Articoli religiosi

Libri - Turismo Religioso



Titolo: "Il cammino di Santiago. I misteri del pellegrinaggio per Santiago de Compostela"
Editore: Arkeios
Autore: Hauf Monika
Pagine: 241
Ean: 9788886495721
Prezzo: € 33.50

Descrizione:

Secondo la tradizione l'Apostolo Giacomo fu sepolto a Santiago de Compostela, ed è per questo motivo che da più di mille anni si muovono verso questa città della Galizia pellegrini da ogni parte del mondo per visitare il santuario dove si trova la tomba. A cosa è dovuto questo fascino speciale? Molti sono attratti più che dalla località e dalla tomba, proprio dal viaggio che porta fin laggiù e, più precisamente, dal cammino che si percorre a piedi, quasi un'esperienza mistica, una sorta d'iniziazione, un viaggio alla conoscenza di sé. Diversi elementi, appositamente introdotti nel corso dei secoli lungo questo percorso, avevano proprio lo scopo di far sì che al pellegrino, durante il cammino, si schiudessero nuovi orizzonti.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Altichiero da Zevio. Capilla de Santiago. Oratorio de San Jorge"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Bobisut Sigovini Daniela, Gumiero Salomoni Lidia
Pagine: 96
Ean: 9788825011203
Prezzo: € 5.00

Descrizione:El presente volumen se propone como una guía ágil, pero completa, precisa y documentada para quien quiera entender y apreciar por entero, incluso en los detalles, estas emocionantes obras maestras.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pellegrinaggio in Terra Santa"
Editore:
Autore: Egeria
Pagine: 224
Ean: 9788831130486
Prezzo: € 22.00

Descrizione:

INTRODUZIONE

GUIDA PER LA LETTURA

Questo volume presenta un'opera per molti aspetti straordinaria, lltinerarium Egeriae: straordinaria perché scritta da una donna — e ben poche sono le opere dei primi secoli cristiani, e più in generale dell'antichità classica, dovute a scrittrici —, straordinaria soprattutto per il contenuto: è infatti una relazione di un pellegrinaggio ai luoghi santi del giudaismo e del cristianesimo, piena di interesse storico, geografico, linguistico, antiquario, liturgico, biblico. Certamente, come ogni testo antico, richiede d'essere letto e «scoperto» con un minimo di pazienza.

D'altra parte il lettore d'oggi, che non sia un «addetto ai lavori», esige legittimamente i buoni uffici di un mediatore che gli faciliti la comprensione dello scritto a lui lontano nella forma e nel tempo: proprio a questo mirano l'introduzione (divisa in tre parti concernenti rispettivamente i pellegrinaggi nell'antichità cristiana, la figura dell'autrice, il contenuto e il carattere dell'opera), la traduzione e il commento: a proposito del quale è opportuno spendere qualche parola.

Esso non ha carattere dotto quanto a notizie filologiche, linguistiche o stilistiche (impossibili del resto da verificare non essendo qui a disposizione il testo latino originale); né presenta un bagaglio di cognizioni antiquarie o archeologiche O d'altro) genere; anche i riferimenti alla relativa bibliografia moderna sono molto contenuti ed essenziali.

Scopo del commento consiste nel proporre, per chi lo voglia seguire, un triplice itinerario tendente a far conoscere: 1) la figura di Egeria; 2) il viaggi() che compie; 3) lo spirito con cui lo compie.

Innanzi tutto la figura di chi scrive l'opera:essa, evidentemente, si viene disegnando a mano a mano che si avanza nella lettura dell'opera stessa. Il commento ne mette in luce certi tratti, lasciando che altri siano almeno accennati nell'introduzione. Non poche sono le questioni dibattute e non risolte — destinate a rimanere tali sulla base dello scritto quale oggi possediamo il nome stesso dell'autrice, il luogo d'origine, la condizione religiosa o laicale in cui si trova, il tempo in cui vive e scrive hanno costituito altrettanti puliti di discussione vivace e di disaccordo tra i critici. Ma altri tratti, a nostro giudizio quelli decisivi per conoscere la personalità della scrittrice, sono sufficientemente chiari e attestati: dal lignaggio cui appartiene all'interesse curioso con cui guarda a persone e cose, dalla lingua che usa al mondo interiore che ne traspare. Sono, questi, elementi che nel punto in cui consentono di comprendere il documento, permettono di incontrarne l'autrice e di creare con lei, per cosi dire, un legame di amicizia.

Un dato, questo, che per noi si è imposto gradatamente durante il lavoro intorno all'Itinerarium, più che per altri testi studiati in altre occasioni, pensiamo per un motivo: per la «generosità» con cui Egeria si spende per far conoscere ai destinatari della sua opera ciò che vede, ciò che sente, ciò a cui partecipa (e così dicendo non ci si nasconde certo la ripetitività di certe parti, specialmente quelle che concernono la liturgia di Gerusalemme, che pur tuttavia mostrano evidente la nota personale di cui si diceva).

Il secondo itinerario proposto è di carattere propriamente storico e geografico. Nella porzione dell'opera giunta fino a noi è descritto infatti un viaggio che porta Egeria dalla penisola del Sinai fino a Gerusalemme attraverso la terra di Gessen, da Gerusalemme al monte Nebo e poi in Idumea e finalmente, passando per Antiochia, in Mesopotamia, prima del ritorno a Costantinopoli. Un percorso molto esteso — non meno di 5000 km — lungo il quale sono menzionati con precisione nomi di luoghi che il più delle volte è possibile individuare con precisione: donde è parso opportuno fornire quelle notizie utili perché si sia in grado di seguire sulle carte geografiche il cammino della pellegrina. Analogamente si è fatto per le chiese e i luoghi sacri di Gerusalemme, di Betlemme e di Betania, dei quali si parla nella parte liturgica del testo. In tale prospettiva il commento intende aiutare il lettore a compiere idealmente il medesimo viaggio di Egeria, tenendo dietro alle visite, agli spostamenti, alle tappe o alle celebrazioni liturgiche di cui è partecipe. E non solo. Pur entro limiti determinati, il commento qui presentato ambisce pure ad accompagnare chi realmente si rechi nei luoghi santi e percorra se non tutto, perlomeno un tratto del cammino di Egeria, nel Sinai o nella terra di Moab o in Palestina, in particolare a Gerusalemme, o ancora nelle terre situate tra il Tigri e l'Eufrate.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pellegrinaggi e giubilei. I luoghi del culto"
Editore: Laterza
Autore: Macioti M. Immacolata
Pagine: 224
Ean: 9788842060192
Prezzo: € 18.08

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il pellegrinaggio del millennio. Vie d'Europa e d'Italia per Roma: luoghi e simboli"
Editore: Jaca Book
Autore: Lanzi Fernando, Lanzi Arzenton Gioia
Pagine: 248
Ean: 9788816602403
Prezzo: € 61.97

Descrizione:C'è una valenza simbolica universale che può essere riconosciuta nel pellegrinare da parte degli uomini mossi da un desiderio. Il viaggio è normale sia per il lavoro che per lo svago. Intraprendere un cammino, avere una meta, percorrere una strada fa parte della storia degli uomini e di ciascun uomo o donna. Il popolamento della Terra, l'individuare luoghi e ambiti del sacro è una costante dell'esperienza dei popoli fin dalle origini. C'è un simbolismo e c'è una relativa iconografia, c'è la circolazione delle persone e delle idee, esiste una correlazione organica con alcuni percorsi privilegiati. E tutto ciò ha un ulteriore effetto che può essere riconosciuto nei grandi percorsi storici. Questo volume compie un approfondimento delle tematiche di fondo e guida attraverso gli itinerari principali che potranno essere rivissuti anche dai pellegrini del Giubileo del 2000 verso Roma. I grandi percorsi storici, i cammini degli uomini e dei popoli.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il portico della gloria. Lourdes, Santiago de Compostela, Finisterre a piedi (1 luglio-18 agosto 1992)"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Gandini Davide
Pagine: 312
Ean: 9788810509333
Prezzo: € 26.50

Descrizione:Mentre il mondo televisivo segue il mitico "tour de France" del 1992, un giovane pavese inizia, nel silenzio dei camminatori, il lungo viaggio a piedi che da Lourdes porta a Santiago de Compostela, e poi fino all'oceano in cui va a finire l'Europa. Perché affrontare una fatica come questa? Non si tratta certo di una vacanza o di una sfida sportiva: il pellegrino Gandini ha bisogno della strada e della solitudine per placare il suo dolore. Il percorso è lungo, la speranza non sempre solida, la preghiera compagna: solo perseverando si può scoprire la bellezza del Portico della Gloria, che è sì quello romanico che immette nella Basilica di Santiago, ma lo sono anche tutte le cappelle e i rifugi che sul Camino de Santiago accolgono i pellegrini: portico di gloria perché in essi l'umanità si rigenera interiormente e il suo cammino diventa cammino dell'animo. L'«Invito alla lettura» a firma di Vittorio Messori, che costituisce la novità di questa ristampa, definisce l'opera un "libro importante".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La basilica di Sant'Antonio. Fede e devozione. Storia e arte"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Zatti Gianpietro
Pagine: 80
Ean: 9788825006797
Prezzo: € 4.00

Descrizione:Album fotografico che illustra i vari aspetti della basilica antoniana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le litanie della beata Vergine. In pellegrinaggio a Montallegro"
Editore: ESD Edizioni Studio Domenicano
Autore: Spiazzi Raimondo
Pagine: 192
Ean: 9788870941609
Prezzo: € 10.33

Descrizione:Padre Raimondo Spiazzi compie un inedito «pellegrinaggio mariano» e rivisita le Litanie della Beata Vergine, riscoprendo il loro altissimo valore spirituale, così importante per un´autentica pietà cristiana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU