Categoria
           
Num. Prodotti x Pagina
           
Ordina Per

Libri
Warning: fread() [function.fread]: Length parameter must be greater than 0 in /web/htdocs/www.piemontesacro.it/home/negozio/funzioni.php on line 198



Titolo: "Retrotopia"
Editore: Laterza
Autore: Bauman Zygmunt
Pagine: XXII-180
Ean: 9788858127346
Prezzo: € 15.00

Descrizione:La direzione del pendolo della mentalità e degli atteggiamenti pubblici è cambiata: le speranze di miglioramento, che erano state riposte in un futuro incerto e palesemente inaffidabile, sono state nuovamente reimpiegate nel vago ricordo di un passato apprezzato per la sua presunta stabilità e affidabilità. Con un simile dietrofront il futuro, da habitat naturale di speranze e aspettative legittime, si trasforma in sede di incubi: dal terrore di perdere il lavoro e lo status sociale a quello di vedersi riprendere le cose di una vita, di rimanere impotenti a guardare mentre i propri figli scivolano giù per il pendio del binomio benessere-prestigio, di ritrovarsi con abilità che, sebbene faticosamente apprese e assimilate, hanno perso qualsiasi valore di mercato. La via del futuro somiglia stranamente a un percorso di corruzione e degenerazione. Il cammino a ritroso, verso il passato, potrebbe trasformarsi in un itinerario di purificazione dai danni che il futuro ha prodotto ogni qual volta si è fatto presente.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "«Se mi togliete il gioco divento matto». Una ricerca sul gioco d'azzardo a Bologna"
Editore: Franco Angeli
Autore: Colozzi Ivo, Landuzzi Carla, Panebianco Daria
Pagine: 142
Ean: 9788891759627
Prezzo: € 19.00

Descrizione:A fronte di un severo contenimento dei consumi e ad un crollo dei risparmi familiari, paradossalmente, cresce la spesa relativa al gioco d'azzardo. Se l'Italia detiene il primato in Europa per il quantitativo pro capite di macchine da gioco di ultima generazione, l'Emilia Romagna è tra le prime regioni italiane per fatturato e per spesa individuale finalizzata al gioco d'azzardo. Oltre ad un gioco d'azzardo quantitativamente pervasivo sono da segnalare le trasformazioni qualitative del "sistema gioco" che inducono con maggior forza situazioni di dipendenza. La Fondazione IPSSER, per un approfondimento del tema, ha avviato una ricerca sul territorio bolognese, che ha visto la collaborazione di alcuni Ser.T, dei Giocatori Anonimi e dei Gruppi di Auto Mutuo Aiuto. Gli esiti della ricerca, confluiti nel presente volume, evidenziano che non solo si gioca di più, e con progressivi anticipi nella socializzazione al gioco d'azzardo, pure in età infantile, ma anche sottolineano il ruolo decisivo delle reti sociali e la dominanza dei fattori sociali come fortemente condizionanti la propensione all'azzardo. Il fenomeno del gioco d'azzardo viene analizzato, in linea di massima, con un approccio biomedico, tuttavia tale approccio riserva scarsa attenzione alla dimensione sociale del giocatore eccessivo, non considerando a sufficienza i condizionamenti sociali che subisce. La riduzione della prospettiva sociologica, sottolinea la ricerca, limita l'identificazione dei fattori sociali che possono promuovere la salute e il benessere e che possono proteggere dai comportamenti di dipendenza. Inoltre, fa sì che si tenda a porre il peso della responsabilità della dipendenza da gioco non sui produttori e gestori delle macchine che la creano, ma sui soggetti che vengono risucchiati dall'azzardo. La ricerca ha portato a intervistare decine e decine di persone con la vita stravolta da quel gioco che porta a gridare "Ho avuto la sfortuna di vincere, maledetta quella prima volta!", perché "è il gioco che ti viene a cercare e ti acchiappa senza tregua".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teoria e ricerca nell'analisi delle reti sociali"
Editore: Aracne
Autore: Mattioli Francesco, Anzera Giuseppe, Toschi Luca
Pagine: 156
Ean: 9788825505252
Prezzo: € 11.00

Descrizione:Negli ultimi anni lo studio di fenomeni sociali complessi attraverso la metodologia di rete si è notevolmente diffuso, non di rado affiancandosi ai disegni di ricerca di tipo standard, e sembra ormai avviato verso una piena legittimazione. Il volume propone un'introduzione essenziale alle tecniche di analisi e misurazione della relazionalità, da un lato avvalendosi di esempi concreti condotti con software statistici specifici, dall'altro inquadrando la social network analysis nell'evoluzione del movimento sociometrico, che ne costituisce la naturale premessa logica e teorica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La natura dell'umana generazione"
Editore: Vita e Pensiero
Autore:
Pagine: 200
Ean: 9788834333808
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Il volume affronta il tema della procreazione ottenuta mediante tecnologie e le conseguenze antropologiche, culturali e sociali di questo fenomeno che avviene ormai da anni nelle società occidentali e che la collana «Studi interdisciplinari sulla famiglia» aveva colto, con largo anticipo, pubblicando, ben diciotto anni orsono, il testo intitolato Famiglia generativa o famiglia riproduttiva?. In che senso il fatto procreativo è un fatto di natura? Quali i suoi limiti invalicabili? Se, e come, possiamo identificare le caratteristiche specie-specifiche del generare umano? Dove va posta l'origine del generare? Quali le possibili conseguenze del 'generare tecnologico' sia dal punto di vista del generante che del generato? Questi gli interrogativi, di assoluta rilevanza, al centro dei contributi di carattere teologico (card. Scola), filosofico (Botturi e Gomarasca), psicologico (Scabini, Cigoli), sociologico (Donati), bioetico (Palazzani), medico (Bellieni), giuridico (Nicolussi) che, nel loro articolarsi, offrono un apporto fondativo e analitico al dibattito odierno, superando l'angustia di tecnicismi e ideologismi per delineare un orizzonte culturale di senso che consenta di identificare la posta in gioco. Il testo consentirà agli studiosi, e a chi è quotidianamente a contatto con questi temi, di confrontarsi con una riflessività di ampio respiro in grado di offrire chiavi di lettura del fenomeno con riferimento alle dinamiche familiari e al loro svolgersi nel tempo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Menti precarie e lavoro cognitivo. Le professioni intellettuali nell'Italia del Sud"
Editore: Franco Angeli
Autore: De Nardis Fabio, Longo Mariano, Vignola Marta
Pagine: 214
Ean: 9788891759221
Prezzo: € 27.00

Descrizione:Questo volume tratta i temi del capitalismo cognitivo e delle forme di precarizzazione lavorativa che esso assume nel Mezzogiorno d'Italia, in particolare nel Salento e nella provincia di Salerno. Studiare i processi di precarizzazione e flessibilizzazione dei lavoratori della conoscenza nel Sud del Paese è una base di partenza per verificare le prospettive di un modello di sviluppo incentrato sugli assets della knowledge economy. Il Sud pone questioni alla accettazione incondizionata del modello, soprattutto in considerazione della relativa arretratezza del terziario meridionale, che restringe le possibilità occupazionali dei lavoratori della conoscenza. Il libro indaga, combinando ricostruzione teorica e indagine empirica, l'ethos dei lavoratori della conoscenza in alcuni ambiti specifici: i media locali; la progettazione comunitaria; l'università e la ricerca scientifica; i servizi per i giovani; i call center. I saggi si presentano come case studies i cui risultati, sebbene non generalizzabili, offrono spunti di analisi e di riflessione politica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un welfare aziendale per le donne. Strumenti a sostegno della conciliazione vita-lavoro"
Editore: Guerini Next
Autore:
Pagine: 190
Ean: 9788868961527
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Le donne costrette a rinunciare al lavoro a causa degli impegni familiari sono quantificabili, secondo l'Istat, in circa 10 milioni in un arco temporale di 10 anni. In altri termini, questo significa che il 41% della popolazione femminile tra i 18 e i 74 anni ha dovuto, forzatamente, rinunciare al lavoro o ad opportunità di carriera e di crescita professionale. Questo, a causa di impegni di natura familiare, compresa la gravidanza, che non permettono in molti casi una virtuosa conciliazione dei tempi. Il welfare aziendale per le donne è un valido strumento di sostegno nella condizione lavorativa e di carriera soprattutto nell'ottica di una conciliazione tra gli impegni di lavoro e quelli del carico familiare. Rispetto agli strumenti di natura statale e a quanto indicato dalle norme in tema di maternità, sostegno familiare e conciliazione dei tempi, il welfare aziendale rappresenta un'integrazione privata di grandissimo valore e utilità. Un'opportunità che in molti stanno cogliendo. Il libro contiene l'indagine Manageritalia - Edenred 2017 su welfare aziendale e donne manager.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Metalmeccanici alla prova della grande crisi. Una ricerca sulla dirigenza sindacale"
Editore: Franco Angeli
Autore: Cristofori Cecilia
Pagine: 144
Ean: 9788891760388
Prezzo: € 18.50

Descrizione:Che cosa sono diventati il lavoro, la fabbrica e il sindacato a seguito della Grande Crisi del 2008? A questa domanda si è cercato di fornire una prima risposta attraverso un'indagine empirica sui dirigenti sindacali metalmeccanici impegnati nel lavoro di fabbrica e territoriale. Mostrando chi sono, che cosa fanno e pensano, sono emersi i caratteri della prima generazione di dirigenti sindacali post-moderni e senza-classe, la loro storia sindacale e gli elementi di forza individuale e collettiva. Caratteri sottoposti alla prova della Grande Crisi che ci stiamo lasciando alle spalle e ritenuti particolarmente utili per sostenere la transizione verso la Quarta rivoluzione industriale. Il contesto del loro lavoro sindacale è qui offerto dal Diario di bordo 2008-2015, che raccoglie impressioni e osservazioni a caldo dell'Autrice: scritti inediti e tratti dal diario personale, elaborati predisposti in occasione di incontri pubblici, resoconti giornalistici. Il lavoro metalmeccanico e siderurgico emerge nel suo contesto territoriale, con particolare riferimento al rapporto tra Terni e la sua acciaieria, di cui fornisce elementi utilizzabili come studio di caso di una città media siderurgica particolarmente segnata dal processo di deindustrializzazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Nuove prospettive per lo stato sociale. Osservatorio 2017 sul Labour. Il punto di vista dei professionisti del lavoro e delle relazioni industriali"
Editore: Franco Angeli
Autore: Santori Maurizio, Bartolotta Francesco, Petrelli Simone
Pagine: 214
Ean: 9788891760470
Prezzo: € 27.00

Descrizione:Quella attraversata dalle relazioni industriali in Italia seguita ad apparire oggi una stagione quantomeno problematica. Questo accade, in parte, a causa delle forti tensioni introdotte dai colpi di coda della crisi economica più dura di sempre; in parte, invece, sembra essere il frutto delle ondate di disoccupazione/inoccupazione ed instabilità sociale alla crisi conseguenti. Il Jobs Act in questo scenario rappresenta ancora la rivoluzione copernicana delle origini? In quale condizione versa la formazione (dei giovani e diversamente tali) nel nostro Paese? Lo smart working è davvero una panacea per molti dei mali che affliggono il fronte del lavoro? E quali effetti occupazionali stanno producendo forme come le tutele crescenti, il contratto acausale o il diritto di variazione delle mansioni? Attraverso quesiti di questo calibro transita la riflessione del Labour Committee 2017 powered by HRC e Studio Legale Pessi e Associati. È la voce di "addetti al lavoro", professionisti HR e technical advisor decisi a proporre ai decision maker (leggi: istituzioni) un feedback completo e costruttivo, il polso del mercato rispetto ad un'area, quella delle relazioni industriali, che ridisegnando integralmente le prospettive dello stato sociale riguarda trasversalmente tutto il tessuto produttivo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Invasori. Come gli umani e i loro cani hanno portato i Neanderthal all'estinzione"
Editore: Carocci
Autore: Shipman Pat
Pagine: 221
Ean: 9788843088706
Prezzo: € 19.00

Descrizione:L'estinzione dei neandertaliani è uno dei grandi misteri della storia evolutiva. Un enigma che ha appassionato generazioni di scienziati sin dal 1856, quando furono rinvenuti i primi resti di questi ominini. Per centinaia di migliaia di anni avevano vissuto in Europa superando le enormi sfide dei cambiamenti climatici, come mai allora sono improvvisamente scomparsi circa 45.000 anni fa? Pat Shipman punta il dito sul predatore più spietato del regno animale, l'Homo sapiens, e sul suo fido alleato, il cane.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sociologia. Fondamenti e teorie. Ediz. Mylab. Con aggiornamento online"
Editore: Pearson
Autore: O'Byrne Darren
Pagine: XII-258
Ean: 9788891902528
Prezzo: € 22.00

Descrizione:"Il volume che avete tra le mani è un tentativo di introduzione alla teoria sociologica che non scende nei dettagli di idee complicate e studi fondamentali, né contiene miriadi nomi, ma che, piuttosto, si basa sul confronto con le sette principali tradizioni e prospettive della sociologia. Certo, introdurrà autori importanti, presenterà una selezione di studi e metterà in evidenza alcune delle idee più rilevanti; tuttavia, il suo scopo non è quello di fornire una descrizione completa - per questo, quando vi sentirete pronti, dovreste accedere alle opere originali - ma usare questi elementi per spiegare che cosa significa concretamente ogni prospettiva, mostrare come questi contributi siano debitori e appartengano a una più ampia tradizione." (dall'Introduzione)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ambiguo materno"
Editore: Fernandel
Autore: Nobili Piera, Patuelli Maria Paola
Pagine: 137
Ean: 9788898605699
Prezzo: € 14.00

Descrizione:"Esiste l'istinto materno? Si è madri naturalmente o culturalmente? La naturalità della maternità conviene alle donne? Chi sono le 'childfree' o 'childless' Esistono solo negli Stati Uniti o anche in Italia? E, questa del materno, solo una questione storica e politica, o anche antropologica? Queste le domande che hanno avviato un percorso di studio, riflessione e confronto all'interno dell'associazione 'Femminile Maschile Plurale', poi sfociato in un seminario pubblico tenutosi a Ravenna il 21 e 22 marzo 2014, di cui il presente libro è testimonianza. Il tema del materno è qui affrontato da diverse prospettive, nessuna delle quali ha la pretesa di sciogliere definitivamente i nodi di ambiguità che intrecciano la maternità, ma tutte hanno il merito di aprire a interrogativi e approfondimenti necessari alla decostruzione di stereotipi e tabù che ancora assediano il corpo delle donne, sostenuti anche dalla 'complicità profonda con il pensiero maschile' (Lea Melandri) delle donne stesse, sebbene non di tutte." (Piera Nobili)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La McDonaldizzazione della produzione"
Editore: Castelvecchi
Autore: George Ritzer
Pagine: 48
Ean: 9788832820034
Prezzo: € 5.00

Descrizione:

I McDonald’s sono diventati il migliore esempio dell’attuale razionalizzazione della società e delle sue irrazionali conseguenze sulle persone. Efficienza, calcolabilità, prevedibilità, controllo e razionalità, le cinque regole auree della superindustria dell’hamburger informano le nostre esistenze dietro il vessillo dell’uguaglianza, del miglioramento delle condizioni di vita e della produzione. Questo processo di estrema burocratizzazione, mentre amplifica le nostre possibilità di crescita, produce al tempo stesso alienazione, riducendo la dimensione umana delle esperienze e automatizzandoci come macchine. Questo saggio ci permette di riflettere sull’epoca che stiamo vivendo anche attraverso il neologismo prosumerism – coniato per la prima volta dal “futurologo” Alvin Toffler –, combinazione di production e consumption, che Ritzer pone al cuore della sua riflessione critica.

George Ritzer

(New York, 1940) Sociologo statunitense di famiglia ebraica, è autore di numerosi saggi sulla globalizzazione, sui modelli di consumo e sulla teoria sociale moderna e postmoderna. A lui si deve la formulazione del concetto di “McDonaldizzazione”, che reinterpreta l’idea di razionalizzazione di Max Weber attraverso le lenti dell’industria del fast food. Attualmente è professore all’Università del Maryland, College Park.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il lavoro promesso"
Editore: Ancora
Autore:
Pagine: 144
Ean: 9788851419080
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Lavoro. Un parola promessa. A volte tradita. Spesso mal vissuta. Cos'e il lavoro oggi? Che cosa puo accadere a una societa democratica quando diventa imbarazzante augurare ai giovani «buon lavoro»? L'ebook e pensato per compiere un cammino nel complesso mondo del lavoro, ripensare la formazione del lavoratore e aiutarlo a trovare lavoro. Dal lavoro 4.0 al ruolo dei sindacati oggi; dalla riforma del Terzo Settore al lavoro domestico, al caso dell'Ilva di Taranto, che mette in questione il rapporto tra lavoro e ambiente, al lavoro dei giovani. La speranza di poter avere un'occupazione c'e. Ma tutti – lavoratori, parti sociali, politica – devono guardare nella stessa direzione.Come lievito nella massa rimane la provocazione di Papa Francesco nell'Evangelii gaudium quando definisce il lavoro umano con quattro termini: “Libero, creativo, partecipativo e solidale” (EG, n. 192).«La sfida del lavoro di domani con le macchine intelligenti e il lavoro a basso costo non sara affatto semplice. Per vincerla ci vorra tutta la passione e la creativita per alimentare fatica e vocazione al lavoro. Ci vorranno politiche nuove, inclusive e generative a livello locale, nazionale ed europeo. E questo testo ci aiuta nella riflessione» Leonardo Becchetti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cambio di paradigma. Uscire dalla crisi pensando il futuro"
Editore: Feltrinelli
Autore: Magatti Mauro
Pagine: 170
Ean: 9788807173288
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Per uscire da una crisi serve un cambio di paradigma. Bisogna cambiare regole e prospettive, adeguare il proprio sguardo a un modo nuovo di interpretare la realtà. E prima che si stabilisca un nuovo paradigma, una nuova normalità, esiste un momento in cui tutte le possibilità sono aperte. Il sociologo Mauro Magatti dimostra che ci troviamo esattamente in quel momento. Il 2008 ha segnato l'inizio di una crisi economica che si è rivelata anche politica e culturale e ha portato alla fine di un'epoca. Fino ad allora il neoliberismo era stato il modello al quale avevamo affidato le nostre prospettive di crescita economica e di benessere. Ora quel modello è saturo, perché non più capace di rispondere alle esigenze di un mercato globale sempre più selvaggio e sregolato, né alla degenerazione della politica, sempre più populista e nazionalista. Ma questa, spiega Magatti, è una grande occasione. Perché se le vecchie regole non sono più valide, questo è il momento in cui possiamo inventarne di nuove. L'importante è avere chiara una direzione. E la direzione è quella della rinuncia alla cieca economia del consumo, per giungere a uno scambio sostenibile. "Solo la combinazione tra sostenibilità e logica contributiva può permettere di ricostruire su basi nuove il rapporto tra economia e società che il neoliberismo ha col tempo mandato in frantumi. E così rispondere alla domanda sulla natura della prossima crescita economica, nel quadro di una nuova stagione della democrazia."

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Nasci, cresci, posta (i social network sono pieni di bambini: chi li protegge?)"
Editore:
Autore: Alberto Rossetti, Simone Cosimi
Pagine: 112
Ean: 9788831175326
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Il fenomeno dei social network raccontato dal punto di vista dei minori e dei genitori. Si presenta come una rassegna ma anche come un'agile guida utile a capire, ad esempio, le policy - cioè le regole - che sovrintendono la presenza dei bambini e degli adolescenti sulle piattaforme digitali. Viene raccontato il processo di costruzione dell'identità nel mondo digitale contemporaneo, illustrando come i bambini e gli adolescenti utilizzino i social network per puntellare il proprio sviluppo. E come queste piattaforme, certo ricche di opportunità, possano in realtà partorire effetti collaterali importanti: dal cyberbullismo all'ipersuggestione fino alla sovrapposizione assoluta fra dispositivo e social, strumento e social. Vengono passate in rassegna alcune delle principali piattaforme espressamente pensate per i bambini, sottolineandone i meccanismi di funzionamento e i possibili punti deboli. La tesi che accompagna tutte le pagine è che i minori sono il bersaglio quasi prevalente e più ambito dalla maggior parte di queste piattaforme e gli strumenti per difenderne la presenza online sono pressoché assenti. Di più: deludenti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Salari, produttività, disuguaglianze. Verso un nuovo modello contrattuale?"
Editore: Il Mulino
Autore:
Pagine: 569
Ean: 9788815271235
Prezzo: € 42.00

Descrizione:Negli ultimi decenni l'economia italiana ha sperimentato un progressivo declino della propria competitività e un calo delle quote sui mercati internazionali. Le ragioni, molteplici e profonde, hanno interessato in modo trasversale tutti i settori dell'economia. Tra le cause citate nel dibattito politico-economico c'è la frammentazione della struttura produttiva, le rigidità del mercato del lavoro, le inefficienze nell'allocazione dei fattori produttivi e, più in generale, un assetto economico e istituzionale giudicato poco reattivo agli shock economici. Il protrarsi della crisi economico-finanziaria e l'aumento di disoccupazione e povertà hanno reso più evidente la necessità di proseguire nel processo di riforma della legislazione del lavoro e delle relazioni industriali, per rivitalizzare la crescita dell'occupazione, per aumentare la produttività ed estendere la rete di protezione sociale, per tutelare i lavoratori più deboli. La crescita economica ha bisogno di un sistema di relazioni industriali in grado di garantire flessibilità nella regolazione dei salari e una maggiore resilienza della occupazione al ciclo economico. Questo volume vuole contribuire al dibattito in corso sull'opportunità di ridefinire l'assetto del sistema di contrattazione collettiva per sostenere il recupero di competitività dell'economia italiana. Oltre trenta studiosi affrontano i temi che occupano il dibattito politico-economico e analizzano i vincoli posti dalle compatibilità macro-economiche per la crescita della occupazione e dei salari, la questione delle diseguaglianze, della volatilità dei redditi e dei divari territoriali. Vengono esaminate le tendenze in atto alla proliferazione dei contratti nazionali di lavoro, le questioni relative alla rappresentanza, i possibili assetti della contrattazione collettiva nazionale e decentrata, il ruolo svolto dai minimi salariali. Il libro vuole presentare, in modo rigoroso, i risultati di queste analisi e discutere sulle diverse opzioni di policy.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rifare il mondo... del lavoro. Un'alternativa alla uberizzazione dell'economia"
Editore: DeriveApprodi
Autore: Graceffa Sandrino
Pagine: 109
Ean: 9788865482025
Prezzo: € 12.00

Descrizione:In Europa il mondo del lavoro è stretto tra due alternative: liberalizzazione selvaggia alla Uber o difesa di diritti che ormai riguardano solo delle minoranze. Esiste una terza via? In questo libro l'amministratore delegato di SMart, cooperativa di lavoro europea - una realtà che ha radunato migliaia di lavoratori autonomi di vari settori in un'organizzazione mutualistica - ne illustra i profili: innovazione sociale, economia quaternaria, reddito universale, cooperazione, mutualismo, democrazia e partecipazione. Prefazione di Sergio Bologna.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lavoro indecente. I braccianti stranieri nella piana lametina"
Editore: Rubbettino Editore
Autore:
Pagine: 199
Ean: 9788849851601
Prezzo: € 14.00

Descrizione:L'indagine che presentiamo è il risultato a cui è pervenuta l'Associazione Comunità Progetto Sud svolgendo una ricognizione di dati e materiali attinenti alle condizioni dei braccianti stranieri nell'area lametina. Il volume pertanto si inserisce in quel filone di studi che pongono l'attenzione a quelle forme occupazionali che si configurano come indecenti e sovente anche in maniera para-schiavistica. Ovvero tutte quelle forme occupazionali che si caratterizzano - come recitano le norme correnti - con un lungo orario, con un salario basso e con la mancanza di protezione contro gli infortuni. Questi aspetti seppur in maniera dissimile da quelli riscontrati in altre aree agricolo-rurali della Calabria, ad esempio nella Piana di Sibari o in quella di Gioia Tauro, sono ben presenti all'interno di contingenti bracciantili immigrati. L'indagine, da questa prospettiva, ha scandagliato la dimensione specifica del mercato del lavoro regionale, i segmenti del medesimo dove maggiore è la presenza straniera e all'interno di questi dove maggiori sono le modalità occupazionali più dure e pericolose, facendo emergere una realtà che tutti percepiscono ma che nessuno riconosce come modalità di sfruttamento grave e dunque sanzionabile giuridicamente. Le attività lavorative ai limiti della legalità non appaiono episodiche o semplicemente marginali, ma del tutto incardinate nelle pratiche usuali del mercato del lavoro locale. Sono dunque pratiche che non appartengono al passato remoto, ma purtroppo sono di presente attualità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Senso del lavoro nelle economie diverse. Uno studio interdisciplinare"
Editore: Franco Angeli
Autore: Bertell Lucia, De Cordova Federica, De Vita Antonia
Pagine: 160
Ean: 9788891753946
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Cosa succede quando cambiando il proprio stile di vita ci si trova di fronte a un nuovo senso del lavoro? Questa domanda ha portato il gruppo di ricerca TiLT (Territori in Libera Transizione), attivo presso l'Università di Verona, ad approfondire la ricerca nell'ambito delle realtà e dei movimenti delle Economie diverse (economia solidale, di giustizia, ecologica, dei beni comuni) con uno sguardo concentrato sul lavoro e sulle piccole produzioni. Dallo studio del lavoro-produzione di panificatori e di agricoltori biologici, è emerso il senso di scelte individuali, spesso sostenute da una comunità o da una rete, che non dimenticano il contesto materiale da cui partono e che immaginano di trasformare. Per loro, economia diversa è l'esito di un congedo dalle forme tradizionali del lavoro, una "transizione verso nuovi modelli produttivi come ricerca di buona vita", che fa fiorire non il rifiuto ma il "preferirei di no" per collocarsi in una "condizione transitante". Lì dove il neoliberismo costringe donne e uomini nella strettoia del lavoro/non lavoro, in forme contemporanee di alienazione, essi ribaltano il segno di questa condizione in un rinnovato senso del lavoro e delle sue qualità. Queste storie, raccolte tra la Sardegna e il Veneto, raccontano percorsi divergenti dall'idea di diventare imprenditori di se stessi o di un lavoro orientato dal profitto, contribuendo a tracciare le nuove configurazioni dei lavori in sintonia con il vivente.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il futuro al lavoro. L'Italia al tempo dello smart working tra conservatori, vittime e innovatori"
Editore: Guerini Next
Autore: Spolverato Gianluca
Pagine: 158
Ean: 9788868961343
Prezzo: € 18.00

Descrizione:L'Italia è una Repubblica fondata sul diritto del lavoro. Un diritto sfuggente, frutto di prassi territoriali, di un lungo susseguirsi di leggi e provvedimenti, di un affastellarsi di norme interpretative. Le vecchie categorie che lo definivano - impresa e imprenditore, lavoro e lavoratore, dipendenza, contratto, ammortizzatore sociale - sono saltate, ma i più sembrano non averci fatto caso. L'Italia è però anche il luogo dove il lavoro sta cambiando. Nonostante un contesto apparentemente immodificabile, c'è chi il salto in avanti l'ha già fatto. Per esempio, superando la logica di un lavoro misurato in ore. Oppure costruendo sistemi che favoriscono lo smart working, il «lavoro agile», recentemente riconosciuto da una legge che in questo volume si presenta nel dettaglio. 0 ancora, trasformando il vecchio concetto di ammortizzatore sociale in un nuovo welfare aziendale che ha come obiettivo il benessere di ciascun collaboratore, inteso come il portatore di un valore aggiunto insostituibile. Non dichiarazioni d'intenti, non sogni, ma concrete esperienze raccontate da chi ogni giorno «lavora sul lavoro». Il futuro al lavoro è un viaggio nel mondo di oggi: un presente che puzza di passato - con le sue mille pastoie, le contraddizioni, l'attesa di miracoli che non arriveranno mai - ma che a tratti profuma di futuro. Un futuro che cammina sulle gambe di chi sceglie di cambiare e sperimenta nuove strade per innovare. "Il futuro al lavoro" è una raccolta di storie vere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Migrazioni contemporanee. Il viaggio di un antropologo in bicicletta"
Editore: Unicopli
Autore: Ceruti Gian Carlo
Pagine: 201
Ean: 9788840019390
Prezzo: € 15.00

Descrizione:"Una cittadina capo-zona di un territorio della valle padana ha registrato negli ultimi decenni dei vuoti evidenti di persone, studenti, case, lavori e altro ancora. I vuoti sono stati riempiti in gran parte dagli immigrati provenienti da tutte le parti del mondo. Il mio sguardo l'ho indirizzato soprattutto sui nuovi arrivati. Questi sono corpi in movimento che hanno riempito i vuoti e a causa della crisi economica, possono riprendere a muoversi. Intanto i loro figli occupano i due/terzi delle prime classi della scuola primaria. Ho cercato di capire come i locali vivono la situazione attuale. Soresina non è più il riferimento dei servizi sul territorio (Pretura, Istituti Scolastici Superiori, Ufficio Imposte e così via) e soprattutto la sera, le strade, le piazze e i locali pubblici si riempiono di immigrati provenienti dalla zona. Sono dei luoghi dove si costruiscono relazioni, interessi ricreativi e affettivi, reti sociali che determinano un nuovo corso culturale."

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "San Paolo. Ritratto di una città"
Editore: Odoya
Autore: Barba Bruno
Pagine: 312
Ean: 9788862883979
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Caotica, spaventosa e disumana: è così che appare a un primo, affrettato sguardo San Paolo. Niente a che vedere con il fascino immortale di Rio o la musicalità afro di Bahia. Eppure questa città conquista tutti: lo fa attraverso la storia del suo popolamento, legato prima all'epopea dei bandeirantes, i cowboy brasiliani, poi all'emigrazione italiana e di tante altre etnie; per l'ineguagliabile proposta culturale dei suoi teatri, dei musei ricchissimi, delle sue università; perché è polo di attrazione di ogni religione e una città buona per ogni gusto, ogni avventura, e offre scorci inaspettati. Ci si può svegliare in Giappone e ritrovarsi immersi, cambiando quartiere, nella verace tradizione calabrese; in un attimo si passa dalla Wall Street sudamericana alla memoria dell'immigrazione italiana del Brás o del Bixiga; dal lusso più sfrenato all'umile lavoro dei calzolai e dei carcómanos (i verdurai di origine italiana). Ogni bairro, ogni quartiere, racconta una storia diversa: Italia, Giappone, Africa, Francia, Turchia... ogni provenienza è rappresentata. San Paolo è la città dove sono nati o confluiti tanti movimenti letterari e culturali, e i personaggi più noti del Brasile: da Oscar Niemeyer a Pelé, da Elis Regina ad Ayrton Senna e Caetano Veloso. Una città modernissima, con i suoi grattacieli che la fanno assomigliare a una Manhattan tropicale, che contiene tuttavia tutte le contraddizioni di un paese meraviglioso eppure difficile e complesso. Motore dell'economia sudamericana e soprattutto di un'avventura umana meticcia da sempre.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il lavoro ombra. Tutti i lavori che fate (gratis) senza nemmeno saperlo"
Editore: Baldini Castoldi Dalai
Autore: Lambert Craig
Pagine: 318
Ean: 9788893880299
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Escludendo il sonno, il lavoro è l'attività che occupa la maggior parte della vita di ogni uomo. Da sempre il lavoro sorregge l'economia, la società, la famiglia, e dà valore persino alle nostre esistenze. Ma oggi la sua ombra ha invaso ogni angolo del nostro tempo. Com'è stato possibile? Oggi prenotiamo dal nostro pc le vacanze, usiamo l'home banking, facciamo il check in on line. Ma un tempo tutti questi erano lavori retribuiti, che adesso facciamo noi... gratis. Lambert definisce queste attività del lavoro ombra come «la schiavitù della classe media», e individua la loro nascita nell'invasione dell'elettronica e poi della robotica nei nostri spazi quotidiani. La trasformazione è avvenuta lentamente - dai primi rifornimenti di benzina self-service negli anni Cinquanta alla pervasività odierna dell'informatica - e ha prodotto cambiamenti non solo sociali ma anche psicologici. Il risultato di questa dinamica? Una forma di consumo sempre più personalizzata, un grande livellamento sociale e lo sfaldamento delle comunità, via via che la robotica andrà sostituendo le interazioni umane. "Il lavoro ombra" è una guida a questo nuovo fenomeno: è vero, le giornate non ci bastano mai, lavoriamo senza saperlo per le multinazionali, ma oltre a rendercene consapevoli questo libro ci offre suggerimenti arguti su come diventare artefici del nostro tempo e disintossicarci dal virus del lavoro.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I riti del costruire"
Editore: Jaca Book
Autore: Eliade Mircea
Pagine: 208
Ean: 9788816371736
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Questo testo risponde al proposito di Eliade di inserire la sua ricerca come contributo ad una futura filosofia delle culture popolari intesa come sviluppo di una capacità interpretativa atta a cogliere il senso spirituale che si cela nei documenti dei folkloristi, degli etnologi e degli storici delle religioni. Eliade in queste pagine vengono messe a punto le linee portanti dell’«ontologia arcaica» e individuate procedure e regole della creazione folklorica. Traspaiono così la pregnanza e la centralità del ricco patrimonio mitico, simbolico e religioso delle culture popolari dell’Europa balcanica (e in particolare di quella romena, quale «ponte» tra Oriente e Occidente), frutto dell’attività di ricerca e di docenza di Eliade in Romania prima dell’esilio. Tra i modelli simbolici trasmessi dalla spiritualità arcaica al Cristianesimo, e da questo assimilati e trasfigurati, viene qui illustrato il tema iniziatico del sacrificio creatore nei suoi molteplici rapporti e connessioni con i miti cosmogonici e antropogonici e con le leggende popolari relative ai rituali di costruzione, alle piante della vita, alla valorizzazione della morte, alla reintegrazione armoniosa nel Cosmo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Giardini. Riflessioni sulla condizione umana"
Editore: Fazi
Autore: Harrison Robert Pogue
Pagine: 254
Ean: 9788893252201
Prezzo: € 20.00

Descrizione:"Cos'è che risveglia nel genere umano l'anelito alla ricreazione del Paradiso perduto? Capolavoro inimitabile, imitazione improbabile; eppure ogni neonato giardino del mondo rinnova la sfida impossibile, tentando di riprodurre quell'impronta divina. Questa è la riscoperta d'una domanda perduta e ritrovata da Robert Pogue Harrison, che risponde, aprendo per noi i giardini delle meraviglie, ovvero la rassegna delle imitazioni, come farebbe un mago comparativista. In questo "romanzo dei giardini" l'Eden è il protagonista, anche zoologico; segue l'Academos platonica, poi il giardino "privato" di Epicuro dove si coltiva "l'in sé e per sé". La lunga sequenza ci conduce fino a Versailles, e forse a Bomarzo; e ad altre mete della mente girovaga, come i campus universitari contemporanei, cosiddetti vivai d'intelligenza. L'autore è un "coltivato giardiniere" di piante mentali, che ci porta in giro a bordo della sua scrittura, sorprendente come un ottovolante, di giardino in giardino. Dove i cancelli della superstizione sbarrano l'accesso ai giardini sapienti, l'autore ermeneuta, corredato degli strumenti del fabbro, li apre con le ingegnose chiavi del giardinaggio filosofico. Inevitabile che i giardini evochino il ricordo del Paradiso perduto, ma allo svelamento del segreto si contrappone la censura del verde ombreggiato dalla controra. Nei luoghi dell'architettura botanica si vive in uno spazio senza tempo, quasi eterno: questo è l'ovvio segreto che ci rivelano le piante, mentre tutti cercano il non tempo che non c'è, trovando solo l'eternità indifferente della natura. Incanta l'esempio della poetessa che immagina che il frutto mangiato da Eva sia stata una melagrana, e i semi contenuti nel frutto proibito la renderebbero, oltre che nostra progenitrice, anche madre della flora tutta. In quest'opera la botanica diventa la livrea allegorica delle filosofie e delle branche scientifiche: ultima meta vincente del libro." (Valentino Zeichen)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO