la libertà è educabile. L'attenzione educativa è posta allora sulla receptio, sulla capacità della persona di rispondere a questa richiesta di amicizia, di accoglierla per essere via attraverso la quale poten­ziare la propria umanità; educare a una scelta consapevole e ma­tura, che è in grado di trasformare la vita per divenire « uomini nuovi», per «rinascere dall'alto » (Gv 3,3).

Ne va della realizzazione piena della nostra persona, prote­sa verso la santità, perché come sosteneva lo scrittore francese Georges Bernanos, i santi non sono dei superuomini o degli eroi, ma solo delle persone che hanno raggiunto un livello su­periore di umanità, per divenire sempre più simili al loro mo­dello, Gesù Cristo, colui che è stato perfettamente uomo. Per­sone che hanno acquisito degli atteggiamenti verso di sé, verso gli altri, verso Dio, liberi e autentici, aperti e appassionati.

L'atto di evangelizzazione nonpuò prescindere dalla di­mensione umana, con tutto quello che ne consegue. Sintesi perfetta di quanto scriviamo è l'affermazione del Direttorio Generale della Catechesi: «Evangelizzare educando, educare evangelizzando » (n. 147). Educare la persona vuol dire assu­merla in tutta la sua complessità, totalità, pensieri e azioni, va­lori e motivazioni, luci e tenebre, con l'obiettivo di attivare in lei dei cambiamenti, dei comportamenti conformi alla realtà che essa incarna. È la consapevolezza che non basta conoscere un concetto per incarnarlo in gesti, azioni, atteggiamenti.

L'obbiettivo è realizzare un vero e proprio habitus cristiano (espres­sione già usata da san Tommaso), persone in grado di esprimere quelle virtù proprie della nostra fede in uno stile globale di vita.
Tutto questo mette in gioco più livelli della persona:

la dimensione cognitiva;

la dimensione affettiva;

la dimensione morale, valoriale (coscienza e sistema moti­vazionale).

Un certo numero di riflessioni evidenziano come il percorso della fede nella persona avviene dentro í dinamismi della persona stessa. (...) Le operazioni psicosociali interessate sono definite: il campo motivazio­nale, l'insieme della memoria biografica, i livelli di sviluppo dell'io, il rapporto tra proposta e compiti evolutivi della persona stessa8.

La sfida che ci poniamo è quella dí uscire da una catechesi contenuto-centrica, dove l'attenzione è posta solo su come me­diare al meglio un contenuto e per cui sull'oggetto da comunica­re in modo simpatico e piacevole, per passare a un percorso che si prenda cura del soggetto in cammino, in base alla sua età e alle abilità e competenze da sviluppare.

Una via da non trascurare nella evangelizzazione è quella dell'inse­gnamento catechetico. (...) Che questo insegnamento debba essere im­partito per formare abitudini di vita cristiana e non per rimanere sola­mente intellettuale, nessuno lo contesterà. (...) I metodi dovranno essere adattati all'età, alla cultura, alla capacità delle persone, nella costante ri­cerca di fissare nella memoria, nella intelligenza e nel cuore le verità es­senziali che dovranno impregnare la vita intera.

I Laboratori della fede si prefiggono questi obiettivi, me­diante un accompagnamento dei ragazzi volto non solo all'ascolto e al confronto sulla Parola, ma anche a una progressiva riela­borazione e appropriazione dei contenuti di fede mediante un'impresa comune da realizzare e la pratica diretta di quanto è oggetto di riflessione.

Gli atteggiamenti per una vita cristiana

Il domani, in altre parole, non si costruisce prima di tutto attraverso le mille esaltanti proposte « verbali » e neppure attraverso la presentazio­ne di modelli concreti di persone che hanno scelto. Il domani si forgia, in buona parte, attraverso lo stimolo educativo come « liberazione della li­bertà», ad acquistare una buona batteria di atteggiamenti.

Tonelli propone la categoria degli « atteggiamenti » come obiettivo da educare neigiovani, per realizzare una maturità umana e cristiana. Senza entrare troppo nel merito degli studi di psicologia sociale, cerchiamo di elencare ciò che caratterizza e definisce un atteggiamento: l'atteggiamento è una disposizione all'azione rispetto a un dato oggetto (una persona, un gruppo, un oggetto concre­to o astratto, se stessi, Dio...); si tratta di una rappresentazione psichica che riassume la nostra valutazione dell'oggetto; l'atteggiamento può essere positivo, neutro o negativo ver­so l'oggetto e manifestarsi con un'intensità diversa; la valutazione che stabiliamo dipende dalle nostre cono­scenze, emozioni, scale di valori, comportamenti passati ed esperienze.

Le scelte di un individuo, le sue azioni, dipendono quindi sia da fattori cognitivi-motivazionali che emotivi. «L'intervento (educativo) diventa quindi potenziamento e autenticazione di atteggiamenti già corrispondenti; lenta costruzione dí quelli as­senti; controllo e superamento di quelli contrari, attraverso ge­sti educativi precisi, orientati da una logica coraggiosamente controcorrente »

L'autore raccoglie gli atteggiamenti su cui poter lavorare in chiave educativa in cinque ambiti.

1. Atteggiamenti determinanti per un'educazione aperta alla fede

Il senso della gratuità, per riuscire ad amare con lo stile del Padre.

La dimensione di « tempo lungo » per permettere la cre­scita di una speranza che è fondamentalmente apertura al futuro.

La fiducia interpersonale: «fidarsi» degli altri, per ap­prendere dal vivo a « fidarsi» di Dio.

Il senso del mistero, che ci fa toccare con mano il limite della nostra intelligenza e la grandezza di ogni persona, irriducibile alle nostre categorie di comprensione, apren­do quindi verso l'alterità trascendente di Dio.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Accendi una luce"
Editore: Elledici
Autore: Animagiovane
Pagine: 64
Ean: 9788801056075
Prezzo: € 1.50

Descrizione:Il libretto esce assieme al sussidio estivo "Fuori di tenda" per accompagnare gli animatori alla preparazione dei centri estivi. E' comunque utilizzabile in maniera del tutto autonoma e soprattutto non è vincolato all'uso nel periodo estivo. I 28 spunti di formazione e preghiera contenuti nel libretto sono adatti a qualsiasi periodo dell'anno e servono ad approfondire meglio la propria interiorità e spiritualità. E' la Luce dello Spirito che accende ogni attivazione educativa!

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cercare Dio."
Editore: Marcianum Press
Autore: Carlo Caffarra
Pagine: 64
Ean: 9788865122341
Prezzo: € 9.00

Descrizione:Il testo raccoglie le catechesi che il cardinale Caffarra ha tenuto ai giovani durante l'Anno della Fede.La limpida scrittura è sottesa da tre convinzioni/intenzioni di fondo: mostrare la ragionevolezza della fede, richiamare l'intima connessione della fede con la verità, insistere sul rilievo della fede in ordine al tema della contemporaneità di Cristo giacché, se Gesù non fosse contemporaneo, si ridurrebbe alla sua dottrina.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ti vedo bene. Cammino per educatori 14enni"
Editore: In Dialogo
Autore:
Pagine: 36
Ean: 9788881238552
Prezzo: € 5.50

Descrizione:Il sussidio per il cammino 14enni prende spunto dalle riflessioni proposte dall'Arcivescovo Angelo Scola nella lettera pastorale Il campo è il mondo e dalla proposta della Fom A tutto campo, per stimolare i nostri ragazzi a cercare e a vedere il bene che li circonda - il grano buono della parabola evangelica - anche nelle situazioni in cui sembra «soffocato» dalla zizzania.Nella riflessione saremo aiutati dalla metafora degli occhiali, che ci aiuteranno a vedere a diversi livelli di profondità il bene che ci circonda. Lo cercheremo insieme nei luoghi abituali di vita dei ragazzi: la scuola, il tempo libero, le relazioni, la vocazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cercatori di bellezza. Leggere la Parola con i giovani"
Editore: EMI Editrice Missionaria Italiana
Autore: Alberto Degan
Pagine: 160
Ean: 9788830721661
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Catechesi in chiave missionaria su brani del Nuovo Testamento. Sono nate in gruppi di preghiera giovanili ed hanno per leitmotiv la vocazione a una vita in pienezza. La finalità è accompagnare i giovani in un cammino lungo il quale «scrivere una contro-storia di giustizia e di bellezza» in un mondo che sembra diventato cieco al futuro.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "In viaggio verso te - Libro + dvd. Dieci tappe per ritrovare Dio. Un percorso per adolescenti e giovani"
Editore: Elledici
Autore: Calogero Di Fiore
Pagine: 104
Ean: 9788801055764
Prezzo: € 18.00

Descrizione:L'obiettivo di questo percorso educativo (pensato per un itinerario annuale o per un campo estivo) è aiutare i giovani a sapersi orientare nella ricerca di Dio e interiorizzare l'esperienza dell'incontro con Cristo. Ogni tappa propone: il videoclip di una canzone inedita che lancia il tema, una dinamica di gruppo per interiorizzare il tema, il confronto con un "testimone", un momento di preghiera e la visione di un film da vedere insieme. Oltre a questo libro con i testi e il materiale per gli incontri e un dvd allegato con 10 videoclip, canzoni e testimonianze, è disponibile a parte il cd musicale con la registrazione delle dieci canzoni che danno lo spunto al cammino.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Catechesi giovanile"
Editore: SugarCo
Autore: Livio Fanzaga
Pagine: 288
Ean: 9788871986623
Prezzo: € 16.50

Descrizione:

Questo libro è la trascrizione di un ciclo di quella Catechesi giovanile che Padre Livio ormai da molti anni tiene ogni venerdì sera nella sede di Radio Maria a Erba, da settembre all’inizio dell’estate, individuando ogni anno un argomento che il suo intuito pedagogico e pastorale gli suggerisce come utile,dei suoi giovani amici.

L’argomento di questo ciclo è la tentazione: un argomento verrebbe da dire inattuale, se consideriamo il silenzio in cui è relegato dalla pastorale ordinaria e in particolare dalla formazione giovanile. Ma, ben consapevole di quanto sia grave e pericoloso questo oblio, Padre Livio sceglie il tema della tentazione e lo illustra compiutamente negli aspetti dottrinali e in quelli concreti. Sul piano teologico, facendo riferimento alla Scrittura e al Magistero, mette in evidenza la centralità di questa tematica nella vicenda dell’uomo singolo e nella storia della salvezza; sul piano della vita personale, fa riferimento all’esperienza universale della tentazione, del peccato, dell’infelicità che ne deriva e del pericolo mortale che esso rappresenta per il nostro destino eterno. Ma nella fede tutto si tiene, e questi temi si ampliano a una visione totale e rasserenante della nostra condizione: perché non si può parlare del mistero angoscioso del male, di satana e dell’impero delle tenebre, senza parlare dell’amore misericordioso di Dio, del destino di felicità eterna che Egli non smette di offrirci, della vittoria di Gesù su satana, della positività che Dio conferisce persino alle nostre cadute, dell’accompagnamento di Maria nelle nostre perigliose vicende.

 

PRESENTAZIONE
di Maria Luisa Cigada

Questo libro è la trascrizione di un ciclo di quella Catechesi giovanile che Padre Livio ormai da molti anni tiene ogni ve­nerdì sera nella sede di Radio Maria a Erba, da settembre al­l'inizio dell'estate, individuando ogni anno un argomento che il suo intuito pedagogico e pastorale gli suggerisce come utile, o meglio necessario, alla crescita spirituale dei suoi gio­vani amici.

Naturalmente, passando dalla voce alla forma scritta, molto si perde della vivacità con cui l'Autore espone il tema: nel cor­so di ogni incontro, nelle parole di Padre Livio affiorano ricor­di personali, aneddoti, battute, scintille d'ironia, sapide inven­zioni di nuovi termini: non tutto si può fissare sulle pagine di un libro. Ma, al di là della forma immediata e brillante di que­ste Catechesi, il motivo dell'affezione e della fedeltà con cui i giovani le seguono è la rilevanza dei temi trattati: temi che interpellano profondamente l'anima di ognuno, con una chia­rezza dottrinale senza sconti e con una concretezza esperien­ziale da cui nessuno può chiamarsi fuori.

L'argomento di questo ciclo è la tentazione: un argomento verrebbe da dire inattuale, se consideriamo il silenzio in cui è relegato dalla pastorale ordinaria e in particolare dalla forma­zione giovanile. Ma, ben consapevole di quanto sia grave e pe­ricoloso questo oblio, a cui molti altri ne sono associati in alcu­ni settori della Chiesa, Padre Livio lo sceglie e lo illustra com­piutamente negli aspetti dottrinali e in quelli concreti. Sul piano teologico, facendo riferimento alla Scrittura (specialmente alla Genesi e al Vangelo) e al Magistero, mette in eviden­za la centralità di questa tematica nella vicenda dell'uomo sin­golo e nella storia della salvezza; sul piano della vita personale, fa riferimento all'esperienza universale della tentazione, del peccato, dell'infelicità che ne deriva e del pericolo mortale che esso rappresenta per il nostro destino eterno: e sono paro­le che incidono a fondo nell'anima di chi non rifiuta di ascol­tarle.

Ma nella fede tutto si tiene, e questi temi si ampliano a una visione totale e rasserenante della nostra condizione: perché non si può parlare del mistero angoscioso del male, di satana e dell'impero delle tenebre, senza parlare — molto più a lungo, e con una gratitudine sconfinata — dell'amore misericordioso di Dio, del destino di felicità eterna che Egli non smette di of­frirci, della vittoria di Gesù su satana, della positività che Dio conferisce persino alle nostre cadute, dell'accompagnamento di Maria nelle nostre perigliose vicende. Se è vero che il male ci assedia e spesso ci sopraffà, come non essere rinfrancati dal­la constatazione che possiamo rialzarci più forti dalle nostre cadute? Come non sentirci rinascere, seguendo il consiglio di perdonare a noi stessi, per accogliere con felice umiltà il per­dono del Signore?

E alla fine viene da dire: di quanta gioia, di quanta pace e speranza si priva chi, davanti a tanto Bene, si « cementifica» nell'indifferenza o in un amaro, ostinato rifiuto!

 

ESTRATTO DAL PRIMO CAPITOLO

LA VITA È UN'OCCASIONE UNICA

La presenza di Maria a Medjugorje, segno di gioia e di eternità

Anche questa sera saluto il folto gruppo di giovani che par­tecipa alla catechesi: complimenti! Ci sono ancora ragazzi che cercano il senso della vita. Meglio cercarlo quando si è giova­ni. Non si può arrivare alla fine della vita senza sapere perché si è stati al mondo.

Intanto iniziamo questo ciclo di catechesi affidandoci a Maria: siamo in un momento di intense feste mariane: otto, dodici, quindici settembre: natività di Maria, nome di Maria, festa dell'Addolorata. Non posso nascondere la mia soddisfa­zione: secondo i progetti del diavolo questa estate, dopo tutto quello che è successo a Medjugorje, si pensava che non ci sa­rebbero stati più pellegrini, invece il festival dei giovani ha re­gistrato un aumento di partecipanti del 10-15% e si è arrivati a 620 sacerdoti concelebranti! E il giorno dell'Assunta il nu­mero degli italiani è stato circa il doppio dell'anno scorso: in­fatti la Messa per gli italiani, che l'anno scorso era stata cele­brata nel capannone che contiene circa 3000 persone, invece ha avuto luogo nella grande spianata, e questa addirittura non bastava: questa è stata la risposta degli italiani al clamore dei giornali!

La gente va a Medjugorje perché c'è la Madonna, è attirata dal suo amore materno, fa l'esperienza che il cielo non è lon­tano, percepisce la presenza della felicità e della pace. Per esempio, la sera del 14 agosto, all'apparizione per il gruppo di Ivan a cui potevano partecipare i pellegrini, c'erano dieci-quindicimila persone che salivano con i lumini sulla montagna sotto il cielo stellato. La Madonna è apparsa, era vestita in mo­do splendido, circondata da angeli. In questi momenti tu sen­ti che il cielo si apre, non è lontano.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Io mi gioco, e tu?. Sussidio per la preghiera dei ragazzi in famiglia - Avvento"
Editore: In Dialogo
Autore: Azione Cattolica Ragazzi (Milano)
Pagine: 56
Ean: 9788881238422
Prezzo: € 3.50

Descrizione:Con la guida di papa Francesco, i ragazzi sono condotti alla scoperta dello stile di Gesù, che li incoraggia a non rimanere «a bordo campo» nelle loro giornate, ma a «mettersi in gioco» e ad essere protagonisti.È importante però conoscere delle buone regole che sostengano il gioco: una, in particolare, accompagna i ragazzi nella preghiera in famiglia durante il tempo di Avvento: è la Regola di vita. Siamo pronti allora a metterci in gioco? Ora inizia la sfida!

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO