Categoria
           
Num. Prodotti x Pagina
           
Ordina Per

Libri
Warning: fread() [function.fread]: Length parameter must be greater than 0 in /web/htdocs/www.piemontesacro.it/home/negozio/funzioni.php on line 198



Titolo: "Piccola storia della musica"
Editore: Ghibli
Autore: Dyson George
Pagine: 370
Ean: 9788868011772
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Questo libro, opera di un grande musicista e compositore inglese, è il riuscito tentativo di tratteggiare con aderente naturalezza le tappe del "progresso" musicale: dalla musica rituale dei popoli primitivi alla musica gregoriana, dalla sensuale polifonia pre-rinascimentale allo sviluppo della musica strumentale del Cinquecento, sino al virtuosismo orchestrale del tardo Romanticismo, senza tralasciare di approfondire il fenomeno della diffusione della radio e della musica incisa. Eliminando ogni aridità sistematica e manualistica, Dyson ha saputo centrare lo svolgimento delle diverse forme musicali nel particolare movimento culturale che le ha determinate, offrendo così non una fredda storia della musica, ma una serena valutazione di tutti i fenomeni, spirituali e pratici, che hanno concorso al suo "progresso".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antropologie. Trecento e passa canzoni folk"
Editore: Zona
Autore: Grossi Gianluca
Pagine: 462
Ean: 9788864387048
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Antropologie è una raccolta di canzoni che raccontano persone e luoghi di periferia, la Brianza, le province di Milano e Monza, dove si respira un'aria laboriosa e umanamente arida, almeno all'apparenza. Il verde c'è e non c'è, c'è molto asfalto, molto grigio, le persone si parlano ma anche no. C'è diffidenza e moltissima fretta. C'è il desiderio di arrivare chissà dove senza sapere che non c'è da arrivare da nessuna parte. D'estate si muore dal caldo, d'inverno dal freddo. Gli anziani amano fare l'orto e c'è ancora chi va in osteria. Pochi girano ancora in bicicletta, molti vanno in palestra. Le spighe di granturco benedicono ogni orizzonte ma quando è sereno dominano le cime aguzze del Resegone e delle Grigne. E qualche ciminiera. Da una parte c'è l'Adda, dall'altra il Lambro, in mezzo canali e sottocanali e il sempiterno respiro del Molgora. E poi le pizzerie, le agenzie immobiliari, i testimoni di Geova, i profughi, le piazze deserte, gli oratori, e le vecchie cascine che crollano e portano via per sempre un passato glorioso e romantico, ma pure difficile e pieno di insidie.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Extraordinary records. Ediz. italiana, spagnola e portoghese"
Editore: Taschen
Autore: Moroder Giorgio, Benedetti Alessandro, Bastine Peter
Pagine: 592
Ean: 9783836559362
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Vinili da vedere I dischi dal design più audace Disponibile nella nuova edizione Bibliotheca Universalis, questa raccolta stupefacente dedicata ai dischi in vinile ridefinisce il concetto di "album art". Prodotta in collaborazione con la rivista Colors, pagina dopo pagina scoprirete al suo interno oltre 500 dischi eccezionali provenienti dalle importanti collezioni di Alessandro Benedetti e Peter Bastine. Il libro si pone al confine tra fotografia, musica e grafica e celebra il vinile non solo per la pienezza del suono che ne scaturisce, ma anche per il suo potenziale artistico in quanto oggetto materiale. Musicisti del calibro di Pink Floyd, Prince, Michael Jackson, Bon Jovi e molti altri ancora, sono tra i protagonisti inclusi nel volume, che getta uno sguardo incisivo sui complicati dettagli della loro identità visiva, dal colore sgargiante al futuristico effetto a specchio del disco. I vinili sono presentati in ordine tematico, partendo da quelli monocromatici, passando per quelli insoliti (come i dischi argentati, dorati e a specchio, oppure i rarissimi vinili che si illuminano al buio), fino ai vinili multicolor, quelli con immagini impresse (in cui la musica è incisa solo su un lato), i vinili sagomati (con forme diverse dal classico disco) e i picture disc (con fotografie o elementi grafici stampati sulla superficie del vinile).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Facezie retrò. Archeologia della canzone umoristica italiana"
Editore: Zona
Autore: Colt Freddy
Pagine: 118
Ean: 9788864386775
Prezzo: € 15.00

Descrizione:"Canzoni umoristiche" non è una categoria globale, sarebbe meglio parlare di "canzoni da ridere". Forse potrebbe suonare meglio "canzoni del sorriso"... forse. Il "ridere" è un concetto/atteggiamento che racchiude un nugolo di sfaccettature che andrebbero sempre tenute in considerazione, anche nella definizione di eventuali generi musicali "da ridere", per l'appunto. Comunque sia, il lavoro di Freddy è semplicemente bellissimo e quello che avete tra le mani è un libro che fornisce un importante contributo proprio a quel dibattito latente sul "ridere" che deve, prima o poi, deflagrare per tentare di salvare un settore ormai umiliato e allo sbando com'è quello dei sedicenti comedians (musici o stand up che siano), per rilanciare un genere musicale caduto in disuso perché "non televisivo" (chi l'ha detto, poi?) e per ritrovare la sana voglia di confrontarsi per crescere insieme. (Dalla nota di Flavio Oreglio)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Bach"
Editore: Mondadori
Autore: Buscaroli Piero
Pagine: 1169
Ean: 9788804682400
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Il «Bach» di Piero Buscaroli è uno studio esemplare per chi voglia avvicinarsi al grande compositore barocco. Pubblicato nel 1985, questo libro ha riscoperto e riletto con eccezionale scrupolo filologico le fonti primarie della vicenda bachiana, ne ha ridisegnato con acume e capacità di penetrazione psicologica le linee artistiche e familiari. Il risultato è un saggio che restituisce al musicista tedesco la sua intera storia, la sua umanità, l'ansia, il gran carattere, la volontà di potenza, i suoi scopi d'artista, i rapporti col mondo circostante, il passato e il futuro dell'arte.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Kandinsky, Cage. Musica e spirituale nell' arte. Ediz. a colori"
Editore: Skira
Autore:
Pagine: 254
Ean: 9788857236469
Prezzo: € 39.00

Descrizione:Questo volume e la mostra che lo accompagna vogliono estendere e rinnovare le ricerche intorno ai rapporti tra arte e musica, indagando le nozioni di interiorità e spiritualità come temi aperti, capaci di raccogliere molte suggestioni. Negli anni a cavallo tra il XIX e il XX secolo, soprattutto in ambito germanico, il culto di Goethe, il wagnerismo, le indagini in campo filosofico e scientifico riflettono l'esigenza di un'aspirazione all'armonia dell'individuo con il tutto, di una spiritualizzazione del lavoro artistico che produce un forte impatto sulle arti figurative, favorendo il ricorso al modello della musica. Il lettore viene così invitato a compiere un viaggio attraverso le opere e le biografie di artisti e musicisti che s'intrecciano tra loro intorno al nucleo centrale di Wassily Kandinsky, autore del famoso libro "Lo spirituale nell'arte". Si tratta di Max Klinger, Mikalojus K. Ciurlionis, Arnold Schönberg, Marianne Werefkin, Paul Klee, Oskar Fischinger, Fausto Melotti, Nicolas de Staël, Giulio Turcato, Robert Rauschenberg. Il percorso culmina con un'ampia sezione che illustra la complessità e la varietà dell'opera di John Cage, rintracciandone analogie, rimandi e corrispondenze con la spiritualità di Kandinsky e con le vite e le opere degli altri artisti presenti. Contributi di studiosi provenienti dall'ambito della storia dell'arte, della filosofia e della musicologia illustrano un percorso che intende ispirare i lettori (nel senso di soffiare dentro, di portare dentro lo spirito), invitandoli a considerare la fecondità di queste prospettive nel quadro dell'arte di oggi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il dissoluto punito. O sia il don Giovanni. Di Lorenzo Da Ponte per Wolfang Amadeus Mozart"
Editore: De Bastiani
Autore: Boschi Carlo
Pagine: 124
Ean: 9788884665560
Prezzo: € 12.00

Descrizione:L'opera "Il dissoluto punito. O sia il don Giovanni" con musica di W. A. Mozart e testo di Lorenzo Da Ponte ebbe la sua prima rappresentazione a Praga il 29 ottobre 1787, con enorme successo che da allora ai nostri giorni non lo ha mai abbandonato, finendo per cancellare il precedente mito di "Don Giovanni" che da oltre un secolo aveva visto calcare i teatri d'Europa in forma di commedia o di musica. Il capolavoro mozartiano-dapontiano esce dai confini e dai canoni del tempo, realizzando nel teatro musicale un procedere di azioni e di stati d'animo che i contemporanei non riuscirono del tutto ad afferrare, perché la collaborazione diede corpo a un'arte nuova, a un prodotto artistico di nuovo genere, diversa dall'opera buffa del Settecento. Da allora in poi la critica musicale, ma non solo, ha cercato di penetrare nei più profondi recessi della collaborazione tra i due artisti, confermando sempre di più la sintonia artistica e intellettuale del poeta con il musicista, come dimostra lo scritto di Carlo Boschi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Estetica di Sgt. Pepper. Genesi, linguaggi e ricezione del capolavoro dei Beatles"
Editore: Arcana
Autore: Brusco Francesco
Pagine: 281
Ean: 9788862314961
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Cosa resta di "Sgt. pepper's lonely hearts club band" a mezzo secolo dalla sua uscita? In che modo la Cloud Generation fruisce di questo capolavoro? Qual è il suo vero contenuto musicale? E ancora, è davvero l'apice della carriera dei Beatles e il disco più influente della storia? In occasione del suo cinquantesimo anniversario queste domande sono tornate alla ribalta, fra celebrazioni e riesami che spesso tuttavia cedono il passo al mito e alla nostalgia. Questo saggio nasce proprio per rispondere a tali quesiti attraverso un'approfondita analisi dell'album: i componenti elementari del linguaggio musicale (armonia, melodia, ritmo, ecc.) e quelli specifici della popular music (arrangiamento, registrazione, editing, produzione), le forme e gli stili, i testi. Il contributo dei singoli membri del gruppo e quello di George Martin; gli ingredienti realmente innovativi e quelli di continuità con il periodo precedente; il confronto con la musica del biennio 1966-'67; la Swinging London, l'LSD, l'India, e il loro vero impatto su sgt. pepper. Uno sguardo - e un ascolto - in profondità, al di là del mito, per comprendere e apprezzare l'essenza del più celebre disco di tutti i tempi, e capire quanto del suo messaggio arrivi ancora a noi: dal vinile a Spotify, dalla Summer of Love all'epoca dello streaming.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storia della musica leggera italiana illustrata"
Editore: Nicola Pesce Editore
Autore: Giordano Vincenzo
Pagine: 80
Ean: 9788894818260
Prezzo: € 9.90

Descrizione:La musica leggera italiana nel corso del tempo è diventata la nuova poesia, ed i cantanti i nuovi vati. Dagli albori fino ad oggi, dai cantanti elitari ai lupi da social network, la musica leggera ha continuato a parlare al cuore dei giovani e dei meno giovani, arrivando sempre in modo diretto e fatale lì dove i politici, la scuola, la religione ed i demagoghi non sono mai riusciti. Che si tratti di cantanti stimatissimi che poi sono stati dimenticati, oppure di cantanti meno impegnati che però sono rimasti sempre sulla cresta dell'onda fino a fare la storia, questo volume li rappresenta senza giudizi, per noi appassionati.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La sinfonia"
Editore: Ei Editori
Autore: Pahlen Kurt
Pagine: 239
Ean: 9788888060460
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Per gli amanti della musica d'arte, e non solo, il termine sinfonia è probabilmente quello più ricorrente. Ebbene, questo termine così usato - e qualche volta abusato - ha una sua origine, una sua gestazione, un suo sviluppo, in una parola una sua storia. È di questo che racconta il libro di Pahlen, esempio di divulgazione priva di qualsiasi cedimento alla banalizzazione. L'autore ripercorre la storia di questa espressione musicale attraverso le personalità e i momenti rappresentativi che ne hanno segnato il viaggio verso le sue forme più compiute, fino all'età moderna. Dai precursori alla nascita della partitura, dalle forme iniziali a Mozart, da Mozart a Britten l'autore dischiude tutto l'orizzonte dalla più classica delle architetture musicali. Saggio introduttivo di Cecilia Campa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scott Joplin. Per chitarra"
Editore: Aracne
Autore: Benvenuto Bruno
Pagine: 48
Ean: 9788825508581
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Tra i più grandi e indiscussi esponenti della musica afroamericana, Scott Joplin è stato anche uno dei primi musicisti della sua epoca a suscitare negli europei la voglia di imitare la musica del Nuovo Mondo, ancor prima dell'avvento del jazz. Questo lavoro è dedicato ad alcuni suoi ragtime, scelti tra quelli più famosi, quelli più vari nella forma musicale e più adatti alla chitarra, univocamente intesa. Anche il chitarrista classico, difatti, potrà finalmente affacciarsi a una letteratura finora appannaggio del repertorio e delle tecniche jazz-fingerstyle.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "The Nobel lectures"
Editore: Feltrinelli
Autore: Dylan Bob
Pagine: 48
Ean: 9788807492341
Prezzo: € 6.00

Descrizione:Come per Omero e Saffo, in Dylan la musica si fa poesia. O viceversa. È questa in sintesi la motivazione con cui l'Accademia di Svezia annuncia il 13 ottobre 2016 il conferimento del Premio Nobel per la letteratura al cantautore più amato del mondo. Il resto è storia nota: Dylan non va a ritirare il premio a causa di impegni presi in precedenza, la sua lettera di ringraziamento viene letta dall'ambasciatrice degli Stati Uniti in Svezia, Patti Smith esegue A Hard Rain's A-Gonna Fall e si commuove. Intanto l'eterno dibattito si riaccende: una canzone può essere letteratura? In queste pagine, che contengono la lettera di ringraziamento e il discorso tenuto all'Accademia di Svezia durante una cerimonia privata, non si trovano le risposte di Dylan a questa domanda, ma c'è il suo rapporto con quello che ha letto e quello che ha ascoltato, con le storie che ha amato, con i linguaggi che lo hanno nutrito. Perché se è vero che "mai una volta ho avuto il tempo di chiedermi se le mie canzoni sono letteratura", è anche vero che le pagine dei libri ti danno "un modo di guardare la vita, una comprensione della natura umana e un metro con il quale misurare le cose". È così che, nel suo modo di guardare la vita, ci sono Omero e Buddy Holly, Moby Dick e Niente di nuovo sul fronte occidentale. E soprattutto ci sono incontri e ricordi, perché "le canzoni sono vive nella terra dei vivi" e Dylan, come Omero, invoca la Musa chiedendole semplicemente di cantare, attraverso la sua bocca, una storia. Nel suo discorso per il Nobel Dylan non parla solo del rapporto tra letteratura e musica, ma del rapporto tra letteratura e vita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "1977. Gioia e rivoluzione"
Editore: Arcana
Autore: Assante Ernesto
Pagine: 144
Ean: 9788862314763
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Un anno da ricordare. Per la musica, la creatività, la letteratura, il cinema, il teatro. E poi per i sogni, le passioni, i desideri. Per l'amicizia e l'amore. Per la voglia di cambiare il mondo, per la ricerca della felicità, per la bellezza e i colori di una intera generazione in movimento. Il 1977 è stato un anno chiave della nostra storia, lo è stato per la politica, la società, i rapporti sociali e personali, la cultura e la comunicazione; è stato l'anno in cui le radio libere erano "libere veramente", come cantava Finardi, in cui i volantini e i Ta Tze Bao erano i social network più diffusi, in cui gli indiani metropolitani si facevano beffe della realtà portando la fantasia nelle stanze del potere, in cui tutto veniva messo in discussione e nessuno era lasciato indietro. Il 1977 viene ricordato troppo spesso per gli scontri, la violenza, le P38, i blindati delle forze dell'ordine nei centri cittadini. Ma una generazione intera ha vissuto quell'anno tra passioni e sentimenti leggendari, scrivendo una storia diversa, fatta di canzoni, libri, film, cortei, assemblee, fumetti, giornali, spettacoli, nei quali scorreva inarrestabile e meravigliosa la vita. Questo libro vuole ricordare e raccontare un anno bello e terribile, intenso e travolgente, nel quale una generazione intera, in maniera caotica, creativa, violenta, appassionata, era alla ricerca della gioia e della rivoluzione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Stayin' alive. La storia dei Bee Gees"
Editore: Arcana
Autore: Maiorano Roberta
Pagine: 471
Ean: 9788862314374
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Nel 1977 veniva lanciato "La febbre del sabato sera", il film di John Badham destinato a dar voce a un'intera generazione, quella del disimpegno, della voglia di divertirsi e della libertà da vincoli d'ideologia. Il giovane Tony Manero, lavoratore di giorno e di notte ballerino dominatore incontrastato delle discoteche di Brooklyn - interpretato da un John Travolta agli esordi - diventa punto di riferimento per i ragazzi degli anni Settanta, quelli lontani dalle barricate del punk e del rock. È però la colonna sonora a decretare il successo planetario della pellicola: a firmarla, quasi per intero, sono i Bee Gees, leggendario gruppo dell'Isola di Man. Contattati dal loro manager (e produttore della pellicola) Robert Stigwood, i fratelli Gibb (Barry, Robin e Maurice), già bambini prodigio e poi idoli del pop internazionale negli anni Sessanta, riemergono da un tormentato periodo di crisi artistica, mettendo a segno quasi inconsapevolmente uno dei colpi più riusciti nella storia della musica leggera. Da "Jive Talking" e "You Should Be Dancing", passando per "More Than A Woman", "How Deep Is Your Love", fino a "Stayin'Alive" e "Night Fever", i Bee Gees rivoluzionano, reinventano e nobilitano la disco music. "Saturday night fever" si rivela il disco più venduto al mondo (15 volte disco di platino, 24 settimane nella Top di «Billboard» e 5 Grammy), e lo rimarrà fino all'arrivo di thriller di Michael Jackson. Talento e successo dei Bee Gees risalgono, però, a dieci anni prima di fever e non si arresteranno certo con quell'album, nonostante la critica sia stata spesso ostile e li abbia ingiustamente stigmatizzati o snobbati. Ora un libro racconta tutta la loro storia: una storia complessa e affascinante, una saga familiare ricca di colpi di scena, di ascese e cadute, di polvere e oro, ma soprattutto di memorabili canzoni che, nel bene e nel male, fanno parte del vissuto di tutti noi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "ultimo disco dei Mohicani. L'incredibile epopea di un negozio di dischi e dei suoi appassionati clienti"
Editore: Ultra
Autore: Blatto Maurizio
Pagine: 213
Ean: 9788867766703
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Backdoor, Torino: siamo aperti. A cosa? Crosso modo a tutto. E a tutti. In particolar modo a quelli che davvero non pensavate potessero esistere. E invece esistono, sono il variopinto circo di clienti - più o meno occasionali, più o meno appassionati, più o meno folli - di uno storico negozio di dischi specializzato in vinile e intento a vivere l'amore per la musica dall'altra parte della barricata: un luogo talmente vero e talmente incredibile da essere più pop di un coretto dei Beach Boys. Ecco allora sfilare il piastrellista devoto al funky e alle donne di colore, l'audiofilo sorpreso dalla moglie con uno stereo in un appartamento affittato di nascosto e Beissline, l'uomo che ha inventato i Massive Attack. Per non parlare dell'immigrato slavo che voleva morire sotto la sezione reggae, dell'indomabile Sentimentalista o del fan degli Alarm con documenti compromettenti per la Fiat... gente strana? Allora non vi siete mai trovati di fronte alla cliente che, incerta su cosa comprare, chiedeva: «Ma Che Cuevara ha fatto più niente?».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' Opera. Storia, teatro, regia"
Editore: Il Saggiatore
Autore: Giudici Elvio
Pagine: 1300
Ean: 9788842824053
Prezzo: € 52.00

Descrizione:Conclusosi il Settecento, che in Mozart ha conosciuto il culmine e la pienezza dell'espressione musicale, si accendono i fuochi dell'Ottocento. Ovunque in Europa si affermano le identità nazionali, alle quali contribuiscono compositori e platee, e ogni paese scandisce sul palcoscenico le proprie declinazioni artistiche: il gusto per la decorazione proprio degli italiani, l'innegabile tendenza a pontificare dei francesi, l'arte del racconto degli inglesi, lo scavo psicologico dei tedeschi. Ma, nonostante i diversi modi formali che le sensibilità nazionali suggeriscono ad autori come Cajkovskij, Musorgskij, Rossini, Donizetti, Offenbach, Bizet, Bellini, resta fermo, per ciascuno, il proposito del fare «teatro in musica»: narrare una storia che coinvolga e interroghi il pubblico, mettendo in discussione la realtà in cui vive. Dal giorno della prima messinscena fino a oggi. In questo volume, la monumentale storia dell'opera e della sua rappresentazione di Elvio Giudici racconta la potenza di melodrammi nati ormai due secoli fa eppure vivissimi, passandoli in rassegna uno a uno e incentrando la narrazione là dove pulsa il suo cuore: sull'allestimento e sull'interpretazione degli spettacoli. È la stretta complicità fra regia e direzione che crea il capolavoro, ed è quando il gesto scenico suggerisce il gesto musicale e il musicale quello scenico che il melodramma acquista il suo senso artistico e umano più profondo. Con passione inesausta ed estro critico, Giudici sprona allora gli «impresari» ad abbandonare - e il pubblico a pretendere che vengano abbandonati - costumi più o meno fastosi, tele dipinte più o meno spettacolari, parate di masse più o meno oceaniche, per concentrarsi sulla recitazione e sulle relazioni fra i personaggi. E fa sfilare in queste pagine tutti i grandi registi, direttori e cantanti che dal secondo dopoguerra hanno traghettato l'opera lirica ottocentesca verso orizzonti sempre nuovi, che di volta in volta accendono entusiasmi e aspri dissensi, a riprova di un'inesauribile vitalità. E grazie a spettacoli come la Carmen di Emma Dante e Barenboim, Il principe Igor di Cernjakov e Noseda, il Barbiere della premiata ditta Leiser & Caurier con Pappano, la Norma di Michieletto e Antonini con una Bartoli neorealista alla Magnani, il miracolo dell'opera continua a rinnovarsi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "David Bowie. L'arte di scomparire. Indagine sugli ultimi dodici anni dell'Uomo delle stelle"
Editore: Arcana
Autore: Donadio Francesco
Pagine: 284
Ean: 9788862314770
Prezzo: € 19.50

Descrizione:Il 10 gennaio 2016 l'improvviso annuncio della morte di David Bowie ha lasciato sconcertati tutti i suoi fan, che fino a qualche ora prima avevano avuto modo di apprezzare il ritorno sulle scene di una star forse invecchiata ma comunque sempre al passo con i tempi, in grado di realizzare negli ultimi mesi di vita due opere che hanno lasciato il segno. La verità è che Bowie era scomparso dai radar già molto tempo prima. A partire dal 25 giugno 2004 - quando sul palco dell'Hurricane Festival a Scheefiel, in Germania, avvertì un lancinante dolore al petto che si rivelò essere un infarto in atto, trattato con un urgente intervento di angioplastica - e per undici anni e mezzo, Bowie aveva smesso di essere la rockstar presenzialista dei decenni precedenti, non rilasciando più interviste e assumendo un bassissimo profilo per uscire di casa solo raramente per eventi selezionati. Un po' come Greta Garbo, Scott Walker, J.D. Salinger o il nostro Lucio Battisti. Questa è la visione comune. Ma è andata veramente così? Cosa è realmente accaduto in questa dozzina di anni, tra complicazioni di salute, passeggiate in incognito per Manhattan e progetti avviati e poi cancellati? C'è ancora qualcosa che può - anzi che deve - essere raccontato? Questo libro si propone di far luce su quei mesi, tra il 2004 e il 2016, che l'Uomo delle Stelle ha voluto (o dovuto?) passare lontano dalla luce dei riflettori. Una ricostruzione per quanto possibile accurata, sulla base delle testimonianze dei suoi collaboratori e della cronologia dei suoi avvistamenti, dei dodici anni "misteriosi" di David Bowie. Gli anni senz'altro più tormentati e difficili della sua vita e della sua carriera, ma assai meno vuoti di quanto comunemente si pensi dal punto di vista artistico, sfociati negli splendidi ritorni di "The next day" e "Blckstar", oltre al musical "Lazarus".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' amore e la violenza. Una storia dei Baustelle"
Editore: Giunti Editore
Autore: Guglielmi Federico
Pagine: 208
Ean: 9788809856622
Prezzo: € 22.00

Descrizione:"L'amore e la violenza" racconta la storia completa dei Baustelle, la band culto dell'indie-rock che ha ormai un seguito e un consenso trasversali nel pubblico italiano, e contiene tutte le testimonianze raccolte appositamente dall'autore, Federico Guglielmi, appassionato sostenitore del gruppo fin dal primo demo del 1996. Alle voci di Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi e Claudio Brasini si affiancano quelle di quasi tutti coloro che hanno dato un contributo all'identità della band (ex componenti, produttori, manager, discografici). Con selezionati documenti d'epoca a rendere la narrazione più vivace e approfondimenti specifici sulle occupazioni parallele di Francesco, sulla carriera solistica di Rachele, sulle chitarre di Claudio. Il tutto corredato da un ampio apparato iconografico con materiale raro o inedito e da una discografia maniacale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Con moltissima passione. Ritratto di Giuseppe Verdi"
Editore: Carocci
Autore: Mellace Raffaele
Pagine: 302
Ean: 9788843089772
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Sulla scorta di una ricerca internazionale che negli ultimi decenni si è dimostrata vivacissima, il libro propone una ricognizione completa del personaggio Verdi e del suo teatro musicale aggirando le secche del taglio tradizionale "vita/opere". La biografia verdiana è accostata attraverso la geografia delle città decisive per la vicenda dell'uomo e dell'artista, nel percorso politico tra Risorgimento e Unità, e nelle dinamiche della vita professionale e di quella privata. Il teatro di Verdi è discusso nel complesso dei suoi fondamenti estetici e drammaturgici e dei suoi riferimenti ideali, decifrato nel microcosmo abitato dai suoi personaggi, seguito dal primo all'ultimo titolo, senza tralasciare i lavori non operistici. Una serie di apparati completa il quadro dotando il lettore/spettatore di importanti strumenti d'indagine.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La voce nel cassetto"
Editore: Imprimatur
Autore: Salemi Silvia
Pagine: 144
Ean: 9788868306137
Prezzo: € 14.00

Descrizione:La musica era stata e continuava a essere la cura. Era una necessità di vita, era vincere paure e limiti vissuti in profondità. Cantare era la sua salvezza, ma anche la sua paura, era il territorio in cui mettersi alla prova. Silvia sta per cantare sul palco dell'Ariston, in diretta televisiva, la canzone che la renderà celebre, e torna con la mente alla sua infanzia trascorsa senza voce. Rivive le giornate silenziose trascorse dai nonni, impegnati nei loro laboriosi mestieri, e ritorna nella casa dei genitori affollata da parenti e amici accorsi per il funerale della sorellina Laura. Silvia è stata una bambina senza voce, l'aveva persa da qualche parte. O forse la teneva chiusa a chiave perché nessuno nella sua famiglia poteva ascoltarla, tutti resi sordi dal dolore troppo grande per la scomparsa di Laura. Finché un giorno la ritrova chiusa in un cassetto, insieme a quella della sorella, in attesa di essere riscoperta. Partendo dal suo piccolo paese in Sicilia, Silvia riesce a realizzare il sogno di fare la cantante passando per il palco del Karaoke di Fiorello e di Castrocaro, in una storia di riscatto e caparbietà, di conquiste e rinunce, per scrivere un finale diverso rispetto a quello che il destino sembrava averle assegnato.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quisquilie e pinzillacchere"
Editore: Castelvecchi
Autore: Michele Campanella
Pagine: 128
Ean: 9788832821635
Prezzo: € 14.50

Descrizione:Il titolo di questo testo non inganni il lettore. Nella sua cinquantennale attività di pianista di fama internazionale, Campanella non ha mai cessato di lavorare con serietà, come egli stesso afferma in questa conversazione con Risaliti, altra figura di primo piano del mondo pianistico. Eppure, oltre al rigore, c'è posto anche per quell'ironia e antiretorica che sono tratti costanti dell'uomo e del musicista. Ecco dunque che in questa "autobiografia" si ripercorrono con spirito vivo le tappe della sua avventura artistica e umana e il rapporto con un'arte che vive e si alimenta attraverso una ricerca costante, inscindibile dalla gioia e dalla gratitudine verso il misterioso universo dei suoni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Captain Mask Replica. Vita e arte di Don Van Vliet, Captain Beefheart"
Editore: Arcana
Autore: Nunziata Francesco
Pagine: 383
Ean: 9788862314534
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Captain Beefheart, al secolo Don Van Vliet, è uno degli artisti più importanti e mitizzati dell'intera storia del rock. Partito da solide basi blues e armato di una voce potente degna di Howlin' Wolf, negli anni Sessanta registrò, con diverse incarnazioni della sua Magic Band, alcune delle opere più decisive per l'evoluzione del blues-rock, approdando nel 1969, anche grazie al supporto dell'amico Frank Zappa, alla prodigiosa epopea di "trout mask replica". Il disco, considerato da molti critici, primo fra tutti il leggendario Lester Bangs, come il più importante mai partorito nell'ambito della musica rock, è un'opera in cui il blues del Delta, il free jazz, il dadaismo, il surrealismo, la poesia beat e l'immaginario americano si fondono in una sintesi ancora oggi incredibilmente aliena. Ma il percorso di Captain Beefheart non si fermò certo a quella straordinaria pietra miliare. Anche dopo il suo ritiro dalle scene, avvenuto nel 1982 per dedicarsi a tempo pieno alla pittura, egli continuò, infatti, ad affascinare intere generazioni di musicisti, che ancora oggi venerano la sua musica come un esempio di creatività senza limiti, lontana dalle costrizioni del music-business. Oltre a seguire da vicino tutta la vicenda biografica e ad analizzare criticamente ogni disco di Captain Beefheart (con un occhio di riguardo per i testi delle sue canzoni), questo libro dedica spazio anche alla sua pittura, influenzata dagli spazi dilatati del deserto del Mojave (dove egli visse a lungo) e dalle forme dell'espressionismo astratto di Franz Kline, Jackson Pollock e Willem de Kooning.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Hot stuff. Cattive abitudini e passioni proibite. L'erotismo nella musica pop"
Editore: Arcana
Autore: Gramuglia Laura
Pagine: 277
Ean: 9788862314954
Prezzo: € 17.50

Descrizione:Laura Gramuglia torna a incantarci con una raccolta di storie vere scovate in settant'anni di musica. In "Hot Stuff", tratto dal programma Capital Hot di Radio Capital, l'autrice di "Rock in Love" e "Pop Style" ci rivela come il sesso sia uno degli elementi fondativi e imprescindibili di un linguaggio che è, per buona parte, anche fisico, corporeo, terribilmente carnale. Parafrasando la più empia delle trinità, il Sesso è la Droga del Rock'n'Roll. "Hot Stuff" si inoltra nei segreti anfratti di amori liberi, sacri e profani, di curve pericolose e scandali a corte, di fan voraci e artisti votati all'eccesso, di copertine sexy e giochi erotici azzardati, di videoclip ammiccanti e bollenti sextape, di orgasmi pubblici e baccanali domestici, di passioni ardenti e orge leggendarie. Magari non possiamo sapere con certezza come sono andate le cose, ma abbiamo centinaia di dischi che spesso descrivono i fatti meglio di qualunque testimonianza diretta. E se l'argomento vi sembra un po' frivolo, avete ragione. Ogni tanto, tra una canzone e l'altra, perché non approfittarne per farsi una bella risata?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il modo di dire addio. Conversazioni sulla musica, l'amore, la vita"
Editore: Il Saggiatore
Autore: Cohen Leonard
Pagine: XXIV-651
Ean: 9788842824060
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Léonard Cohen che scrive poesie su una Lettera 22, seduto al tavolino di una stanza gelida. Léonard Cohen in abito fumé, che alza il fedora di feltro per salutare la sua band. Cohen in un monastero zen, conosciuto da tutti i monaci come Jikan, «il Silenzioso». Léonard Cohen in Grecia, mentre lavora a un romanzo sotto lsd. Cohen a Montreal, Cohen a Londra e a New York. Cohen l'ebreo che canta un Cristo marinaio. Cohen e il suo sguardo dolce, Cohen gentiluomo. Cohen disperato. Cohen dalla voce tenebrosa e dorata, Cohen alcolizzato. Cohen figlio di un sarto, Cohen portavoce di ogni uomo perduto. Cohen e un amore finito. Cohen con Janis Joplin, su un letto sfatto del Chelsea Hotel. Cohen e Marianne. Cohen e Suzanne. La vita di Léonard Cohen è stata un cammino di gloria e tormento, di sconfitta, eleganza e fragile bellezza. Il suo esordio come cantautore è arrivato solamente a trentatré anni, dopo tre raccolte di poesie e due romanzi acclamati dalla critica e ignorati dal grande pubblico. Cucendo insieme musica e parole ha creato la sua arte, fatta di suoni vellutati e canti dall'abisso, di tradimenti, addii, di morte e desiderio, di impermeabili blu e uccelli sul filo. Ha dato voce a chi si consumava nell'attesa, ha sussurrato di misticismo, malinconia, di sesso e solitudine ; ha alzato il suo Hallelujah verso un mondo sacro e distrutto, sporco e incantato. Ha dato forma all'amore come redenzione, promessa non mantenuta, vortice in cui sprofondare, lasciando canzoni nate dall'assenza e dalla privazione, poesie scure come la cenere depositata dal fuoco ardente ma effimero del tempo. "Il modo di dire addio" è il libro in cui Léonard Cohen confessa in prima persona la propria vita e la propria arte. Attraverso decine di interviste inedite in Italia - accompagnate da una lettera in cui Francesco Bianconi, autore e voce dei Baustelle, racconta il suo Cohen più intimo, costantemente in bilico tra esistenza e poesia - scorrono cinquant'anni di episodi e brani indimenticabili, da «Suzanne» a «I'm your man». E si svela a poco a poco il complesso mondo interiore di un uomo per cui la depressione è sempre stata una realtà quotidiana con cui lottare, un mare scuro da cui emergevano in superficie le sue canzoni, perché ogni sua parola era un'esplosione di luce.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tutto quel che è, finisce. Guida a «L'anello del Nibelungo» di Richard Wagner"
Editore: Mimesis
Autore: Misuraca Pietro
Pagine: 310
Ean: 9788857541976
Prezzo: € 26.00

Descrizione:Il volume nasce dalla rielaborazione di un ciclo conferenze tenute presso il Teatro Massimo di Palermo e di due corsi universitari entrambi dedicati al Ring. Vi si trova una guida completa e aggiornata al sistema drammaturgico-musicale wagneriano, alla sua ricchezza concettuale e ai presupposti estetici, filosofici e politici che ne furono alla base. È costituito da un'ampia introduzione dedicata alle suddette premesse (con numerose citazioni dagli scritti di Wagner), seguita da un 'racconto' dettagliato delle vicende - innanzi tutto - dei quattro drammi musicali, in altrettanti capitoli. La trattazione si avvale degli apporti ermeneutici più significativi, da quelli storici di Nietzsche, George Bernard Shaw, Thomas Mann, T. W. Adorno a quelli più recenti. Corredata degli esempi musicali relativi a tutti i Leitmotive e di tavole che offrono una visione d'insieme della struttura tematica, offre la possibilità di addentrarsi nell'universo sonoro e drammaturgico di una delle più grandi creazioni di tutti i tempi per osservarne i dettagli compositivi e districarne la complessità dei significati. Il taglio non è tuttavia analiticamente specialistico: l'origine stessa del volume, didattica e divulgativa, si riflette nell'adozione di un registro intermedio, che non trascura le annotazioni utili allo studioso più competente, ma si presenta al contempo accessibile al lettore colto e appassionato.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO