Libreria cattolica

Libri - Altre Religioni



Titolo: "«Questo ascensore è vietato agli ebrei»"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Olga Focherini
Pagine: 144
Ean: 9788810558324
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Negli ultimi anni della seconda guerra mondiale, una rete clandestina di soccorso opera in provincia di Modena per aiutare gli ebrei perseguitati dal nazismo. Ne fanno parte uomini di diversa fede politica e religiosa, che non esitano a mettere a repentaglio la loro vita per salvare centinaia di persone altrimenti destinate alla morte nei campi di concentramento.Odoardo Focherini (1909-1944) è uno di questi: giornalista cattolico, padre di sette figli, viene arrestato, deportato e troverà la morte nel campo di lavoro di Hersbruck. Insignito della medaglia di Giusto fra le nazioni dallo Stato d'Israele e della medaglia d'oro al merito civile dalla Repubblica italiana, beatificato dalla Chiesa cattolica nel 2013, Focherini viene raccontato in questo libro dalla figlia primogenita Olga, che per anni ha conservato e promosso la memoria paterna. Una testimonianza in presa diretta che intreccia storia e ricordi sullo sfondo di uno dei periodi più bui del ventesimo secolo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Giainisti e Sikh"
Editore: EMI Editrice Missionaria Italiana
Autore: Gianpaolo Anderlini
Pagine: 160
Ean: 9788830721951
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Presentazione competente, e alla portata di tutti, didue religioni indiane minoritarie ed «eretiche». Il giainismo,«religione "atea" antica quanto il mondo», èscarsamente conosciuto fuori dell'India. Il sikhismo? più familiare a motivo dei flussi migratori (vedasi ilcaso Novellara) ? è permeato da una profonda spiritualitàe riconosce in Dio l'unico creatore e signore.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Opera omnia vol.12"
Editore: Jaca Book
Autore: Julien Ries
Pagine: XXX-373
Ean: 9788816412712
Prezzo: € 38.00

Descrizione:

Con questo volume, come dice la nota editoriale che l'accompagna, "ci troviamo di fronte a una delle più classiche aperture di un cassetto da tempo rimasto chiuso. Questo è potuto capitare anche a uno studioso come Ries, che aveva un archivio formidabile, oggi Archivio Ries per l'antropologia simbolica presso l'Università Cattolica di Milano". Tra il 2009 e il 2010, nel preparare la prolusione per la Laurea Honoris Causa che l'Ateneo milanese gli avrebbe conferito di lì a pochi mesi, il caposcuola dell'Antropologia religiosa fondamentale rinvenne alcuni suoi scritti interessantissimi, in buona parte inediti benché datati. La nomina a cardinale, che seguì nel 2012, rese impossibile per Ries (scomparso nel 2013) terminare la revisione di quelle carte. Tuttavia, in esse ritroviamo, come nell'intera sua Opera Omnia in corso di pubblicazione presso Jaca Book, il senso del Sacro e le sue costanti (Mito, Simbolo e Rito), oltre ai suoi commenti, che si rivelano sempre dei flash di lettura straordinari.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Percorsi di spiritualità"
Editore: Urbaniana University Press
Autore: Piero Stefani, Valentino Cottini, Benedict Kanakappally, Carmelo Dotolo
Pagine: 162
Ean: 9788840160276
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Il percorso di lettura che viene proposto nel volume si articola in tre parti. La prima, Le grandi religioni monoteiste, comprende due contributi, rivolti rispettivamente alla spiritualità ebraica e a quella musulmana. La seconda parte, Alcune esperienze contestuali, è dedicata alle religioni tradizionali africane, al mondo indù e a un'esperienza di spiritualità occidentale. La terza e ultima parte, Dalla fenomenologia alla riflessione teorica, prende il via dall'idea che la spiritualità è sempre in rapporto alla vita e alle concezioni del mondo, oltre che in dialogo con la cultura, proponendo alcuni momenti di riflessione: sulla creazione di identità progettuali aperte; sulla spiritualità della vita conviviale; sulla trasformazione della storia umana in storia di liberazione e riconciliazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il silenzio di Abram"
Editore: Laterza
Autore: Marcello Kalowski
Pagine: VIII-154
Ean: 9788858116999
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

Ogni volta che posso chiedo a mio padre di parlarmi di Lodz, della sua famiglia, di Auschwitz. Nel farlo sollevo automaticamente la manica della sua camicia, mettendo a nudo il numero tatuato sul suo braccio. Mentre mi parla continuo a fissare quel numero che diventa uno schermo capace di trasformare istantaneamente le sue parole in immagini. Le poche cose che mi racconta, della sua infanzia felice, dell'abbrutimento nel ghetto che aveva prosciugato persino le lacrime che sarebbe stato giusto versare per la morte del padre, dell'ultimo sguardo rivoltogli dalla madre, degli incubi che popolavano le notti ad Auschwitz, me le dice sorridendo. Per i pochi che sono riusciti ad uscirne vivi, e sicuramente per mio padre, dopo Auschwitz è iniziata un'altra esistenza che in nessun caso è riuscita a costruire un ponte sospeso che li collegasse alla vita precedente. Sono io che debbo costruire quel ponte, perché la sua esistenza, subita e vissuta con coraggio, e le contraddizioni, le incertezze, le angosce, le sue debolezze acquistino il senso e la dignità che meritano.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La via semplice di Chuang Tzu"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Thomas Merton
Pagine: 224
Ean: 9788831545563
Prezzo: € 13.00

Descrizione:

Il testo raccoglie una sessantina di brani di Chuang Tzu. La sua opera in trentatré capitoli ha lo stesso nome. I brevi passi sono racconti, aneddoti, dialoghi, piccoli insegnamenti ricchi di arguzia, di paradosso, di provocazione e in quanto tali sono capaci di penetrare la realtà più profonda dell'essere. I brani non sono una semplice traduzione o una fedele riproduzione dei testi cinesi (Merton non aveva una conoscenza approfondita della lingua e della scrittura cinese, e si servì anche di traduzioni occidentali), ma costituiscono una «rilettura interpretativa», come li definisce Merton, dopo cinque anni di studio, annotazioni e meditazioni. Inoltre Merton ha scritto un breve Avviso ai lettori in cui spiega il suo interesse per Chuang Tzu e una più ampia Introduzione sul significato del taoismo nel mondo occidentale e del pensiero di Chuang Tzu.

PREFAZIONE

La luce della lanterna silenziosa

Narra un'antica storia cinese che un giorno il sole si frantumò in innumerevoli pezzi, lasciando il mondo nelle tenebre e nella desolazione. Un monaco, con inesauribile pazienza, si mise in cerca delle flebili luci di quei frammenti per anni e anni, fino a ricomporre il sole perduto. È la stessa ricerca interiore che ciascuno di noi compie fra le ombre della propria esistenza.

Uno di quei frammenti di luce è il libro nato dalle meditazioni e dallo studio di Thomas Merton sul Chuang Tzu, importante testo del pensiero cinese e della tradizione taoista. Lo si potrebbe definire un incontro spirituale tra Asia e Occidente attraverso i secoli ed è significativo ripubblicarlo, a cinquant'anni dalla sua prima edizione e nel centenario della nascita del suo autore, per riscoprire una delle grandi personalità spirituali della nostra epoca. In una Lettera sulla vita contemplativa del 1967, Merton si descrive come un esploratore, cerca, dell'inquietudine è il più adatto a descrivere questa figura unica ed eclettica. Monaco trappista, scrittore,poeta, pioniere del dialogo interreligioso, pacifista: Merton sembra inesauribile e inafferrabile, come testimonia la sua enorme produzione letteraria. Ma dove tendeva il suo itinerario?

« Il nostro vero viaggio è un viaggio interiore: è un impegno di crescita, di approfondimento, e un abbandonarci sempre più all'azione creativa dell'amore e della grazia nei nostri cuori ». Sono parole rivolte agli amici nel settembre 1968, alla vigilia di un viaggio in Asia, dopo ventisette anni trascorsi nell'Abbazia di Gethsemani (Kentucky). Sarebbe morto incidentalmente nel mese di dicembre a Bangkok. La sua vocazione monastica era maturata dopo una giovinezza non facile che si era dipanata tra Francia, Inghilterra e Stati Uniti. Merton era un uomo di grandi qualità intellettuali e artistiche, ma anche tormentato per le sue tragedie personali (la morte dei genitori e del fratello) e per i suoi errori. Cercava Dio e in Dio la pace, la verità, l'autenticità di sé e dell'esistenza.

In monastero la sua esplorazione spirituale, tensione verso l'essenzialità, non s'interruppe: praticò l'esperienza eremitica e si accostò ad altre tradizioni, intessendo relazioni con studiosi e uomini di fede.

La ricerca di Merton non era individualistica; nella solitudine e nella contemplazione sperimentò un'unione con i suoi contemporanei che lo coinvolse in questioni come il disarmo nucleare e il movimento per i diritti civili. La scrittura era il modo di rendere altri partecipi delle sue scoperte.

E di questa ricerca condivisa fa parte il lavoro sul Chuang Tzu, intrapreso tra il 1961 e il 1965, che è parziale, imperfetto, eppure affascinante e prezioso. Il libro è composto da parabole, favole, dialoghi o singoli insegnamenti estratti dai testi originali, i quali sono molto più lunghi, per sintetizzarne il pensiero. Per esempio il primo, « L'albero inutile », traduce circa sette righe sulle cinquanta che compongono il capitolo iniziale. I titoli sono di Merton che li ha ricavati da frasi o metafore.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un clarinetto nel Lager"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Aldo Valerio Cacco, Patrizio Zanella
Pagine: 200
Ean: 9788825029734
Prezzo: € 18.00

Descrizione:

Come molti soldati italiani, anche Aldo Valerio Cacco dopo l'8 settembre 1943 rifiutò di aderire alla Repubblica di Salò. Venne deportato in Germania, prima nel Lager Fürstenberg am Oder poi a Mittelbau-Dora (1943-1945). Molti soldati trovarono la morte per le terribili condizioni di prigionia, altri si inventarono mille modi per restare in vita: Aldo Valerio Cacco suonava il clarinetto. Al momento della cattura aveva solo diciannove anni e teneva sottobraccio il suo strumento musicale: fu la sua «risorsa» che gli permise di sopravvivere alla terribile esperienza dei Lager nazisti. Queste pagine raccolgono il suo intenso e struggente diario scritto durante la prigionia, insieme a un puntuale e dettagliato commento storico sugli IMI (Internati Militari Italiani), per comprendere ciò che la storiografia italiana ha dimenticato a lungo.

PREMESSA ALLA SECONDA EDIZIONE

Sono sostanzialmente quattro le ragioni che giustificano la presente edizione rivista e ampliata rispetto a quella del 2009.

La prima. Se i testi relativi al Diario sono rimasti gli stessi, nel raccontare la sua odissea di deportato in molte città italiane sono emersi, dalla memoria di Aldo Valerio Cacco, ricordi, sfumature e approfondimenti inediti che arricchiscono e integrano il suo vissuto di deportato.

La seconda. Nella prima edizione, l’eccidio di Guben era appena accennato. Il libro è stato letto da una donna che porta il nome di un’ebrea eliminata nei pressi del Lager. Al momento della nascita il padre, internato a Fúrstenberg, scelse volutamente il nome ebraico Myriam per ricordarne la memoria. I nuovi elementi acquisiti, anche di parte tedesca, confermano nei dettagli la brutalità dell’esecuzione operata dai nazisti.

La terza. Alla presente edizione sono stati aggiunti altri capitoli – gli ultimi due – che mettono in evidenza l’impatto del clarinetto in chi ha potuto ascoltare le sue note musicali unite alla testimonianza di Valerio Cacco. Nei teatri e nelle scuole lo strumento commuove e regala emozioni stemperate soltanto dagli applausi.

La quarta. La notorietà del nostro testimone è cresciuta, ma l’uomo è rimasto lo stesso. Fra i tanti encomi riscossi, quello del presidente Giorgio Napolitano che nel frattempo lo ha insignito del titolo di «Cavaliere della Repubblica» e gli ha riconosciuto la Medaglia d’onore di prigioniero IMI internato in Germania. Superati i novant’anni, Cacco continua a suonare il suo «piffero» facendo riflettere studenti e adulti avidi di sapere, conoscere e sentire da vicino la sua parola.

In questi cinque anni numerose sono state le testimonianze di persone che hanno voluto conoscere da vicino il Valerio. Una fra le tante ci sembra possa costituire una sintesi efficace: «Avevo due motivazioni per leggere questo libro. Una dovuta al fatto che amo questo strumento musicale (e lo sto pure studiando!), l’altra che anche mio padre, ora 89enne, ha vissuto pure lui l’esperienza della deportazione in Germania. Il libro ha risposto alle mie attese; molto ben fatte anche le parti “storiche” che ben descrivono il contesto in cui si svolse la tragica esperienza del Sig. Valerio descritta nel suo diario. L’ho letto tutto d’un fiato e l’ho già dato a mio padre, che lo sta “divorando” e che diverrà sicuramente occasione per ennesimi racconti su quella tragica epoca ormai lontana, la cui memoria è bene tenere quanto più viva possibile per riconoscere ed evitare in tempo tragedie analoghe (Artemio Morani, 22 febbraio 2010)». Sono righe che da sole giustificano questo secondo sforzo editoriale. Alle Edizioni Messaggero Padova il ringraziamento per la lungimiranza e la disponibilità a prestare ancora una volta i tipi che servono a far conoscere quello che disse un giovane studente dopo averlo conosciuto: «Un uomo vero!».

 

INTRODUZIONE ALLA PRIMA EDIZIONE

Dopo l’8 settembre 1943 molti soldati italiani rifiutarono di aderire alla Repubblica di Salò. Deportati in Germania, molti di loro trovarono la morte per le terribili condizioni di prigionia, altri si inventarono le risorse per sopravvivere. La «risorsa» di Aldo Valerio Cacco fu un clarinetto, che i tedeschi non gli tolsero mai perché anche a loro piaceva sentirlo suonare.

Al momento della deportazione Aldo Cacco, da tutti conosciuto come «Valerio», aveva solo diciannove anni, la musica se la portava già nel sangue per motivi familiari. Riesce a tenere con sé nascosta nel sottofondo dell’astuccio del clarinetto la sua agenda, dove riporta le tappe più salienti della prigionia. Catturato il 9 settembre 1943, farà ritorno in patria l’1 agosto 1945 dopo essere stato «ospite» in due Lager: Fürstenberg am Oder e MittelbauDora, nelle gallerie della morte, a Nordhausen in Turingia.

Il testo racconta due anni di vita di Valerio Cacco «schiavo di Hitler», internato numero 307569, tramite gli appunti di un uomo che scelse di non tradire la propria coscienza per rimanere fedele al giuramento di servire il Re e la Patria. Collaborare con il Terzo Reich o aderire a Salò avrebbe garantito migliori condizioni di vita, ma ben pochi prigionieri accettarono il ricatto, e Cacco fu tra questi assieme a tanti altri.

In queste pagine è possibile ripercorrere inoltre l’odissea degli oltre 600 mila soldati costretti al lavoro forzato nei vari Lager in Germania per sostituire i tedeschi chiamati alle armi nel disperato tentativo di risollevare le sorti ormai segnate del conflitto. Nel giro di poche settimane, i soldati italiani (ritenuti traditori), finirono con l’occupare l’ultimo gradino della gerarchia sociale. Privi di ogni garanzia giuridica e sottoposti a continue minacce e maltrattamenti, i militari italiani combatterono nei campi di concentramento una lunga, rischiosa, dolorosa e snervante battaglia «riportando alla fine una vittoria morale e politica che non ha precedenti nella storia militare».

Nel portare alla luce questo diario-documento mi sono limitato a pochissimi interventi di correzione per rendere comprensibile il testo. Nel suo insieme ho voluto rispettare la sintassi dello scritto – anche se talvolta può sembrare a svantaggio dello stile – perché riflette l’uomo che ancora oggi (per chi lo conosce) così si esprime e comunica, cioè con frasi dal sapore aforistico, ricche di sapienza, secche e immediate, senza interlocuzioni o subordinate. Da queste pagine emerge il valore di una testimonianza che si aggiunge a quella di tanti altri internati. Dopo la liberazione non si vollero ascoltare, e oggi – come ha scritto Tadeusz Borowski sopravvissuto al Lager di Auschwitz – «noi non possiamo permetterci il lusso di dimenticare».

 

RINGRAZIAMENTI

Ogni ricerca storica non è mai il risultato di una persona sola. Sento pertanto il dovere di ringraziare: la Biblioteca nazionale di Lipsia, il direttore dell’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea di Cuneo, e altre persone disponibili a chiarire ogni dubbio connesso alla lingua tedesca: la famiglia Kirsch: Walter, Agnes, Ralf; Johannes Wiedenhóver e Manfred Schmitz di Leverkusen. La pubblicazione delle foto del Lager di Fürstenberg sono state possibili grazie al signor Friedrich Veitl responsabile editoriale della casa editrice Metropol Verlag di Berlino al quale indirizzo la mia gratitudine. A Myriam Oggioni un grazie riconoscente per le nuove informazioni acquisite sull’eccidio delle donne ebree di Guben. A «Valerio» l’abbraccio più forte per essersi fidato della mia proposta di pubblicare i suoi Appunti e aver riletto pagine che fanno soffrire perché appartengono a un vissuto fatto di violenza e morte (le note virgolettate sono sue aggiunte).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pregare, un'esperienza umana"
Editore: Vita e Pensiero
Autore: Franco La Cecla, Lucetta Scaraffia
Pagine: 216
Ean: 9788834329566
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Un filo rosso collega le pratiche di preghiera in varie parti del mondo e attraversa fedi e religioni diverse. Questo filo rosso è il rosario. Strumento tra i più antichi dell'umanità, si trova tra le mani dei fedeli cristiani - cattolici, copti, ortodossi, siriaco-caldei - come di quelli islamici, dal Marocco all'Indonesia, dai sufi di Istanbul fino alle lontane isole di Giava e Sulawesi. Scandisce i mantra del mondo buddista da Lhasa ad Hanoi e a Tokyo. Unisce l'induismo indiano a quello praticato a Bali. Questa ricorrenza così puntuale ci dice una cosa interessante: quando la gente prega, lo fa in un modo che è molto simile nelle pratiche, anche se può essere differentissimo nei contenuti. La preghiera può assumere i connotati dell'ascesi, per liberarsi dei condizionamenti mentali e fisici e focalizzarsi sul proprio centro interiore, o esprimere la richiesta della grazia del Dio cui si rivolge, o ancora dar voce alla lode attraverso l'elencazione dei molteplici nomi divini. Ma sempre, in questa varietà di intenzioni, chi ripete una formula, una preghiera, una lode, specialmente se aiutato dal cerchio del rosario, intraprende una sorta di pellegrinaggio. Un pellegrinaggio compiuto da fermi, con l'intensità e la forza di chi bussa più e più volte alla porta di Dio. Questo libro, ricco di foto, segue il filo rosso del rosario attraversando i mondi e i modi della preghiera quale esperienza umana tra le più intime e necessarie.E nel farlo ci mostra una verità tanto abbagliante quanto dimenticata nel nostro mondo preoccupato dai conflitti religiosi, ma anche prigioniero di una laicità miope: che la gente prega, e lo fa perché cerca Dio nella vita di ogni giorno e perché i fatti della vita devono essere investiti da un senso. Nella voce e nel silenzio, nella perfetta immobilità e nel vortice della danza, con la comunità e da soli, gli uomini esprimono nella preghiera un'arte quotidiana del vivere, che genera una risonanza tra chi prega, per cui gli oranti di religioni e convinzioni diverse si riconoscono e si comprendono.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Guida (politicamente scorretta) all'Islam e alle crociate"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Robert Spencer
Pagine: 336
Ean: 9788867083145
Prezzo: € 25.00

Descrizione:«Nessun problema può essere risolto senza identificarne l'origine. [...] Perché i progetti dell'Isla?m moderato si realizzino?è indispensabile identificare gli elementi che in questa religione conducono alla violenza e al terrorismo, e fare di tutto per modificarne la ricezione.» Robert Spencer«Provocatorio e irriverente,?Robert Spencer attacca con grande erudizione?i tabù imposti dai fautori del politically correct. Un testo audace e stimolante, foriero di verità che non possiamo più ignorare.» Bat Ye'or«L'odierno jiha?d, come illustrato dall'Autore, procede su due fronti: uno è quello della violenza e del terrore, l'altro fa leva sulla vergogna e sulla riscrittura della storia. Revisionismo a cui Spencer fornisce una replica travolgente - insieme a un appello per la difesa dell'Occidente, prima che sia troppo tardi.»?Ibn Warraq«Sbarazzandosi del mito politicamente corretto di un Isla?m tollerantee pacifico brutalizzato dai diabolici crociati cristiani, Robert Spencer lascia chein questo notevole, coinvolgente testo i fatti della Storia parlino da sé.» Bruce S. Thornton«Per vincere la guerra al terrore dobbiamo capire i nostri nemici. Coraggioso e instancabile, Robert Spencer demolisce i miti e rivela aspetti dei jihadisti che nessun altro vi racconterà.»?Michelle Malkin

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il coraggio della pace"
Editore: Terra Santa
Autore: Pierbattista Pizzaballa, Michael Anthony Perry
Pagine: 48
Ean: 9788862403238
Prezzo: € 4.90

Descrizione:Due testi che si intrecciano, in un continuo richiamo al carisma francescano e allo "spirito di Assisi", per riaffermare l'impegno dei figli di san Francesco nel campo della pace e del dialogo tra le religioni. Fra Pierbattista Pizzaballa svela particolari inediti e retroscena dell'invocazione per la pace tenutasi in Vaticano l'8 giugno 2014. E insiste sul valore della preghiera: "La preghiera non produce; la preghiera genera. Non sostituisce l'opera dell'uomo, ma la illumina. Non esonera dal percorso, ma lo indica". Fra Michael A. Perry riflette sul dialogo tra le fedi come strada privilegiata per la pace. Partendo dalla propria esperienza, traccia alcune linee guida e mette al primo posto l'impegno per un lavoro comune e condiviso, purificato dal desiderio tipicamente umano di controllare e "possedere" tutto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Auschwitz e la Croce"
Editore: OCD
Autore:
Pagine: 32
Ean: 9788872295960
Prezzo: € 6.00

Descrizione:Ci sono momenti nella storia in cui il male è dilagante: non è soltanto un gesto isolato, ma un modo di dominare su razze e nazioni. Roberto Guarneri affronta per i più piccoli la scottante questione del male chiamato nazismo, filtrandolo attraverso la delicata arte del racconto e la storia di due ebrei che ad Auschwitz hanno unito il loro destino alla Croce di Cristo: Edith Stein e Massimiliano Kolbe.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'ora blu delle fiabe"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Ilse Weber Herlinger
Pagine: 160
Ean: 9788831544696
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

Il libro raccoglie 20 fiabe ebraiche, pubblicate nel 1929 in Cecoslovacchia, quando l'autrice, Ilse Herlinger era una giovane promessa della letteratura dell'infanzia degli anni Venti.Quando, l'8 febbraio 1942 viene deportata a Theresienstadt, Ilse, nella certezza di poter essere di aiuto nel ghetto, si presenta subito come infermiera e assume la direzione del reparto riservato ai bambini malati, assistendoli come fossero suoi figli.Pensava sempre a come poter offrire ai suoi assistiti un motivo di gioia, come nell'ora blu delle fiabe, un momento tanto atteso dai bambini, prima di prendere sonno, quando Ilse cercava di ricreare in un ambiente di quotidiano orrore, il calore e l'ordine di una casa per sempre perduta.In un universo, in cui i piccoli ebrei di Theresienstadt sono costretti a una convivenza forzata con la morte, la voce di zia Ilse - come la chiamavano - ferma il tempo e li accompagna in luoghi d'incanto.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Perché non sono eretico"
Editore: EMI Editrice Missionaria Italiana
Autore: Jacques Dupuis
Pagine: 224
Ean: 9788830722286
Prezzo: € 17.00

Descrizione:

«Se avessi detto, voluto dire o creduto quello che loro mi attribuiscono, sarei davvero un eretico. Ma non l'ho fatto». Così si esprime in queste pagine Jacques Dupuis, il gesuita e teologo famoso per la sua pionieristica «teologia del pluralismo religioso». Una posizione che, a cavallo dell'anno 2000, gli costò le critiche e l'indagine della Congregazione per la dottrina della fede, presieduta dall'allora cardinal Joseph Ratzinger. Per la prima volta viene qui presentata al lettore l'autodifesa di Dupuis - molto stimato nella Compagnia di Gesù - di fronte all'ex Sant'Uffizio: un'apologia di sé e del proprio lavoro di ricercatore, che Dupuis considerò sempre e solo «cattolico», nel senso di «universale».



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "E Dio sorrise"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore:
Pagine: 112
Ean: 9788837228019
Prezzo: € 11.00

Descrizione:

Nella Bibbia ricorrono numerose le immagini di Dio: ha occhi per guardare, orecchi per ascoltare, bocca per parlare e, come ci ricorda questo libro, per sorridere. Anzi, Paolo De Benedetti nella Prefazione afferma che, in quanto Dio è amore, il suo rapporto con gli uomini è legato soprattutto alle sue labbra che sorridono. Se la storia della salvezza parte dal riso di Sara di fronte alla promessa divina, a lei sterile e anziana, di una sterminata discendenza, la Bibbia - e in particolare la Bibbia ebraica - non manca di humour, emerso dalla recente attenzione alle sue dimensioni letterarie. Ma l'origine dell'umorismo che caratterizza l'animo ebraico è da rintracciarsi nella tradizione orale della Torah e nelle procedure della letteratura talmudica con le sue serie di domande e risposte destinate a sfociare in altre domande e i suoi aneddoti spesso paradossali e irrealistici. Un'ironia biblico-teologica, dissacrante ma mai in antagonismo alla fede, si ritrova anche nella tradizione popolare americana: innumerevoli film, fumetti e cartoni sono l'espressione di una libertà nella religione di cui l'umorismo è parte essenziale.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Visti di uscita e biglietti di entrata"
Editore: Giuntina
Autore: Zygmunt Bauman
Pagine: 79
Ean: 9788880575658
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Dal Settecento, in Europa, agli ebrei si chiede di assimilarsi. In cambio si promette loro l'eguaglianza. Due secoli dopo quella parabola finirà con milioni di morti. In mezzo, come racconta Bauman, il percorso è stato accidentato: quanto più gli ebrei vanno in cerca dell'assimilazione, tanto più la diffidenza nei loro confronti cresce. Zygmunt Bauman, in questo suo testo del 1988, analizza i meccanismi culturali che stanno dietro alle richieste che le società nazionali europee, soprattutto quella tedesca, hanno rivolto agli ebrei tra Ottocento e Novecento per accoglierli, ma senza mai rimuovere le proprie diffidenze. La conseguenza fu che ancora prima dello sterminio anche i volenterosi che aspiravano all'assimilazione si trovarono in una "terra di nessuno", sospesi nel niente. Spesso furono i primi a cadere.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' invenzione marrana"
Editore: Giuntina
Autore: Elia Boccara
Pagine: 130
Ean: 9788880575689
Prezzo: € 14.00

Descrizione:

In Spagna l'ondata persecutoria antiebraica del 1391, con le sue successive propaggini, provocò un susseguirsi di conversioni, quasi sempre insincere. La cacciata degli ebrei del 1492 provocò da una parte una grande fuga dal paese e dall'altra una nuova messe di conversioni da parte di coloro che non si sentivano attrezzati per una partenza verso l'ignoto. In Portogallo, nel 1497, la scelta fra esilio e conversione fu resa impossibile e il battesimo fu impartito a forza a tutti gli ebrei. Nacque così in tutta l'Iberia l'avventura marrana, variamente vissuta a seconda dei casi e dei luoghi, comunque foriera di nuovi atteggiamenti religiosi segreti, spesso vere e proprie invenzioni. Questo vale per i conversos rimasti nelle rispettive patrie iberiche, che le stesse istituzioni distinguevano ufficialmente, anche dopo varie generazioni, come nuovi-cristiani, considerati inferiori rispetto ai vetero-cristiani e bollati in quanto ritenuti portatori di un sangue impuro. Ma in modi diversi, e non uniformi, il fenomeno marranico si manifestava ancora tra coloro che, dopo varie generazioni di conversione forzata, fuggivano nelle Terre di Libertà, dove era possibile la pratica dell'ebraismo. Questo libro è una somma di vari saggi recentemente pubblicati in alcune riviste, opportunamente riordinati ed aggiornati, in modo di dare, anche a un grande pubblico, un assaggio di quel grande fenomeno culturale che è il marranesimo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Islam e integrazione in Italia"
Editore: Marsilio
Autore:
Pagine: 221
Ean: 9788831718493
Prezzo: € 22.00

Descrizione:

Il testo prende vita dall'esperienza del corso "Nuove presenze religiose in Italia". Un percorso di integrazione, promosso dal Forum internazionale democrazia e religioni (FIDR) con il patrocinio del Ministero dell'interno nel triennio 2010-2013: iniziativa di formazione per esponenti dell'associazionismo islamico, tra cui guide religiose, organizzata in Italia. Viene pubblicata, in questo volume, la bozza dello statuto di associazioni religiose che gestiscono moschee e per la prima volta imam e presidenti di comunità islamiche di ogni orientamento affrontano, nel rispondere alle domande degli autori, temi quali il ruolo della donna e il rapporto fra islam e democrazia. Nel testo sono poi approfonditi argomenti quali le moschee e la formazione degli imam, il dialogo interreligioso e i matrimoni misti, le seconde generazioni e la cittadinanza, l'assistenza spirituale nelle carceri.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Oltre il muro"
Editore: Rizzoli
Autore: Spadaro Antonio, Abboud Omar, Skorka Abraham
Pagine: 203
Ean: 9788817078559
Prezzo: € 17.00

Descrizione:

In questo libro si parla di un abbraccio: quello che Papa Francesco, Omar Abboud e Abraham Skorka si sono scambiati davanti al Muro del Pianto di Gerusalemme durante il primo viaggio del Pontefice in Terra Santa. Un gesto spontaneo e genuino compiuto da amici che da sempre condividono un dialogo fecondo pur professando fedi differenti, testimoniando una modalità unica di vivere l'esperienza religiosa. Antonio Spadaro indaga le ragioni profonde che hanno ispirato il viaggio di Bergoglio e, attraverso lo sguardo inedito di un ebreo e un musulmano che il Papa ha voluto vicini, ripercorre i gesti e le parole di quei giorni, segnati in Medio Oriente da tensioni crescenti: la visita al Santo Sepolcro, alla Moschea della Cupola e alla Grotta della Natività, l'incontro con i bambini dei campi profughi palestinesi e l'omaggio alle vittime dell'Olocausto al memoriale di Yad Vashem. Fino all'invito rivolto ai leader di Israele e Palestina: "Venite a pregare a casa mia". Scegliendo quella dell'amicizia e dell'empatia come strada privilegiata, Francesco ha scardinato tutti gli schemi, mostrando al mondo come per conquistare la pace non bastino accordi politici o diplomatici ma occorra un cambio di mentalità radicale che porti a non veder più nell'altro un nemico. Perché "la vita è un cammino, un cammino lungo, ma un cammino che non si può percorrere da soli. Bisogna camminare con i fratelli alla presenza di Dio".



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ripensare il cristianesimo"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Eugene Korn
Pagine: 120
Ean: 9788810207109
Prezzo: € 11.00

Descrizione:Il testo tratta del rapporto tra ebrei e cristiani dal punto di vista ebraico. È la traduzione del saggio Rethinking Christianity. Rabbinic Positions and Possibilities costituente l'ottavo capitolo del volume Jewish Theology and World Religions, recentemente edito presso i tipi de The Littman Library Civilization, Oxford, UK - Portland.Nelle sue pagine il rabbino Korn illustra l'evolversi della riflessione rabbinica in relazione al cristianesimo dall'antichità ai giorni nostri, mettendo in evidenza, con chiarezza e puntualità, le difficoltà e le speranze inerenti al dialogo ebraico-cristiano. Il libro si divide essenzialmente in due parti. Nella prima l'autore fa una carrellata storica sulla posizione del cristianesimo nella teologia ebraica evidenziando la diversità di posizioni enunciate dai rabbini nel corso dei secoli: posizioni che vanno dalla completa apertura verso il cristianesimo al suo netto rifiuto. La conclusione è che l'atteggiamento di apertura o chiusura dipende non dalla posizione normativa/teologica ebraica, ma dalle condizioni economiche e sociali di volta in volta succedutesi nel tempo. La seconda parte tratta del rapporto tra ebrei e cristiani oggi, dopo l'Olocausto e il concilio Vaticano II. L'invito ai cristiani è di accettare il dialogo con gli ebrei cercando di capire, nel campo politico, l'importanza che ha per la loro esistenza lo Stato d'Israele dal cui riconoscimento e dalla cui accettazione non si può prescindere per un proficuo interscambio con gli ebrei.Per la prima volta in Italia appaiono con compiutezza, nella loro eterogeneità, riflessioni afferenti alla teologia rabbinica e alla normativa ebraica tradizionale (halakhah) a proposito dei rapporti tra ebrei e cristiani: una letteratura per lo più ignota al pubblico italiano, che chiunque si occupi di dialogo ebraico-cristiano dovrebbe conoscere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il diritto alla libertà religiosa"
Editore: Lateran University Press
Autore: Paolo Trianni
Pagine: 248
Ean: 9788846509819
Prezzo: € 23.00

Descrizione:La Dichiarazione conciliare Dignitatis humanae rappresenta uno dei testi più sofferti, ma anche più rivoluzionari e profetici, del Vaticano II. Con essa la Chiesa riconosce il diritto alla libertà religiosa additando un modello di convivenza civile tra le religioni, e tra le religioni e gli Stati, che ha valore universale. Ciascuna confessione di fede, infatti, è invitata a riconoscersi nelle sue indicazioni per la salvaguardia del valore comune della pace e della dignità umana. Il saggio ricostruisce la sua genesi testuale, ne individua le fonti e svolge un'analisi interpretativi dei suoi principali nodi teologici.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'esegesi veterotestamentaria e la liturgia"
Editore: Cittadella
Autore: Braulik Georg
Pagine: 300
Ean: 9788830813823
Prezzo: € 19.50

Descrizione:L'inedita relecture che Braulik offre del rapporto tra il salterio ebraico e la liturgia cristiana ci fa ripensare non solo la liturgia delle ore, ma anche i motivi biblici della celebrazione eucaristica nonchè la sacramentalità dell'Antica Alleanza. Con testo tedesco a fronte.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Interpretazioni giudaiche della «Storia di Noè»"
Editore: Urbaniana University Press
Autore: Giovanni Rizzi
Pagine: 288
Ean: 9788840150338
Prezzo: € 24.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il silenzio di Dio"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Roberta Sala
Pagine: 176
Ean: 9788821593444
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Lo chiamano "pluralismo- ed è un fatto incontestabile. Significa che siamo tutti diversi e che, di conseguenza, la nostra convivenza non è né semplice né scontata. Significa che se Dio parla a ciascuno di noi, sembra restare in silenzio di fronte alla comunità: ci lascia nel guado, intenti a fuggire da odio, disprezzo, prepotenza, violenza. Qual è, allora, la via d'uscita? «Quale che sia il nome di Dio, quali che siano i cieli sopra di noi o dentro di noi, quanto deboli o forti siano i doveri che si impongono alle nostre coscienze, tutte le decisioni sulla terra sono rimandate a noi, esseri terreni che devono cercare da sé la propria strada, sia quella da percorrere quotidianamente, verso i propri fini e confini, sia quella da percorrere per l'incontro con Dio, per chi ci crede, per chi lo cerca, per chi ce la fa». Nella nuova colla "Spiragli-, un testo che indaga i misteri delle convivenze umane, dal tema del pluralismo culturale, alla tolleranza, fino al rapporto tra le culture e a quello tra le diverse fedi e confessioni religiose. «Io penso che la tolleranza sia una cosa buona: è la virtù di chi accoglie pur disapprovando, di chi rispetta pur dissentendo, di chi distingue le persone dalle loro idee e perfino dalle loro condotte. È certamente una virtù difficile e controversa: ma cercherò di difenderla e spiegherò perché».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Una Chiesa per gli altri"
Editore: Cittadella
Autore: Iannone Francesco
Pagine: 272
Ean: 9788830813946
Prezzo: € 18.80

Descrizione:«Don Francesco Iannone prende lo spunto da un'ottima descrizione della teologia preconciliare e della ben nota tesi extra ecclesia nulla salus; esamina poi in un modo molto dettagliato ed illuminante le enunciazioni del Concilio, usando non solo i suoi atti, ma anche la documentazione ed i fondi disponibili relativi ai suoi protagonisti. Così, in una situazione in cui la generazione dei Padri conciliari si sta esaurendo e svaniscono le memorie immediate, lo studio ci offre un contributo molto prezioso per una informativa sui dibattiti conciliari, il loro fondo teologico e i loro risultati» (dalla Prefazione del card. W. Kasper).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Paolo dall'Oglio l'uomo del dialogo"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Guyonne De Montjou
Pagine: 224
Ean: 9788831545815
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Mar Musa, monastero dedicato a san Mosè l'Abissino, sorge in mezzo al deserto, in cima a una montagna scoscesa, nei pressi della cittadina di Nebek, in Siria.Abbandonato da due secoli, è stato restaurato grazie alla tenacia di un gesuita italiano, Paolo Dall'Oglio, che vi ha fondato una comunità monastica di rito siriaco.Mar Musa è luogo di accoglienza e di apertura, dedicato al dialogo islamo-cristiano.Qui, uomini e donne ritrovano l'esperienza millenaria del deserto: privazione, silenzio, lavoro e preghiera.Guyonne de Montjou ha incontrato Paolo Dall'Oglio a Mar Musa e ne ha raccolto la storia e la testimonianza, che ha poi raccontato in questo libro, in cui la parola di padre Paolo si alterna alle impressioni della giornalista.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU