Utilizza la nuova versione del negozio



RICERCA PRODOTTI

Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Libri - Angeli



Titolo: "I santi angeli di Dio"
Editore: Fede & Cultura
Autore: Vincenzo Crisci, Marcello Stanzione
Pagine:
Ean: 9788864093475
Prezzo: € 17.50

Descrizione:

Un esaustivo trattato sugli angeli e le loro gerarchie a partire dalla Sacra Scrittura e dalla Tradizione, per conoscerli, invocarli e chiedere il loro soccorso nel nostro percorso di fede. Come dice S. Tommaso d'Aquino, gli angeli aiutano l'uomo a proteggerlo e a realizzare il disegno che Dio ha su di lui. Sono spesso dei messaggeri e sono lieti di patrocinare la salvezza presso il Signore di chi si rivolge a loro con fiduciat Questo libro prende in esame tutti gli episodi di intervento degli angeli nell'Antico e nel Nuovo Testamento e li colloca nel loro contesto storico e tematico, spiegando le gerarchie angeliche con le loro funzioni e prerogative in conformità al Magistero della Chiesa e della Tradizione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "San Uriele e il venerabile Antonio Margil"
Editore: Edizioni Segno
Autore: Carmine Alvino
Pagine: 92
Ean: 9788861389762
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Senza superare l’insindacabile autorità della Chiesa, che raccomanda di pregare con i propri nomi soltanto i tre angeli espressamente menzionati nel Testo Sacro, l’opera di Carmine Alvino dedicata alle apparizioni di San Uriele vuole portare all’attenzione dei fedeli le testimonianze relativa all’esistenza del quarto arcangelo. Questo settimo volume recupera i riferimenti al quarto arcangelo, fatti sparire dalla censura ecclesiastica, nella biografia del Venerabile Antonio Margil, grande evangelizzatore d’America.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "San Uriele e il servo di Dio Giovan Vincenzo Ferreri"
Editore: Edizioni Segno
Autore: Carmine Alvino
Pagine: 68
Ean: 9788861389731
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Senza superare l’insindacabile autorità della Chiesa, che raccomanda di pregare con i propri nomi soltanto i tre angeli espressamente menzionati nel Testo Sacro, l’opera di Carmine Alvino dedicata alle apparizioni di San Uriele vuole portare all’attenzione dei fedeli le testimonianze relativa all’esistenza del quarto arcangelo. Questo quinto volume documenta le apparizioni del quarto arcangelo al nobile palermitano e servo di Dio Giovan Vincenzo Ferreri.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "San Uriele e le venerabili monache del '600"
Editore: Edizioni Segno
Autore: Carmine Alvino
Pagine: 104
Ean: 9788861389748
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Senza superare l’insindacabile autorità della Chiesa, che raccomanda di pregare con i propri nomi soltanto i tre angeli espressamente menzionati nel Testo Sacro, l’opera di Carmine Alvino dedicata alle apparizioni di San Uriele vuole portare all’attenzione dei fedeli le testimonianze relativa all’esistenza del quarto arcangelo. In questo sesto volume le straordinarie manifestazioni del quarto arcangelo a sei monache claustrali vissute negli anni a cavallo tra il XVI e il XVII secolo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gli angeli che ci guidano nell'aldilà"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Gilles Jeanguenin
Pagine: 80
Ean: 9788821595493
Prezzo: € 8.50

Descrizione:

Quando si accenna al ministero degli angeli presso gli uomini, si fa spesso riferimento a quelli che ci hanno presi sotto le loro ali protettrici: gli angeli custodi. Dio ci ha dato un angelo custode per proteggerci e accompagnarci dall'inizio al termine del nostro pellegrinaggio terreno. San Gregorio Magno dichiara che questi compagni celesti, che ci hanno assistiti per tutta la vita, si presentano quali delicati musicisti in punto di morte. Dato che Dio ci chiama a vivere eternamente nella gioiosa compagnia di questi principi del regno di Dio, impariamo a conoscerli e ad amarli fin da ora! Il consiglio di san Bernardo cade a proposito: «Considerateli vostri intimi amici, gli angeli, fratelli miei; fateli oggetto di un'assidua considerazione e stabilite un dialogo devoto con loro che vi assistono e confortano giorno e notte».



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: ""Medicina" degli Arcangeli"
Editore: Mimep-Docete
Autore:
Pagine:
Ean: 9788884243232
Prezzo: € 6.50

Descrizione:

Riprendendo la fortunata serie delle "Medicine", la nuova scatola presenta la devozione ai tre Santi Arcangeli.

La scatola presenta la devozione ai tre Santi Arcangeli e contiene i seguenti stampati:

* Oggetto: Corona angelica

* Pieghevole: Corona angelica e Novena ai Santi Arcangeli

* Pieghevole: Preghiere a San Michele Arcangelo

* Pieghevole: Preghiere a San Gabriele Arcangelo

* Pieghevole: Preghiere a San Raffaele Arcangelo



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il canto degli Angeli"
Editore: Mimep-Docete
Autore: Crisci Vincenzo, Marcello Stanzione
Pagine:
Ean: 9788884243317
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

Nel nuovo volume l'Autore presenta con la consueta maestria la presenza degli Angeli e delle loro raffigurazioni nel campo dell'arte, della letteratura, del cinema e della musica, indicando anche alcuni itinerari per visitare luoghi legati a tematiche angeliche.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gli angeli sorridono ai bambini"
Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
Autore: Craig Warwick
Pagine: 214
Ean: 9788817082440
Prezzo: € 11.00

Descrizione:

A sei anni Craig Warwick ha scoperto che riusciva a parlare con gli angeli e da allora non ha mai smesso di mettere il suo dono al servizio degli altri per portare il suo messaggio più importante: tutti quanti abbiamo un angelo a proteggerci, basta aprire il nostro cuore per sentirne la presenza. In questo nuovo libro Craig desidera regalarci una verità semplice ma profonda: angeli e bambini hanno così tanto in comune! Gli uni e gli altri adorano la musica, i colori, l'allegria, ma quando serve sanno essere anche molto seri, ci sono sempre vicini e ci riempiono d'amore. Partendo da questa idea Craig ci racconta come, insieme con i bambini e con i suoi amici celesti, sia riuscito a riportare la speranza nella vita di tante persone. E così conosciamo Martina, che ha otto anni e uno sguardo curioso e pieno di gioia. Craig la incontra casualmente sul treno e. con dolcezza, esaudisce il suo desiderio speciale: parlare di nuovo con l'adorato nonno Lino, che da pochi mesi non c'è più. O Simone, che è piccolo ma ha già un cuore grande e non ci pensa due volte a tendere la mano verso uno sconosciuto per donare un sorriso. O ancora Paola, una bimba di sette anni dall'energia travolgente che pur di rimanere fuori a giocare con gli amici chiede a Craig se gli angeli possono fare i compiti al suo posto...



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Angeli e Demoni. Forze invisibili"
Editore: Elledici
Autore: Aa. Vv.
Pagine:
Ean: 9788801058451
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Nella Bibbia, come nelle mitologie dell'Oriente antico, persiane o greco-romane, esiste un universo tra il mondo degli uomini e quello di Dio o delle divinità. Un universo popolato di forze invisibili e soprannaturali che gli uomini rappresentano sotto le forme di esseri ibridi, di angeli o di demoni. Ma chi sono veramente? Che cosa dicono i testi della loro esistenza e della loro funzione? E'all'incontro di questi esseri controversi che il dossier della rivista ci invita. Completano il numero le consuete rubriche di "Studi Biblici" e "Bibbia e cultura".



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "San Uriele e Papa Leone X"
Editore: Edizioni Segno
Autore: Carmine Alvino
Pagine:
Ean: 9788861389434
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Senza superare l’insindacabile autorità della Chiesa, che raccomanda di pregare con i propri nomi soltanto i tre angeli espressamente menzionati nel Testo Sacro, l’opera di Carmine Alvino dedicata alla apparizioni di San Uriele vuole portare all’attenzione dei fedeli le testimonianze relative all’esistenza del quarto arcangelo. In questo terzo volume l’autore indaga su una “apparizione” di Uriele meramente “liturgica” ma fondamentale per le ripercussioni che avrà nei secoli successivi.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Come gli angeli giungono a noi"
Editore: Claudiana
Autore: Helmut Fischer
Pagine: 120
Ean: 9788868980405
Prezzo: € 14.90

Descrizione:Con sintesi e chiarezza, Fischer ripercorre la storia della multiforme idea e rappresentazione degli angeli - messaggeri, custodi celesti, pesatori d'anime o spiriti malvagi -, dallo zoroastrismo alle attuali dottrine delle chiese passando per l'Antico e il Nuovo Testamento, l'angelologia dello Pseudo-Dionigi e la Scolastica, le Riforme e l'Illuminismo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le apparizioni del quarto arcangelo"
Editore: Edizioni Segno
Autore: Carmine Alvino
Pagine: 84
Ean: 9788861389267
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Senza superare l’insindacabile autorità della Chiesa, che raccomanda di pregare con i propri nomi soltanto i tre angeli espressamente menzionati nel Testo Sacro, l’opera di Carmine Alvino dedicata alla apparizioni di San Uriele vuole portare all’attenzione dei fedeli le testimonianze relativa all’esistenza del quarto arcangelo. Questo secondo volume indaga le apparizioni di Uriele nelle estasti del beato Amadeo da Sylva.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Contatti con l'angelo custode"
Editore: SugarCo
Autore: Stanzione Marcello
Pagine: 208
Ean: 9788871986852
Prezzo: € 16.80

Descrizione:

A ogni creatura umana è assegnato uno speciale angelo, per guidarla, custodirla, illuminarla e accompagnarla nel suo cammino spirituale ma anche materiale. L’esistenza di esseri spirituali, incorporei, abitualmente chiamati angeli, è una verità di fede. Ne danno testimonianza sia la Sacra Scrittura che la Tradizione. Centinaia di aneddoti, leggende e storie accertate e ben documentate, raccolte in diversi anni di ricerca, forniscono in questo libro di accattivante lettura un’ampia panoramica dell’azione degli angeli nei nostri confronti. Gli spiriti celesti – leggiamo con viva partecipazione – appaiono a fianco dei primi martiri rendendosi a volte visibili ai loro compagni di prigionia, ai loro guardiani o anche ai loro carnefici. Il figlio del prefetto di Roma è folgorato dalla vista dell’angelo che custodisce Sant’Agnese; Valeriano merita di vedere quello che custodisce Santa Cecilia; i misteriosi assistenti alla deposizione di Sant’Agata nella tomba sono intravisti da tutti coloro che rendono le ultime cure alle sue spoglie.

Le apparizioni e gli interventi nel quotidiano dell’angelo custode continuano nei secoli – da San Francesco d’Assisi a Tommaso d’Aquino, Caterina Emmerick, Pio IX, San Giovanni Bosco –, per giungere a tempi a noi più vicini con Gemma Galgani, Faustina Kowalska, Padre Pio da Pietrelcina, Federico Fellini, Natuzza Evolo... senza tralasciare interventi di intere «formazioni » angeliche, come si legge nelle coinvolgenti testimonianze di Petang, in Cina, durante la guerra dei Boxer, di Le Mans, in Francia, all’inizio della prima guerra mondiale, e dei Marines nel corso della guerra di Crimea.

ESTRATTO DAL PRIMO CAPITOLO

ANGELOFANIE O MANIFESTAZIONI ANGELICHE

Per angelofania s'intende una manifestazione sensibile o apparizione visibile di angeli. L'esistenza di esseri spirituali, incorporei. che la Sacra Scrittura chiama abitualmente angeli, è una verità di fede. Ne danno una chiara testimonianza sia la Scrittura che la Tradizione. Di essi tratta pure il Catechismo della Chiesa Cattolica ai numeri 328-335.

Sant'Agostino dice a proposito degli angeli: « La parola angelo designa l'ufficio. non la natura. Se si chiede il nome di questa natura, si risponde che è spirito: se si chiede l'ufficio, si risponde che è angelo: è spirito per quello che è, mentre per quello che compie è angelo » (Sant'Agostino, Enarratio in Psalmos, 109, 1.15).

Gli angeli — secondo la Bibbia — sono servitori e messaggeri di Dio: « Benedite il Signore. voi tutti suoi angeli. potenti esecutori dei suoi comandi, pronti alla voce della sua parola. Benedite il Signore, voi tutte, sue schiere, suoi ministri, che fate il suo volere » (Sal 103,20-21). Gesù dice che essi « vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli » (Mt 18,10).

Sono creature puramente spirituali ed hanno intelligenza e volontà: sono creature personali (cfr. Pio XII, Lett. Eric. Humani gencri.v: Denz.-Schonm., 3891) e immortali (cfr. Le 20.36). Superano in perfezione tutte le creature visibili. come dimostra il fulgore della loro gloria (cfr. Dn 10,9-12).

Dice il vangelo di Matteo: «Quando il Figlio dell'uomo verrà nella sua Gloria con tutti i suoi angeli...» (Mt 25.31). Gli angeli sono « suoi >, in citiamo sono stati creati per mezzo di lui e in vista di lui: « Poiché per mezzo di lui sono state create tutte le cose. quelle nei cieli e quelle sulla terra. quelle visibili e quelle invisibili: Troni. Dominazioni, Principati e Potestà. Tutte le cose sono state create per mezzo di lui e in vista di lui » (Col l ,1 6).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lettera per difendere la nostra Madre Chiesa a nome di San Michele Arcangelo"
Editore: Edizioni Segno
Autore: Daniela Rossi
Pagine:
Ean: 9788861389021
Prezzo: € 18.00

Descrizione:

La testimonianza di un incontro indimenticabile: quello con l’amore di Dio attraverso l’Arcangelo Michele, che ha preso per mano la protagonista di questa straordinaria vicenda svelandole i misteri del Regno dei Cieli. Il contenuto di questo libro è il frutto della sua conversione e dell’intenso e lungo lavoro sotto la guida speciale dell’Arcangelo Michele.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I sette arcangeli"
Editore: SugarCo
Autore: Stanzione Marcello, Alvino Carmine
Pagine: 208
Ean: 9788871986814
Prezzo: € 16.80

Descrizione:

Chi sono i Sette Arcangeli? Basta domandarlo a qualsiasi fedele cattolico per riceverne quasi sicuramente una risposta incerta. Qualcuno potrebbe addirittura sospettare che si tratti di un gruppo, magico o esoterico, venerato da moderni cabalisti e astrologi. Pochi sanno che si tratta di un vero e proprio culto cattolico, ben conosciuto almeno fino al secolo scorso e addirittura professato apertamente da tanti santi, beati e teologi del cristianesimo (da Santa Gertrude a Margherita Maria Alocoque, a Bartolo Longo, a Maria Valtorta, a Faustina Kowalska...) entrati in contatto diretto con i Sette Arcangeli, come bene evidenziato nel libro.

Queste entità angeliche sono nominate nella Bibbia nel Libro di Tobia (12,15): « Io sono Raffaele, uno dei sette angeli sempre pronti a entrare alla presenza della gloria del Signore », e nell’Apocalisse di San Giovanni (1,4): «Grazia a voi e pace da Colui che è, che era e che viene, e dai sette spiriti che stanno davanti al suo trono ». Eppure, nonostante la saldezza dottrinale che discende dalle Sacre Scritture e la conferma che si trae dalla mistica, i sette santi angeli o spiriti assistenti furono fatti oggetto di una straordinaria opera di censura che coinvolse anche alcuni cardinali i quali, come nel caso di monsignor Francesco Albizzi, arrivarono addirittura a ordinare la cancellazione dei loro nomi da quadri, dipinti, sculture, documenti. Ovunque apparvero, dunque, furono quasi sempre censurati. Ma i loro nomi erano e restano quelli di: Michele, Gabriele, Raffaele, Uriele, Sealtiele, Geudiele e Barachiele. Con l’accurata e documentatissima indagine condotta in questo libro da due dei massimi esperti di angelologia, si spiegano i motivi di questo accanimento, che non ha precedenti nella storia della Chiesa.

 

PRESENTAZIONE

DON ANTONIO LO DUCA E IL CULTO DEI SETTE ARCANGELI
di Luca Guardabascio

La basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri nasce per volontà di Antonio Lo Duca (Duca o del Duca), un sacerdote siciliano devoto al culto degli angeli. Nato a Cefalù nel 1491 e morto a Roma nel 1564, manifestò presto la sua devozione agli spiriti celesti, sin da quando, giovanissimo, fu nominato maestro di canto della cattedrale di Palermo. Nel 1516 scoprì un antico dipinto dei Sette Principi degli Angeli nella chiesetta di Sant'Angelo, riemerso quasi per miracolo dopo secoli d'incuria. La chiesa sorgeva accanto alla cattedrale, dove ora è Piazza Sette Angeli. Le immagini erano disposte su tre ordini. Nel primo era raffigurata la creazione del mondo e degli angeli, con Lucifero ancora in stato di grazia e San Michele dinanzi al trono di Dio. Nel secondo erano raffigurati la vittoria di San Michele su Lucifero, la cacciata di Adamo ed Eva dal paradiso, Abramo in ginocchio davanti ai tre angeli e poi impegnato a servire loro un banchetto.

Nel terzo ordine, relativo ai Sette Angeli, al centro figura Michele, « victoriosus » (vittorioso), recante nella mano sinistra una palma verdeggiante e nella destra una lancia da cui pende una bandiera bianca con croce rossa nel mezzo. Da un lato Gabriele, « nuntius » (nunzio), tiene in una mano una fiaccola posta in una lanterna e nell'altra uno specchio di diaspro verde con macchie rosse; Barachiele, « adiutor » (tutore), ha un lembo della veste raccolto innanzi al petto, pieno di rose; Uriele, «fortis socius » (forte compagno), ha una spada sguainata in mano e una fiamma ai piedi. Dall'altro lato Raffaele, « medicus » (medico), guida Tobia e porta un vaso di medicinali; Geudiele, « remunerator » (remuneratore), stringe nella mano destra una corona d'oro e nella sinistra un flagello a tre cordicelle; Sealtiele, « orator » (adoratore), è raccolto in preghiera con il capo chino e le mani giunte dinanzi al petto.Il ritrovamento di queste immagini suscitò grande devozione verso i principi celesti, tanto che la nobiltà di Palermo si riunì in una Confraternita dei Sette Angeli (detta imperiale poiché vi si voleva iscrivere lo stesso imperatore Carlo V), la chiesina fu riaperta al culto e don Lo Duca ne divenne rettore. La festa dei Sette Arcangeli vi si celebrava nella seconda domenica dopo Pasqua, su indicazione dell'arcivescovo palermitano comunicata a papa Clemente VII il 23 febbraio 1524 (dal 1693 fu spostata al 6 ottobre). Il monastero ottenne nel 1593 da Clemente VIII la Bolla di conferma, mentre nel 1621 Gregorio XV concesse l'indulgenza plenaria ai fedeli che avessero partecipato alle celebrazioni della festa nei sette anni dal 1623 al 1629, privilegio rinnovato da Urbano VIII dal 1643 al 1649, da Clemente XI dal 1716 al 1722 e da Innocenzo XIII dal 1723 al 1729.

Intanto Antonio Lo Duca era venuto a conoscenza di una profezia relativa al tempo in cui sarebbe stato riscoperto ed esaltato il culto dei Sette Principi degli Angeli, quando cioè « la mitra vederà in vetro », secondo quanto era stato rivelato in un libretto di un certo Bartolomeo Pisano. E in effetti nel 1518 papa Leone X, che non poteva vedere se non con l'aiuto di un occhiale, concesse all'Ordine francescano una Messa in onore di San Gabriele dove, nell'ottavo responsorio e nell'antifona del Benedictus, si invoca anche Uriele (della celebrazione, fissata al 24 marzo, si hanno notizie almeno fino al 1785).

Nel 1527 il sacerdote si recò a Roma con l'obiettivo di promuovere il culto dei Santi Arcangeli. Divenuto cappellano della chiesa di Santa Maria di Loreto, ebbe dal cardinale Antonio Maria Ciocchi del Monte l'incarico di comporre, in collaborazione con don Girolamo Maccabei, la Messa e l'Ufficio dei Sette Angeli Principi. Nella compilazione i due sacerdoti si basarono sui riferimenti della Sacra Scrittura ai Sette Principi Celesti: in particolare, le sette luci del candelabro aureo di Mosè (Numeri 8) che don Antonio interpretava come la luce della protezione dei Sette Angeli verso la Chiesa. L'auspicio del sacerdote era che « come detto candelabro fu mirabile in Gerusalemme, capo del Vecchio Testamento, così in Roma, capo del Nuovo, si doveva fare una chiesa mirabile dei Sette Angeli e, come le sette lucerne furono collocate sopra detto candeliero per Aaron sommo dei Giudei sacerdote, così le sette immagini dei Sette Principi degli Angeli, figurate dalle sette lucerne, dovevano essere esaltate per mano del sommo sacerdote dei cristiani ».

Nel 1543 Antonio Lo Duca, recatosi a Venezia per far stampare il libretto con questi testi, commissionò un quadro tratto dal mosaico La Vergine con i Sette Angeli che allora rivestiva la volta dell'altare maggiore nella basilica di San Marco. La copia si trova a Roma, nella basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri a Piazza Esedra. Per identificare i Sette Arcangeli nel dipinto occorre leggere il cartiglio in latino che ciascuno di essi ha in mano: Michele « Paratus ad animas suscipiendas » (Pronto ad accogliere le anime); Gabriele « Spiritus Sanctus superveniat in te » (Lo Spirito Santo verrà sopra di te); Raffaele « Viatores comitor, infirmos medico » (Accompagno i viaggiatori, curo gli infermi); Uriele « Flammescat igne charitas » (La carità divampi con il fuoco); Geudiele « Deum laudantibus praemia retribuo » (Concedo premi a quanti lodano Dio); Barachiele « Adiutor, ne derelinquas nos » (Tu che vieni in aiuto, non ci abbandonare); Sealtiele « Oro, supplex, acclinis » (Prego, supplice, in ginocchio).

Un mattino dell'estate del 1541, nella chiesa di Santa Maria di Loreto, il sacerdote all'improvviso vide « una luce più che bianca» che partiva dalle rovine delle Terme di Diocleziano, al cui interno c'era l'immagine di San Saturnino, martire legato alla storia della costruzione delle Terme insieme con i santi diaconi Ciriaco, Largo, Smaragdo, Sisinnio, il ricco patrizio Trasone e San Marcello papa, che rappresentano i sette martiri più eminenti fra i condannati alla costruzione delle immense Terme. Quella luce gli indicava il luogo nel quale sarebbe dovuto sorgere il grande tempio dedicato ai Sette Angeli e ai Sette Martiri. Dopo aver celebrato la Messa, il sacerdote corse alle Terme e trovò l'ambiente centrale ancora ben conservato, così come gli era apparso nella visione. Da quel momento fu tutto un prodigarsi per promuovere la costruzione di un grande tempio alle Terme. Raccontò la visione al cardinale Dionisio Laurerio e al maestro di camera Bartolomeo Saluzio, il quale l'aiutò a scrivere i nomi dei Sette Angeli sulle colonne della grande galleria centrale delle Terme.

In questo testo documentatissimo sulla storia della devozione ai Sette Arcangeli lungo i secoli, gli autori — l'avvocato Carmine Al-vino e don Marcello Stanzione — si rivelano essere nel ventunesimo secolo gli eredi spirituali del sacerdote Antonio Lo Duca nel loro impegno nel chiedere presso le supreme gerarchie della Chiesa cattolica la ripresa del culto pubblico liturgico ai Sette Principi del Cielo.

 

INTRODUZIONE

I SETTE ANGELI DAVANTI AL TRONO DI DIO

Oggi raramente si parla dei Sette Angeli che si trovano davanti al trono di Dio. « Si crede che essi formino una cerchia privilegiata, la più vicina al Potente Dio ». L'arcangelo Raffaele disse espressamente a Tobia che egli stesso faceva parte di questo gruppo privilegiato. « Io sono Raffaele, uno dei sette angeli che sono sempre pronti a entrare alla presenza della gloria del Signore » (Tb 12,15).

Anche nell'Apocalisse (1,4) si fa riferimento ai Sette Angeli: « Grazia a voi e pace da Colui che è, che era e che viene, e dai sette spiriti che stanno davanti al suo trono ». Questi sette spiriti sembrano essere i Principi più alti della corte celeste. Sebbene la loro più importante occupazione sia la contemplazione della Divina Essenza, vengono affidati loro anche compiti speciali. Infatti San Paolo afferma espressamente che essi amministrano tutti gli spiriti. L'abate Boudon, che ha scritto così bene riguardo agli angeli, vuole che noi invochiamo questi Sette Principi del Paradiso così che essi possano ottenere per noi la grazia per evitare i sette peccati capitali e arricchirci con i sette doni dello Spirito Santo.

Parlando della felicità di cui gli angeli godono in paradiso e alla quale partecipano i sette santi spiriti probabilmente in un grado più alto, si dice che « ogni cosa nell'universo è fonte di gioia per i santi angeli. Essi vedono in ogni cosa il compimento di ciò che Dio ha ordinato; essi sanno che Egli riceve onore e gloria e si rallegrano nel vedere come Egli venga glorificato. Questo è il segreto della vera gioia; è perché noi pensiamo a noi stessi e non a Dio, che siamo turbati e insoddisfatti. Se solo noi potessimo avere la visione angelica, niente ci turberebbe e potremmo sempre gioire ».

La furia iconoclasta degli anni 726-730 deve aver operato la quasi completa distruzione delle immagini dei Sette Angeli.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'angelo, un fascio di luce sul mondo"
Editore: La Fontana di Siloe
Autore: Renzo Lavatori
Pagine: 400
Ean: 9788867370399
Prezzo: € 31.50

Descrizione:Sin dall'antichità l'angelo rappresenta la protezione celeste dei timorati di Dio. Sempre presente nella tradizione religiosa, questa figura inserita nell'umano e immersa nel divino guida lo sguardo dell'uomo verso orizzonti vasti e spirituali, nobilitando le aspirazioni più intime del suo animo e risanando le dolorose ferite che si producono nella sua esistenza effimera e vana. All'oscurità delle tenebre che si addensano sulla terra, l'angelo oppone una luce di speranza e consolazione, induce a intraprendere la ricerca del bene, del bello e del vero. Rispecchiandosi in esso l'uomo riscopre così la propria identità più autentica e trova la sua giusta posizione nei confronti di Dio e dei suoi simili. Frutto di una ricerca approfondita e ad ampio raggio, scritto con uno stile scorrevole e chiaro che lo farà apprezzare anche dai non addetti ai lavori, il libro di Renzo Lavatori chiarisce e approfondisce il significato di queste meravigliose entità, nella speranza che proprio attraverso l'azione accompagnatrice delle schiere angeliche possa nascere un'epoca migliore, nella quale la sfera terrena si ricongiunga a quella celeste in una completa sintonia di cooperazione, per un mondo più cristiano e più umano di quello che conosciamo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "San Uriele negli atti dei santi"
Editore: Edizioni Segno
Autore: Carmine Alvino
Pagine: 96
Ean: 9788861388826
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Senza superare l'insindacabile autorità della Chiesa, che raccomanda di pregare con i propri nomi soltanto i tre angeli espressamente menzionati nel Testo Sacro, è di sicuro interesse fare riemergere alcune documentazioni che parrebbero comprovare "una quarta presenza": San Uriele, Luce di Dio. Scopo di questo libro è proprio di quello di portare all'attenzione dei fedeli le testimonianze emerse dall'indagine sulle apparizioni dell'angelo Uriele, corredate dai documenti che ne corroborano il fondamento dottrinario.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "100 domande sugli angeli"
Editore: Gribaudi
Autore: Marcello Stanzione, Gianandrea De Antonellis
Pagine: 128
Ean: 9788863661545
Prezzo: € 5.50

Descrizione:

Don Marcello Stanzione - uno dei massimi esperti in Italia in materia di angeli e del loro culto, già autore per Mondadori con Gaeta (Inchiesta sugli angeli) e presente in televisione come ospite di Bruno Vespa a Porta a Porta - e Gianandrea de Antonellis, giornalista, ci introducono con questo libro alla conoscenza dell’angelologia. Un excursus sulla teologia degli angeli, che ne tocca tutti i punti e ne approfondisce i principali.

100 domande curiose e 100 risposte sempre chiare e interessanti su queste creature spirituali, costantemente intorno a noi.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Inchiesta sugli angeli"
Editore: Mondadori
Autore: Saverio Gaeta, Marcello Stanzione
Pagine: 177
Ean: 9788804641049
Prezzo: € 17.00

Descrizione:

Da sempre l'uomo avverte intorno a sé presenze invisibili, benefiche e talvolta malefiche, che lo accompagnano o lo ostacolano nella vita di ogni giorno. Queste figure vengono con semplicità definite angeli "buoni" o "cattivi" e la Bibbia narra il loro coinvolgimento sin dagli inizi nella misteriosa storia della creazione dell'universo e del cammino salvifico dell'umanità. Qualunque sia l'epoca, la cultura e la religione, la descrizione di esseri luminosi e generalmente invisibili, di forma umana però dotati di due o più ali, si riscontra in molteplici tradizioni orali o scritte. E il trascorrere dei secoli, con il costante progresso della scienza e della tecnica, non ha intaccato questo radicato convincimento popolare. Nel loro fitto dialogo, il giornalista Saverio Gaeta e l'esperto don Marcello Stanzione compiono un minuzioso viaggio sulle tracce di queste entità spirituali, non limitandosi ai testi della tradizione cattolica, ma ampliando l'orizzonte alle altre fedi religiose e alle tradizioni culturali di ogni parte del mondo. Ne è scaturita una vera e propria inchiesta, che indaga a fondo sull'opera dell'angelo custode e degli arcangeli che la Sacra Scrittura chiama con i nomi di Michele, Gabriele e Raffaele; fa luce sulla misteriosa sparizione dell'arcangelo Uriele dai calendari; descrive le visioni ultraterrene di mistiche e santi; suggerisce le più belle preghiere per chiedere l'intercessione delle creature alate...

 

INTRODUZIONE
di Saverio Gaeta

Da sempre l'uomo avverte intorno a sé presenze invisibi­li, benefiche e talvolta malefiche, che lo accompagnano o lo ostacolano nella vita di ogni giorno. Queste figure ven­gono con semplicità definite angeli «buoni» o «cattivi» e la Bibbia narra il loro coinvolgimento sin dagli inizi nella misteriosa storia della creazione dell'universo e del cam­mino salvifico dell'umanità.

Si legge infatti nell'Apocalisse: «Scoppiò quindi una guer­ra nel cielo: Michele e i suoi angeli combattevano contro il drago. Il drago combatteva insieme ai suoi angeli, ma non prevalse e non vi fu più posto per loro in cielo. E il gran­de drago, il serpente antico, colui che è chiamato diavolo e il Satana e che seduce tutta la terra abitata, fu precipitato sulla terra e con lui anche i suoi angeli» (12,7-9).*

In ogni caso — qualunque sia l'epoca, la cultura e la re­ligione — la descrizione di esseri luminosi e generalmente invisibili, di forma umana però dotati di due o più ali, si riscontra in molteplici tradizioni orali o scritte, che giun­gono fino ai più oscuri linguaggi. E il trascorrere dei seco­li, con il costante progresso della scienza e della tecnica, non ha intaccato questo radicato convincimento popolare.

Negli ultimi decenni si è intensificato in tutto il mondo un singolare fenomeno mediatico, sorto negli Stati Uniti nella seconda metà del XX secolo, che ha riportato all'at­tenzione dell'opinione pubblica la tematica degli ange­li mediante una serie di testimonianze — di varia, e spes­so dubbia, credibilità — che mirano a inquadrare la natura e l'azione di tali spiriti all'interno di una dimensione ma­gica. Non di rado si forniscono anche spunti per surreali invocazioni o ambigui riti esoterici, nell'intento di favori­re un legame pseudospirituale fra l'uomo e queste creatu­re soprannaturali.

In un tempo difficile come quello attuale, risultano an­cor più evidenti le motivazioni di fondo cui questa prolife­razione di proposte intende rispondere: il desiderio di fug­gire da una realtà priva dì valori e di punti di riferimento universalmente riconosciuti, la volontà di un ritorno all'ori­ginaria dimensione mistica individuale, la suggestione di una spiritualità che non coinvolge necessariamente il rap­porto con Dio e la Chiesa, il bisogno di protezione che tan­te persone manifestano in un mondo percepito come peri­coloso, una reazione al materialismo e al secolarismo della società occidentale.

Ma è altrettanto indiscutibile che, lasciandosi irretire dai «professionisti del paranormale» e dalle dottrine che si fondano sul mito astrologico della New Age, è facile il ri­schio di cadere nel paradosso denunciato dal grande scrit­tore cattolico Gilbert Keith Chesterton: «Chi non crede in Dio non è vero che non crede in niente, poiché comincia a credere a tutto».

Per quanto riguarda l'Italia, a dimostrazione di questa «appropriazione indebita» c'è un'inchiesta condotta dal Centro studi sulle nuove religioni, su un campione naziona­le dai 14 anni in su, dalla quale è emerso che il 67,4 per cen­to degli intervistati crede negli angeli, una cifra molto vi­cina a quella del 70,2 per cento di chi si dichiara cattolico praticante. E la percentuale sale al 71,1 per cento della po­polazione generale di età compresa fra i 14 e i 19 anni. Un dato indicativo, secondo il sociologo Massimo Introvigne, del fatto che «la credenza negli angeli in gran parte non deriva dal cattolicesimo tradizionale, bensì dalla cultura popolare, dalla televisione, dal cinema. Sono angeli post­moderni, non necessariamente cristiani».

Dinanzi a questa inarrestabile moda è dunque oppor­tuno andare a fondo per riscoprire il loro vero volto, al di là della dilagante mitologia contemporanea che li indica come esempi di un'eterea bellezza e bontà, come espres­sioni di una spiritualità «fai da te» priva di dogmi e di pre­cetti morali. In questo libro-intervista, l'autorevole studioso don Marcello Stanzione ci accompagna in una serrata in­dagine attraverso le fonti bibliche, innanzitutto, ma ancor più scavando nelle testimonianze autorevoli e indiscus­se di santi e mistici, con i loro tanti aneddoti emozionan­ti e coinvolgenti. Viene così messa in luce con chiarezza la reale essenza di queste creature e la loro vera missione a sostegno dell'uomo.

 

ESTRATTO DAL PRIMO CAPITOLO

L'angelo custode

Il fidato compagno a fianco di ogni uomo

SAVERIO GAETA: Sono trascorsi soltanto quattro secoli da quando, nel 1608, la devozione verso gli angeli custodi è stata ufficializ­zata nella liturgia della Chiesa cattolica, con l'istituzione della festa fissata da papa Clemente X per il 2 ottobre. Ma nell'imma­ginario collettivo è proprio questa eterea figura a rappresentare il tramite immediato fra il cielo e la terra. Del resto, in molte ca­merette di bambini campeggia tuttora su una parete la preghiera all'angelo custode: «Angelo di Dio, che sei il mio custode, illumi­na, custodisci, reggi e governa me, che ti fui affidato dalla pietà celeste. Amen». Su che cosa innesta le radici questa tradiziona­le immagine della fede più popolare?

MARCELLO STANZIONE: La consapevolezza dell'esistenza di un angelo custode, posto dal Creatore a fianco di ogni essere umano, affonda nella notte dei tempi. Sin dal libro dell'Esodo, redatto intorno al VI secolo avanti Cristo in base a precedenti tradizioni orali e scritte, troviamo infat­ti che Dio dice: «Ecco, io mando un angelo davanti a te per custodirti sul cammino e per farti entrare nel luogo che ho preparato. Abbi rispetto della sua presenza, da' ascolto alla sua voce e non ribellarti a lui; egli infatti non perdonerebbe la vostra trasgressione, perché il mio nome è in lui. Se tu ascolti la sua voce e fai quanto ti dirò, io sarò il nemico dei tuoi nemici e l'avversario dei tuoi avversari» (Es 23,20-22).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "San Michele in Messico"
Editore: Edizioni Segno
Autore: Marcello Stanzione
Pagine: 236
Ean: 9788861388055
Prezzo: € 20.00

Descrizione:

Questo testo presenta per la prima volta in lingua italiana corrente il racconto dell'apparizione di San Michele in Messico all'indio Diego Làzaro scritto nel 1692 dal gesuita Francisco de Florentia a oltre sessant'anni dai fatti. Nel villaggio messicano di Santa Maria della Natività viveva un giovanissimo indio di circa 16 anni, considerato da tutti un giovane buono e virtuoso, il suo nome era Diego Làzaro. A lui, il 25 aprile del 1631, apparve, durante una processione, l'Arcangelo San Michele.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Idee/165 - Il peccato dell'angelo"
Editore:
Autore: Maritain Jacques
Pagine:
Ean: 9788831101790
Prezzo: € 14.00

Descrizione:

Per la prima volta tradotto in lingua italiana. Per Maritain, gli angeli sono esseri liberi e persone create, che come la creatura umana portano in se la possibilità di peccato, poiché Dio non può fare una creatura naturalmente impeccabile, che si tratti dell'angelo o dell'uomo. Il peccato dell'angelo, secondo Maritain, mostra la libertà dell'angelo nel suo stato originale senza le passioni che oscurano l'intelligenza degli esseri umani. Esso è dovuto al fatto che "Il peccato dell'angelo non presuppone come tale né ignoranza né errore nel funzionamento dell'intelligenza e ci mostra pertanto il tremendo potere e, per dirlo così, infinitamente proprio, nell'esercizio del libero arbitrio. Questo può scegliere il male in piena luce, per un puro atto della volontà e senza che l'intelligenza sia vittima di nessun errore previo.Il peccato dell'angelo consiste nel chiedere e amare una cosa buona in se stessa, ma in modo disordinato".



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "San Sealtiele, San Geudiele e San Barachiele"
Editore: Edizioni Segno
Autore: Carmine Alvino
Pagine:
Ean: 9788861387973
Prezzo: € 20.00

Descrizione:

Questo libro completa l’inchiesta sui Sette Angeli, con la quale l’autore si propone di dare legittimità ad un culto praticato dalla Chiesa sin dagli albori della sua fondazione e poi stranamente eliminato dalla memoria dei credenti e dalla biografia di alcuni Santi.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sant'Antonino abate e san Michele Arcangelo"
Editore: Edizioni Segno
Autore: Marcello Stanzione
Pagine: 260
Ean: 9788861388048
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

Patrono di Sorrento, sant'Antonino Caciottolo nacque verso la metà del VI secolo a Campagna, dove il culto è incentrato sulla pietà popolare, sui miracoli di liberazione dal demonio e su di una colonna taumaturgica che è strumento di lotta contro il male e il maligno.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "San Michele Arcangelo"
Editore: SugarCo
Autore: Marcello Stanzione
Pagine: 192
Ean: 9788871986661
Prezzo: € 16.50

Descrizione:

"Se è stato opportunamente affermato che uno dei più significativi trionfi di Satana nei nostri tempi post-moderni è che l'uomo, anche il cattolico praticante, ha accolto con sempre minor credito l'esistenza degli spiriti cattivi o demoni, non deve essere allora pure affermato con uguale vigore che l'uomo moderno ha anche trascurato sempre più di mettere in pratica il suo credo cristiano negli angeli, gli spiriti puri e santi rimasti fedeli a Dio? A un angelo, c'insegna la fede cattolica, è stato raccomandato di curare il nostro stesso benessere fisico e spirituale e di 'illuminare e difendere, guidare e governare'. Come ci è stato insegnato fin dalla più tenera infanzia con la preghiera al nostro buon angelo custode. Scopo di questo libro di don Marcello Stanzione è quindi quello di spiegare l'esistenza, la caratura e l'eccellenza di questo patrocinio micheliano sulla Chiesa cattolica, descrivendo la sua universalità. [...] Siamo grati a don Marcello Stanzione non solo per questo libro sul patronato di San Michele sulla Chiesa universale, ma anche perché in oltre vent'anni di apostolato ha spezzato in Italia una sorta di monopolio culturale del New Age sull'angelologia e grazie a lui in tutte le librerie si trovano ora libri cristiani sugli spiriti celesti". (Dalla Presentazione di Carmine Alvino).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il mondo segreto degli arcangeli"
Editore: Mondadori
Autore: Cinzia Di Cianni
Pagine: 220
Ean: 9788804633198
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Chi sono esattamente gli arcangeli? Quanti sono e quale missione hanno? In che cosa differiscono dai "semplici" angeli? Sono domande alle quali non è facile rispondere perché il numero, l'identità e il ruolo assegnato a queste potenti entità spirituali varia secondo le epoche storiche e le diverse tradizioni culturali, religiose o esoteriche che le hanno caratterizzate. Oggi questi misteriosi e, per certi versi, ambigui "esseri di luce" accendono un rinnovato interesse perché sembra avanzare ovunque un forte desiderio di "reincantamento", il bisogno di ritrovare il sacro. Questo libro esplora la storia, le tradizioni, le caratteristiche degli arcangeli, per capire un po' meglio chi sono, quale messaggio ci portano, come possiamo entrare in contatto con loro e godere della loro protezione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU