Articoli religiosi

Libri - Sociologia E Antropologia



Titolo: "Star workers. La visione dell'operaio"
Editore: Guida
Autore: Gaveglia Giuliano
Pagine: 172
Ean: 9788868663780
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Qual è l'idea che si ha dell'operaio? In che modo questa figura è divenuta emblema di un'epoca? Come si è collocata la sua identità nell'immaginario collettivo? Questo libro è un viaggio nella dimensione storica e sociale del lavoratore moderno, così come è stata rappresentata dalla "fabbrica dei sogni". Le sequenze sono incalzanti: la genesi dell'industria, i primi movimenti sindacali, le piazze gremite da cortei e bandiere rosse, fino ad arrivare all'operaio del terzo millennio, pressato dalle trasformazioni tecnologiche, in piena crisi produttiva e identitaria. Una condizione che segna la sfera pubblica ed esistenziale. In queste pagine si snoda un racconto suggestivo e originale, narrato dal cinema in mille contesti e situazioni. Gli autori celebri che nei loro film hanno affrontato il tema, forse hanno rappresentato la classe operaia in modo più rivelatore delle migliori inchieste. Spesso hanno persino anticipato scenari ed evoluzioni del sistema industriale e della psicologia dei soggetti in campo. Non c'è da stupirsi se i primi fotogrammi della storia del cinema ebbero come protagonisti gli operai e la fabbrica. Insomma, i lavoratori raccontati dal grande schermo: una lunga passione cominciata tanto tempo fa, ma tuttora accesa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Right or duty to work. Lavoro, welfare e politiche per l'occupazione fra «House of Cards» e le sfide del futuro"
Editore: ETS
Autore: Martinelli Valerio
Pagine: 136
Ean: 9788846751485
Prezzo: € 14.00

Descrizione:"Il volume di Valerio Martinelli è una bella passeggiata fra le pagine della nostra Costituzione con lo sguardo rivolto alla ricerca del lavoro - come diritto e come valore - una passeggiata condotta con fierezza da un giovane studioso che ha il dovere di guardare al futuro, tenendo però fermi i valori di una tradizione che rende robuste le spalle ed è in grado di sostenere e di confortare l'autore quando nel campo aperto di una modernità complessa e caotica, difficile da decodificare, rimane inizialmente disorientato. Il volume è dunque alla ricerca dei valori fondativi del lavoro e si interroga sulle politiche pubbliche - nel contesto italiano ed europeo - dirette a favorire e promuovere l'occupazione con l'adozione di un punto di osservazione interessante e suggestivo, quello di una serie tv come House of Cards che, come è intuitivo, è in grado di porre questioni complesse che vanno ben al di là della finzione cinematografica. Martinelli, durante il suo percorso, dialoga con Frank Underwood, protagonista di questa nota fiction, cercando di decrittare il linguaggio con il quale questi esprime le sue scelte e, proprio in questa luce, l'autore finisce per mettere a nudo il legame non sempre nitido che, anche nella storia recente, si sviluppa fra il potere - un potere a tratti opaco e sfuggente - e le politiche sociali, un legame che può conoscere patologie degenerative di varia natura: dal fenomeno clientelare fino al parassitismo di compositi gruppi di pressione, dall'emersione di perverse logiche assistenziali fino alla demagogia che si trasforma in populismo e, lungo questa via, attraversa le forme cangianti, pericolose e a tratti eversive dell'irresponsabilità politica. Il merito del volume è quello di utilizzare il dialogo con il protagonista di una fiction per riportare il lettore alla realtà ed avvertirlo che non esistono strategie occupazionali che possano sfuggire alla razionalità o che si fondino sulla degradazione dei diritti in favori o in graziose concessioni del potere, per guidare il lettore lungo quella strada che muove dal presupposto che i diritti di rango costituzionale vivono necessariamente nella dimensione del bilanciamento e sono alla ricerca di un equilibrio delicato, necessariamente precario." (Pasqualino Albi Ordinario di Diritto del Lavoro presso l'Università di Pisa)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il lavoro 4.0. La quarta rivoluzione industriale e le trasformazioni delle attività lavorative"
Editore: Firenze University Press
Autore: Cipriani Alberto, Gramolati Alessio, Mari Giovanni
Pagine: XXXVIII-755
Ean: 9788864536484
Prezzo: € 24.90

Descrizione:Le ricerche del presente volume si fondano sul nesso tra lavoro e Quarta Rivoluzione industriale. Su questo piano le domande sono numerose. Qual è la natura del lavoro 4.0? Qual è il rapporto tra rivoluzione tecnologica e occupazione? Quali sono i diritti del lavoro nell'epoca dei nuovi modelli di business? L'innovazione può essere implementata senza il superamento della subalternità novecentesca e l'approdo a nuove forme di libertà e responsabilità del lavoro? La digitalizzazione e le nuove forme di organizzazione dell'impresa mutano i rapporti di lavoro e favoriscono nuove forme di collaborazione e di conflitto? La formazione, la qualità e la libertà nel lavoro sono più importanti del salario? La progettazione e il design dell'impresa come si pongono nei confronti della tecnologia e del lavoro? La digitalizzazione spinge l'economia della conoscenza a determinare nuove forme di lavoro? Quali progetti da parte dei soggetti coinvolti, a cominciare dai lavoratori, perché queste trasformazioni siano un passo avanti nelle condizioni di lavoro e nelle relazioni industriali? Queste e molte altre domande sono alla base dei saggi raccolti nel volume cui hanno collaborato autori di diversa formazione ed esperienza: accademici, giornalisti, imprenditori, manager, operatori, sindacalisti e rappresentanti sindacali.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I contadini e l'arte dell'agricoltura. Un manifesto chayanoviano"
Editore: Rosenberg & Sellier
Autore: Van der Ploeg Jan Douwe
Pagine: 167
Ean: 9788878855939
Prezzo: € 15.00

Descrizione:I contadini e l'arte dell'agricoltura si concentra sulla struttura e le logiche di funzionamento delle aziende contadine, e sulle relazioni, storicamente variabili, che governano i processi lavorativi e produttivi delle stesse. Jan Douwe van der Ploeg sostiene che l'agricoltura contadina svolge un ruolo fondamentale a garanzia della produzione alimentare, attraverso sistemi sostenibili che risultano in equilibrio con la natura. Tuttavia, i contadini oggi, come in passato, sono materialmente abbandonati. Basato sul lavoro pionieristico dello studioso russo Aleksandr Vasil'evich Chayanov (1888-1937), questo libro affronta il tema di questo abbandono e mostra quanto siano invece importanti i contadini nelle lotte contemporanee per il cibo, la sostenibilità ecologica e la sovranità alimentare. Postfazione di Alessandra Corrado e Benedetto Meloni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Schiudere soglie. Vie per la salute e la conoscenza"
Editore:
Autore: Coppo Piero, Girelli Laura
Pagine:
Ean: 9788897206118
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Changing equilibria in a context of low gender equality. Women's paid and unpaid work in Italy, 1988-2014"
Editore: Aracne
Autore: Dotti Sani Giulia Maria
Pagine: 136
Ean: 9788825511000
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "30° rapporto Italia 2018. Percorsi di ricerca nella società italiana"
Editore: Minerva Edizioni (Bologna)
Autore:
Pagine: 1008
Ean: 9788833240107
Prezzo: € 55.00

Descrizione:La società complessa sembra opporre forte resistenza al lavoro di ricerca sociale; ogni lettura ideologica forte è destinata ad essere in breve falsificata dall'altissimo numero di fattori in gioco e dall'inestricabile rete che li intreccia e li organizza su piani diversi. Ciò non significa, tuttavia, che si debba rinunciare a priori ad una lettura macro-sociologica della realtà, ad una lettura per blocchi di fenomeni e per grandi processi di trasformazione. Quel che sembra inevitabile è, piuttosto, abbandonare la pretesa di possedere la verità nella sua intaccabile interezza. Il crollo delle sicurezze socio-ideologiche degli ultimi decenni dovrebbe averci insegnato almeno questo: una maggior consapevolezza ed un maggior grado di modestia. Siamo impegnati in un lavoro di conoscenza che si definisce progressivamente, che costantemente rivede i propri strumenti operativi, le proprie "verità", i confini della propria esperienza. Alla base del Rapporto Italia c'è questa consapevolezza e la conseguente volontà di non cedere al fascino di un punto di osservazione forzosamente unificante. Il nostro lavoro è, piuttosto, il tentativo di compenetrare fra loro prospettive diverse, di seguire, finché le tracce lo rendano plausibile, diversi percorsi, di costruire provvisori piani di comprensione e spiegazione dei fatti. Come strumenti di lavoro e di orientamento (ma solo in quanto tali) quest'anno abbiamo isolato sei polarità sociali che, per ragioni diverse, ci sono sembrate decisive nell'attualità del caso-Italia, benché, in nessun caso "decisivo" voglia dire "unico" o "insostituibile".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La città che viene"
Editore: Castelvecchi
Autore: Marcel Hénaff
Pagine: 137
Ean: 9788832821055
Prezzo: € 19.50

Descrizione:Le prime città sono comparse più di dieci millenni fa, nel solco della rivoluzione agricola. Perché le società umane hanno scelto questo modo d'abitare denso, tecnicamente complesso, gerarchizzato. che richiede una tale mole di lavoro? Marcel Hénaff risponde a questa domanda mostrando come tutte le città si formino combinando tre dimensioni tra loro legate: quella del monumento, della macchina e della rete. In breve: architettura, tecnica, comunicazione. Si è assistito a un divenire-città dell'umanità. Ma è ancora questa città a crescere nell'arcipelago planetario di artefatti urbani di oggi? Cosa resta della città come forma visibile dello spazio pubblico nell'epoca del mondo virtuale e delle reti multicentriche?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Famiglia tra parole e realtà. Una risposta al discorso dominante"
Editore: Aracne
Autore:
Pagine: 108
Ean: 9788825509557
Prezzo: € 8.00

Descrizione:Il dibattito contemporaneo sulla famiglia è diventato un terreno di scontro tra l'ideologia e il pensiero, dove le armi di offesa sono il linguaggio e la sua manipolazione. L'essere umano viene ridicolizzato nella personale ricerca e scoperta di sé e l'identità ridotta a una presenza ambigua, alimentatrice di caos. I bambini, in questa visione del nuovo millennio, vengono spogliati della loro dignità di esistere. Attraverso il contributo della conoscenza sociologica e psicologica, questa raccolta di brevi saggi restituisce chiarezza a concetti fondamentali per parlare di famiglia, a partire da alcune parole chiave: omogenitorialità, femminicidio, identità, genere, minori e omofobia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Italian job. Viaggio nel cuore nero del mercato del lavoro italiano"
Editore: Sperling & Kupfer
Autore: Di Fazio Maurizio
Pagine: 197
Ean: 9788820065089
Prezzo: € 16.89

Descrizione:Maurizio Di Fazio racconta un Paese che lavora anche il doppio o il triplo di prima per non perdere un posto non più fisso, e dove sono evaporate in un batter di ciglia tutele e garanzie che si pensavano acquisite per sempre. Progredisce la tecnologia, regrediscono in maniera irrefrenabile i salari e i diritti. Nessun comparto sembra risparmiato, e l'onda lunga della grande crisi cominciata ormai dieci anni fa c'entra ben poco. Dai piloti degli aerei low cost sull'orlo di una crisi di nervi allo sfruttamento nei centri commerciali, negli ospedali, nei call center; dalle corse matte in magazzino, in motorino o in auto per non inficiare i ritmi forsennati imposti da pistole-scanner e misteriosissimi algoritmi al lavoro sporco da dare in «outsourcing», in subappalto alle cooperative e alle agenzie interinali; dall'obsolescenza programmata della manodopera alla diffusione capillare di nuove forme di caporalato, demansionamento, mobbing. Siamo di fronte a un nuovo schiavismo?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' autonomia possibile. Percezioni dell'autorità tra i giovani di Palermo"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Vinci Fiorella
Pagine:
Ean: 9788849853681
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Il tema dell'autonomia dei giovani non è tra quelli che ricorre maggiormente nell'ampia letteratura sociologica dedicata alla lenta transizione dei giovani all'età adulta. La scelta della sua analisi muove dalla convinzione che la ridefinizione sociologico-politica della moratoria giovanile possa far emergere, per un verso, alcuni tratti che accomunano i ritratti dei giovani nelle contemporanee società occidentali, per l'altro, il condizionamento che specifiche azioni pubbliche possono esercitare nella costruzione della loro autonomia. Valorizzando un approccio relazionale-generazionale la ricerca identifica le funzioni che le relazioni d'autorità esercitano nei processi di autonomizzazione individuali e ancora, in una città come Palermo, le relazioni d'autorità a specifici contesti interistituzionali, e a definite azioni pubbliche.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La luce in fondo al tunnel"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Zygmunt Bauman
Pagine: 144
Ean: 9788892213722
Prezzo: € 10.00

Descrizione:La globalizzazione produce anche ingiustizie e disuguaglianza sociale. I fenomeni migratori hanno assunto ormai una dimensione globale e, in alcuni casi, epocale. Il XXI secolo, fino a oggi, è stato caratterizzato da conflitti che hanno accresciuto la povertà in diverse aree del mondo. Nelle opulente società dell'Occidente cresce il divario tra benestanti impauriti e poveri disperati. Per vincere le sfide di questa fase storica è determinante riconquistare la capacità di dialogo e la comprensione del valore dell'uomo. Su questo terreno si è costruito il felice incontro, sia personale che di pensiero, tra Zygmunt Bauman e Papa Francesco. Il volume raccoglie la trascrizione di alcuni fra gli interventi pronunciati dal celebre sociologo polacco, teorico della società liquida, nel corso degli incontri internazionali per la pace "Uomini e Religioni-, promossi dalla Comunità di Sant'Egidio. Zygmunt Bauman, anche negli ultimi anni di vita, non ha mai rinunciato a una lucida analisi dei mutamenti sociali ed economici a livello globale, offrendo a tutti, attraverso il suo sguardo acuto, la possibilità di intravedere una strada per il futuro. Completa il volume una sua definitiva e articolata intervista, finora inedita, rilasciata a Mario Marazziti nel 2014: una summa del pensiero dello studioso, un dialogo profondo e vivace, ricco di spunti di riflessione, una "bussola- per orientarsi nel mondo della post globalizzazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il tema del nostro tempo"
Editore: SugarCo
Autore: José Ortega y Gasset
Pagine: 192
Ean: 9788871987293
Prezzo: € 14.00

Descrizione:In questo libro – uno dei più famosi di Ortega – si intrecciano due motivi fondamentali: quello della vita come dialogo fra l’io e la circostanza e quello della ragione storica come via maestra per giungere a comprendere il dramma di un soggetto. Analitica esistenziale e sociologia storica cessano così di essere due ottiche antitetiche e si trasformano in modi complementari di radiografare la realtà umana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Archivio italiano per la storia della pietà"
Editore: Storia e Letteratura
Autore:
Pagine: 334
Ean: 9788893591324
Prezzo: € 46.00

Descrizione:Il volume si interroga sui modi nei quali, nella prima età moderna, la materialità di oggetti, corpi, abiti poteva diventare una questione religiosa. A lungo le ricerche sul dissenso religioso hanno privilegiato la dimensione "immateriale", indagando soprattutto le idee, le teorie e le produzioni intellettuali, analizzate nella loro diffusione attraverso testi e immagini. All'interno di una storia sociale della cultura e dei fenomeni religiosi si è fatta strada progressivamente l'esigenza di esplorare anche la "cultura materiale". Ed è proprio in quest'ottica, e raccogliendo suggestioni da altre discipline come l'archeologia, la sociologia e l'antropologia, che sono stati individuati come terreno di studio gli oggetti e le forme della loro circolazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Astrologia e statistica. L'influenza delle configurazioni astrali sui dati della prima guerra mondiale"
Editore: EBS Print
Autore:
Pagine: 330
Ean: 9788893493437
Prezzo: € 20.00

Descrizione:La prima guerra mondiale tramite statistica, storia ed astrologia. In quest'opera, sono studiati statisticamente, i caduti tra i soldati italiani e francesi della prima guerra mondiale, da un punto di vista storico ed astrologico, per verificare l'esistenza di caratteristiche che ne potessero influenzare la percentuale di sopravvivenza. Lavoro durato oltre venti anni, condotto sul campione reale di oltre due milioni di date di nascita, estratto dai documenti ufficiali. Come risultato storico principale, si evince statisticamente la centralità delle raccomandazioni, come elemento indispensabile per capire, nelle regioni italiane e nei dipartimenti francesi l'entità delle perdite patite, in riferimento alle popolazioni da cui provenivano. Non si tratta di dimostrazioni inequivocabili, ma di argomenti importanti a favore della tesi astrologica, completati da commenti che evidenziano come la coerenza del discorso sia direttamente confermabile tramite l'esperienza e la sensibilità del singolo lettore.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Giocare per giocarsi"
Editore:
Autore: Mauro Magugliani
Pagine: 80
Ean: 9788869292736
Prezzo: € 8.00

Descrizione:Giocare è una maniera particolare di agire, di trattare la realtà in forma soggettiva; è possibilità di utilizzare l'intero potenziale della propria personalità e divenire consapevoli della propria vita senza mai adattarsi passivamente ad essa. Il rischio insito nel gioco ci apre al Mistero e ci mantiene in una sorta di oscillazione tra l'annullamento di noi stessi e la nostra inconsistente assolutizzazione. La capacità di mettersi in gioco costituisce appunto questo rischio, quest'arte, questo apprendimento. Per cui imparare a giocare è l'equivalente di imparare a vivere. È come dire che per giocare occorre senz'altro anche una tecnica: occorre cioè imparare a giocare; ma nella consapevolezza che il gioco, in quanto tale, non lo si impara, ma lo si gioca entrando in gioco; così come è vivendo che si impara a vivere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scritti in onore di Marzio Strassoldo"
Editore: Forum Edizioni
Autore:
Pagine: 149
Ean: 9788832830453
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Marzio Strassoldo di Graffembergo, professore ordinario di Statistica, è stato Rettore dell'Università degli Studi di Udine dal 1992 al 2001. Questo volume raccoglie i contributi che alcuni colleghi e amici hanno voluto dedicargli nell'anniversario della scomparsa, con l'obiettivo di ripercorrere la varietà dei suoi interessi scientifici e culturali. Non si tratta dunque di un volume celebrativo o storico ma di una vera e propria Festschrift, offerta, secondo le propensioni dei singoli ricercatori, in onore e ricordo dello studioso. Qui segue l'elenco dei partecipanti: Mariarita D'Addezio, Elena D'Orlando, Alberto F. De Toni, Ludovico A. Mazzarolli, Claudio Melchior, Marisa Michelini, Laura Rizzi e Alessio Fornasin, Raimondo Strassoldo, Bruno Tellia, Federico Vicario, Gian Pietro Zaccomer.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ma come fanno gli operai. Precarietà, solitudine, sfruttamento. Reportage da una classe fantasma"
Editore: Manni Editori
Autore: Campetti Loris
Pagine: 158
Ean: 9788862668248
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Colpiti dalla crisi e dalle politiche liberiste, privi di rappresentanza partitica e con un sindacato inadeguato, gli operai sono soli. Ai loro occhi la sinistra è responsabile dell'attacco ai diritti: cancellazione dell'articolo 18, assalto alle pensioni, jobs act e precarietà. Nelle urne, sempre più deserte, arriva il loro voto di vendetta: gli operai tradiscono la sinistra. O è piuttosto vero il contrario? A questo quadro si aggiunge la crisi della solidarietà tra lavoratori, perché la perdita della speranza in un cambiamento apre la strada all'individualismo, che rischia di alimentare una guerra tra poveri: l'avversario non è più chi comanda, bensì chi sta più in basso ed è più debole. Ne sanno qualcosa gli immigrati. Questo libro è un reportage sul cambiamento culturale dei lavoratori, un viaggio nelle grandi fabbriche, quelle in crisi e quelle con il vento in poppa, dalla Luxottica alla Fincantieri, dalla Brembo alla Beretta, dall'Agusta all'Aermacchi, dalla Maserati all'ex Pininfarina, a cui si affiancano puntate nella logistica e nei servizi. Parlano i ragazzi di Foodora che ci portano la cena a casa, arruolati con un sms e pagati a cottimo, e i dipendenti delle Coop reggiane finite in tribunale. Campetti traccia una lucida analisi politica e conduce un'indagine nella classe tradizionalmente spina dorsale della sinistra e che ora - forse - non esiste più.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Natum esse. Antropologia natale e cittadinanza"
Editore: Vita e Pensiero
Autore: Alessandra Papa
Pagine: 257
Ean: 9788834334232
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Chi è l'uomo? Una domanda 'radicale', che ci riguarda in prima persona singolare e che ci consegna un preciso compito filosofico, tanto urgente quanto ineludibile, ma che, al contempo, non può prescindere da una riflessione sull' essere nato'. In questo senso Alessandra Papa si propone di porre le basi per un'antropologia natale che si apra al Chi originario dell'uomo e pensi il sé proprio a partire da quella formidabile promessa di relazionalità che è la nascita. Del resto, nascere fra gli uomini è l'unica possibilità di umanizzarsi: Dio stesso ha scelto di nascere da una donna per chiedere ospitalità e cittadinanza nel mondo degli uomini, assoggettandosi a rimanere, per dirla alla maniera di Sartre, come una fragola di sangue in un grembo femminile. Nell'intento di delineare una semantica dell'umano alternativa alla consueta immagine dell'uomo - definito solo in base al suo essere 'mortale' e non già al suo essere 'natale' - il saggio prende in esame alcune figure morali della condizione umana e del pensiero nativo, facendone punto di riferimento per la riflessione filosofica. A iniziare da Giobbe, l'uomo savio che nella malattia maledice il giorno in cui è nato; per concludere, nell'epoca contemporanea, con il risentimento dell'uomo tecnologico di fronte al natum esse di Günther Anders e alla ripresa di quella potente categoria filosofica che è il natality di Hannah Arendt. Questo saggio, dunque, ci ricorda alla somma che la nascita - sia essa intesa come un giorno in calendario o come il segno di un 'Totalmente Altro' che ci chiama alla vita - è quell'evento 'assolutamente nuovo' con cui ognuno di noi viene al mondo fra altri uomini, portando sempre con sé la domanda fondamentale sul 'Chi' dell'uomo, sulla sua collocazione nello spazio identitario delle relazioni umane e sul significato del proprio agire.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antropologia (2017)"
Editore: Ledizioni
Autore:
Pagine: 216
Ean: 9788867057238
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Antropologia, rivista semestrale, dibatte temi e oggetti cruciali per l'antropologia contemporanea in numeri monografici e numeri di articoli liberamente proposti dai singoli autori.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le nuove povertà"
Editore: Castelvecchi
Autore: Zygmunt Bauman
Pagine: 160
Ean: 9788832821956
Prezzo: € 17.50

Descrizione:Una cosa è essere poveri in una società di produttori e in piena occupazione; ben altra cosa è essere poveri in una società consumistica, in cui i progetti di vita si costruiscono più sulla base delle scelte del consumatore che sul lavoro, sulle competenze professionali o sugli impieghi. Se un tempo la povertà era legata alla disoccupazione, oggi invece è legata anzitutto ai livelli di consumo. Ciò sortisce un significativo effetto nel modo in cui la povertà viene sperimentata e sulle prospettive per riscattarne la miseria. In questo libro Bauman traccia le linee del profondo cambiamento cui la storia contemporanea ha assistito e le sue conseguenze, cercando di far fronte alle nuove sfide sociali (welfare, occupazione, marginalità, ecc.) sulla base di un nuovo sguardo etico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Umani troppi umani. Sfide etico-ecologiche della crescita demografica"
Editore: Eretica
Autore: Feltrin Natan
Pagine: 182
Ean: 9788899816988
Prezzo: € 16.00

Descrizione:"Questa è una grande lezione dell'ecologia: non ci sono pasti gratuiti e non c'è spazio per tutti! Come potevano così tanti filosofi parlare di etica animale, vegetale, dell'ambiente, del bìos quale progetto possibile in un mondo in cui una sola specie si stava moltiplicando vertiginosamente fagocitando ogni risorsa e colonizzando ogni habitat al punto di non farsi bastare più un solo pianeta? Negli ultimi duecento anni l'umanità ha letteralmente trasformato carbone e petrolio in biomassa umana ad alto consumo di risorse e questo rappresenta un unicum nella storia della nostra specie, un evento da cui ogni considerazione filosofica non può più prescindere. Oggi il numero di figli procreati, come il tipo di alimentazione adottata, non può più dirsi semplicemente questione di gusto esattamente quanto non è più considerabile una scelta personale importare specie aliene illegalmente o esimersi dal fare raccolta differenziata. Date le nuove acquisizioni scientifiche nessuno può più dirsi affrancato dal tribunale del buon senso, in questo caso de gustibus disputandum est!". Prefazione di Andrea Zhok.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La ricerca trasversale e longitudinale nelle scienze sociali"
Editore: Franco Angeli
Autore: Caputo Amalia, Felaco Cristiano, Punziano Gabriella
Pagine: 118
Ean: 9788891762818
Prezzo: € 17.00

Descrizione:La ricerca sociale fonda la sua attività conoscitiva su progetti - altrimenti detti disegni ? di ricerca volti a definire e profilare il campo di indagine, così da analizzare influenze, relazioni e interconnessioni tra fenomeni posti sotto la lente della ricerca stessa. La raccolta e l'analisi dei dati relativi alla variazione di uno o più fattori in tempi diversi e quella relativa alla variazione di un fattore nello stesso momento, ma in contesti e in luoghi diversi, rappresentano ormai una prassi nell'ambito della ricerca sociale. Una riflessione metodologica che evidenzi le specificità della ricerca longitudinale e trasversale quando l'oggetto di studio è un fenomeno sociale diventa oggi più che mai essenziale. In questo volume si vuole restituire la ricchezza del dibattito sulla ricerca longitudinale e trasversale focalizzando l'attenzione sui principali percorsi analitici e le modalità di rappresentazione dei risultati perseguibili. A partire dalla definizione del disegno di ricerca e dalle differenze tra analisi primaria e secondaria dei dati si pone in evidenza l'importanza delle variabili spazio e tempo nella ricerca sociale. Data la ricchezza argomentativa, il volume vuole porsi anche come utile strumento didattico a completamento di percorsi metodologici nelle scienze sociali.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Se come quando. Percorsi biografici nella maternità contemporanea"
Editore: Franco Angeli
Autore: Segatto Barbara, Dal Ben Anna
Pagine: 154
Ean: 9788891761040
Prezzo: € 21.00

Descrizione:Negli ultimi decenni, le donne hanno visto crescere i propri gradi di libertà, autonomia e indipendenza e, conseguentemente, hanno svincolato le loro biografie di vita da traiettorie che le vedevano legate a percorsi tradizionali, caratterizzati da un forte impegno entro le mura domestiche e nei compiti di cura, attivando percorsi nuovi e a volte inattesi. L'agire procreativo emerge come uno degli aspetti centrali di questo cambiamento. Si è passati da una maternità vissuta come destino ineluttabile e naturale, ad una maternità scelta, che impone alle donne una riflessione sul se, come e quando fare un figlio. Se, perché ci si aspetta che le donne accedano alla maternità solo attraverso il desiderio e qualora siano in grado di farsene carico dal punto di vista emotivo ed economico, senza pesare sulla società. Come, perché la maternità biologica rappresenta una delle opportunità per avere un figlio; il cronico ritardo nell'accesso alla scelta procreativa, insieme all'aumento dei tassi di sterilità e infertilità, porta con sé la necessità di percorrere altre strade per diventare genitori. Quando, perché le donne sono chiamate a individuare il momento in cui sia maggiore la loro possibilità di prendersi cura dei nuovi nati senza che questo incida negativamente sugli aspetti di vita personale, di coppia e professionale. Il presente volume si occupa delle scelte procreative delle donne, a partire da un inquadramento del fenomeno sul piano teorico vengono presentati i risultati di uno studio empirico di tipo qualitativo. Madri biologiche, adottive o che hanno fatto ricorso alle tecniche di procreazione medicalmente assistita e donne senza figli, raccontano come hanno costruito la trama della loro vita, permettendo al lettore di comprendere i diversi fattori che determinano le scelte di maternità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Reti sociali e innovazione in viticoltura"
Editore: Franco Angeli
Autore: Manzo Cecilia
Pagine: 144
Ean: 9788891760593
Prezzo: € 18.50

Descrizione:Come si diffondono conoscenza e informazioni all'interno di un network? Reti sociali e innovazione in viticoltura fornisce risposte a questa domanda, analizzando le dinamiche e i meccanismi di diffusione dell'innovazione tra le imprese vitivinicole. Partendo da alcuni dei più recenti contributi al tema dell'innovazione e combinandoli con l'analisi delle reti sociali (Social Network Analysis), il volume esplora in modo sistematico e originale il rapporto tra innovazione e reti proponendo una chiave di lettura secondo cui le relazioni formali e informali tra imprese all'interno di uno stesso cluster possono essere collegate allo sviluppo delle imprese e dei territori. Contrariamente alla percezione comune di un settore tradizionale, i cambiamenti nel mercato globale del vino hanno imposto nuovi vincoli e opportunità per gli operatori, incentivandoli a profonde trasformazioni. Il libro analizza empiricamente l'evoluzione della viticoltura in Sicilia, che negli ultimi due decenni è stata coinvolta in un processo di profonda trasformazione che ha consentito il riorientamento strategico del settore e la definizione di un ruolo ben preciso all'interno del sistema competitivo nazionale e internazionale. In Sicilia, e in particolare nell'area vinicola del Nord-Ovest, diverse aziende hanno saputo realizzare mutamenti che riguardano il versante qualitativo della produzione, ma anche il modello organizzativo e gestionale. L'analisi presentata illustra come le reti locali e extra-locali della conoscenza hanno favorito l'innescarsi di tali processi e le sfide che il settore sta ancora affrontando per procedere nella strada di uno sviluppo non del tutto compiuto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU