Articoli religiosi

Libri - Psicoanalisi



Titolo: "La rêverie in psicoanalisi. Immaginazione e creatività in psicoterapia"
Editore: Franco Angeli
Autore: Del Longo Nevio
Pagine: 146
Ean: 9788891770653
Prezzo: € 19.00

Descrizione:Rêverie è un termine francese che indica fantasticheria ad occhi aperti, lo stato sognante dello spirito che si abbandona e si meraviglia. Per Bachelard sono i poeti che in modo privilegiato agiscono come "provocatori" di rêverie e che permettono di saziare la sete d'immagini dell'essere umano aiutandolo a superare ogni dato della sensibilità. Lo stato ricettivo del terapeuta e la comunicazione "fra emisferi destri" con il paziente, nonché la funzione alfa e lo scambio d'identificazioni proiettive dentro la "capacità negativa" di entrambi, consente di co-costruire insieme un mondo d'immagini, di intuizioni, di creare opportunità adatte a risvegliare il sognatore assopito per poter "vivere le vite non vissute". Ecco un libro che permette, anche attraverso gli esempi e le vignette proposte, di far comprendere ai terapeuti di formazione analitica quanto la psicoterapia possa avvicinarsi all'arte e quanto possa diventare una comunicazione di "anime". Impariamo a riconoscere la rêverie al lavoro nella relazione terapeutica, nell'interpretazione dei sogni e nel lavoro di gruppo, come quella qualità capace di stimolare in ogni terapeuta la sensibilità e il rispetto necessari per entrare nello "spazio sacro" del paziente e favorire il possibile cambiamento. Il lavoro dell'autore diventa quindi una sorta di "compendio" su come fare psicoterapia e sulle qualità umane e professionali che dovrebbero essere coltivate dallo psicoanalista e dallo psicoterapeuta di formazione analitica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Etica, fenomenologia e psicoanalisi"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore:
Pagine: 224
Ean: 9788837232054
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Un omaggio a Francesco Saverio Trincia in conclusione dell'attività didattica presso il Dipartimento di Filosofia dell'Università Sapienza di Roma: il volume restituisce la personalità dello studioso che ha dedicato anni allo studio dell'etica, della fenomenologia, della psicoanalisi e delle trasformazioni della soggettività moderna.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Notes per la psicoanalisi"
Editore: Alpes Italia
Autore:
Pagine: 135
Ean: 9788865314890
Prezzo: € 22.00

Descrizione:In Analisi terminabile e interminabile il rifiuto della posizione femminile, presente in entrambi i sessi, è esplorato da Freud sullo sfondo di una relazione analitica in cui si oppone come resistenza talvolta insuperabile al lavoro dell'analista. La logica binaria fallico-castrato che può essere intollerabile se la castrazione non si limita a significare la differenza anatomica dei sessi, implicando piuttosto il non essere niente, l'assoluta impotenza e mancanza di risorse. È Winnicott ad ampliare questo scenario teorico sullo sfondo di una situazione transferale materna, andando in cerca di un 'femminile' primario comune ad entrambi i sessi... Su questa scia, pensare un 'lavoro del femminile' quale preservazione e cura di uno spazio interno, implica la presa in considerazione di tutte le cause del transfert, non evitando di passare per la posizione dell'analista e la sua modalità di elaborare il controtransfert. Gli autori di questo numero esplorano con diversi accenti le questioni cliniche ed antropologiche implicate dal lavoro del femminile e dal suo rifiuto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tardività. Freud dopo Lacan"
Editore: Mimesis
Autore: Campo Alessandra
Pagine: 440
Ean: 9788857541686
Prezzo: € 28.00

Descrizione:In psicoanalisi la Nachträglichkeit ci mostra anzitutto una cosa: per fare un trauma occorrono due tempi: qualcosa diviene vero, ma solo "dopo"; l'effetto tangibile di un'esperienza appare sempre più tardi e un ricordo rimosso diventa trauma solamente nachträglich, tardivamente. L'intuizione di Freud è che l'inconscio è qui, nella coscienza, secondo una relazione di coesistenza e simultaneità difficile da pensare e tuttavia ineludibile: c'è qualcos'altro, ma non in un altrove trascendente. Per questo dove l'inconscio è (wo Es ist), in atto, là l'Io sarà stato (wird Ich gewesen sein), sarà stato un fatto o un significato. Il ritardo è irriducibile perché è strutturale ed è tutt'uno con le cose. Il ritardo è anzi la cosa stessa, ma non è l'assoluto. La Cosa s'attarda ma è simultanea. Che l'effetto tangibile di un'esperienza appaia solo più tardi e che qualcosa divenga vero unicamente dopo significa allora, come affermano i filosofi del processo, che "il tutto non è dato" e che l'inconscio è reale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scilicet. Le psicosi ordinarie e le altre sotto transfert"
Editore: Alpes Italia
Autore:
Pagine: 340
Ean: 9788865314708
Prezzo: € 28.00

Descrizione:"(...) la psicosi ordinaria non ha una definizione rigida. Sono tutti benvenuti a dare la propria impressione e la propria definizione della psicosi ordinaria. Ho inventato una parola, ho inventato un'espressione, ho inventato un significante fornendo un abbozzo di definizione per attrarre i diversi sensi, i diversi riflessi di senso intorno a questo significante. (...) Ho scommesso sul fatto che questo significante potesse provocare un'eco nel clinico, nel professionista. Volevo che si ampliasse e volevo vedere fino a che punto poteva arrivare questa espressione. Ero ispirato da ciò che Lacan aveva fatto con la passe. (...) Lacan diede solo un abbozzo di definizione della passe e propose che si sperimentasse per vedere, dopo aver definito il momento, che cosa sarebbe comparso, e come le persone avrebbero contribuito. Volevo fare qualcosa del genere con la psicosi ordinaria. E credo che questo abbia avuto un effetto di attrazione di senso molto potente". (Miller J.-A., "Effetto di ritorno sulla psicosi ordinaria", in La Psicoanalisi, n° 45, Astrolabio, Roma 2009, pp. 227-228).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Perdere la testa. Abiezione, conflitto estetico e critica psicoanalitica"
Editore: Clinamen
Autore: Civitarese Giuseppe
Pagine: 138
Ean: 9788884102782
Prezzo: € 17.89

Descrizione:Nell'Interpretazione dei sogni di Freud, due bambini inscenano oniricamente una decollazione. Si trovano così riuniti suggestivamente il tema dell'infanzia (allegorizzato nella pittura classica dalle tante Madonne col bambino) e il tema della perdita della testa (che richiama le altrettanto numerose Salomè e Giuditte). Tali figure, onnipresenti nella cronaca e nel nostro immaginario, in questo volume vengono esaminate in riferimento ad una serie di modelli paradigmatici: dal suicidio-choc di Niente da nascondere, di Haneke, a Persona, di Bergman; dal Servo, di Losey, alla Lisabetta, di Boccaccio; dal video The Last Riot, dell'AES+F Group, ai cyborg di Nightmare Detective, di Tsukamoto, sino alle temibili eroine del Vas Luxuriae, di Corrado Govoni. L'autore indaga questa ossessione con i 'nuovi' strumenti della critica psicoanalitica. Perché ci interessiamo all'arte? Cosa ricaviamo dai contatti che, in forme diverse, cerchiamo di stabilire con questo mondo "altro" e - al tempo stesso - misteriosamente vicino? La tesi di fondo del libro è che l'arte non sia (solo) una forma passiva di evasione bensì anche una forma che coinvolge attivamente le strutture e i contenuti più profondi della nostra vita mentale, aiutandoci ad ascoltare e a dar voce alle nostre emozioni e ai nostri pensieri.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Amleto e Edipo. Seguito da «Amleto e Freud» di Jean Starobinski"
Editore: SE
Autore: Jones Ernest
Pagine: 166
Ean: 9788867233601
Prezzo: € 20.00

Descrizione:"Il tema dell'assassinio del padre è centrale nell'Amleto, che Jones sviscera qui con tutti gli strumenti ermeneutici di cui dispone. Il gran pregio di questa analisi, e il motivo principale del suo persistente interesse, sta nei suoi procedimenti associativi: Amleto conduce a Shakespeare, che conduce a Freud, che conduce a Edipo, che conduce ad Amleto. Jones precisa la struttura edipica di Amleto, con le sue specifiche peculiarità: come potrebbe il principe di Danimarca vendicare il padre, quando l'assassino (lo zio), che ha sposato la vedova della vittima (la madre), non ha fatto altro che realizzare in sua vece i suoi desideri più segreti? Il conflitto, situato alla radice stessa della sua psiche, lo blocca e lo distrugge. [...] Muovendo da Jones, Starobinski può procedere oltre, e guidarci, nel magistrale saggio qui riportato, da Amleto e Shakespeare a Freud, fornendoci nuovi lumi sull'elaborazione del complesso di Edipo. Ci si rende qui conto, ancora una volta, in quale misura la formazione culturale e letteraria di Freud abbia costituito una sorta di contrappunto alla sua esperienza clinica." (dallo scritto di Paolo Caruso)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Freud, Bion, Matte Blanco e l'arco di Filottete. Mito, clinica e ricerca in psicoanalisi"
Editore: Armando Editore
Autore: Sapienza Salvatore, Tenerini Alessandra
Pagine: 159
Ean: 9788869923784
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Il testo descrive il mito e la sua funzione nella clinica psicoanalitica elencandone aspetti applicativi, di ricerca, di studio ed epistemologici. Particolare attenzione è rivolta all'uso differente del mito in analisi duale e in quella di gruppo, ai rischi, ai limiti e al pericolo di collasso mentale nell'utilizzo non consono della malta mitica. Il mito è per gli autori come un farmaco e come tale ha una posologia nella clinica. Infatti, prima di raccontare un mito, l'analista dovrebbe essere capace di osare il volo per avere una visione archeologica della mente dei pazienti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il segreto del figlio. Da Edipo al figlio ritrovato"
Editore: Feltrinelli
Autore: Recalcati Massimo
Pagine: 128
Ean: 9788807890802
Prezzo: € 8.00

Descrizione:Lo splendore di un figlio consiste nel suo segreto, che si sottrae alla retorica dell'empatia e del dialogo oggi conformisticamente dominante. Un figlio è un'esistenza unica, distinta e irriducibile a quella dei suoi genitori. Contro ogni autoritarismo e contro una pedagogia falsamente libertaria che vorrebbe annullare la differenza simbolica tra le generazioni, Recalcati afferma il diritto del figlio a custodire il segreto della sua vita e del suo desiderio. Il confronto tra due figure mitiche di figlio - quella dell'Edipo di Sofocle e quella del figlio ritrovato della parabola lucana, alle quali fanno eco quelle di Isacco e di Amleto - offre una prospettiva particolare attraverso la quale osservare il segreto del figlio. Edipo resta imprigionato in un destino che non gli lascia scampo, dove tutto è già scritto sin dall'inizio: il tentato figlicidio del padre si rovescia nel parricidio e nell'incesto del figlio. Diversamente, il figlio ritrovato di cui Gesù narra la vicenda è colui che sa, pur nell'erranza e nel fallimento, distinguersi dalle sue origini. L'abbraccio del padre, in questo caso, non vuole soffocare o punire il figlio, ma riconoscerlo nella differenza incomprensibile e incondivisibile di una vita diversa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ricordi e riflessioni di uno psicoanalista"
Editore: Kimerik
Autore: Zambello Renzo
Pagine: 224
Ean: 9788893755931
Prezzo: € 16.00

Descrizione:In un'epoca in cui la quotidianità obbedisce alle regole sempre più frenetiche della comunicazione mediatica, una riflessione profonda su chi veramente "si è" appare quanto mai suggestiva e attraente. Ricordi e riflessioni di uno psicoanalista è il diario di un uomo che ha avuto la tenacia e il coraggio di conquistare la propria esistenza, combattendo i mostri che sin dalla prima infanzia la ostacolavano. Il Dottor Renzo Zambello racconta la sua vita - dalle origini di una famiglia di campagna fino ai giorni trascorsi in studio accanto ai suoi pazienti - ricalcando con involontaria somiglianza la vita di Carl Gustav Jung, leggendario psicoanalista particolarmente attratto dal magico mondo dell'inconscio e della sfera spirituale. Una somiglianza che si riflette anche nel modo di pensare e gestire l'analisi, sensibile al linguaggio dell'invisibile, in cui la relazione con il paziente si concentra tutta sul preconscio, piuttosto che sulla verbalizzazione. Ne emerge una autoanalisi coinvolgente rivolta anche ai non addetti ai lavori, che possa essere d'incoraggiamento a chiunque cerchi una via per trovare sé stesso.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Psicoanalisi, monoteismi e fragilità del padre: effetti clinici e sociali"
Editore: Mimesis
Autore:
Pagine: 199
Ean: 9788857544618
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Il tema del monoteismo nella psicoanalisi freudiana e lacaniana ha un'importanza cruciale per esplorare ciò che rende possibile la costituzione del soggetto dell'inconscio. Un inconscio che è da un lato strutturato come un linguaggio e dall'altro marcato dalla pulsazione del reale. Parlare di monoteismo vuol dire occuparsi dell'annodamento tra queste due dimensioni e convocare la figura del padre per sondare il punto di insorgenza della soggettività umana. Leggendo i diversi contributi raccolti in questo numero degli Annali si potrà verificare quanto un approfondimento sui monoteismi diventi rilevante soprattutto nel momento in cui rivolgiamo l'attenzione agli effetti clinici della fragilità del padre, un tema ben presente nella contemporaneità, non solo a livello sociale, ma anche nel funzionamento soggettivo. La clinica della contemporaneità è infatti caratterizzata dall'estrema vulnerabilità della funzione paterna e pone sempre più in evidenza quelle domande che come un filo rosso attraversano questo volume: come intendere la funzione del padre nell'epoca della sua evaporazione? Cosa significa per un figlio ereditare ciò che l'ha preceduto?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Al di là del principio del piacere. Testo tedesco a fronte"
Editore: La Scuola
Autore: Freud Sigmund
Pagine: 192
Ean: 9788826500461
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Pubblicato nel dicembre 1920, questo scritto dal titolo "nietzschiano", qui presentato per la prima volta con il testo tedesco a fronte, costituisce la chiave di volta dell'intera metapsicologia di Freud. In esso trova la sua formulazione definitiva il dualismo fondamentale della teoria pulsionale freudiana, fra la pulsione erotica (le mozioni sessuali, i moti sublimati, le pulsioni autoconservatrici) e la pulsione di morte, che riconduce il vivente organico allo stato inanimato, senza vita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Psicanalisi, scienza e filosofia. Un'analisi del testo di S. Freud «Il disagio della civiltà»"
Editore: ETS
Autore: Rescio Aldo
Pagine: 88
Ean: 9788846736406
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Il Centro Studi per una teoria critica della psicanalisi si propone di rendere pubblici i Seminari che Aldo Rescio, psicanalista e fondatore della Scuola Psicanalitica Freudiana, con sede a La Spezia e Firenze fino all'anno 2005, ha tenuto nel corso della sua attività. Abbiamo iniziato con il Seminario dedicato alla questione della melanconia e proseguiamo con la questione del disagio della civiltà, poiché si tratta di una tematica non riducibile né ai criteri della attualità/inattualità né all'ambito degli addetti ai lavori. Freud, interessato alla sofferenza del singolo, ha avvertito la necessità di speculare sulle grandi costruzioni sociali, etiche e religiose della civiltà umana e di analizzare le forme assunte dalla ricerca di felicità. In rapporto a ciò non ha potuto esimersi dal dire la sua circa lo scopo della vita umana. Per Aldo Rescio, questa, è una lezione che ogni psicanalista dovrebbe trarre da Freud e rilanciare criticamente. Dire la propria sul senso della vita umana, sul bene e sul male, senza indulgere nella tentazione di addomesticare verità inquietanti e senza il bisogno di sentirsi legittimato dal discorso scientifico, è una premessa indispensabile per chi ha la pretesa di poter sollevare un altro essere umano dall'angoscia di cui patisce, talora drammaticamente, gli effetti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tradurre dal silenzio. La psicoanalisi come esperienza assoluta"
Editore: Mimesis
Autore: Terminio Nicolò
Pagine: 57
Ean: 9788857545622
Prezzo: € 6.00

Descrizione:L'esperienza del silenzio è un modo per ritrovarsi autenticamente con se stessi e con gli altri. Il silenzio circoscrive il rapporto con l'Altro, con l'immagine di sé e con il proprio corpo. Altro, immagine, corpo: in ciascuno di questi livelli di esperienza il silenzio si fa segno di una presenza e, al contempo, di un'assenza. In questo taccuino l'autore ci porta dentro l'esperienza psicoanalitica esplorando le vie in cui tale presenza-assenza si manifesta nel rapporto con il proprio inconscio. L'inconscio si rivela infatti come parola e silenzio, come eco del passato e come segno ancora muto che attende di essere tradotto in avvenire. Il viaggio e la relazione psicoanalitica sono un'occasione per mettersi sulle tracce di ciò che era stato già scritto nel destino del soggetto e sulle tracce silenziose che custodiscono ancora un nuovo avvenire.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sei seminari di psicoanalisi integrata"
Editore: Alpes Italia
Autore: Imbasciati Antonio
Pagine: IX-224
Ean: 9788865314395
Prezzo: € 19.00

Descrizione:Freud fondò la psicoanalisi oltre cento anni fa: inventò un metodo che gli permise alcune scoperte sulla natura della mente umana, inaudite per quell'epoca. Ma tutt'oggi si ha l'idea che la psicoanalisi sia la "teoria di Freud", statica, dunque, e non un inizio di una scienza che si sarebbe nel tempo evoluta, come è avvenuto. Di qui l'dea che tutto quello che affermò Freud sia da confermare e conservare religiosamente. Queste idee operano tuttora sotterraneamente nella formazione dei molti che oggi fanno la professione dello psicoanalista o dello "psicoterapeuta psicoanalitico". Questo libro è frutto di un'esperienza gruppale con una ventina di questi professionisti e rivela una grande disparità di idee nebulose che si riflette nella pratica professionale, dove si riscontrano pregiudizi tradizionali dei secoli passati sulla natura della mente, le sue origini e il suo funzionamento rispetto a un ben poco conosciuto "cervello". Vi sono oggi psicoanalisti che sono anche studiosi aggiornati e scienziati, ma sono ben poco identificabili nell'imprecisa legislazione italiana circa le professioni. Così la psicoanalisi è una specie di romanzo: questo non toglie che qualcuno lo svolga bene.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dentro l'AT"
Editore: LAS Editrice
Autore: Aa. Vv.
Pagine: 526
Ean: 9788821313028
Prezzo: € 30.00

Descrizione:

L’analisi transazionale, sviluppata dallo psichiatra canadese-americano Eric Berne ormai più di sessant’anni fa, ha continuato a crescere e a svilupparsi fin dall’inizio. Ha dimostrato di essere un modello estremamente efficace, utilizzato da professionisti che lavorano in svariati contesti e campi, come la psicoterapia, il coaching e la consulenza, lo sviluppo gestionale e organizzativo, o lo sviluppo personale e di apprendimento. L’AT unisce una teoria facilmente accessibile sullo sviluppo delle persone e dei sistemi con un approccio altamente pratico, centrato sulle possibilità di crescita e di sviluppo.

Il libro è diviso in due parti. Nella prima parte viene presentata la teoria AT: uno sguardo generale d’insieme sui concetti di base dell’AT, che vengono poi messi a confronto con varie teorie mettendole in relazione l’una con l’altra. Nella seconda parte, alcuni professionisti AT provenienti da tutto il globo discutono l’applicazione dell’AT nel loro ambito lavorativo.

Gli Autori hanno scritto questo libro tenendo in mente tutte le migliaia di studenti presenti nei vari centri di formazione di AT sparsi nel mondo. Inoltre, hanno tenuto in considerazione i molti professionisti che utilizzano i concetti dell’AT nel loro lavoro e che possono richiedere un libro che serva come guida di riferimento ed anche come una fonte per approfondire ulteriormente la loro conoscenza. In sostanza, hanno scritto questo libro per tutti i professionisti che sono convinti che la qualità della relazione tra il professionista e il proprio cliente è l’ingrediente principale della crescita e dello sviluppo necessari o desiderati.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il soggetto «barrato». Per una psicopedagogia di orientamento lacaniano"
Editore: Mimesis
Autore: Pesare Mimmo
Pagine: 158
Ean: 9788857546285
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Questo libro propone il tentativo di ospitare all'interno dello statuto epistemologico delle discipline pedagogiche alcuni elementi dell'opera di Jacques Lacan, psicoanalista francese che non ha mai dedicato in maniera esplicita lavori programmatici a tali discipline, ma il cui sistema di pensiero possiede un gradiente profondamente pedagogico. Seguendo questa idea, tutto l'insegnamento di Lacan potrebbe essere pensato come una grande teoria del soggetto e dei processi di soggettivazione, ossia dei modi e dei dispositivi attraverso i quali si produce la formazione dell'uomo. Così come il soggetto della pedagogia, il soggetto lacaniano è il prodotto degli incontri che si fanno nel corso della vita: è costitutivamente fabbricato dalla parola dell'altro e determinato per sempre dalla divisione tra la struttura linguistica e culturale, in cui è immerso da prima di nascere, e il proprio irriducibile mondo interiore. La soggettività, per Lacan, non può ricucire la scissione tra il pensiero e l'essere perché essa stessa coincide con tale scissione, come una cicatrice che mantiene uniti due lembi di tessuto, mostrandone, però, la divisione. In questo senso, una psicopedagogia di orientamento lacaniano aspira ad aprire un ragionamento su come l'urgenza del carattere singolare e irripetibile della formazione possa essere letto con l'aiuto di strumenti psicodinamici che hanno fondamentalmente a che fare con alcuni dei tratti caratteristici di tale teoria del soggetto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il romanzo familiare di Freud"
Editore: Alpes Italia
Autore: Rubin Gabrielle
Pagine: XXV-107
Ean: 9788865314203
Prezzo: € 15.00

Descrizione:"All'inizio dell'estate del 1872 il giovane Sigismund (all'epoca era ancora questo il suo nome) aveva appena compiuto 16 anni ed era un brillante studente liceale, ammirato da tutta la sua famiglia. Perché potesse fare una breve vacanza, lui che raramente ne faceva, si decise che Sigi Freud si recasse a Freiberg, la cittadina dove egli era nato, accettando così l'amichevole invito della famiglia Fluss...". Potrebbe essere questo il promettente incipit di un letterario romanzo dell'800 se, realisticamente, la cronaca e l'ambientazione non facessero parte di alcuni personali capitoli del romanzo familiare di Freud. Il 1872 era stato un anno cruciale per Sig(is)mund Freud, per il suo destino personale e per quelli che saranno i suoi indirizzi speculativi e le scelte professionali; dobbiamo risalire a quell'anno se vogliamo comprendere le originali motivazioni che hanno alimentato il suo genio. Capiremo meglio ciò che lo spinse a studiare la natura profonda degli esseri umani, avendo intuito la natura complessa delle relazioni familiari. In questo libro la psicoanalista Gabrielle Rubin ha raccolto e analizzato - con rigoroso metodo freudiano - tutti gli elementi disponibili, sparsi negli scritti di Freud, nella sua corrispondenza e nelle numerose biografie a lui dedicate, per cercare di far luce su alcune parti del romanzo familiare di Freud che sembrano poter alludere all'esistenza di segreti nella sua famiglia di origine. Il libro è costruito minuziosamente, l'autrice procede sulla base di tracce e di indizi tornandovi più volte, come farebbe un bravo detective, per comporre il puzzle che ci darà infine una brillante visione a sostegno di sorprendenti significati. Leggendo questo libro si comprenderà chiaramente perché i grandi interrogativi conoscitivi di Freud abbiano fatto di lui un personaggio emblematico e geniale del '900 e, con sorpresa, si scoprirà come alcune delle sue spinose questioni personali possano oggi apparire straordinariamente vicine alle problematiche che investono le attuali 'realtà familiari'.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mosè e il monoteismo. Ediz. integrale"
Editore: Newton & Compton
Autore: Freud Sigmund
Pagine: 150
Ean: 9788822703682
Prezzo: € 4.90

Descrizione:"Mosè e il monoteismo" rappresenta l'ultima grande opera - dopo Totem e tabù e Il disagio della civiltà - dedicata al tema della genesi della civiltà umana e al passaggio dalla "natura" alla "cultura". Qui Freud esamina la possibilità di un incontro tra storia, grandi temi culturali e psicoanalisi. Può la storia essere letta attraverso gli strumenti della psicoanalisi, quali il complesso di Edipo, l'ambivalenza strutturale dei sentimenti umani, i meccanismi della proiezione e della trasfigurazione simbolica? Può la storia essere "psicologizzata"? A queste domande cerca di rispondere l'ultimo Freud che, prima di morire e nel pieno dell'antisemitismo nazista, non esita a sottoporre ad "analisi" la propria identità ebraica e l'essenza stessa dell'ebraismo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Coppie in psicoanalisi"
Editore: Astrolabio Ubaldini
Autore: Smadja Éric, Braem Colette, Garcia Vincent
Pagine: 162
Ean: 9788834017524
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Uno dei problemi delle terapie di coppia del recente passato è stata la scarsa considerazione dei singoli individui, dotati ciascuno di una propria temporalità, spesso in conflitto con quella dell'altro membro. La terapia rappresenta uno spazio-tempo transizionale, posto fra l'insorgere del dolore e la definizione di un cambiamento sia individuale sia coniugale. Il lavoro da svolgere si declina su tre piani, fra loro intrecciati: il piano individuale, quello intersoggettivo e quello gruppale. Prendendo spunto dai lavori di grandi teorici (Anzieu, Freud, Green, Kaës, Roussillon, Winnicott), Smadja e i suoi colleghi Braem, Garcia e Solis-Ponton riflettono sulle terapie di coppia che hanno seguito oppure osservato da vicino, addentrandosi in alcuni dei conflitti più ricorrenti e suddividendoli in due categorie: da un lato le problematiche legate alla vita e alla storia 'naturale' di ogni coppia, come le relazioni erotiche e la sessualità, la questione del desiderio di un figlio (che porta con sé il passaggio potenzialmente distruttivo da coppia a famiglia); dall'altro due tipi di sofferenze nelle quali spesso ci si imbatte, come la violenza e le relazioni extraconiugali. I cinque casi descritti affronteranno aspetti clinici, tecnici e teorici, permettendo al lettore di confrontarsi con diverse modalità di lavoro e di riflessione psicoanalitica e di scoprire le relazioni fra questi tre settori, che caratterizzano le origini e i fondamenti epistemologici della psicoanalisi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Compendio di psicoanalisi e altri scritti"
Editore: Newton & Compton
Autore: Freud Sigmund
Pagine: 233
Ean: 9788822719508
Prezzo: € 4.90

Descrizione:Il "Compendio di psicoanalisi" è l'ultima opera di Freud, nella quale egli esamina a fondo il legame tra affetto e parola, tra ciò che egli definisce "processo primario" (la forma inconscia del pensiero) e ciò che egli definisce invece "processo secondario" (il pensiero). Gli altri scritti che sono inclusi in questo volume - quali il Breve compendio di psicoanalisi (1924) che Freud scrisse per un'opera di divulgazione apparsa negli Stati Uniti, la celebre Autobiografia del 1924, la voce «Psicoanalisi» composta nel 1925 per l'Encyclopae-dia Britannica, o Alcune lezioni elementari di psicoanalisi (1938) - ripercorrono, in modo rapido ma chiaro ed efficace, la storia della scoperta "scientifica" dell'inconscio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La psicoanalisi"
Editore: Newton & Compton
Autore: Freud Sigmund
Pagine:
Ean: 9788822719515
Prezzo: € 4.90

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Psicoanalisi dell'isteria e dell'angoscia. Ediz. integrale"
Editore: Newton & Compton
Autore: Freud Sigmund
Pagine: 466
Ean: 9788822719546
Prezzo: € 4.90

Descrizione:I saggi raccolti in questo volume furono scritti tra il 1886 e il 1910 e costituiscono il primo tentativo di interpretazione psicoanalitica della malattia mentale. Gli studi inizialmente condotti da Freud sui fenomeni isterici denotano l'influenza degli insegnamenti ricevuti a Parigi da Charcot. Dopo anni di ricerche etiologiche e cliniche, Freud giunse a quell'esito che egli stesso riterrà fondamentale per la successiva nascita del pensiero psicoanalitico: Studi sull'isteria, l'opera scritta in collaborazione con Josef Breuer. Gli scritti successivi testimoniano il progressivo evolversi della sua dottrina e gli ulteriori approfondimenti teorici intorno alle motivazioni inconsce e alla dinamica della sintomalogia propria dell'isteria e della nevrosi d'angoscia. Nella storia dello studio dei disturbi nervosi è a questi saggi che si fa risalire l'atto di nascita della nevrosi d'angoscia e la prima, sistematica analisi del fenomeno isterico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sessualità e vita amorosa. Ediz. integrale"
Editore: Newton & Compton
Autore: Freud Sigmund
Pagine: 310
Ean: 9788822703903
Prezzo: € 4.90

Descrizione:Per l'importanza che rivestono nella sfera della sessualità o della perversione della sessualità umana, gli argomenti trattati in questo volume sono tutti da conoscere e approfondire. Sono qui raccolti i celebri "Tre saggi sulla sessualità" (1905) e "Contributi alla psicologia della vita amorosa", insieme con alcuni saggi che Freud scrisse sull.argomento tra il 1905 e il 1920, a comporre un'opera di riferimento completa ed esauriente. Questi saggi, elaborati nel corso di quindici anni di riflessioni e di pratica psicoanalitica, costituiscono nel loro insieme una vera e propria "guida" per comprendere il comportamento sessuale infantile e adulto, dal tabù della verginità alla masturbazione e all'omosessualità, fino alle perversioni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Psicologia e metapsicologia. Saggi sulla metapsicologia. Introduzione al narcisismo. Al di là del principio del piacere. Progetto di una psicologia. Precisazioni sui due principi dell'accadere psichico. Ediz. integrale"
Editore: Newton & Compton
Autore: Freud Sigmund
Pagine: 306
Ean: 9788822719553
Prezzo: € 9.90

Descrizione:Questo volume si apre con un breve ma significativo articolo scritto da Freud nel 1911, "Precisazione sui due principi dell'accadere psichico", che affronta la dinamica del meccanismo con cui l'Io primordiale sostituisce all'originario principio del piacere, proprio con dei processi inconsci, il più maturo principio di realtà; seguono poi due opere del 1915, "Introduzione al narcisismo", che sostiene l'esistenza di una libido riferibile a se stessi, e "Metapsicologia", che contiene alcuni saggi con i quali Freud riteneva di avere raggiunto una formulazione teorica definitiva della sua psicologia. In "Al di là del principio del piacere" viene invece per la prima volta dimostrata l'esistenza del principio della coazione a ripetere che, nelle intenzioni di Freud, ambiva a qualificarsi come postulato di ordine cosmico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU