Articoli religiosi

Libri - Ebraismo



Titolo: "All'ombra di Dio"
Editore: Paideia
Autore: Michael Walzer
Pagine: 198
Ean: 9788839408471
Prezzo: € 21.50

Descrizione:

Pur essendo un libro eminentemente religioso, e benché non proponga una teoria politica, la Bibbia ebraica parla spesso di capi e di leggi, di aspri conflitti interni e di guerre tra nazioni, di questioni di autorità e di politica, di critiche mosse pubblicamente al governo e agli strati sociali dominanti. Tutto ciò all'ombra di un Dio onnipotente. Di qui consegue una serie speciale di domande a cui ci si trova davanti nel caso della Bibbia: quale spazio può esservi per la politica quando chi governa in ultima istanza è Dio? In altre parole, in una nazione che vive sotto la dominazione divina e la protezione di Dio, quale spazio resta al processo decisionale guidato da assennatezza e prudenza? Com'è compreso il tempo, come viene usato il passato e come s'immagina il futuro? Quand'è giusto muovere guerra? L'assolutismo religioso favorisce il fanatismo e la guerra santa oppure l'accordo e la pace? Queste sono alcune delle domande che guidano un celebre teorico della politica in un'analisi sottile e avvincente dei testi biblici.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cammini verso l'alto nella mistica ebraica"
Editore: Jaca Book
Autore: Moshe Idel
Pagine:
Ean: 9788816411968
Prezzo: € 34.00

Descrizione:

«I pilastri a cui si riferiscono questi testi non sono elementi architettonici tangibili, come è spesso il caso nelle religioni popolari europee o nello stupa buddistico. La parola «pilastro» ricorre in altri contesti del Giudaismo, come nel «pilastro della preghiera». Nel contesto del nostro discorso, invece, il pilastro deve essere compreso in due modi. Esso si proietta nei domini del trascendente, come il paradiso, ed è percepito in certe forme di esperienza omiletica immaginaria, oppure viene identificato con il giusto, con il corpo dell’individuo che esegue i riti o le tecniche che lo trasformano in una figura pontificale. Immaginari o concreti che siano, questi pilastri hanno ispirato le vite, i sogni e le aspirazioni di molti Ebrei, e un senso di trascendenza personale, di poter toccare mondi superiori, e hanno dato forma alle loro esperienze e al loro adempimento di atti religiosi.»

(dalle «Osservazioni Finali»)



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antisemitismo e cattolicesimo"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Giovanni Miccoli
Pagine: 432
Ean: 9788837224899
Prezzo: € 28.00

Descrizione:L'oggetto di interesse di queste pagine è la posizione della Chiesa cattolica, e del papato in particolare, nei confronti della questione ebraica e dell'antisemitismo quali si manifestarono nel corso dell'Ottocento e nei primi decenni del Novecento. Se decisivo è l'atteggiamento - e le omissioni - di Pio XII di fronte alla violenza della persecuzione antiebraica scatenata dai nazisti e alla Shoah, all'indagine di questa figura lo sguardo dello storico non si può ridurre. Ben più ampio è il movimento della storia che comprende i fatti, le persone, ma anche la complessità di quegli anni e le preoccupazioni dominanti in Vaticano. L'intento del volume è recuperare lo spessore storico del problema, dove antisemitismo e cattolicesimo non sono definizioni a posteriori cui ricondurre gli individui, ma volti di un intricato contesto storico-culturale di portata assai vasta quanto al suo interno differenziata. Una prospettiva, critica, che rende questi saggi (composti fra il 1989 e il 2008) storiograficamente attuali per la loro impostazione: un paradigma divenuto ormai classico, dove le differenze aiutano a comprendere l'insieme dei processi e il contesto generale a rileggere i singoli eventi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scolpitelo nei cuori"
Editore: Bollati Boringhieri
Autore: Robert S. C. Gordon
Pagine: 352
Ean: 9788833923871
Prezzo: € 27.00

Descrizione:

Siamo capaci, noi italiani, di elaborare, metabolizzare e comprendere l'Olocausto che ci ha colpiti? Siamo in grado di tramandarne la memoria? Che uso abbiamo fatto, noi, pubblicamente, nella nostra dimensione culturale condivisa, dell'immane sterminio che ha coinvolto gli ebrei e i non ebrei del nostro paese, non certo meno che altrove? Quali ricadute nelle nostre vite, quali insegnamenti, quali comportamenti ci deve imporre la storia di quell'orrore? Sono domande dure come macigni, sono le fondamenta stesse dell'Italia repubblicana. È su queste domande che si possono porre le basi di una società che vuole voltare pagina e ricostruire se stessa dopo il ventennio fascista e una guerra al massacro. A sessant'anni di distanza, questo è il primo libro che affronta nel dettaglio il tema di quanto si è sedimentato dell'Olocausto nella nostra identità, attraverso i libri degli intellettuali, le canzoni popolari, il cinema, la televisione, i monumenti innalzati o quelli che non sono mai stati inaugurati; ma anche attraverso l'operato del nostro Parlamento e delle sue leggi. Robert Gordon ha studiato in profondità la storia dell'elaborazione della Shoah in Italia, e ce ne offre qui un quadro complesso, ripercorrendo questi sessant'anni su più livelli, evidenziando la figura centrale di Primo Levi, ma anche il diffuso sentimento autoassolutorio degli italiani, che ancora oggi vivono spesso se stessi come esecutori "riluttanti" di ordini altrui, faticando a farsi carico del proprio passato.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Se così si può dire..."
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Paolo De Benedetti
Pagine: 232
Ean: 9788810207062
Prezzo: € 18.50

Descrizione:«Se così si può dire» è la traduzione più fedele dell'espressione ebraica kivjaqôl, che indica il paradosso per cui alla Torah è richiesto di esprimere qualcosa su Dio con il linguaggio umano, inevitabilmente inadeguato. L'espressione, con tutto ciò che ne consegue, oggi è familiare a molte persone, grazie all'insegnamento che Paolo De Benedetti ha offerto a generazioni di italiani che oggi guardano con occhi nuovi al rapporto fra ebraismo e cristianesimo. Anche dopo il concilio Vaticano II, infatti, la mentalità comune ha continuato a considerare l'ebraismo una religione superata, la radice di una pianta i cui frutti, fiori e foglie erano tutti e solo del cristianesimo. Proprio per questo l'autore non ama l'espressione «radice ebraica» e ritiene che la ricerca di un dialogo con l'ebraismo vivente significhi accettarlo come esso è e si percepisce nel presente, non come è stato o vorremmo che fosse. Da qui la necessità di una teshûvah, di una «conversione», da parte di tutte le Chiese cristiane.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un prete a Dachau"
Editore: Morganti Editori
Autore: D'Agostini Erino
Pagine: 128
Ean: 9788895916514
Prezzo: € 13.00

Descrizione:

Don Erino D'Agostini scrisse in una sorta di diario i fatti che lo videro partecipare al movimento di Liberazione partigiana nel Friuli orientale, poi in veste di prigioniero politico nel carcere di Udine, sino al suo internamento nel lager di Dachau. Entrò nel luglio del 1944 nella Resistenza con il nome di battaglia Unio. Dopo mesi di assistenza alla popolazione e ai partigiani combattenti, fu arrestato nel mese di dicembre a Canal di Grivò dai cosacchi, che presidiavano per conto dei nazisti l'Alto Friuli. Incarcerato a Udine, nel febbraio del 1945 salì sul convoglio dei deportati destinati al campo di concentramento di Dachau.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Danza ebraica o danza israeliana?"
Editore:
Autore: Bartolini De Angeli Elena Lea
Pagine: 208
Ean: 9788874027910
Prezzo: € 13.00

Descrizione:La domanda potrebbe sembrare di scarsa o relativa importanza, in quanto è noto che lo Stato di Israele è stato creato dagli ebrei, così come è noto che sono ebrei anche la maggior parte degli israeliani. Tuttavia la possibile distinzione lascia trasparire l'idea che ci sia una sorta di "interruzione" fra la danza tradizionale che accompagna la millenaria storia degli ebrei e la danza israeliana che fa capolino dal Medioriente alla fine degli anni '40: dopo la nascita dello Stato di Israele nel 1948, non si dovrebbe più parlare di danza ebraica ma di danza israeliana, secondo canoni e modelli più simili a quelli del folklore generalmente inteso. Per certi aspetti questo può essere vero, tuttavia è importante non dimenticare il legame che comunque lo Stato di Israele mantiene con le proprie radici, in quanto non nasce "dal nulla" ma dal Sionismo, che può essere compreso e considerato solo all'interno della tradizione ebraica che lo genera.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Informe mi hanno visto i tuoi occhi"
Editore:
Autore: Fontana Raniero
Pagine: 176
Ean: 9788874027699
Prezzo: € 12.50

Descrizione:Quella che l'Autore affronta è una dimensione presente sia nelle fonti rabbiniche che nella riflessione ebraica successiva, ma che tuttavia non ha ancora trovato una modalità significativa per esprimersi adeguatamente sia all'interno dell'ebraismo stesso che nei suoi rapporti con l'esterno. La miscellanea che viene proposta in queste pagine è il risultato di una ricerca volta a riorientare l'attenzione da una prospettiva decisamente nuova pur rimanendo profondamente radicata nella tradizione: da una parte quindi vengono ripresi elementi fondamentali del noachismo e delle articolate discussioni relative alla sua natura e al suo legame con la tradizione ebraica, mentre dall'altra si tenta di individuare un punto di vista nuovo, proprio dell'Autore, che considera il fenomeno a partire da un orizzonte comune precedente le possibili configurazioni storiche e conseguenti declinazioni religiose. La sua intenzione è quella di rivolgere l'attenzione «non alle varie forme dell'umanità ma bensì alla materia che le è comune, e che soltanto Iddio, creandola, è in condizione di contemplare» (dalla Presentazione di Elena Lea Bartolini De Angeli).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Bestiario ebraico"
Editore: La Giuntina
Autore: Podwal Mark
Pagine: 62
Ean: 9788880574378
Prezzo: € 9.00

Descrizione:

"Reinventando una zoologia del folclore ebraico, il tratto straordinariamente brillante di Mark Podwal unisce un ingegno strabiliante a una gioiosa originalità. Il suo disegno dell'ombra dell'impero romano è il condensato di un'intera storia di tirannia politica. Questo solo disegno - un piccolo capolavoro - è la prova della grande capacità di concettualizzazione di Podwal. Il suo è il genio della metafora attraverso il tratto, un tratto così potente che deve essere caduto da una delle penne del fantastico."



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tre donne, una domanda"
Editore: Ares Edizioni
Autore: Kantzá Giuliana
Pagine: 328
Ean: 9788881555598
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Un'alterità costitutiva, essere una donna, un'alterità di appartenenza, essere ebree, è la traccia unificante di queste tre donne straordinarie che hanno segnato il percorso speculativo del secolo scorso. Un incrocio di tempi le pone di fronte al nazismo e all'orrore del male: su questo sfondo drammatico si innesta il loro discorso: per Hannah Arendt è la decostruzione di una filosofia separata dalla vita, dal legame sociale; per Simone Weil è l'inquieta e lirica ricerca di una trascendenza; per Edith Stein è la luminosa testimonianza della continuità originaria fra giudaismo e cattolicesimo. La loro opera è inscindibile dalla loro vita: il loro discorso si snoda nel simbolico del linguaggio, ma vibra della loro specificità femminile. È proprio al loro tratto di essere «altra» che Giuliana Kantzà fa riferimento; seguendo l'insegnamento di Jacques Lacan, individua la loro peculiarità di appartenenza sessuale: una donna è «non tutta» nel discorso, è, per struttura, contigua al godimento, aperta alle «vie del desiderio», pronta all'amore.Hannah Arendt, Simone Weil, Edith Stein sono le voci alte di questa alterità femminile che conserva e trasmette l'irriducibile del desiderio: nella prima con la «natalità», «Puer nobis natus est», nella seconda con l'appassionata ricerca del bello, nella terza nella via della mistica. Voci che nella solitudine e nel silenzio dell'urlo contemporaneo fanno cenno alla donna, baluardo di un desiderio estraneo all'«avere», e ci consegnano la domanda: «Che cosa vuole una donna?». Domanda che si oppone all'invadenza del conformismo, alla massificazione, che resiste all'invadenza dello scientismo «che è l'ideologia della soppressione del soggetto». Domanda che tocca il nodo Legge-desiderio-godimento, domanda che apre all'amore.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quando Israele era bambino"
Editore: OCD
Autore: Lifschitz Daniel
Pagine: 304
Ean: 9788872295489
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Quando Israele era bambino, opera che DanielLifschitz meditò tutta la vita, è una piccola enciclopediadella sapienza chassidica. Un lascito preziosodella più inveterata tradizione narrativa dell'ebraismo,l'arte del racconto, ma anche un viaggiodi discernimento nel mondo della sofferenza deichassidim, per ritrovare nell'oggi un centro, unaradice. E quale migliore radice di quella santa d'Israele?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Haggadàh di Pesach illustrata da Emanuele Luzzati"
Editore: La Giuntina
Autore:
Pagine: 155
Ean: 9788885943094
Prezzo: € 35.00

Descrizione:

Nel 1976 Josef Yerushalmi ha pubblicato un volume dal titolo "Haggadah and History" nel quale afferma di aver potuto catalogare tremilacinquecento edizioni della Haggadàh di Pesach che sono uscite durante cinque secoli. E queste sono solo le edizioni che si sono potute reperire: quante altre ne saranno ancora esistite sconosciute o andate perdute in un così lungo periodo di tempo? E come spiegare questo fenomeno editoriale non riscontrabile in altri libri tradizionali ebraici? Forse perché è un libro che si legge in "una notte diversa da tutte le altre"; una notte nella quale i bambini rivolgono ai più anziani delle domande e tutti sono consapevoli della diversificazione della notte di Pesach da tutte le altre notti.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dalla Bibbia al Talmud"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Piero Stefani
Pagine: 96
Ean: 9788821573446
Prezzo: € 8.00

Descrizione:Una prima introduzione alla tradizione ermeneutica rabbinica, scritta in un linguaggio chiaro ed efficace. Il giudaismo rabbinico è stato, con il cristianesimo, il grande erede dell'ebraismo biblico. Nella comprensione della Sacra Scrittura esso adotta un approccio basato sulla feconda osmosi tra Scrittura e Tradizione, tanto che per i rabbini l'una prosegue naturalmente nell'altra. Il presente saggio si propone di ricostruire, dall'interno, il senso della Scrittura e della Tradizione peculiari al giudaismo, guidando il lettore ad ascoltare direttamente la voce dei Maestri, piuttosto che farlo perdere nei meandri di complesse ricostruzioni storiche.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le guerre del Signore"
Editore: Edizioni di Pagina
Autore: Gersonide
Pagine:
Ean: 9788874701469
Prezzo: € 40.00

Descrizione:

Composta tra il 1317 e il 1329, quest'opera, tradotta per la prima volta in italiano, è il capolavoro del filosofo provenzale Lewi ben Gersom (Gersonide), la figura più significativa del pensiero ebraico aristotelico dopo Maimonide. Le Guerre del Signore costituiscono una vera e propria summa dei principali temi della speculazione medievale, affrontati in una prospettiva armonica tra filosofia e Torah.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Perché l'olocausto non fu fermato"
Editore: Feltrinelli
Autore: Theodore S. Hamerow
Pagine: 491
Ean: 9788807723285
Prezzo: € 14.00

Descrizione:

È ormai noto che la notizia dello sterminio sistematico degli ebrei a opera dei nazisti circolava in Europa e negli Stati Uniti fin dal 1942. Eppure ci vollero tre lunghi anni prima che si ponesse fine alla barbarie del genocidio. Nel frattempo, nessuna azione militare specificamente finalizzata a sabotare la macchina nazista dell'orrore. Nessuna iniziativa diplomatica esplicitamente rivolta a fermare la mano degli aguzzini. Anzi, l'accoglienza di rifugiati ebrei in fuga dalla Germania fu resa ancor più difficile e le porte delle frontiere si chiusero per loro quasi ermeticamente. Perché? Theodore Hamerow fornisce a questo inquietante interrogativo storico una risposta sgradevole ma molto precisa: l'Olocausto non fu fermato prima perché anche le democrazie occidentali furono percorse al loro interno da una fortissima ondata di antisemitismo, che impedì ai governi di prendere misure concrete in soccorso degli ebrei. Perfino negli Stati Uniti, si tentò di far passare le notizie sullo sterminio per semplice propaganda e la questione ebraica come un problema locale. Frutto di un vastissimo lavoro d'archivio, il libro di Hamerow documenta in modo sistematico perché l'Occidente lasciò mano libera alla follia omicida nazista. Con una conclusione amara: pur sconfitto, Hitler in un certo senso ha vinto perché è riuscito a spazzare via gli ebrei dall'Europa.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ebraismo laico"
Editore: Cittadella
Autore: Kajon Irene
Pagine: 192
Ean: 9788830811720
Prezzo: € 16.50

Descrizione:Il termine "ebreo" (?ivrí) significa discendente di Ever, avo di Abramo, o colui che proviene dall'"oltre" (?ever). Esso indica sia l'appartenenza a una nazione vivente nella storia, in fecondo scambio con altre nazioni, sia il legame con un Dio trascendente il tempo. Da questa duplicità consegue la laicità come dimensione intrinseca all'ebraismo. Presente nella Bibbia ebraica, eclissatosi durante il Medio Evo e la Controriforma, tornato alla ribalta nell'età dell'emancipazione, l'ebraismo laico è esempio di un orientamento in grado di coniugare tradizione religiosa e pensiero secolare.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il volto"
Editore: Marietti
Autore: Dobner Cristiana
Pagine: 96
Ean: 9788821125058
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Unite nella tragicità del loro destino nell'anus mundi di Auschwitz quando infuriava l'aberrante ideologia nazista. Due volti, dalle molteplici espressioni, segnati da cicatrici che sarebbero potute risultare devastanti e che invece gettano luce per la vita delle persone e indicano loro una scoperta frontale e coinvolgente che lega le due testimoni d'umanità e di ricerca di Dio. Il volto di Edith Stein che si viene componendo grazie agli scritti degli amici, alle testimonianze dei processi di beatificazione. Il volto di Etty Hillesum che si traccia dai suoi stessi scritti nell'incontro con altri volti. Il tema del volto, nuovo e più alto discorso filosofico della modernità, consente l'incontro con l'altro e apre all'idea di infinito.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fare gli ebrei italiani"
Editore: Il Mulino
Autore: Ferrara Degli Uberti Carlotta
Pagine: 268
Ean: 9788815234520
Prezzo: € 25.00

Descrizione:

Fatta l'Italia, bisognava "fare gli ebrei italiani", ovvero cercare di capire cosa potesse significare essere ebrei e italiani dopo l'emancipazione e l'Unità, che avevano alterato in maniera sostanziale gli orizzonti politici e giuridici, ma anche simbolici ed emotivi entro i quali le due identità, l'ebraica e l'italiana, erano vissute per secoli. Protagonisti del libro sono testi prodotti da rabbini, maestri di scuola, dirigenti delle comunità, avvocati e intellettuali ebrei alle prese con queste nuove sfide. Temi come integrazione, famiglia, nazione, religione, sionismo si intrecciano con le diverse (e in genere non positive) rappresentazioni dell'ebreo circolanti nella cultura dell'epoca. Il volume propone una storia culturale del discorso nazionale ebraico-italiano fra l'Unità e l'avvento del fascismo. Un libro originale e innovativo, non solo per la storia dell'ebraismo italiano, ma anche per quella delle idee di nazione, cittadinanza e appartenenza italiane.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un «Giusto fra le Nazioni» Odoardi Focherini (1907-1944)"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Vecchio Giorgio
Pagine: 192
Ean: 9788810104873
Prezzo: € 17.50

Descrizione:Odoardo Focherini (Carpi [MO] 1907 - Hersbruck [Germania] 1944) nel 1969 è stato proclamato «Giusto fra le Nazioni», per aver salvato decine di ebrei tra il 1943 e il 1944 e aver pagato tale comportamento con la sua stessa vita. Scoperto e incarcerato, fu infatti deportato in Germania, trovando la morte nel Lager di Hersbruck, dove venne assistito da un altro martire della Resistenza cattolica italiana, Teresio Olivelli. Il volume costituisce la prima biografia completa sulla sua figura, condotta con criteri scientifici e fondata su moltissimi documenti custoditi dalla famiglia e in archivi pubblici e privati. Ne esce il ritratto di un uomo del tutto «normale», almeno per quei tempi: un padre costretto a molteplici lavori per mantenere la famiglia numerosa, tra cui quello di amministratore del giornale Avvenire d'Italia, un dirigente locale dell'Azione Cattolica (a Carpi), un cristiano fedele alla sua Chiesa. Nella vita di Focherini c'è tutto questo, ma nessun fatto eclatante: un uomo come tanti altri. Ma, al momento opportuno, quest'uomo «normale» seppe compiere gesti straordinari e mise in piedi un'efficiente rete di salvataggio per decine di ebrei disperati. Di più: seppe infondere loro coraggio, offrire spazi di umanità e persino di buon umore. Odoardo Focherini è dunque uno degli eroi italiani del XX secolo e la sua figura merita di essere ampiamente conosciuta a livello nazionale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il concetto di Dio dopo Auschwitz"
Editore: Il Nuovo Melangolo
Autore: Hans Jonas
Pagine: 49
Ean: 9788870181975
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Per l'ebreo che vede nell'al di qua il luogo della creazione, della giustizia e della salvezza divina, Dio è in modo eminente il signore della storia e quindi Auschwitz", per il credente, rimette in questione il concetto stesso di Dio che la tradizione ha tramandato. Auschwitz rappresenta quindi per l'esperienza ebraica della storia una realtà assolutamente nuova e inedita, che non può essere compresa e pensata con le categorie teologiche tradizionali. Quindi chi non intende rinunciare sic et simpliciter al concetto di Dio (e il filosofo può legittimamente rivendicare il diritto a non rinunciarvi), deve pensare questo concetto in modo del tutto nuovo e cercare una nuova risposta all'antico interrogativo di Giobbe. Ove decidesse di farlo, dovrebbe anche lasciar cadere l'antica concezione di Dio signore della storia: perciò, quale Dio ha permesso che ciò accadesse?"



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ebraismo"
Editore: EMI Editrice Missionaria Italiana
Autore: Anderlini Gianpaolo
Pagine: 160
Ean: 9788830720404
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Il volume fa parte di "Fattore R", una collana chiusa di 16 volumi che aiuta a capire le religioni del mondo attraverso il loro rapporto con la modernità."Ebraismo" presenta la religione ebraica a partire dalla sua peculiarità, passando per gli elementi storici e i motivi teologici, comprendendo una rassegna dei testi, feste, luoghi e simboli sacri. I capitoli finali vertono sull'ebraismo moderno e sulla questione della «terra» tra Bibbia e questione palestinese.Gianpaolo Anderlini, è docente di materie letterarie al Liceo Scientifico "A.F. Formiggini" di Sassuolo e redattore della rivista Qol, che si occupa del dialogo ebraico-cristiano. Ha pubblicato articoli e contributi su Bibbia e Oriente, Rivista Biblica Italiana, Orientamenti,Parola, spirito e vita e in diverse opere collettive. Segue e coordina le attività della Scuola di lingua e cultura ebraica di Salvarano (RE).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I nostri giorni con Anna"
Editore: Rizzoli
Autore: Theo Coster
Pagine: 177
Ean: 9788817055116
Prezzo: € 17.50

Descrizione:

È il 1941. Theo Coster ha solo tredici anni quando, insieme a molti suoi coetanei, è costretto a lasciare l'istituto che frequenta per iscriversi a una scuola ebraica. Tra i suoi nuovi compagni di classe c'è una ragazzina intensa e intelligente, Anna Frank. Nessuno di loro ha scelto la nuova scuola, e la separazione dagli amici non ebrei è soltanto l'inizio. Mattina dopo mattina i banchi si svuotano, gli sguardi degli insegnanti si fanno più angosciati, il mondo fuori dalla classe più irto di pericoli, e le vite di quei ragazzi precipitano nell'incertezza, poi nel terrore. A quei giorni lontani, alle peripezie che seguirono, ma anche al valore di un'amicizia che resiste al tempo e ai lutti rendono omaggio, con questo libro, Theo Coster e gli altri compagni sopravvissuti dello Joods Lyceum. Settant'anni dopo tornano ad Amsterdam per ripercorrere i momenti salienti della loro adolescenza insieme ad Anna, visitano la sede della loro scuola, la casa di lei e l'ormai tristemente famoso rifugio sul retro. Rievocano i bombardamenti, le persecuzioni, la liberazione. Alcuni, come Theo, si sono salvat; grazie a un'anomalia nei documenti dell'anagrafe; altri perché non hanno mai smesso di nascondersi, scappando di città in città per tutta l'Europa; altri ancora sono usciti vivi dai campi di concentramento. "I nostri giorni con Anna" è la storia di un legame ritrovato, il racconto di un viaggio alla riscoperta del tempo perduto, la testimonianza di un passato che non si può dimenticare.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Regina Jonas"
Editore:
Autore: Milano M. Teresa
Pagine: 144
Ean: 9788874027545
Prezzo: € 10.50

Descrizione:Negli anni Novanta vengono aperti al pubblico gli archivi di Berlino Est e la teologa Katharina von Kellenbach ritrova tra gli schedari una busta contenente alcuni documenti appartenenti a una donna, Regina Jonas, nata nel 1902 a Berlino e ivi ordinata rabbino il 26 dicembre 1935. La notizia suscita grande interesse e da quel momento Regina Jonas viene spesso citata come personaggio straordinario, precursore dei tempi. La sua vicenda non va però considerata come un evento singolare. Le pagine di questo volume presentano la figura della rabbina Jonas, infaticabile insegnante e "curatrice di anime", nel contesto della società della Berlino dei primi anni Trenta. Deportata nel ghetto di Terezín, massima rappresentazione della resistenza non armata a cui durante la Seconda guerra mondiale presero parte molti intellettuali tedeschi, Regina scelse di rimanere a condividere il destino dei suoi correligionari, per difendere il valore più sacro per l'ebraismo: la vita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dallo stesso grembo"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Boccaccini Gabriele, Stefani Piero
Pagine: 184
Ean: 9788810207048
Prezzo: € 17.80

Descrizione:Il rapporto tra ebrei e cristiani ricorda quello dei due figli di Rebecca: Giacobbe ed Esaù. Due fratelli gemelli, così simili e così diversi: l'uno peloso e l'altro glabro, l'uno così forte, l'altro troppo furbo; si combatterono fin nel ventre materno per condurre una vita nello scontro, nella paura o nell'indifferenza reciproca. Ma poi l'impossibile accadde: dopo anni di separazione e pur tra mille sospetti e ripensamenti, le loro strade si incontrarono di nuovo e allora, corsisi incontro, si abbracciarono, si baciarono e piansero (cf. Gen 33,4). Il volume intende fare luce sulla complessità delle origini cristiane e del giudaismo coevo, per leggerne vicinanze e richiami, difficoltà e malintesi. Nella prospettiva che le due strade si incontrino di nuovo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le vie della Kabbalah"
Editore: Edizioni Mediterranee
Autore: Epstein Perle
Pagine: 144
Ean: 9788827221624
Prezzo: € 14.90

Descrizione:

Storia, tradizioni e pratiche della mistica ebraica 
"La mistica ebraica è un roseto con mille spine. La maggior parte dei libri intrappola il lettore tra le spine; Le via della Cabala ci permette di sentire il profumo del fiore. Questo è un libro da leggere più e più volte".
Rabbi Rami M. Shapiro

La mistica ebraica è fiorita – talvolta brillantemente, talvolta oscuramente – nel corso di cinquemila anni. In Le Vie della Kabbalah Perle Epstein offre una vivida ed accessibile introduzione ai metodi, alle scuole e ai praticanti di questo mondo affascinante. L’Autrice traccia la storia della Cabala attraverso le vite dei suoi illustri studiosi e santi, e sbroglia la rete delle antiche tradizioni celate in testi quali il Sefer Yetzirah e lo Zohar. Queste pagine sono attraversate dalle parole di cabalisti e mistici straordinari – tra cui Simeon Bar Yohai, Isaac Luria, Abramo Abulafia e il Baal Shem Tov – i quali impartiscono istruzioni su pratiche che vanno dalla contemplazione degli insegnamenti segreti della Bibbia al rito, alla preghiera estatica e alla meditazione intensiva.

"L’autore spiega la cabala con la massima chiarezza con cui può essere illustrata, e con un’autentica simpatia verso il sapere mistico".
Isaac Bashevis Singer

 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU