Articoli religiosi

Libri - Arte



Titolo: "Qualcuno"
Editore: Abscondita
Autore: Huysmans Joris-Karl
Pagine:
Ean: 9788884168429
Prezzo: € 22.00

Descrizione:«Le opere d'arte accompagnano costantemente Joris-Karl Huysmans (1848-1907): non solo nella sua attività letteraria, gremita di riferimenti ad artisti e dipinti, ma anche, e forse soprattutto, nelle diverse fasi della sua esistenza, delle quali le opere d'arte costituiscono il simbolico riflesso, il veicolo estetico della conoscenza di sé attraverso forme e colori. Come in una catena di specchi, vita, arte e letteratura si incalzano in un susseguirsi di intersezioni che si legittimano e chiarificano reciprocamente; le immagini, come parole dipinte, evocano suggestioni e riflessioni che la scrittura da sola sembra inabile a produrre, così come le parole sviluppano dall'eccitamento visivo indizi e ispirazioni che concorrono verso un unico destino. Gli articoli qui raccolti coprono un periodo di mutamenti cruciali nell'opera e nella vita dello scrittore, compreso il raggiungimento della celebrità, dopo l'inaspettato successo di "À rebours", che gli permette indubbiamente una maggiore libertà interpretativa in fatto di critica d'arte. Huysmans, in questi anni (il libro è del 1889), sta ormai per abbandonare l'impressionismo; è nel pieno dell'estetica simbolista-decadente e si accosta alla cultura satanista, in fondo alla quale si intravede, lontano ma inevitabile, il faticoso approdo alla fede. Di qui deriva l'eclettismo nella scelta degli artisti trattati, che vede la compresenza di Degas e Moreau, Whistler e Chéret, Cézanne e Rops. E di qui forse anche il fatto che «Qualcuno» fosse, tra i suoi libri, quello che Huysmans preferiva, proprio perché il più denso di esperienze interiori, vividamente attuali ma sospese tra un passato disatteso e un incerto avvenire.» (dallo scritto di Luca Quattrocchi)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Suprematismo"
Editore: Abscondita
Autore: Malevic Kazimir
Pagine:
Ean: 9788884168962
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Kazimir Malevic (1878-1935) è un affascinante protagonista di quel prodigioso fermento da cui sono emerse le avanguardie russe che hanno raggiunto il loro culmine negli anni precedenti la Rivoluzione di Ottobre. La figura di Malevic ha assunto un alone di leggenda, non solo per lo straordinario valore dell'artista, ma anche per l'importante contributo del teorico, che ha avuto una profonda influenza sull'evoluzione delle opinioni estetiche del tempo. Malevic è soprattutto il fondatore del suprematismo, movimento pittorico che ha portato all'estremo il superamento delle convenzioni spaziali e ha azzerato le forme per farle rinascere come unità pittoriche elementari, assoggettate al dominio del colore. Creata da una «ragione intuitiva», affrancata dalla forza di gravità terrestre, l'arte di Malevic, in quanto espressione di energia spirituale, era anche un metodo per raggiungere uno stato di coscienza più elevato, in grado di percepire l'invisibile. Presentiamo qui i testi essenziali di Malevic sul suprematismo, testi di grande suggestione, scritti tra il 1913 e il 1923, che contribuiscono a farci scoprire ulteriori ragioni del suo lavoro. Ad esempio, il celebre e misterioso «Quadrato nero su fondo bianco» dipinto nel 1915, una delle più radicali invenzioni del Novecento, è considerato da Malevic «un'icona nuda» della sua epoca. Noi oggi vediamo questa opera casualmente esposta in un museo, ma alla prima mostra in cui furono presentate le tele suprematiste, non a caso, fu voluta dal suo autore nella stessa posizione simbolica occupata dalla santa icona nella casa dei contadini russi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Neoplasticismo"
Editore: Abscondita
Autore: Mondrian Piet
Pagine:
Ean: 9788884168979
Prezzo: € 19.00

Descrizione:«Nel novembre del 1925, dopo molti rinvii, esce per la collana dei quaderni del Bauhaus il numero dedicato agli scritti teorici e programmatici di Piet Mondrian (1872-1944). Un testo fondamentale per comprendere il maturare della posizione «neoplastica» e per la scoperta di una "via astratta" nella pittura del primo Novecento. Mondrian dava molta importanza agli scritti qui raccolti. Vi scorgeva il lento e progressivo articolarsi di un realismo più profondo rispetto a quello, meraviglioso e incantato, degli anni giovanili. In un certo senso, attraverso di essi, la svolta verso l'astrazione e una nuova modalità figurativa si poneva come necessaria agli occhi di Mondrian, non per fuggire in una dimensione altra rispetto alla realtà, ma per arrivare all'essenza stessa del reale, a ciò che permane oltre il cangiare delle figure. Per l'appunto, una nuova plastica della realtà. La pubblicazione di questi scritti è un'occasione importante per attingere al testo originale così come Mondrian l'aveva concepito. Una chiave di lettura fondamentale per comprendere una delle opere più presenti e fraintese della cultura visiva contemporanea.» (Federico Ferrari)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il simbolismo paleocristiano"
Editore: Rusconi Libri
Autore: Gerhart B. Ladner
Pagine: 352
Ean: 9788818036305
Prezzo: € 14.90

Descrizione:Quest'opera, frutto di una vita di ricerche, offre un'introduzione completa e di chiara comprensione al complesso mondo simbolico paleocristiano, bizantino e altomedievale dando al lettore le necessarie chiavi di lettura ai fondamenti primi dell'intero simbolismo cristiano, «che cerca l'Invisibile nel visibile». Le prospettive tematiche sono quelle proprie del primo cristianesimo e vengono indicate nel sottotitolo Dio, cosmo, Uomo: il simbolismo teologico, che comprende le rappresentazioni di Dio; il simbolismo cosmologico, cioè le rappresentazioni del mondo (nella sua totalità e nelle sue singole parti); e il simbolismo antropologico, che riguarda l'uomo e le sue comunità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scene da un matrimonio futurista"
Editore: Neri Pozza
Autore: Mannocci Lino
Pagine: 256
Ean: 9788854522220
Prezzo: € 13.50

Descrizione:«Con la nuova luna, il 28 agosto del 1913, al municipio del 14° distretto di Parigi, un giovane pittore italiano sposò una giovanissima parigina. Lui, Gino Severini, aveva trent'anni, lei, Jeanne Paul Fort, sedici». Il 28 agosto del 1913, a Parigi, Gino Severini sposa Jeanne Fort. Suoi testimoni sono Guillaume Apollinaire e Filippo Tommaso Marinetti. Tra gli invitati, e tra coloro che accorrono al caffè Voltaire per i festeggiamenti, figurano Stuart Merrill, Alfred Vallette, Max Jacob, André Salmon, Rachilde, Francis Carco, Fernand Léger, alcuni tra i più importanti letterati e artisti dell'epoca. All'ingresso del Comune del 14° arrondissement, Paul Fort, il padre della sposa detto il «Principe dei poeti», non esita a definire l'unione «le mariage de la France avec l'Italie». Di certo quelle nozze rappresentano un momento esemplare non soltanto dei rapporti tra avanguardia italiana e francese, ma dell'avanguardia storica in generale e della sua indiscussa capitale del tempo: Parigi. Colma di artisti provenienti da diverse parti dell'Europa, Parigi è allora il centro in cui convergono tutti coloro che, nel vecchio Continente, generano scandalo e turbamento, ma schiudono anche all'arte nuovi e importanti traguardi estetici. Un milieu artistico e letterario che di lì a poco sarà spazzato via dalla tragica mattanza della prima guerra mondiale. Nelle pagine di questo libro, Lino Mannocci offre un'originale rivisitazione di quelle nozze e, ad un tempo, un omaggio alle vite di alcuni degli invitati, e di altre forme di unioni e sodalizi che direttamente coinvolsero questi artisti e poeti durante quel fatidico 1913. Un ritorno al mondo proprio dell'avanguardia storica, prima che il nostro tempo la riducesse a un'accademia refrattaria alla creatività.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La cappella degli Scrovegni"
Editore: Skira
Autore: Giuliano Pisani
Pagine: 173
Ean: 9788857243634
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Giuliano Pisani ci accompagna nel cuore di uno dei massimi capolavori dell'arte occidentale: gli affreschi dipinti da Giotto nella Cappella degli Scrovegni. Qui Giotto rivoluziona il linguaggio della pittura, introducendo il realismo, descrivendo i sentimenti, curando la resa minuziosa dei dettagli, l'esattezza architettonica, la scansione dello spazio, la prospettiva che scandisce i piani e crea profondità. Su tutto il trionfo del colore e della luce. Tessera dopo tessera Giuliano Pisani ci svela il mosaico affascinante e complesso della storia sacra, individuando le fonti di riferimento e fornendo una lettura unitaria e coerente dell'intero ciclo. Ne risultano chiariti i numerosi simboli e si individua nel frate eremitano Alberto da Padova colui che fornì al pittore le linee concettuali e il programma teologico. La loro intesa dà vita al capolavoro. Questo mirabile scrigno ci chiama a meditare sulle nostre scelte; ci invita al senso di responsabilità, individuale e collettiva; ci indica la via del bene, della giustizia, della speranza, dell'amore.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Capolavori fuori centro. I Cavalli di Piacenza di Francesco Mochi"
Editore: Skira
Autore: Montanari Tomaso
Pagine: 200
Ean: 9788857244884
Prezzo: € 26.00

Descrizione:I monumenti equestri farnesiani di Francesco Mochi sono uno straordinario esempio di "patrimonializzazione", cioè di ingresso di capolavori d'arte dell'antico regime nel patrimonio storico e artistico dell'Italia costituzionale e democratica. Una folta documentazione permette di ricostruire in dettaglio la genesi delle opere, sia da un punto di vista delle dinamiche della committenza dinastica e di quella civica, sia da quello del lavoro artistico e delle vicende legate alla fusione dei bronzi. L'orgogliosa libertà di Francesco Mochi esce ben leggibile da questa nuova ricostruzione. Un rinnovato esame delle opere - unico capolavoro in bronzo di un grande marmoraro, unico capolavoro della scultura protobarocca "fuori centro", ovvero fuori di Roma - permette nuove acquisizioni critiche, specialmente nella lettura delle complicate, ricchissime allegorie del basamento del Ranuccio Farnese, che riacquistano una comprensibilità mai raggiunta dagli studi condotti fino a oggi. Il volume si avvale inoltre dei contributi di Anna Còccioli Mastroviti, sulle operazioni di restauro dei due monumenti nel corso degli ultimi due secoli, e di Marcello Spigaroli, sull'utilizzo della piazza che li ospita, e a cui danno nome, in senso scenografico e teatrale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il primo ritratto della Luna e le incisioni impossibili di Claude Mellan"
Editore: Medusa Edizioni
Autore: Pulini Massimo
Pagine: 84
Ean: 9788876982774
Prezzo: € 11.00

Descrizione:Tra tutti i corpi celesti che ruotano sopra le nostre teste la Luna è quello che ha raccolto il maggior numero di sguardi, lungo la storia dell'umanità. Eppure, malgrado i milioni d'anni che la Luna vanta, il ruolo riservatole nei riti di ogni cultura, i suoi ritratti sono per lo più ricondotti a una sintesi simbolica, a una banale riduzione geometrica. Si dovette attendere Galileo Galilei e il suo cannone occhiale per riuscire a scoprire i dettagli di quel volto di sfinge, ma solo nel 1635 venne compiuta un'impresa che permise la realizzazione di tre meravigliose e profetiche immagini a stampa. Il più grande incisore del secolo XVII, il francese Claude Mellan, venne chiamato da due studiosi e amici di Galileo a trascorrere due mesi in cima a un monte della Provenza per osservare al telescopio il nostro satellite. Da quel suggestivo soggiorno e dal confronto con due luminari del mondo scientifico dell'epoca nascono tre splendide incisioni che, nel risolvere quesiti di ordine tecnico, giungono a un risultato di straordinaria modernità. Chi era Claude Mellan il pigmalione della Luna che le carpì il ritratto e poi si dedicò a svelare anche quello di Cristo? Questo saggio ne svela la figura e i segreti artistici. Massimo Pulini, grande conoscitore della pittura del Seicento e amico di Denis Mahon, porta alla luce la singolare corrispondenza fra le più antiche incisioni che documentano le fasi della Luna al tempo di Galileo, e un misterioso ritratto di Cristo realizzato con un unico segno a spirale continua. Un enigma che gli storici dell'incisione non sapevano spiegare, di cui lo studioso romagnolo presenta gli aspetti più oscuri e la soluzione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Archivio. Emilio Notte"
Editore: Polistampa
Autore:
Pagine:
Ean: 9788859621348
Prezzo: € 13.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Saggio sulla metodologia operativa della pittura acrilica e della pittura a tempera a gouache"
Editore: Europa Edizioni Roma
Autore: Falzone Leonardo
Pagine: 44
Ean: 9791220105347
Prezzo: € 9.50

Descrizione:Un breve saggio sulla metodologia di approccio alla pittura acrilica, vinilica e a tempera, che con esempi pratici e utilissimi consigli permette, a chiunque voglia avvicinarsi a queste tecniche, di raggiungere buoni livelli di esecuzione pittorica. "Una raffigurazione descrittiva, con un'accentuata componente grafica, causa deludenti risultati di una pittura decorativa ove nulla è dipinto ma gli elementi sono solamente colorati. In ciò consiste la differenza tra decorazione e pittura vera e propria, intesa come pittura naturalistica. In altre parole, se il colore non diventa illusione della materia, si rimane confinati nella pura decorazione o in un bozzettismo illustrativo. Se il decoratore colora, il pittore dipinge creando sensazioni materiche mediante continue vibrazioni cromatiche."

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' annunciazione"
Editore: Gruppo Albatros Il Filo
Autore: Michele Raja
Pagine: 188
Ean: 9788830630499
Prezzo: € 17.50

Descrizione:L'Annunciazione dell'Angelo a Maria è stato uno degli episodi evangelici più raffigurati nel corso dei secoli - almeno fino a tutto il Seicento - da artisti che facevano capo alle più svariate correnti pittoriche, poiché capace di suscitare riflessioni ed interpretazioni spesso molto diverse tra loro e profondamente dense di significati simbolici. Eppure il testo di riferimento è per tutti lo stesso, poche righe dal Vangelo di Luca, che però vengono reinterpretate con implicazioni emotive del tutto differenti: Maria ora si mostra impaurita o ritrosa, altrove invece composta o fiera nell'accettare la sua missione; l'Angelo talvolta si inchina di fronte a lei con deferenza, altre volte irrompe quasi violentemente sulla scena. La carrellata di opere proposte in questo volume, accompagnate da brevi ma esaustivi commenti sulla composizione e sulle scelte stilistiche di ogni singolo artista, fa ben comprendere la profonda differenza che c'è tra linguaggio delle immagini e linguaggio verbale, fornendo interessanti spunti di riflessione che investono la comunicazione quotidiana tanto quanto quella artistica o anche, per camminare su un terreno familiare all'autore, quella tra psichiatra e paziente.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il mito. Ediz. a colori"
Editore: Jaca Book
Autore: J. Ries
Pagine: 284
Ean: 9788816606340
Prezzo: € 50.00

Descrizione:Il volume sui miti organizzato da Julien Ries ospita i contributi di studiosi e membri di culture diversissime. Troviamo nei vari capitoli una studiosa navajo, Trudy Griffin-Pierce, accanto a Gianfranco Ravasi, attuale «ministro della cultura» del Vaticano; la sinologa Christine Kontler e lo studioso di Omero (il liberatore dai miti) Paul Wathelet. Per il mondo indù Michel Delahoutre, per quello delle Americhe precolombiane Davide Domenici, per l'Africa subsahariana Ivan Bargna, per il mito di Demetra Dario M. Cosi, per i miti dell'antica Roma Natale Spineto; e ancora, per i giochi di parole e i miti dell'antico Egitto Michel Malaise. Ma il mito è presente anche nella preistoria, e di questo tema si occupa direttamente il curatore del volume Julien Ries. Il mito è un racconto, si diceva, un racconto costitutivo di una cultura, di una sapienza diffusa, di riferimenti fondamentali per una popolazione. Il racconto è legato a immagini e simboli, per questo il mito si presta a essere illustrato. Le illustrazioni riguardano monumenti, dei e simboli dell'antichità, oltre che scene del Kumbha Mela, il più grande pellegrinaggio del mondo che si tiene all'incrocio del Gange con altri due fiumi sacri a indù, buddhisti, jainisti, sikh e altri credenti indiani.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Finestre sulla Brenta. Le vedute ottocentesche di Cristiano de Martens"
Editore: Panda Edizioni
Autore: Grinzato Sara, Manfrin Mauro
Pagine: 240
Ean: 9788893782364
Prezzo: € 45.00

Descrizione:La ricerca analizza la cartografia acquerellata "Il corso della Brenta dalle porte del Dolo alle porte della Mira" realizzata da Cristiano von Martens nel 1827. Recentemente acquisita dalla famiglia Fattoretto per arricchire la collezione del Museo di Villa Badoer Fattoretto di Sambruson, essa rappresenta un unicum per la quantità e qualità delle informazioni segnalate in questo tratto della Riviera del Brenta nel primo Ottocento. Lo studio muove dalle vicende storiche di una famiglia dalle caratteristiche incredibilmente originali: il casato dei von Martens. Un ramo di abili commercianti di origine tedesca che nel Settecento si stabilì a Venezia e si convertì in una dinastia di consoli, tutelando i rapporti dei mercanti tedeschi con la Serenissima. Insediatisi tra Mira e Dolo nella prima metà dell'Ottocento, una generazione intera di fratelli von Martens abbandonò l'attività mercatoria per darsi alla ricerca scientifica, allo studio e all'arte arrivando a eccellere nei campi della botanica, della fotografia, dell'agronomia e dell'incisione. La sua produzione rappresenta la più importante testimonianza iconografica della Riviera del Brenta dell'Ottocento finora nota.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' Artista. Critica delle arti in Toscana (2020)"
Editore: Polistampa
Autore:
Pagine: 192
Ean: 9788859621461
Prezzo: € 120.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Arte mistica comunità"
Editore: Wip Edizioni
Autore:
Pagine: 80
Ean: 9788884596253
Prezzo: € 13.00

Descrizione:"Arte, mistica, comunità" raccoglie le visioni di artisti e intellettuali sui rapporti tra arte, filosofia e spiritualità: pratiche essenziali e possibilmente rivoluzionarie, oltre che poetiche.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "In full light. Paintings 1980-2020"
Editore: EBS Print
Autore: Ziaja Anna
Pagine: 208
Ean: 9791259680211
Prezzo: € 28.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La biblioteca di Leonardo"
Editore: Giunti Editore
Autore:
Pagine: 552
Ean: 9788809897786
Prezzo: € 90.00

Descrizione:Curato da Carlo Vecce, il volume ricostruisce, sulla base di un'indagine sul complesso dei manoscritti vinciani, la consistenza della biblioteca che il maestro venne formando nel corso della sua lunga vita. Quest'opera fornisce anche indicazioni sulle fasi di progressivo aumento dei volumi, a stampa e manoscritti, posseduti da Leonardo. Grazie anche alla fondamentale collaborazione di numerosi specialisti nelle discipline su cui Leonardo si soffermò, il volume mette a disposizione degli studiosi un imponente repertorio da cui attingere informazioni certe sulle fonti di ispirazione del "Genio Universale".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I diari di Andy Warhol"
Editore: Ghibli
Autore:
Pagine: XXI-595
Ean: 9788868012618
Prezzo: € 35.00

Descrizione:I diari di Andy Warhol sono stati a lungo la definizione di un piacere colpevole. Famosi per i loro aneddoti sulle celebrità - da Mick Jagger a Truman Capote, da Madonna a Federico Fellini -, gli scritti intimi dell'artista ci parlano di feste dissolute, litri di champagne bevuti e dollari spesi. Ma, allo stesso tempo, i suoi diari offrono intuizioni rivelatrici del mondo di Warhol e della scena artistica di New York, dal 1976 fino alla sua morte, avvenuta nel 1987. I diari di Andy Warhol, curati dalla sua collaboratrice, nonché vecchia amica, Pat Hackett, e pubblicati postumi, rivelano il vero volto del grande artista, che nulla fa per nascondere la propria ipocondria, vulnerabilità o addirittura maleducazione, e si mostra per quello che è, nel bene e nel male.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I giorni di Leonardo. «Non ci manca modi né vie di conpartire e misurare questi nostri miseri giorni» (Codice Atlantico, f. 42v). LIX lettura vinciana"
Editore: Giunti Editore
Autore: Vecce Carlo
Pagine: 32
Ean: 9788809911345
Prezzo: € 18.00

Descrizione:La 59a Lettura Vinciana, tenuta da Carlo Vecce, affronta il tema del tempo in Leonardo costantemente presente nei suoi scritti. L'evento, il testo, il disegno sono fissati in un momento preciso del flusso temporale, così che le date segnano i punti fondamentali del suo trascorrere: le svolte decisive della carriera artistica, le esperienze scientifiche e intellettuali, gli eventi della vita quotidiana. Spesso vi compare l'indicazione della festa religiosa, come era naturale in un mondo ancora scandito dal tempo della Chiesa. I giorni di Leonardo consentono infine di leggere i suoi manoscritti come un unico "Libro di ricordi", una scrittura della memoria che nasce e si sviluppa in indissolubile rapporto col tempo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Giovan Francesco Caroto (1480 circa-1555). Ediz. illustrata"
Editore: Silvana
Autore:
Pagine: 240
Ean: 9788836647828
Prezzo: € 39.00

Descrizione:Intelligente, curioso, irrequieto, vagabondo, il pittore veronese Giovan Francesco Caroto fu operoso a Mantova, alla corte dei Gonzaga, sotto l'egida di Mantegna; a Milano, al servizio di Antonio Maria Visconti; a Casale Monferrato, alla corte del marchese Guglielmo Paleologo. Conobbe e apprezzò la pittura fiamminga e nordica (tra Milano, Verona e Venezia), ma anche Raffaello e i suoi seguaci, tanto da rendere credibile l'ipotesi di un suo viaggio di studio a Roma. Esercitò la pittura, la miniatura, il disegno naturalistico, la medaglistica, la statuaria. Si dedicò soprattutto alla pittura religiosa, sia pubblica sia privata, ma raggiunse forse i suoi esiti più personali e felici nel ritratto e nella pittura di paesaggio. Questo volume è il primo strumento di carattere monografico dedicato a Caroto da cinquant'anni a questa parte. Oltre ad affrontare i diversi aspetti della sua attività con una serie di saggi e con schede dedicate alle sue opere più importanti, esso presenta un regesto documentario completo, un'antologia della fortuna critica e una panoramica della sua presenza nel collezionismo veronese. Viene analizzata anche la figura del fratello Giovanni, che fu anch'egli pittore, ma soprattutto archeologo, antiquario e probabilmente architetto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Professione street artist"
Editore: Ultra
Autore: Arnaldi Valeria
Pagine: 144
Ean: 9788867767410
Prezzo: € 13.00

Descrizione:La street art è sempre più presente - ed evidente - nelle nostre città, cresciuta per numero di interventi ma anche per dimensioni. E, a oggi, appare anche come la via più democratica per l'accesso al sistema arte. "Conquistare" una parete, lasciare il proprio segno - monumentale - in città è anche un modo per portare il proprio lavoro sotto i riflettori e sicuramente un mezzo per far riflettere sullo spazio urbano e invitare a un nuovo modo di guardare l'orizzonte condiviso. Conoscere tecniche, pensieri e "segreti" di street artist già affermati e nomi del settore permette di avere un'idea della "via" da percorrere se si desidera mettersi alla prova sui muri, ma consente anche di guardare in modo nuovo, più attento, le opere. Un viaggio alla scoperta di tecniche, lavoro e "visione" di alcuni tra gli street artist italiani più noti, tra storie, consigli, indicazioni pratiche, dall'ideazione del progetto alla sua presentazione, dalle proporzioni su parete alla relazione con l'ambiente circostante. Per imparare a guardare con occhi diversi la città e magari tentare di conquistarne la scena.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "In questo mare di indaffarati della pittura. Un carteggio inedito tra Enzo Brunori e Renato Birolli (1956-1959)"
Editore: Castelvecchi
Autore: Brunori Enzo, Birolli Renato
Pagine: 108
Ean: 9788832902860
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Questo carteggio tra Renato Birolli (1905-1959) ed Enzo Brunori (1924-1993) si compone di un nutrito gruppo di lettere inedite - dal 1956 al 1959 - che restituiscono dati significativi sulla vicenda umana e sul percorso professionale dei due pittori, legati da un'intensa, seppur breve, amicizia. Come in tutti gli epistolari, le pagine conservano memoria di grandi e piccoli eventi di storia e di cronaca, ma anche gli affetti, le preoccupazioni e i disagi di una vita ancora acerba per l'uno e in gran parte consumata per l'altro. Lettere intense in cui emergono osservazioni e commenti di prima mano sul panorama artistico e sul clima culturale dell'epoca, ancora acceso dal dibattito fra astrattisti e realisti scoppiato in Italia all'indomani della fine del secondo conflitto mondiale, nonché frequenti riferimenti al mondo del collezionismo e della critica del tempo. Figure ricorrenti, tra le righe, quella di Lionello Venturi - scelto da Birolli per rappresentare il Gruppo degli Otto costituitosi all'inizio degli anni Cinquanta - e di Vittoria Lippi, pittrice informale vicina al clima "astratto concreto" e compagna di Brunori.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Civiltà. L'arte nel tempo"
Editore: Mondadori
Autore: Beard Mary
Pagine: 208
Ean: 9788804722700
Prezzo: € 20.00

Descrizione:«Civiltà» è da sempre un concetto delicato, da maneggiare con cura. Una categoria ambigua, controversa, spesso definita per contrapposizione: da una parte «noi», i civilizzati, dall'altra «loro», i «barbari», vale a dire tutti quelli che non condividono i nostri valori. Anch'essi, però, hanno una loro storia da raccontare e persino una loro idea di arte. In realtà, con il termine «civiltà» dovremmo intendere una pluralità di mondi che si confrontano e dialogano fra loro attraverso il linguaggio dell'arte. E che attraverso l'arte ci parlano. Ma di cosa parlano le opere d'arte? Secondo Mary Beard, classicista di Cambridge, al cuore della creazione artistica ci sono due questioni coinvolgenti e controverse: la rappresentazione del corpo umano e la raffigurazione della divinità. Dai colossali faraoni egizi di Luxor alle ceramiche degli antichi greci, dalla statua di Afrodite ai guerrieri di terracotta sepolti insieme al primo imperatore della Cina, la figura umana è la chiave per comprendere non solo la rappresentazione del potere e la definizione dei ruoli sociali, ma anche la sessualità, l'erotismo, la virtù morale e politica, i valori di una comunità. Al punto che una particolare rappresentazione del corpo, risalente alla Grecia classica, ha contribuito a fissare i canoni della bellezza e della perfezione formale con cui per secoli l'Occidente ha valutato le altre culture. La seconda questione riguarda invece la raffigurazione visiva del sacro, un dilemma che tutte le religioni - spesso in bilico tra vanità idolatra e furore iconoclasta - hanno dovuto affrontare, giungendo a soluzioni superbe e affascinanti, come testimoniano lo splendore delle immagini musive della basilica di San Vitale a Ravenna, la Moschea Blu di Istanbul o le pitture rupestri delle grotte di Ajanta, che ritraggono il Buddha in cerca dell'illuminazione. "Civiltà" è un viaggio attraverso alcune delle pagine più emozionanti e meno note della storia dell'arte. Portando alla luce i tesori nascosti delle civiltà antiche, Mary Beard guarda oltre il canone tradizionale dell'immaginario occidentale e si rivela una guida preziosa per educare lo sguardo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La seconda ora d'arte"
Editore: Einaudi
Autore: Montanari Tomaso
Pagine: VIII-213
Ean: 9788806247249
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Oggi in Italia tutti hanno una ricetta in tasca per avvicinare gli italiani all'arte. Si tratta spesso di ricette a base di usurate pratiche di marketing, che dovrebbero far digerire Botticelli, come uno zuccherino aiuta a buttar giù la medicina amara, a cittadini considerati soltanto orde di consumatori inconsapevoli e irredimibili. Il risultato è desolante: ammesso (e per nulla concesso) che questa spintissima mercificazione serva a vendere qualche biglietto in più, è certo che non alimenta in alcun modo il nostro dialogo con l'arte. E se invece la ricetta fosse molto più semplice e rispettosa dell'intelligenza di ognuno di noi? Montanari traccia in queste pagine agili e appassionanti una possibile via per un'educazione artistica che sia anche educazione sentimentale e civica. E ci accompagna tra le strade del bello, dove alto e basso si mescolano, dove contemporaneo e classico sono parte di un unico grande discorso, che parte dalle mani impresse sulla roccia in una caverna e arriva a Banksy, passando per Raffaello, Monet, Pellizza da Volpedo e Rothko. «I monumenti ci parlano. In ogni modo provano ad attirare la nostra attenzione, implorano uno sguardo, una nostra sosta. Lo fanno perché, pur eterni o quasi, non vivono se non attraverso la vita dei vivi. Se accettiamo di far loro un po' di spazio nella mente e nel cuore, in cambio essi rendono più intensa, più profumata, più profonda la nostra vita. Temo che nessun produttore o responsabile di rete lo accetterebbe, ma il programma televisivo che davvero vorrei realizzare consisterebbe in una lentissima camminata in una qualunque chiesa storica del nostro Paese: e invece di fermarmi a far due chiacchiere con i passanti e i conoscenti, mi fermerei a leggere ogni lapide. Ognuno di quei brevi testi ha il potere di convocare davanti ai nostri occhi uomini e donne, eventi e pensieri, storie e vite di dieci secoli, e oltre. Dalla più sperduta chiesa si stende una rete di storie che avvolge l'Europa o il mondo interi, capace di farci sprofondare nei recessi intimi della nostra comune umanità».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Da che arte stai? 10 lezioni sul contemporaneo. Ediz. illustrata"
Editore: Mondadori Electa
Autore: Beatrice Luca
Pagine: 223
Ean: 9788891831514
Prezzo: € 24.90

Descrizione:Protagonisti, movimenti e linguaggi dal Novecento a oggi. Domande e risposte per orientarsi nell'arte contemporanea. Storie e personaggi che hanno cambiato le regole del gioco nell'arte. Le opere irrinunciabili, dal museo alla strada.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU