Articoli religiosi

Libri - Cristianesimo



Titolo: "Cattolici"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Brian Moore
Pagine: 104
Ean: 9788867084531
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

Su una piccola isola al largo della costa irlandese una comunità di monaci conserva la «fede dei padri», rendendo culto a Dio nelle forme che la Chiesa ha praticato per secoli. Quando le televisioni americane e la BBC vengono a saperlo, l'antica abbazia di Muck diventa un caso mediatico internazionale: le riprese delle messe in latino e delle confessioni individuali attirano da tutto il mondo cattolici fedeli alla Tradizione e alla liturgia stabilita dal Concilio di Trento. Quella pubblicità appare intollerabile a Roma, dove il Concilio Vaticano IV ha appena sancito la contaminazione del cristianesimo con il buddhismo e l'apertura al secolarismo. Per mettere fine allo scandalo, Roma invia sull'isola un inquisitore, padre Kinsella, con l'incarico di «convincere» l'abate della comunità, Tomás O'Malley, ad allinearsi al Vaticano e a porre fine a quell'intollerabile «eresia».Kinsella scoprirà in O'Malley un uomo di fede assalito dal dubbio, ma convinto che la Tradizione e la verità delle Scritture non richiedano aggiornamenti e compromessi con i tempi.Il confronto tra i due - uno scontro di psicologie, prima ancora che di dottrine - è il cuore della storia narrata da Brian Moore in Cattolici, un romanzo breve intriso di mistero e suspense.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dalle parole di Gesù alla Bibbia"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Pierre Prigent
Pagine: 208
Ean: 9788810221785
Prezzo: € 22.50

Descrizione:Intorno all'anno 100 il cristianesimo si espande in modo vivace e diversificato. Appaiono scritti incompatibili con i Vangeli, si discute sull'Antico Testamento e la sua interpretazione, sulla data della Pasqua, sul ruolo dei profeti e dei vescovi, su quello dei movimenti profetici e spiritualisti. Questo quadro potenzialmente problematico e critico accompagna un secolo e mezzo di dibattiti che approderanno a un consenso sui libri riconosciuti come canonici e su una Bibbia composta da due testamenti. Quattro figure, in particolare, animano la riflessione e contribuiscono a sistematizzare il pensiero della Chiesa: Ireneo, che esercita una forte influenza sul cristianesimo dei primi secoli; Tertulliano, per l'innegabile rigore del suo pensiero; Clemente di Alessandria per la sua teologia della cultura, e Origene per la dimensione sorprendente della sua opera. Comprendere gli anni decisivi tra la fine del I secolo e la metà del III significa mettere in luce itemi e i problemi che accompagneranno il cristianesimo lungo tutta la sua storia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sacrificio e sovranità"
Editore: Quodlibet
Autore: Gilberto Sacerdoti
Pagine: 359
Ean: 9788874625253
Prezzo: € 25.00

Descrizione:

In "Pene d'amor perdute" di William Shakespeare c'è una scena celebre per la sua oscurità che, se messa in rapporto con quanto Giordano Bruno aveva scritto nell'Inghilterra di Elisabetta I, consente la messa a fuoco del maggiore problema politico dell'Occidente cristiano sconvolto dalle guerra di religione: la fondazione della sovranità autonoma dello Stato secolare - un problema che per tutto il secolo XVII continuerà a essere al centro del pensiero di Hobbes e Spinoza, e che comportava l'ineluttabile scontro dell'autorità secolare con quella religiosa, cattolica o riformata che fosse. Partendo dai concreti tentativi di soluzione di quel problema in Inghilterra, Francia e a Venezia, Gilberto Sacerdoti ne porta alla luce le radici intellettuali: da un lato il conflitto fra Papato e Impero, dall'altro il ruolo giocato non soltanto dall'"averroismo latino", ma anche dalle originarie fonti di quel pensiero islamico-ebraico medievale in cui la filosofia aveva per la prima volta rifiutato di essere ancella della teologia. Dietro Bruno, Bodin e Sarpi emergono poco a poco le figure di Averroè, Maimonide e Al-Farabi.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le persecuzioni nell'antichità"
Editore: Paideia
Autore: M. Françoise Baslez
Pagine: 408
Ean: 9788839408877
Prezzo: € 46.00

Descrizione:

Quello delle persecuzioni è sempre un tema tanto terribile quanto attuale, e all'argomento Marie-Françoise Baslez dedica uno studio che si distingue per adottare principi metodologici innovativi. L'ambito della ricerca abbraccia la storia delle persecuzioni dal periodo classico al mondo ellenistico greco e romano, nella tradizione sia greca sia ebraica sia cristiana, mostrando come le persecuzioni siano state più spesso scatenate contro gruppi o categorie di persone che contro dottrine. A una prima parte dell'opera dedicata al quadro sociale e religioso nel quale le persecuzioni poterono svilupparsi, fa seguito una seconda che mette al centro la figura del martire (distinta da quella della vittima e dell'eroe greco), con esempi attinti alla storia sia cristiana sia ebraica. Una terza parte affronta i rapporti fra religione, diritto e libertà, fra il potere e i cristiani fino al momento in cui il cristianesimo diventa religione di stato. Ricchissima miniera di dati, nell'edizione italiana il saggio di Marie-Françoise Baslez è reso ancor più fruibile da minuziosi indici analitici settoriali.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cristiani ed ebrei"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Simone Paganini, Jean-Pierre Sterck-Degueldre
Pagine: 200
Ean: 9788810604700
Prezzo: € 16.80

Descrizione:A cinquant'anni dalla dichiarazione conciliare Nostra Aetate la conoscenza dell'ebraismo è ancora relativamente inadeguata e molti «cristiani comuni» rischiano di restare ancorati a preconcetti che non rispondono più allo stato della ricerca sulla Bibbia ebraica o sul Gesù storico. Un certo «antigiudaismo», da distinguere dall'antisemitismo, è ancora oggi presente in molte comunità sia cattoliche che protestanti: non si tratta tanto di un dialogo interreligioso, spesso difficile, ma della sostanziale mancanza di conoscenza reciproca. Il volume, rivolto soprattutto a insegnanti e catechisti, si propone di colmare, almeno in parte, questa mancanza. Con un linguaggio semplice, discorsivo e comprensibile l'intento è offrire ai lettori le conoscenze di base alla luce della ricerca scientifica moderna e alcuni spunti concreti di didattica per trasferire le conoscenze ad alunni e studenti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Juan de Valdés e la Riforma nell'Italia del Cinquecento"
Editore: Laterza
Autore:
Pagine: XI-291
Ean: 9788858120248
Prezzo: € 28.00

Descrizione:

Nel corso del XVI secolo le dottrine scaturite dalla protesta di Lutero si diffusero largamente anche in Italia, assumendo connotazioni peculiari e intrecciandosi con altri movimenti religiosi e specifiche eredità culturali. Massimo Firpo ne ricostruisce le origini e la storia mettendo in luce il ruolo decisivo esercitato dall’esule spagnolo Juan de Valdés negli anni che fecero da sfondo al concilio di Trento. Irriducibile alla Riforma protestante, il suo magistero spiritualistico seppe infatti orientare inquietudini e istanze di rinnovamento diffuse tanto a livello popolare quanto ai vertici delle gerarchie sociali, tra letterati e aristocratici, vescovi e cardinali.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il riscatto dell'anima"
Editore: Einaudi
Autore:
Pagine: XV-245
Ean: 9788806228422
Prezzo: € 30.00

Descrizione:

Il modo in cui i cristiani consideravano il destino dell'anima nell'aldilà subì una radicale e rivoluzionaria mutazione tra la fine del mondo antico e l'inizio del Medioevo, cioè tra il 250 e il 650 d.C. Peter Brown descrive come questo cambiamento abbia trasformato il rapporto istituzionale della Chiesa con il denaro e posto le basi al suo dominio della società medievale d'Occidente. Secondo la dottrina cristiana delle origini i vivi e i morti erano ugualmente peccatori, bisognosi gli uni degli altri per ottenere "il riscatto dell'anima". Le intercessioni devote dei vivi potevano dunque determinare il diverso destino, tra paradiso o inferno, delle anime dei defunti. Nel III secolo, il denaro cominciò dunque a giocare un ruolo decisivo: i cristiani benestanti iniziarono a far uso di pratiche devozionali sempre piú raffinate per mettere in salvo la propria anima e quella dei loro cari: assicurandosi sepolture in luoghi privilegiati e facendo ricche donazioni alla Chiesa. A partire dal VII secolo, in Europa cominciarono a proliferare sontuosi monasteri e cappelle funerarie che attraverso lo splendore dei marmi rendevano visibile le qualità cristiane dei morti piú facoltosi, come se una parte del tesoro immaginato in cielo fosse ricaduto sulla terra. In relazione alla crescente influenza del denaro, la dottrina della Chiesa sulla vita dopo la morte da argomento speculativo si trasformò in qualcosa di molto piú concreto.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il declino della Cristianità sotto l'Islam"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Yéor Bat
Pagine: 570
Ean: 9788867084432
Prezzo: € 34.00

Descrizione:La conquista islamica è avvenuta all'insegna del jihad e della shari'a, la guerra santa contro i non musulmani e il diritto fondato sul Corano. Quando le popolazioni di religione cristiana, ebraica e zoroastriana che abitavano lungo le rive del Mediterraneo e negli sterminati territori dell'antica Persia vennero sottomesse dagli arabi (nei secoli VII e VIII) e dai turchi (circa quattro secoli dopo), divennero, nei loro stessi territori, dhimmi, privi di diritti e oggetto di una «protezione» (dhimma) che pagavano lautamente. Ma quali forze, secolo dopo secolo, prepararono e imposero la dhimmitudine, modellandosi su un progetto politico di lungo termine teso a sconfiggere le altre religioni? Com'è possibile spiegare un'espansione dell'islam così rapida e una sua penetrazione così profonda in Paesi tanto diversi tra di loro e spesso sede di culture antiche e profondamente radicate? Che cosa travolse e riplasmò società evolute e articolate, sotto il profilo politico, giuridico ed economico? E perché per lungo tempo la dhimmitudine è stata rimossa o negata nei Paesi occidentali che hanno spesso preferito esaltare la presunta tolleranza dell'islam? Sulla scorta di una documentazione storica cospicua, ancora insufficientemente nota, Bat Ye'or dimostra che se la dhimmitudine è stata certamente la conseguenza delle conquiste militari, è però stata soprattutto il frutto della cooperazione (in alcuni casi fattiva e consapevole, in altri fondata su tragici malintesi) di élite civili e religiose altamente civilizzate e di maggioranze poco coese e per questo motivo incapaci di reagire. Mentre la ummah unificava il suo enorme potenziale militare, demografico ed economico, i popoli non musulmani si dividevano in nome di settarismi ideologici o all'insegna di un pragmatismo utilitaristico che li portarono prima a una resa culturale e poi all'estinzione. Inoltre i Paesi dell'Occidente, quasi sempre ostili gli uni agli altri a causa dei contrapposti interessi strategici, hanno a lungo preferito ignorare (o hanno cercato di strumentalizzare) questo inquietante fenomeno storico.Secondo Bat Ye'or la dhimmitudine è un motore decisivo della storia anche oggi. Di fronte a un islam che ha ripreso la sua guerra, lo studio del passato serve a capire il presente, smaschera verità di comodo e pone interrogativi di inquietante attualità. Stiamo forse assistendo al progressivo assoggettamento dell'Europa?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cristiani si diventa"
Editore: AVE
Autore:
Pagine: 192
Ean: 9788882849306
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

Cristiani si diventa è un invito ad approfondire e arricchire lo studio, l'impegno e la cura dell'educatore-catechista in ordine a quell'itinerario che fin da piccolo accompagna ciascuno a delineare e maturare la propria identità cristiana e che presuppone al contempo la maturazione di un'identità umana.Diventare cristiani diviene in tal senso lo stile che dà forma e sostanza alla vicenda umana di ogni uomo, l'itinerario per mezzo del quale impariamo a rimanere fedeli a Dio e ad essere perseveranti nella sequela di Gesù. Nella consapevolezza che la crescita di ciascuno è sempre dinamica e incompleta e che solo la grazia di Dio porta a compimento quell'opera da Lui iniziata in noi con il battesimo, questa pubblicazione intende sostenere gli educatori-catechisti ad essere sempre più fedeli ai piccoli nella responsabilità di accompagnarli ad «amarlo e farlo amare». Con i contributi di Giorgio Bezze, Mansueto Bianchi, Erio Castellucci, Claudio Nora, Luca Palazzi, Chiara Palazzini, Michele Roselli, Giuseppe Satriano e Pierpaolo Triani.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Imparare a guardare"
Editore: Lateran University Press
Autore: Giovanni Carrù
Pagine: 108
Ean: 9788846510402
Prezzo: € 8.00

Descrizione:

«Monsignor Giovanni Carrù, in questo saggio, racconta le sensazioni che prova il pellegrino dei nostri giorni, fornendo un agile ed efficace strumento per "imparare a guardare il bello nel buio delle catacombe". Con uno stile essenziale, ma estremamente efficace, riesce a disegnare un ideale percorso catechetico, aiutandosi con il repertorio iconografico delle catacombe, che rappresenta la grande novità dell'arte cristiana delle origini, che si nutre del linguaggio biblico, che seleziona quegli episodi che, in maniera paradigmatica, evocano la speranza immortale dei fedeli della prima ora». (dall'Introduzione di S.Em.za Tarcisio Card. Bertone)



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quello che i cattolici devono sapere"
Editore: Edizioni Segno
Autore: Agostino Nobile
Pagine: 240
Ean: 9788893180238
Prezzo: € 18.00

Descrizione:

Perché i governi europei aprono le porte a milioni di migranti senza documenti d’identità, offrendo vitto e alloggio a spese dei cittadini autoctoni? Perché nel mondo anglosassone i religiosi cristiani che si oppongono all’ideologia gender vengono incriminati, mentre i fondamentalisti islamici che per le strade di Londra gridano morte all’Occidente sono a piede libero? La storia della Chiesa che ci raccontano a scuola e nei mezzi di comunicazione è vera o falsa? L’annichilimento etico ed economico sono effetti collaterali di una cattiva gestione politica, o sono stati programmati? Quello che i cattolici devono sapere cerca di rispondere a queste e ad altre questioni. Come constaterà il lettore, questa ricerca non è stata scritta solo per i cattolici, ma per chiunque cerchi di capire come e perché siamo finiti in questa trappola che mira al suicidio dell’identità cristiano-occidentale. L’unico modo per uscirne fuori con meno ferite mortali possibili è quello di conoscere l’attualità e la Storia da dietro le quinte.

Note sull'autore

Agostino Nobile, professore di storia della musica, 25 anni fa decise di lasciare l’insegnamento per studiare e vivere le culture non cristiane. Per oltre dieci anni ha vissuto nel mondo musulmano, indù e buddista, per tornare poi alla sua casa cattolica. Attualmente vive in Portogallo. Scrive articoli di apologetica sul quotidiano “Jornal da Madeira”. Ha pubblicato Governados pela Mentira - O Suicidio do Cristianismo e do Ocidente (Principia Editora) e Anticristo Superstar (Edizioni Segno).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Diciamoci la verità: non è tutto una favola"
Editore: Cantagalli Edizioni
Autore: Sergio Belardinelli, Robert Spaemann
Pagine: 112
Ean: 9788868792015
Prezzo: € 9.50

Descrizione:

La cultura contemporanea diffida profondamente dell'idea di verità, come fosse un concetto pericoloso, dogmatico e ostile alla libertà. Questo libro cerca di dimostrare il contrario. Con linguaggio semplice e piano, passando attraverso i temi più scottanti del nostro tempo, quali l'educazione e il dialogo tra le culture, il lettore è accompagnato alla riscoperta della verità, in barba alle molte favole che vengono raccontate in proposito.La posta in gioco emerge in modo esemplare nel saggio di R. Spaemann, dedicato al tema del matrimonio e della famiglia.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La Riforma... per chi non ha tempo"
Editore: Claudiana
Autore: Glenn S. Sunshine
Pagine: 258
Ean: 9788868980467
Prezzo: € 18.50

Descrizione:

Con intelligenza, senso dell'umorismo e incisività, Glenn S. Sunshine ricostruisce il contesto da cui nacque il protestantesimo: vicende storiche e posizioni teologiche dal xv secolo alla fine della Guerra dei trent'anni passando per la chiesa romana dei Borgia, le 95 Tesi di Lutero, lo scisma di Enrico VIII, le posizioni di Zwingli, Calvino?



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Guerra santa contro i turchi"
Editore: Il Mulino
Autore: Marco Pellegrini
Pagine: 416
Ean: 9788815258595
Prezzo: € 25.00

Descrizione:

«Lo spirito di crociata accompagnò l’identità spagnola fin molto addentro l’età moderna. Il Medioevo, terminato con successo per la Spagna cristiana, lasciò il posto a un’età nella quale una nazione orgogliosa di sé e vocata all’imperialismo si sarebbe protesa verso gli spazi marittimi, incamminandosi verso l’esportazione della Reconquista su scala planetaria»
Nel periodo 1519-56 Carlo V d’Asburgo fu a capo di un impero esteso tra Europa e Nuovo Mondo, sul quale proverbialmente «non tramontava mai il sole». Eppure egli non riuscì mai a stabilire un regime di controllo della zona centro-occidentale del Mar Mediterraneo, dove crebbe l’insicurezza causata dall’emergere dell’Impero ottomano come potenza anche marittima. Sotto Solimano il Magnifico(1520-66) la Mezzaluna ottomana si dotò di una flotta moderna e nel contempo sostenne la formazione dello stato barbaresco di Algeri, caratterizzato da un’aggressiva politica corsara ai danni di Italia, Grecia e Spagna. Contro tali forze Carlo V non poté mai coordinare una spedizione internazionale modellata sul prototipo della crociata medievale, complice la disunione del mondo europeo e la sotterranea opposizione del papato romano.

Marco Pellegrini insegna Storia moderna e Storia del Rinascimento all’Università di Bergamo. Con il Mulino ha pubblicato anche «Le guerre d’Italia» (2009), «Il papato nel Rinascimento» (2010), «Le crociate dopo le crociate» (2013). Fra gli altri suoi libri: «La crociata nel Rinascimento. Mutazioni di un mito 1400-1600» (Le Lettere, 2014).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Morire per Dio nel giudaismo, nel cristianesimo e nell'islam"
Editore: Elledici
Autore: Aa. Vv.
Pagine: 64
Ean: 9788801058925
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Un dossier di scottante attualità. L'idea del martirio "in mome di Dio" si impone oggi in modo violento e cruento. Come è nata quest'idea nei tre monoteismi? "Morire per Dio" è ammesso e ammissibile secondo la Bibbia? Come si è occupato della questione il giudaismo rabbinico? Com'è nato nel Nuovo Testamento il termine "martire"? Gesù è da considerare un martire? Cosa dicono realmente il Corano e la tradizione islamica del martirio? Le risposte a queste domande sono tutt'altro che scontate... Completano il numero le consuete rubriche di Studi Biblici e Bibbia e cultura.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dar da mangiare agli affamati. Le opere di misericordia per un cristianesimo semplice"
Editore: EMI Editrice Missionaria Italiana
Autore: Víctor Manuel Fernández
Pagine: 64
Ean: 9788830723252
Prezzo: € 7.00

Descrizione:Chi manca del necessario ha diritto a pane e dignità: la carità è un atto di giustizia verso i poveri, assetati di fraternità. Si può vivere per donare agli altri oppure rinchiusi nel proprio io.A noi decidere quale strada prendere.La nuova collana EMI «Fare misericordia» per il Giubileo della misericordia

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cristianesimo Tomo I del Vol. III"
Editore: Jaca Book
Autore:
Pagine: XXIII-435
Ean: 9788816413214
Prezzo: € 35.00

Descrizione:

Che cos’è il cristianesimo. Cristianesimo è un termine semplice, con un significato ben definito. Tale significato è appunto il «concetto» di cristianesimo: molti si fermano qui, e confondono il «cristianesimo» con il «concetto» di cristianesimo. Per quanto possano avere un concetto giusto, corretto e, almeno in certa misura, anche vero del cristianesimo, quest’ultimo resta tuttavia per loro sempre e soltanto un concetto, un’idea - o, se si vuole, anche un ideale -, un’essenza. Non arrivano comunque mai a penetrare il concetto fino a raggiungere il cuore stesso della cosa, della res significata (come fa notare san Tommaso d’Aquino). Così sfugge loro quella realtà vitale e misteriosa - una realtà che è sempre trascendente e che, di conseguenza, è mistero - che sta alla base del concetto stesso. Per costoro il cristianesimo è una dottrina, un Credo, concepito appunto come una serie di formulazioni cui di solito danno il nome di dogmi, e che interpretano come affermazioni di tipo intellettuale, relative ad aspetti determinati. Non intendiamo certo affermare che il cristianesimo non «abbia» una sua dottrina, vogliamo solo sottolineare il fatto che esso «è» molto più di tutto questo, molto più di un concetto, di un’essenza o di una serie di formule o di dogmi. (Dall’introduzione dell’autore).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Uniti dal Credo divisi dalla teologia."
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Yannis Spiteris
Pagine: 144
Ean: 9788810412053
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Il volume illustra le caratteristiche generali della teologia bizantina, ne segue lo sviluppo nei secoli XIII e XIV e approfondisce il tema della diversità della Chiesa di Costantinopoli rispetto a quella latina. Sintetizza inoltre la dottrina del Filioque e si sofferma sulla vita, le opere e il pensiero di alcuni importanti teologi, da Niceforo Blemmides a Giorgio di Cipro, nel contesto di un complesso rapporto con Roma segnato da falliti tentativi di unione e da rapporti intensi e combattuti. La riflessione prosegue prendendo in esame il rapporto tra Bisanzio e il papato nel medioevo, mentre il capitolo centrale è dedicato al rifiuto della scolastica, giudicata razionalismo applicato al mistero e autentico scoglio nella reciproca comprensione tra Oriente e Occidente. Ancora oggi, come si constata nel quadro dei rapporti ecumenici, Bisanzio e Roma si ritrovano unite nel credo, ma divise dalla teologia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il conflitto dei simboli"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Mauro Pesce
Pagine: 80
Ean: 9788810555484
Prezzo: € 8.00

Descrizione:Le grandi masse e anche molta parte della classe dirigente delle società odierne continuano ad avvalersi di una spiegazione della realtà che si richiama al sistema simbolico forgiato dal cristianesimo in età antica e medievale. Nel suo sorgere, la modernità si è trovata in Europa di fronte a società in cui l'organizzazione urbanistica ruotava attorno ai simboli religiosi. Nella struttura cittadina, la centralità fisica della cattedrale e la disposizione spaziale delle chiese principali e degli edifici del potere esprimevano un'organizzazione gerarchica in cui il cristianesimo sanciva simbolicamente ogni aspetto. Il tempo era scandito da una complessa organizzazione cultuale e la stessa rappresentazione del cosmo aveva una struttura fisico-sacrale che abbracciava l'intero universo. Pur contrassegnando una svolta radicale rispetto a questa antica eredità, il mondo moderno ha dovuto creare un'incessante dialettica tra antico e nuovo nel continuo confronto con un tenace sistema simbolico religioso che non è riuscita a sostituire. In questo modo, il cristianesimo ha assorbito la modernità e ne è stato contemporaneamente assorbito.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La Chiesa ortodossa. 3"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Ilarion Alfeev
Pagine: 400
Ean: 9788810417102
Prezzo: € 48.00

Descrizione:Il terzo dei cinque volumi dell'opera - 1. profilo storico; 2. dottrina; 3. tempio, icona e musica sacra; 4. liturgia; 5. sacramenti - si concentra sull'ambito artistico. Nella concezione del cristianesimo orientale, e quindi del mondo ortodosso, si distingue tra arte liturgica (o ecclesiale) e arte sacra in generale. La seconda può esprimere liberamente la religiosità dell'artista, ma non trova spazio nei luoghi di culto. Al loro interno, infatti, l'arte non ha semplicemente una funzione didattica e tanto meno ornamentale, ma è una componente essenziale dell'azione liturgica, come ha magistralmente intuito Pavel Florenskij. Per questo, sottolinea il metropolita Ilarion nel volume, l'arte liturgica è guidata innanzitutto da una riflessione teologica elaborata dai Concili ecumenici e dai Padri della Chiesa. Il concetto fondamentale è quello di simbolo: l'opera d'arte, nella sua integralità e nelle sue singole componenti, rimanda incessantemente all'Archetipo, la contemplazione del quale costituisce una «finestra aperta» sul Mistero. Questo è appunto il compito dell'arte della Chiesa, che attraverso la bellezza e l'armonia costituisce una profezia del Regno. Nell'esame delle singole componenti dell'arte ecclesiale, l'autore traccia un excursus storico che parte dai testi biblici, letti alla luce della Rivelazione cristiana, ripercorre le epoche storiche e le loro vicissitudini nel mondo bizantino e slavo, mostrandone ripercussioni e interrelazioni con la vita cristiana e l'evolversi dell'arte e del gusto, presentando i fenomeni artistici, gli artisti e i capolavori più significativi di ciascuna epoca.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Miti e credenze del Cristianesimo"
Editore: Cittadella
Autore: Tagliaferri Roberto
Pagine: 320
Ean: 9788830814660
Prezzo: € 19.89

Descrizione:L'interpretazione razionalistica del mito, operata dall'illuminismo greco, segnò l'evoluzione occidentale e produsse una ferita nella cultura occidentale non ancora rimarginata. Vernant è lapidario: «Fra mythos e logos la distanza è ormai tale che non c'è più comunicazione; il dialogo è impossibile, la rottura compiuta». L'inesorabile estenuazione del mito sotto i colpi della indagine storico-critica attualmente è meno solida e sembra vacillare perché anche noi occidentali non siamo immuni dal "mito del dato", che si radica nella stessa ragion critica. Ogni verità infatti è sempre una credenza di verità, resa plausibile dal suo contesto culturale e dall'uso. Più che di verità finale e unica bisogna parlare di "programmi di verità" determinati dall'ambiente sociale. L'errore più frequente nel leggere i miti è decontestualizzarli e inserirli in un altro mondo mitologico. Ogni mitologia promana da un immaginario collettivo contestualizzato: i Greci antichi dal loro, noi dal nostro, per cui non si può demitizzare la cosmologia greca o biblica a partire dalla cosmologia scientifica galileiana. Non è solo un errore di prospettiva, ma va a interferire con la produzione della conoscenza, che è sempre una mitologizzazione, fosse anche dettata dal metodo scientifico induttivo. Questa acquisizione è rivoluzionaria e stenta a farsi strada nell'epistemologia neo-positivista sempre in auge. Il tema del mito diventa allora molto di più di una riabilitazione storica di un genere letterario glorioso, riguarda piuttosto la modalità del conoscere in quanto tale, che è mitopoietica. La ragione strumentale non ha vinto contro il mito perché la ragione è sempre una credenza mitica, ovvero un "programma mitico" relativo alla sua credenza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' Europa, la malata di cristianesimo"
Editore: Vita e Pensiero
Autore:
Pagine: 216
Ean: 9788834329979
Prezzo: € 18.00

Descrizione:La civiltà cristiana europea è stata fondata da gente che credeva in Cristo e la loro fede è stata ed è fattore di inclusione non omologante e non di esclusione. Eppure oggi l'Europa è ?malata di cristianesimo': perché - sostengono i laicisti - la cultura e la morale cristiane sono dannose per l'uomo; al contrario perché - sostengono i credenti e alcuni non credenti - il cristianesimo non è più l'anima dell'Europa. Dalla ?cura' di questa malattia dipendono identità e futuro d'Europa: un volto oggi ancora tutto da decifrare e da costruire. Gli Atti del V Convegno nazionale del Progetto «Filosofia ed esperienza religiosa», contenuti in questo volume, aiutano a comprendere tale problema e propongono l'ipotesi di una ?buona utopia'.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La parola predicata"
Editore: Jaca Book
Autore: Galbiati Enrico
Pagine: XIV-240
Ean: 9788816413221
Prezzo: € 18.00

Descrizione:

«Se non vi convertirete e non diventerete come bambini, non entrerete nel Regno dei cieli» (Mt 18, 3). Così ha vissuto Enrico Galbiati uomo, sacerdote, educatore. Il libro raccoglie sue omelie e meditazioni di contesto bizantino (e latino), lezioni e conferenze inedite. Il testo biblico fa da trama alle riflessioni e ai commenti: a essa si intrecciano esperienze e incontri personali con uomini e donne di lingua, religione, ceto, funzione sociale diversi. Ma Galbiati prediligeva i bambini e ha scritto: «I bambini hanno tanti difetti, ma non hanno l’ambizione di primeggiare, di essere ritenuti superiori agli altri né di dominare sulla gente comune. Il discepolo di Gesù ha superato la crisi dell’ambizione, si è convertito, è ridiventato bambino, cioè umile». Le sue parole semplici, autentiche, vive, argute, perché nate dallo studio appassionato de la Parola, possono essere lette e ri-meditate da tutti, sacerdoti e laici dell’unica chiesa ecumenica alla cui edificazione egli ha tanto contribuito.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Religions in antiquity"
Editore: Vita e Pensiero
Autore: Ugo Bianchi
Pagine: 304
Ean: 9788834321614
Prezzo: € 28.00

Descrizione:I saggi che compongono questo secondo volume degli «Scritti di Ugo Bianchi» - Religions in Antiquity - illustrano due ambiti religiosi di fondamentale rilievo nel quadro complesso del mondo mediterraneo in età imperiale e tardo-antica, il giudaismo e il cristianesimo. Si tratta infatti di quei movimenti e di quelle comunità che, per il preminente interesse al conseguimento di una "conoscenza" a carattere salvifico, si conviene di accomunare nella denominazione di "gnosticismo" da una parte, e della "fondazione religiosa" del Profeta di Babilonia, Mani, che nel III secolo proclama un messaggio salvifico che si vuole espressione dell'annunzio di un Salvatore divino identificato al Gesù dei Vangeli, dall'altra.I saggi qui raccolti dimostrano la costante presenza del tema in tutto l'arco dell'attività scientifica dello studioso e in pari tempo illustrano efficacemente la duplice e convergente prospettiva in cui esso è affrontato. Infatti all'esame di singole e puntuali problematiche si accompagna costantemente l'apertura, egualmente pertinente e a rigorosa base documentaria, verso le questioni più ampie e decisive del significato storico-religioso di ciascuna di esse e dei rapporti con i contesti storici in cui esse si radicano e da cui si alimentano, in quella dimensione comparativa che costituisce la cifra caratterizzante della disciplina storico-religiosa, quale Ugo Bianchi ha sempre definito e praticato.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La Riforma a Ginevra negli anni di Calvino"
Editore: Claudiana
Autore: Thomas Soggin
Pagine: 110
Ean: 9788868980177
Prezzo: € 9.50

Descrizione:

Nella Ginevra del XVI secolo, che in breve tempo raddoppia la propria popolazione per l'afflusso continuo di profughi protestanti provenienti da Francia, Inghilterra e Italia, il Riformatore Giovanni Calvino mira a separare la chiesa dal potere civile e a darle un proprio ordinamento interno, la cosiddetta «disciplina ecclesiastica», fondata sulla Parola di Dio.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU