Articoli religiosi

Libri - Sociologia E Antropologia



Titolo: "Hai coperto la mia vergogna"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Anne Lecu
Pagine: 144
Ean: 9788892218789
Prezzo: € 12.00

Descrizione:"Se la natura profonda di Dio è la misericordia, ciò significa che egli ricopre con un velo, con un mantello, con una tunica, ciò che è meglio non vedere-. Anne Lécu ci invita a compiere un cammino alla ricerca del "senso dell'abito- lungo la storia biblica; una ricerca in forma di inchiesta... a un tempo seria e allegra, perché è come un vagabondaggio nel paese delle tuniche, quelle di pelle e quelle di lino...dove si incontrano dei tessuti ma anche dei pudori, la nudità, la vergogna, la pelle dell'uomo e i vestiti che la ricoprono. Lettore, non essere sorpreso per il vagabondaggio di queste pagine. Lasciando in ogni posto un sassolino bianco, alla fine ritroveremo il cammino fatto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antropologia delle famiglie contemporanee"
Editore: Carocci
Autore: Simonetta Grilli
Pagine: 316
Ean: 9788843095223
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Oggetto del libro sono le forme fluide, mutevoli, inattese che la famiglia e la parentela hanno assunto nelle società attuali. Facendo riferimento a ricerche condotte per lo più nel contesto italiano, lo studio si concentra sui processi di moltiplicazione delle forme familiari, di pluralizzazione dei legami e delle soggettività parentali. Ne emerge il recedere di schemi e modelli normativi socialmente riconosciuti, incorporati fino a un passato recente in forme più o meno tacite nelle prassi degli attori sociali. I comportamenti familiari e parentali sono oggi riconducibili alle dinamiche demografiche e strutturali, alla revisione dei rapporti di genere e fra le generazioni, all’apparire di nuove concezioni etiche e del diritto, alle possibilità indotte dalle pratiche mediche. Pur essendo in parte imprevedibili, essi possono essere compresi alla luce di un principio, quello di “scelta consapevole”, che ne costituisce un fondamento ideologico forte, capace di orientare le pratiche concrete. Chiamati a prendere decisioni responsabili, i soggetti elaborano condotte e fanno “scelte di famiglia” che implicano quasi inevitabilmente trasparenza e riflessività.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La città dell'uomo"
Editore: AVE
Autore: Giuseppe Lazzati
Pagine: 116
Ean: 9788832711233
Prezzo: € 12.00

Descrizione:La nuova edizione di questo libro, un "classico" del 1984, è in realtà uno strumento di battaglia. Giuseppe Lazzati lo concepì proprio per diffondere un messaggio di cui percepiva l'urgenza, un manifesto "politico" per avviare un percorso e un pensiero nuovi. Per lui, infatti, la città dell'uomo non è né una città cristiana da interpretare secondo i criteri della cristianità, né una città totalmente separata dalla fede e dalla religiosità, ma è una realtà che chiede ai suoi abitanti l'impegno per il bene comune. Queste pagine, integrate da nuovi contributi che interpretano e attualizzano il pensiero di Lazzati, rimangono ancora oggi di grande valore culturale come prezioso strumento per acquisire una maggiore coscienza politica che si esprime, poi, nel pensare e nell'agire politicamente.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Essere umani"
Editore: Qiqajon Edizioni
Autore: Rowan Williams
Pagine: 136
Ean: 9788882275419
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Cosa dire sul nostro essere umani? Quale genere di umanità vogliamo far sviluppare nella società? E come appare la nostra umanità? Forse la sfida più diffusa oggi è proprio quella di non perdere il senso dell'umano, sfida che necessita chiarezza in merito a cosa sia o non sia una persona. Ci sono forze - politiche, economiche, psicologiche - che ci spingono a essere meno di ciò che Dio desidera che siamo. Ma l'umanità voluta da Dio è movimento, è un processo in cui dobbiamo far fronte allo straordinario, una via di vita in cui diventiamo straordinari.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mai più senza maestri"
Editore: Il Mulino
Autore: Gustavo Zagrebelsky
Pagine: 154
Ean: 9788815280787
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Mai più senza maestri: è questo il motto lanciato da Gustavo Zagrebelsky, che ribalta lo slogan degli striscioni sbandierati durante il Sessantotto parigino. I giovani sessantottini, d'altra parte, ignoravano che il loro sogno antiautoritario di una società libera, creativa e priva di padri poteva trasformarsi nell'incubo che oggi stiamo vivendo. Quello di un mondo in cui tutte le opinioni si equivalgono e nel quale nessuno si fa più portavoce di un pensiero originale e critico; un mondo appiattito dall'omologazione. Secondo Zagrebelsky allora è il caso di cominciare a ricercarli quei maestri perduti. Per spazzar via influencer, tutor motivazionali e guru della comunicazione efficace è venuto il momento di tornare a consultare quelle grandi figure della storia e della letteratura che hanno fatto del dubbio e del dissenso i loro principi guida. Ma perché questi maestri possano ancora dirci qualcosa è necessario che ognuno di noi torni discepolo, e che tutti ricominciamo a porci domande di senso ed esigenze di ethos.Mai più senza maestri di Gustavo Zagrebelsky è un invito accorato a rileggere quegli autori che hanno ancora molto da dire; i soli ai quali possiamo appellarci per trovare vie nuove nel caos del presente.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Oltre l'orizzonte"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Giancarlo Genta
Pagine: 440
Ean: 9788833531625
Prezzo: € 28.00

Descrizione:La tecnologia è antica quanto la specie umana e ci ha profondamente plasmato, influenzando la nostra evoluzione, tanto che non riusciamo neppure a immaginare come potrebbe essere la nostra vita in un mondo non trasformato dall'uomo. Fin dalla preistoria, in ogni angolo del pianeta l'homo sapiens ha agito sull'ambiente circostante, realizzando strumenti sempre più raffinati. Soltanto in Occidente, però, questo processo ha intrecciato il proprio cammino con quello della scienza, generando un rivoluzionario ciclo di innovazioni che ha letteralmente proiettato il genere umano «oltre l'orizzonte». Cos'ha reso possibile questa rivoluzione tecnologica? Secondo gli autori, a rivestire un ruolo decisivo è l'incontro tra filosofia greca e razionalismo spirituale giudaico-cristiano, verificatosi per la prima volta nel Medioevo europeo. A dispetto dei luoghi comuni, infatti, è da lì che il progresso tecnologico ha iniziato ad accelerare fino alla velocità vertiginosa dei nostri giorni, senza peraltro smettere di suscitare riflessioni e discussioni riguardo alle possibili ricadute sulla nostra vita e su quella del pianeta. Questo libro, accessibile anche ai lettori non specialisti, si inserisce autorevolmente nel dibattito sul valore e l'importanza della tecnologia per lo sviluppo umano e sul futuro della nostra civiltà.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Genesi. Il grande racconto delle origini"
Editore: Feltrinelli
Autore: Guido Tonelli
Pagine: 219
Ean: 9788807492549
Prezzo: € 17.00

Descrizione:

Forse avevano davvero ragione i Greci, che in principio era il caos. Molte osservazioni della fisica moderna sembrerebbero confermarlo. Ma cos’è successo nei primi istanti di vita dell’universo? Davvero la scienza del xxi secolo fa ritornare d’attualità il racconto di Esiodo, che racchiude l’origine del tutto in un verso splendido e fulminante: “All’inizio e per primo venne a essere il caos”? E oggi l’universo è il sistema organizzato e affidabile che ci appare o è dominato ancora dal disordine?

Per rispondere, ogni giorno schiere di uomini e donne esplorano gli angoli più reconditi della materia, usano i grandi telescopi o i potenti acceleratori di particelle per ricostruire in dettaglio i sottili meccanismi attraverso i quali la meraviglia che ci circonda ha acquistato caratteristiche che ci sono così familiari, per cercare di capire quella strana singolarità che ha dato origine all’universo e raccogliere indizi sulla sua fine.

Dunque possiamo dirci che gli acceleratori di particelle oggi, come il racconto dei Greci ieri, stanno cercando di rispondere alla più antica tra tutte le domande? E allora si vede come costruire una cosmogonia non sia più affare per specialisti e il mito e la scienza abbiano in fondo la stessa funzione: permettere all’essere umano di trovare il proprio posto nell’universo, “consentire a tutti di fare proprio il grande racconto delle origini che la scienza moderna ci consegna, per capire le nostre radici più profonde e trovarvi spunti con i quali affrontare il futuro”.

“Nessuna civiltà, grande o piccola che sia, può reggersi senza il grande racconto delle origini.

Un viaggio vertiginoso all’indietro nel tempo, fino al mistero primo delle cose.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I giardini dello scalo di Quinto"
Editore: Frilli
Autore: Agostini Maria
Pagine: 180
Ean: 9788875633639
Prezzo: € 9.50

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Matrimonio e parentela"
Editore: Il Saggiatore
Autore: Frazer James George
Pagine: 352
Ean: 9788842825623
Prezzo: € 34.00

Descrizione:«Frazer prende lo spunto dall'episodio relativo alle nozze di Giacobbe. Giacobbe, secondo quanto racconta la Genesi, sposò in successione le sue due cugine Rachele e Lia che erano figlie di Labano, fratello di sua madre Sara. Ma, partito da Giacobbe, Frazer lo abbandona subito per avventurarsi nel mondo dei primitivi. Di qui l'avvio per uno dei contributi più originali dell'intera opera di Frazer, questa volta dedicata all'analisi dei meccanismi di una struttura fondamentale della società: il matrimonio. Noi europei ci troviamo dinnanzi a un problema che scavalca il nostro orizzonte mentale e ci costringe a scoprire quanto relativamente isolato sia il nostro sistema matrimoniale. Come nota nella sua postfazione Maurizio Bettini, "sposare la cugina" è uno di quegli elementi distintivi che marca con forza il confine tra il "noi" europeo e gli "altri"; la tradizione europea infatti, a partire dal mondo romano, interdì vigorosamente questo tipo di matrimonio, e successivamente la Chiesa si preoccupò di estendere ancora più ampiamente la barriera matrimoniale endogamica. "La cugina" scrive Bettini "è una donna troppo vicina perché ci si possa permettere di sposarla, ma non lo è abbastanza perché ci si possa impedire di amarla." Non è un semplice caso di evoluzione della morale sessuale: Frazer avverte che il matrimonio endogamico ha a che fare con i meccanismi culturali profondi di società molto lontane dalla nostra; così il problema dell'endogamia viene da lui, correttamente, collocato sul piano della cultura, non su quello della natura. Il tabù dell'incesto è dunque, per Frazer, il prodotto di una struttura sociale, che determina come conseguenza secondaria la creazione di una barriera psicologica: "la proibizione opposta al rapporto sessuale tra cugini paralleli dev'essere stata in vigore per tanto tempo che rispettarla è divenuto una sorta di istinto".» (Giulio Guidorizzi). Postfazione di Maurizio Bettini.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le metamorfosi della questione sociale. Una cronaca del salariato"
Editore: Mimesis
Autore: Castel Robert
Pagine: 578
Ean: 9788857552064
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Ci sono voluti secoli di sacrifici, sofferenze ed esercizio continuo della coercizione per fissare il lavoratore al posto di lavoro, poi per mantenercelo associandogli una vasta gamma di protezioni che definiscono uno statuto costitutivo dell'identità sociale. Ma è proprio nel momento in cui la "civiltà del lavoro", nata da questo processo secolare, sembrava ormai consolidata sotto l'egemonia del lavoro salariato e con la garanzia dello Stato sociale, che l'edificio si è crepato, facendo risorgere la vecchia ossessione popolare di dover vivere "giorno per giorno". Ormai il futuro ha impresso il sigillo dell'aleatorio. La questione sociale si pone, oggi, a partire dal centro della produzione e distribuzione della ricchezza, nell'impresa, attraverso il regno indiscusso del mercato; non è dunque, come si crede comunemente, quella dell'esclusione. Si traduce nell'erosione delle protezioni e nella vulnerabilità degli status. L'onda d'urto prodotta dallo sgretolamento della società salariale attraversa l'intera struttura sociale e la scuote da parte a parte. Quali risorse si possono mobilitare per far fronte a questa emorragia e salvare i naufraghi della società salariale?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cibo (e sesso)"
Editore: Ancora
Autore: Antonio Gentili, Marilena Bogazzi
Pagine: 160
Ean: 9788851421588
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Fin dal suo apparire sulla scena del mondo, l'essere umano è segnato da due bisogni fondamentali cui deve la propria sopravvivenza: l'uno riguarda l'individuo, l'altro la specie. Alimentazione e sessualità interagiscono fra loro secondo natura, cultura e spiritualità, e connotano una vita virtuosa o viziosa (gola e lussuria aprono la serie dei vizi capitali!). Riservando un più ampio spazio al cibo, in questo libro se ne coglie la molteplicità di richiami, dall'opzione vegetariana, illustrata nelle sue motivazioni e nelle diverse modalità proprie delle tradizioni religiose, alla convivialità eucaristica, preludio del banchetto celeste.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Relazioni industriali e contrattazione collettiva nel settore del commercio"
Editore: Ediesse
Autore: Ambra Maria Concetta
Pagine: 229
Ean: 9788823021501
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Il volume si basa sui risultati della ricerca internazionale Decoba condotta in cinque paesi europei: Italia, Spagna, Francia, Germania e Belgio. A partire dalla ricerca Decoba, l'opera approfondisce il caso italiano esaminando i rapidi e crescenti cambiamenti che nel corso dell'ultimo decennio hanno interessato il commercio. Lo studio ricostruisce le sfide affrontate in Italia negli ultimi dieci anni dalle organizzazioni di rappresentanza sindacale e datoriale nel settore del commercio mettendone in evidenza processi decisionali, azioni collettive intraprese ed esiti ottenuti. Emerge un quadro nel quale, se da una parte il commercio conferma le proprie specificità settoriali, dall'altra si presenta come un settore in cui le trasformazioni in atto, anche per effetto di dinamiche sovranazionali, pongono agli attori collettivi (inclusi i governi) ulteriori sfide, più difficilmente gestibili a livello nazionale. Prefazione di Massimo Carrieri.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Succede ogni Primavera"
Editore: BE Edizioni
Autore: Gary Chapman , Catherine Palmer
Pagine: 308
Ean: 9788897963769
Prezzo: € 16.00

Descrizione:L'amore è al centro del primo romanzo di Gary Chapman e Catherine Palmer, finalmente disponibile anche in italiano grazie a BE Edizioni. Succede ogni primavera, prima parte di una quadrilogia dedicata alle relazioni interpersonali, racconta con un approccio narrativo le vicende dei personaggi che vivono, lavorano, sognano e amano nella piccola comunità di Deepwater Cove, affacciata su un pittoresco lago del Missouri. Nel microcosmo di Deepwater Cove, che presto diventerà familiare a ogni lettore, l'attenzione degli autori si concentra in particolare sulle vicende di quattro coppie che vivono fasi diverse del loro rapporto, sperimentando le gioie e le difficoltà del matrimonio in una continua interazione umana tra loro e con gli altri abitanti del villaggio. Il volume, quasi un complemento del saggio Le 4 stagioni del matrimonio, vuole descrivere la realtà dei rapporti umani con un delicato tocco di poesia, aiutando il lettore a immedesimarsi in situazioni che può aver vissuto, vivere o che potranno prospettarsi nel suo futuro; una lettura che ricrea, edifica e - anche descrivendo i momenti più critici - riesce a offrire una prospettiva positiva sul futuro.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Chi si prende cura del nonno?"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Guglielmo Digrandi
Pagine:
Ean: 9788892218253
Prezzo: € 14.50

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Equilibrio. Economia, famiglia, lavoro"
Editore: Wip Edizioni
Autore: Grimaldi Alessandro
Pagine: 84
Ean: 9788884595027
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Il saggio di Grimaldi pare in perfetta sintonia con il dettato della nostra Costituzione in tema di famiglia. I nostri costituenti, infatti, erano a tal punto consci dell'importanza di questa formazione sociale da dedicarle ben 3 articoli: il 29, il 30 e il 31. Se il primo articolo è dedicato al rapporto tra coniugi (e definisce la famiglia come "società naturale fondata sul matrimonio") e il secondo al rapporto tra genitori e figli ("è dovere e diritto dei genitori mantenere, educare e istruire i figli anche se nati fuori dal matrimonio"), è sicuramente l'art. 31 la disposizione più attuale, ma al tempo stesso più inattuata (e probabilmente quella maggiormente legata al testo di Grimaldi).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Stati nervosi. Come l'emotività ha conquistato il mondo"
Editore: Einaudi
Autore: Davies William
Pagine: 362
Ean: 9788806241520
Prezzo: € 18.50

Descrizione:Partendo dall'analisi di episodi come quello di Oxford Circus del 2017 - in cui un allarme terroristico diffuso in rete attraverso centinaia di tweet costrinse all'evacuazione dell'intera area e dopo poche ore si rivelò del tutto immotivato - William Davies sottolinea come numeri, indicatori e fatti reali perdano sempre più autorevolezza. Il risultato è un vuoto che, nell'era digitale, rischia di riempirsi immediatamente di voci, fantasie, congetture, mentre i social network «diventano un'arma da combattimento a disposizione di tutti». Mettendo insieme economia, psicologia, sociologia e filosofia, e basandosi su un'accurata ricerca storica, in "Stati nervosi" Davies propone un'interpretazione davvero nuova dei nostri anni segnati dall'irrazionalità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Caporalato. An authentic agromafia"
Editore: Mimesis International
Autore: Fanizza Fiammetta, Omizzolo Marco
Pagine:
Ean: 9788869772191
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antropologia dei social media"
Editore: Carocci
Autore: Angela Biscaldi, Vincenzo Matera
Pagine: 140
Ean: 9788843095216
Prezzo: € 14.00

Descrizione:La posizione dominante che i media digitali hanno acquisito nella nostra vita sociale e, in un futuro ormai vicinissimo, anche cognitiva si spiega se pensiamo alla loro capacità di permettere una personalizzazione dell’esperienza comunicativa, basata su azioni rapide, efficaci e gratificanti. Tuttavia, come una sorta di contrappunto, emerge una domanda: perché le persone, nonostante tutto, pensano che l’uso delle nuove tecnologie comporti un impoverimento della loro umanità? Questo libro presenta un’articolata riflessione su queste e altre questioni cruciali per capire più a fondo i nuovi media, il loro potere di catturarci e la nostra incapacità di accantonarli anche solo per poco.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il peso dei numeri. Teorie e dinamiche della popolazione"
Editore: Asterios
Autore: Danna Daniela
Pagine: 238
Ean: 9788893131032
Prezzo: € 23.00

Descrizione:Il tema che Braudel poneva all'inizio, cioè alla base, di Civiltà materiale, economia e capitalismo, è oggi affidato solo a una branca quantitativa della divisione disciplinare voluta dai liberali al posto dell'unica scienza sociale storica. "La popolazione è in declino, dobbiamo intervenire", "I poveri aumentano di numero per la loro ignoranza", "L'aumento demografico mette in pericolo l'ecologia del pianeta": i miti della demografia hanno conseguenze politiche, e vengono smentiti da questo lavoro, che ricostruisce e commenta le principali teorie a proposito di ciò che determina gli andamenti nel tempo della popolazione umana. Il volume ragiona sulle dinamiche della popolazione sia dal punto di vista macrostorico che microstorico. Presenta il quadro teorico che vede nel "sistema-mondo" e non negli stati-nazione l'unità di analisi fondamentale per la scienza sociale. Traccia poi una griglia per la comprensione delle motivazioni delle decisioni procreative - includendo nel concetto anche la semplice accettazione della nuova vita concepita - decisioni in cui la volontà femminile ha storicamente acquistato un peso maggiore. Si dà nuovo rilievo alla teoria della domanda di lavoro nel sistema capitalistico come base per l'accrescimento demografico: durante l'espansione coloniale europea ci fu un'estrazione violenta di lavoro indigeno per beneficiare i paesi del centro dell'economia-mondo capitalista. Questa estrazione era stata imposta innanzitutto alla classe lavoratrice dei paesi del centro nelle prime fasi di sviluppo del capitalismo, e poi venne spostata verso la periferia. La teoria della transizione demografica e l'ideologia della crescita infinita sono presentate criticamente: sono gli obiettivi della crescita economica a richiedere l'impossibile aumento costante della popolazione, è il capitalismo ad essere ecologicamente insostenibile.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Etica dell'imperfezione"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Battista Borsato
Pagine: 80
Ean: 9788810204818
Prezzo: € 8.50

Descrizione:Vivere il senso del limite, accettare di sbagliare, saper convivere con le proprie imperfezioni ci rende meno assoluti, più umani e anche più capaci di relazionarci con gli altri, perché animati dal sentimento liberante della misericordia e della compassione. Gesù non è venuto per i giusti, ma per i peccatori e molte parabole ed episodi del Vangelo aiutano ad entrare in questa nuova logica. L'uomo sviluppa le proprie potenzialità vivendo più il senso del limite e dell'imperfezione che tendendo ansiosamente alla perfezione; «liberarsi dalla perfezione» non significa, infatti, indulgere all'indolenza e al disimpegno, ma valorizzare il proprio potenziale umano. La crescita non avviene inseguendo un'immagine ideale di sé o coltivando obiettivi sproporzionati, ma vivendo quello che ciascuno è, senza competizioni esasperanti e senza dover rincorrere traguardi o mete al di fuori o al di sopra delle proprie capacità e delle proprie originali possibilità. Diventare se stessi, senza sottostare a schemi, accettando i propri limiti e anche gli errori e le sconfitte, è il contenuto dell'etica dell'imperfezione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I rischi della percezione. Perché ci sbagliamo su quasi tutto"
Editore: Einaudi
Autore: Duffy Bobby
Pagine: XXIII-228
Ean: 9788806241490
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Mangiate troppo zucchero? Qual è la percentuale di immigrati nel vostro Paese? Quante tasse pagano i ricchi? Prendetevi un minuto per rispondere. A prescindere dal vostro livello culturale, probabilmente vi sbagliate. Bobby Duffy, basandosi su una ricerca esclusiva condotta da Ipsos su quaranta Paesi, ci spiega perché non conosciamo i fatti fondamentali relativi al mondo che ci circonda. Il ventaglio di temi trattati è eccezionalmente ampio e restituisce una panoramica unica sulle aspettative che la popolazione del mondo ha della realtà statistica. L'esito, lampante e sconvolgente, è che a prescindere da età, livello di istruzione e ceto sociale sviluppiamo tutti una visione distorta di pressoché ogni aspetto della realtà. Duffy si chiede perché e, svincolando il concetto di «ignoranza» dalla sua accezione negativa, esamina come pensiamo e cosa ci viene detto per produrre questi risultati fittizi. Una lettura essenziale nell'era della cosiddetta «post-verità», che trasformerà il modo in cui affrontiamo il mondo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Addio al lavoro? La metamorfosi e la centralità del lavoro nell'era della globalizzazione"
Editore: Asterios
Autore: Antunes Ricardo
Pagine: 206
Ean: 9788893131018
Prezzo: € 20.00

Descrizione:"L'ampio processo di ristrutturazione del capitale, scatenato su scala globale agli inizi degli anni settanta, ha un carattere multiforme: da un lato presenta tendenze all'intellettualizzazione della forza lavoro, specialmente nelle cosiddette tecnologie dell'informazione e della comunicazione, dall'altro accentua, su scala globale, i livelli di precarizzazione e informalità dei lavoratori e delle lavoratrici. La nostra ipotesi centrale è che nel mondo capitalistico contemporaneo, lungi dall'esserci una contrazione o un allentamento della legge del valore, sta avvenendo un significativo ampliamento dei suoi meccanismi di funzionamento, nel quale è emblematico il ruolo svolto dal lavoro - è ciò che definisco la nuova morfologia del lavoro. Un'analisi del capitalismo nell'era della sua mondializzazione e finanziarizzazione ci obbliga a comprendere che le forme vigenti di valorizzazione del valore portano in sé nuovi meccanismi generatori di pluslavoro, nello stesso tempo in cui espellono dalla produzione un'infinità di lavoratori che diventano eccedenti, scartabili e disoccupati. E questo processo ha una chiara funzionalità per il capitale, giacché permette l'ampliamento, su larga scala, della massa dei disoccupati, il che riduce ancora di più la remunerazione della forza lavoro su scala globale, attraverso la contrazione dei salari delle donne e degli uomini occupati. Nel pieno dell'esplosione della più recente crisi globale, che ha il suo epicentro nei paesi del Nord, questo quadro si amplia a dismisura e ci presenta un enorme "spreco" di forza di lavoro umana ed una corrosione ancora maggiore del lavoro contrattato e regolamentato di matrice taylorista-fordista, che è stato dominante nel corso del ventesimo secolo". (Ricardo Antunes)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Se questo è un altro"
Editore:
Autore: Lino Graziano Grandi
Pagine: 144
Ean: 9788869293856
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Il confronto con l'Altro permette a ciascuno di noi di sentire il vero «se stesso». Ogni essere umano è una mescolanza di insiemi, instabile quando cambia l'insieme di cui fa parte. Originalità e adattamento, convinzioni e confronto, assimilazione e scambio caratterizzano ognuno di noi. Alla luce della sua lunga esperienza nel campo della psicoanalisi e della psicoterapia, in queste pagine Lino G. Grandi «dialoga» con il protagonista del pirandelliano Uno, nessuno, centomila, considerato come una sorta di prototipo di ogni essere umano che accetta di confrontarsi dialetticamente con l'Altro: un confronto che consente di uscire finalmente da se stessi e di accogliere la complessità della vita rinunciando alle proprie convinzioni egocentriche. Fra domande e tentativi di ricerca intorno ai grandi temi dell'esistenza, ne emerge una gamma di riflessioni sulla miseria e sulla nobiltà dell'uomo, declinate anche sul versante del potere, delle relazioni interpersonali e della ricerca di senso.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antropologia delle relazioni. Tendenze e virtù relazionali"
Editore: Armando Editore
Autore: Russo Francesco
Pagine: 160
Ean: 9788869925450
Prezzo: € 15.00

Descrizione:C'è prima la persona o prima la società? Per non cadere in una risposta dualistica, bisogna risalire alle radici antropologiche della vita sociale, che stanno alla base delle diverse forme che essa storicamente può assumere. Questo saggio esamina il rapporto tra le tendenze socializzanti innate e le virtù relazionali, alla luce di un'antropologia integrale, nella quale la persona umana è considerata nella sua globalità somatico-psichico-spirituale. Vengono qui esaminati il tessuto di legami in cui è inserita la nostra esistenza e la responsabilità che compete a ognuno nei confronti del cosiddetto capitale sociale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Umanità in rivolta. La nostra lotta per il lavoro e il diritto alla felicità"
Editore: Feltrinelli
Autore: Aboubakar Soumahoro
Pagine: 125
Ean: 9788807173554
Prezzo: € 13.00

Descrizione:"Sapete cosa non deve mai fare un pugile? Non deve mai abbassare la guardia. E, più importante ancora, non deve farsi mettere all'angolo. Nel momento in cui sei all'angolo, puoi nascondere la faccia tra i guantoni o provare a schivare, ma prendi così tanti colpi che in pochi secondi finisci al tappeto." Aboubakar Soumahoro difende i diritti dei lavoratori. Arrivato in Italia dalla Costa d'Avorio più di vent'anni fa, ha conosciuto da vicino le insidie di un tessuto civile sempre più logoro e incapace di garantire i diritti minimi di ogni essere umano. Il suo è un avvertimento: siamo davvero sicuri che l'angolo del ring sia riservato ai migranti? Forse dietro "i mestieri che gli italiani non vogliono più fare" si nasconde il degrado delle condizioni generali di lavoro, che chi arriva in Italia sprovvisto di tutele e di diritti è costretto ad accettare per sopravvivere. È così che si spiega il gran ritorno della retorica del "prima gli italiani" e della "razza": uno stratagemma per abbassare il costo del lavoro e per ridurre drasticamente la distanza tra dignità e sfruttamento. Questo manifesto riempie un vuoto del dibattito politico italiano, perché dice in modo forte e chiaro che per non rinunciare al diritto alla felicità il nostro paradigma economico deve cambiare. Una nuova solidarietà deve nascere, così ha scritto Albert Camus, dalla rivolta di chi dice no a una condizione inumana di schiavitù. Aboubakar Soumahoro sa cosa significa essere privati di un diritto e per questo sa anche cosa significa lottare per conquistarlo. "Possiamo essere poveri, sfruttati e precari, ma non importa: usciremo dall'angolo."

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU