Articoli religiosi

Libri - Ebraismo



Titolo: "Un «Giusto fra le Nazioni» Odoardi Focherini (1907-1944)"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Vecchio Giorgio
Pagine: 192
Ean: 9788810104873
Prezzo: € 17.50

Descrizione:Odoardo Focherini (Carpi [MO] 1907 - Hersbruck [Germania] 1944) nel 1969 è stato proclamato «Giusto fra le Nazioni», per aver salvato decine di ebrei tra il 1943 e il 1944 e aver pagato tale comportamento con la sua stessa vita. Scoperto e incarcerato, fu infatti deportato in Germania, trovando la morte nel Lager di Hersbruck, dove venne assistito da un altro martire della Resistenza cattolica italiana, Teresio Olivelli. Il volume costituisce la prima biografia completa sulla sua figura, condotta con criteri scientifici e fondata su moltissimi documenti custoditi dalla famiglia e in archivi pubblici e privati. Ne esce il ritratto di un uomo del tutto «normale», almeno per quei tempi: un padre costretto a molteplici lavori per mantenere la famiglia numerosa, tra cui quello di amministratore del giornale Avvenire d'Italia, un dirigente locale dell'Azione Cattolica (a Carpi), un cristiano fedele alla sua Chiesa. Nella vita di Focherini c'è tutto questo, ma nessun fatto eclatante: un uomo come tanti altri. Ma, al momento opportuno, quest'uomo «normale» seppe compiere gesti straordinari e mise in piedi un'efficiente rete di salvataggio per decine di ebrei disperati. Di più: seppe infondere loro coraggio, offrire spazi di umanità e persino di buon umore. Odoardo Focherini è dunque uno degli eroi italiani del XX secolo e la sua figura merita di essere ampiamente conosciuta a livello nazionale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fare gli ebrei italiani"
Editore: Il Mulino
Autore: Ferrara Degli Uberti Carlotta
Pagine: 268
Ean: 9788815234520
Prezzo: € 25.00

Descrizione:

Fatta l'Italia, bisognava "fare gli ebrei italiani", ovvero cercare di capire cosa potesse significare essere ebrei e italiani dopo l'emancipazione e l'Unità, che avevano alterato in maniera sostanziale gli orizzonti politici e giuridici, ma anche simbolici ed emotivi entro i quali le due identità, l'ebraica e l'italiana, erano vissute per secoli. Protagonisti del libro sono testi prodotti da rabbini, maestri di scuola, dirigenti delle comunità, avvocati e intellettuali ebrei alle prese con queste nuove sfide. Temi come integrazione, famiglia, nazione, religione, sionismo si intrecciano con le diverse (e in genere non positive) rappresentazioni dell'ebreo circolanti nella cultura dell'epoca. Il volume propone una storia culturale del discorso nazionale ebraico-italiano fra l'Unità e l'avvento del fascismo. Un libro originale e innovativo, non solo per la storia dell'ebraismo italiano, ma anche per quella delle idee di nazione, cittadinanza e appartenenza italiane.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le vie della Kabbalah"
Editore: Edizioni Mediterranee
Autore: Epstein Perle
Pagine: 144
Ean: 9788827221624
Prezzo: € 14.90

Descrizione:

Storia, tradizioni e pratiche della mistica ebraica 
"La mistica ebraica è un roseto con mille spine. La maggior parte dei libri intrappola il lettore tra le spine; Le via della Cabala ci permette di sentire il profumo del fiore. Questo è un libro da leggere più e più volte".
Rabbi Rami M. Shapiro

La mistica ebraica è fiorita – talvolta brillantemente, talvolta oscuramente – nel corso di cinquemila anni. In Le Vie della Kabbalah Perle Epstein offre una vivida ed accessibile introduzione ai metodi, alle scuole e ai praticanti di questo mondo affascinante. L’Autrice traccia la storia della Cabala attraverso le vite dei suoi illustri studiosi e santi, e sbroglia la rete delle antiche tradizioni celate in testi quali il Sefer Yetzirah e lo Zohar. Queste pagine sono attraversate dalle parole di cabalisti e mistici straordinari – tra cui Simeon Bar Yohai, Isaac Luria, Abramo Abulafia e il Baal Shem Tov – i quali impartiscono istruzioni su pratiche che vanno dalla contemplazione degli insegnamenti segreti della Bibbia al rito, alla preghiera estatica e alla meditazione intensiva.

"L’autore spiega la cabala con la massima chiarezza con cui può essere illustrata, e con un’autentica simpatia verso il sapere mistico".
Isaac Bashevis Singer

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rabbini"
Editore: Laterza
Autore: Luzzato Voghera Gadi
Pagine: 132
Ean: 9788842097266
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

Che ruolo hanno i rabbini nella vita istituzionale delle odierne comunità ebraiche? E che funzioni hanno ricoperto nel passato, nella diaspora europea, e ancora più indietro nel tempo all'epoca del Tempio di Gerusalemme? Chi li nomina? Quali funzioni vengono loro attribuite dalle comunità ebraiche? Per rispondere a queste domande, che già si poneva in modo esplicito e provocatorio Napoleone nel 1806 e che ritornano con una certa frequenza ancora oggi, Gadi Luzzatto Voghera disegna le caratteristiche di una classe di dotti che nei secoli ha saputo sintetizzare competenze giuridiche, pensiero filosofico, sapere scientifico, inventiva letteraria, ricerca storica, per approdare, in epoca di emancipazione, a occuparsi con maggior continuità di culto, educazione, rappresentanza e custodia della tradizione. Questioni complesse che ritornano spesso e che presuppongono l'idea non proponibile di una storia omogenea e immobile della civiltà ebraica, ma piuttosto la necessità di comprendere a fondo le dinamiche che hanno portato alla nascita e poi alle successive trasformazioni del rabbinato, attraverso un percorso storico affascinante eppure non lineare, imprescindibile secondo Luzzatto Voghera per capire la millenaria vicenda della storia ebraica e di una delle grandi religioni monoteiste.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La lettera, strada di vita"
Editore: Servitium
Autore: Souzenelle Annick de
Pagine: 320
Ean: 9788881663521
Prezzo: € 19.00

Descrizione:

Fra i princìpi che regolano la lingua ebraica il valore simbolico, attribuito dalla tradizione alle lettere dell’alfabeto, è una delle chiavi essenziali per una penetrazione spirituale delle Scritture. Ogni lettera possiede la propria energia significante, e la sua presenza in un nome, in un testo sacro non è mai arbitraria. In questo libro dunque Annick de Souzenelle ci introduce nel mondo affascinante di ciascuna delle lettere ebraiche alla luce della sua straordinaria intelligenza e della sua fede cristiana, facendoci scoprire nella Bibbia, e in noi stessi, ricchezze che neppure sospettavamo. Sotto il nostro sguardo la lettera diventa “strada di vita”, via di fertile ricerca per un’evoluzione interiore verso la maturità. La Sapienza è "sapida", salata. Il sale preserva dalla corruzione; sostiene la fatica; fa sciogliere la neve, l'acqua cristallizzata che non può più scorrere; allontana parassiti come le sanguisughe. Basta un pizzico di sale per "dare sapore"... Quando viene a contatto con l'acqua si scioglie e per così dire "scompare", ma così tutta l'acqua è salata. Sale-Sapienza dunque come simbolo della "qualità", di quel senso nascosto e indicibile che può apparire in molti modi, in luoghi e tempi diversi, e che pure è sempre riconoscibile, permane inesauribile. La Sapienza si trova soprattutto nelle piccole cose, a differenza della conoscenza che ama la grandezza, l'espansione: si trova lontano dai rumori, si trova ovunque; ma non è un oggetto esterno, addizionabile, accumulabile. È sempre semplice, e la sua trasparenza dipende dalla trasparenza di chi la cerca. Se non la si trova, è perché la si cerca non tanto nel luogo, ma nel modo sbagliato.

De Souzenelle Annick, nata all’indomani della prima guerra mondiale, ha conosciuto un’infanzia segnata dai finali sussulti di questo “terremoto”. La vita delle persone adulte che vede le sembra assurda: quella degli uomini chiusa nel ricordo delle ore gloriose delle trincee; quella delle donne confinate nei domestici rifugi. “Queste persone sono come fogli morte” scoprirà un giorno: “Bisogna che venga un forte vento perché abbiano l’illusione di vivere”..Decide allora di “vivere davvero”: si avvicina così al cristianesimo ortodosso d’occidente e impara l’ebraico. Aveva prima studiato matematica e scienze umane; diplomata infermiera, ha svolto la professione di anestesista, prima, e poi di psicoterapeuta. Ora dedica la sua “terza età” a insegnare ciò che lei va rielaborando:un’antropologia che rimetta l’uomo nella dinamica del suo compimento divino.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Argomenti per lo sterminio"
Editore: Einaudi
Autore: Germinario Francesco
Pagine: XXIV-396
Ean: 9788806207304
Prezzo: € 32.00

Descrizione:

Fra la prima metà dell'Ottocento e gli inizi del Novecento in Europa si afferma una cultura che procede sicura nella razzizzazione della figura dell'ebreo. È il caso di dire che la cultura "alta" - espressa da scrittori, scienziati sociali, medici e famosi pubblicisti - legittima gli atteggiamenti dell'antisemitismo militante, impegnati nelle agitazioni di piazza. Ecco perché, vista dall'angolazione delle rampe di selezione di Auschwitz-Birkenau, la cultura europea non può rivendicare patenti di immunità o di innocenza. La cultura politica antisemita ha agito semmai da amplificatore di giudizi e atteggiamenti antiebraici, che settori consistenti di intellettuali europei avevano elaborato al chiuso dei loro studi. Sul piano storiografico bisogna allora chiedersi se il nazismo non potesse presentarsi quale erede di determinati filoni e atteggiamenti culturali e "scientifici", ampiamente diffusi nella cultura europea dei decenni precedenti.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mangiare alla giudia"
Editore: Il Mulino
Autore: Toaff Ariel
Pagine: 300
Ean: 9788815149466
Prezzo: € 24.00

Descrizione:

La cucina ebraica è caratterizzata fondamentalmente dalle prescrizioni religiose, che inibiscono il consumo di determinati cibi e impongono determinate procedure di preparazione perché il cibo sia idoneo, o "kasher". Ma al di là dei divieti, la cucina ebraica ha comunque tradizioni proprie. E sono queste l'oggetto dello studio di Toaff. Ricorrendo a una vasta documentazione originale (epistolari, dizionari, manuali, ricette), egli ricostruisce il variegato menu della tavola ebraica, dal vino alle carni, ai molti modi di preparare l'oca (il "maiale degli ebrei"), ai formaggi e ai pesci, alle paste e ai dolci. Poi il discorso si allarga a includere una ricostruzione della cucina e degli usi a tavola nelle case degli ebrei, ai pranzi delle occasioni e delle feste, al carnevale di Purim.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I campi della morte"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Cavaliere Alberto
Pagine: 96
Ean: 9788831539012
Prezzo: € 9.00

Descrizione:Nel dicembre del 1943 Sofia Schafranov, medico di origine russa, in servizio presso un sanatorio in provincia di Sondrio, viene arrestata. Dopo alcuni giorni di prigionia nel carcere di San Vittore - insieme alla madre e ad altri 1200 ebrei, stipati in carri-bagaglio ermeticamente chiusi - dalla stazione centrale di Milano iniziano il triste viaggio di "deportati" verso i campi di Auschwitz.Sofia riuscirà a sopravvivere ai due anni di prigionia nei lager e in queste pagine l'autore (cognato di Sofia) le cede la parola perché sia lei a narrare, quasi con rassegnata indifferenza, l'orrore vissuto: i viaggi massacranti, il freddo, la fame, le selezioni, i maltrattamenti, le percosse, le umiliazioni, il tifo, gli aguzzini, le stragi, il servizio medico presso il Revier o lazzaretto di Birkenau, dove cinquecento "cadaveri viventi" combattevano tra la vita e la morte, senza una reale possibilità di fare qualcosa per loro.Un orribile calvario durato fino al 15 maggio 1945, quando grazie all'arrivo degli americani, si può riassaporare la libertà.La prima pubblicazione (Sorzogno 1945), molto vicina come data ai tragici fatti raccontati, rende il volume un prezioso documento-testimonianza.Per la Giornata della Memoria, 27 gennaio 2011.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La bambina del treno"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Farina Lorenza
Pagine: 32
Ean: 9788831538503
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Lungo la strada gli occhi della bambina si incontrano con quelli di un bambino che dal ciglio della strada guarda incuriosito i treni sfrecciare. I due si salutano con la mano e il racconto della storia passa a quest'ultimo, che chiede a sua madre il perché di quel viaggio. Due bambini, due madri, due punti di vista. È difficile trovare le parole adatte per spiegare l'olocausto ai giovanissimi. È difficile pure trovare le immagini adeguate. Questo libro, per l'eleganza delle immagini e il candore del linguaggio, è riuscito perfettamente nell'intento. In occasione della Giornata della memoria, 27 Gennaio 2011

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Yiddish"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Kriwaczek Paul
Pagine: 528
Ean: 9788871808796
Prezzo: € 34.00

Descrizione:Gli ebrei sono vissuti nell'Europa centrale e orientale per almeno mille anni. In questo lasso di tempo hanno creato una civiltà - con una lingua, una letteratura, leggi e istituzioni proprie - che ha offerto un grande contributo alla storia dell'Occidente. Oggi, però, questa presenza millenaria è ricordata dai più solo per i tragici eventi della seconda guerra mondiale, in quello che fu di fatto l'ultimo scorcio di vita del popolo yiddish. Da qui nasce lo speciale valore dell'imponente lavoro di ricostruzione e divulgazione compiuto in queste pagine da Paul Kriwaczek.Seguendo il suo minuzioso ed emozionante racconto riscopriamo l'esistenza di una nazione yiddish un tempo prospera e fortunata, anche se periodicamente vittima di attacchi, vessazioni, soprusi - una nazione che per molti secoli fu vivaio di zecchieri, diplomatici, medici e ingegneri, oltre che insegnanti di musica, poeti e filosofi, presenti e attivi presso le corti reali e i governi d'Europa. Il fitto e fruttuoso intreccio fra la cultura ebraica e la storia europea è analizzato in profondità, ma soprattutto vengono esaminate le vicende interne del mondo yiddish: l'organizzazione delle comunità nell'Europa centro-orientale, le grandi e piccole figure dell'ebraismo nel Medioevo e nel Rinascimento, il difficile ma proficuo rapporto con la modernità, lo spettro dell'assimilazione legata a una progressiva laicizzazione della società, e infine la diaspora in Inghilterra e negli Stati Uniti all'inizio del XX secolo. A un tempo vivace affresco storico e appassionata elegia per un mondo perduto, il libro di Paul Kriwaczek segna una tappa importante sulla via di un completo recupero delle radici del nostro continente.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I sefarditi"
Editore: Il Mulino
Autore: Bossong Georg
Pagine: 150
Ean: 9788815139580
Prezzo: € 13.00

Descrizione:

«Sefarad» è il termine ebraico per indicare la penisola iberica; gli ebrei sefarditi sono quelli che discendono dalla numerosa e prospera comunità che fiorì in Spagna sino alla fine del Quattrocento. Stabilitisi nella penisola già in epoca romana, gli ebrei vi vissero un'autentica età dell'oro nel corso dei sette secoli della dominazione araba. I Re Cattolici, gli stessi che riconquistarono i territori spagnoli ancora in mano araba, nel 1492 cacciarono l'intera popolazione ebraica dai loro regni, cioè non solo dalla Spagna ma anche dalla Sicilia, generando un esodo di forse 200.000 persone che si sparsero in Europa ma soprattutto nell'impero ottomano, dove stabilirono importanti comunità in particolare a Istanbul e a Salonicco (detta la Gerusalemme dei Balcani). Il volume traccia la storia millenaria dei sefarditi e della loro cultura, dalla prima diaspora alla fioritura medievale, alle vicende seguenti alla cacciata dalla Spagna per arrivare a oggi.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "E ho paura dei miei sogni"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Póltawska Wanda
Pagine: 256
Ean: 9788821569159
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

Le notti tormentate di Wanda Póltawska - prigioniera nel lager di Ravensbrück - rivivono in queste pagine, per dare voce alla memoria e alla possibilità di salvezza se accompagnati dalla fede in Dio. Deportata nel 1941 nel campo di concentramento di Ravensbrück, l'autrice è stata sottoposta a esperimenti chirurgici dai medici nazisti. Ha cominciato a scrivere questo libro di memorie sulla sua tragica esperienza subito dopo il ritorno a casa, nel 1945. Le memorie di una donna che, nonostante tutto, non ha perduto la convinzione che l'uomo è immagine di Dio, ma deve lavorare per essere tale.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Binario 21. Un treno per Auschwitz."
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Consenti Stefania
Pagine: 160
Ean: 9788831537360
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Il libro racconta, come in un reportage giornalistico, il viaggio degli studenti e dei pensionati lombardi che in treno raggiungono i campi di concentramento in Polonia. Questo viaggio e già alla quinta edizione di una iniziativa voluta dalla Provincia di Milano. Il treno della Provincia di Milano e stato gemellato con quello dei sindacati Cgil e Cisl di altre Province italiane: in tutto 1200 fra studenti, lavoratori e pensionati, oltre ai giornalisti al seguito.Venti ore di lentissimo viaggio, sulle tracce dei deportati (605 ebrei che partirono dal Binario 21 della Stazione Centrale di Milano il 30 gennaio 1944). E' un lungo viaggio attraverso l'Europa che scava in tutti un segno indelebile.Assieme ai ragazzi viaggiano, oltre ai pensionati e ai giornalisti, anche musicisti, studiosi e insegnanti.Il viaggio è voluto per costruire la Memoria delle atrocità del nazifascismo e contribuire a porre le premesse, coinvolgendo in questo compito i giovani in prima persona, perche ciò che è accaduto non accada mai più. L'assenza della Memoria è perdita dell'identità, con il rischio che prevalga quella che Primo Levi ha definito "zona grigia", cioe quella parte del nostro animo che cerca di sfuggire alle responsabilità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cacciatore dei giusti"
Editore:
Autore: Pacifici Noja Ugo, Pacifici Noja Silvia
Pagine: 192
Ean: 9788874025688
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Emanuele Pacifici ha dedicato tutta l'esistenza alla ricerca dei Giusti, cioè di coloro che, a rischio della propria vita, ne salvarono molte fra quelle destinate alla deportazione e alla morte nei campi di sterminio.Queste pagine, che sono l'ideale prosieguo della sua autobiografia, presentano figure di uomini e donne che con limpido coraggio si fecero prossimo anche nel pericolo e nella più terribile sventura. La fede nella giustizia porta dritto al cuore stesso della Creazione, a quel seme di bontà, presente in ogni cosa, che è l'impronta stessa di Dio e che nessun male, nessuna tragedia può darci l'alibi di non far sbocciare.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Parole soffocate"
Editore: Marietti
Autore: Kofman Sarah
Pagine: 88
Ean: 9788821194252
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Sebbene non esista alcun racconto possibile dopo la Shoah, qualcosa impone di parlare incessantemente dei campi, in nome di coloro che non lo hanno potuto fare. Ma come testimoniare questa cesura storica? Come portare l'attenzione su quella realtà inimmaginabile? Come raccontare tutto, sapendo di non poterlo semplicemente comunicare? L'unica cosa certa è che le parole non possono che soffocarsi in gola, non possono suonare che come parole soffocate. A partire dalla drammatica perdita del padre, morto ad Auschwitz dopo essersi rifiutato di lavorare di sabato per poter pregare per tutti, le vittime come i carnefici, Sarah Kofman si cala nelle difficoltà della parola, intrecciando la dolorosa memoria autobiografica con le riflessioni di Maurice Blanchot e con la testimonianza del campo di concentramento fatta da Robert Antelme in Lo spazio umano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il sofferto silenzio di Pio XII"
Editore: Vita e Pensiero Edizioni
Autore: Xeres Saverio
Pagine: 88
Ean: 9788834318980
Prezzo: € 10.00

Descrizione:L'atteggiamento di papa Pio XII nei confronti del genocidio nazista del popolo ebraico ha dato origine a un vasto e complesso dibattito che ha superato l'ambito propriamente storiografico, per coinvolgere ampia parte dell'opinione pubblica. Era il papa a conoscenza di quanto stava avvenendo nei campi di concentramento? Ha denunciato pubblicamente lo sterminio in atto? Sul tragico sfondo della Seconda guerra mondiale, un pontefice di indubbia levatura morale e intellettuale, nonché dotato di grande esperienza diplomatica, come Eugenio Pacelli, si trova di fronte a un angoscioso dilemma: denunciare apertamente, come molti chiedevano, lo sterminio degli Ebrei, anche a rischio di aggravarne ulteriormente la sorte, o evitare un intervento pubblico, senza tralasciare di soccorrere nel silenzio e generosamente i perseguitati? Quando le situazioni concrete si fanno complesse, diventa inevitabile, anche per un papa, compiere una scelta che difficilmente potrà raccogliere il consenso di tutti. Una scelta comunque legittima, operata secondo il proprio discernimento, pur nella prospettiva di alternative altrettanto plausibili.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Modernità e olocausto"
Editore: Il Mulino
Autore: Bauman Zygmunt
Pagine: 280
Ean: 9788815134158
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

Sia la memoria collettiva sia la letteratura scientifica hanno tentato di eludere il significato più profondo dell'olocausto, riducendolo a un episodio della storia millenaria dell'antisemitismo o considerandolo un incidente di percorso, una barbara ma temporanea deviazione dalla via maestra della civilizzazione. A queste rassicuranti interpretazioni l'autore contrappone una spietata analisi di quanto accadde nei campi di sterminio non come una sorta di "malattia" sociale, ma come fenomeno legato alla condizione "normale" della società. Secondo Bauman l'olocausto è inestricabilmente connesso alla logica della modernità così come si è sviluppata in Occidente. La razionalizzazione e la burocratizzazione tipiche della civiltà occidentale sono state condizione necessaria del genocidio nazista: esso fu l'esito dell'incontro fra lo sconvolgimento sociale causato dalla modernizzazione, con il suo portato di angosciose insicurezze, e i poderosi strumenti di ingegneria sociale creati dalla modernità stessa. La lezione dell'olocausto va dunque appresa nella sua radicalità, specie in un mondo ancora una volta travagliato da concitate trasformazioni e rinnovati problemi di convivenza fra culture ed etnie.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ebrei e cristiani"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Neusner Jacob
Pagine: 212
Ean: 9788821566271
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Ebraismo e Cristianesimo sono davvero "imparentati"? Neusner, teologo dell'ebraismo di fama internazionale, sfata il mito di una "tradizione comune". In questo volume Neusner raccoglie una serie di studi sul rapporto tra ebrei e cristiani, che nell'immaginario comune sono considerati "parenti" dal punto di vista religioso, in quanto derivati da un'unica tradizione: l'Antico Testamento. Ma secondo l'autore questa "tradizione comune" si rivela un mito: «Mentre il cristianesimo è rappresentato come una germinazione dell'"ebraismo", di fatto iniziò come sistema religioso autonomo e assoluto; solo in seguito si formulò la teoria delle sue origini assumendo e facendo proprie alcune componenti dell'eredità dell'antico Israele». Questo forse meraviglia, ma seguendo Neusner nella sua rassegna ci si renderà conto della distanza di mentalità che c'è ancora tra i cristiani e i loro "fratelli maggiori". Jacob Neusner, nato negli Stati Uniti nel 1932, è professore di storia e teologia dell'ebraismo presso il Bard College di New York. Ordinato rabbino presso il Jewish Theological Seminary, "visiting professor" in numerose università americane ed europee, conferenziere richiesto dalle più prestigiose istituzioni culturali, con una ventina di lauree "honoris causa" e di premi accademici, ha una bibliografia di oltre 900 titoli. È considerato il più grande specialista vivente della letteratura rabbinica antica. Con le Edizioni San Paolo ha pubblicato: Un rabbino parla con Gesù (2007); Il Talmud. Cos'è e cosa dice (2009).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fascismo e antisemitismo. Progetto razziale e ideologia totalitaria"
Editore: Laterza
Autore: Germinario Francesco
Pagine: XV-117
Ean: 9788842091202
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

"Il vento gelido dell'antisemitismo non lascia immune il sistema ideologico fascista, costringendolo a rivedere paradigmi teorici e definizioni concettuali, in un rapporto, ideologico prima che politico, sempre più stretto con il nazismo". Francesco Germinario indaga, alla luce di nuove ipotesi interpretative - come la "nazificazione del fascismo" -, la relazione tra ideologia fascista e antisemitismo e si confronta con i maestri della storiografia del Novecento.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antisemitismo cristiano? Il caso di Leone Dehon"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore:
Pagine: 216
Ean: 9788810140468
Prezzo: € 19.00

Descrizione:Nella società francese del XIX secolo, cattolicesimo sociale e questione ebraica si incontrano e si incrociano. Con l'avvento del capitalismo, il rapido sviluppo dell'industria trova ingenti risorse presso i grandi esponenti della finanza del tempo, in larga parte ebrei, come i Rotschild o i Pereire. Questa configurazione genererà una situazione sociale catastrofica per il mondo del lavoro e una ventata antigiudaica molto marcata nella seconda metà del secolo. Essa investirà anche la maggior parte degli attori sociali cattolici dell'epoca, fra cui p. Leone Dehon. In due giornate di studio svoltesi a Parigi, storici e teologi hanno approfondito tale questione, tentando almeno in parte di rispondere a una domanda che non si può non porsi: a quali condizioni può effettuarsi un'analisi critica del giudaismo del XIX secolo senza parlare necessariamente di antisemitismo, nel senso in cui oggi lo si definisce?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Talmud"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Neusner Jacob
Pagine: 272
Ean: 9788821562068
Prezzo: € 19.50

Descrizione:Il Talmud è un complesso di scritti che regola la vita delle comunità  ebraiche che vivono in qualunque località . Esso è infatti una raccolta di norme e disposizioni che da circa duemila anni ha registrato e trasmesso verità  eterne e leggi fondamentali. La parola Talmud si può tradurre con ''insegnamento''?, e la sua base essenziale è la legge mosaica, la Torah, cioè i primi cinque libri della Bibbia (Genesi, Esodo, Levitico, Numeri, Deuteronomio) che i rabbini ebrei dei primi secoli hanno commentato e specificato con tante precisazioni ed esemplificazioni. Un pregio del volume è certamente quello di riportare molti testi tradotti da cui il lettore potrà  rendersi conto della complessità  e anche della relativa semplicità  del suo contenuto fino a sorridere a volte per le questioni da essi sollevate. L'Autore, rabbino, uno degli esperti in materia più famosi e apprezzati nel mondo, procede con metodo nel suo discorso e porta a una buona conoscenza di quel mondo e del vocabolario che lo caratterizza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il destino d'Israele"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Andrè Chouraqui
Pagine: 248
Ean: 9788831534604
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Viene qui raccolta una parte della corrispondenza - lettere e conversazioni - di André Chouraqui con diversi interlocutori francesi, ebrei ma anche cristiani: Jules Isaac (1877-1963), storico, fondatore dell'Amicizia Ebraico-Cristiana di Francia; Jacques Ellul (1912-1994), giurista, storico del diritto, teologo protestante e saggista politico; Jacques Maritain (1882-1973), filosofo e teologo, convertito al cattolicesimo; Paul Claudel (1868-1955), poeta, drammaturgo e diplomatico; Marc Chagall (1887-1985), pittore bielorusso di cultura e religione ebraica.Questi scambi sono testimonianza di amicizie autentiche, fondate su un profondo rispetto della Parola di Dio rivelata nella Bibbia, e anche di una costante preoccupazione per il «destino di Israele».Un grande rispetto della Chiesa e dei cristiani, un profondo amore per Israele e il suo popolo e un'infinita considerazione per la sua straordinaria e tragica storia caratterizzano questi testi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mafalda di Savoia Assia. Facile essere una principessa..."
Editore: Solfanelli
Autore: Podgornova Ninel I.
Pagine: 160
Ean: 9788889756713
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

Weimar: 29 agosto 1944, nel cimitero militare delle SS, non lontano dal campo di concentramento nazista di Buchenwald, una donna viene seppellita. Sulla tomba depongono un cartello con una laconica iscrizione: n. 262 Unbekannte ("Sconosciuta"). Chi era questa sfortunata vittima del nazismo? Per quale delitto la privarono non solo della vita, ma anche del nome di battesimo? E perché, anche se sconosciuta, fu seppellita nel cimitero delle SS? In piena guerra fredda, una giovane interprete russa è incaricata dal Partito Comunista dell'Unione Sovietica di diffondere materiale propagandistico ai marinai stranieri che arrivano nel porto di una città sul Mar Nero. Qui incontra l'anziano comandante di una petroliera italiana che le parla di Capri, delle bellezze del mediterraneo, di un figlio scomparso nelle campagne della Russia; le parla anche di una gentile principessa dagli occhi neri morta nel campo di concentramento di Buchenwald.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Figli e figlie di Noè. Ebraismo e universalismo"
Editore: Cittadella
Autore: Fontana Raniero
Pagine: 200
Ean: 9788830809567
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

Dall'Indice: - Figli di Noè tra aggadà e storia - Storia dello spirito e alchimia dell'umano - Osservazioni e margine di Atti 15 - I ''timorati di Dio'' ieri e oggi - Il sabato degli ebrei - Noè parabola dell'umano - Un profilo noachide Aimé Pallière - Segno dei tempi? Un bilancio critico del moderno noachismo RANIERO FONTANA è laureato in Filosofia e dottore in Teologia. Ha ottenuto un Master in Letteratura rabbinica presso l'Università Ebraica di Gerusalemme. Attualmente insegna Talmud presso l'Istituto Cristiano di Studi Giudaici e di Letteratura Ebraica a Gerusalemme.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ritorno all'ebraismo. Colloquio con Victor Malka"
Editore: Claudiana
Autore: Mosès Stéphane
Pagine:
Ean: 9788870167634
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

In questo libro di incontri con l'amico Victor Malka, Stéphane Mosès rievoca, in una straordinaria autobiografia, l'itinerario intellettuale che lo ricondusse gradualmente alla filosofia ebraica - quasi annientata dalla Shoah - fino a fare di lui uno dei più grandi pensatori della modernità ebraica della seconda metà del XX secolo. Dalla scoperta della ricchezza e dell'attualità di una tradizione filosofica e talmudica di cui ignorava tutto al ruolo avuto nella ricostruzione dell'ebraismo francese, dall'amicizia con Gershom Scholem all'impegno per far conoscere l'opera di Franz Rosenzweig, la storia di un uomo che ha contribuito in modo determinante a disegnare la modernità intellettuale ebraica degli ultimi decenni.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU