Articoli religiosi

Libri - Spirituale E Mistica



Titolo: "Il combattimento personale"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Jonas Abib
Pagine: 128
Ean: 9788821592737
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

La vita spirituale assume a volte la forma di una vera e propria ''lotta'' per tenere in vita la luce della fede. Quattro comuni situazioni negative condizionano spesso la dimensione spirituale: lo scoraggiamento, il disamore, la perdita della fede, la solitudine. Nato dall'esperienza personale e dalla riflessione dell'Autore, questo libro è un vademecun "da tenere sempre sul comodino", un aiuto necessario, in cui quanti lo leggeranno potranno riconoscersi e rispecchiarsi, e così risolvere i problemi della vita interiore.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cos'è verità?"
Editore: Gabrielli Editori
Autore: Stefano Zanardi
Pagine: 184
Ean: 9788860992437
Prezzo: € 13.00

Descrizione:

"Chiunque è dalla verità ascolta la mia voce" (Gv 18,37). Nel celebre dialogo tra Gesù e Pilato, il procuratore romano di fronte a questa affermazione rimane sbigottito e rimanda: "Che cosa è la verità?". Che cosa succede nell'animo e nel cuore di questo romano? Perché intuisce l'innocenza del Cristo e poco dopo decreta la sentenza di morte? È entrata in scena l'opinione pubblica, la forza della massa, la pressione del mondo, che non può sopportare di ricevere leggi e istruzioni dalla Verità. Il male si lancia sul bene e lo sbrana, trovando in Pilato un complice perfetto.
Niente di nuovo sotto il Sole: Questa battaglia oggi è in atto più che mai. Occorre smascherare quel Pilato che è in noi e attorno a noi e arrendersi con fiducia alla Verità, che continua a passare per le nostre vie, confortando, amando, perdonando, unificando, indicando la via del Bene, con una pazienza infinita, in modo da poter scoprire la liberta che deriva dall'essere Figli dell'unico Padre.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "A Gerusalemme"
Editore: Mimesis
Autore: Julia Kristeva
Pagine: 57
Ean: 9788857524757
Prezzo: € 4.90

Descrizione:

Intellettuale poliedrica, psicoanalista e semiologa, Julia Kristeva parla di fede da un punto di vista laico. L'uomo ha bisogno di credere nel fatto che la vita collettiva sia migliore della guerra, di tutti contro tutti, dell'individualismo. La narrazione del cristianesimo, in particolare di quello cattolico, crea e riproduce il collante sociale e culturale di una società che guarda, tutta insieme, al futuro. Nessuna pretesa superiorità per una chiesa, ma l'ammissione che il cristianesimo è questa narrazione complessa in grado di dare prospettiva alla società occidentale, alle sue tante culture e mitologie diverse. Il dio che soffre e muore in croce rappresenta la forza e insieme l'umana debolezza che fa il senso d'umanità e può costruire la pace.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fede, speranza e carità"
Editore: Il Seminatore
Autore: Aa. Vv.
Pagine:
Ean: 9788895783796
Prezzo: € 7.00

Descrizione:

Un testo sulle tre virtù teologali che informano e vivificano tutte le atre virtù perchè sono originate direttamente da Dio, infuse nell'animo umano dalla grazia divina, segno della presenza e dell'azione dello Spirito Santo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ecco sto alla porta e busso"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Di Muro Raffaele
Pagine:
Ean: 9788820993993
Prezzo: € 24.00

Descrizione:

Il volume raccoglie gli Atti del I Convegno Internazionale di Mistica svoltosi ad Assisi dal 5 all'8 settembre 2013.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le malattie della fede"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Giuseppe Crea, Leslie J. Francis, Fabrizio Mastrofini, Domenica Visalli
Pagine: 152
Ean: 9788810809532
Prezzo: € 14.50

Descrizione:L'approccio psicologico alla relazione con il sacro, proposto nel volume da studiosi che affiancano la ricerca scientifica al lavoro di aiuto terapeutico, inizia lentamente a essere adottato anche nella pratica delle parrocchie, dei seminari e di vari settori della vita ecclesiale. L'individualizzazione delle credenze, il pluralismo culturale e religioso, la possibilità di scegliere e modificare la confessione di appartenenza riconfigurano lo scenario mettendo in secondo piano l'obbedienza all'autorità tradizionale ed enfatizzando l'espressività e la creatività degli individui. Un'attenzione specifica viene rivolta alle emozioni, ai sentimenti, ai sogni, ai ricordi, al corpo, alla compassione, alle esperienze, al benessere personale, in un processo che rivaluta aspetti che la religiosità tradizionale sottovalutava o addirittura negava. I protagonisti del libro sono uomini e donne che, anche se hanno trovato un orizzonte di senso al quale aderire, devono continuamente riposizionarsi, in quanto l'umano non viene più definito in rapporto al sacro (il prete, la suora, l'animatore in relazione al ruolo), ma è il sacro (la funzione ministeriale, la vocazione) che viene ricompreso a partire dalla tutela delle esigenze del singolo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Come difendere la fede (senza alzare la voce)"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Austen Ivereigh
Pagine: 256
Ean: 9788867083008
Prezzo: € 19.50

Descrizione:«Tu sei cattolico, vero?» è la domanda che sempre più spesso molti si sentono rivolgere nel corso di una normale conversazione non appena questa si arena su un tema «sensibile» (l'aborto, l'eutanasia, l'omosessualità, l'Aids, la contraccezione, la procreazione assistita, gli abusi sessuali del clero, il matrimonio, il sacerdozio femminile, i politici cattolici) e il credente del gruppo diventa seduta stante - e suo malgrado - il «portavoce ufficiale della Chiesa» e come tale è chiamato a giustificarne le posizioni, a rendere conto della sua scelta. In queste circostanze, saper argomentare in maniera convincente, rapida, chiara e pacata, senza aggressività né vittimismi,è essenziale per riuscire a smontare i pregiudizi, smorzare la conflittualità e quindi dialogare con tutti sui temi che toccano l'intera società, ed è ciò che questo libro insegna: alla base vi è l'esperienza di Catholic Voices, un progetto di comunicazione che aiuta i cattolici a spiegare al meglio i valori e la posizione della Chiesa, per avvicinare credenti e non in nome dell'impegno per il bene comune.Nato nel 2010 in Inghilterra, in occasione della storica visita di papa Benedetto XVI e rapidamente diffusosi in tutto il mondo, Catholic Voices è approdato anche nel nostro Paese, con l'obiettivo di trasformare tanti cattolici italiani timorosi e un po' indecisi in capaci comunicatori della propria fede.Questo libro offre consigli generali sulla comunicazione, sintetizza i punti cruciali dell'azione e della dottrina della Chiesa, suggerisce gli elementi chiave da mettere in evidenza e insegna il metodo del reframing, che partendo dall'intenzione positiva dell'interlocutore consente di affrontare serenamente le critiche e di riformulare gli argomenti. Insomma, se non proprio un consigliere in carne e ossa, rappresenta un prontuario efficace e comodo per riuscire a spiegarsi senza scontrarsi, difendere senza diffamare, riavviare il dialogo con umanità e buon senso: in ultima analisi per aprire i cuori e ispirare le menti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il cuore semplice della fede"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Ronchi Ermes
Pagine: 96
Ean: 9788825038316
Prezzo: € 8.00

Descrizione:La fede dà la felicità? Di certo rende la vita piena, vibrante, appassionata, libera, incamminata, nomade verso oasi d'amore. E questa è la felicità della vita. È tempo di parlare della gioia di credere! Perché credere, porre fiducia in qualcuno, uomo o Dio, è generativo di umanità, raddoppia la vita, porta un'esultanza di incontri, una promessa di eternità per l'amore. E dare e ricevere amore è ciò su cui si pesa la beatitudine della vita. Ermes Ronchi, con la poesia e la profondità che lo contraddistinguono, dipinge in queste pagine i contenuti della fede cristiana mostrando la vita che da essi scaturisce.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Decisi e forti nella fede"
Editore: SugarCo
Autore: Livio Fanzaga
Pagine: 160
Ean: 9788871986753
Prezzo: € 15.50

Descrizione:

Insieme a quello della vita, la fede è il più grande dono che una persona possa ricevere. Infatti l’uomo per vivere ha bisogno di ideali in cui credere e di obiettivi nobili da raggiungere. Ha bisogno di dare un senso alla sua giornata, che gli permetta di lottare contro tutte le difficoltà che incontra.

L’esistenza umana è una lunga navigazione in un mare perennemente in tempesta. Non è possibile affrontarla senza una meta da raggiungere, che ricompensi delle fatiche affrontate. La fede cristiana è una luce divina che illumina la vita e che ne rivela la bellezza e la grandezza. È un dono che Dio offre a tutti i suoi figli, così come fa risplendere il sole su ogni angolo della terra. Con la luce degli occhi l’uomo può vedere le cose sensibili. Con quella dell’intelligenza risalire dal visibile all'invisibile. Con la luce della fede sciogliere l’enigma che lo riguarda e diventare capace di rispondere agli interrogativi che lo assillano. Questo libro si propone di aiutare a riscoprire la fede come cammino esistenziale. Il mondo oggi ha bisogno di uomini di fede, che aiutino l’umanità a trovare Dio e con lui il valore e la gioia della vita.

 

PRESENTAZIONE

Insieme a quello della vita, la fede è il più grande dono che una persona possa ricevere. Infatti l'uomo per vivere ha bisogno di ideali in cui credere e di obiettivi nobili da raggiungere. Diversamente la sua vita diventerebbe banale e indegna di essere vissuta. L'uomo ha bisogno di dare un senso alla sua giornata, che gli permetta di lottare contro tutte le difficoltà che incontra. L'esistenza umana è una lunga navigazione in un mare perennemente in tempesta. Non è possibile affrontarla senza una meta da raggiungere, che ricompensi le fatiche fronteggiate.

La fede cristiana è una luce divina che illumina la vita e ne rivela la bellezza e la grandezza. È un dono che Dio offre a tutti i suoi figli, così come fa risplendere il sole su ogni angolo della terra. Grazie alla fede l'uomo scioglie l'enigma che lo riguarda e diventa capace di rispondere agli interrogativi che lo assillano. Solo la luce che viene da Dio permette all'uomo di sapere con certezza chi è e qual è il suo destino. Nella fede scopre Dio e il suo amore, senza i quali la vita umana sulla terra sarebbe un'oscura e gelida notte invernale.

Viviamo in tempi in cui molti perdono la fede, dopo averla ricevuta in dono col Battesimo. La fede è una grazia che può venire dissipata. È un tesoro prezioso che il seduttore fa di tutto per rubare. Perdendo la fede si perde Dio, si perde l'appartenenza alla Chiesa e si perde la vita eterna. Che cosa si ha in cambio? Le chiacchiere degli uomini e la zavorra dell'effimero. Perdendo la fede si perde la bussola della vita, il timone del comando, la meta da raggiungere. Coloro che non hanno la fede sono i più poveri dei poveri. Sono foglie staccate dall'albero della vita e sbattute qua e là dal vento.

Oggi però molti riacquistano la fede e si convertono. Hanno fatto l'esperienza della vita senza fede e ne hanno assaporato l'amarezza e il vuoto. Sono scesi nell'abisso tenebroso del male e ne hanno avuto orrore. Hanno preferito l'io a Dio, bevendo alla coppa dell'autonomia assoluta, e si sono scoperti palloncini gonfiati, in balia delle mode e dei capricci mondani. Si sono lasciati sedurre dalle false luci che li hanno immersi nella tenebra della menzogna e della morte. I convertiti sono come quei fuggitivi dai campi di concentramento che conoscono il valore della libertà. Più degli altri apprezzano la grazia della fede che li ha tirati fuori dalla palude senza speranza dell'incredulità.

Questo libro si propone di aiutarti a riscoprire la fede come cammino esistenziale. Desidera stimolarti ad apprezzare il tesoro prezioso della fede, perché diventi la ricchezza della tua vita. Mira a portarti al cuore della fede, che è Gesù Cristo incontrato, conosciuto e amato. Il mondo oggi ha bisogno di uomini di fede, che aiutino l'umanità a trovare Dio e con lui il valore e la gioia della vita.

 

ESTRATTO DAL PRIMO CAPITOLO

LA FEDE

LUCE DIVINA

La fede è come il sole che splende nel cielo. La sua luce rende visibile il mondo che ti circonda. Senza di essa tutto è avvolto nelle tenebre. Con la luce degli occhi puoi vedere le cose sensibili Con quella dell'intelligenza risalire dal visibile all'invisibile. Con la luce della fede scopri un mondo nuovo, che è al di là delle tue possibilità. Con la luce naturale della sua ragione l'uomo può conoscere il mondo e pervenire ad affermare l'esistenza di un Dio creatore, onnipotente, intelligente e buono. Ma oltre non potrebbe andare. Per quanto la mente umana, nel corso dei secoli, si sia dedicata alle più nobili imprese, cercando di penetrare nel mistero che ci circonda, non è mai riuscita a varcare il perimetro inaccessibile della non conoscenza. L'uomo ha compiuto i più grandi progressi nel campo della scienza e della tecnica, ma è rimasto avvolto nella tenebra fitta per quanto riguarda la sua origine e il suo destino. Come un bruco rinchiuso nel suo bozzolo, che si agita senza trovare una via di uscita, muore di asfissia nell'involucro del mondo materiale. Per quanto l'universo appaia, all'occhio umano, una distesa infinita, che non cessa di dilatarsi, è ben piccola cosa nei confronti della mente umana che lo racchiude nella luce del suo pensiero.

L'intelligenza dell'uomo è la meraviglia del creato. Grazie ad essa il mondo è conoscibile nella sua maestosa bellezza e rivela le perfezioni dell'Onnipotenza che lo ha tratto dal nulla e lo conserva nell'essere. Con la luce naturale che lo illumina l'uomo ha coscienza di se stesso e s'interroga sul senso della sua vita. Ma che cosa potrebbe fare di più? Con quale luce potrebbe illuminare il mistero impenetrabile che lo circonda e che lo fa fremere di paura e di angoscia?

La tentazione a cui la nostra generazione sta prestando orecchio è quella di rinchiudersi nel suo angusto mondo materiale per sondarne le profondità, come la talpa che ama correre nel sottosuolo, sterrando veloci gallerie. Non potendo varcare le barriere inaccessibili del mistero, l'uomo pone le sue tende al di qua, su un terreno fragile e provvisorio, ben sapendo che non vi ha stabile dimora. Che cos'è infatti la terra se non una zattera ondeggiante nell'oceano dell'universo? E che cos'è lo stesso universo se non la dilatazione senza limiti di un mucchietto di polvere racchiuso in una mano? Non è forse la terra la gemma del creato? Ma, ahimè, quanto piccola e fragile nella sua incomparabile bellezza! Per quanto l'intelligenza umana scruti, spingendosi fino ai limiti del conoscibile, per quanto le sue applicazioni illudano l'uomo di essere onnipotente, la sua luce fioca non scalfisce la tenebra silenziosa che la circonda. Che fare? Piegarsi all'impotenza? Prendere atto dei limiti invalicabili? Rinunciare ad andare oltre e rinchiudersi nella prigione asfittica dell'effimero? Oppure non arrendersi e bussare senza sosta alle porte di un mondo sconosciuto e inafferrabile?

Da quando l'uomo ha fatto la sua apparizione sulla terra, i termini della sua situazione esistenziale non sono mutati. Il problema è sempre quello: come forare le pareti di questo mondo? Come andare oltre i limiti della finitezza? Dove trovare una luce nuova che illumini l'inconoscibile?

A questi interrogativi non c'è risposta, né mai ci sarà finché l'uomo pretende di essere la luce che illumina il mondo. In realtà, di fronte al mistero che lo circonda, è soltanto un lucignolo fumigante. Le grandi menti dell'umanità, del passato come del presente, sono approdate a ben poco. Hanno cercato e non hanno trovato se non labili tracce. Né poteva essere altrimenti. Non vi è nessuna luce umana capace di illuminare il mistero insondabile dell'Essere. E necessaria una luce superiore, una luce che viene da colui che è l'origine e il fine di tutto ciò che esiste. Questa luce divina è quella del Verbo, la Parola di verità che il Padre genera eternamente, e che è venuta in questo mondo perché gli uomini potessero vedere ciò che mai avrebbero potuto.

L'apparizione della luce vera è il più grande evento della storia umana dopo quello dell'inizio del mondo nel tempo. La luce dell'eternità è scesa nelle tenebre dell'effimero e ha aperto una via lungo la quale gli uomini possono procedere. È un cammino che ha una meta, un golfo di pace oltre i marosi del tempo. È una via che non si esaurisce nel nulla, come i labirinti del vagare terreno. Le porte del mistero si sono aperte e l'uomo entra in un mondo nuovo di cui neppure sospettava l'esistenza. Il cielo si è aperto e la sua luce risplende come il sole sulle onde del mare.

« La luce splende nelle tenebre, ma le tenebre non l'hanno accolta » (Gv 1,5). In questa affermazione è racchiuso il dramma dell'umanità, che non si apre al dono della luce venuto dall'alto. Se tu sei cieco, non ti lascerai prendere per mano e condurre da chi ci vede? Se colui che ti offre il suo aiuto non è cieco come te, ma procede nella luce, esiterai forse a fidarti di lui? Per accogliere la luce che viene dall'alto è necessaria l'umiltà. Che cos'è l'umiltà se non la consapevolezza dei propri limiti?



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Perché non possiamo essere atei"
Editore: Gondolin
Autore: Francesco Agnoli
Pagine: 128
Ean: 9788898647057
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

Nella cultura contemporanea, grazie ad autori come Richard Dawkins, Sam Harris e Piergiorgio Odifreddi, prende sempre più piede l’idea che ci sia una frattura insanabile tra fede e scienza e che l’ateismo sia una forma superiore di conoscenza e di moralità, una conseguenza logica delle scoperte scientifiche, del progresso tecnico e delle valutazioni storiche sul passato dell’umanità. In realtà, oggi come ieri, rimangono assolutamente intatte le stesse domande sul senso e il perché dell’uomo, della vita e dell’universo: il rifiuto di un Dio creatore e la presunzione dell’uomo di aver esaurito questo mistero ha portato l’ateismo a rovesciarsi in una forma di fede assoluta e dogmatica (nell’uomo, nella scienza e nella politica) che, inseguendo vanamente il proprio paradiso, ha invece realizzato il peggiore inferno sulla terra, dal nazionalismo al razzismo, dall’eugenetica all’utopia dell’immortalità biologica tramite la manipolazione genetica e la clonazione. Dimostrando che la vera libertà non sta nel radicale rifiuto di Dio e che dunque l’uomo non può essere ateo.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fede, intelletto e prassi"
Editore: Jaca Book
Autore: Inos Biffi
Pagine:
Ean: 9788816412491
Prezzo: € 65.00

Descrizione:

L’ampio volume percorre tutto l’insieme del mistero cristiano. A partire dalla Rivelazione che manifesta il disegno divino, tutto centrato in Cristo, dal quale l’uomo riceve la sua identità e il fondamento della sua azione. Da qui svariati saggi sulla teologia come cristologia e come antropologia cristica, e quindi come comprensione dell’"intero" piano salvifico, alla cui luce sono condotte in particolare le indagini sull’amore, sulla relazione uomo-donna. Un ampio contributo è riservato al tema della confermazione, con il dibattito teologico-pastorale sull’età del suo conferimento, mentre la prospettiva della storicità della teologia detta una serie di considerazioni sulla presenza della dimensione della storia nell’intelligenza teologica. Altre riflessioni riguardano l’esegesi cristiana e i suoi sensi, quindi la relazione lettera-spirito. Non mancano poi accurate analisi di opere di teologia e di figure della teologia non riconducibili al semplice intellectus. Segue una parte dedicata a temi di morale, di particolare attualità. Le pagine conclusive prendono in esame alcune «situazioni di vita cristiana». Ci sembra che la lettura, o meglio, lo studio di quest’opera sia un’eccellente introduzione al mondo meraviglioso della teologia in tutto il suo arco o il suo periplo, che prende il via dalla grazia dell’autocomunicazione di Dio in Cristo, per far ritorno con Cristo in Dio.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I quattro alberi"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Marco Pratesi
Pagine: 176
Ean: 9788810571156
Prezzo: € 13.50

Descrizione:Attorno ai quattro simbolici alberi della vita, della conoscenza, del giudizio e della sapienza il libro articola un itinerario ispirato alla tradizione cristiana, soprattutto patristica, e all'esperienza dell'accompagnamento spirituale. Nella forma di un esteso commento al Salmo 119 e alle beatitudini evangeliche, il testo si propone di rispondere alla domanda d'integrità che emerge con forza nella coscienza contemporanea e nella Chiesa. In particolare, chi assume con serietà il rischio dell'avventura cristiana deve avere la più lucida cognizione dell'impegno da sostenere per portare a termine la «costruzione della torre», per non cominciare un'opera senza completarla.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fenomenologia della fede"
Editore: Cittadella
Autore: Paradiso Marcello
Pagine: 252
Ean: 9788830813878
Prezzo: € 18.50

Descrizione:Cosa è la fede? Come possiamo definirla? Come si manifesta? È adesione a Dio, risposta al suo invito, conoscenza della sua Parola. Si mostra nell'impegno nelle buone opere, nella preghiera e nella contemplazione. Ad essa si è educati, di essa si fa esperienza. Nella celebrazione dei sacramenti è richiesta la sua presenza attiva. Il testo prova a illustrare questo sterminato quadro tematico, indagando gli aspetti della fede, offrendo al lettore un tentativo di risposta a queste domande.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La fede in ricerca"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: John de Taizé
Pagine: 128
Ean: 9788810512227
Prezzo: € 9.50

Descrizione:La comunità monastica di Taizé, che riunisce in Francia un centinaio di frères (fratelli) di diverse confessioni cristiane provenienti da oltre venticinque Paesi, pubblica da alcuni anni brevi raccolte di testi sui temi fondamentali della fede. L'idea è stata suggerita dall'esperienza degli incontri di giovani che anno dopo anno avvengono presso la Comunità e che prendono in considerazione domande oggi vitali per i cristiani. Il volume raccoglie sei brevi testi firmati dal biblista americano frère John; le riflessioni, presentate in prospettiva ecumenica, riguardano la fede, la Chiesa, i punti centrali del cristianesimo, la Croce, il libro dell'Apocalisse e l'Eucaristia. Gli articoli sono rivolti a tutte le persone che desiderano approfondire la fede attraverso una riflessione al tempo stesso rigorosa e facilmente accessibile anche a chi non ha una formazione teologica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Capire per credere"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Raffaele Ruffo
Pagine: 160
Ean: 9788831545020
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Il libro è composto da cinque capitoli, che sono un esempio per "iniziare" il lettore alla riflessione teologica, allo scopo di rendere consapevole ogni cristiano della sua chiamata a diventare "teologo", capace cioè di parlare di Dio con sapienza e preparazione, usando anche l'intelligenza per capire e approfondire i contenuti della rivelazione cristiana, quindi per credere di più. Il primo capitolo è un commento al brano evangelico delle nozze di Cana. Il secondo capitolo è una riflessione sulla figura "umile" di Dio, rivelataci soprattutto da Gesù. Il terzo capitolo è una riflessione sul tema della provvidenza divina, che comporta insieme affidamento fiducioso e pieno esercizio della nostra libertà. Il quarto capitolo è un tentativo di recuperare in positivo la figura di Dio giudice degli uomini, vedendola come servizio amorevole e paterno per il nostro cammino di santificazione. Il quinto capitolo è un commento alla parabola del giudizio finale (Mt 25,31-46), letta sulla scia di alcuni padri della Chiesa e della teologia globale del Nuovo Testamento, che intende approfondire il significato della parola "poveri" nei quali è presente Gesù.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Speranza contro ogni speranza"
Editore: LER
Autore: Terrin Vito
Pagine:
Ean: 9788882645823
Prezzo: € 1.90

Descrizione:Lavoro di trascrizione e pubblicazione degli appunti personali di P. Arturo dai quali si può evincere come la Virtù della Speranza sia stata la forza che lo ha sempre animato spronandolo a non arrendersi mai alle difficoltà della vita e rendendolo così realmente "Figlio di Dio".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I sette pilastri della felicità"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Notker Wolf
Pagine: 232
Ean: 9788810513224
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Nel profluvio di libri sulla felicità c'è un classico che da 1500 anni propone indicazioni utili anche per il mondo di oggi. È la Regola benedettina, che riletta in relazione alla sapienza delle antiche virtù è in grado di offrire un insegnamento sorprendente per la nostra vita e per la situazione della società attuale. L'abate Notker Wolf racconta la sua esperienza delle virtù e individua in fede, speranza, carità, prudenza, giustizia, fortezza e temperanza sette solidi pilastri della felicità, sette atteggiamenti in grado di sostenere la costruzione della casa della propria vita. Una casa ospitale, abitata dalla leggerezza e dalla gioia di vivere, in cui anche i passeri del Vangelo possano fare il nido.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Credere con il corpo"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Gilberto Borghi
Pagine: 168
Ean: 9788810513408
Prezzo: € 13.30

Descrizione:Nel racconto live di tre anni di «ora di religione» a scuola il grido dei giovani - sotterraneo, duro e angosciato - rivolto agli insegnanti, agli educatori e alla Chiesa: ritrovare il valore del corpo per la fede, questione decisiva del cristianesimo nell'epoca della realtà virtuale. Il libro trasmette la quotidiana esperienza di un insegnante di religione cattolica, «dove le grandi questioni di Dio e dell'uomo emergono dai mille spunti disseminati nel dialogo con ragazzi e ragazze tra i quattordici e i diciannove anni, con i loro problemi, le loro speranze, i loro gusti e le loro convinzioni. In questo dialogo, a partire dalle domande e dalle intuizioni dei suoi alunni, il docente non sale in cattedra per impartire noiose lezioni, ma neppure è in balìa del puro contingente. È lui a condurre la riflessione, a partire da una canzone o dal commento di un alunno. Lasciandosi però, a sua volta, interrogare e rimettere in discussione, come sempre dovrebbe fare un educatore degno di questo nome, come sempre dovrebbe fare un credente, per cui il dubbio di un altro può essere l'occasione di approfondire e verificare la propria fede» (dalla Prefazione).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Passione evangelica"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Luigi Maistrello
Pagine: 240
Ean: 9788831544597
Prezzo: € 16.50

Descrizione:Il volume propone una lettura critica delle principali questioni su cui si basa la fede cattolica. L'Autore afferma che il credere in Dio non deve essere un atto accademico, un'adesione puramente religiosa o un esercizio mnemonico di formule dottrinali. Se alcune pagine possono sembrare particolarmente critiche nei confronti della Chiesa e di alcune sue posizioni, «non è per il gusto di essere contro», scrive l'Autore, «ma perché credo che oggi più che mai la Chiesa abbia un ruolo fondamentale nella costruzione del bene comune». Il magistero di papa Francesco sembra aver attuato una svolta coraggiosa nella direzione di quel rinnovamento da più parti auspicato.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La Fede"
Editore: Glossa Edizioni
Autore: Giuseppe Angelini
Pagine: 297
Ean: 9788871053387
Prezzo: € 23.00

Descrizione:Ma il Figlio dell'uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra? Gesù sembra avere dubbi. La fede è in pericolo, oggi come sempre, oggi più di sempre; così pare. Per ragioni diverse. Ci sono le ragioni legate alla fine civile della religione; nonostante poche voci in contrario, la fede ha bisogno di religione; si edifica sul timor di Dio, su una percezione atmosferica del fiato di Dio sul nostro collo. Tale percezione precede ogni credenza e la rende possibile. Delle minacce alla fede che vengono dalla cultura secolare del nostro tempo si occupa la terza parte del saggio. Ci sono ragioni connesse alla rappresentazione scadente della fede dei secoli passati; essa ha nutrito un irreale conflitto tra fede e ragione. Alla ritrattazione di tale questione è dedicata la seconda parte del saggio; la fede, lungi da contrapporsi alla conoscenza, la genera. Per capire questo occorre però cambiare le nostre immagini di conoscenza. Per capire che cosa sia fede, occorre soprattutto interrogare il testo biblico, leggendolo con gli occhi fissi sulla vita e non sul testo. È quel che viene fatto nella prima parte. Il saggio diventa in tal modo una specie di mappa per la ricognizione di tutti i dubbi che oggi insidiano la fede.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La crisi, evento pasquale e luogo della conversione"
Editore: Cittadella
Autore: Bassetti Luca
Pagine:
Ean: 9788830813854
Prezzo: € 2.00

Descrizione:

Il tempo della crisi è gestazione di un mondo nuovo; la fine della progettualità autosufficiente dell'uomo e l'inizio della speranza fondata sulla fede.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dio ci aspetta sempre"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Bruno Maggioni
Pagine: 96
Ean: 9788821591921
Prezzo: € 10.00

Descrizione:«Quando hai la forza di dire: "Voglio tornare a casa-, troverai la porta aperta; Dio ti viene incontro perché ti aspetta sempre, Dio ti aspetta sempre, Dio ti abbraccia, ti bacia e fa festa. Così è il Signore, così è la tenerezza del nostro Padre celeste». Questo testo di Papa Francesco illumina la riflessione contenuta in questo volume su un tema che da sempre accompagna la rivelazione biblica antico e neotestamentaria: quello dell'amore gratuito e paziente di Dio. In queste pagine sono affrontate tre tematiche: il peccato, la misericordia e la conversione. Si tratta in realtà di tre volti di uno stesso aspetto: la consapevolezza di essere figli di un Dio che non si lascia scoraggiare di fronte al peccato, che tende continuamente la sua mano piena di misericordia affinché l'uomo vi si appoggi. Per questo, nei piani di Dio, dagli sbagli commessi non nasce la sfiducia, bensì la fede: il desiderio di tuffarsi in quella mano e farsi rivestire del suo contenuto d'amore. Il peccato, la misericordia di Dio, la conversione. Bruno Maggioni riflette sul perdono.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storia della spiritualità. 7"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Louis Bouyer
Pagine: 240
Ean: 9788810304334
Prezzo: € 26.50

Descrizione:

Non vi è nulla di più difficile del trattare la spiritualità protestante: è curioso infatti notare che sono soltanto i protestanti più o meno cattolicizzanti ad ammettere l'esistenza di una spiritualità protestante. Gli altri, tra i quali Barth, Ebeling, Nygren, Brunner, affermano che la mistica è la realtà più lontana dal vero protestantesimo. Il motivo addotto è una forma di religiosità essenzialmente pagana, estranea alla Bibbia e inconciliabile col Vangelo. L'autore mostra che tale tesi si basa su degli a priori giustificati solo da una serie di confusioni e controsensi. Partendo dai principi spirituali dei riformatori, si sofferma in modo particolare su figure del pietismo protestante e del movimento religioso romantico. Mette in evidenza come lo sviluppo della spiritualità anglicana sia strettamente legato a quello della spiritualità protestante, pur non coincidendo, come taluni cattolici sono portati a pensare. L'opera contribuisce a dissipare dubbi, chiarire equivoci, attenuare criteri di giudizio troppo rigidi, e quindi, ad approfondire il dialogo tra fratelli separati.


ESTRATTO DALLA PRIMA PARTE

SI PUÒ PARLARE DI SPIRITUALITÀ PROTESTANTE?

Mi auguro che nessuno voglia considerare pedante il tentativo di ricondurre i termini della questione al loro significato più proprio e originario.

Quello della spiritualità protestante è ante e un problema al quale si risponde, il più delle volte, in modo o o contraddittorio. Dicono no, perentoriamente, uomini diversi performazione culturale e distinti, se non addirittura contrapposti, sul piano teologico: Barth, Bultmann, Ebeling, Cullmann, solo per fare alcuni nomi, considerano assolutamente improbabile il problema, anche se non concordano sui motivi del loro comune atteggiamento. Dicono invece di sì, più o meno esplicitamente, ma sempre con motivazioni indipendenti, quanti cercano di riconciliare protestantesimo e cultura, pur sostenendo l'originaria dialettica protestante tra religione e cristianesimo, natura e grazia, opere e fede; si pensi soprattutto a Tillich, alla sua «teologia della cultura» e alla sua «dinamica della fede» nel quadro di un protestantesimo inteso come «principio critico-creativo».

L. Bouyer, pur non nascondendo il rischio di essere contraddetto, ponendolo anzi sull'altro piatto della bilancia, parteggia a tal punto per il si, da non esitare a descrivere l'evoluzione storica della spiritualità protestante e anglicana in questo volume.

Problema, dicevo. E indubbiamente esso è tale, anche perché non si ha una comune accezione del sostantivo «spiritualità» e dell'aggettivo «protestante» che lo qualificano. E' pertanto comprensibile che dicano «no» color che intendono di intenti e che vedono la spiritualità come autonomia di forze e pari tempo, codesta autonomia in stridente, insanabile contrasto con l'aggettivo che dovrebbe, qualificarla, il quale è per loro si accanto soltanto nell'esclusività dialettica della fede e della grazia. Ma è altrettanto comprensibile la posizione contraria che, dall'esclusività della fede e della grazia, trae sicuri indirizzi di impostazione etica e di comportamento «critico-creativo» per una fondazione protestante dell'esistenza.

Si è allora dinanzi a un sic et non irriducibile?

Prima di rispondere occorrerà sgombrare il terreno da quel variopinto appello a spirito e spiritualità che è così frequente nella filosofia romantico-idealista e non in minor misura nella psicologia del profondo. Nulla in comune può esserci tra una spiritualità che, in un senso o in un altro, si sostanzia di contenuto cristiano, di una sapienza cioè che non si fonda «sull'umano sapere ma sulla potenza di Dio», né si affida «alla persuasione dei ragionamenti umani, ma alla dimostrazione dello Spirito e della sua forza» (1Cor 2,4), e una spiritualità che contrappone lo spontaneo e il libero alla meccanicità e necessità della natura, o indaga nel mistero della psiche umana, dei suoi conflitti, delle sue potenze.

Ne consegue che per «spiritualità» non si intende qui un complesso di dottrine che pongano a fondamento del loro metodo e del loro contenuto lo spirito come sostanza semplice incorporea sovrasensibile e immortale, o come attività che si autodetermina, o come pura libertà. Né si intende una di quelle discipline che, dai primissimi ai più evoluti stadi culturali, mediante il ricorso alle più svariate pratiche ascetiche, hanno per scopo il superamento delle normali e comuni condizioni di esistenza e il conseguimento di esperienze spirituali non comuni. E nemmeno si intende lo studio della coscienza e delle sue forme più generali e astratte, delle sue leggi, delle sue profondità, dei suoi fenomeni.

Dirò anzi che, trattandosi di determinare il significato esatto e il valore della spiritualità protestante, chiunque ne parli, specie se cattolico, dovrà assolutamente evitare di convogliare quella protestante in una qualunque delle varie nozioni di spiritualità. E ciò non soltanto perché è sempre problematico qualunque discorso sulla spiritualità protestante, ma soprattutto perché, anche ammettendone resistenza, e caratterizzandola, quindi, in base alla sua dipendenza dal protestantesimo, la spiritualità protestante verrebbe per ciò stesso a distinguersi e in buona misura a contrapporsi rispetto a qualunque altra spiritualità. Sarebbe, pertanto, falsa la posizione metodologica di colui che negasse la spiritualità protestante perché non appoggiata sui fondamenti comuni a ogni altra spiritualità, o l'affermasse per l'uno o per l'altro punto in comune.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il cuore cherubico"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Pavel A. Florenskij
Pagine: 264
Ean: 9788821591228
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Il volume raccoglie gli scritti del celebre filosofo, teologo e scienziato russo, appartenenti al periodo giovanile (1904-1917) durante il quale egli ha vissuto importanti esperienze di sofferta ricerca esistenziale e di intensa formazione spirituale. Seguendo il flusso poetico del pensiero, il lettore viene condotto gradualmente alla scoperta dei tratti costitutivi dell'autentica ascetica cristiana e della sua sempre attuale eredità sapienziale, alimentate dalle letture bibliche e dall'assidua frequentazione della tradizione patristica, monastica e liturgica della Chiesa ortodossa. Il fulcro attorno al quale ruotano gran parte di queste riflessioni è la divinizzazione, la bontà ontologica del creato e la sua manifestazione nel cuore umano, chiamato a custodire in sé il ritmo della vita trinitaria di Dio-Amore, ad accogliere l'amore quale sostanza divina, fino alla trasfigurazione di tutto l'essere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sui sentieri della speranza"
Editore: Tau Editrice
Autore: Santantoni Antonio
Pagine: 168
Ean: 9788862443197
Prezzo: € 12.00

Descrizione:A trentacinque anni dalla prima edizione, Don Antonio Santantoni ripropone e attualizza Sui Sentieri della speranza, la sua prima opera a sfondo autobiografico, in cui l'allora giovane teologo, già affermato come autore di apprezzati testi liturgici, raccontava la profonda crisi interiore che fece di lui, giovane prete perugino, che aveva studiato a Roma e che sembrava avviato verso una rapida e brillante carriera ecclesiastica, un segno di contraddizione. Nel libro, l'Autore ripercorre la crisi interiore che lo portò a rivedere la sua educazione romana, fortemente segnata dal carattere conservatore dei centri della sua formazione (Seminario Romano Maggiore e Pontificia Università Lateranense), alla luce della sua esperienza concilliare propiziata dai due anni di frequentazione dell'Aula e dall'amicizia con personalità di spicco della teologia internazionale. Fra tutte: il filosofo Jean Guitton, primo uditore laico in Concilio; il grande liturgista Aimé-Georges Martimort, suo vero maestro e guida nella preparazione della sua tesi di laurea; il P. Umberto Betti, più tardi cardinale; i padri benedettini Salvatore Marsili e Burkhard Neunheuser di Maria Laach, ecc. La loro frequentazione, a scuola o nella vita, introdusse il giovane prete "romano" ai valori dei movimenti teologici che fecero di un Concilio tutto preparato dagli esponenti più conservatori della scuola e della Curia romana, in una fucina e un crogiuolo di idee, che impose lo stesso Concilio all'attenzione dei media di tutto il mondo, facendone quasi un'anticipazione, sebbene di tutt'altra natura, del grande movimento di Berkeley, del Maggio parigino e del Sessantotto italiano e non solo. Questa conversione costò però all'Autore una condizione di isolamento che lo ha accompagnato poi, dolorosamente, per tutta la vita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU