Categoria
           
Num. Prodotti x Pagina
           
Ordina Per

Libri
Warning: fread() [function.fread]: Length parameter must be greater than 0 in /web/htdocs/www.piemontesacro.it/home/negozio/funzioni.php on line 198



Titolo: "La sfida della misericordia"
Editore: Qiqajon Edizioni
Autore: Walter Kasper
Pagine: 96
Ean: 9788882274443
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Vivere la misericordia come singoli e come Chiesa.Dal cardinale teologo un prezioso strumento per l'anno giubilare della misericordia.Con antologia di testi dei papi - da Giovanni XXIII a Francesco - sulla misericordia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I teologi che fecero il Concilio Vaticano II"
Editore: Tau Editrice
Autore: Luigi Mezzadri
Pagine: 144
Ean: 9788862443753
Prezzo: € 11.00

Descrizione:

Il Concilio Vaticano II fu opera corale. Molti furono i protagonisti. Fra essi un posto di rilievo lo ebbero i "periti", esperti nelle varie discipline, che con la loro competenza prepararono il materiale da sottoporre ai padri, perché lo esaminassero. Alla fine il voto (placet o non placet) fu solo dei Padri conciliari. Il volume ci fa conoscere questi esperti, che, provenendo da diverse latitudini, portarono in Concilio i problemi, i sogni e le speranze del Popolo di Dio. A distanza di mezzo secolo possiamo partecipare ai loro dibattiti e capire perché il Concilio fa ancora parte del futuro della Chiesa di Papa Francesco.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La beata Vergine Maria dopo il Concilio Vaticano II"
Editore: Cantagalli Edizioni
Autore: Ettore Malnati
Pagine: 198
Ean: 9788868791292
Prezzo: € 15.00

Descrizione:L'originalità dell'apporto teologico del Vaticano II, relativo alla persona e all'opera della Beata Vergine Maria, è stata quella dicollegarle con gli aspetti più importanti del mistero cristiano. È questa anche la prospettiva fatta propria dal presente volume, dove Maria non è considerata isolatamente, ma all'interno delle verità rivelate e, in modo particolare, nel legame indissolubile con il mistero di Cristo e con il mistero della Chiesa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il vescovo clandestino in tuta da operaio"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Marián Gavenda
Pagine: 168
Ean: 9788810104996
Prezzo: € 15.00

Descrizione:«Le milizie comuniste ci portarono in un "monastero-campo di concentramento". Vi erano religiosi di tutti gli ordini e congregazioni. Ci suddivisero in gruppi e ci misero in diversi campi di lavoro. Io, con altri quattro gesuiti, avevo un documento di esenzione dal servizio militare per ragioni di salute. Per un gioco della Provvidenza ci trovammo liberi e cominciammo a lavorare in un'impresa civile». Ján Korec, classe 1924, giovanissimo vescovo slovacco, si ritrovò a riparare ascensori e fare l'operaio in incognito, per 25 anni, nelle fabbriche comuniste, dedicandosi al tempo stesso al servizio della Chiesa soprattutto attraverso la pubblicazioni di libri e samizdat. Tenuto in libertà vigilata e sotto il controllo della Polizia di Stato, venne arrestato nel 1960 e rinchiuso nel carcere di Valdice. Liberato dodici anni dopo, nel 1990 venne nominato vescovo di Nitra, prima sede episcopale dell'Europa centrale, e l'anno successivo creato cardinale. Apertamente ostile all'Ostpolitik vaticana, Korec ha confessato di aver sofferto meno nelle prigioni che quando gli imposero di non ordinare sacerdoti nella clandestinità: «Ho ubbidito. Questo è il mio testamento: non lasciarsi mai coinvolgere in azioni che dividono la Chiesa».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Concilio"
Editore: Cittadella
Autore: Sandra Mazzolini
Pagine: 116
Ean: 9788830814264
Prezzo: € 11.50

Descrizione:

Che cos'è un concilio? Qual è il suo significato per la Chiesa? Quali elementi sono essenziali per una sua interpretazione teologica? Queste domande di fondo guidano la scrittura del libro, che indaga l'origine e lo sviluppo dell'istituto conciliare da un punto di vista sia storico, sia teologico- ecclesiologico. Mediante tale indagine è messa a tema la natura squisitamente ecclesiale del "concilio", attuazione peculiare dell'identità apostolica della Chiesa-comunione.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cattedra sulla Rupe"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Enzo D'Agostino
Pagine: 460
Ean: 9788849842364
Prezzo: € 24.00

Descrizione:

Dopo I Vescovi di Gerace-Locri (1981) e Da Locri a Gerace (Rubbettino 2005), questo è il terzo volume che l'autore dedica ad una diocesi che fu prima "latina", poi "greca", quindi nuovamente "latina", con una cattedra senza pace, collocata all'origine (IV secolo) sulla riva del mare greco, poi costretta su una rupe interna (VIII-XX secolo), quindi, attraverso fasti e nefasti, riportata in marina, ripetendo un po' le vicende dell'intera regione. Nel volume è ricostruito il cammino della diocesi dalla soppressione del rito greco (1480) fino al trasferimento della cattedra da Gerace a Locri (1954) ed emergono, oltreché i profili dei vescovi che l'- hanno guidata con alterni impegno e risultati, anche i volti e talvolta i nomi delle decine di chierici e di laici che sono stati i costruttori della ecclesia locrensis- hieracensis nel tempo con le strutture che ne hanno sostenuto l'impianto.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La Chiesa cattolica"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Gilbert K. Chesterton
Pagine: 128
Ean: 9788867083237
Prezzo: € 13.50

Descrizione:È con la consueta inclinazione al paradosso e all'ironia che Chesterton ci parla di un'esperienza drammatica come la conversione religiosa, partendo ovviamente dalla sua personale, avvenuta nel 1922.In queste pagine - sottili, brillanti, appassionate - accompagna l'anima perennementein bilico del convertito attraverso le tre fasi che precedono l'ingresso nella Chiesa di Roma: l'assunzione di un atteggiamento intellettualmente onesto nei confronti di essa, quindi la sua progressiva e irresistibile scoperta e infine l'impossibilità di abbandonarla una volta entratovi.Al termine di tale pellegrinaggio interiore, la religione più antica si rivela sorprendentemente la più nuova, più nuova delle cosiddette religioni nuove - come protestantesimo, socialismo o spiritismo -, perché, a differenza di esse, da duemila anni la tradizione e la verità cattoliche conservano intatta la propria validità.Per Chesterton il solido fondamento di questa autentica universalità (al di là dell'azione della Grazia, mistero teologico sempre sotteso alla fede) risiede nella razionalità e nella libertà del cattolicesimo

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Figlio del Concilio"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Roberto Fiorini
Pagine: 232
Ean: 9788831545761
Prezzo: € 16.00

Descrizione:I preti operai sono stati coloro a cui è toccato interpretare il Vangelo nella vita quotidiana degli operai e dei lavoratori, dentro la società capitalistica, in decenni che hanno visto una progressiva perdita di valore del lavoro.La loro scelta si colloca come parabola evangelica di un ministero vissuto in un tempo segnato dalla fine della "cristianità" e con l'impulso decisivo alla figura di Chiesa fatta balenare da Giovanni XXIII: la Chiesa di tutti e particolarmente la Chiesa dei poveri.La narrazione si snoda attraverso la biografia di un prete che ha lavorato per 30 anni come infermiere nel Servizio Sanitario Nazionale, pienamente inserito nell'organizzazione leggera dei preti operai italiani.Nel racconto compaiono volti che in tanti anni di lavoro e di compagnia legata al posto di produzione di beni e servizi hanno incorporato l'odore delle pecore, come dice papa Francesco, diventato ormai come una seconda pelle.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Persecuzione"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Mario A. Iannaccone
Pagine: 624
Ean: 9788867083183
Prezzo: € 36.00

Descrizione:Le persecuzioni a cui fu sottoposta la Chiesa cattolica all'avvento della Seconda Repubblica spagnola (1931) e sino al termine della Guerra Civile (1939) sono state a lungo omesse o trascurate dalla storiografia, perlomeno fuori dalla Spagna franchista. L'interesse del Caudillo per quella che lui chiamava «cruzada» ha poi cancellato la memoria di questi eventi a partire dal 1975, data delle sue dimissioni. Da allora la storiografia è rimasta ostaggio di opposte ideologie e solo da pochi anni un'impressionante serie di beatificazioni ha richiamato l'attenzione su quanto realmente accadde.La Seconda Repubblica spagnola si caratterizzò per posizioni sempre più radicali, di cui sono proprio un esempio la politica di laicizzazione forzata e la persecuzione scatenata contro la Chiesa e i cattolici. Tentativi di colpi di Stato, oscure trame, conati secessionistici, intrighi internazionali, esplosioni di violenza sempre più sconvolgenti portarono allo stato prerivoluzionario del 1935-1936.La reazione al regime repubblicano non venne però in particolare dai cattolici, ma soprattutto da componenti interne a esso, dall'esercito, da ex monarchici e da radicali, oltre che dalle forze rivoluzionarie di sinistra.Nella guerra fratricida che si scatenò, durante la quale entrambe le parti si macchiarono di crimini orrendi, la Chiesa e i cattolici divennero invece i principali capri espiatori, al centro di una macchina infernale di ritorsioni che soltanto oggi, a distanza di ottant'anni dagli eventi, si può cominciare a comprendere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le parrocchie delle Valli valdesi nella grande guerra"
Editore: Claudiana
Autore: Giorgio Tourn
Pagine: 64
Ean: 9788868980443
Prezzo: € 6.00

Descrizione:Caratterizzata dall'impatto bellico dell'industria moderna e da un nazionalismo esasperato, la prima guerra mondiale segnò una trasformazione profonda nella vita delle chiese valdesi, in particolare delle Valli valdesi del Piemonte: molti furono infatti i militari evangelici provenienti da quell'area, spesso arruolati nei battaglioni alpini.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Chiamati alla scuola del Concilio"
Editore:
Autore: Comunità di San Leolino
Pagine: 177
Ean: 9788864300887
Prezzo: € 14.00

Descrizione:

Mettersi alla scuola del Concilio: si tratta di una vera e propria chiamata, di un appello che lo Spirito santo sta facendo risuonare con forza nel cuore della comunità cristiana, come forse mai in precedenza, per fare finalmente tesoro, al di là di distinzioni, polemiche o sfumature, di questo autentico dono di Dio alla sua Chiesa nel volgere della storia tra il secondo e il terzo millennio cristiano. E se facciamo nostra l'ormai famosa constatazione di Josef Doré secondo la quale, dopo il Vaticano II, «nulla sarà assolutamente più come prima», non è per tessere un elogio superficiale e perfino scontato di quell'evento, ma per collocarci nella giusta prospettiva grazie alla quale è possibile leggere e accogliere, oggi, il magistero conciliare. Tra i vari contributi di questo saggio, da sottolineare l'attenzione ad alcuni "frutti del Concilio", sotto il profilo di quelle istituzioni di vita consacrata che sono un segno eloquente della perenne "novità" e radicalità del Vangelo anche nel nostro tempo: l'esperienza della Comunità monastica di Bose; la personalità di don Giuseppe Dossetti, fondatore della Piccola Famiglia dell'Annunziata; il lavoro e la testimonianza del Centro Aletti, nato dalla geniale ispirazione del card. Tomá? ?pidlík sj. Inoltre, un saggio inedito del teologo J.W. O'Malley affronta il problema dell'umanesimo del Vaticano II.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "US Catholic Institutions and Immigrant Integration: Will the Church Rise to the Challenge?"
Editore: Lateran University Press
Autore: Donald Kerwin, Breana George
Pagine: 204
Ean: 9788846509970
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

The Catholic Church in the United States is widely viewed as an immigrant church in a nation of immigrants. This book raises the crucially important question of how Catholic institutions in our country are living up to their history and promise as immigrant "integrating" institutions. It makes the case that our institutions should become more open and responsive to the needs, gifts, spiritual wealth, and leadership of the nation's record number of immigrants, their children and grandchildren. The volume reminds us that immigrants are a real gift to be celebrated not only in the Church but in the wider society as well. Pope Francis reminds us that immigrants are not a "problem"; on the contrary, he says that they, "are an occasion that Providence gives us to help build a more just society, a more perfect democracy, a more united country, a more fraternal world and a more open and evangelical community."His Eminence Seán Patrick Cardinal O'Malley, Archbishop of BostonUS Catholic Institutions and Immigrant Integration: Will the Church Rise to the Challenge?offers a timely reminder that we are all called to safeguard the dignity of immigrants and to provide opportunities for human flourishing and shared membership in the Catholic Church and society. To the Church, integration and communion are not about assimilating immigrants so that "they" become like "us," but about an openness to the universal values found in diverse cultures and a willingness to change so that the table of the Lord truly provides Eucharist to all of us. The book describes programs and ministries that foster communion and serve as a blessing to the Church and to all of us, especially our immigrant brothers and sisters. May we always be willing to learn together as we rely totally on God regardless of our circumstances! Sr. Sally Duffy, S.C., President and Executive Director, SC Ministry Foundation This book addresses a question of vital importance to the future of the Catholic Church in the United States: i.e., how Catholic institutions-individually and collectively-can better serve, empower and minister to immigrants and their progeny. It reveals the immigrant roots of diverse US Catholic institutions, documents innovative ministries by and for newcomers, and reviews the demographic evidence on the growing importance of immigrants to the Church and broader society. Most importantly, it outlines a Catholic vision of integration rooted not in the absorption of immigrants into a fixed and dominant US culture, but of communion between natives and newcomers and of unity based on our shared (Gospel) values and core beliefs. Although focused on US Catholic institutions, its lessons and recommendations will benefit the Church throughout the world. The book should also be useful to faith leaders from other traditions, policymakers, and public officials who care about the well-being of immigrants and their new communities. Most Rev. Nicholas DiMarzio, Bishop of Brooklyn



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dei verbum"
Editore: Studium
Autore: Nunzio Capizzi
Pagine: 200
Ean: 9788838242274
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

Il libro richiama l'importanza della costituzione dogmatica, e dei suoi temi nodali, nella e per la vita della Chiesa. In tal senso, orienta Dei Verbum 8, quando afferma che "la viva voce dell'Evangelo risuona nella Chiesa per mezzo di questa nel mondo". Sono eloquenti pure le parole di Benedetto XVI, nella "chiacchierata sul Concilio Vaticano II", avuta con i parroci e con il clero di Roma, il 14 febbraio 2013: "la Scrittura è la Parola di Dio e la Chiesa sta sotto la Scrittura, obbedisce alla Parola di Dio, e non sta al di sopra della Scrittura. E tuttavia, la Scrittura è Scrittura soltanto perché c'è la Chiesa viva, il suo soggetto vivo; senza il soggetto vivo della Chiesa, la Scrittura è solo un libro e apre, si apre a diverse interpretazioni e non dà un'ultima chiarezza".



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Panarion"
Editore:
Autore: Epifanio di Salamina
Pagine: 320
Ean: 9788831182386
Prezzo: € 34.00

Descrizione:Un trattato fondamentale per conoscere la Storia della Chiesa e delle prime comunità cristiane. Panarion adversus omnes haereses è il capolavoro di Epifanio di Salamina (310/20-403) scritto contro tutte le eresie dell'epoca. L'Autore si propone di confutare le eresie che attecchivano allora all'interno delle comunità cristiane e ne considera e combatte nel testo circa 80 eresie diverse. Ad ogni eresia associa l'immagine di un serpente velenoso per il quale suggerisce un siero, da cui il titolo dell'opera "Panarion" ovvero "cassetta dei medicinali" da utilizzare nella lotta "contro il veleno dell'errore". Anche se è stato molto discusso dai posteri per la faziosità che talora l'attraversa, è un trattato prezioso per la quantità di notizie e documenti che riporta. Il presente volume è il terzo tomo della serie.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Penitenza e Penitenzieria tra umanesimo e rinascimento"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Penitentiaria Apostolica
Pagine: 308
Ean: 9788820994372
Prezzo: € 20.00

Descrizione:

Recentemente la Penitenzieria Apostolica si è fatta promotrice di una serie di Simposi allo scopo di valorizzare il ricco patrimonio di esperienza accumulato lungo i secoli e per presentare il valore e il significato del servizio svolto per le Chiese locali. Questo quarto Simposio ha analizzato in particolare uno dei periodi più significativi per lo sviluppo e la configurazione del sacramento della Penitenza. E' il periodo successivo al Concilio Lateranense IV (1215) e immediatamente prima del Concilio di Trento (1545-1563), due eventi che influirono radicalmente sulla teologia e sulla prassi della confessione. Mentre, secondo le norme conciliari, la maggior parte dei fedeli si confessava una volta l'anno, un certo numero di cristiani che conducevano una vita fervorosa, proprio in questo tempo cominciarono ad adottare un altro ritmo, e a fare un uso molto diverso del sacramento della Penitenza. Chiedendo di confessarsi una o due volte al mese o anche una volta alla settimana, essi trasformarono il senso e la funzione stessa del sacramento, che viene così ad occupare un posto centrale nella spiritualità cristiana.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I Cappellani militari d'Italia nella grande guerra"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore:
Pagine: 992
Ean: 9788821593789
Prezzo: € 43.00

Descrizione:

Rivisitare la missione e l'opera di alcuni Cappellani Militari - 210 per la precisione - attraverso le relazioni-testimonianze inviate al Vescovo di Campo mons. Angelo Bartolomasi al termine della Grande Guerra, è un atto di amore e un'opportunità di omaggio. Facciamo così memoria di tutti i sacerdoti, Cappellani Militari e Preti-soldati, che offrirono la vita sul campo, in trincea, accanto ai soldati impegnati in duri e aspri combattimenti: in particolare ricordiamo i 93 Cappellani Militari caduti. Martiri e testimoni di una carità senza confini: 3 Medaglie d'Oro; 137 Medaglie d'Argento; 299 Medaglie di Bronzo; 94 Croci al V.M. Un atto di fraterna solidarietà ricordare l'impegno, per tutto l'arco della guerra, dei 2048 Cappellani (e dei circa 500 Aiuto-Cappellani). Né vanno dimenticati i circa 20.000 Preti-soldati e Chierici mobilitati, non tutti in cura d'anime, impiegati, la maggior parte, nelle Sezioni di Sanità. «È il cuore umano che vale la pena di amare e di educare sempre, anche nel buio disumanizzante della guerra, perché possa ritrovare la propria umanità con la luce e l'amore di Dio. Dobbiamo dire grazie all'autore del libro per averlo ricordato, rammentando che i Cappellani Militari, come tutti i sacerdoti, sono stati e sono preti per questo!» (Dalla Prefazione di mons. Santo Marcianò).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I miracoli Eucaristici e le radici cristiane dell'Europa"
Editore: ESD Edizioni Studio Domenicano
Autore: Sergio Meloni, Istituto San Clemente I (Milano)
Pagine: 544
Ean: 9788870948844
Prezzo: € 39.00

Descrizione:Il volume illustra tutti i miracoli eucaristici della storia. Per ogni miracolo è presentata la sua documentazione storica e iconografica e la sua spiegazione teologica e il suo insegnamento spirituale. Alla fine di ogni presentazione segue una breve sezione con disegni e didascalie per i più piccoli.La presente edizione, terza, è ampliata e aggiornata, perché riporta i fatti relativi ai miracoli eucaristici più recenti: quello di Betania in Venezuela del 1991; quello di Buenos Aires avvenuto nel 1992 e nel 1996 che vide tra i protagonisti anche il card. Jorge Bergoglio, oggi papa Fransceco; quello di Tixla in Messico del 2006; e quello di Sokó?ka in Polonia avvenuto nel 2008.Le meraviglie dell'Eucaristia non si limitano all'anima; con frequenza si sono verificati e si verificano prodigi che continuano nel tempo, anche nel nostro tempo, a parlare ai nostri sensi e all'intelligenza. Parlano anche alla «scienza», che non può ignorarli, anche se non può o non sa dare delle risposte.Queste pagine con molta sobrietà descrivono e lasciano parlare tanti miracoli eucaristici: vale la pena leggerle per ascoltare il grido di Amore di Dio che risuona in ogni celebrazione eucaristica. Oggi come ieri. E per ricordare che anche questi prodigi legati all'Eucaristia sono là ad affermare, insieme alle cattedrali, alle scuole di teologia ai santuari, all'arte figurativa, letteraria e musicale e alle opere caritative che l'Europa si è formata, è cresciuta, e si è alimentata della stessa fede in Gesù Cristo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il diritto alla libertà religiosa"
Editore: Lateran University Press
Autore: Paolo Trianni
Pagine: 248
Ean: 9788846509819
Prezzo: € 23.00

Descrizione:La Dichiarazione conciliare Dignitatis humanae rappresenta uno dei testi più sofferti, ma anche più rivoluzionari e profetici, del Vaticano II. Con essa la Chiesa riconosce il diritto alla libertà religiosa additando un modello di convivenza civile tra le religioni, e tra le religioni e gli Stati, che ha valore universale. Ciascuna confessione di fede, infatti, è invitata a riconoscersi nelle sue indicazioni per la salvaguardia del valore comune della pace e della dignità umana. Il saggio ricostruisce la sua genesi testuale, ne individua le fonti e svolge un'analisi interpretativi dei suoi principali nodi teologici.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fatevi mondo, fatevi Chiesa"
Editore: Tau Editrice
Autore: Mezzadri Luigi
Pagine:
Ean: 9788862443456
Prezzo: € 11.00

Descrizione:A 50 anni dalla promulgazione della costituzione dogmatica Lumen Gentium, il documento più importante del Concilio Vaticano II dal punto di vista dottrinale, è forse possibile cominciare a recepirne senza timori la novità e le potenzialità per una autentica riforma pastorale e missionaria della Chiesa. Piuttosto che un commento capitolo per capitolo, il presente contributo opta per una presentazione tematica e trasversale del documento volta a coglierne le linee di forza teologiche in maniera accessibile e sintetica, con particolare attenzione alla dinamica trinitaria, comunitaria e missionaria. Quest'ultima è completata con un commento del decreto Ad Gentes.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Commentario ai documenti del Vaticano II"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore:
Pagine: 416
Ean: 9788810408452
Prezzo: € 42.00

Descrizione:Il 4 dicembre 1963 venivano promulgati in contemporanea la prima costituzione del concilio Vaticano II Sacrosanctum concilium, riguardante la liturgia, e il primo decreto Inter mirifica, concernente i mezzi di comunicazione sociale. La prima costituzione conciliare aprirà il cammino a un deciso ripensamento teologico. La liturgia vi appare come luogo in cui si attualizza l'agire salvifico di Dio ed evento in cui si esprime e si edifica la Chiesa. Proprio per questo, essa è vista quale dimensione fondamentale della vita ecclesiale che domanda di essere riformata, anche in vista di una actuosa participatio di tutti i fedeli. Si tratta di temi che sono al cuore del testo conciliare e che sono, a tutt'oggi, decisivi per la vita della Chiesa e la riflessione teologica. Il volume, facendo tesoro del dibattito e degli studi teologici di questi primi cinquant'anni dall'evento conciliare, offre una ricca introduzione e un puntuale commento a Sacrosanctum concilium, aiutando il lettore a percepire la ricchezza e l'attualità di tali tematiche. Esso offre anche una introduzione e un commento a Inter mirifica. La Chiesa ebbe il coraggio di affrontare, con tale decreto, il mutamento portato dalla diffusione dei mezzi di comunicazione di massa. I cambiamenti che hanno segnato in questi ultimi anni tale settore della vita sociale sono di così vasta portata da rendere il documento conciliare chiaramente datato. Ciò non offusca l'attualità del coraggio pastorale con cui al Concilio si affrontò il tema. Dell'uno e dell'altro aspetto il testo offre una ricca indagine.La collana, a cui il volume dà avvio, costituisce una novità assoluta nel panorama italiano: un Commentario di taglio scientifico ai documenti del Vaticano II, previsto in 8 volumi. I documenti sono presentati nella versione originale in latino e nella traduzione italiana (versione Enchiridion Vaticanum 1). Progettata in dialogo con l'Associazione teologi italiani, l'opera coinvolge giovani studiosi che hanno lavorato sui testi conciliari con tesi o ricerche.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teologia e storia"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Francesco Di Felice
Pagine: 432
Ean: 9788820994150
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Il volume raccoglie gli articoli che Francesco Di Felice ha scritto per L'Osservatore Romano negli anni che vanno dal 1971 ai nostri giorni. Sono testi di vario argomento, secondo le richieste legate al momento con riflessioni che vanno dall'istituto della famiglia ai documenti conciliari, dagli approcci esegetici su alcune pagine della Bibbia ai temi di teologia della conversione, dai saggi su alcuni scritto della seconda metà del Novecento ai profili biografici di esponenti nei diversi campi della spiritualità, della storia e dell'arte. Queste pagine vogliono continuare a stimolare e a motivare l'incontro con Dio alla luce della Sua Parola raccogliendo "le fronde sparte" dei suoi scritti, come il Sommo Poeta disse (Inf. XIV 1-3).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Una Chiesa per gli altri"
Editore: Cittadella
Autore: Iannone Francesco
Pagine: 272
Ean: 9788830813946
Prezzo: € 18.80

Descrizione:«Don Francesco Iannone prende lo spunto da un'ottima descrizione della teologia preconciliare e della ben nota tesi extra ecclesia nulla salus; esamina poi in un modo molto dettagliato ed illuminante le enunciazioni del Concilio, usando non solo i suoi atti, ma anche la documentazione ed i fondi disponibili relativi ai suoi protagonisti. Così, in una situazione in cui la generazione dei Padri conciliari si sta esaurendo e svaniscono le memorie immediate, lo studio ci offre un contributo molto prezioso per una informativa sui dibattiti conciliari, il loro fondo teologico e i loro risultati» (dalla Prefazione del card. W. Kasper).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rivoluzionari di Dio. Interviste impossibili a 33 ribelli della fede"
Editore: EMI Editrice Missionaria Italiana
Autore: Mario Bandera
Pagine: 192
Ean: 9788830722248
Prezzo: € 14.00

Descrizione:

Una raccolta di dialoghi «immaginari» ma anche molto reali tra l'autore e 33 testimoni per raccontare le loro esistenze dedicate a Dio e al prossimo, leggendo nella loro testimonianza l'urgenza dell'annuncio cristiano per l'oggi. Si va da San Paolo a Charles de Foucauld, da Martino di Porres a Edith Stein, da Cirillo e Metodio fino a mons. Romero.

Un'incursione in lungo e in largo nella storia di due millenni per incontrare tanti e tante testimoni dell’amore di Cristo per ogni umanità.

Don Mario Bandera, missionario con il «vizio» dello scrivere e la fantasia ancorata ai fatti, fa parlare, con penna arguta e sapiente, un ricco caleidoscopio di testimoni: il martire del Giappone Paolo Miki, l’apostolo degli indios Bartolomé de Las Casas, la mistica e teologa Ildegarda di Bingen, la «madre» degli emigrati Francesca Cabrini, l’ex schiava sudanese Giuseppina Bakhita, il vescovo degli ultimi Óscar Romero, i padri di famiglia antinazisti Franz Jägerstätter e Josef Mayr-Nusser…

Non un libro di storia, ma di storie: vite, pensieri e gesti di «ribelli cristiani» − più di trentatré, in verità − narrati attraverso le loro stesse parole. Vicende del passato che ci parlano ancora oggi.

 

PRESENTAZIONE
di Madre Anna Maria Canopi

L'autore di questo libro, con la sua intraprendenza di missiona­rio sperimentato e il suo vivace stile dialogico, scrive una serie di conversazioni — o «chiacchierate» — andando... per le con­trade del Cielo a intervistare santi e beati di ogni epoca.

È una simpatica finzione letteraria che dà voce a testimoni emi­nenti della fede, altamente significativi ed efficaci per l'aposto­lato missionario. Ne risulta una specie di traduzione del mes­saggio evangelico a tutti comprensibile e tale da far presa parti­colarmente sui giovani più generosi.

I colloqui prendono l'avvio da san Paolo, l'Apostolo delle gen­ti, dal quale l'autore si fa raccontare, in sintesi, la storia della sua conversione nell'incontro folgorante con Gesù e si fa spie­gare la «strategia» evangelizzatrice da lui messa in atto senza tregua nel suo tempo, ma che ritiene valida ancora oggi: «Oc­corrono discepoli innamorati del messaggio da comunicare», che siano «disponibili ad affrontare le nuove sfide del terzo mil­lennio e creare autentiche comunità di vita cristiana... al fine di trasformare la società. Ci siamo riusciti noi, che avevamo di fronte nientemeno che l'Impero romano, figuriamoci se non ce la potete fare voi!». E san Paolo lascia, quindi, un augurio ot­timista: «Buon lavoro, ragazzi, e ricordatevi sempre che Cristo il mondo l'ha già vinto!». Dall'Apostolo, l'autore passa a due martiri dei primi secoli, Perpetua e Felicita, due donne capaci di entrare cantando nell'arena per essere sbranate dalle belve feroci. Così esse furono largamente feconde, generatrici di nuo­vi cristiani fino ad oggi. È poi la volta dei santi Cirillo e Meto­dio, apostoli dei popoli slavi. La loro opera evangelizzatrice si distinse nell'impegno dell'inculturazione. E non mancano nemmeno le mistiche, come Ildegarda di Bingen, monaca straor­dinariamente dotata di doni spirituali e di scienza, che incise non poco sulle vicende del suo popolo germanico e della Chie­sa universale.

Dall'epoca medievale, l'intervista si sposta poi a personaggi dei secoli successivi con una attinenza ancor più spiccata alla missione. Ecco Bartolomé de Las Casas, l'illuminato evange­lizzatore degli indigeni del continente americano; e poi Juan Diego, che ebbe il sorprendente incontro con la Madre di Dio — la Morenita — apparsa a lui con i lineamenti somatici del po­polo azteco per dimostrarsi veramente Madre universale, an­che lei, quindi, inculturatal... Ma di missione c'è sempre bi­sogno ovunque. Nell'epoca dei grandi conflitti religiosi, ecco san Francesco di Sales, l'uomo sapiente e saggio, che usa la strategia del dialogo pacato, dell'affabilità conciliante di fronte alle spaccature createsi nella cristianità con la Riforma pro­testante.

Spostandosi in Perù, l'intervistatore si incontra con l'umile Martino de Porres, povero tutto dato aipoveri. E accanto a lui, come non mettere Rosa da Lima e Teresa di Lisieux? Due don­ne contemplative dal cuore tanto grande da abbracciare, anzi, da portare nel cuore il mondo intero con il peso del suo pecca­to; immerse nella notte oscura, diffondevano ovunque la luce di Cristo in tutto il mondo.Quella luce che il Signore ha acce­so nel cuore della piccola Kateri Tekakwitha,pr ima beata nativa del Nord America, tanto cara alla devozione dei cristiani di Stati Uniti e Canada.

Spostandosi nel Giappone, c'è l'incontro con Paolo Miki e Pietro Kibe, martiri della fede a Nagasaki, dopo aver sostenuto e confortato i fratelli cristiani per poi arriivare all'intervista all'eroico missionario gesuita Pedro Claver, il pietoso soccorritore degli africani venduti come schiavi e portati a lavorare nelle Americhe. Non meno impressionante è la testimonianza di Francesca Saverio Cabri­ni, che ebbe l'intraprendenza di fondare una congregazione religiosa femminile per andare ad assistere gli emigrati in America in cerca di lavoro.

E che dire dell'intervista a Giuseppina Bakhita, la piccola ra­pita nel Darfur, venduta in Italia, ma provvidenzialmente liberata e diventata suora canossiana? La «madre moretta», come veniva affettuosamente chiamata, visse in totale offerta di sé, portando nel cuore la «sua gente». L'intervista a Edith Stein ci sposta su un altro fronte missionario, quello della filosofa di­venuta monaca e consumata nelle camere a gas di Auschwitz, condividendo la tragica sorte di milioni di ebrei e confermando così il suo amore per Cristo Crocifisso e per i suoi fratelli. In­fine, l'intervista prende in considerazione due giovani — Franz ftigerstatter e Josef Mayr-Nusser — che per la loro eroica coe­renza cristiana subirono la morte durante la seconda guerra mondiale per non aver giurato fedeltà a Hitler. Nell'intervistare un missionario eccezionale quale fu san Giuseppe Maria Gam­baro, frate minore martirizzato in Cina nel 1900 durante la ri­volta dei Boxer, don Bandera confessa di sentirsi alquanto in­timidito, ma viene messo a suo agio dalla familiarità del santo frate che si compiace anche di dialogare con uno originario del­la sua... Bassa novarese!

Deliziosa l'intervista con due santi coniugi, venerati come pa­troni dei contadini, vissuti in Spagna tra l'XI e il XII secolo; con loro considera il problema attuale del land grabbing — la sottra­zione del terreno ai poveri contadini del terzo mondo a scopo di sfruttamento da parte dei latifondisti — ed essi deplorano un simile comportamento anzitutto come offesa a Dio a cui, solo, appartiene tutta la terra. In questo colloquio l'autore passa dal dialogo con santi singoli a quello con una coppia in cui prevale, tuttavia, la figura maschile: sant'Isidoro e la beata Maria Tori­bia. Certo il patrono dei contadini si è guadagnato una grande devozione popolare per i suoi interventi miracolosi, ma siamo convinti che in cielo Maria Toribia risplende di non minor glo­ria. Ancora più sorprendente e edificante la figura del santo gi­tano Ce ferino Giménez — soprannominato El Pelé —, uno zingaro cristiano vissuto durante la guerra civile spagnola, che, im­prigionato per aver difeso un sacerdote aggredito, non si staccò dalla sua arma spirituale (la corona del Rosario). Portato alla fucilazione, il suo ultimo grido: «Viva Cristo Re! » coronò la sua vita di coraggioso testimone della fede, esempio mirabile delle meraviglie che la grazia divina opera nel cuore di uomini di ogni categoria e provenienza.

Breve ed essenziale il dialogo con il beato Charles de Foucauld che, dopo una vita dissipata e varie esperienze religiose, scelse la solitudine e il silenzio nel deserto del Sahara per vivere solo per Dio e essere una presenza di Cristo in mezzo ai musulmani. Giustamente dichiarato «fratello universale», sacrificò la sua vita per tutti. Da un poverissimo eremita il dialogo passa a una donna di alta nobiltà: Juliette Colbert, marchesa di Barolo, che mise il suo cuore, il suo ingegno e le sue sostanze a disposizio­ne dei poveri e si prodigò soprattutto per le donne detenute fondando la «Compagnia della misericordia» e la Congrega­zione per le cosiddette «Maddalene». Ogni epoca e ambiente ha i suoi santi suscitati da Dio a edificazione dei fratelli e a sua gloria.

Non potevano mancare due chiacchiere con il catechista Pedro Calungsod, nato nell'isola di Cebu — nell'arcipelago delle Filippine — nel secolo XVII e martirizzato insieme con il gesuita Diego Luis de San Vitores e con luigettato in mare. Esempio di grande amore per Cristo, che annunziò come Salvatore per tutti gli abitanti dell'arcipelago. Le «quattro chiacchiere» con la beata Panacea di Quarona in valsesia (Novara), con santa Maria Goretti di Nettuno nelle Marche e con la beata Teresa Bracco di Da o (Savona) ci met­tono davanti al triste fenomeno della violenza alle donne. Qui si tratta di tre adolescenti, tregiovanissime martiri della purez­za, una virtù che conferisce alla donna la massima dignità e che oggi dovrebbe essere certamente più apprezzata.

E infine ecco, immancabile, un fervido colloquio con il grande arcivescovo della capitale di El Salvador, mons. Òscar Romero, possiamo dire nostro contemporaneo. Ucciso durante la celebrazione della messa, unì il suo sangue a quello di Cristo per la salvezza di tutti. Non si può ascoltare questo colloquio senza sentirsene coinvolti e sconvolti.

Attraverso tutte queste conversazioni, l'autore fa emergere la sua convinzione circa la missione della Chiesa in ogni tempo e luogo, il suo appassionato amore per tutti gli uomini ai quali vorrebbe potesse giungere il Vangelo della salvezza.

Per lui «dialogare» con i santi è evangelizzare, mostrando al vivo una splendida rassegna della santità, riflesso della fulgida gloria di Dio, il tre volte Santo, che vuole attirare tutta l'umanità nel suo Regno di luce infinita.

 

INTRODUZIONE
di Don Mario Bandera

Qualche tempo fa il compianto padre Benedetto Bellesi, redat­tore della rivista Missioni Consolata, pubblicazione dell'omo­nimo Istituto missionario di Torino fondato dal beato Giusep­pe Allamano, mi fece una proposta singolare che mi sorprese alquanto. Mi disse: «Dopo tanti anni che collabori con noi con articoli di vario genere sulla realtà missionaria, perché non pro­vi a immaginare di avere dei colloqui con figure del passato che hanno scritto pagine meravigliose nel grande libro delle missio­ni e sono stati dei testimoni esemplari di una fede forte e sin­cera, vissuta in coerenza con il Vangelo in epoche e circostanze diverse? Sto pensando — mi disse — a una nuova rubrica per la nostra rivista, che possa coinvolgere i lettori su temi apparente­mente legati al passato, ma più che mai attuali e presenti nella realtà di oggi».

La proposta, apparentemente strana, in fondo m'intrigava ab­bastanza, perché mi obbligava a ricercare e a confrontarmi con santi e beati vissuti in epoche più o meno lontane, che incon­sciamente collochiamo in qualche angolo recondito della no­stra memoria, ma con i quali però ci guardiamo bene dal misu­rarci e confrontarci.

Cominciai così a immaginarmi di scambiare quattro chiacchie­re con figure straordinarie che di volta in volta si imponevano alla mia attenzione e a scrivere articoli in cui cercavo con un'in­tervista di rendere credibili le nostre «chiacchierate». È eviden­te, però, che un colloquio, o per meglio dire un dialogo tra persone vissute in tempi così lontani e diversi, poteva avvenire solo tramite una finzione letteraria, una buona dose di fanta­sia, nonché un'accurata conoscenza dei personaggi, della loro epoca e degli ideali che li muovevano. Seguendo pertanto que­ste piste, ho approfondito tutto ciò che potevo trovare sui vari testimoni «intervistati» per cercare di far esprimere (sia pur con parole mie) il loro pensiero più genuino.

Allo stesso tempo ho cercato di far emergere spunti di riflessio­ne che fossero di stimolo per una più incisiva animazione mis­sionaria, cercando così di scrollarci di dosso quell'apatia che, di fronte a certe problematiche legate alla promozione umana e all'evangelizzazione dei nostri giorni, ci induce a non coinvol­gerci più di tanto in prima persona. Mettendoci in ascolto o, per meglio dire, dialogando con testimoni dalla fede adamanti­na che ci hanno preceduto nel fluire della storia e che hanno sa­puto scrivere pagine meravigliose nell'esaltante libro della mis­sione, ho scoperto persone che ci hanno lasciato un esempio di vita cristiana vissuta con passione, autenticità e un pizzico di... follia. Grazie a loro si vede con chiarezza — anche ai nostri giorni — quale sia il sentiero da seguire. Resta solo da mettersi in cammino seguendo leste da loro tracciate nella storia, nel mondo e nella Chiesa.

 

ESTRATTO DALLA PRIMA PARTE

PAOLO DI TARSO

San Paolo è senz'altro il più grande missionario di tutti i tempi. Non conobbe personalmente Cristo, ma in segui­to alla sua folgorante chiamata sulla via di Damasco ne divenne un ardente discepolo. Perorò la causa dei pagani convertiti, fu l'Apostolo delle genti; insieme a Pietro dif­fuse il messaggio evangelico nel mondo mediterraneo di allora; con la sua parola e con i suoi scritti operò la prima e fondamentale inculturazione del Vangelo nella storia.

Di fronte a un gigante del Vangelo come lei, mi sento un po' a disagio e abbastanza in difficoltà nell'affrontare certi temi. Intanto cominciamo col darci del tu. Ai miei tempi si dava del tu anche all'imperatore, mentre voi in chiesa date del tu a Dio e poi, sul sagrato, al primo omuncolo con qualche carica pubbli­ca che incontrate date del lei...

Ok, ricevuto. Prova a raccontare, sintetizzando ovviamente, la tua vita.

Sono nato a Tarso in Cilicia (attuale Turchia centro-meridio­nale) nei primi anni dell'era cristiana. Appartengo a una nobi­le famiglia ebraica che si era conquistata la mitica cittadinanza romana. Per capirci, è come se oggi un extracomunitario (come eravamo noi ebrei che vivevamo fuori Israele), che arriva da un paese sperduto e lontano, riuscisse ad avere non solo il permes­so di soggiorno, ma anche la carta d'identità italiana!



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Trentuno fioretti sul Concilio Vaticano"
Editore: Elledici
Autore: Giosué Tosoni
Pagine: 96
Ean: 9788801056471
Prezzo: € 7.50

Descrizione:

Il volumetto offre un'agile presentazione del Concilio Vaticano II. La suddivisione in 31 capitoletti consente una lettura e una riflessione giornaliera sui grandi temi conciliari. Grazie al contesto pastorale in cui sono nati, i testi sono utili anche per la celebrazione di un originale "mese mariano", illuminato dalla prospettiva con cui il Vaticano II ha dialogato sulla figura della Madonna.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storia della Chiesa in prospettiva di storia delle idee - Vol.I"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Joseph Lortz
Pagine: 704
Ean: 9788821592836
Prezzo: € 50.00

Descrizione:La Storia della Chiesa di Joseph Lortz si presenta, come dichiara il sottotitolo, in prospettiva di storia delle idee. Ciò significa che essa vuole elaborare l'essenziale della storia ecclesiastica nelle grandi linee direttrici che ne comandano e spiegano l'interno sviluppo nel corso dei secoli. Questo volume studia l'Antichità e il Medioevo, non evitando mai, sulla base del giudizio teologico e neotestamentario, l'ammissione delle debolezze; al contrario, ne fa il presupposto fondamentale per un'esposizione feconda dal punto di vista storico, religioso ed ecclesiastico. All'autocritica corrisponde lo sforzo per comprendere ciò che in quest'epoca è stato fatto contro la Chiesa. In maniera particolarmente lodevole viene indagata la pietà medievale, il suo carattere espressamente materiale e la lotta tra impero e papato. Si arriva così a una comprensione del tardo Medioevo come grado preliminare e non fortuito della Riforma, e riceverne un valido aiuto per il dialogo interconfessionale. Completa l'opera un'interessante appendice sui rapporti tra Chiesa e Sinagoga dall'Antichità al tardo Medioevo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO