Libreria cattolica

Libri - Altre Religioni



Titolo: "La lente focale"
Editore: La Meridiana
Autore: Otto Rosenberg
Pagine: 160
Ean: 9788861535220
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

Nel 1936, durante i giochi olimpici di Berlino, Hitler dichiarò che "la città va ripulita". Arrivarono subito anche per gli zingari, come per gli ebrei e gli omosessuali, i campi di concentramento. Otto Rosenberg era un sinto, unico sopravvissuto della sua famiglia. Dopo anni di silenzio, raccontò la sua storia e qualcuno la trascrisse. È l'unica testimonianza fino ad ora raccolta sullo sterminio degli zingari nei campi di concentramento.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Si può rappresentare Dio? Nel giudaismo, nel cristianesimo, nell'islam"
Editore: Elledici
Autore: Aa. Vv.
Pagine: 64
Ean: 9788801059298
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Nel dossier viene posta la questione della rappresentazione di Dio nell'arte. Perché alcune tradizioni rifiutano ogni rappresentazione divina e altre le incoraggiano? Si passano in rassegna la tradizione giudaica che propone risposte paradossali, il cristianesimo orientale che ha fatto dell'icona una teologia, il cristianesimo occidentale diviso tra cattolicesimo iconofilo e riformismo iconoclasta, la tradizione musulmana nelle sue differenze sunnite e sciite. Infine, la questione dell'arte contemporanea di fronte alla rappresentazione di Dio, con le sue interpretazioni e le sue provocazioni. Completano il numero le consuete rubriche di Studi Biblici e Bibbia e cultura.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Don Andrea Santoro"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Augusto D'Angelo
Pagine: 216
Ean: 9788821597282
Prezzo: € 14.00

Descrizione:La biografia di don Andrea Santoro, ucciso nella città turca settentrionale di Trabzon, l'antica Trebisonda, nel febbraio del 2006. Don Andrea venne ucciso nella chiesa parrocchiale di Santa Maria con un colpo di pistola da un sedicenne fuggito gridando: "Allah Akbar-. Il movente è rimasto sconosciuto. Don Andrea era impegnato da anni nel dialogo interreligioso; su di lui, sulla sua morte e su questo libro, Andrea Riccardi ha scritto nella Prefazione: « La morte di don Andrea Santoro getta luce su un'intera vita e spinge a interrogarsi su chi fosse questo personaggio. È un interrogativo che Augusto D'Angelo ha raccolto da storico, attento ai grandi problemi della vita religiosa contemporanea, capace di leggere il tessuto spirituale e umano di una vicenda».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "«Perché i doni e la chiamata di Dio sono irrevocabili» (Rm 11,29)"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Commissione per i rapporti religiosi con l'ebraismo
Pagine: 48
Ean: 9788810113547
Prezzo: € 2.80

Descrizione:

Riflessioni su questioni teologiche attinenti alle relazioni cattolico-ebraiche in occasione del 50° anniversario di Nostra aetate (n. 4)



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La pace è ogni respiro"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Nhat Hanh Thich
Pagine: 176
Ean: 9788867084456
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Le nostre giornate sono piene di impegni, di incontri, di attività, di divertimenti. Ma questo non ci rende felici, e neppure sereni. Lo sappiamo bene, anche se facciamo finta di niente e proseguiamo sulla stessa strada, stressati e sempre più invischiati nella routine quotidiana. Thich Nhat Hanh ha scritto questo libro pensando a noi. Ha condensato la sua filosofia profonda e universale in brevi capitoli, ciascuno dei quali è dedicato a un momento della nostra giornata, a un'incombenza anche minuta e magari involontaria (respirare, ad esempio), a un aspetto del nostro comportamento, a un sentimento: il risveglio mattutino, la pulizia personale, la colazione, il camminare, il lavoro, il mangiare, il tempo libero, la famiglia, la meditazione, l'amore, il pensiero di Dio? Ciascuna di queste azioni o situazioni è ugualmente importante e merita di essere vissuta fino in fondo attraverso la Piena Consapevolezza, e assaporata istante per istante anche grazie alla recitazione delle gathas, brevissime poesie da utilizzare come strumenti di concentrazione. La forza della saggezza distillata in queste pagine è tutta racchiusa nella semplicità delle parole scelte da Thich Nhat Hanh, strumenti formidabili che chiedono soltanto di essere usati giorno dopo giorno, anzi respiro dopo respiro, perché sia possibile sperimentare la pace interiore e la vera felicità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cristiani ed ebrei"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Simone Paganini, Jean-Pierre Sterck-Degueldre
Pagine: 200
Ean: 9788810604700
Prezzo: € 16.80

Descrizione:A cinquant'anni dalla dichiarazione conciliare Nostra Aetate la conoscenza dell'ebraismo è ancora relativamente inadeguata e molti «cristiani comuni» rischiano di restare ancorati a preconcetti che non rispondono più allo stato della ricerca sulla Bibbia ebraica o sul Gesù storico. Un certo «antigiudaismo», da distinguere dall'antisemitismo, è ancora oggi presente in molte comunità sia cattoliche che protestanti: non si tratta tanto di un dialogo interreligioso, spesso difficile, ma della sostanziale mancanza di conoscenza reciproca. Il volume, rivolto soprattutto a insegnanti e catechisti, si propone di colmare, almeno in parte, questa mancanza. Con un linguaggio semplice, discorsivo e comprensibile l'intento è offrire ai lettori le conoscenze di base alla luce della ricerca scientifica moderna e alcuni spunti concreti di didattica per trasferire le conoscenze ad alunni e studenti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Terrore e idiozia"
Editore: Mondadori
Autore: Cardini Franco; Montesano Marina
Pagine: 100
Ean: 9788804663126
Prezzo: € 17.00

Descrizione:

Venerdì 13 novembre i terroristi sono tornati a colpire Parigi e con gli attentati allo Stade de France, al Bataclan, ai bistrot, hanno mirato al cuore della civiltà europea. Dopo l'attacco a "Charlie Hebdo", siamo scesi nelle strade a difendere le nostre libertà e gridare la nostra indignazione; dopo la strage al Bataclan siamo scesi in guerra. Le forze di polizia e gli organi di sicurezza europei non sono riusciti ad arginare la sfida lanciata dal terrorismo islamico. Daesh, ISIS, Is, le definizioni cambiano, ma le bandiere nere del califfato continuano a svettare su un'ampia porzione del medioriente e a seminare morte e terrore in Europa. La Francia, e prima la Russia, hanno scelto ora dopo molte esitazioni del fronte occidentale di bombardare le posizioni dello stato islamico. Ma siamo sicuri che questa guerra si vinca con i bombardamenti a tappeto? L'Afghanistan con il ritorno dei talebani e l'ingovernabilità dell'Iraq sono un monito che l'Occidente dovrebbe tenere in seria considerazione. In "Terrore e idiozia" Franco Cardini e Marina Montesano riflettono su quali siano gli strumenti per affrontare questa guerra asimmetrica: "Le armi delle quali disponiamo sono le seguenti: intelligence, infiltrazione, informazione corretta, massima collaborazione tra musulmani e non musulmani contro il comune avversario terrorista, mantenimento della calma e svolgimento di una normale, serena vita civile nelle nostre città".



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Israele e i popoli"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Martin Buber
Pagine: 304
Ean: 9788837228392
Prezzo: € 25.00

Descrizione:

Pochi giorni prima che Hitler diventasse Cancelliere, Martin Buber, una delle figure più autorevoli dell'ebraismo tedesco, partecipò a un convegno insieme a relatori nazionalsocialisti, neo-nazionalisti e antisemiti, in cui discorso teologico e fede politica finirono fatalmente per sovrapporsi. L'incontro fu organizzato da Jakob Wilhelm Hauer, ordinario di Indologia all'Università di Tübingen, di lì a poche settimane non solo fervente sostenitore della dittatura, ma anche informatore dei servizi segreti di Himmler. La partecipazione di Buber al convegno e l'adesione di Hauer al nazismo diedero luogo a un significativo intreccio biografico.A distanza di ottant'anni riemergono dagli archivi documenti che permettono di ricostruire - anche grazie ad altri scritti coevi (come la disputa con il teologo cristiano Karl Ludwig Schmidt), carteggi inediti e fotografie d'epoca - un'intricata vicenda rimasta finora ignorata, e qui esposta al lettore italiano in anteprima mondiale. Una vicenda, non priva di contraddizioni e ambiguità, che pone in una nuova luce lo stesso essere e pensarsi ebreo di Buber, sulla base di una riflessione teologico-politica che nasce calandosi all'interno di un clima culturale, nella Germania fra le due Guerre, ostile all'integrazione ebraica nella nazione tedesca.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "SMSR. Vol. 81/2 (2015): Le saghe islandesi e la storiografia medievale europea"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore:
Pagine: 496
Ean: 9788837229399
Prezzo: € 35.00

Descrizione:

SOMMARIO SEZIONE MONOGRAFICA / THEME SECTION
Le saghe islandesi e la storiografia medievale europeaThe Icelandic sagas and the medieval European historiography - CARLA DEL ZOTTO, Presentazione- ANTONIO MARCHETTA, La storiografia latina alle soglie del Medioevo- LIDIA CAPO, Origini nordiche, migrazione, saghe in Paolo Diacono e oltre- HAKI ANTONSSON, The Lives of St Thomas Becket and Early Scandinavian Literature- JEFFREY TURCO, Il laccio di scarpa di Skarpheðinn, la scena-tipo, e la tipologia cristiana- BRYAN WESTON WYLY, From Legend to Cult Figure. Oddr Snorrason's Historicization of Óláfr Tryggvason- FRANCESCO D'ANGELO, «Mutatus est in alium virum». Il battesimo di Óláfr Haraldsson nelle saghe e nelle fonti latine- HALLDÍSÁRMANNSDÓTTIR, Quid Gerðr cum Christo?- CARLA DEL ZOTTO, Carlo Magno e san Giacomo tra agiografia e storia. La tradizione del Codex Calixtinus e il Codex Scardensis- SARAH BACCIANTI, Re Artù: il re "storico" delle Breta s?gur- ALESSIO PICCININI, La Þiðreks saga alla luce delle fonti anticheSAGGI/ESSAYS- CATERINA MORO, Mosè, Sargon e gli altri. Il racconto dell'eroe abbandonato alla nascita- EZIO ALBRILE, Espiazioni ermetiche. Un excursus sulla metempsicosi- SILVIA OMENETTO, Dio non ha passaporto. I gurdwara dal Punjab all'ItaliaTRADUZIONI / TRANSLATIONS- ZBIGNIEW MIKO?EJKO, Il dominio dell'impiccato. La lezione di MarsiaNOTE/NOTES- DAVIDE ERMACORA, Mircea Eliade e la realtà dei poteri paranormali. L'articolo del 1937MATERIALI/MATERIALS- MARIO GANDINI, Raffaele Pettazzoni nella memoria e negli studi (II). Dal 1961 al 1962



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: ""Perché i doni e la chiamata di Dio sono irrevocabili (Rm 11,29)""
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Commissione per i rapporti religiosi con l'ebraismo
Pagine: 50
Ean: 9788820997014
Prezzo: € 3.00

Descrizione:

Le riflessioni contenute all'interno del presente documento rendono atto a tutto ciò che è stato possibile realizzare nelle relazioni ebraico-cattoliche nel corso degli ultimi decenni. Il testo non è un documento magisteriale o un insegnamento dottrinale della Chiesa cattolica ma una riflessione preparata dalla Commissione per i rapporti religiosi con l'ebraismo su questioni teologiche attuali, sviluppatesi a partire dal Concilio Vaticano II. Esso spera di essere un punto di partenza per un ulteriore approfondimento teologico, teso ad arricchire e ad intensificare la dimensione teologica del dialogo ebraico-cattolico.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "The gifts and the calling of God are irrevocable"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore:
Pagine:
Ean: 9788820997021
Prezzo: € 4.00

Descrizione:

Documento della Commissione per i Rapporti Religiosi con l'Ebraismo



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Carteggio Zolli-Pettazzoni (1925-1952)"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Alberto Latorre
Pagine: 400
Ean: 9788837229610
Prezzo: € 35.00

Descrizione:La corrispondenza intercorsa nell'arco di ventisette anni (1925-1952) tra Eugenio Zolli (1881-1956) e Raffaele Pettazzoni (1883-1959) rende testimonianza di una lunga e feconda collaborazione scientifica fra i due studiosi e, anche attraverso la narrazione di vicende e traversie accademiche, aiuta a ricostruire il contesto in cui si afferma la storia delle religioni, si compie la parabola del modernismo, si diffonde la psicoanalisi. Dettagli talvolta marginali, in apparenza insignificanti, rendono l'epistolario documento di un momento breve ma rilevante della storia italiana nella prima metà del Novecento.Il lavoro di Alberto Latorre contribuisce a restituire alla storiografia contemporanea Eugenio Zolli, uno dei suoi dimenticati protagonisti, e getta un ulteriore sprazzo di luce sull'attività civile e scientifica di uno dei padri fondatori della storia delle religioni italiana, Raffaele Pettazzoni, a cavallo del periodo storico più doloroso della storia nazionale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Confucianesimo"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Maurizio Scarpari
Pagine: 176
Ean: 9788837229016
Prezzo: € 18.00

Descrizione:

I principi etici del confucianesimo, garanti del "buon governo" e della "società armoniosa", hanno caratterizzato per oltre duemila anni la vita dell'immenso impero cinese, garantendo una sostanziale stabilità al paese. Oggi vengono riscoperti dal governo cinese, in una situazione di profondo cambiamento, per rafforzare il proprio consenso interno. Per comprendere il nuovo corso cinese, oggi al centro dell'attenzione internazionale e destinato a modificare radicalmente le strategie politiche e gli equilibri di potere all'interno come all'esterno della Cina, con conseguenze significative sulla vita dei cinesi e in prospettiva anche della nostra, è indispensabile comprendere il ruolo chiave che la cultura tradizionale, incentrata sui valori confuciani, ha svolto nella storia del paese. Questa introduzione al confucianesimo da parte di un'autorità in materia costituisce la guida più sicura.Il libro ricostruisce le grandi tappe del sistema di pensiero che si ispira a Confucio (551 a.C.-479 a.C.), dalle origini alla situazione attuale. Il confucianesimo classico formula i presupposti di una vita fondata su una profonda unità basata su un principio di armonia, regolata da solidi principi etici, plasmata da un'accurata educazione che prevede l'apprendimento e l'interiorizzazione dei valori tradizionali ereditati dal più remoto passato e attualizzati da ogni generazione grazie a un confronto con le necessità sociali contingenti. Gli obblighi derivanti dalla sfera dei rapporti familiari e i doveri all'interno della società trovano una soluzione precisa e scevra da contraddizioni grazie al lento cammino di maturazione dell'individuo, che porta il soggetto a impersonare con consapevolezza e competenza il ruolo che gli è proprio. Un modello etico-religioso in grado di attraversare indenne i secoli.(Giovanni Filoramo)



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Henoch. Vol. 36. N. 2/2014: Archives of the Oriente. Selected Papers from the International Conference on Paul Ernst Kahle"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore:
Pagine: 112
Ean: 9788837228484
Prezzo: € 28.00

Descrizione:THEME SECTION / SEZIONE MONOGRAFICA Archives of the Orient. Selected Papers from the International Conference on Paul Ernst Kahle (Turin, April 10-11, 2014). - BRUNO CHIESA, Paul Kahle and the Hebrew Bible - GEOFFREY KHAN, Paul Kahle and the Cairo Genizah Manuscripts - CORRADO MARTONE, Forgotten Legacy. A Reassessment of Paul Kahle's views on the Dead Sea Scrolls - ANDREA RAVASCO, Paul Kahle as a Septuagint Scholar - ALESSANDRO MENGOZZI, "Das zur Zeit Jesu in Palästina gesprochene Aramäisch" by Paul Kahle. Research on Aramaic, Then and Today - Elvira Martín-Contreras, Building Research Projects. The Correspondence between Paul E. Kahle and Federico Pérez Castro kept at the Consejo Superior de Investigaciones Científicas (CSIC) - BRUNO CHIESA, Paul Kahle and Some of His Jewish Pupils - Thomas Becker - Wilhelm Bleek, Paul Kahle and the University of Bonn - HYDER ABBAS, Scholar and Collector. Paul Kahle and Chester Beatty in the Chester Beatty Library Archives - FABRIZIO A. PENNACCHIETTI, La missione a Düsseldorf nella primavera del 1966 per espletare le pratiche relative all'acquisto della Biblioteca Kahle - MARIA LUISA RUSSO, The Rearrangement and Preservation of the Documentary Heritage of Paul Ernst Kahle

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Guerra santa contro i turchi"
Editore: Il Mulino
Autore: Marco Pellegrini
Pagine: 416
Ean: 9788815258595
Prezzo: € 25.00

Descrizione:

«Lo spirito di crociata accompagnò l’identità spagnola fin molto addentro l’età moderna. Il Medioevo, terminato con successo per la Spagna cristiana, lasciò il posto a un’età nella quale una nazione orgogliosa di sé e vocata all’imperialismo si sarebbe protesa verso gli spazi marittimi, incamminandosi verso l’esportazione della Reconquista su scala planetaria»
Nel periodo 1519-56 Carlo V d’Asburgo fu a capo di un impero esteso tra Europa e Nuovo Mondo, sul quale proverbialmente «non tramontava mai il sole». Eppure egli non riuscì mai a stabilire un regime di controllo della zona centro-occidentale del Mar Mediterraneo, dove crebbe l’insicurezza causata dall’emergere dell’Impero ottomano come potenza anche marittima. Sotto Solimano il Magnifico(1520-66) la Mezzaluna ottomana si dotò di una flotta moderna e nel contempo sostenne la formazione dello stato barbaresco di Algeri, caratterizzato da un’aggressiva politica corsara ai danni di Italia, Grecia e Spagna. Contro tali forze Carlo V non poté mai coordinare una spedizione internazionale modellata sul prototipo della crociata medievale, complice la disunione del mondo europeo e la sotterranea opposizione del papato romano.

Marco Pellegrini insegna Storia moderna e Storia del Rinascimento all’Università di Bergamo. Con il Mulino ha pubblicato anche «Le guerre d’Italia» (2009), «Il papato nel Rinascimento» (2010), «Le crociate dopo le crociate» (2013). Fra gli altri suoi libri: «La crociata nel Rinascimento. Mutazioni di un mito 1400-1600» (Le Lettere, 2014).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Morire per Dio nel giudaismo, nel cristianesimo e nell'islam"
Editore: Elledici
Autore: Aa. Vv.
Pagine: 64
Ean: 9788801058925
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Un dossier di scottante attualità. L'idea del martirio "in mome di Dio" si impone oggi in modo violento e cruento. Come è nata quest'idea nei tre monoteismi? "Morire per Dio" è ammesso e ammissibile secondo la Bibbia? Come si è occupato della questione il giudaismo rabbinico? Com'è nato nel Nuovo Testamento il termine "martire"? Gesù è da considerare un martire? Cosa dicono realmente il Corano e la tradizione islamica del martirio? Le risposte a queste domande sono tutt'altro che scontate... Completano il numero le consuete rubriche di Studi Biblici e Bibbia e cultura.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Come il velo è diventato musulmano"
Editore: Cortina Raffaello
Autore: Bruno-Nassim Aboudrar
Pagine: 203
Ean: 9788860307866
Prezzo: € 19.00

Descrizione:

Tenebrose silhouette velate, volti di donne fagocitati da lembi di stoffa: immagini che ci sono familiari e che tuttavia continuano a turbarci. Perché? Come mai il velo ferisce tanto lo sguardo degli europei? Bruno Nassim Aboudrar riaccende il dibattito e mette in luce i malintesi che si sono sedimentati intorno alla millenaria usanza di nascondere il volto delle donne. Il velo non nasce musulmano ma lo diventa. Il Corano lo menziona appena. La storia che mette capo all’obbligo di indossarlo è lunga e complessa e al suo interno l’epoca del colonialismo costituisce una tappa decisiva. Se il velo ci traumatizza non è tanto perché offende la dignità delle donne o viola il principio della laicità quanto perché stravolge un ordinamento visuale fondato sulla trasparenza e vi contrappone una provocatoria esaltazione dell’occultamento e della segretezza. Ma le donne musulmane che vivono in Paesi occidentali e indossano il velo sanno davvero quel che fanno? Perché in realtà, facendo vedere che si nascondono, nascondono che si fanno vedere… Soffermandosi sul Corano e analizzando il carattere voyeuristico dell’arte orientalista, questa storia incrociata dello sguardo, illustrata da riproduzioni di quadri e fotografie, offre un’originale lettura delle strategie che sono all’opera dietro il velo.

Bruno Nassim Aboudrar è professore di Estetica all’Università Paris 3 - Sorbonne Nouvelle. Tra le sue pubblicazioni, Nous n’irons plus au musée (Aubier, 2000) e il romanzo Ici-bas (Gallimard, 2009).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Islam, religione e politica"
Editore: Luiss University Press
Autore: Francesca M. Corrao
Pagine: 228
Ean: 9788861052017
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

Che cosa sta succedendo nel mondo arabo, e per quale ragione? Che origini ha la minaccia fondamentalista, e in che misura essa rappresenta la fede islamica? Dalla rivelazione coranica all’impero Ottomano, dal colonialismo alle rivoluzioni arabe e al terrore, una guida alla scoperta dell’Islam e delle sue istituzioni politiche.

 

Negli ultimi anni l’Islam, spesso con le minacciose sembianze del terrorismo fondamentalista, è tornato a bussare alla porta di ciascuno di noi. La terribile cesura dell’11 settembre 2001 sembra averci svelato i sentimenti ostili, figli di ferite mai sanate, che parte del mondo islamico nutre oggi nei confronti dell’Occidente. I risultati nefasti delle guerre in Afghanistan (2001) e Iraq (2003) hanno contribuito ad allargare il fossato tra chi ancora crede nel modello democratico occidentale e chi lo ritiene causa dell’attuale crisi. E se le rivoluzioni arabe sembrano aver condotto in più casi all’aggravarsi delle situazioni, l’avanzata dello Stato Islamico e la sua propaganda terrorizzano l’Occidente, oscurando agli occhi di molti la varietà di forme di opposizione all’autoproclamatosi “califfo” al-Baghdadi. Scopo di questo libro è ripercorrere dalle origini la storia dell’Islam, interrogandone i testi storici ed esaminandone le istituzioni classiche, cercando di capire quali riferimenti siano ancora validi oggi, cosa è stato frainteso o distorto, e cosa ha portato alla situazione attuale. Scopo di questo saggio è anche sollecitare una questione: come è possibile che la stessa fede musulmana sia capace di animare tanto il coraggio indomito della Nobel Malala Yousafazi che la ferocia di Osama Bin Laden e dei suoi accoliti? La storia dell’umanità è piena di violenza, e non solo tra i fedeli dell’Islam. Lo scopo della fede, ha detto Daisaku Ikeda, è rendere felici gli esseri umani: questo piccolo libro è dunque un tentativo di conoscere meglio una realtà complessa e articolata e di fugare gli equivoci, per aiutare noi stessi e gli altri a costruire una migliore comprensione reciproca evitando i facili e spesso comodi radicalismi.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dialogo con l'Islam"
Editore: Francesco Mondadori
Autore: Vittorio Ianari
Pagine: 192
Ean: 9788897702306
Prezzo: € 14.00

Descrizione:

L'Islam è un universo complesso e articolato. Spesso si cerca di ridurlo a un'unità che non corrisponde alla sua realtà plurale. Il mondo degli sciiti ne costituisce una parte consistente e importante, spesso poco nota. Entrare in dialogo vuol dire iniziare un itinerario di conoscenza profonda dell'altro. Questo libro offre una bussola per muoversi in un terreno poco noto.

E' il contributo di un confronto inedito tra il pensiero e la tradizione della fede cattolica e quelli del mondo sciita. Non è solo argomento da specialisti, ma è tema di stringente attualità. In una stagione segnata dal dramma dei conflitti in Siria e in Iraq, della violenza esercitata dall'Isis, dai conflitti interni al mondo mussulmano, c'è bisogno di conoscere e comprendere senza superficialità e semplificazioni.

Personalità religiose sciite di primo piano provenienti dall'Iraq, Iran, Libano, Arabia Saudita, Bahrein, Kuwait, si confrontano con figure autorevoli del modo cattolico, su temi di grande rilievo e attualità, come il rapporto tra Stato e religione, il ruolo dei credenti nella società contemporanea, le prospettive della pace.

E' un volume che indica una via di dialogo praticabile, in grado di aprire orizzonti nuovi per il futuro.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fedi in dialogo, il mondo ne ha bisogno"
Editore: EMI Editrice Missionaria Italiana
Autore: Giancarlo Bosetti
Pagine: 64
Ean: 9788830722972
Prezzo: € 5.00

Descrizione:Breve saggio sulla necessità del dialogo interreligioso visto da un autorevole intellettuale non credente ma molto attento all'importanza del fatto religioso. Secondo l'Autore, il dialogo tra le fedi vince le tentazioni integraliste di ogni credo e permette di individuare figure di riferimento e leader capaci.«In un tempo di conflitti e massacri il dialogo tra le religioni può apparire un povero palliativo. Eppure continuo a pensare che sia un'attività umana importante, influente, capace di scatenare risposte potenti»

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le cose come sono"
Editore: Adelphi
Autore: Clerc Herve'
Pagine: 259
Ean: 9788845929885
Prezzo: € 14.00

Descrizione:

Questo è un libro che l'autore non poteva non scrivere, e che si è portato dentro per quattro decenni. Perché fu più di quarant'anni fa che, reduce dai fervori e dai clamori del maggio '68, Hervé Clerc ebbe "un'esperienza incommensurabile rispetto a tutte quelle che avrebbe poi fatto nella sua vita e, ovviamente, a quelle fatte in precedenza": scoprì il buddhismo nella sua essenza - nudo, immobile, vuoto. Allora non sapeva che cosa fosse. Oggi, riprendendo il filo della propria biografia, riesce a renderci partecipi di un insegnamento plurimillenario, e nella forma più semplice e spoglia possibile, scardinando cliché, tic accademici, gerghi, mode.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le cattedre dei non credenti"
Editore: Bompiani
Autore: Carlo Maria Martini
Pagine: L-1255
Ean: 9788845279935
Prezzo: € 25.00

Descrizione:

La cattedra dei non credenti è stato un ciclo di incontri ideato e guidato dal cardinale Martini a Milano tra il 1987 e il 2002. Esperienza unica di dialogo interreligioso e aperto confronto di pensiero, coinvolse personalità di spicco della filosofia e della scienza, della letteratura e della teologia, uomini e donne di poesia e di diritto, credenti e non credenti o appartenenti ad altre confessioni religiose. Cacciari, Giorello, Natoli, Olmi, P. De Benedetti, Loewenthal, Bianchi, Ravasi, Vegetti Finzi e Lalla Romano sono solo alcuni dei nomi che hanno dialogato con Martini e con la città, un esperimento di grande coraggio e modernità, la cui eredità straordinaria è, ancora oggi, tutta da leggere.

Carlo Maria Martini (Torino, 1927 - Gallarate, 2012), cardinale dal 1983, è stato arcivescovo di Milano dal 1980 al 2002. Gesuita e biblista di fama internazionale, tra il 1964 e il 1969 è stato l’unico membro cattolico del comitato di studiosi che ha curato il Greek New Testament, la base delle ottocento e più versioni del Vangelo diffuse in tutto il mondo. Dal 1987 al 1993 è stato presidente del Consiglio delle conferenze episcopali europee (CCEE). Tra le iniziative più significative promosse a Milano, la “Scuola della Parola” per aiutare i giovani ad accostare la Scrittura secondo il metodo della lectio divina e la “Cattedra dei non credenti”, serie di incontri sulle domande della fede. Con Feltrinelli ha pubblicato Verso Gerusalemme nel 2002.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un' infanzia nella bocca del lupo"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Monique Lévi-Strauss
Pagine: 184
Ean: 9788810558492
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Monique Lévi-Strauss ha aspettato settant'anni prima di scrivere i suoi ricordi. Subito dopo la guerra, nessuno voleva ascoltare e tutti desideravano voltare pagina. Il racconto di un'infanzia «nella bocca del lupo» riepiloga il singolare destino di una ragazza costretta dall'insensatezza del padre a lasciare Parigi per trasferirsi nella Germania nazista con il fratello e la madre ebrea. Uno sguardo originale sulla vita quotidiana ai tempi di Hitler e sull'incomprensibile mondo degli adulti negli anni turbolenti della seconda guerra mondiale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Orientamenti per un dialogo tra cristiani e musulmani"
Editore: Urbaniana University Press
Autore: Maurice Borrmans
Pagine: 240
Ean: 9788840150383
Prezzo: € 14.00

Descrizione:

Si può ancora parlare di dialogo islamo-cristiano dopo "l'orroreassoluto dell'11 settembre 2001" che ha visto le due torri gemelledi New York crollare con migliaia di vittime innocenti? Nell'Europa occidentale l'esigenza di laicità democratica in società pluralistiche, da una parte, e la volontà di visibilità dei musulmani immigrati raggruppati in associazioni o federazioni, dall'altra, pongono nuovi interrogativi nell'opinione pubblica e nelle comunità cristiane.Si tratta ormai di organizzare il "vivere insieme" nella "casa comune"di questo pianeta secondo i valori fondanti delle religioni che riconoscono al Creatore un disegno di bontà e di amore per tutte le sue creature. Questo disegno richiede, da parte dei cristiani, come dei musulmani e degli ebrei, in quanto credenti, una risposta generosa, un'adesione intelligente e un impegno di collaborazionetra tutti gli esseri umani. (Dalla Postfazione dell'autore)



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Islamismo e democrazia."
Editore: Vita e Pensiero
Autore: Riccardo Redaelli
Pagine: 104
Ean: 9788834329894
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Le cosiddette primavere arabe, con il loro sostanziale fallimento, hanno suscitato nel mondo occidentale una delusione che ha portato molti a concludere che il rapporto tra islam e democrazia sia impossibile. Questo libro affronta finalmente il problema nella prospettiva corretta, mettendo in luce i meccanismi attraverso i quali culture e storie politiche diverse finiscono per fraintendersi. La prima cosa da capire - ci dice Riccardo Redaelli, che da anni si occupa di geopolitica e storia del Medio Oriente - è che la religione islamica non è una realtà monolitica, bensì storicamente diversificata secondo le etnie, le culture e le regioni di quel mondo. Il secondo punto è che i concetti di democrazia e di Stato nazionale, affermatisi nei nostri sistemi occidentali e basati sul concetto di libertà individuale, risultano difficilmente applicabili nelle società islamiche perché estranei alle loro tradizioni. È invece la rivelazione coranica il fondamento dei loro sistemi politici e statuali, pur se in declinazioni molto diverse. Ma le esperienze di (teo)democrazia islamica sono state finora deludenti, come mostra qui Redaelli analizzando le più significative, e spesso hanno addirittura finito per dividere e polarizzare quelle società. A complicare la situazione, le visioni radicali e militanti hanno rinverdito il mito del califfato islamico da riportare in vita sulle ceneri degli Stati nazionali moderni, favorendo l'affermazione di movimenti inclini all'uso di una violenza brutale, come nel caso dei gruppi che predicano il jihad armato su scala globale. Un affresco nient'affatto semplice da decifrare, la cui corretta comprensione, tuttavia, è un'urgenza drammatica per l'Occidente.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU