Articoli religiosi

Libri - Altre Religioni



Titolo: "Messina Judaica. Ebrei, neofiti e criptogiudei in un emporio del Mediterraneo (secc. XV-XVI)"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Giuseppe G. Campagna
Pagine: 250
Ean: 9788849861938
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Il volume ricostruisce in maniera puntuale la presenza e le attività svolte dall'operosa comunità ebraica messinese fra Quattro e Cinquecento, seguendone le vicende ben dopo l'editto di espulsione. Se ne evidenziano, in particolare, non solo il radicamento nel territorio urbano e l'impegno in attività "tradizionali" ma anche codici di comportamento che, almeno all'interno delle mura della Messana Urbs presentano caratteri di continuità, più che di contrapposizione, con le élites di "gentili" che amministrano l'universitas. Ne viene fuori un interessante spaccato che sottolinea, anche con una proficua comparazione con altre realtà urbane del Regnum Siciliae e del restante contesto mediterraneo, il ruolo di una comunità che, nella città dello Stretto, appare, al contempo, attenta e gelosa custode delle proprie tradizioni ma perfettamente inserita nel contesto urbano sia sotto il profilo delle attività commerciali che delle relazioni sociali.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Rinascimento nel pensiero ebraico"
Editore: Paideia
Autore: Giuseppe Veltri
Pagine: 234
Ean: 9788839409508
Prezzo: € 32.00

Descrizione:

Grazie all’opera di artisti e intellettuali, nel Rinascimento emerge una consapevolezza inedita del divenire storico che favorisce il culto del nuovo nelle arti, in letteratura, in filologia e nelle scienze. Il nuovo prendeva il posto del culto, una liturgia umana subentrava a quella divina. Questa rivoluzione tocca anche la cultura ebraica, motore e agente di un rinnovamento senza precedenti. Lo studio di Giuseppe Veltri ricostruisce la vita intellettuale ebraica nel Rinascimento italiano ed europeo, mettendo in luce momenti salienti del dibattito del tempo: la coscienza storica del divenire e la secolarizzazione, la funzione della poesia dantesca come ponte fra mondo ebraico e mondo cristiano, l’uso del volgare come simbolo del connubio delle diverse tradizioni, la nascita del criticismo, l’atteggiamento scettico come strategia e sintomo della crisi politica e intellettuale, il dibattito sull’immortalità dell’anima.

AUTORE

Giuseppe Veltri, ordinario di Filosofia Ebraica all’Università di Amburgo, è direttore del Maimonides Centre for Advanced Studies e dell’Akademie der Weltreligionen.
Per i tipi Paideia ha pubblicato, in coll. con Libera Pisano, L’ebraismo come scienza.

INDICE

Premessa
Introduzione

1. La coscienza del tempo nuovo
2. Il «dolce stil novo»: la filosofia poetica
3. Il lettore prudente: il metodo nuovo di Azaria de’ Rossi
4. Le nuove scienze: tra tecnica e mistica
5. La svolta epistemologica e lo scetticismo ebraico
6. Al di là del tempo e del corpo. Su Sara Copio Sullam

Epilogo
Bibliografia
Indice dei nomi antichi
Indice dei nomi moderni



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gesù non fu ucciso dagli ebrei"
Editore: Terra Santa
Autore:
Pagine: 208
Ean: 9788862407427
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Questa raccolta, nella sua versione originale in inglese, è una reazione e una risposta ai micidiali attacchi antisemiti alle sinagoghe di Pittsburgh, in Pennsylvania (27 ottobre 2018) e di Poway, in California (27 aprile 2019). L'Italia del 2020 non conosce espressioni così violente di antisemitismo, ma numerosi atti di vandalismo antiebraico e di incitamento all'odio sui social network dimostrano che lo stesso pericoloso virus è presente e attivo. Perché in questo contesto dovremmo porre la vecchia domanda su chi abbia ucciso Gesù? Perché, più specificamente, è importante precisare che "gli ebrei non hanno ucciso Gesù"? Da Jules Isaac abbiamo compreso la portata dell'impatto subdolo dell'insegnamento cristiano del disprezzo per gli ebrei, che si fonda proprio sull'accusa che furono gli ebrei a rifiutare e uccidere Gesù, e che loro sono riprovati e maledetti per questo. Questo insegnamento ha spesso sollevato la coscienza dei cristiani dalla necessità di combattere la crescita della pianta velenosa dell'antisemitismo fascista e nazista e ha impedito loro di cercare modi per farlo. È purtroppo realistico considerare che l'insegnamento antiebraico ha persino fornito un terreno fertile a questa pianta per mettere radici e crescere (dalla Prefazione all'edizione italiana di mons. Etienne E. Vetö).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Breve storia delle religioni. Ediz. integrale"
Editore: Newton & Compton
Autore: Ambrogio Donini
Pagine: 304
Ean: 9788822738646
Prezzo: € 9.90

Descrizione:"Breve storia delle religioni" è un punto di riferimento per tutti coloro che si interessano dell'argomento. Pubblicato per la prima volta nel 1959 ha conosciuto un grande successo in Italia ed è stato tradotto in undici lingue. Pur mantenendo inalterata l'impostazione generale, il libro è stato completamente riscritto rispetto alla prima stesura. L'autore ha infatti riveduto il testo, ha aggiornato i dati statistici e le indicazioni bibliografiche, ha aggiunto nuovi capitoli e ha trattato nuovi argomenti. Ne risulta un'opera di vasto respiro, che illustra la nascita e lo sviluppo delle religioni nelle successive fasi della società, dalle comunità primitive e tribali all'economia schiavistica, fino ai primi albori dell' età medievale e moderna.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Corano e la sua interpretazione"
Editore: Laterza
Autore: Massimo Campanini
Pagine: 151
Ean: 9788858140642
Prezzo: € 11.00

Descrizione:Una nuova edizione rivede e aggiorna le prospettive storiografiche e di esegesi che hanno portato il Corano a confrontarsi con la modernità. Negli ultimi anni, non solo l'orientalistica euro-americana ha aperto nuove prospettive per la ricostruzione della composizione della Scrittura islamica oltre che della vita del Profeta, ma soprattutto si è manifestato, all'interno dello stesso mondo musulmano, un fervore ermeneutico che ha potenzialmente indicato strade innovative. Tenendo conto di questi sviluppi, Campanini elabora un percorso di conoscenza e comprensione dei fondamenti dell'Islam attraverso l'analisi puntuale della forma e del contenuto del suo libro rivelato.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Henzan Kyo. Il sutra del giro delle montagne. Alla ricerca del Maestro Eterno"
Editore: Cantagalli Edizioni
Autore: Prigioni Gabriele
Pagine: 96
Ean: 9788868796457
Prezzo: € 9.90

Descrizione:Sintesi poetica tesa ad abbracciare il pensiero filosofico-religioso dell'Oriente, questo s?tra è ispirato al pellegrinaggio medievale (henzan), intrapreso dai praticanti, Zen o di arti marziali, sulle montagne alla ricerca del Maestro. Un viaggio dentro se stessi a ritrovare se stessi, a diventare maestri di se stessi, unico modo per cercare veramente il Maestro Eterno.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vedere Dio. Le apocalissi giudaiche e protocristiane (IV sec. a.C.-II sec. d.C.)"
Editore: Carocci
Autore: Luca Arcari
Pagine: 444
Ean: 9788843098507
Prezzo: € 39.00

Descrizione:Il volume si concentra sugli scritti "apocalittici" prodotti tra giudaismo del secondo Tempio e protocristianesimo. L'intenzione è quella di valorizzare l'elemento "visionario" che accomuna questi scritti al più ampio filone dei resoconti visionari diffusi nelle culture del Mediterraneo antico, mostrando soprattutto le relazioni tra esperienze religiose e processi di "messa per iscritto" che hanno favorito la trasmissione di questi testi in reti di comunicazione sulla lunga durata.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Aspetti di teologia rabbinica"
Editore: Giuntina
Autore: Solomon Schechter
Pagine: 283
Ean: 9788880578192
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Scritto cento anni fa, "Aspetti di teologia rabbinica" rimane ancora oggi un'opera unica per la chiarezza e la sintesi con cui svela al lettore il pensiero dei Maestri d'Israele. Il rapporto tra Dio, mondo e uomo, la Torà e i precetti, la santità e la devozione, l'impulso del male, il perdono e la riconciliazione: sono solo alcuni dei temi affrontati per comporre il mosaico di una "teologia ebraica" che rimane sempre saldamente ancorata al mondo terreno e ad una visione fortemente unitaria di Dio che i Maestri non esitano a far intervenire nelle loro discussioni. Essi non parlano su Dio, ma di Dio, o meglio ancora, lo lasciano parlare.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quasi evangelista, quasi talmudista"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: De Benedetti, Angelini
Pagine: 336
Ean: 9788837233532
Prezzo: € 21.00

Descrizione:Bisognerebbe sgomberare il campo dal rumore di fondo di tutto quel che già si sa e si è scritto di Cesare Angelini e Paolo De Benedetti, rispettivamente il "quasi evangelista" e "quasi talmudista" di questo carteggio, per coglierne appieno i tratti. Due personalità di spicco del Novecento letterario e teologico che - missiva dopo missiva, in un lasso di tempo che va dal 1949 al 1975 - si addentrano l'uno nell'altro e si delineano nella reciproca relazione: lo sguardo di Angelini restituisce epistolarmente ritratti di De Benedetti, e viceversa. Lettere nelle quali si respira aria di cultura - letteratura, teologia, poesia - in una cornice di "ironica letizia".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Bibbia e antisemitismo teologico"
Editore: Paideia
Autore: Anders Gerdmar
Pagine: 643
Ean: 9788839409454
Prezzo: € 79.00

Descrizione:Il libro di Anders Gerdmar sull’antisemitismo teologico si apre con un’analisi della riflessione dei due secoli in cui in Germania si andò definendo, in senso sia positivo sia negativo, l’immagine degli ebrei e dell’ebraismo: questa raggiunse la sua elaborazione più compiuta tra la seconda metà dell’Ottocento e la prima metà del Novecento, periodo in cui l’esegesi biblica tedesca si impose in tutto il mondo. L’approfondito studio di Gerdmar fa emergere nella loro persistenza e portata i diversi indirizzi di ricerca delle scuole tedesche, mostrando come in queste l’antisemitismo potesse vantare radici plurime e secolari che nel tempo si erano sviluppate fino a costituire l’ambiente fertile in cui poterono attecchire visioni del mondo profondamente antiebraiche. Fu in questo terreno ideologico che Adolf Hitler trovò il supporto e il favore delle chiese e della teologia tedesche: a tanto poté condurre l’applicazione di modelli che, disgiungendo Gesù e il cristianesimo dei primordi dall’ebraismo, giustificarono la dissociazione religiosa e la discriminazione etnica fino a propugnare il razzismo esplicito e il genocidio programmatico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le virtù del buon musulmano"
Editore: Einaudi
Autore: Ida Zilio-Grandi
Pagine: 192
Ean: 9788806245542
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Dalla gratitudine e l'ospitalità alla bontà del dono, dalla modestia alla cura dei poveri e dei deboli, dalla misericordia al perdono, questo compendio delle principali virtú del buon musulmano illumina l'elemento morale dell'Islam che, insieme al dogmatico e al giuridico, fa parte a pieno titolo della Legge religiosa ( shar i 'a ). Ida Zilio-Grandi evidenzia la varietà di concezioni e valori espressi dalla fede islamica, sostenendo la sua indagine attraverso il sapiente utilizzo di diverse fonti, tutte appartenenti al vasto contenitore della letteratura religiosa. Il lettore ritroverà in ognuna di queste virtú gli stessi ideali riconosciuti da altre tradizioni religiose, quei valori comuni indispensabili sia a una convivenza serena tra le diverse fedi, sia a un reale confronto con il mondo secolare. Ida Zilio-Grandi

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dizionario delle religioni dell'Africa"
Editore: Jaca Book
Autore: Eliade Mircea
Pagine:
Ean: 9788816415799
Prezzo: € 50.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ridere degli dèi, ridere con gli dèi"
Editore: Il Mulino
Autore: Maurizio Bettini, Massimo Raveri
Pagine: 241
Ean: 9788815286000
Prezzo: € 22.00

Descrizione:«Scherza con i fanti, lascia stare i santi…», ovvero sacro e profano non vanno mescolati. Ma è sempre vero? Ebraismo, cristianesimo e islam escludono che si possa ridere di Dio. Il monoteismo non ride. Originata da vignette che deridevano Allah, la strage di «Charlie Hebdo» è lì a ricordarcelo. Vi sono però religioni che danno spazio allo scherzo e alla comicità, in cui gli dèi ridono e anche gli uomini possono e sanno ridere degli dèi: sono le joking religions. Ponendole a raffronto con i tre monoteismi abramitici gli autori raccontano queste «religioni umoristiche»: il politeismo del mondo classico, le religioni orientali e in particolare del Giappone, le «religioni senza nome» dell’Africa e del Nordamerica. Desacralizzando gli dèi esse li avvicinano agli uomini e per ciò stesso, al contrario dei monoteismi di per sé esclusivi, sono inclusive e aperte ai valori della convivenza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La kabbalah e la tradizione critica"
Editore: SE
Autore: Harold Bloom
Pagine: 120
Ean: 9788867235131
Prezzo: € 19.00

Descrizione:«La grande lezione che la Kabbalah può dare all'interpretazione contemporanea è che il significato, nei testi tardivi, è sempre un significato errante, proprio come gli ebrei tardivi erano un popolo errante. Il significato erra, come la sofferenza umana, o come il peccato, da testo a testo, e, all'interno di un testo, da figura a figura. Ciò che governa questo errare, questo essere nell'errore, è la difesa, la stupenda necessità della difesa. Poiché non soltanto l'interpretazione è una difesa, ma il significato stesso è una difesa, e così il significato erra per proteggersi. Etimologicamente, "difesa" si riferisce a "cose vietate", a "proibizione", e possiamo congetturare che la difesa poetica sorga in stretta alleanza con le nozioni di violazione e trasgressione, che sono essenziali per la presentazione di sé da parte di ogni forte poeta nuovo. Nella tradizione ebraica, ogni rappresentazione letteraria partecipava della trasgressione, a meno che non fosse canonica. Ma l'Esilio costituisce uno stimolo profondo al desiderio umano di rappresentazione letteraria. La Kabbalah è una dottrina dell'Esilio, una teoria dell'influenza concepita per spiegare l'Esilio. L'Esilio, in un contesto puramente letterario, migra dalla categoria di spazio a quella di tempo, per cui l'Esilio diventa Tardività. Dopo l'Esilio dalla Spagna, la Kabbalah intensificò la propria visione della Tardività, intensificazione culminata nel mito luriano, per il quale la Creazione stessa diventò un Esilio».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'Ebraismo tra riforma e ortodossia"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Vittorio Robiati Bendaud
Pagine: 160
Ean: 9788810207123
Prezzo: € 16.89

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il mendicante nella Grecia antica"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Pietro Giammellaro
Pagine: 272
Ean: 9788837233594
Prezzo: € 26.00

Descrizione:Ogni società ove sia presente una stratificazione economica e sociale si è confrontata - nell'Antichità come nell'Evo Moderno - col fenomeno della mendicità. Figure assimilabili alla comune definizione di 'mendicante' compaiono già nella più antica documentazione religiosa, letteraria e sapienziale del Vicino Oriente, a rappresentare la forma più visibile della diseguaglianza e lo stigma della marginalità; tuttavia è solo con la nascita della civiltà letteraria greca che il mendicante conquista una sua autonomia e consistenza, entrando da protagonista nella memoria mitica e fissando così, per i secoli a venire, una serie di marche iconografiche e un complesso di problematiche etiche, sociali e religiose che giungono con poche variazioni alla nostra esperienza contemporanea. Questo libro si propone di analizzare, con gli strumenti combinati dell'antichistica e delle scienze sociali, il ruolo e la funzione del mendicante nell'ambito della cultura greca antica. Emerge dall'esame delle fonti una percezione del mendicare ambigua e discontinua, che segue e accompagna in senso diacronico le progressive trasformazioni della società greca antica, chiamando in causa le grandi questioni storiche della regalità, della povertà radicale, della reciprocità nello scambio e del lavoro come veicolo di integrazione sociale. Il referente comparativo è quello della civiltà occidentale contemporanea, che - oggi più che mai - mostra tutte le sue falle nello sforzo di affrontare le forme più estreme e radicali della marginalità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La questione ebraica"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Bruno Bauer
Pagine: 356
Ean: 9788849860580
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Assunto centrale della Questione ebraica è la tesi che l'emancipazione politica degli ebrei nell'Europa ottocentesca fosse incompatibile con il mantenimento della presa esercitata dalla religione sulla vita pubblica e privata degli ebrei stessi e della loro controparte cristiana. Solo una società sciolta dalla religione avrebbe potuto assicurare uguaglianza ai suoi membri e farli valere in quanto uomini al di sopra delle rovine del sistema politico della Restaurazione. Solo grazie al progresso della coscienza religiosa culminante, oltre il cristianesimo, nell'ateismo proclamato dalla critica doveva ritenersi possibile il superamento dell'alienazione umana esemplificata dagli ebrei. Di qui la polemica, nel testo, contro ebrei riformatori e liberali cristiani incoerenti, persuasi di poter arrivare all'uguaglianza pur nella salvaguardia di identità religiose irriducibili. Di qui l'ambiguità dell'autore, sospeso a mezza via tra slancio emancipatorio universale e rinfocolamento di antichi pregiudizi teologici frammisti a svalutazione su base etnica. La Questione ebraica di Bruno Bauer, un controverso documento dei nodi problematici della teoria dei diritti universali dell'uomo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cultura cattolica, ebraismo e israele in Italia"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Palumbo Enrico
Pagine: 384
Ean: 9788837233440
Prezzo: € 27.00

Descrizione:Il Novecento - e tutto ciò che ha comportato, dalla Shoah alla costruzione dello Stato di Israele, fino al conflitto mediorientale - ha palesato i motivi religiosi, culturali, sociali ed economici sottesi al travagliato rapporto tra mondo cattolico ed ebraico. Motivi che si sono articolati nella loro complessità nei primi decenni del secolo e che, attraverso l'analisi delle riviste cattoliche italiane, sono qui sviluppati in particolare negli anni di Giovanni XXIII e Paolo VI. Si evidenzia come la ricezione delle idee del Concilio Vaticano ii sia stata accompagnata dall'attenuarsi degli stereotipi sugli ebrei, intrecciandosi però in molti casi con l'interpretazione politica del conflitto mediorientale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La via del ricordo"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Sergio Badino
Pagine: 192
Ean: 9788810752180
Prezzo: € 14.50

Descrizione:Renata è una bambina di origine ebraica che frequenta la scuola media. La morte dell'amata nonna Anna, sopravvissuta assieme al nonno Umberto al campo di sterminio di Auschwitz, lascia in lei un vuoto improvviso. La nonna si adoperava per preservare la memoria di quei giorni parlando ai ragazzi nelle scuole e, tramite un'associazione, cercava altri sopravvissuti come lei. Nonno Umberto, al contrario, si era sempre rifiutato di parlare dell'esperienza del campo e ora, a causa di una malattia, fatica sempre di più a ricordare le cose. Un giorno Renata scopre che la nonna, di nascosto da tutti, faceva visita a una persona. Aveva forse trovato un altro sopravvissuto? Per la piccola Renata inizia così una doppia sfida: recuperare la memoria perduta della nonna e accompagnare il nonno lungo la via dei ricordi. Il libro si rivolge a ragazzi di seconda e terza media e prima superiore.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dizionario delle religioni dell'Eurasia"
Editore: Jaca Book
Autore: Eliade Mircea
Pagine:
Ean: 9788816415713
Prezzo: € 50.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Kabbalah. Il segreto, lo scandalo e l'anima"
Editore: Bollati Boringhieri
Autore: Harry Freedman
Pagine: 774
Ean: 9788833933368
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Oggi la parola Cabbalà evoca mistero, segreti millenari, verità cosmiche sussurrate nel buio di una stanza, angeli potenti, magie inspiegabili e tremende, e mondi ultraterreni. Questa visione esoterica ha una storia precisa e documentabile, che ha inizio nell'Italia del Rinascimento, dove vari personaggi erano stati attirati da certe antiche tradizioni ebraiche, che tuttavia reinterpretavano a modo loro. La Cabbalà (con la C) è la stessa che sta anche all'origine di una moda contemporanea, intrisa di New Age, talvolta al centro di scandali e di oscuri giri di denaro. La Kabbalah (con la K), invece, è una cosa ben più complessa, più antica e senza dubbio più affascinante. La storia che Harry Freedman racconta in questo libro lascia intravedere la complessità della ricerca mistica del divino e del suo rapporto col mondo operata da generazioni e generazioni di pensatori ebrei e tramandata con sacralità e timore reverenziale nel corso di due millenni. È forse il più complesso tentativo intellettuale mai concepito per avvicinarsi il più possibile all'inconoscibile fonte di ogni cosa, allo scopo di sanare l'universo, curarne le imperfezioni e ricondurre il cosmo alla sua perfezione originale. La storia comincia con l'inizio stesso della Bibbia: «Che sia la luce. E la luce fu». In questi versi antichi si dice infatti che il mondo scaturì direttamente dalla voce di Dio; ma la voce è fatta di parole e le parole di lettere, e le lettere sono i mattoni del mondo. Per capire la creazione bisogna allora studiare a fondo le lettere e il loro significato più nascosto, soprattutto quello numerico, che ogni lettera ebraica racchiude in sé. Da questo studio deriveranno poteri immensi, come quello - reso famoso dalla letteratura yiddish - di creare un golem dall'argilla, che, sempre con l'uso sapiente delle lettere, può essere fermato. Dal Libro della Creazione, composto tra I e IV secolo, allo splendore dello Zohar, dalle comunità ebraiche del XII secolo tra Spagna e Provenza alla scuola di Safed, in Galilea, dai movimenti messianici del XVIII secolo ai saggi eruditi otto e novecenteschi: la storia della Kabbalah diventa in queste pagine avvolgenti una narrazione alternativa della storia dell'ebraismo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'Europa senza ebrei. L'antisemitismo e il tradimento dell'Occidente"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Giulio Meotti
Pagine: 180
Ean: 9788833531014
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Ebrei uccisi o costretti a lasciare la Francia, zone in cui non sono «graditi» in Germania, simboli ebraici che scompaiono in Olanda e in Belgio, bombe molotov contro le scuole ebraiche in Svezia... È la triste realtà di un antisemitismo che è tornato a infuriare, frutto dell'islamizzazione e di altri estremismi nati dall'odio che serpeggia nel Vecchio Continente. Gli ebrei hanno ancora un futuro in quell'Europa che tanto deve loro, ma che fu anche teatro della Shoah? Giulio Meotti ha cercato di rispondere a questo interrogativo realizzando un'inchiesta in cui alla cronaca si affiancano interviste esclusive allo storico Georges Bensoussan, al fondatore dell'Ufficio di vigilanza contro l'antisemitismo di Parigi Sammy Ghozlan, allo scrittore olandese Leon de Winter, al sociologo Danny Trom, al semiologo Ugo Volli, all'attivista svedese Annika Hernroth-Rothstein, alla studiosa tedesca Elvira Groezinger e altri. Una cosa è certa: senza gli ebrei, l'Europa che conosciamo sarà finita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Maria Lazzari"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Zanella Patrizio
Pagine: 128
Ean: 9788825051025
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Maria Lazzari (1903-1945), una donna ai più sconosciuta per non dire ignota. La sua morte in un campo di concentramento, la separazione dal marito, la dispersione dei familiari... tutto ha contribuito affinché della sua vita rimanesse ben poco. Eppure è stata inserita dal Comune di Padova nel "Giardino dei giusti" per aver nascosto ebrei nella sua abitazione quando erano in vigore le Leggi razziali. Non era dotata di particolare coraggio. Non ha lasciato scritti edificanti per i posteri. Cresciuta all'interno di una famiglia antifascista, a un certo punto ha agito d'istinto, sentendo che comportarsi in quel modo era giusto, senza preoccuparsi delle gravi conseguenze a cui stava andando incontro. Ora ne sappiamo qualcosa di più.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cristiani e musulmani"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Pierpaolo Conti
Pagine: 256
Ean: 9788825050103
Prezzo: € 19.00

Descrizione:

Il mondo sì è fermato; dai grandi progetti e dalle luminose speranze siamo passati a un clima cupo di incertezze, di paure e di chiusure. Il presente è così pesante e complicato che non abbiamo più né sogni né idee. Il cristianesimo fatica a uscire dalla forma di cristianità sociale; l'Islam vive una difficile stagione, ed è tentato di tornare indietro e di chiudersi alle sfide della modernità; non se la cava meglio il pensiero moderno, né l'economia, e tantomeno il governo politico del mondo. Eppure proprio questa situazione contiene opportunità inedite, che possono aprire davvero a modalità nuove, a percorsi inesplorati, a un futuro migliore. Siamo tutti chiamati a partecipare alla costruzione di un mondo più fraterno e più unito: una grande famiglia di popoli, di culture e di religioni, una società capace di dialogo e di positiva convivenza. Questo futuro è possibile, se scegliamo di aprirci agli altri, nel dialogo, nel rispetto, nell'impegno a costruire insieme la giustizia e il bene per tutti. Cristianesimo e Islam possono partecipare e dire la loro in questa grande avventura.

Destinatari
Tutti e in particolar modo chi è interessato al dialogo intereligioso.

Autore
Pierpaolo CONTI (1951), sacerdote diocesano, ha studiato teologia a Roma, Bologna e infine a Milano, dove ha ottenuto la licenza in teologia fondamentale. Ordinato sacerdote nel 1975, ha svolto servizio in diverse parrocchie. Attualmente è parroco e docente di storia dell’Islam nell’ISSR di Rimini. Ha pubblicato Cantate al Signore un canto nuovo. Cristiani e musulmani in dialogo nella società moderna (Rimini 2016).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Salvare insieme il creato. Cristiani e Musulmani un dialogo in cammino."
Editore:
Autore: Renata Bedendo , Michael L. Fitzgerald
Pagine: 112
Ean: 9788869294891
Prezzo: € 11.00

Descrizione:Il mondo islamico non è un monolite, ma è molto variegato sia dal punto di vista politico che religioso. Nonostante le numerose differenze, esiste però un fattore identitario e comunitario molto forte, costituito dalla Umma musulmana. In queste pagine, dopo una panoramica sulla situazione geografica attuale della presenza dell'islam, si analizza l'origine storica delle diversità confessionali dei musulmani con un focus particolare sullo sciismo e si approfondiscono alcuni documenti che hanno iniziato la storia e il cammino del dialogo tra cristiani e musulmani, da Nostra aetate a Laudato si'. Inoltre, vengono prese in esame la Dichiarazione islamica sul cambiamento climatico e le nuove prospettive di dialogo aperte dal viaggio di papa Francesco negli Emirati Arabi Uniti, con una riflessione sul Documento sulla Fratellanza Umana per la Pace mondiale e la Convivenza umana. Come ha detto il grande islamologo Louis Massignon: «Esiste un popolo che nessuno veramente ama, perché nessuno veramente conosce, e che nessuno veramente conosce, perché nessuno veramente ama, e questo popolo è il popolo musulmano». Uno strumento utile per tutti coloro che desiderano approfondire il dialogo con i nostri fratelli musulmani.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU