Articoli religiosi

Libri - Filosofia Della Religione



Titolo: "Dio al plurale"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Rémi Chéno
Pagine: 128
Ean: 9788839934185
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Viviamo in una realtà frantumata, frastagliata. Il pluralismo è il volto visibile della globalizzazione, e a questo destino non sfugge nemmeno il mondo religioso. Ora, c'è chi reagisce denunciando il supermercato delle credenze e lamentando il bricolage religioso. E c'è chi si chiede che senso dare a questo fenomeno rispetto alla fede del Dio unico che interviene nella storia per salvare tutti gli esseri umani. Alla cacofonica di Babele, Rémi Chéno risponde con la sinfonia di Pentecoste: insegna ad accogliere teologicamente la diversità che non abolisce le differenze (e la verità!), ma le trasfigura in cangianti riflessi policromi. Lo fa inseguendo, con umiltà e rispetto, le orme di Colui per mezzo del quale tutto esiste. Ecco allora un libro talvolta scomodo, spesso sorprendente, sempre rivelatore: una guida intelligente per integrare nella fede cristiana lo "scandaloso" pluralismo religioso dei nostri giorni. «Il mio approccio, che definirei postliberale, opta per un esercizio umile della ragione nel confronto con le ricchezze dell'altro, senza peraltro cadere negli estremi dell'esclusivismo o del pluralismo» (Rémi Chéno).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scritti cristiani. La religione di fronte alla modernità"
Editore: Persiani
Autore: Forni Rosa Guglielmo
Pagine: 258
Ean: 9788885804456
Prezzo: € 16.89

Descrizione:Le riflessioni di Socrate, nei dialoghi platonici, sull'anima e sulla sua problematica sopravvivenza, possiamo studiarle con un interesse critico, storico, intellettuale, però come un aspetto, una questione che non ci riguarda: non siamo noi, è chiaro, a essere coinvolti in un discorso simile. Esiste poi davvero un mondo oltre la morte? Possiamo ancora credere in una prospettiva futura? È necessario osservare che oggi, mentre la pratica religiosa e la fede vissuta riguardano un numero sempre minore di persone, l'attività critica, editoriale, la pubblicazione di testi, di riviste religiose, gli studi più minuziosi sugli autori più sbiaditi invadono per così dire il nostro pianeta. Lo ha detto Rousseau nel modo più chiaro: «Siamo diventati tutti dottori e abbiamo smesso di essere cristiani». In questo senso l'equivoco pericoloso della Chiesa cattolica, la sua incomprensione di fondo della società contemporanea, consiste nel cercare un accordo - una collaborazione, direi quasi una sinergia - con quelle stesse forze che contribuiscono a distruggerla.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il vivente. Ciò che Gesù non rivela, Tommaso non lo nasconde"
Editore: Tipheret
Autore: Guarna Mario
Pagine: 81
Ean: 9788864964522
Prezzo: € 10.00

Descrizione:In questo libro Mario Guarna delinea i tratti di una Spoon River del lento ma costante cammino dell'umanità verso la conquista della trascendenza, partendo dall'assunto che «il vivente fluttua pienamente fra l'evidente e il celato» e che occorre fenomenologicamente un ritorno «alle cose stesse». È la lezione di Gesù a dominare incontrastata nella lunga sequenza di epitaffi che costituiscono la trama evolutiva di questo libro, nel quale il richiamo ai percorsi vitali dell'esperienza morale fa retrocedere sullo sfondo l'evento «limite» della morte. Perché ad essa gli uomini profondi sanno guardare in funzione della vita e dell'affermazione incondizionata di nuovi valori come insegna bene Nietzsche, in modo da rimettere al centro, si legge nelle prime pagine del libro, «il parlare stesso». Prefazione di Riccardo Roni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Aquinas, 2018/1-2"
Editore: Lateran University Press
Autore:
Pagine: 340
Ean: 9788846512536
Prezzo: € 60.00

Descrizione:Articoli Luigi Ruggiu, Eternità e tempo. Parmenide, Aristotele, Epicuro Luigi Alici, Agostino e il mistero dell'origine. Creazione e partecipazione Alessandro Ghisalberti, L'ordine della creazione in Bonaventura da Bagnoregio Christian Ferraro, La nozione tommasiana di creazione in senso attivo Mario Pangallo, Vita divina e creazione. Sguardo su alcuni testi per un confronto tra san Tommaso ed Hegel Leonardo Mess inese, La creazione come autoctisi in Giovanni Gentile Lubos Rojka, Creazione ex nihilo e inizio dell'universo Flavia Marcacci, Creazione e cosmologia scientifica. Problemi epistemologici e opportunità speculative Martino Feyles, Dalla creazione alla creatività. Genealogia di una categoria estetica Pietro Montani, Creatività artistica e scientifica. Un itinerario kantiano Patrizia Manganaro, Empatia e creatività. Note fenomenologiche su «corpi-soggetti» e «oggetti-per-soggetti» Luigi Periss inotto, Uso, regole e creatività del linguaggio. Wittgenstein tra Davidson e Heidegger Rosa Maria Calcaterra, Dal pathos della contingenza all'ethos della responsabilità. Naturalismo e "umanismo radicale" in William James Note e Discussioni Angelo Marchesi, I quattro libri della Summa Magistri Rolandi Cremonensis. Un'edizione a lungo attesa Nicolò Galasso, L'Introduzione all'indagine fenomenologica di Martin Heidegger. Decostruzione della filosofia teoretica e della storia della filosofia Notiziario, a cura di Philip Larrey

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Libertà politica e religione in Spinoza. Saggio sul «Trattato teologico-politico» e sul «Trattato politico»"
Editore: Mimesis
Autore: Iannucci Marco
Pagine: 279
Ean: 9788857553450
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Il percorso delineato da Marco Iannucci inquadra il pensiero di Spinoza nel dibattito politico-religioso della sua Amsterdam, che nella seconda metà del '600 fu teatro di un forte sviluppo economico e di tumultuosi fermenti politico-religiosi. Dall'analisi dei due trattati politici emergono non solo l'interesse di Spinoza per le circostanze che determinarono lo sviluppo della società, ma anche, grazie a un serrato dialogo con religiosi e politici del suo tempo, la sua volontà di guidarne i mutamenti in corso, di contribuire a migliorarli e di partecipare al processo di democratizzazione delle istituzioni. Ciò al fine di condurre la maggioranza degli uomini ad acquisire la libertà, intesa come liberazione da ogni forma di schiavitù. Egli diviene un tassello necessario al processo di emancipazione della collettività in cui vive, provocando così una vera rivoluzione politica, religiosa e morale, tanto che il suo messaggio, a più di tre secoli dalla sua morte, conserva ancora una bruciante attualità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La bibbia dei filosofi"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Bruno Forte
Pagine: 112
Ean: 9788837232818
Prezzo: € 12.00

Descrizione:«Questa indagine su La Bibbia dei filosofi intende accostare dieci passi biblici - cinque dell'Antico, cinque del Nuovo Testamento - riflettendo sui quali alcuni pensatori, appartenenti ad epoche diverse della tradizione filosofica occidentale, hanno elaborato pensieri tanto audaci, quanto fecondi di luci intellettuali e di stimoli etici e spirituali. Ovviamente il repertorio non è in alcun modo esaustivo: esso vorrebbe tuttavia mostrare come la Bibbia possa essere considerata anche quale Grande Codice ispirativo di alcune delle idee portanti, e certamente fra le più feconde, della filosofia elaborata nelle "terre del tramonto"». (dalla Presentazione)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il regno e il giardino"
Editore: Neri Pozza
Autore: Agamben Giorgio
Pagine: 120
Ean: 9788854518575
Prezzo: € 14.50

Descrizione:Da più di due millenni il paradiso terrestre, il giardino piantato da Dio in Eden, è stato per il mondo occidentale il paradigma di ogni possibile felicità degli uomini sulla terra. E, tuttavia, esso è fin dall'inizio anche il luogo da cui la natura umana, caduta e corrotta, è stata irrevocabilmente scacciata. Da una parte, tutti i sogni rivoluzionari dell'umanità possono esser visti come l'instancabile tentativo di rientrare nell'Eden, sfidando i guardiani che ne custodiscono l'accesso, dall'altra il giardino resta invece come una sorta di traumatismo originario che condanna al fallimento ogni ricerca di felicità sulla terra. In entrambi i casi, il paradiso è essenzialmente un paradiso perduto e la natura umana qualcosa di essenzialmente manchevole. Attraverso una critica serrata della dottrina agostiniana del peccato originale e una rilettura del paradiso dantesco, la ricerca di Agamben prova invece a pensare il paradiso terrestre non come un passato perduto né come un futuro a venire, ma come la figura ancora e sempre presente e attuale della natura umana e della giusta dimora degli uomini sulla terra. Un paradigma politico, dunque, da articolare e distinguere dal regno millenario, che ha fornito il modello alle utopie di ogni specie. Se solo il regno può dare accesso al giardino, solo il giardino rende pensabile il regno.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Individualismo e religione nella scuola austriaca"
Editore: ETS
Autore: Cubeddu Raimondo
Pagine: 202
Ean: 9788846754912
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Questo libro si occupa del liberalismo della Scuola Austriaca (Carl Menger, Eugen von Böhm-Bawerk, Friedrich von Wieser, Ludwig von Mises e Friedrich A. von Hayek) chiedendosi se si possa configurare anche come una soluzione del problema teologico-politico. Per questo, muove criticamente da una ricostruzione della versione hayekiana delle origini e del carattere del vero individualismo, per esaminare la tesi secondo la quale la religione sia soltanto uno di quei fenomeni sociali che sono sorti come conseguenza inintenzionale di azioni umane intenzionali. Pur non pensando a un mondo privo della religione perché convinti che la loro filosofia sociale potesse comprenderla come una tra le tanti varianti senza che la validità ne fosse limitata, gli Austriaci si trovano comunque a dover rispondere alla domanda se una ragione limitata e fallibile e il sistema di mercato possano sostituire il bisogno di religione. Ciò che induce anche a chiedersi come la loro filosofia politica si ponga nei confronti di un mondo, come quello occidentale odierno, che sembra assistere a una progressiva scomparsa della religione. Con in appendice un articolo di Carl Menger, "La conquista delle università", 1907.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mistica e filosofia nel pensiero di Marco Vannini"
Editore: Nerbini Edizioni
Autore: Schiavolin Roberto
Pagine:
Ean: 9788864342795
Prezzo: € 19.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lux in tenebris"
Editore: Aracne
Autore: Del Tredici Edoardo
Pagine: 476
Ean: 9788825523409
Prezzo: € 21.00

Descrizione:Il volume rappresenta un lungo e variegato percorso conoscitivo alla scoperta di quesiti fondamentali, tra cui: cos'è la realtà? da dove proviene il pensiero? è possibile accedere a una coscienza superiore? La struttura del testo è ispirata alla Fenomenologia dello Spirito di Hegel: si parte dagli stadi più elementari dell'esperienza umana per risalire gradualmente fino a quelli più complessi - dal particolare all'universale. L'approccio multidisciplinare è volto a offrire non solo una migliore intelligibilità per una vasta gamma di pubblico, ma anche un tentativo di riconciliazione tra le diverse correnti del sapere, mostrando come esse convergono al vertice delle conclusioni finali.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rosminianesimo teologico. Pedagogia del sapere di Dio. Una prospettiva storico-culturale"
Editore: Mimesis
Autore:
Pagine: 298
Ean: 9788857556536
Prezzo: € 24.00

Descrizione:«Rosmini è pedagogo della scienza del cuore dal punto di vista intellettuale, morale e spirituale, in quanto è in se stesso permeato dalla (gesuitica) spiritualità del principio di passività, che lo porta ad esprimere ed elaborare una pedagogia come scienza umana in connessione intrinseca con la pedagogia divina che è la teologia spirituale. [...] Gli itinerari spirituali descritti [...] ci portano a comprendere come l'unità dell'educazione è nel contempo criterio teologico-spirituale e pedagogico essenziale per l'elaborazione di un sapere in grado di offrire l'unità dei saperi, e che, per questo, affronta fruttuosamente le sfide della contemporaneità [...] quali: lo sviluppo di uno stile ecclesiale sinodale; l'emergere di nuove interpretazioni storiografiche in grado di riaccostare il nesso tra utopia e kairos cristologico in termini inediti; il valorizzare il fattore antropologico rosminiano in quanto discriminante etico fondativo della dignità della persona, in modo tale che questo fattore sprigioni le sue implicazioni in termini politico-costituzionalistici, sociali e giuridici». (dall'introduzione)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fede e modernità"
Editore: Castelvecchi
Autore: Karen Armstrong
Pagine: 48
Ean: 9788832824810
Prezzo: € 5.00

Descrizione:Quali sono gli effetti della perdita di fede nella modernità? Karen Armstrong ci accompagna in un coinvolgente viaggio dalle origini all'evoluzione della fede. Partendo dal significato primordiale del "credo" e dalla tradizionale distinzione tra mythos e logos, l'autrice racconta la storia delle religioni ebraica, cattolica e islamica fino a giungere all'era moderna, in cui l'uomo, schiavo della ragione scientifica e sempre più distante dal mito, perde il senso sacro della vita. Ma come ci siamo arrivati? La saggista britannica, attraverso le riflessioni di Cartesio, Hobbes, Pascal e Nietzsche, ripercorre il cammino che ha portato alla supremazia di un logos svincolato dal mito, invitandoci infine a ricercare il senso del divino nella nostra vita, senza il quale l'uomo precipita facilmente nella disperazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le invenzioni di Dio"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Aldo Magris
Pagine: 288
Ean: 9788837232634
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Da sempre l'umanità ha inventato rappresentazioni di Dei. Ma l'invenzione non è mai solo un prodotto della fantasia. L'inventare è sempre anche un trovare. Persino le più improbabili invenzioni sono costruite con spezzoni di ciò che si è trovato nell'esperienza effettiva. Che cosa c'è nella stessa esperienza che spinge a concepire qualcosa di "trascendente" che in teoria dovrebbe essere il contrario dell'esperienza? Questo libro delinea una prospettiva ispirata dall'insegnamento di Husserl e di Merleau-Ponty, ma anche di Hegel, di Deleuze e di Pareyson: autori certo non omologabili fra loro ma che in vario modo inducono a pensare il "trascendente" quale proprietà essenziale dell'esperienza, e non come l'"al di fuori" di essa. Giacché l'esperienza è il vissuto del tempo: essa riguarda gli eventi, che non sono semplici fatti perché l'apparire in superficie del fatto lascia trasparire uno sfondo inesauribile il cui spessore dipende dall'intenzione dell'osservatore di andarci a fondo. Il vissuto - in trasparenza - dello sfondo compreso nell'evento, la percezione della sua proprietà "trascendente", suscita la costruzione di immagini che diventano, fra l'altro, le invenzioni di Dio. L'esperienza dell'evento è l'origine non religiosa della religione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La religione greca di epoca arcaica e classica"
Editore: Jaca Book
Autore: Burkert Walter
Pagine: 640
Ean: 9788816306233
Prezzo: € 49.00

Descrizione:

Patria della filosofia, la Grecia è anche all’origine di un sistema religioso le cui propaggini, purificate dalla riflessione cristiana, sono giunte sino a noi. La stessa riflessione filosofica è in stretta connessione con la speculazione religiosa, laddove questa, come sottolinea Burkert, non è da intendersi come somma di idee sublimi, bensì come forma necessaria di vita e di pensiero di una civiltà evoluta, colta nel momento della sua rapida ascesa. Il cuore di questa indagine è la religione della polis greca (VII-IV sec. a.C.) che, col suo intreccio ricco di tensioni tra rituali e miti, offre un orientamento sicuro alla vita sociale. Più tardi, con lo sviluppo dell’individualismo, cresce l’esigenza di nuove forme culturali, occasioni di più stretto contatto con la filosofia, che, dopo un primo periodo di crisi, punta a una sintesi con la religiosità tramandata. L’opera di Burkert costituisce un’originale sintesi della corrente storica tradizionale e delle correnti avanguardistiche. Lavoro fondamentale per la storiografia del Novecento, rappresenta un necessario e solido punto di partenza, costituendo un manuale di riferimento per specialisti del mondo classico e per chiunque ami la religione greca, coi suoi miti e soprattutto i suoi numerosissimi riti, di cui l’autore è stato appassionato informatore e interprete.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Breve apologia per un momento cattolico"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Jean-Luc Marion
Pagine: 160
Ean: 9788828400479
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Una lucida analisi delle opportunità che l'esperienza e le virtù cristiane possono offrire a una società secolare e a una laicità scosse nelle loro fondamenta. Il testo - scritto da uno dei massimi filosofi contemporanei - è, al tempo stesso, una riflessione per recuperare, valorizzandoli, i princìpi religiosi alla base dello stesso universo democratico laico, ma anche una ripresentazione del cattolicesimo rivolta ai tanti che ne hanno dimenticato la logica che lo struttura e le ragioni che lo alimentano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dio e il nulla. La religiosità atea di Emil Cioran"
Editore: Mimesis
Autore:
Pagine: 194
Ean: 9788857553924
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Il presente volume prende le mosse dal convegno omonimo che si è svolto a Napoli il 15 e il 16 novembre 2017, promosso dalla sezione San Tommaso d'Aquino della Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale, nell'ambito di un progetto di ricerca cofinanziato dalla CEI. Vi si raccolgono le relazioni e gli interventi degli studiosi che hanno partecipato al simposio, discutendo su un tema affascinante e allo stesso tempo controverso e di grande attualità. Consapevole dell'inquietudine spirituale che caratterizza la vita di ogni singolo uomo e dell'impossibilità di giungere a una verità ultima e incontrovertibile circa l'Assoluto, Emil Cioran laconicamente scriveva nei Cahiers: «Una religiosità atea, questa è la Stimmung dei contemporanei». Partendo da una tale lucida considerazione, gli autori dei vari contributi analizzano, da differenti angolature interpretative o prospettive ermeneutiche, la questione religiosa all'interno del pensiero tragico di Cioran, un intellettuale nichilista che ha ingaggiato con Dio uno scontro frontale, serrato e ininterrotto (sia in Romania, sia durante l'esilio parigino). Perché a ossessionare e tormentare il filosofo di Rasinari è sempre stato un medesimo angosciante interrogativo, quel grido di preghiera conciso e disperato contenuto in Lacrimi si Sfinti (1937): «Signore, sei tu nient'altro che un errore del cuore, come il mondo è un errore della mente?».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Dio della Bibbia è un Dio violento?"
Editore: GBU
Autore: Emile Nicole
Pagine:
Ean: 9788832049046
Prezzo: € 12.50

Descrizione:

Sullo sfondo degli inquietanti interrogativi suscitati oggi dalla violenza molti ritengono che la religione dovrebbe rappresentare un freno alla violenza.

E tuttavia altri non esitano a ritenere le stesse credenze religiose, in particolare il monoteismo, una fonte di violenza.

Che cosa potrebbe essere più naturale, per un cristiano, di cercare le risposte alla violenza che affligge la nostra società?

Ma chi prova a interrogare la Bibbia sulla violenza si trova di fronte a un contrasto intenso e sconcertante.

Emile Nicole è stato professore di Antico Testamento presso la Faculté Libre de Theologie Evangelique di Vaux–sur–Seine presso Parigi.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cogito ergo sum... credo"
Editore: Edizioni Palumbi
Autore: Dario Rezza
Pagine: 20
Ean: 9788872981757
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Ben noto è il “cogito ergo sum” di Cartesio, che pretende di individuare la realtà del soggetto pensante pur lasciando indeterminata la sua natura. Ma la coscienza di sé acquista un contenuto di origine dinamica, cioè avviene lo sviluppo del cogito attraverso l’oggetto del pensiero. Se ciò che vediamo attorno a noi fosse un’illusione? I sensi possono ingannare. Se fosse soltanto un sogno? Persone ed oggetti potrebbero essere un avatar, una realtà virtuale prodotta dalla mente come da un computer? Appare comunque necessario aggiungere l’apporto dei sensi. Non casualmente i progenitori umani, Adamo ed Eva, hanno preso coscienza di sé stessi e del proprio rapporto con la realtà attraverso l’albero e il serpente. Esistono quindi nella storia umana gli archetipi della consapevolezza. Nel racconto biblico l’albero, nel suo rapporto cosmico tra terra e cielo, che con i suoi frutti rappresenta i doni della natura, è l’aspetto neuropsichico della potenzialità del giudizio, mentre il flusso spirale del serpente è la forza creatrice che porta a maturazione la coscienza di sé, maschile e femminile...

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' amore sconfinato"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Romano Penna
Pagine: 240
Ean: 9788892218079
Prezzo: € 22.00

Descrizione:L'amore non ha una sola dimensione. Per sua natura sua è illimitato, senza misure e scon nato poiché è aperto, disponibile e accogliente. Gli Antichi lo concepivano o come eros, quale atto di conquista e di possesso, oppure come amicizia, quale riconoscimento di una comune uguaglianza. Solo il cristianesimo riuscì a viverlo e a proporlo come agàpe, cioè come amore di traboccamento, del tutto gratuito e immotivato, che ha solo se stesso come motivazione. La quali ca di Dio come amore e insieme fonte di amore rappresenta una rivoluzione nella storia delle religioni. In questo volume Romano Penna traccia un documentato e a ascinante cammino di scoperta della natura dell'amore partendo dalla Grecia antica con il suo profondo e sfaccettato pensiero sia mitologico che  loso co, per passare poi alla prospettiva propria di Israele con le sue originali e diversi cate accentuazioni in materia, per approdare in ne alle origini cristiane con l'incomparabile novità incentrata sulla  gura del nazareno Gesù. Ne deriva un ripensamento della cristologia, della ecclesiologia e della morale: la libertà cristiana, da una parte, è il prodotto di una liberazione; dall'altra, è funzionale a un servizio di amore. Il cristiano è libero per poter amare meglio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Credere Oggi, XXXIX (1/2019) n. 229"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Aa. Vv.
Pagine:
Ean: 9788825048940
Prezzo: € 9.50

Descrizione:

Molti ritengono impensabile un «esoterismo cristiano» perché il cristianesimo non ha nulla segreto, riservato. Non ha nulla a che fare con astrologia, alchimia, magia, occultismo, cabala, ermetismo, gnosticismo, New Age, ecc. Parlare di «esoterismo» fa venire la pelle d’oca. È fenomeno talmente vasto che non sappiamo come definire anche se alcuni ritengono che l’ampiezza dell’arco storico interessato possa costituire una base solida per determinarne l’identità e ricavarne un pensiero unitario e antico. Il fascicolo si propone di cercare e scovare l’anima dell’esoterismo. Partendo dal fatto che considera fondamentale l’idea di «armonia universale» (anima mundi), l’esoterismo difende una visione olistica di «Dio-mondo-natura», strutturandosi sul principio di analogia (corrispondenze) e perseguendo una conoscenza «superiore» capace di «trasformare», trasmutare. La domanda centrale è: perché il cristianesimo è sempre stato al di fuori di questo enorme movimento che ha influito pesantemente tutti i mondi religiosi? Perché il cristianesimo parla di «rivelazione», mentre l’esoterismo approccia la verità per «intuizione»; per un certo antiplatonismo e panteismo di fondo, ecc. Che cosa si potrebbe dire oggi? Il cristianesimo si è «secolarizzato» perché si è legato troppo a una filosofia «scientifica» (Aristotele) e meno alla «spiritualità», che invece veniva dal mondo neo-platonico. L’esoterismo aiuta a tenere alto quel «senso del mistero», che salva le religioni dalla loro attuale banalizzazione e insignificanza.

Destinatari

* Tutti. * seminaristi, religiosi e religiose, educatori, formatori, catechisti, parroci, insegnati di religione, direttori spirituali, counselor, terapeuti

Autore

La rivista «CredereOggi» è pubblicata dalle «Edizioni Messaggero Padova» sotto la responsabilità dei Frati minori conventuali di sant’Antonio di Padova. Contributi di GIULIO BUSI - FABRIZIO DI BELLA - ALESSANDRO GROSSATO - GAETANO LETTIERI - CLAUDIO MORESCHINI - ENRICO NOVELLI - SERGIO SORRENTINO - ALDO N. TERRIN - CHIARA TOMMASI



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sulla religione"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Remi Brague
Pagine: 176
Ean: 9788810565131
Prezzo: € 19.50

Descrizione:Trent'anni fa si discuteva di politica quando si voleva rendere serio un dibattito, ma per ridere si parlava di religione. La situazione oggi si è rovesciata: nel migliore dei casi la politica suscita un'impietosa alzata di spalle, ma riguardo alla religione non si ride più. L'inquietudine si insinua negli animi di fronte ad alcune sue forme e alla violenza che talvolta ne discende. In questo libro Rémi Brague evita accuratamente la psicologia e la sociologia del fenomeno religioso per indagare ciò che fa di una religione quello che è; ciò che fa in modo che i cristiani siano cristiani, gli ebrei ebrei, i musulmani musulmani. Questa essenza delle religioni può essere definita come la loro dogmatica, indipendentemente dal fatto che abbia trovato una formulazione esplicita o perfino obbligatoria, o se sia semplicemente presupposta dalla pratica. Brague riflette su ciò che la religione dice di Dio e dell'uomo, ne osserva i rapporti con il diritto e la politica e mostra come essa possa preservare o minacciare ciò a cui l'uomo d'oggi tiene in modo particolare, la sua libertà morale e la sua integrità fisica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cristianesimo: dall'essenza della fede all'esistenza cristiana. Introduzione generale alla cosmovisione cristiana"
Editore: If Press
Autore: Bravo Pereira Marcelo
Pagine: 256
Ean: 9788867881635
Prezzo: € 18.00

Descrizione:La fede cristiana ha forgiato la cultura occidentale e in particolare la cultura italiana. Il nostro modo di parlare di Dio, del mondo e dell'uomo porta il segno dell'esperienza religiosa che si rifà a Gesù. Le nostre città sono state costruite attorno a chiese, santuari, monasteri. Se entriamo nell'universo dell'arte italiana ed europea, troviamo l'evidente influsso del cristianesimo: l'architettura, la scultura, la pittura, la musica... In Italia si può toccare con mano come esso ha saputo sintetizzare lungo i secoli il meglio della cultura classica con il genio artistico e religioso del popolo italiano. Per questo motivo, al di là dell'adesione o meno al cristianesimo, è necessario conoscere cosa sia, nei suoi tratti essenziali, questa proposta religiosa che si rifà a Gesù, quali siano i suoi principi, la sua visione di Dio, dell'uomo e del mondo, con la consapevolezza che quei principi e quella cosmovisione sono un patrimonio che riguarda ciascuno di noi, le persone che ci stanno attorno, le nostre strade e le nostre città, perfino la nostra economia e il nostro ordinamento giuridico. Conoscere il cristianesimo significa conoscere più profondamente noi stessi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Risorse del cristianesimo"
Editore: Ponte alle Grazie
Autore: Jullien François
Pagine: 117
Ean: 9788833311258
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Il cristianesimo è finito? Oggi viene spesso usato per contrapporre identità culturali e nazionali più che vissuto come esperienza integrale. Ma di certo non è finita la sua eredità né, sostiene François Jullien - va sottolineato ateo - il contributo che ha dato e, soprattutto, può dare al pensiero e all'esistenza. In questo senso, il cristianesimo è una fonte viva di "risorse", di ricchezze da mettere a frutto, che l'autore individua mediante una lettura originale, affascinante, spregiudicata del Vangelo di Giovanni. In questo Vangelo, infatti, viene per la prima volta concepita la possibilità di un evento del tutto nuovo, inaudito, completamente privo di legami con quanto lo precede, che può cambiare l'esistenza e la storia in maniera radicale; e qui viene fatta una distinzione tra vita come mero processo biologico e vita autentica, vita zampillante e sovrabbondante, vita intesa come sviluppo ed espansione delle possibilità e delle consapevolezze: una distinzione che non cessa di risuonare ancora oggi (la "crescita personale" non ne è altro che l'estrema e degradata propaggine). Sulla base di queste e altre decisive osservazioni, Jullien compone un libro capace di rendere accessibile, sia ai credenti sia ai non credenti, un nuovo punto di vista sul cristianesimo; di restituire, a due millenni di distanza, la forza originaria di un testo che continua ad orientare le nostre vite.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teologie e politica"
Editore: Quodlibet
Autore:
Pagine: 384
Ean: 9788822902429
Prezzo: € 24.00

Descrizione:

Il legame tra la teologia e la politica è tornato prepotentemente in primo piano, non solo con l’affermarsi di forme di radicalismo islamico, ma anche con la rinnovata centralità del cristianesimo, e delle forme di vita tradizionali a esso ispirate, nel “secolarizzato” Occidente. Come provano a dimostrare i testi raccolti in questo volume, però, fra la politica e la religione c’è una relazione ben altrimenti complessa, in gran parte confluita nell’elaborazione del concetto di “teologia politica”, a significare l’origine teologica delle categorie portanti della moderna politica occidentale. Come è giusto ricordare, questo approccio, che ovviamente va fatto risalire a Carl Schmitt, ma anche a Jacob Taubes, ha goduto di una ricezione privilegiata e precoce da parte degli intellettuali italiani, in largo anticipo rispetto ad altri contesti culturali.

È dunque nell’arco dell’orizzonte teorico schmittiano e della sua critica che i contributi qui offerti cercano di mettere a fuoco il nesso tra religione e politica, lungo un percorso articolato in tre tappe, corrispondenti alle tre parti del libro: Teologia politica e pensiero italiano, Il dibattito tedesco e Per una critica della teologia politica. L’ambizione collettiva degli autori è quella di confrontarsi fruttuosamente con la pluralità dei discorsi teologici politicamente attivi, propri tanto dei monoteismi quanto delle rivoluzioni (si pensi alla “spiritualità politica” di cui parlò Foucault in occasione della sollevazione iraniana del 1978), e con gli addentellati che essi presentano con la dimensione economica – travolta dalla grande recessione iniziata nel 2008 –, con quella giuridica e con quella più propriamente politologica.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tra Dio e il cosmo"
Editore: Laterza
Autore: Raimon Panikkar, Gwendoline Jarczyk
Pagine: 225
Ean: 9788858134924
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Raimon Panikkar espone in questo dialogo la sua visione trinitaria della realtà, in cui l’uomo appare come elemento di congiunzione tra Dio e il cosmo. La sua riflessione si sviluppa attorno a molti temi: quelli dell’etica e della scienza, del male e della mistica, della Chiesa e delle spiritualità orientali. Ricercatore appassionato e insieme assolutamente rigoroso, questo cantore del dialogo fra le religioni si rivela qui un grande saggio alla ricerca della semplicità armoniosa e dell’unità. Le sue riflessioni invitano alla tolleranza, al dialogo e all’accoglienza del pensiero ‘altro’ da noi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU