Categoria
           
Num. Prodotti x Pagina
           
Ordina Per

Libri
Warning: fread() [function.fread]: Length parameter must be greater than 0 in /web/htdocs/www.piemontesacro.it/home/negozio/funzioni.php on line 198



Titolo: "Benedettini in Europa. Cultura e committenze, restauri e nuove funzioni"
Editore: Franco Cosimo Panini
Autore:
Pagine: 268
Ean: 9788857012551
Prezzo: € 25.00

Descrizione:La terza raccolta di saggi nata dal Centro Studi dell'Abbazia dei Padri Benedettini di San Pietro in Modena ha al centro l'esperienza della Congregazione di Santa Giustina, poi cassinese, che svolse un ruolo fondamentale nella vita culturale, spirituale e artistica dell'Italia tra XV e XVI secolo. All'interno della "rete" dei monasteri riconducibili alla Congregazione circolavano persone, e con loro idee e progetti; le modalità di questo fenomeno sono ancora da studiare a fondo, ma questo volume offre agli studiosi e al lettore gli strumenti per raggiungere una nuova consapevolezza metodologica, attraverso approfondimenti storico-documentari, analisi delle decorazioni delle chiese abbaziali e indagini sulla vita spirituale e culturale dei padri benedettini cassinesi. L'approccio interdisciplinare del Centro Studi, che unisce le discipline teoriche alle pratiche del restauro, dell'archeologia e della diagnostica, si esplicita nella presenza di saggi che affrontano il tema della tutela e della valorizzazione di monasteri benedettini in Italia e in Europa. Da San Pietro in Modena al monastero di Altenburg in Austria, passando per Praglia, San Giorgio Maggiore a Venezia, San Vitale a Ravenna, San Benedetto Po, San Sisto a Piacenza, San Giovanni Evangelista a Parma, Santa Maria della Neve a Torrechiara presso Parma, i monasteri della Lorena e Miistair in Svizzera, si compone così il ritratto di un ambiente culturale vibrante, la cui eredità è ancora viva e da preservare.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gilberto Zorio. Ediz. italiana e inglese"
Editore: Skira
Autore:
Pagine: 262
Ean: 9788857237671
Prezzo: € 45.00

Descrizione:Le opere scultoree e le installazioni di Gilberto Zorio (Andorno Micca, Biella, 1944) sono campi inesauribili di energia e di materia in trasformazione. Attivando reazioni chimiche o fisiche, e occupando la dimensione sonora e lo spazio aereo, l'artista immette i propri lavori all'interno di un ciclo organico. Dagli anni sessanta al presente, Zorio volge la propria ricerca in direzione di una processualità che rende continuamente mutevole ciascuna opera per sottolineare la vitalità del mondo. Tra i pionieri dell'Arte povera, con il suo linguaggio rivoluzionario e sperimentale Zorio ha contribuito a cambiare la storia dell'arte. Realizzato in occasione della prima personale al Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea, questo catalogo raccoglie nuove fotografie che raccontano l'immaginifica relazione dell'artista con gli ambienti del Museo, documentando l'innovativo percorso della mostra che include alcuni tra i più importanti lavori di Zorio dagli esordi a oggi. È inoltre presente un'ampia raccolta di immagini documentarie e d'archivio. Il volume include la più ricca selezione di scritti dell'artista mai pubblicata, un testo di Marcella Beccaria, un testo di Germano Celant e una conversazione di Carolyn Christov-Bakargiev con l'artista. Il catalogo è corredato da una cronologia scientifica delle mostre personali e collettive e da un'antologia di saggi critici relativa all'intero percorso di Zorio dal 1963 al presente, con una selezione di testi di Jean-Christophe Ammann, Mirella Bandini, Alberto Boatto, Ester Coen, Catherine David, Piero Gilardi, Gianfranco Maraniello, Luciana Rogozinski, Tommaso Trini, Giorgio Verzotti e Denys Zacharopoulos.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gli impenetrabili intrecci di Rosa Spina. Tra mito e modernità. Catalogo della mostra (Palazzo sull'Oglio, 26 novembre 2017-24 gennaio 2018). Ediz. italiana e inglese"
Editore: Cairo Publishing
Autore:
Pagine: 189
Ean: 9788860528742
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Testi di Vittorio Sgardi, Antonio Falbo, Salvatore Falbo, Leo Strozzieri, Maria Elena Loda, Roberto Messina, Leonardo Bizzoco, Giovanna Vecchio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antonio Ligabue. Ediz. a colori"
Editore: Skira
Autore:
Pagine: 158
Ean: 9788857238302
Prezzo: € 29.00

Descrizione:La triste odissea di Antonio Ligabue inizia a Zurigo il 18 dicembre 1899, quando Elisabetta Costa, emigrata italiana, lo dà alla luce; un emigrato, Bonfiglio Laccabue, originario di Gualtieri (Reggio Emilia), sposa la donna e riconosce il bambino, pur non essendone il padre - Antonio è già stato dato in affido a una famiglia svizzero-tedesca. Nel 1919, dopo una vita errabonda e travagliata, di cui si ricorda la passione per gli animali e per il disegno, viene espulso dalla Svizzera. Approda a Gualtieri: parla il tedesco, fa, per sopravvivere, i lavori più umili, come lo scarriolante sugli argini del Po, dorme per anni in un capanno nella golena, in qualche stalla e fienile. Ormai "straniero in terra straniera", sa che la patria è perduta e che d'ora in poi sarà il tempo dell'esilio. Lo salvano dal naufragio la volontà e la consapevolezza di essere artista: scolpisce con l'argilla che trova nei campi; disegna animali e dipinge intensamente dopo l'incontro, nell'inverno 1928-1929, con Marino Mazzacurati. Irriso e umiliato, vive tra ostilità e indifferenza; subisce tre ricoveri nell'Istituto psichiatrico San Lazzaro di Reggio Emilia, ma sarebbe fuorviante classificarlo tra i "naif" o gli artisti della "follia": Ligabue è un "espressionista tragico", cui si debbono opere di straordinario fascino e forza comunicativa, nelle quali convivono visionarietà e gusto decorativo. Lo testimoniano i dipinti delle lotte senza tregua tra gli animali selvaggi, e gli autoritratti, specchio di un disagio esistenziale che non può essere lenito. Il suo valore di artista è a lungo non riconosciuto - cede le proprie opere in cambio di ciò che gli serve per vivere -; solo nella seconda metà degli anni cinquanta cresce l'interesse per i suoi lavori. Ma la malattia e la morte battono alla porta: Antonio Ligabue scompare il 27 maggio 1965.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Christus. Le anatomie della passione di Giulio Aristide Sartorio. Ediz. illustrata"
Editore: Morellini
Autore:
Pagine:
Ean: 9788862986106
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Da poco scoppiata la Grande Guerra, prima di partire come volontario al fronte nel maggio 1915, Giulio Aristide Sartorio, considerato a fine conflitto quasi un eroe, pittore-soldato, prigioniero nel campo di concentramento di Mauthausen e liberato grazie all'intercessione del pontefice Benedetto XV, realizzò una serie di xilografie aventi come soggetto gli episodi della vita di Cristo. La loro ideazione fu strettamente legata al colossal cinematografico "Christus" di Giulio Antamoro, ultimato da Enrico Guazzoni, uscito nel 1916 per la casa romana Cines con musiche per orchestra di Giocondo Fino. Le immagini di questa pellicola che riscosse un successo mondiale, erano accompagnate dai testi del poeta dannunziano Fausto Salvatori. Nel 1932 quest'ultimo darà alle stampe "Christus. Rapsodia sacra in tre misteri", con le illustrazioni di Sartorio, edito in tiratura limitata in beneficenza per l'Assistenza agli Orfani di Guerra Anormali Psichici. Testo, immagine grafica, cinema e musica dunque dialogarono tra loro quale esempio di un'iconografia, quella cristologica, letta secondo stili e media diversi. Il film costituì un appello alla fratellanza umana, in anni di dolore e morte; le tavole di Sartorio e il testo di Salvatori un significativo esempio del duplice binario poetico e figurativo con cui leggere il mistero di Cristo, emblema e simbolo del dramma umano della tragedia bellica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Arturo Tosi e il Novecento. Lettere dall'archivio dell'artista"
Editore: Sillabe
Autore:
Pagine: 287
Ean: 9788883479960
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Il volume, a cura di Elena Pontiggia, con la collaborazione di Monica Vinardi e di Arturo Tosi nipote dell'artista, ripercorre - attraverso la narrazione offerta dalle stesse voci dei protagonisti - un ampio arco cronologico di vita culturale e artistica italiana ed europea novecentesca. Il pittore Tosi si rivela infatti, nonostante il carattere riservato e la scelta di vivere per lunga parte dell'anno appartato nell'isolamento di Rovetta, figura di spicco e di assoluto riferimento per le dinamiche del sistema dell'arte milanese tra gli anni Venti e Trenta.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un giardino d'avorio. Miniature di Giuliana Guarducci. Catalogo della mostra (Pisa, 8 marzo-10 aprile 2016). Ediz. a colori"
Editore: ETS
Autore:
Pagine: 83
Ean: 9788846744593
Prezzo: € 10.00

Descrizione:"Sono 35 miniature su avorio e 22 disegni a china le opere donate con grande generosità da Giuliana Guarducci all'Università di Pisa, e conservate al Museo della grafica di palazzo Lanfranchi. Le miniature, che faranno d'ora in poi parte del patrimonio artistico e culturale della città di Pisa, rappresentano scorci stupendi della campagna Toscana, i cui soggetti, casolari, alberi, fiori, campi coltivati, sono opere concepite con particolare raffinatezza d'animo e realizzate con grande perizia tecnica." (Piera Orvietani)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Corrado Cagli. La pittura, l'esilio, l'America (1938-1947)"
Editore: Donzelli
Autore: Bedarida Raffaele
Pagine: XXV-292
Ean: 9788868437329
Prezzo: € 32.00

Descrizione:Quando Corrado Cagli, pittore affermato e figura di spicco della Scuola di Roma, sceglie l'esilio, ha solo 28 anni, ma ha già alle spalle una carriera brillante: ha esposto tra l'altro alla Triennale di Milano e alla Biennale di Venezia. Nel 1938 la dittatura irrigidisce il suo volto e Cagli, ebreo e aperto al dialogo con le avanguardie internazionali, diventa un bersaglio per il regime, deciso a importare in Italia la campagna nazista contro l'arte degenerata. Cagli espatria quindi negli Stati Uniti, dove resterà fino al 1947. Saranno, questi, anni cruciali per lui, dal punto di vista personale e artistico: allo scoppio della guerra si arruola nell'esercito americano e torna in Europa a combattere, documentando l'esperienza con una serie drammatica di disegni; approfondisce la tecnica dei murali, confrontandosi con la scuola messicana allora in auge negli Stati Uniti; acquistati dal MoMA, i disegni di guerra gli procurano la prestigiosa Guggenheim Fellowship; lavora quindi per la neonata Ballet Society di Balanchine. Vicino alla rivista «View» e al suo ambiente surrealista, Cagli inoltre porta avanti una ricerca spaziale che lo condurrà ai disegni astratti sulla «quarta dimensione». Un decennio nomade, quello di Cagli, e finora poco conosciuto, ricostruito in questo studio grazie a un approfondito lavoro di scavo in un ricco materiale inedito, iconografico e testuale, in gran parte pubblicato qui per la prima volta. Un esilio come un cammino di trasformazione, che gli consente di sviluppare appieno la sua poetica: l'arte come ricerca, che matura attraverso percorsi paralleli e una molteplicità di linguaggi e contenuti; un'arte multidirezionale, apparentemente schizofrenica, di respiro internazionale. Come osserva Enrico Crispolti nella Prefazione, sarà proprio questa complessità, questa novità straordinaria - difficile da comprendere nel clima settario e fazioso del dopoguerra italiano - la ragione profonda, malcelata sotto critiche di carattere ideologico e politico, dell'ostracismo subito da Cagli una volta tornato in Italia, un ostracismo che su di lui peserà quasi come un nuovo esilio, questa volta in patria. Presentazione di Paolo Marzotto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dark water. Catalogo della mostra (Pisa, 18 marzo-20 maggio 2017). Ediz. italiana e inglese"
Editore: ETS
Autore: Binion Sandra
Pagine: 56
Ean: 9788846747778
Prezzo: € 10.00

Descrizione:In Dark Water Sandra Binion affronta con sguardo contemporaneo temi e miti fondanti della tradizione religiosa e culturale occidentale basati sulla figura di Eva, il Giardino dell'Eden, e le conseguenze della perdita dell'innocenza - tematiche che chiamano in causa la finitezza e la fragilità della condizione umana, la sete di conoscenza e di bellezza, le differenze e le complicità tra uomo e donna. La mostra si basa su un articolato dispositivo di visione in cui immagini audiovisive, fotografie e sculture compongono una sorta di narrazione per frammenti, aperta a una pluralità di suggestioni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vita mia"
Editore: Skira
Autore: Consagra Pietro
Pagine: 166
Ean: 9788857235554
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Pietro Consagra è uno sculture universalmente noto per l'originalità delle sue proposte, delle sue realizzazioni. Se è vero (nel senso in cui è vero) che ciò che conta è non l'uomo ma l'opera, non meno vero è che dietro ogni opera c'è un uomo in carne e ossa. L'uomo in carne e ossa Pietro Consagra vuole raccontare in queste pagine se stesso, quel che ha fatto visto vissuto, non tanto e non soltanto in quanto artista ma in quanto appunto uomo. Un uomo la cui esistenza è coincisa con una determinata epoca, si è intrecciata con determinate circostanze e occasioni, rispetto alle quali egli ha avuto queste e queste reazioni, tentato delle risposte, preso questa o quella posizione. Sicché non tanto e non solo un"'autobiografia d'artista" egli ci fornisce, ma un ripensamento dei propri casi per cercare di metterne in luce le connessioni, di indicarne con consapevolezza il senso o un presagio di senso. In un'esposizione assai sobria ma mai reticente, Consagra ci dice la sua vita: Mazara del Vallo, suo luogo natio, l'infanzia e la giovinezza nella povertà e al tempo della guerra; la scoperta delle potenzialità d'arte che erano in lui, i primi disegni, le prime sculture, lo sbarco degli Alleati in Sicilia; il trasferimento a Roma nel '44, la milizia nel Partito comunista nell'immediato dopoguerra, i sodalizi e le inimicizie, le propensioni e le idiosincrasie, le polemiche a proposito della questione (che coinvolgeva ben più che la mera sfera estetica) del "realismo" e dell'"astrattismo"; il distacco dal Pci e anzi dalla politica militante; il matrimonio con un'americana, i figli, il successivo venir meno della compagine famigliare; l'incontro con un'altra compagna e una nuova comprensione del rapporto con la donna - e l'affermazione sua personale, intanto, nel contesto dell'arte internazionale, su su sino al 1980, alle acquisizioni (ma anche ai dubbi) che intessono una trama di rapporti e di attenzioni nel mondo e per il mondo di oggi. Nel lettore crediamo desteranno grande interesse, oltretutto, le pagine dedicate alla "politica culturale" nell'area della sinistra del primo dopoguerra. La ricostruzione di Consagra è la prima che - sine ira et studio - ne dia conto dall'interno non senza qualche sobrio ricorso a un'aneddotica che ci restituisce al vivo personaggi e situazioni di quell'epoca. Una scelta di fotografie e di disegni documenta momenti fondamentali della vita e della produzione di Consagra, e una compendiosa scheda finale addita le fasi e le ragioni della sua traiettoria d'artista.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Oggetti, reliquie e migranti. La basilica ambrosiana e e il culto dei suoi santi (386-973). Ediz. illustrata"
Editore: Viella
Autore: Foletti Ivan
Pagine: 250
Ean: 9788867288465
Prezzo: € 35.00

Descrizione:La basilica ambrosiana di Milano, edificata per la prima volta negli anni di Ambrogio (374-397) e ricostruita radicalmente alla fine dell'XI secolo, è uno straordinario luogo di memoria e di presenza di oggetti e monumenti medievali. Attraverso lo studio di alcune celebri opere in essa conservate, tra cui il sacello di San Vittore in Ciel d'Oro, l'altare d'oro e il ciborio di Sant'Ambrogio, il libro si propone di indagare l'interazione tra la topologia dell'edificio e i suoi oggetti, le reliquie attorno alle quali l'Ambrosiana è costruita, e la nozione di "migranti". In altre parole si vuole analizzare come, sulla lunga durata, alcuni oggetti diventino riflesso delle reliquie, e la santità materiale che da essi deriva venga usata come strumento di esclusione e intrusione in un contesto etnico problematico. Il volume presenta un ricco apparato iconografico, frutto di un'apposita campagna fotografica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' arte del metallo. Storia di Nino Franchina scultore"
Editore: Quodlibet
Autore: Raimondo Valentina
Pagine: 258
Ean: 9788822901477
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Biografia intellettuale dello scultore Nino Franchina, il volume ha l'obiettivo di ricostruire e delineare il percorso e il profilo dell'artista di cui, fatta eccezione per i testi di Giuseppe Marchiori e Giovanni Carandente pubblicati rispettivamente nel 1954 e nel 1968, non esistevano fino a questo momento studi condotti secondo un sistematico vaglio storico e critico. Motivato dapprima da una piena adesione al realismo (1930-1946), Franchina procede dal secondo dopoguerra in poi verso una convinta proposta della forma astratta e informale (1946-1987) e dell'uso del metallo come unico medium espressivo. Le sperimentazioni linguistiche condotte presso il suo atelier in via Margutta a Roma e presso gli stabilimenti Italsider lo collocano inoltre tra i primi artisti in Italia ad aver riflettuto sui rapporti tra arte e industria, tra oggetto scultoreo e oggetto seriale. Grazie a un'attenta analisi dei materiali conservati presso l'Archivio Severini Franchina è stato possibile seguire il cammino dell'artista attraverso le sue opere e i suoi pensieri.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gino Rossi a Venezia. Dialogo tra le collezioni di Fondazione Cariverona e Ca' Pesaro. Ediz. a colori"
Editore: Marsilio
Autore:
Pagine: 96
Ean: 9788831713245
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Il volume vuole restituire la forza e l'ampiezza dell'innovazione nata a Ca' Pesaro nel primo ventennio del Novecento attraverso il percorso di uno dei suoi principali protagonisti: Gino Rossi. Nato a Venezia e formatosi a Parigi, di fatto divenendo uno degli artisti più aggiornati all'interno del panorama veneziano del suo tempo, Rossi partecipa, come Casorati, Boccioni e Semeghini, alle prime mostre capesarine, vere e proprie incubatrici dell'arte italiana contemporanea. L'impronta espressionista delle sue tele si rivela nei suoi ritratti degli umili, degli individui ai margini della società, di donne popolane: Rossi abbandona la piacevolezza estetica e si concentra sulla crudezza, nei ritratti come nei paesaggi. L'esperienza della prima Guerra Mondiale segna per sempre Gino Rossi, e i suoi lavori diventeranno più articolati. Internato in manicomio nel 1926, non dipingerà mai più, per morire nel 1947. Il volume comprende inoltre le schede, sempre a cura di Nico Stringa, delle opere provenienti dalla collezione di Ca' Pesaro e dalla Fondazione Cariverona.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Arturo Martini e il monumento per il Palazzo di Giustizia-And the monument for the palace of justice in Milan. Ediz. a colori"
Editore: Sillabe
Autore: Baldacci Paolo, Stringa Nico, Borromeo Dina Lucia
Pagine: 55
Ean: 9788833400181
Prezzo: € 8.00

Descrizione:Questa mostra dedicata ad Arturo Martini nasce dal desiderio delle sorelle di Claudia Gian Ferrari, Grazia e Paola, di celebrarne la memoria a otto anni dalla sua scomparsa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Spazi critici. I luoghi della scrittura d'arte contemporanea"
Editore: Mimesis
Autore: Mudu Stefano
Pagine: 86
Ean: 9788857547473
Prezzo: € 8.00

Descrizione:Pur nella consapevolezza che l'evoluzione dell'editoria d'arte sia stata indissolubilmente legata al libro d'artista, Spazi critici guarda alla pubblicazione come il luogo privilegiato per la critica e curatela contemporanee. Una prospettiva in cui lo scritto d'arte conferisce validità e autorevolezza al lavoro artistico, si appropria di vie metodologiche e stilistiche differenti, qualifica i suoi autori e concorre alla definizione del volume in cui è ospitato. Sebbene l'era digitale ce lo abbia fatto credere, la morte della carta stampata non è mai avvenuta.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Looking at Tintoretto with John Ruskin. Ediz. a colori"
Editore: Marsilio
Autore:
Pagine:
Ean: 9788831790000
Prezzo: € 20.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Bertozzi & Casoni. Così è (se vi pare). Catalogo della mostra (Roma, 6 marzo-7 aprile 2018). Ediz. italiana e inglese"
Editore: Gangemi
Autore: Respi Lorenzo
Pagine: 83
Ean: 9788849235739
Prezzo: € 20.00

Descrizione:In più di trent'anni di carriera, Bertozzi & Casoni hanno costruito il loro mondo interiore, quello «delle cose come sono dentro», nel quale il pensiero ha continuamente tradotto in immagini la loro interpretazione della realtà che si è esteriorizzata assumendo le forme della scultura ceramica. Sebbene a uno sguardo distratto queste sculture possano sembrare "copie del reale", riproduzioni dal vero di ciò che già esiste sotto ai nostri occhi, per l'accuratezza nella finitura dei minimi dettagli, di fatto, invece, non parlano mai la lingua del realismo, ma quella più complessa del sembiante.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Carlo Improta. Arte essenziale"
Editore: Elio De Rosa Editore
Autore:
Pagine: 96
Ean: 9788873691082
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Carlo Improta, pittore e scultore contemporaneo, ha compiuto un percorso travagliato e impervio, frequentando generi e stili diversi non accettando mai di rinchiudersi in uno schema espressivo, in un recinto estetico replicando stancamente la stessa forma, riproponendo meccanicamente un'idea, ma ha spinto la sua ricerca sempre su nuovi territori. In questo catalogo vengono riproposte le sue opere: dai ritratti, realizzati con la matita, col pastello o con la pittura, nei quali coglie caratteri e significati, ai paesaggi, espressione di armonia e quiete; dai "geografismi", una sorta di "neo graffitismo", alla scultura.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "From the flood to new life: restauration of the Last Supper by Giorgio Vasari. Santa Croce fifty years after (1966-2016)"
Editore: EDIFIR
Autore:
Pagine: 198
Ean: 9788879708869
Prezzo: € 30.00

Descrizione:La grande "Ultima Cena" di Giorgio Vasari, dipinta per il convento fiorentino detto "delle Murate", poi spostato in Santa Croce, su cinque pannelli lignei che raggiungono un'ampiezza eccezionale di 262×580 cm, all'epoca dell'alluvione del 1966 fu gravemente danneggiata dalle acque: la tavola rimase per più di 48 ore immersa nell'acqua e nel fango. Nonostante la graduale asciugatura, l'azione combinata delle deformazioni del supporto ligneo e il forte degrado degli strati della preparazione causarono una perdita di coesione di quest'ultima, con il conseguente cedimento di adesione fra le tre parti costituenti: supporto-preparazione-colore. Il dipinto, rimasto quindi per quarant'anni nei depositi è dal 2006 in cura presso l'Opificio delle Pietre Dure. Nel volume si presenta il restauro che ha avuto come scopo la ricomposizione di un'unitarietà visiva e materica, evitando tutte le operazioni invasive, un tempo utilizzate in casi così disastrati, quali la separazione tra colore e supporto (il cosiddetto "trasporto"). Il volume dà conto dell'intervento di restauro inteso nella sua globalità, dalla fase diagnostica, conoscitiva e progettuale, alle prove sperimentali e i test necessari alla definizione del progetto, alla fase operativa. I risultati della miracolosa rinascita verranno celebrati ed esposti insieme al capolavoro in una mostra che avrà luogo a Firenze nel novembre 2016.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Impressionismo e avanguardie. Capolavori dal Philadelphia Museum of Art. Catalogo della mostra (Milano, 8 marzo-2 settembre 2018). Ediz. a colori"
Editore: Skira
Autore:
Pagine: 138
Ean: 9788857238029
Prezzo: € 33.00

Descrizione:Una storia di grande collezionismo americano raccontata attraverso un excursus nella pittura moderna, dall'impressionismo alle avanguardie, con cinquanta capolavori d'arte provenienti dal Philadelphia Museum of Art: dalla Classe di danza di Degas al Ritratto di Camille fìoulin di Van Gogh, dai Cerchi in un cerchio di Kandinskij al Nudo di donna di Mirò e al Simbolo agnostico di Dali, fino alle straordinarie sculture di Bràncusi, Rodin e Picasso. Il Philadelphia Museum of Art è uno dei musei d'arte pubblici più antichi degli Stati Uniti, considerato da tempo tra i più belli, la cui peculiarità sta nell'aver costituito la sua straordinaria collezione d'arte moderna grazie all'iniziativa personale di alcuni individui attenti e coraggiosi. Tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento, infatti, l'acquisizione e l'esposizione di dipinti e sculture d'avanguardia, non considerati come oggi tesori degni di appartenere a un museo pubblico, dipendeva dalla donazione di singole opere, e anche di intere raccolte, da parte di collezionisti che spesso le hanno create in stretta collaborazione con gli artisti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Palazzo Davanzati e Firenze"
Editore: EDIFIR
Autore:
Pagine: 110
Ean: 9788879708753
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Questo volume raccoglie alcuni saggi scaturiti dal ciclo di conferenze tenutesi a Palazzo Davanzati, tra il 2015 e il 2017, e organizzate da Brunella Teodori. Gli appuntamenti settimanali, dedicati alla storia di Palazzo Davanzati dal Medioevo al Novecento, hanno messo in luce aspetti inediti della committenza, della decorazione murale, degli intrecci familiari e commerciali a Firenze tra Medioevo e Rinascimento, fino alle trasformazioni ottocentesche di Poggi e all'impegno degli intellettuali anglo-americani di preservare la "Firenze antica", portando all'acquisto del monumento da parte dello Stato italiano. La preziosità ed unicità di questa dimora mercantile nel cuore della città gigliata è ripercorsa da Francesca Carrara attraverso la storia delle importanti famiglie di banchieri che l'hanno abitata per prime nel Medioevo e poi modificata nel Rinascimento, con notevoli accrescimenti documentari. L'importanza dell'araldica nella decorazione parietale del Palazzo emerge dal saggio di Alessandro Savorelli; un contributo inedito, aggiunto dopo il ciclo di conferenze, che fornisce un'utilissima interpretazione e un regesto degli stemmi della camera dei Pavoni. Il ciclo pittorico più famoso del Palazzo, quello dedicato alla Castellana di Vergy, viene indagato con grande erudizione da Giovanna Lazzi che lo inserisce in un fitto e raffinato intreccio di rapporti tra arte e letteratura, facendo 'leggere le immagini'. L'interdisciplinarietà del ciclo di conferenze è esemplificata dal denso saggio di Maria Adele Signorini e Alessandro Canci che indagano sorprendenti aspetti botanici e ornitologici dei cicli decorativi del Davanzati. Il saggio di Claudio Paolini ben ripercorre i progetti ottocenteschi di Giuseppe Poggi attraverso disegni e documenti inediti, tessendo un quadro completo di quella fondamentale trasformazione urbanistica del centro fiorentino. Il godibilissimo contributo di Lucia Chiti racconta il ruolo centrale degli intellettuali anglo-americani nella riscoperta e conservazione di Palazzo Davanzati come monumento da tutelare e da promuovere. Invito accolto in prima istanza da Elia Volpi ad inizio del Novecento e poi, come racconta puntualmente Brunella Teodori nel saggio di chiusura, dallo Stato italiano con l'acquisto del 1951 e la riapertura al pubblico nel 1956. Il volume è stato realizzato con i fondi ordinari 2017 del Museo Nazionale del Bargello, cui afferisce il Museo di Palazzo Davanzati dal 2014. (...). (presentazione di Paola D'Agostino, Direttore del Museo Nazionale del Bargello)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gauguin. L'altro mondo"
Editore:
Autore: Dori Fabrizio
Pagine: 136
Ean: 9788867902972
Prezzo: € 19.90

Descrizione:Marinaio giramondo, brillante agente di cambio, esploratore, amante irregolare, padre inquieto, ma soprattutto pittore geniale ed emarginato dai salotti e dai colleghi parigini, incapaci di comprendere la sua arte: Paul Gauguin ha ispirato il lavoro e la curiosità di saggisti, drammaturghi, psicanalisti e artisti, grazie a una vita straordinaria e sanguigna che, nella sua opera, si tramuta in un paradiso colorato e ricco di mitologia antica. Fabrizio Dori ne racconta la parte finale con una scelta inconsueta, raffinata ed emozionante: Gauguin, delirante, affronta lo Spirito della morte, il personaggio di Manao Tupapau, uno dei suoi quadri più misteriosi e celebrati, che gli chiede di rivelare la verità su se stesso.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Leto Fratini, scultore. Percorsi esistenziali e traiettorie dell'antifascismo tra Firenze e Milano"
Editore: Pacini Editore
Autore: Albanese Carmelo
Pagine: 150
Ean: 9788869953644
Prezzo: € 19.00

Descrizione:Il volume ricostruisce il percorso biografico di Leto Fratini (1911-1943), giovane scultore della Val d'Elsa che, nella seconda metà degli anni Trenta, riesce ad affermarsi nel panorama artistico milanese. Entrato in rapporto con esponenti del movimento antifascista, viene arrestato per diffusione di stampa clandestina. Rinchiuso nel carcere delle Murate di Firenze, e successivamente trasferito a San Vittore a disposizione degli agenti della 1ª zona Ovra, troverà la morte nell'ospedale psichiatrico di Mombello. Attraverso lo scavo archivistico e l'incrocio di una molteplicità di fonti eterogenee, l'autore definisce con estrema chiarezza quadri generali e passaggi cruciali della vita dello scultore toscano, liberandola dalle fitte maglie di una narrazione memoriale intelaiata sui due poli della militanza antifascista e del martirio come sua tragica ed estrema conseguenza, entro cui era rimasta imprigionata. Ricollocare Leto Fratini nel contesto del suo tempo quale emblema di una generazione che nasce, cresce e matura sotto la dittatura, consente all'autore di inoltrarsi nel vasto e sfaccettato mondo della cultura milanese di quegli anni, fatto di reti di relazione che si snodano tra spazi privati e ritrovi pubblici, e popolato da figure che, come scrive Simone Neri Serneri nella prefazione, "per inclinazione esistenziale, curiosità intellettuale e talento artistico si pongono ai margini se non in antitesi al conformismo cui chiama il regime". A questi ambienti si rivolge ben presto l'attenzione del giovane Fratini, quando, nel pieno dispiegarsi di un processo di evoluzione umana e politica, le strutture del sistema repressivo fascista intervengono a segnare altrimenti la sua esistenza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Guernica. Icona di pace. Catalogo della mostra (Roma, 18 dicembre 2017-5 gennaio 2018; Pieve di Cento, 14 gennaio-3 marzo 2018). Ediz. italiana e inglese"
Editore: Silvana
Autore:
Pagine: 96
Ean: 9788836638925
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Il volume è dedicato allo straordinario cartone di Pablo Picasso raffigurante la sua opera capolavoro - "Guernica" - da cui è nato l'arazzo esposto all'ingresso della sala del Consiglio di Sicurezza dell'ONU. Il cartone, creato diciotto anni dopo l'opera a olio, nasce da un'eccezionale collaborazione - nonché amicizia - tra Pablo Picasso, Nelson Rockefeller, uno dei più grandi mecenati del Novecento, e l'artista Jacqueline de la Baume Durrbach, che ricreò, tessendolo, il dipinto di Guernica mediante l'antica arte dell'arazzo. Il volume racconta la storia del cartone, offrendo al contempo una lettura critica del dipinto, diventato un simbolo universale dei valori legati alla democrazia, alla libertà e alla pace. Testi di: Mario Virgilio Montañez Arroyo, Cynthia Bronson Altman, Jacques Battesti, Serena Baccaglini, Maria Gloria Grifoni, Vittorio Cigoli, Fabrizio Battistelli.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "«Haec est civitas mea». Opere di giovani artisti dell'Accademia «I.S. Glazunov» di Mosca. Catalogo della mostra (Roma, 3 marzo - 2 maggio 2018). Ediz. italiana e russa"
Editore: Gangemi
Autore:
Pagine: 117
Ean: 9788849235838
Prezzo: € 25.00

Descrizione:"Per trent'anni, dal giorno della fondazione dell'Accademia, ho lavorato a fianco a fianco con mio padre, condividendone progetti e sogni per la rinascita di una Scuola nazionale russa di pittura. Oggi, nel dare continuità alla sua impresa, mi rendo conto che questo fu davvero il principio ispiratore della sua esistenza. Egli fu sempre una persona speciale e sensibile: non pensò mai soltanto alla propria opera, ma anche a come accendere le anime dei giovani artisti di amore e dedizione verso gli ideali del classico, fondamento per compiere un grande cammino nell'arte. Consacrando a questo compito molte delle sue energie vitali, egli è riuscito a trasmettere il proprio sentimento a centinaia di giovani di talento. E oggi nell'Accademia lavorano i suoi allievi e sodali. Mio padre è stato innamorato dell'Italia per tutta la vita, e la cosa migliore che possiamo fare in sua memoria, ora che non c'è più, è presentare gli allievi della nostra Accademia a Roma, Città eterna. Con gratitudine e affetto dedichiamo questa mostra al mio amato genitore, modello e maestro..." (Ivan Glazunov)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO