Articoli religiosi

Libri - Sociologia E Antropologia



Titolo: "Giovani dentro la crisi"
Editore: Guerini e Associati
Autore:
Pagine: 206
Ean: 9788862506663
Prezzo: € 18.50

Descrizione:Il contesto caratterizzato da una costante disoccupazione e precarizzazione delle professioni, da rapporti di dipendenza - e non solo di solidarietà - nei confronti delle famiglie, da una presenza imprescindibile delle nuove tecnologie digitali e da una partecipazione politica ridotta, per lo più limitata a minoranze attive online o a forme di volontariato locale, sembrerebbe disegnare uno scenario con scarsi margini di manovra e di possibilità di immaginare il futuro. Questo è il volto che la «crisi» mostra alla generazione di giovani italiani - di età compresa tra venti e trent'anni - protagonisti dell'indagine presentata in questo libro. Ricerca dell'indipendenza, capacità di gestire l'incertezza, il pluralismo e la contingenza delle opportunità e dei rischi vanno considerati come un tratto distintivo di questa generazione di giovani adulti, costretti a riadattare e inventare costantemente se stessi nel quotidiano. L'attenzione si focalizza perciò sulle forme di adattamento e di exit strategies dei giovani intervistati, sulle loro tattiche e capacità di navigare nella contingenza, sulla loro capacità di valorizzare e connettere risorse scarse e situarsi là dove i flussi di informazione e di opportunità si coagulano temporaneamente, vivendo in intersezioni costantemente mutevoli.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vulnerabilità"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Aa. Vv.
Pagine: 178
Ean: 9788825044652
Prezzo: € 9.50

Descrizione:È un termine oggi molto utilizzato per indicare nuove forme di disagio, di malessere e di sofferenze vissute da persone, famiglie e istituzioni. Realtà diffuse e spesso sommerse più di quanto si creda. Infatti, la vulnerabilità appare una condizione legata a un forte indebolimento dell'integrazione sociale (precarietà del lavoro, un'economia ingovernabile globalizzata, corruzione politica, crisi educativa, disorientamenti dell'etica...). È un «malessere» legato ai (falsi) miti del «farsi da sé», dell'efficacia e dell'efficienza, dell'autorealizzazione e delle prestazioni, del culto dell'«io» e dei vantaggi individuali e del merito. Chi si crede perfetto non perdona e nemmeno si perdona. La vulnerabilità diventa così un tormento da combattere e da eliminare in qualsiasi modo. Non vogliamo vedere la fragilità altrui per non dover prendere atto della nostra. Quale il rimedio? Coltivare i legami e praticare la solidarietà, imparando a riconoscere le fragilità come opportunità: l'incompiutezza dell'esistenza è alla base di qualsiasi approccio alla bellezza del vivere. Bisogna oggi imparare anche a usare un linguaggio comune per non creare confusione tra concetti che vanno tenuti distinti: povertà, fragilità psicologica, precarietà sociale, rischio, emarginazione. «CredereOggi» offre un fascicolo che sostiene e accompagna l'impegno di coloro che - cristiani o meno, parrocchie, istituzioni, onlus, enti e gruppi, volontari, educatori... - sono impegnati a rispondere e soccorrere le debolezze e le precarietà odierne.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Comunità come bisogno"
Editore: Jaca Book
Autore: Bernardi Ulderico
Pagine: 166
Ean: 9788816414020
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

«Ci ritroviamo a vivere un tempo in cui ciò che viene esaltato è la precarietà, l’instabilità, insistendo con superbo distacco nell’ignoranza del passato. E questo spiega perché le relazioni fra gli uomini, le generazioni e i continenti siano divenute conclamate occasioni di ostilità, fino a manifestarsi in termini drammatici. Lo sgomento in cui vive gran parte dell’umanità ha fatto riemergere l’insopprimibile sentimento della Comunità, d’una appartenenza condivisa, di un destino coinvolgente, che è sempre stato parte della cultura umana nelle sue espressioni più concrete, cioè in tutto ciò che viene a formare la cultura universale dell’uomo, che non può sentirsi appagata se non come universo di culture locali. Lo spazio territoriale dove la persona si forma, riceve il patrimonio dei padri, che continuerà a riflettersi ovunque decida di collocarsi in futuro. Se lo si rinnega, cessa anche il passaggio del complesso patrimonio identitario che si esprime meglio con il termine inglese heritage, con significato di sintesi molto chiara nell’indicare questa prosecuzione del senso di radicamento, di appartenenza come necessità antropologica». (dall’Introduzione dell’autore alla nuova edizione).

Ulderico Bernardi già professore ordinario di Sociologia dei processi culturali nella Facoltà di Economia dell’Università veneziana di Ca’ Foscari, ha tenuto corsi in diversi altri Atenei. Si è occupato di persistenza culturale nel mutamento sociale, delle dinamiche tra comunità e persona, di relazioni interetniche e contadine nelle culture locali e di educazione all’interculturalità. Membro di svariati comitati scientifici e giurie internazionali, con Jaca Book ha pubblicato anche Famiglia e sviluppo sociale nelle opere di Frédéric Le Play (1981).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' antropologia di fronte ai problemi del mondo moderno"
Editore: Bompiani
Autore: Lévi-Strauss Claude
Pagine: 192
Ean: 9788845274206
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Nella primavera del 1986 Claude Lévi-Strauss tenne a Tokyo le tre conferenze riunite in questo volume. Qui affronta i temi fondamentali della sua opera, attingendo liberamente agli scritti che lo hanno reso celebre e riprendendo i principali argomenti sociali che non hanno mai smesso di inquietarlo, ma soprattutto riflette sull'avvenire possibile dell'antropologia in un mondo che sta per entrare nel XXI secolo. La sua proposta è che essa si configuri come un nuovo umanesimo universale, che insegni a rispettare la diversità culturale e attribuisca pari dignità a ogni forma di organizzazione sociale: l'antropologia infatti "cercando la propria ispirazione nel cuore delle società più umili e per molto tempo disprezzate, proclama che niente di ciò che è umano potrebbe essere estraneo all'uomo. In questo modo fonda un umanesimo democratico che supera quelli che lo hanno preceduto, creati per classi privilegiate, a partire da civiltà privilegiate e (...) fa appello alla riconciliazione dell'uomo e della natura in un umanesimo generalizzato".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Valore e sanità. Un binomio possibile che mette al centro la persona anche in tempi di crisi"
Editore: Franco Angeli
Autore: Stobbione Tiziana
Pagine: 256
Ean: 9788891744500
Prezzo: € 32.00

Descrizione:A partire dagli anni '70 del secolo scorso l'evoluzione legislativa e la necessità di progressivo adattamento legate alla congiuntura economica hanno determinato la trasformazione dell'assistenza mutualistica in Servizio Sanitario Nazionale e, in seguito, il passaggio di questo da organo deputato alla tutela della salute dei cittadini, secondo i principi indicati nella Costituzione della Repubblica Italiana, alla sua strutturazione in Aziende Sanitarie. Le Aziende Sanitarie, organismi di diritto pubblico, sono organizzate secondo un modello caratterizzato da meccanismi di flessibilità, autonomia imprenditoriale e responsabilità diretta della dirigenza, inserite in un contesto di produzione e offerta di attività sanitarie che operano in concorrenza con aziende simili, di diritto privato, in un quadro detto di "quasi mercato". In questo contesto organizzativo ci si è orientati alla qualità dei servizi erogati secondo un approccio volto all'efficienza dei processi produttivi (dedicati al soddisfacimento dei bisogni di salute della popolazione) e all'efficacia dei risultati prodotti, guidati da obiettivi di salute stabiliti a livello centrale (regionale o sovraregionale) sui quali, in epoca di sempre maggiori ristrettezze economiche, il contenimento dei costi sostenuti diventa sempre più cogente e vincolante. Il volume presenta, partendo dagli aspetti puramente economici legati al nuovo contesto organizzativo aziendalistico, un percorso di ricerca teso a indagare quali caratteri abbia assunto il concetto di valore in sanità. In un ambito così peculiare quale quello della tutela della salute, le risorse intangibili costituiscono un prezioso capitale da tutelare e promuovere quale fattore chiave nel processo di empowerment sanitario.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Diventare padri nel terzo millennio"
Editore: Franco Angeli
Autore:
Pagine: 140
Ean: 9788891750099
Prezzo: € 19.00

Descrizione:La paternità e le sue trasformazioni sono oggi tematiche di grande interesse per le scienze sociali e umane. Il presente volume intende offrire un inedito contributo in tale direzione riflettendo, nello specifico, sulle radici del percorso di costruzione sociale del ruolo paterno. Come, oggi, l'esperienza concreta del concepimento, la gravidanza e la nascita influiscono sull'identità maschile e paterna? I capitoli che compongono il testo - curato da una sociologa, da uno psicologo e da una geografa - rispondono a tale domanda toccando alcune dimensioni chiave per la comprensione del delicato processo di transizione verso la paternità: la riorganizzazione identitaria maschile conseguente all'annuncio della gravidanza; la costruzione narrativa del ruolo paterno; il ruolo giocato dalle nuove tecnologie e dai corsi pre-parto nella preparazione alla paternità; il fenomeno della depressione post-partum "al maschile".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Giovani nelle statistiche sociali"
Editore: LAS Editrice
Autore: Bay Marco
Pagine: 350
Ean: 9788821312755
Prezzo: € 24.00

Descrizione:

Il volume è una compilazione di alcune sezioni tematiche (demografia, nazionalità, istruzione, scuola, università, forze lavoro, Neet, famiglia, disagio giovanile, devianza, benessere, salute, cultura, partecipazione, volontariato…) che offrono un approccio statistico-descrittivo su minori adolescenti e giovani italiani soprattutto dell’ultimo decennio (2005-2015). 

Il fine è fornire il lettore di statistiche (serie storiche) e stime, a partire innanzitutto da fonti attendibili e ufficiali, per tracciare profili, evidenziare andamenti, confrontare percentuali e conoscere ad un primo approccio di base talvolta approfondito e approfondibile la realtà giovanile che dopo i primi anni del millennio si è venuta a originare. 

In particolare sono indicati i giovani in Italia, mettendoli il più possibile a confronto, in alcuni ambiti di osservazione con altri paesi europei ed extraeuropei. L’autore si serve dei dati pubblicati da enti e organismi di studio e ricerca indiscussi come Eurostat, Eurobarometro, Unesco, Ocse, Istat e altre fonti di prestigio e rilevanza per la tradizione di indagini campionarie condotte e in corso come Censis, Iard, Istituto Toniolo, Save the children, Eurispes, Caritas, Ismu alle quali si aggiungono produzioni di rapporti di ricerca periodici di istituti nazionali e ministeri. Dall’iniziale richiamo nel testo a fattori e indicatori, immaginando un pubblico di studenti dei primi corsi dell’università in ambito psico-socio-pedagogico o di non italiani, si giunge attraverso aree tematiche arricchite di tabelle e grafici comparativi e longitudinali a proposte prospettiche per i prossimi lustri su interventi e cambiamenti auspicabili per favorire speranze future nei confronti di minori adolescenti e giovani. Ogni capitolo si chiude con un punto di osservazione che lascia la parola agli esperti e qualche suggerimento per approfondire letture contestuali e di rilievo. In appendice, infine, sono riproposte alcune infografiche di sintesi per facilitare alcune comunicazioni di dati statistici piuttosto attuali.

Marco Bay, sdb, professore straordinario di statistica e metodologia della ricerca pedagogica, insegna presso la Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università Pontificia Salesiana di Roma dove svolge la sua ricerca nell’Istituto di Metodologia Didattica e della Comunicazione sociale e nel Centro Ricerche Elaborazione Dati Interfacoltà. Per la stessa Editrice LAS ha pubblicato: Tenaci, audaci e amorevoli: lettere circolari ai Salesiani di don R. Ziggiotti (2015), Educatori appassionati, esperti e consacrati per i giovani: lettere circolari ai salesiani di J.E. Vecchi (2013), Elementi introduttivi di statistica descrittiva (2012), C. Chenis. Artisti del bene e del sorriso. Scritti pastorali e testimonianze (2011), Giovanni Bosco a Chieri 1831-1841. Scuola pubblica e Seminario (2010), Questioni di metodologia della ricerca nelle scienze umane. Paradigmi, esperienze, prospettive (2009), Cooperative Learning e scuola del XXI secolo. Confronto e sfide educative (2008).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sociologia. Le categorie fondamentali"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Gabriele Pollini
Pagine: 331
Ean: 9788837230463
Prezzo: € 22.50

Descrizione:Un manuale di sociologia che affronta i principali nodi della disciplina: le condizioni che rendono possibile l'interazione sociale: il ruolo (la collettività, i raggruppamenti sociali e i tipi di relazione sociale); le norme e le istituzioni; il potere ed il conflitto; i valori ed i simboli. Un percorso strutturato per categorie e concetti fondamentali non ordinati alfabeticamente (come in un dizionario) né per tematiche e argomenti affini, ma concatenati fra loro secondo un senso che va dall'elementare al complesso. Ciascuno dei sei capitoli nei quali è suddiviso il testo si concentra, infatti, su un elemento fondamentale dell'interazione e della relazione sociale e contiene, oltre alla definizione dei concetti principali, un resoconto del loro impiego in teorie esplicative e della loro applicazione nell'indagine empirica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La terra contesa. Conflitti fondiari e lavoro agricolo in Togo"
Editore: Mimesis
Autore: Gardini Marco
Pagine: 276
Ean: 9788857528786
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Sulla base di ricerche condotte nella regione sud-occidentale del Togo, questo libro indaga come si siano modificate le modalità locali di appropriazione fondiaria nel corso dell'ultimo secolo e come la gestione dei conflitti fondiari sia diventata lo spazio privilegiato per la rinegoziazione o il rafforzamento della legittimità di norme e istituzioni politiche. L'opera analizza l'impatto dell'ascesa e del declino dell'economia del cacao, il ruolo giocato dalle politiche coloniali e postcoloniali nella gestione del territorio e le strategie che sono state attivate da soggetti in asimmetriche posizioni di potere per rafforzare i propri diritti di proprietà, accesso e usufrutto. L'analisi antropologica del lavoro agricolo e dei conflitti fondiari risulta fondamentale per comprendere la molteplicità e la dinamicità delle forme di accesso alla terra e quali implicazioni questi processi hanno avuto nella riconfigurazione delle strutture di potere locali.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le minoranze religiose tra passato e futuro"
Editore: Claudiana
Autore:
Pagine: 217
Ean: 9788868981181
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Attraverso una duplice prospettiva interdisciplinare che mette a confronto giuristi e sociologi delle religioni, il volume a cura di Daniele Ferrari studia, sincronicamente e diacronicamente, la condizione delle minoranze confessionali in Italia ed Europa, con sguardo attento alle esperienze di altre parti del mondo e alla continua sfida posta alle società democratiche e globalizzate.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mafia caporale"
Editore: Fandango Libri
Autore: Palmisano Leonardo
Pagine: 267
Ean: 9788860445018
Prezzo: € 16.50

Descrizione:Il Global Slavery Index 2016 - il rapporto annuale sulla schiavitù nel mondo - conta in 129.600 le persone ridotte in schiavitù in Italia, collocandoci al 49esimo posto nel ranking dei 167 Paesi presi in considerazione. In Europa unicamente la Polonia fa peggio. Siamo il vertice europeo della sparizione dei minori non accompagnati e dello sfruttamento delle prostitute provenienti dalla Nigeria e dai Paesi ex Socialisti, ma siamo soprattutto lo Stato dove caporalato e impresa tendono a fondersi con le più consolidate organizzazioni mafiose. Questo intreccio è "Mafia Caporale". Il business di questa metamafia è l'illecito sfruttamento del lavoro. Dall'agricoltura ai servizi, fino alla piccola industria, il mercato del lavoro si riempie di lavoratori e di lavoratrici schiavizzati. Mafia Caporale è oggi più forte del collocamento pubblico, e dà vita a una moltitudine di agenzie di somministrazione lavoro dentro le quali lava somme inimmaginabili di denaro sporco. Sarte, braccianti, camgirls, muratori, prostitute, blogger, coccobello!, lavavetri, parcheggiatori, vigilanti, camionisti, mendicanti e minori, sono solo alcuni dei volti della schiavitù di cui i parla Leonardo Palmisano nel suo viaggio al nord al sud di Italia dove ha incontrato personalmente ognuno di loro, e per ognuno ha raccolto una storia, un'immagine, un ritratto. Non si può rimanere indifferenti dopo la lettura di "Mafia Caporale", ogni storia rimane impressa nella memoria.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Poveri e così non sia. La lotta alla povertà. Rapporto 2017"
Editore: Il Mulino
Autore:
Pagine: 180
Ean: 9788815267665
Prezzo: € 18.00

Descrizione:In un paese incerto sul proprio futuro, affaticato da troppe crisi, segnato dalle disuguaglianze, che cosa significa lottare contro la povertà? Chiedersi quali e quanti trasferimenti economici sia possibile distribuire? Come e a chi darli? Con quali controlli? Per alcuni significa anche chiedersi quanto consenso raccolga la lotta alla povertà. Sono domande che ispirano da anni la discussione. Fino a quando il nostro paese potrà reggere questa sfida senza affrontarla efficacemente, facendone terreno di sviluppo sociale senza limitarsi a un «così sia»? Sono considerazioni che indicano gli ostacoli da superare, senza bisogno di ripartire da zero o di reinventare i fondamentali. Il nuovo Rapporto sulla lotta alla povertà della Fondazione Zancan è dedicato ai passaggi necessari per contrastare le povertà pianificando strategie efficaci e evitando le trappole che possono farle degradare in flussi di prestazioni: occorre pianificare e condividere le responsabilità, concentrarsi sugli esiti e non soltanto sui flussi di denaro, evitando piani nazionali incapaci di trovare seguito in ambito regionale e locale. Una sfida che non riguarda soltanto le persone che vivono in povertà, ma il futuro del paese.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Annuario scienza tecnologia e società (2017)"
Editore: Il Mulino
Autore:
Pagine: 163
Ean: 9788815267696
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Frutto delle ricerche di Observa - Science in Society, l'annuario Scienza Tecnologia e Società propone una raccolta sintetica e aggiornata dei dati e delle informazioni necessari per comprendere lo stato e le trasformazioni della ricerca e dell'innovazione nella società attuale. La prima parte dell'edizione 2017 è dedicata alle recenti tendenze nel rapporto tra scienza, tecnologia e opinione pubblica in Italia, rilevate attraverso l'Osservatorio Scienza Tecnologia e Società, e alla genetica, con un approfondimento sugli attori coinvolti, le loro posizioni e le preoccupazioni che vi sono implicate. La seconda parte è divisa in tre sezioni: la prima è dedicata alle politiche della ricerca: percorsi professionali dei laureati, dottorati e ricercatori nelle discipline scientifiche, finanziamenti destinati alla ricerca, dati su pubblicazioni scientifiche e richieste di brevetto; la seconda agli orientamenti dell'opinione pubblica nei confronti di alcuni settori scientifici, come la genetica, e ai dati sulla diffusione della tecnologia nella vita quotidiana; mentre la terza sezione raccoglie una cronologia dei principali eventi che hanno segnato i rapporti tra scienza e società nel corso del 2016, una bibliografìa dei volumi pubblicati sul tema durante l'anno, le fonti da cui sono stati tratti i dati citati e un glossario dei termini usati. La lettura dei dati è agevolata da infografiche.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La ricerca qualitativa in ambito sanitario"
Editore: Carocci
Autore:
Pagine: 271
Ean: 9788843086511
Prezzo: € 23.00

Descrizione:In ambito sanitario, i metodi della ricerca qualitativa hanno ormai acquisito uno statuto di rilievo. Nel volume si descrivono e si discutono i più significativi: Fenomenologico, "Grounded Theory", Etnografico, "Narrative Inquiry", studio di caso. Ogni metodo prevede una presentazione teorica e metodologica e un caso di ricerca esemplare, applicato a contesti sanitari e tratto dalla letteratura scientifica nazionale e internazionale. Nel testo, inoltre, si illustra come gestire il processo di scrittura di un articolo scientifico relativo a una ricerca qualitativa, utilizzando le raccomandazioni delle linee guida COKEQ. Infine, si propone un'analisi di recenti studi qualitativi di ambito assistenziale, uno dei più proficui per quanto riguarda questo approccio alla ricerca.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Abitare la solitudine. Percorsi di pedagogia introspettiva"
Editore: Vita e Pensiero
Autore: Damiano Meregalli
Pagine: 160
Ean: 9788834333174
Prezzo: € 15.00

Descrizione:La capacità di stupirsi, di coltivare sogni e desideri, di interrogarsi sull'Oltre, di riconoscere la sacralità dell'esistenza propria e altrui, necessita di 'attimi di solitudine'. Questa qualità antropologica tanto ricercata dagli antichi come elemento di contemplazione della vita, interpella, ancora oggi, coloro che non vogliono arrendersi alla cultura della frammentazione, della contrapposizione, del vuoto esistenziale. La necessità di 'ritirarsi in sé' diventa infatti elemento indispensabile per scoprire la bellezza dell'interiorità. Il lavoro di Damiano Meregalli mette al centro della riflessione pedagogica la 'beata solitudo', intesa come strumento introspettivo necessario per destare l'uomo dall'apatia, dal torpore, dalla superficialità per giungere alla comprensione della propria singolarità. Per compiere questo passaggio occorre essere guidati da 'maestri' che, scommettendo sull'umano, diventino testimoni di una vita complessa ma affascinante, fragile ma ricca di opportunità, determinata ma spalancata all'eternità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antropologia e società. Studi in onore di Vincenzo Spera"
Editore: Rubbettino Editore
Autore:
Pagine: 513
Ean: 9788849850413
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Questo libro raccoglie saggi di storia religiosa, risultati di ricerche sul campo, riprese di autori classici, riflessioni epistemologiche sui processi di patrimonializzazione della cultura immateriale e nuove letture di documenti legati alle tradizioni popolari. Temi ricorrenti nel percorso scientifico di Vincenzo Spera, antropologo al quale questa raccolta di scritti è stata dedicata quale riconoscimento alla sua prestigiosa carriera accademica, studi che in buona parte ne riflettono gli interessi scientifici, la vivacità culturale e l'approccio interdisciplinare del metodo. Uno studioso mai scontato, instancabile sostenitore della ricerca sul campo, dotato di una curiosità energica ma sempre ancorata a quel rigore metodologico che costituisce espressione autentica della sua indole di ricercatore. Un «antropologo condotto», Enzo Spera, che nel solco della grande tradizione demartiniana, ma con occhio sempre attento a nuove linee interpretative, ha saputo approfondire i temi della cultura popolare in «viaggio» nei Sud.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Secondo rapporto sulle città"
Editore: Il Mulino
Autore:
Pagine: 301
Ean: 9788815267672
Prezzo: € 24.00

Descrizione:L'Agenda urbana nazionale deve prendere le mosse dalle agende delle città: questa è la prospettiva e la proposta di fondo del secondo Rapporto di Urban@it. Solo così si potranno attuare le sollecitazioni dell'Agenda urbana per l'Unione europea (Pact of Amsterdam) e della New urban Agenda dell'Onu (Habitat III di Quito). Molte nostre città versano in una situazione di crisi strutturale, con il rischio di un'ulteriore divisione tra aree e regioni del paese. Ciò nonostante si stanno sperimentando politiche innovative sulla gestione dei fenomeni migratori, la rigenerazione urbana, la resilienza nei confronti dei cambiamenti climatici, l'innovazione sociale come motore possibile di coesione. Ma, soprattutto nel Mezzogiorno, le sperimentazioni più interessanti non sono ancora in grado di incidere sulle agende urbane per ridefinire il modello di sviluppo, in una fase di drastica riduzione delle risorse per i governi locali e di crescita della fragilità dei territori. Nel giugno 2016 sono andate al voto alcune tra le maggiori città italiane, con un avvicendamento di maggioranze e l'affermazione di rilevanti novità politiche. In un contesto di forte movimento, il Rapporto propone una lettura delle agende urbane articolata su due piani. Nei «ritratti» dedicati a Torino, Milano, Venezia, Parma, Prato, Roma, Napoli e Matera - non solo città metropolitane, ma anche città medie e medio-grandi - vengono narrate e interpretate evoluzioni e prospettive, con la possibilità di trarne considerazioni di carattere generale. Inoltre, i capitoli dedicati a temi trasversali - le Agende transnazionali, il riassetto istituzionale dei governi locali, il welfare, le periferie e la rigenerazione urbana, le politiche per la resilienza e i fenomeni migratori - propongono una lettura dei processi di trasformazione che ridefiniscono la cornice stessa dell'azione di governo, sfidando la capacità innovativa delle città.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Modelli statistici per scienze sociali. Ediz. mylab. Con eText. Con aggiornamento online"
Editore: Pearson
Autore: Gallucci Marcello, Leone Luigi, Berlingeri Manuela
Pagine: XIII-445
Ean: 9788891902801
Prezzo: € 31.00

Descrizione:"La maggior parte delle indagini scientifiche nelle scienze sociali vertono, in ultima istanza, sullo studio delle relazioni fra variabili. Ogni qual volta il ricercatore formula una domanda sul come o sul perché alcuni fenomeni si presentano in natura, la risposta non può che basarsi sul capire come alcune caratteristiche del fenomeno siano in relazione con altre. Capire quali caratteristiche abbiano le persone estroverse, determinare perché ci innamoriamo o perché abbiamo sete o ci piace il guacamole, predire chi vincerà le prossime elezioni politiche o determinare se l'amigdala è responsabile delle nostre paure, richiede sempre di studiare le relazioni fra variabili. La comprensione di queste relazioni è un compito spesso arduo e complicato, e la statistica è volta a semplificare questo compito. La semplificazione avviene mediante la costruzione di un modello statistico." (Dall'Introduzione)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rapporto sulla popolazione. Le molte facce della presenza straniera in Italia"
Editore: Il Mulino
Autore:
Pagine: 194
Ean: 9788815267986
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Al di là delle emergenze recenti, l'immigrazione straniera è un fenomeno le cui origini risalgono a circa quaranta anni fa: proprio i demografi italiani furono tra i primi a segnalarne l'importanza, analizzandone cause, caratteristiche e conseguenze. Questo Rapporto permette di seguire la pluridecennale evoluzione dell'immigrazione e della presenza straniera in Italia, con attenzione alle specificità dei diversi contesti territoriali. Una ricca e affidabile documentazione statistica consente di illustrare le origini e le caratteristiche degli stranieri, i loro comportamenti demografici, l'inserimento nel mercato del lavoro e le condizioni di integrazione. Tra le questioni affrontate si segnalano quelle, rilevantissime, dei profughi, della cittadinanza e delle seconde generazioni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lavoro dunque sono?"
Editore: Neos Edizioni
Autore:
Pagine: 176
Ean: 9788866082101
Prezzo: € 14.99

Descrizione:Quindici protagoniste indimenticabili e le loro storie, per riflettere sul significato del lavoro, fra soddisfazioni e frustrazioni, aspettative e disillusioni, sogni e realizzazioni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' avvenire della religione"
Editore: Bollati Boringhieri
Autore: Salvador Giner
Pagine: 144
Ean: 9788833928302
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Giner ritiene la necessità di adorazione universalmente umana, indipendentemente dall'oggetto d'elezione, la divinità, una celebrity o un'entità mondana come la nazione. «Non sappiamo quale sarà l'avvenire esatto della religione, ma sospettiamo che, finchè esisteranno esseri umani, anch'essa avrà un futuro.» Sono trascorsi novant’anni da quando Sigmund Freud intitolò il suo saggio sulla religione L’avvenire di un’illusione. Oggi quell’«illusione» non ha assunto affatto connotati residuali. Anzi, in suo nome si continua ferocemente a versare il sangue, confermando la sentenza di Lucrezio sugli atti scellerati a cui può indurre. In un contesto dominato dalle cronache dell’efferatezza fondamentalista e polarizzato tra gli opposti fanatismi di chi brandisce un credo e chi si appella a pregiudiziali antireligiose, la voce di Salvador Giner si distingue innanzi tutto per la sua ispirazione: un mite umanismo laico, una terzietà guidata dal principio di cautela, che si rivela però di grande potenza riflessiva nel formulare con chiarezza gli interrogativi essenziali, senza cedere alle semplificazioni di chi estrapola tendenze passate per proiettarle sul futuro. Più che prendere posizione nel dibattito sulle basi neurologiche innate o sulla acquisizione culturale della fede, Giner ragiona sulle ambivalenze della credenza, sulla non-linearità del «disincantamento del mondo», sul rapporto tra declino dei culti e presenza di religiosità secolari, sulla compatibilità tra modernità avanzata e fede nel soprannaturale – e quindi sulla plausibilità di una secolarizzazione integrale –, e su chi abbia titolo a ritenersi tollerante. Proprio quell’umanismo che «non mette in discussione la verità della dimensione simbolica e mitica» aiuta a comprendere il senso complessivo della devozione nella società odierna, e a ipotizzarne il peso nel mondo di domani.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antropologia medica"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Viktor von Weizsäcker
Pagine: 160
Ean: 9788837230043
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Nel saggio programmatico qui tradotto insieme a tre contributi complementari (1927-1953), Viktor von Weizsäcker elabora la prima definizione di antropologia medica come scienza che antepone alla tecnica la nozione essenziale di umanità. Una "nuova medicina" il cui oggetto, velato dal mistero, è conoscibile attraverso la sua dimensione spirituale e culturale, non soltanto naturale e biologica: l'anamnesi, vale a dire la storia della malattia e il rilievo dei fattori psichici oltre che fisici per la sua ricostruzione, così come la reciprocità della relazione medico-paziente, ne fanno un sapere scientifico a misura d'uomo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Apprendere per cambiare"
Editore: Maggioli Editore
Autore: Neumann Jean E.
Pagine: 152
Ean: 9788891618993
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Il volume raccoglie e presenta una serie di lavori di Jean Neumann che coprono un arco di circa 20 anni: dagli "Inizi difficili" del 1994 alle "Regole lewiniane" del 2013. Il suo impegno mira a sfidare quelle tradizioni scientifiche che assumono una rigida separazione tra teoria e pratica, e tra ricerca e azione. Il suo approccio è fortemente critico verso quei residui di natura positivista che ancora contaminano con regole preordinate e ordinanti, come pure con la regolarità statistica, i quadri concettuali e le modalità operative della ricerca applicata, e abbraccia una nuova modalità di "essere in ricerca". Una modalità che esalta il legame tra teoria e azione tanto da configurare un'epistemologia del "conoscere cambiando" e del "cambiare conoscendo". Cambia fisionomia, allora, il ricercatore della ricerca azione nello stesso momento in cui si fa sempre più stretto il nesso critico tra, appunto, teoria e pratica: il ricercatore della ricerca azione è in interdipendenza dinamica con la realtà che vuole trasformare, non è attore esterno al sistema, ma facilitatore del suo processo di apprendimento e cambiamento, ed è consapevole che la natura della conoscenza costituisce un contributo pratico al cambiamento sociale. Per sostenere un cambiamento reale nei sistemi umani, il consulente organizzativo non deve limitarsi alla sola spiegazione dei fenomeni o dei 'fatti', piuttosto deve provare a cambiare le cose attraverso un processo di indagine e comprensione profonda che coinvolga tutti i soggetti. La consulenza organizzativa e il cambiamento organizzativo non sono comprensibili se si limitano a essere domini della razionalità tecnica degli esperti, una razionalità "cieca" di fronte alle dimensioni valoriali e culturali.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sottotraccia. Percorsi tra antropologia e contemporaneità"
Editore: Bonanno
Autore: D'Agostino Gabriella
Pagine: 220
Ean: 9788863181081
Prezzo: € 15.00

Descrizione:A dispetto del fatto che nell'arena pubblica, diversamente che in altri Paesi, in Italia l'antropologia è poco presente o lo è molto meno della psicologia, della sociologia, dell'economia e persino della storia, questa prospettiva disciplinare ha molto da insegnare. La forza del suo approccio risiede, innanzitutto, negli strumenti che essa ha elaborato per potersi orientare nel mondo, nella sua capacità di ampliare il senso delle possibilità della vita, di mettere in discussione i propri assunti e di aggiornare i propri quadri teorico-metodologici alla luce di sollecitazioni, interne ed esterne, con una forte propensione interdisciplinare, nella lungimiranza con cui ha saputo riflettere sui propri strumenti e l'onestà con cui ha individuato trappole e limiti che essa stessa aveva disseminato e posto. Il volume presenta una riflessione articolata in sette capitoli dedicati a temi significativi della disciplina, tradizione/ modernità, identità/alterità, interpretazione/traduzione/scrittura, natura/cultura, diritti umani/multiculturalismo, aspetti imprescindibili della riflessione antropologica che devono essere attraversati anche quando non costituiscono l'epicentro o il cuore di riflessioni mainstream, per maturare uno sguardo antropologicamente attrezzato e per restituire all'antropologia un posto centrale per la comprensione del mondo contemporaneo, al di là di specialismi di aree di interesse o accanto a questi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Frontiere indigene della civiltà"
Editore: Jaca Book
Autore: Ribeiro Darcy
Pagine: 366
Ean: 9788816413917
Prezzo: € 30.00

Descrizione:COLLANA: Antropologia Il tema di questo libro è il destino delle popolazioni indigene brasiliane colpite, nella loro storia e nella loro stessa esistenza, dallo choc dell’urto con quella che l’occidente chiama civiltà. L’autore stesso spiega il suo obiettivo: «La natura dei fenomeni studiati in questo libro ha dato ad esso un tono amaro che non abbiamo intenzione di dissimulare. Si tratta tanto di uno studio scientifico [...], quanto di una denuncia». Lo studio scientifico di Darcy Ribeiro è sostenuto da dieci anni di ricerche, ma l’amarezza e il desiderio di denunciare forme ingiuste di relazione con gli indios era formato tra lui e quelle popolazioni. Un classico della ricerca antropologica, pubblicato per la prima volta all’inizio degli anni Settanta quando ancora l’opinione pubblica non aveva puntato la sua attenzione sulle foreste amazzoniche e sui loro abitanti. Corredato da una nuova introduzione, conferma intatto il suo interesse, non essendo mutate o anzi essendo oggi, per molti aspetti, peggiorate le condizioni di vita dei nativi brasiliani. Darcy Ribeiro (1922-1997), antropologo brasiliano, ha dedicato molta parte della sua attività scientifica allo studio della trasformazione etnica delle popolazioni autoctone del suo Paese. L’esperienza di anni trascorsi come etnologo nei villaggi e nelle foreste brasiliani lo ha segnalato all’UNESCO, con cui ha intensamente collaborato fin dagli anni Cinquanta. Ha poi diretto ricerche per conto del Ministero brasiliano dell’Educazione e della Cultura, svolgendo inoltre incarichi di responsabilità fin dalla fondazione dell’Università di Brasilia. Costretto all’esilio a metà degli anni Sessanta dalla dittatura, fece poi ritorno a Rio de Janeiro e venne eletto senatore nel 1991. Carica che conservò fino alla fine della sua vita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU