Utilizza la nuova versione del negozio



RICERCA PRODOTTI

Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Libri - Cristologia



Titolo: "Jesus"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Carsten Peter Thiede
Pagine: 192
Ean: 9788825021905
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Il testo sostiene la tesi che non esiste una separazione o divaricazione tra il Gesù storico e il Cristo della fede. In Gesù i fatti e la fede coincidono.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cristo sapienza di Dio e potenza di Dio. Piccola antologia della speranza"
Editore: Vivere In
Autore: Greco Alessandro
Pagine: 320
Ean: 9788872633380
Prezzo: € 18.00

Descrizione:"La consolazione è la risposta di Dio a una situazione umana di desolazione. Chi può consolare è soltanto Dio (Is 40,1), il suo Spirito (At 9,31), la sua Parola (Rm 15,4). Per aver sperimentato personalmente la grazia della consolazione, l'apostolo Paolo sente la necessità interiore di iniziare la sua seconda Lettera alla comunità cristiana di Corinto con un inno di benedizione a Dio che continua nel tempo a consolare quanti si trovano in ogni genere di afflizione (2Cor 1,3-4) e nella Lettera ai cristiani di Roma parla del Dio della perseveranza e della consolazione (Rm 15,5).L'inizio della seconda parte del Libro del profeta Isaia si apre proprio con un lieto annuncio che va gridato con forza (Is 40,3): l'intervento consolatore di Dio nella storia ("Consolate, consolate il mio popolo, dice il vostro Dio": Is 40,1)" (B.L. Papa, 76).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gesù Cristo salvezza di tutti"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Ladaria Luis F.
Pagine: 140
Ean: 9788810405925
Prezzo: € 16.50

Descrizione:«Nell'attuale dibattito circa l'unicità e l'universalità dell'azione salvifica di Gesù Cristo mi è stato chiesto ripetute volte di affrontare il tema della salvezza. Perché Cristo è il salvatore di tutti? Perché noi cristiani dobbiamo mantenere questa pretesa che non poche volte risulta inintelligibile e perfino scandalosa a molti dei nostri contemporanei?» (dal Prologo). Per esplicitare fin dal primo momento l'intimo legame tra la persona di Gesù e la salvezza da lui offerta, il titolo del libro parla di Gesù Cristo come salvezza dell'uomo e non semplicemente come suo salvatore. Egli infatti non ha portato dei beni, per quanto grandi, che siano estranei alla sua persona. E l'influsso salvifico di Gesù e del suo Spirito non conosce frontiere, se non la possibilità, tremenda, che si apre a ogni essere umano, di dire di no. La mediazione universale di Gesù e la rilevanza della cristologia per la dottrina della creazione dell'uomo sono i temi fondamentali che l'autore affronta da diversi punti di vista nei contributi confluiti nel volume.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gesù"
Editore: Elledici
Autore: De Vanna Umberto
Pagine: 48
Ean: 9788801072686
Prezzo: € 2.50

Descrizione:Il fascino di Gesù è un dato indiscutibile, la sua vita non finirà mai di sorprenderci. Risponde pienamente alle attese della storia e nello stesso tempo scandalizza chi lo avrebbe voluto diverso, e soprattutto chi non si è rassegnato a vederlo uomo indifeso, umanissimo, sconfitto. In queste pagine non si troveranno quegli aspetti della sua vita che fanno di lui qualcosa di straordinario e di inimitabile: il figlio di Dio che fa miracoli e si trasfigura. C'è invece il Gesù che ci siede accanto a tavola, che ama come noi l'amicizia e la vita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Discussione sul Gesù storico"
Editore: Urbaniana University Press
Autore:
Pagine: 200
Ean: 9788840150222
Prezzo: € 16.00

Descrizione:La ricostruzione storica della personalità di Gesù e delle circostanze che hanno originato il cristianesimo è infine approdata nella galassia dei mezzi della comunicazione globale. La discussione ha fatto un ‘gran rumore', tanto da condizionare l'attuale ricerca storica e teologica. All'Università Urbaniana di Roma la stessa discussione è stata affrontata in un ‘colloquio' interdisciplinare: alcuni specialisti, mettendo a confronto le rispettive posizioni, hanno risposto a sollecitazioni di studenti e cultori. Di quel colloquio, appassionato, teso e vivace, il volume rappresenta il momento della riflessione sui temi in gioco nel tentativo di offrirne una organica articolazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gli anni terreni di Gesù"
Editore: SugarCo
Autore: Ruggero Sangalli
Pagine: 216
Ean: 9788871985725
Prezzo: € 18.50

Descrizione:

Il delicato tema delle date storiche del cristianesimo merita di essere affrontato senza lasciarsi influenzare da affermazioni frettolose e prendendo sul serio quanto riportato dalla Sacra Scrittura. Lo sguardo sulla storia è sempre doveroso: la Verità è l’ultima a temere un’onesta ricerca della verità. Il cristianesimo è tutto basato sulla storia: proviene da una serie di eventi fondativi di cui i presenti si sono fatti testimoni. Nella storia i cristiani, talora attraverso misteriosi accadimenti, smascherano la falsa autosufficienza dell’uomo che tende a mettere Dio ai margini. Da questa prospettiva, scientifica e meticolosa, unita ad una fede considerata luce all’intelletto e non certo tenebra della ragione, scaturisce il desiderio di conoscere meglio i fondamenti storici e cronologici del cristianesimo.
L’autore percorre un proprio originale itinerario, che non dà nulla per scontato e sfida qualche acritica certezza. Un lavoro paziente ha permesso di raccogliere ed inanellare date, fatti e loro reperti. Innovative sono la passione e la volontà di indagare come in un laboratorio riscontri, correlazioni, concordanze e discordanze tra le informazioni disponibili, spesso trascurate o ignorate da chi vedrebbe smontate tante teorie attualmente circolanti.
I risultati sono stati tanto fruttuosi quanto inattesi e il lettore, sia quello profano che quello ormai certo delle proprie conoscenze, verrà messo in condizione di verificare in autonomia, pagina dopo pagina, l’articolarsi cronologico degli avvenimenti con i quali il Creatore ha scelto di farsi incontro alle creature. Le conclusioni delineano i contorni di tanti particolari che qualcuno vorrebbe far scadere in favola, mentre nulla sembra casuale nella storia intessuta di segni come pietre miliari lungo la via.

Ruggero Sangalli, nato a Milano nel 1961, sposato, due figli, è laureato in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche. Avvicinatosi alla Chiesa durante gli anni dell’università, grazie alla sollecitazione ricevuta nelle varie realtà pastorali che ha via via frequentato si è progressivamente appassionato allo studio della Bibbia.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Indagine su Gesù"
Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
Autore: Socci Antonio
Pagine: 345
Ean: 9788817032520
Prezzo: € 9.90

Descrizione:

Chi è Gesù? Perché nessuno, dopo duemila anni, si sottrae al suo fascino? Anche i "lontani" non sanno nascondere lo stupore, l'ammirazione e l'incanto per quest'uomo misterioso, potente e buono, unico al mondo, "il più bello fra i figli degli uomini": da Marx a Renan, da Rousseau a Nietzsche, da Borges a Kafka, da Camus a Salvemini, da Kerouac a Pasolini, da un "persecutore" come Napoleone a una personalità come Gandhi, fino al libro dell'Islam, il Corano.

Come e perché in soli tre anni di vita pubblica egli ha potuto capovolgere la storia umana? Lo affermano anche pensatori laici come Benedetto Croce: "il Cristianesimo è stato la più grande rivoluzione che l'umanità abbia mai compiuto". Ha portato nel mondo la libertà, la dignità di ogni persona (a partire dai più derelitti), le nozioni di diritti dell'uomo e di progresso, un oceano di carità. Ha spazzato via la schiavitù, ha salvato la cultura antica, ha dato nobiltà al lavoro ricostruendo un'Europa devastata, inventando la tecnologia, le università, la scienza, gli ospedali, l'economia, l'arte, la musica. Il libro di Antonio Socci ricostruisce questa straordinaria rivoluzione e indaga sul mistero di Gesù, preceduto da duemila anni di attesa e seguito da altrettanti di amore. Circa trecento profezie messianiche, nelle Sacre Scritture, con secoli di anticipo hanno tracciato il suo perfetto identikit: data e luogo di nascita e di morte, le sue opere, addirittura il supplizio della crocifissione.

 

ESTRATTO DALLA PRIMA PARTE

Il «caso Flew», Einstein e Gesti
di Louis Pasteur 

Un po' di scienza allontana da Dío, ma molta vi riconduce

Il 9 dicembre 2004, fra i tanti lanci di agenzia, ne esce uno della Associated Press con questa notizia: «Celebre ateista adesso crede in Dio». Parla di Antony Flew, il filosofo che era stato fino ad allora il simbolo mondiale dell'ateismo scientifico e il padrino dei vari attuali divulgatori dell'inesistenza di Dio come Richard Dawkins. Flew, durante un convegno a New York, dichiarò pubblicamente di essersi convinto dell'esistenza di Dio e che questa sua certezza è «basata sull'evidenza scientifica». Fra gli addetti ai lavori la notizia è una vera e propria bomba, perché Flew era da mezzo secolo la mente del moderno ateismo filosofico-scientifico: precisamente dal 1950, quando espose a Oxford le sue tesi con Theology and Falsification, che diventò uno fra i libri di filosofia più ristampati del XX secolo.

Contribuì come pochi altri a elaborare seri argomenti teorici sull'inesistenza di Dio. Espose sistematicamente le sue speculazioni in varie opere, diventando il punto di riferimento filosofico di coloro che proclamano l'incompatibilità fra la scienza e l'idea di Dio.

La clamorosa conversione al deismo di Flew è un evento di grande significato perché non deriva da una crisi di coscienza personale, da una storia privata che esula dai suoi studi filosofici. Al contrario, egli l'ha così motivata: «La mia scoperta del Divino è stato un itinerario (pellegrinaggio) della ragione e non della fede».

Certo, occorre una straordinaria lealtà intellettuale per annunciare, a 80 anni, dopo mezzo secolo di gloria accademica, di «capitolare» di fronte all'evidenza, capovolgendo un sistema filosofico per il quale era ritenuto un celebre maestro di ateismo. E infine dichiarare: «I now believe there is a God!».

Flew ha messo nero su bianco gli argomenti principali che lo hanno vinto e convinto in un libro straordinario, uscito per Harper Collins nel 2007: There is a God Sottotitolo: «Come il più famoso ateo del mondo ha cambiato idea». Si tratta (nientemeno) della scoperta razionale dell'esistenza di Dio.' La sua vicenda, fra gli addetti ai lavori, ha suscitato enorme scalpore. Mentre sui mass media e nel dibattito pubblico assai meno di quanto meriterebbe. C'è imbarazzo nel mondo dell'accademia, che preferisce aver ragione piuttosto che correggere i propri errori. Sul «New York Times», Francis S. Collins ha tracciato questo quadro: «Nella sua giovinezza, l'ateo Antony Flew decise di far suo il principio socratico di "seguire l'evidenza ovunque essa possa condurre". Dopo un'intera vita di ricerca filosofica indagatrice questa coraggiosa ed eminente intelligenza è adesso pervenuta alla conclusione che l'evidenza conduce definitivamente a Dio. I suoi colleghi nella chiesa dell'ateismo fondamentalista saranno scandalizzati dalla sua storia, ma i credenti saranno enormemente incoraggiati, e coloro che con serietà sono alla ricerca troveranno molto, nell'itinerario di Flew, per illuminare la loro stessa strada verso la verità».

Ciò che rende interessante questa vicenda è — dicevamo la sua connotazione filosofico-scientifica. Il Dio che Flew riconosce esistente è quello di Aristotele e di Einstein. Quello a cui arriva la ragione: «Non ho sentito nessuna voce. É stata la stessa evidenza che mi ha condotto a questa conclusione». Sono i risultati delle più recenti, sofisticate ricerche nel campo della biologia, della chimica e della fisica ad aver convinto Flew. Nel ripensamento di Flew sono stati decisivi anche gli argomenti di un geniale scienziato ebreo, Gerald Schroeder, autore dell' Universo sapiente. E poi le riflessioni contenute in The Wonder of the World del giornalista cattolico Roy Abraham Varghese col quale poi ha scritto There is a God

Le evidenti tracce del Creatore che questi e altri autori, da anni, indicano, riguardano sia il macrocosmo che il microcosmo. Chi infatti ha dato alla materia inerte e cieca le ferree leggi logico-matematiche che ne ordinano meravigliosamente lo svolgimento vitale, nell'infinitamente piccolo e nell'infinitamente grande?

Consideriamo l'istante in cui sono nati entrambi, il Big Bang che ha dato origine all'universo. La potentissima esplosione di luce che ha fatto espandere un infinitesimale grumo di pura energia fino alle dimensioni attuali dell'universo è una cosa strepitosamente simile al primo atto della creazione raccontato nella Genesi: il «Fiat lux» di Dio.

Col Big Bang abbiamo scoperto che il tempo, lo spazio e la materia ebbero origine in quell'istante, circa 15 miliardi di anni fa. Arno Penzias, premio Nobel per la fisica per aver scoperto la radiazione cosmica di fondo (cioè «l'eco del Big Bang») dice: «Non c'è un "prima" del Big Bang, perché prima non esistevano tempo, spazio e materia». Dunque tutto è nato in un preciso istante e da un'origine inafferrabile che sta fuori dal tempo, dallo spazio, dalla materia e dalle leggi fisiche che regolano questo universo.

Ma il segno di quella presenza trascendente, di quell'Intelligenza creatrice si trova poi — stando a quanto affermano i fisici come Schroeder — in tutto quello che è seguito. Fin dalle primissime frazioni di secondo. Basti pensare al perfetto equilibrio fra l'energia di espansione e le forze gravitazionali: se l'energia del Big Bang fosse stata appena superiore o appena inferiore tutto si sarebbe autodistrutto. Invece era perfetta.

Nota l'astrofìsico Marco Bersanelli: «La struttura del mondo fisico, dagli atomi ai pianeti, alle galassie, è strettamente dipendente dal valore numerico che assumono alcune — poche — costanti fondamentali della natura. [...] La dinamica dell'intero cosmo fin dai primi momenti appare accuratamente predisposta a generare condizioni favorevoli per accogliere la nostra comparsa ad un certo punto della sua storia».

La stessa cosa dice Stephen Hawking: «L'intera storia della scienza è stata una graduale presa di coscienza del fatto che gli eventi non accadono in modo arbitrario, ma che riflettono un certo ordine sottostante».

Fra i «numeri fondamentali» Hawking segnala, per esempio, «la grandezza della carica elettrica dell'elettrone e il rapporto della massa del protone a quella dell'elettrone [...] Il fatto degno di nota è che i valori di questi numeri sembrano essere stati esattamente coordinati per rendere possibile lo sviluppo della vita».

Tutta una miriade di altre coincidenze «intelligenti» di questo tipo, che qui non è possibile enucleare, nel loro insieme portano a ritenere razionalmente impossibile che si tratti di un meccanismo casuale. Hawking spiega: «Sarebbe in effetti molto difficile spiegare perché mai l'universo dovrebbe essere cominciato proprio in questo modo, a meno che non si veda nell'origine dell'universo l'atto di un Dio che intendesse creare esseri simili a noi».

C'è poi tutta un'altra serie di coincidenze sorprendenti, quelle che hanno portato alla formazione di un pianeta — la Terra — che incredibilmente, forse da solo, in un immenso abisso inospitale, possiede tutte le eccezionali caratteristiche necessarie, esattamente quelle indispensabili, per permettere lo sbocciare della vita. Schroeder, analizzando una per una queste incredibili peculiarità, scrive: «È, come se la Terra fosse stata fabbricata su ordinazione per ospitare la vita».

Vediamone solo qualcuna, fra le tante meravigliosamente esposte da Schroeder: la distanza ottimale dal Sole (bastava essere appena più vicini o appena più lontani e la vita sarebbe stata impossibile); l'orbita perfetta (se fosse stata più ellittica, come quella di Marte, non ci sarebbe stata vita)." Inoltre il caso ha voluto che i gas vulcanici permettessero il formarsi dell'atmosfera e degli oceani e che il cosiddetto vento solare della fase T-Tauri si verificasse prima, così salvando i mattoni della vita.

E sempre per lo stesso fortunatissimo «caso» l'atmosfera della Terra ha uno strato di ozono che protegge da radiazioni letali, ma fa passare la luce e il calore necessari alla vita. E per un'altra fantastica casualità, al centro della Terra, si trova quella massa di piombo fuso che provvidenzialmente protegge la vita sul pianeta da altre radiazioni devastanti e ci permette di vivere «sotto un vero e proprio ombrello magnetico».

Del resto, anche dopo aver azzeccato alla lotteria tutti questi numeri fortunati, al «caso» si sarebbe infine presentato il compito più arduo, quello statisticamente impossibile: riuscire a far nascere, da reazioni chimiche casuali, la prima, la più elementare, forma di vita sulla terra. Jacques Monod, nel libro //caso e la necessità, nota: «La vita è comparsa sulla terra, ma prima di quest'avvenimento... la sua probabilità era quasi nulla». Era una eventualità statisticamente remotissima, pressoché prossima allo zero.

Grichka Bogdanov aveva effettuato questo calcolo: «Affinché la formazione dei nucleotidi porti "per caso" all'elaborazione di una molecola di RNA (acido ribonucleico) utilizzabile, sarebbe stato necessario che la natura moltiplicasse i tentativi a caso per un tempo di almeno anni 1 seguito da 15 zeri (cioè un milione di miliardi di anni), il che è un tempo centomila volte più esteso dell'età complessiva del nostro universo».

Immaginiamo di trovare un giorno incisa in una caverna l'intera Divina Commedia. Se qualcuno affermasse che quelle lettere sono segni formatisi casualmente per l'azione del vento, dell'acqua e dei minerali certo sarebbe accolto con una risata. È ovviamente impossibile. Del tutto inverosimile. Eppure un semplice organismo unicellulare «ha un contenuto di informazioni equivalente a cinquemila volte l'intera Divina Commedia». Dunque come può essersi formata per caso la prima cellula vivente?

Un altro celebre scienziato, Fred Hoyle, dichiara: credere che la prima cellula si sia formata per caso è come credere che «un tornado infuriando in un deposito di sfasciacarrozze abbia messo insieme un boeing». E come si può immaginare allora che si siano strutturati e plasmati per caso esseri vivente incommensurabilmente più complessi degli organismi unicellulari? La complessità di una semplice formica appare vertiginosa e inimmaginabile. E la formica è ancora poca cosa.

Se fosse rinvenuto in qualche luogo remoto un mega computer fra i più sofisticati ed efficienti, potrebbe mai saltar fuori qualcuno a sostenere che quel mirabile macchinario è stato prodotto dalla casuale azione degli agenti naturali? Solo un buontempone. Ebbene, l'essere umano è un'entità fisico-intellettuale immensamente più raffinata e complessa di qualsiasi computer esistente (che, non a caso, è un prodotto dell'uomo). Eppure non si ritiene assurdo affermare che questo perfetto organismo è stato elaborato e realizzato dal caso.

Il cervello umano, afferma Owen Gingerich, professore di astronomia e storia della scienza all'università di Harvard, «è di gran lunga il più complesso oggetto fisico a noi noto nell'intero cosmo. Dei grosso modo 35 mila geni codificati dal DNA nel genoma umano, ben la metà trova espressione nel cervello. Sempre nel cervello vi sono circa cento miliardi di neuroni, cellule nervose [...] interconnesse l'una con l'altra in maniera estremamente intricata. Ogni neurone si connette in media con 10.000 altri neuroni... il numero di interconnessioni sinaptiche di un singolo cervello umano supera abbondantemente quello delle stelle della nostra Via Lattea: 1015 sinapsi contro 10 stelle».

Si dovrebbe spiegare come sia possibile che dal caos primordiale sia stata plasmata per caso una entità così eccezionale, di inaudita complessità, quando neanche un infimo organismo unicellulare poteva statisticamente essere prodotto casualmente.

Oltretutto uno dei pilastri del pensiero scientifico è il Secondo principio della termodinamica, secondo cui nel tempo, l'entropia (indice di disordine del sistema) dell'universo tende ad aumentare (cioè si va sempre dall'ordine al disordine, dall'unità al caos, tutto si disperde e si degrada). Com'è possibile che si sia passati dal caotico ammasso atomico iniziale alla mirabile e misteriosa architettura del cervello umano?

Ancora più sorprendente è l'esistenza di quel sistema di informazioni chiamato DNA che mette in grado qualsiasi organismo umano con l'accoppiamento di generare in brevissimo tempo un altro essere umano dotato di quel mistero inspiegabile che è la coscienza.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gesù di Nazaret tra storia e fede"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Cantalamessa Raniero, Penna Romano, Segalla Giuseppe
Pagine: 88
Ean: 9788810604632
Prezzo: € 8.50

Descrizione:L'interesse per la figura di Gesù di Nazaret è oggi particolarmente vivo, soprattutto a motivo del dibattito nato attorno ai differenti esiti del tentativo di stabilire che cosa può essere detto del Gesù della storia a prescindere dalla fede in lui: la fortuna editoriale di alcuni recenti pubblicazioni sull'argomento lo testimonia. L'Istituto teologico abruzzese-molisano di Chieti, nell'ambito dei propri Colloqui teologici, ha affidato un approfondimento del tema a tre insigni studiosi. L'intervento di Romano Penna evidenzia come fin dalle origini la fede cristiana si radichi nella storia del Maestro, in un intreccio inestricabile. Dal canto suo, Giuseppe Segalla ripercorre tutto lo sforzo compiuto dalla ricerca storica moderna su Gesù negli ultimi duecento anni, presentando la teoria che guida la ricerca, la metodologia seguita, le conseguenze per la teologia. Raniero Cantalamessa sottolinea, infine, la rilevanza antropologica che la figura di Gesù può avere per l'uomo contemporaneo: la «vera» umanità di Gesù viene riletta a partire dal contesto culturale odierno.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "In dialogo sul cristocentrismo"
Editore: Jaca Book
Autore: Biffi Inos
Pagine: 122
Ean: 9788816304673
Prezzo: € 13.00

Descrizione:

Un'introduzione all'opera teologica di Giacomo Biffi.
Lettura dei saggi di Giacomo Biffi In dialogo sul cristocentrismo è la raccolta delle varie introduzioni di Inos Biffi ai saggi teologici di Giacomo Biffi che, nel volgersi di non pochi anni e per diverse vie, hanno percorso il tema del cristocentrismo, sul quale fin dalle prime ricerche si erano intrattenuti il suo gusto e la sua compiacenza. Una riflessione ampia e puntuale, a introduzione della raccolta, precisa il senso di questa originaria progettazione di tutta la realtà nel Cristo crocifisso e risuscitato, e ne illustra le risorse per un rinnovamento della teologia e della vita medesima della Chiesa, in questi tempi di diffuso smarrimento della fede cattolica. Inos Biffi come nessun altro aveva le carte in regola per cimentarsi fruttuosamente nella rilettura dell'itinerario teologico di Giacomo Biffi; è questi stesso ad affermarlo: «Il mio itinerario teologico si è svolto, per così dire, passo passo sotto i suoi occhi, favorito e lievitato dalle molte ore di una periodica conversazione che reciprocamente ci arricchiva e ci illuminava. Sicché ambedue trovavamo naturale che il più delle volte le mie pubblicazioni fossero supportate e impreziosite da una sua puntuale, oggettiva, benevola introduzione»; «È bastato radunare questi interventi, aggiungendovi un nuovo prologo ampiamente orientativo, perché fosse felicemente raggiunto lo scopo di accreditare con l'autorevolezza incontestabile del teologo acuto, invidiabilmente informato e teoreticamente robusto la mia modesta ma appassionata proposta cristocentrica».



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Emozioni e sentimenti di Gesù"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Barbaglio Giuseppe
Pagine: 272
Ean: 9788810221372
Prezzo: € 27.50

Descrizione:Le annotazioni di segno psicologico e sentimentale su Gesù fornite dagli evangelisti sono assai scarse, in quanto le narrazioni di costoro sono piuttosto interessate a descrivere la sequela delle azioni compiute dal loro grande protagonista. Ciò nondimeno è possibile individuare molte emozioni nei testi dei Vangeli, traendole soprattutto dai personaggi delle parabole, cui Gesù non esita a prestare la gamma dei sentimenti propri. Il volume, che prosegue la raccolta dei molti materiali disseminati dall'autore in pubblicazioni diverse, presenta una prima parte di sedici capitoli dedicati al "sentire di Gesù". La seconda parte trova nel tema della Chiesa il centro unificatore. Il lettore ha così di fronte una proposta coerente e articolata del pensiero di Barbaglio, i cui contributi, nati da competenza scientifica, sono sempre finalizzati alla percezione spirituale del messaggio biblico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tomba vuota"
Editore: CLV Edizioni Centro Liturgico Vincenziano
Autore: Leuzzi Lorenzo
Pagine: 48
Ean: 9788873670957
Prezzo: € 4.00

Descrizione:Breve riflessione sull'Enciclica Spe Salvi di Benedetto XVI. Il tema della tomba vuota è ritornato prepotentemente sulla scena mondiale nelle parole di Benedetto XVI: Gesù di Nazaret, figlio di Maria, "ha lasciato vittorioso la tomba". Pietro e Giovanni - ha ricordato Benedetto XVI hanno trovato la tomba vuota. Bisogna tornare al giardino dove avevano deposto il Crocifisso. E' lì il cuore della vicenda del Nazareno: è questa esperienza storica e reale il punto di partenza della fede cristiana. Solo a partire da questa constatazione è possibile comprendere il vero significato della Resurrezione, l'evento unico e irripetibile della storia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Mistero dell'incarnazione e il mistero dell'uomo"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Mauro Gagliardi
Pagine: 216
Ean: 9788820981884
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Quest'opera raccoglie gli Atti del Convegno Interdisciplinare di Cristologia, svoltosi a Roma, presso l'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, il 22 giugno 2007 e mette a disposizione del lettore le interessanti riflessioni del Convegno, riguardanti il complesso rapporto tra mistero dell'incarnazione e mistero dell'uomo. In particolare l'autore, presbitero dell'Arcidiocesi di Salerno e Professore di Cristologia e Soteriologia presso l'Istituto sede del Convegno, si focalizza innanzitutto sulla figura di Gesù Cristo come centro della fede cristiana ma contribuisce anche alla ridefinizione dell'uomo e della società del nostro tempo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gesù, figlio di Davide"
Editore: Itaca
Autore: Veras Richard
Pagine: 144
Ean: 9788852602030
Prezzo: € 5.00

Descrizione:La storia del popolo ebraico è la storia di Gesù, il Messia a lungo atteso da un popolo educato a riconoscere la presenza di Dio nella confusione della sua storia. Se non comprendiamo e non ricordiamo tutto ciò che Dio ha fatto per preparare il popolo ebraico e il mondo alla venuta di Gesù Cristo, allora Gesù ci può apparire come una figura religiosa e non come la speranza del suo popolo, compimento di aspettativa umana che va oltre ogni immaginazione: «Difficilmente può comprendere l'esperienza cristiana chi non sia disposto a rivivere in qualche modo la storia del popolo d'Israele, con tutti i suoi accenti e con tutti i suoi drammi» (L. Giussani). Queste pagine, nate dall'insegnamento nelle scuole e in parrocchia, ci guidano a scoprire la coincidenza del Dio dell'Antico Testamento con il Padre misericordioso che Gesù ci rivela, perché dalla contemplazione della sua umanità comprendiamo la verità del nostro essere uomini.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le sette parole di Gesù in croce"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Anna Maria Cànopi
Pagine: 40
Ean: 9788831535526
Prezzo: € 3.00

Descrizione:Il Signore Gesù, Verbo incarnato, dopo aver seminato in abbondanza la parola di vita, prima di spirare sulla croce volle lasciarci, come perle preziosissime di sapienza, sette parole nelle quali è concentrato tutto il suo messaggio, il suo testamento di amore. La prima parola, «Padre, perdona loro», è la sua compassionevole richiesta di perdono rivolta al Padre per i suoi crocifissori - non solo per quelli che allora erano sul Calvario, ma anche per tutti noi che non meno di loro siamo responsabili della sua morte. La seconda parola, «Oggi sarai con me in Paradiso», è l'immediato esaudimento della preghiera del buon ladrone. Segue la dolcissima parola rivolta alla Madre per affidarle il discepolo amato e per donarla, come prezioso tesoro, al discepolo stesso e, in lui, a tutta l'umanità: «Ecco, tuo figlio... Ecco tua Madre». Ma così totalmente spogliato di ogni divina e umana ricchezza, il Figlio di Dio grida tutta la desolazione e l'angoscia dell'uomo che sperimenta l'assenza di Dio: «Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?...». E implora sollievo alla sua sete di amore. Finalmente quando proprio tutto è compiuto, ossia quando il suo sacrificio di amore è pienamente consumato, quando non c'è più un «oltre» nell'offerta e nel dolore, ecco l'ultimissima parola: «Padre, nelle tue mani consegno il mio spirito». Meditare su queste «parole» insieme con Maria ai piedi della croce è come immergersi nel grande mistero della redenzione e diventarne una fedele manifestazione in mezzo agli uomini del nostro tempo che tanto facilmente passano distrattamente accanto alla Croce, assorbiti da altre parole che lasciano il vuoto nel cuore.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gesù nostro redentore"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Gerald O'Collins
Pagine: 296
Ean: 9788839904454
Prezzo: € 28.50

Descrizione:L'opera si apre con tre domande cruciali: come possono gli eventi della redenzione, che sono avvenuti nel passato, esercitare i loro effetti nel presente? Perché gli esseri umani hanno bisogno, sia come singoli che come genere umano preso nel suo insieme, della redenzione? Quali immagini di Dio sono proposte dalle azioni salvifiche di Cristo? Il capitolo 1 illustra termini e immagini della redenzione e della salvezza. I capitoli 2-4 descrivono il contesto della redenzione, riflettendo sulla creazione, la condizione umana e il peccato (incluso il peccato originale). Il capitolo 5 sostiene che l'azione redentrice di Cristo non può essere limitata alla sua morte, ma si estende - lungo un percorso composto da otto differenti stadi della sua vita - dalla sua nascita alla sua seconda venuta. I capitoli 6-9 affrontano i quattro modelli secondo cui è stata pensata la redenzione, e cioè le teorie della liberazione, della sostituzione penale, del sacrificio e dell'amore trasformante. I tre capitoli finali (10-12) trattano il compimento della salvezza nella vita della Chiesa, la salvezza dei non-cristiani e il destino finale della vita umana e di tutta la creazione. Uno studio sistematico che attinge agli studi biblici, agli studi patristici, agli inni religiosi e alla liturgia, alla letteratura religiosa e alle arti visive.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cristologia e sequela"
Editore: Borla Edizioni
Autore: Felicísimo Martínez Díez
Pagine: 896
Ean: 9788826316710
Prezzo: € 75.00

Descrizione:Felicísimo Martínez Díez, sacerdote domenicano, ha studiato filosofia e teologia ad Avila, Madrid e Roma. Ha esercitato il suo ministero di evangelizzazione e docenza in Venezuela, a Hong Kong e in Spagna. Ha tenuto corsi in diverse istituzioni e continenti. È professore di teologia all'Istituto Superiore di Pastorale dell'Università Pontificia di Salamanca (sede di Madrid). Ha pubblicato numerosi articoli e libri su temi di teologia, alcuni dei quali tradotti in diverse lingue. Si interessa al dialogo tra il vangelo cristiano e la cultura moderna e post-moderna. Cristologia e sequela è la sintesi della sua riflessione teologica La cristologia esige che si proponga tutto il significato della persona, della vita, della morte e della risurrezione di Gesù per gli uomini del nostro e di tutti i tempi. Significa anche proporre la vita di Gesù come modello o paradigma di vita per i suoi seguaci. Fare cristologia equivale a sviscerare il modello di vita che è stato delineato nella persona di Gesù di Nazaret e in tutto quello che Dio ha svelato con la sua vita, passione, morte e risurrezione. Parlare, dunque, di cristologia, equivale a parlare non soltanto della vita di Gesù, il Cristo, ma anche della vita dei cristiani in Cristo. Esporre la cristologia è esporre nel contempo la vita cristiana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La conoscenza e l'amore di Gesù Cristo"
Editore: Ancora
Autore:
Pagine: 232
Ean: 9788851406158
Prezzo: € 15.00

Descrizione:La conoscenza e l'amore del Figlio di Dio Nostro Signor Gesù Cristo di cui presentiamo il secondo volume, pervaso da un intenso movente apostolico, tratta i motivi che conducono alla conoscenza di Nostro Signore Gesù Cristo. Con una tenerezza di sentimenti da cui l'anima del lettore è come conquistata, Saint-Jure, gesuita assai colto, quasi come un pastore d'anime, s'impegna a ricondurre Gesù Cristo al centro della vita di fede, in un rapporto che passa attraverso quella povertà di spirito di chi non conta più sulle proprie capacità per poter accogliere il dono di Dio offerto in Gesù Cristo. La spiritualità di Saint-Jure è centrata, infatti, sull'amore condente e umile verso Gesù Cristo alla luce della Parola di Dio, delle riessioni di San Paolo, dei Padri e dei Dottori della Chiesa. Ebbene, in questo volume l'autore ci fornisce i mezzi per rispondere a un simile invito e quindi essere in grado di comprendere, con San Paolo, «quale sia l'ampiezza, la lunghezza, l'altezza e la profondità e conoscere l'amore di Cristo che sorpassa ogni conoscenza» (Ef 3, 18-19). E perché, sostenuti da questa testimonianza, non cercare, una volta per tutte, di scoprire quest'opera meravigliosa di Cristo in noi, questo tesoro nel nostro vaso di terra?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gesù, identità del cristianesimo"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Angelo Amato
Pagine: 480
Ean: 9788820980801
Prezzo: € 28.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vogliamo vedere Gesù"
Editore: Vivere In
Autore: Greco Alessandro
Pagine: 464
Ean: 9788872633151
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Lo scopo di questo libro è quello di offrire a tutti qualche itinerario esistenziale che faciliti la ricerca e l'incontro, perché la fede diventi sempre più un vedere in Gesù il Figlio di Dio. Un vedere che trasformi in Lui. Itinerario utile ai credenti e ai non credenti.Con intelligenza e tatto pastorale l'autore coniuga la serietà scientifica, secondo il metodo teologico con la vita concreta. Sacra Scrittura, Padri, Magistero, liturgia, vita di santità confluiscono in una visione ampia e armonica.Molto interessante è il tentativo, originale, di inserire le problematiche cristologiche nell'itinerario verso Gesù Cristo, seguendo passo passo il cammino del Vangelo di Mar-co.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Dio di Gesù Cristo"
Editore: Ancora
Autore:
Pagine: 248
Ean: 9788851405854
Prezzo: € 15.00

Descrizione:«Il presente volume, Il Dio di Gesù Cristo, rappresenta un'introduzione alla cristologia e alla teologia trinitaria. Nasce come strumento di testo da utilizzare allinterno delle scuole di teologia per laici che, promosse dal corpo docenti del seminario arcivescovile di Milano, si stanno diffondendo nelle diverse zone pastorali della diocesi. L'obiettivo è quello di offrire ai laici che partecipano alla scuola (o a quanti si accostassero personalmente a queste pagine) un'occasione per riflettere sulla propria fede. Destinatari di queste lezioni sono quindi tutti coloro che intendono approfondire o confrontarsi seriamente con la fede cristiana» (dalla Prefazione).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'invocazione del Nome di Gesù"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Rocchetta Carlo
Pagine: 192
Ean: 9788810510629
Prezzo: € 19.50

Descrizione:Sin dalle origini, i cristiani si sono qualificati come "coloro che invocano il Nome del Signore Gesù". Non si tratta di una semplice formulazione verbale, ma di esprimere il riconoscimento della gloria divino-messianica di Gesù, il Risorto, di un rimando alla sua sequela come scelta di vita fondata sul Vangelo. Non vi è dubbio che a sviluppare e a dare struttura organica alla preghiera del Nome di Gesù sia stato soprattutto l'Oriente cristiano, tuttavia anche la tradizione occidentale contiene una propria linea di venerazione del Nome di Gesù: i due apporti sono reciproci e complementari. La sfida affrontata dall'autore è quella di ripensare la preghiera del Nome di Gesù tenendo conto della tradizione/spiritualità dell'Oriente, ma riordinandola e ripresentandola nel quadro della teologia del Nome tipica della tradizione occidentale e degli sviluppi della ricerca biblico-teologica contemporanea. Egli si propone una triplice finalità: far emergere la ricchezza teologica del Nome, con lo scopo di riorientare la spiritualità in senso più decisamente cristocentrico, in un tempo di diffuso sincretismo esoterico; indicare il significato e la fecondità spirituale dell'invocazione del Nome di Gesù, con l'intento di invitare a praticarla; offrire un aiuto alla spiritualità dei coniugi cristiani, nella convinzione che questa forma di preghiera sia particolarmente adatta a loro e possa essere incarnata nella quotidianità. A questi due ultimi scopi sono indirizzati gli esercizi, assenti nella prima edizione, posti alla fine delle varie sezioni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gesù: il fondatore del Cristianesimo."
Editore: Elledici
Autore: AA. VV.
Pagine: 64
Ean: 9788801040739
Prezzo: € 9.50

Descrizione:Il personaggio Gesù non smette di esercitare il suo fascino. Ogni anno, o quasi, una nuova pubblicazione annuncia rivelazioni inedite e promette ai suoi lettori il ritratto del "vero" Gesù. Al di là degli aneddoti, la ricerca su Gesù, sui suoi seguaci e sulla vita dei primi movimenti cristiani è molto progredita. Ma se gli storici e gli archeologi hanno fatto scoperte tangibili, essi mettono in luce anche la complessità dei loro lavori e i molteplici volti di Gesù che ne derivano. Il dossier della rivista traccia un ritratto attendibile del Figlio di Dio e ripercorre la nascita della Chiesa cristiana con articoli di diversi esperti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gesù profeta e maestro. Introduzione al Gesù storico"
Editore: Claudiana
Autore: Herzog William R.
Pagine:
Ean: 9788870166811
Prezzo: € 24.50

Descrizione:Herzog parte dall'ipotesi di un Gesù profeta popolare che nella Galilea oppressa da romani ed emissari del potere religioso del Tempio di Gerusalemme si avvicina alla tradizione della misericordia piuttosto che a quella della religione rituale diventando un pedagogo degli oppressi. Dalla quarta di copertina: Che differenza fa la persona storica di Gesù di Nazareth nella nostra comprensione dei Vangeli? E ancora: che differenza dovrebbe fare questo Gesù nelle nostre vite odierne? In una lettura strettamente legata ai testi biblici e sottesa da un serio e informato approccio storico, quasi in risposta a finzioni filmiche quali La passione di Cristo di Mel Gibson, William Herzog esamina le parole e gli atti di Gesù presentandocene un'immagine poliedrica. Sullo sfondo della realtà politica, sociale ed economica della Galilea del tempo, ne emergono in particolare la personalità profetica, di pedagogo degli oppressi, guaritore ed esorcista nonché mediatore del Regno di Dio e leader rappresentativo senza dimenticarne gli insegnamenti teologici ed etici.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I miracoli di Gesù. Dramma e rivelazione"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Gianmario Pagano
Pagine: 144
Ean: 9788831532693
Prezzo: € 11.00

Descrizione:I miracoli sono un argomento delicato. Lo sapevano bene gli evangelisti, quando mostravano la riservatezza di Gesù sulla questione. Nonostante la loro ambiguità, perché Gesù compiva i miracoli? E, facendo un passo indietro, Gesù ha veramente compiuto dei miracoli?Il volume cerca di rispondere a queste domande, innanzitutto analizzando la posizione di una precisa letteratura teologica che, con la scusa dei miracoli come segni (non fatti veramente accaduti), ha proposto negli anni passati una specie di Gesù «light», cioè un Gesù senza miracoli. Le attuali ricerche sulle fonti bibliche ed extrabibliche confermano invece che un Gesù senza miracoli non solo non è storico, ma non è neppure concepibile. Se Gesù ha compiuto dei miracoli avrà avuto allora un buon motivo. Quale? Attraverso l'analisi del racconto di alcuni miracoli, il testo cerca di risalire alla natura, alla funzione e alla finalità che essi hanno nei Vangeli, ma anche, oggi, nella vita dei cristiani, visto che i miracoli avvengono ancora. È vero, la fede non può nascere che da un atto libero, ma può anche essere accesa da un'opera di Dio inattesa. Come direbbe von Balthasar, il sorriso della mamma provoca quello del suo bambino.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La vita di Gesù Cristo raccontata dai suoi testimoni. Matteo Marco Luca Giovanni"
Editore: Elledici
Autore: Melesi Luigi
Pagine: 328
Ean: 9788801040432
Prezzo: € 6.00

Descrizione:Questo volume riduce il testo dei quattro Vangeli in un'unica narrazione unitaria, continuativa e, nel limite del possibile, con un ordine cronologico. Il racconto è suddiviso in 33 capitoli, ognuno dei quali viene ambientato da una breve introduzione. Il testo utilizzato è quello della traduzione interconfessionale in lingua corrente.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU