Categoria
           
Num. Prodotti x Pagina
           
Ordina Per

Libri
Warning: fread() [function.fread]: Length parameter must be greater than 0 in /web/htdocs/www.piemontesacro.it/home/negozio/funzioni.php on line 198



Titolo: "Strumenti e strategie della comunicazione scritta nel mondo occidentale fra Medioevo ed Età Moderna"
Editore: Firenze University Press
Autore:
Pagine: XVII-199
Ean: 9788864536118
Prezzo: € 16.90

Descrizione:Il tema della comunicazione scritta che attraversa i saggi storici qui raccolti, non riguarda lo studio del mezzo e della sua storia, bensì i metodi applicati alla realizzazione di scritture o iniziative editoriali per il conseguimento di obiettivi specifici sotto tale profilo. Scrittura ed editoria sono i due poli intorno ai quali ruotano i vari contributi, il cui taglio risponde alle linee di un progetto teso a sondare l'intenzione sottesa all'operato di autori ed editori impegnati nel trasmettere non tanto o non soltanto notizie, ma soprattutto contenuti: dal campo religioso a quello culturale, letterario, scientifico, politico, oppure della propaganda. Si tratta qui di provare a leggere la Storia europea attraverso una lente che assecondi le tendenze del mondo contemporaneo nel riflettere opinioni, strategie e modalità comunicative maturate in epoche diverse, in modo da suscitare interesse intorno ad aspetti di passate realtà, rivelatori di nuovi processi storici.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storie di vita e di malavita. Criminali, poveri e altri miserabili nelle carceri di Milano alla fine del Medioevo"
Editore: Firenze University Press
Autore: Gazzini Marina
Pagine: VI-212
Ean: 9788864536149
Prezzo: € 18.90

Descrizione:Il volume affronta un tema non comune nella medievistica: la prigione e i suoi abitanti. Nel carcere medievale i prigionieri - incarcerati prima della sentenza, oppure rimasti "dentro" perché indebitati, socialmente pericolosi, riconosciuti colpevoli di un delitto - non erano abbandonati a loro stessi; delle loro esigenze si facevano carico le famiglie, la Chiesa, i laici devoti, gli stessi pubblici poteri. Nel caso di Milano il sistema carcerario e il rapporto tra carcerati, giustizia e misericordia assume sfumature peculiari. Le prigioni (anche private) sono numerose e disperse nella città: la più grande è un carcere-ospedale, che rinchiude certo, ma lascia intendere che è utile (per motivi economici) aiutare la sopravvivenza del reo e il suo ritorno in società. I milanesi del Quattrocento sono poi consci dei rischi di abbandonare i detenuti (uomini e donne) a una giustizia che, per i suoi costi, tutela solo i più forti. Ecco dunque i Protettori dei carcerati: utili non solo ai deboli rinchiusi in carcere, ma anche al dominus, che li sostiene. Interessato a porre rimedio agli eccessi del sistema, il duca è infatti anche (e forse soprattutto) desideroso di mostrarsi misericordioso, e in quanto tale superiore alla legge. Indagare la condizione dei carcerati si rivela dunque un modo per cogliere non solo le dinamiche di esclusione e di inclusione sociale pertinenti al controllo della devianza, ma anche i meccanismi di relazione tra governanti e governati nel tardo medioevo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' incredibile storia del Medioevo. Un viaggio affascinante nell'Italia divisa tra impero e papato"
Editore: Newton & Compton
Autore: Staffa Giuseppe
Pagine: 718
Ean: 9788822707895
Prezzo: € 12.00

Descrizione:476d.C.-1492 d.C. Le due date hanno segnato la caduta dell'impero romano d'Occidente e la scoperta dell'America, eventi tradizionalmente intesi come l'inizio e la fine del Medioevo. Un'era che già nel nome sconta una sorta di peccato originario: essere una cesura tra la gloria dell'Antichità e lo sfavillio speranzoso del Rinascimento... Questo saggio si concentra sulla penisola italiana, il fulcro di gran parte delle vicende di quel millennio. L'Italia fu infatti la culla del papato, e al contempo zona di conquiste e cadute di grandi condottieri e imperatori. Divenne in seguito il luogo in cui si manifestò quell'unicum rappresentato dai Comuni. Terra di mercanti, vide il sorgere delle prime banche, innescando un processo divenuto determinante nei secoli successivi. Dalle lame dei barbari che devastarono l'impero, fino agli splendori della magnificenza medicea, questo libro vi condurrà in un mondo popolato da cavalieri, monaci, monarchi, viandanti, giullari e avventurieri. Un mondo solo apparentemente lontano, un lungo periodo della storia umana in cui vennero gettate le basi di ciò che sarebbe divenuto l'uomo moderno.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Materia. Nouvelles perspectives de recherche dans la pensée et la culture médiévales (XIIe-XVIe siècles)"
Editore: Sismel Edizioni del Galluzzo
Autore:
Pagine: 420
Ean: 9788884508072
Prezzo: € 65.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le guerre dei comuni contro l'impero. Organizzazione, equipaggiamento e tattiche. Guerrieri e soldati d'Italia"
Editore: Libreria Editrice Goriziana
Autore: Esposito Gabriele
Pagine: 166
Ean: 9788861024144
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Il primo libro di una nuova serie di monografie di storia militare, intitolata "Guerrieri e soldati d'Italia" e interamente prodotta con materiali originali nel nostro Paese: un testo molto informativo, adatto ad ogni tipo di lettore e avulso dalle pesantezze di tipo "accademico", con tavole a colori originali, realizzate appositamente a corredo del testo e raffiguranti i soldati descritti nel libro, un ampio apparato iconografico che unisce immagini d'epoca a moderne ricostruzioni prodotte fedelmente dai migliori gruppi"di reenactors e riprodotte in foto ad alta definizione. Il volume analizza gli eventi centrali dello scontro tra Impero e Comuni italiani, seguendo il filo conduttore di quattro grandi battaglie, esemplari per comprendere la panoramica degli eserciti descritti: Legnano (1176), Cortenuova (1237), Montaperti (1260) e Benevento (1266). Un viaggio lungo circa un secolo, in coi si passerà dal descrivere gli albori degli eserciti comunali allo spiegare l'inizio della supremazia guelfa in Italia. Questa struttura, adottata per lo snodarsi del testo, si rifletterà anche nei contenuti delle tavole: esse affiancheranno le armature dei grandi sovrani a quelle dei più umili guerrieri, rappresentando l'aspetto degli schieramenti contrapposti presenti nelle quattro battaglie descritte. I capitoli del libro sulle battaglie saranno seguiti da altri sugli eserciti che vi presero parte, articolati in tre paragrafi ricorrenti: organizzazione, equipaggiamento e tattiche. Nel paragrafo "organizzazione" sarà descritta la struttura e la composizione dei vari eserciti; il paragrafo "equipaggiamento" sarà invece dedicato al descrivere minuziosamente le armi e le armature adoperate dai guerrieri presi in esame (dalle nobili cavallerie pesanti ai più umili fanti cittadini come i frombolieri). Questa sezione sarà senza dubbio quella più tecnica, ma anche la più utile per modellisti e reenactors. L'ultimo paragrafo, quello dedicato alle tattiche, spiegherà l'impiego pratico degli equipaggiamenti descritti nella sezione precedente: vedremo come i vari eserciti erano soliti combattere in battaglia e in che modo utilizzavano al meglio le loro armi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Monasteri benedettini nella diocesi di Bologna (secoli VII-XV)"
Editore: Bononia University Press
Autore:
Pagine:
Ean: 9788869232640
Prezzo: € 60.00

Descrizione:Il volume contiene un'ampia e circostanziata esposizione sui monasteri benedettini e riformati della diocesi di Bologna, ben sessantaquattro, articolati in istituzioni di città, pianura e montagna. Si tratta sia di un censimento completo degli istituti medievali, fondati cioè fino al XV secolo, sia di una storia di ognuno articolata su vari aspetti fondamentali. Si va dalla data e dalle modalità di fondazione alla presenza nelle comunità di personalità significative della spiritualità, della cultura e della politica, dai rapporti con i fondatori e promotori di queste comunità monastiche, spesso nobili, ai rapporti con i pontefici e con i vescovi bolognesi. Si indaga inoltre la consistenza delle risorse di queste istituzioni, si espongono i rapporti con gli abitanti dei villaggi interessati dalla presenza monastica e i rapporti con gli esponenti degli strati superiori della società. Le vicende del tramonto di queste istituzioni mostrano infine la transizione verso altre forme di impegno religioso e verso nuove esperienze di vita comunitaria fra medioevo ed età moderna.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cola di Rienzo. Roma, 1347. La folle vita del rivoluzionario che inventò l'Italia"
Editore: Mursia (Gruppo Editoriale)
Autore: Fracassi Claudio
Pagine: 304
Ean: 9788842558279
Prezzo: € 21.00

Descrizione:Ridotta a un borgo di trentamila abitanti, Roma era «in grannissimo travaglio: onne die se combattea, da onne parte se derobava». Poi arrivò Cola, figlio di una lavandaia, e conquistò il potere con un progetto che sconvolse il papa e l'intera Europa medievale. L'avventura di Cola di Rienzo è tra le più straordinarie (e tra le meno conosciute). Sul tramonto del Medioevo, ha governato Roma - considerata capitale del mondo ma ridotta a una contrada putrida e corrotta - solo per pochi mesi. La sua vita e le sue idee sono state, però, al centro di un gigantesco scontro tra i grandi poteri europei: la Chiesa trasferitasi ad Avignone, l'Impero controllato dai re germanici, le caste nobiliari insidiate dalle nuove borghesie. Salito al potere senza violenze e senza sangue, il giovane romano «dal fantastico sorriso» rivoluzionò la vita quotidiana e gli ordinamenti dell'Urbe, combattendo contro i magnati che da secoli dominavano la città. Il progetto - condiviso con passione da Francesco Petrarca - era però più ambizioso: dare vita a una nuova formazione geografica e culturale, chiamata «Italia». La geniale e folle avventura finì con l'uccisione del tribuno. Cola di Rienzo è stato da allora studiato - amato o disprezzato - in tutto il continente: Wagner gli ha dedicato addirittura un'opera lirica. A Roma, di Cola è restato il nome di una strada dello shopping.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fondare abitati in età medievale. Successo e fallimenti. Omaggio a Rinaldo Comba"
Editore: EDIFIR
Autore: Pirillo Paolo
Pagine: 349
Ean: 9788879708715
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Anche nel contesto italiano, i progressi delle indagini documentarie e archeologiche degli ultimi decenni sul fenomeno della fondazione di nuovi centri abitati in età medievale hanno innescato ulteriori interrogativi su alcuni aspetti che, finora, non erano stati al centro di confronti tra realtà storico-politiche diverse. Il tema che l'incontro di San Giovanni Valdarno ha inteso affrontare e mettere a fuoco è quello dei fallimenti dei progetti relativi alla fondazione ex-novo e al popolamento di centri abitati per i quali fossero previste dimensioni demiche superiori a quelle degli insediamenti preesistenti. Gli interventi che qui si pubblicano costituiscono il frutto delle indagini e delle riflessioni di un folto gruppo di studiosi che hanno coperto buona parte della Penisola, mettendo a fuoco le motivazioni degli insuccessi e le ragioni dei progetti di nuovi centri abitati che, al contrario, approdarono ai risultati sperati dai fondatori.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Legittimazione e credito tra Medioevo e Ottocento. Notai e ceto notarile tra ruoli pubblici e vita privata"
Editore: Franco Angeli
Autore:
Pagine: 274
Ean: 9788891753410
Prezzo: € 34.00

Descrizione:Se la documentazione notarile è stata oggetto di numerosi convegni e studi e l'attività professionale del notaio ha attirato l'attenzione di non pochi storici del diritto, quello che non è ancora stato debitamente indagato nella storiografia italiana è un approccio alla figura del notaio capace di coglierne le molteplici attività e i suoi svariati ruoli in quanto figura in cui convergono funzioni di mediazione sociale ed economica; in breve di svelarne la centralità sociale, tanto nelle comunità rurali che in quelle urbane. Tra i soggetti e le questioni affrontate in questo volume hanno trovato spazio: la partecipazione dei notai alla vita politica locale e regionale e il loro ruolo di mediazione e difesa di interessi particolaristici; i processi formativi e le traiettorie professionali dei notai all'interno delle dinamiche della mobilità sociale; le interazioni tra i processi di legittimazione professionale e di riconoscimento sociale; le dinamiche riproduttive del "ceto notarile" e le sue strategie economiche. Attraverso l'indagine di questi temi, si è proposto di mettere a confronto e far dialogare le ricerche condotte su alcune realtà "italiane" con la storiografia di altri Stati europei, che al tema hanno dedicato maggiore attenzione, in particolar modo quella francese.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gli Agolanti. Mercanti tra Trieste e Ferrara nel Tre-Quattrocento"
Editore: Aracne
Autore: Guerra Enrica
Pagine: 160
Ean: 9788825507775
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Narrava Giovanni Boccaccio nel Decameron (II, 3), come gli Agolanti fossero noti per "prestare a usura". Storicamente testimoniati a Firenze dalla fine del XII secolo, furono una famiglia di mercanti-prestatori che visse le turbolenze politiche cittadine della seconda metà del Duecento. Alcuni di loro, banditi, andarono a stabilire la loro sede d'affari altrove. Numerose sono le località in cui operarono: Pistoia e l'Inghilterra, Bologna, Treviso, il Friuli, Venezia, Trieste, Ferrara, Rimini. L'opera si presenta come una ricostruzione preliminare di alcuni dei rami della famiglia operanti nelle città di Trieste e di Ferrara tra XIV e XV secolo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Federico II imperatore"
Editore: Garzanti Libri
Autore: Kantorowicz Ernst H.
Pagine: 791
Ean: 9788811676430
Prezzo: € 20.00

Descrizione:"Stupor mundi" fu detto dai contemporanei Federico II di Svevia, l'unico degli imperatori germanici del medioevo, insieme al Barbarossa, che occupi un posto riconosciuto nella nostra storia e subito ci rimandi a immagini evidentissime: la disfatta inflittagli nel 1248 dai popolani di Parma, la città di quel Salimbene che lo paragonava a un drago funesto; gli splendori della corte di Sicilia, consacrati dalla lirica della "prima scuola", di cui il sovrano medesimo era mecenate; i castelli di Puglia, gli arcieri musulmani, le donne dell'harem, le cacce col falcone illustrate nel suo trattato, il più ricco che ci resti in materia. Immagini romantiche, però. E confluenti verso un'interpretazione convenzionale, che confina Federico in una luce araldica di crepuscolo: per chiudere con la sua figura un conflitto secolare tra impero e chiesa, e inaugurare invece il decollo della civiltà borghese mercantile culminante nel rinascimento. Qui l'imperatore non è segnacolo di una fase storica schematizzata, ma si muove all'interno di un complicato gioco d'azioni e di reazioni. Di lui viene rivelata, duplice e sconcertante, l'anima insieme feudale e "illuminata": il senso feroce del potere, e lo scetticismo che a esso poneva di continuo un limite invalicabile.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I tesori di San Lorenzo"
Editore: Edizioni Segno
Autore: Alfredo Barbagallo
Pagine: 828
Ean: 9788893182430
Prezzo: € 69.00

Descrizione:

Nella basilica romana di San Lorenzo fuori le Mura un mosaico del pavimento centrale mostrerebbe un chiaro riferimento al fatto che nelle adiacenti catacombe di Santa Ciriaca, luogo di sepoltura originario di San Lorenzo, sarebbe stato a lungo custodito il leggendario Santo Graal. È questa la tesi di base sostenuta dall’autore, studioso del cristianesimo antico, che nelle raffigurazioni all’interno della basilica avrebbe individuato un’indicazione topografica del luogo in cui era originariamente custodito il sacro calice che contenne il vino durante la celebrazione eucaristica dell’Ultima Cena. Da ciò poi lo sviluppo di un grande itinerario di ricerca sulle principali Reliquie cristiane, principale tra tutte la stessa Sacra Sindone.

Note sull'autore

Alfredo Maria Barbagallo nasce a Siracusa nel 1958, ma si trasferisce sin da bambino nel Lazio e infine recentemente a Udine. Ricercatore e studioso, dopo la maturità classica intraprende varie esperienze culturali ricoprendo incarichi politici dalla fase universitaria. Nei primi anni ’90, spinto dall’associazionismo cittadino, torna alla vita culturale romana realizzando varie iniziative di sensibilizzazione per la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio monumentale ed artistico dell’Urbe. Nel febbraio 2007 avviene la decisiva visita a San Lorenzo fuori le Mura, evento iniziale di questo attuale sviluppo documentale. Le sue indagini di studio dell’epoca terminarono con clamore sulla grande stampa nazionale e mondiale per degli esiti complessivi che vedono in questa attuale pubblicazione la loro veste definitiva, sviluppi su cui l’autore domanda quindi valutazione ragionata da parte del grande mondo della ricerca storica istituzionale e cristiana.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Nutrire il corpo, nutrire l'anima nel medioevo"
Editore: Edizioni ETS
Autore:
Pagine: 258
Ean: 9788846749703
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Anche quando si tratta di cibo, il medioevo presenta aspetti assai interessanti, alcuni a noi ancora vicini, altri così remoti da risultare quasi esotici al nostro gusto. Di quell'epoca, prima della svolta colombiana e priva di molti ingredienti delle nostre moderne diete, conserviamo parole, prodotti, modi di cucinare, di cui spesso si ignora la provenienza. Noi italiani al mattino facciamo colazione, senza ricordarci del breve pasto serale dei monaci accompagnato dalla letture delle "Collationes" di Cassiano, come prescriveva la Regola di s. Benedetto; ci può capitare di gustare squisite pietanze, senza considerarle un atto di "pietas", compiuto da chi offriva un cibo da dividersi in due; trascorriamo ore liete con dei buoni compagni ("cum pane", chi condivideva lo stesso cibo); cuciniamo uova "a la coque" (affogate "in aqua cocta"), assaggiamo la ricotta (il "recottum lac" in uso a Cluny). Si beve la birra, della cui invenzione raramente si ringraziano i "barbari" con la loro "cervogia" e i monaci benedettini; e ci si rallegra col vino, di cui c'era bisogno anche per la Messa, e perciò la coltivazione della vite si diffuse anche molto a nord; usiamo ancora le spezie e le erbe aromatiche, molto apprezzate nel medioevo e usate anche per la cura dei malati. Può anche capitare, in qualche regione, di assaggiare dei mostaccioli simili a quelli che Jacopa dei Settesoli portò a Francesco, poco prima della sua morte, e possiamo mangiare focacce (gli sformati posti sotto la cenere del "focus"), torte (pane tondo) e grissini (da "gresa", grasso). Particolarmente rilevante è poi il valore e il significato che il nutrimento, e ciò che intorno ad esso si è stratificato - dal gusto al digiuno, dalle opere di misericordia a specifici peccati, dal ruolo materiale del cibo a quello simbolico, dalla cura del corpo alle necessità dell'anima, dall'inventiva culinaria alla disciplina delle diete - ha avuto nel pensiero medievale cristiano. Alcuni fra gli scritti, le riflessioni, le discussioni che, intorno al cibo e al nutrimento, si sono sviluppati in quella cultura, sono presentati in questo volume.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "San Luigi dei Francesi"
Editore: Carocci
Autore:
Pagine: 208
Ean: 9788843079582
Prezzo: € 21.00

Descrizione:La personalità poliedrica di Luigi IX di Francia – re e poi santo nel 1297, poco dopo la morte – viene indagata nei dieci saggi che compongono il volume. Dalla sua partecipazione alle crociate all'atteggiamento verso gli ebrei, dai rapporti con i francescani al destino delle sue spoglie contese emerge il ruolo assunto nella storia di Francia e dell’Europa. Dell’apporto dato alla vita temporale e spirituale del suo tempo sono testimonianza l’iconografia nell'arte italiana dal Medioevo all'Ottocento e la diffusione del suo culto in Sicilia tra il XVI e il XIX secolo così come, nella letteratura francese, la cronaca a carattere biografico del contemporaneo Joinville e i componimenti dedicatigli da Claudel.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I re magi"
Editore: Marsilio
Autore: Franco Cardini
Pagine: 176
Ean: 9788831724968
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Mito, storia o leggenda? Molti interrogativi avvolgono le figure dei Magi, fino a metterne in discussione l'esistenza. In questo libro Franco Cardini prova a dare una risposta all'origine delle tre figure, tenendo conto di tutte le controversie che nei secoli hanno caratterizzato l'evolversi della tradizione dei Magi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Medioevo (quasi) inconsueto"
Editore: Robin
Autore: Ravegnani Giorgio, Di Francesco Dedo
Pagine: 318
Ean: 9788872741146
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Medioevo: poco più di mille anni, come comunemente inteso dalla fine dell'impero romano (476 d.C.) alla scoperta del nuovo mondo (1492). Mille anni che han visto modificarsi la geografia politica, i difficili rapporti tra una Chiesa in crescita e il potere laico, ma anche scoperte e grandi progressi nelle scienze, evoluzione delle lingue parlate e la cultura che riprende vigore. Paralleli alla storia dei grandi eventi, corrono piccoli avvenimenti che pur hanno lasciato una traccia notevole nella evoluzione sociale ed economica, un succedersi di fatti e piccole cose che hanno inciso nel quotidiano della gente comune. Uno sguardo a questi avvenimenti ci regala l'immagine di un "Medioevo (quasi) inconsueto", diverso dall'immaginario collettivo, spesso oggetto di luoghi comuni come l'inferiorità della donna, lo jus primae noctis, i servi della gleba, eroici cavalieri erranti in cerca di pulzelle da difendere, animali misteriosi, e persino il terrore della fine del mondo alla mezzanotte dell'anno mille. Un medioevo che certamente non è fatto di "secoli bui", ma di avvenimenti e persone che ne hanno fatto una società viva e vivace, nonostante le avversità, in una evoluzione che ha rimosso le macerie di quello che fu il glorioso impero romano, caduto quando ormai di romano aveva ben poco.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fonti medievali. Un'antologia"
Editore: Carocci
Autore:
Pagine: 197
Ean: 9788843088256
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Pensato per professori e studenti, il volume fornisce alla didattica un utile strumento di lavoro, aperto e dialettico, che permette di sviluppare percorsi di insegnamento flessibili e articolati. L'antologia, introdotta da tre saggi sui rapporti fra gli studiosi e le fonti e sui modi con cui gli studenti si possono avvicinare ad esse, fornisce una gamma di testimonianze variegata per tipologie documentarie, contenuti e autori. Le fonti, frutto di una scelta equilibrata, non si limitano alla sola sfera europea e occidentale ma includono anche le realtà del Mediterraneo e dell'Oriente, in una prospettiva policentrica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La vita quotidiana dei vichinghi (800-1050)"
Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
Autore: Boyer Régis
Pagine: 329
Ean: 9788817097352
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Gli uomini che vissero nell'Europa del nord tra il IX e il X secolo erano dei tuttofare: coltivatori e pescatori, armatori, fabbri, tessitori, medici, ma anche poeti, sarti, commercianti. Erano uomini legati alla loro terra e alla famiglia, ma innamorati dell'esplorazione e dell'avventura, tanto da spingersi oltre i confini dei luoghi già esplorati, oltre il Mediterraneo e l'Asia minore. Quando partivano per mare, alla ricerca di ricchezze per i loro eredi, non avevano mezze misure: pesavano l'argento con la bilancia o con la spada, contrattando o depredando a seconda del caso. Ma una volta tornati a casa, tra i fiordi e le pianure innevate, erano uomini allegri e forti, che sapevano allietare i lunghi inverni bui con feste e banchetti ricchi di carni, birra e idromele. Le leggende di questi uomini, mercanti e guerrieri, sono arrivate fino ai nostri giorni attraverso il nome dei vichinghi. Ma chi erano davvero, questi bellicosi uomini dei ghiacci? Régis Boyer, storico esperto di civiltà scandinave, ricostruisce per noi la realtà di queste popolazioni, approfondendo i loro usi e costumi, la loro lingua e cultura, liberandoci dall'incertezza del mito senza mai romperne l'incanto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storia di Roma nel Medioevo"
Editore: Newton & Compton
Autore: Gatto Ludovico
Pagine: 608
Ean: 9788822711472
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Dall'avvento di Costantino fino al famoso saccheggio di Carlo V del 1527: milleduecento anni di storia di Roma compaiono in questa ricostruzione realizzata da Ludovico Gatto, studioso dell'età medievale. La sua dettagliata analisi di tutti gli eventi fondamentali del tempo va a comporre le tessere di un ampio quadro politico, religioso, economico, sociale, culturale, edilizio, urbanistico. Se è vero che sull'epoca medievale in genere le fonti storiografiche a nostra disposizione non sono molte, bisogna invece riconoscere che maggiori sono le testimonianze relative alla specifica situazione di Roma. Testimonianze documentarie e narrative, per non parlare delle vestigia edilizie e urbanistiche. La trattazione di Ludovico Gatto comincia centocinquanta anni prima dell'inizio "canonico" del Medioevo e termina cinquanta anni dopo la sua fine "ufficiale", consentendoci di fare luce su un'epoca densa di contraddizioni e permettendoci di seguire le vicende di Roma fino alle soglie dell'età moderna.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I grandi condottieri del Medioevo"
Editore: Newton & Compton
Autore: Staffa Giuseppe
Pagine: 718
Ean: 9788822711250
Prezzo: € 12.90

Descrizione:Riccardo Cuor di leone, Carlo Magno, Saladino, Roberto il Guiscardo, Braccio da Montone, Giovanna d'Arco sono solo alcuni dei personaggi straordinari raccontati in questo libro. Guide carismatiche, a cui bastava un cenno per determinare il destino di eserciti o addirittura di popoli interi. Allo stesso tempo capi illuminati e feroci, banditi spietati e ammirevoli strateghi, guidati dalla sete di potere e ricchezze o dall'amor di patria: erano i "condottieri", che diventarono un vero e proprio archetipo, dotato di una prepotente forza evocatrice. Chiunque si imbatta nella storia di questi capi temibili, non può fare a meno di immaginare il clangore delle armi e il campo di battaglia su cui si staglia un uomo solo al comando, padrone di quel mondo e delle vite ai suoi ordini. Seguire il filo della loro esistenza "alla ventura", che si dipana nei secoli del Medioevo, significa ripercorrere il sentiero di sangue e acciaio su cui da Bisanzio all'Italia, dalle fredde terre del Nord ai torridi deserti siriani, dalle steppe asiatiche alle paludi europee, all'ombra della croce o della mezzaluna, questi uomini avanzarono a disegnare la mappa di un'era terribile e portentosa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gli eserciti di Dio"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Rodney Stark
Pagine: 376
Ean: 9788867087617
Prezzo: € 26.00

Descrizione:Qual è la radice dell'odio dell'islam fondamentalista per l'Occidente? Sono davvero le crociate la causa remota dell'attentato alle Torri Gemelle dell'11 settembre 2001? Fra gli storici e gli studiosi di politica non pochi addossano alle «guerre cristiane» la responsabilità di aver inaugurato l'era della colonizzazione europea allo scopo di accaparrarsi le ricchezze della Terra Santa e di arruolare nuovi credenti. Questa interpretazione giustifica l'idea di una sorta di peccato originale che condizionerebbe i rapporti dell'islam con l'Occidente - un'idea che si è insinuata nei discorsi e nei dibattiti più importanti e ha spesso informato le scelte di capi di governo od organizzazioni internazionali (come la Comunità Europea e l'ONU). Per Rodney Stark è arrivato il momento di fare chiarezza, ricollocando al giusto posto - sulla base delle fonti dell'epoca (dell'una e dell'altra parte) e degli studi più autorevoli - tutte le tessere che compongono il complesso mosaico di quelle vicende lontane. Stark presenta i protagonisti (i papi, i re, tutto il variegato universo umano che prese parte a vario titolo all'impresa, e anche gli «infedeli» con le loro vere o presunte eccellenze), analizza le ragioni e motivazioni rispettive, descrive i complessi intrecci politici, economici e culturali (compreso il ruolo giocato nelle società medio-orientali dalle comunità autoctone di ebrei e cristiani), e naturalmente ricostruisce, con rigore e puntualità, la sequenza degli eventi. Due conclusioni, fra le altre, si impongono. Innanzitutto le crociate sono state all'origine una reazione obbligata all'aggressività di un'orda che si spingeva sempre più in là e che doveva essere fermata. Poi appare evidente che l'ostilità del mondo islamico per l'Occidente in conseguenza delle crudeltà crociate è un fenomeno suscitato ad arte, in un'epoca a noi vicina, da chi voleva infiammare gli animi per motivi che la storia degli ultimi anni ha perfettamente chiarito.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La guerra di Messina 1674-1678. «Chi protegge li ribelli d'altri principi, invita i propri a' ribellarsi»"
Editore: Guida
Autore: Barbagallo Salvatore
Pagine: 222
Ean: 9788868663100
Prezzo: € 15.00

Descrizione:I mutamenti nei caratteri della società, del sistema economico e del potere locale di Messina nel XVII secolo sono decisivi per stabilire gli equilibri geopolitici nel Mediterraneo. La ricerca mette a fuoco gli intrecci che si determinano fra i tre piani: quello locale (del nucleo urbano attraverso le sue strutture demografiche, economiche e istituzionali), quello del regno e quello del sistema imperiale spagnolo. Inoltre, attraverso lo studio delle relazione dei consoli veneziani, dei nunzi apostolici e di tutta una diaristica inedita (rintracciata presso la Biblioteca Apostolica Vaticana, e in parte posta in appendice al libro), cerca di interpretare questo complesso fenomeno ricorrendo a strumenti concettuali interdisciplinari. Emerge un quadro interpretativo ricco di implicazioni nelle quali si evince che nei passaggi di scala dal grande al piccolo esiste un filo rosso che può essere ricondotto alla particolare posizione geografica della città posta su un confine tra il Mediterraneo orientale e occidentale, tra l'impero asburgico e quello ottomano, tra gli interessi francesi e quelli britannici.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La mobilità sociale nel Medioevo italiano"
Editore: Viella
Autore:
Pagine: 148
Ean: 9788867288953
Prezzo: € 22.00

Descrizione:I contributi che compaiono nel volume evidenziano bene, anche attraverso l'analisi di alcuni percorsi individuali, come nella Roma dei secoli XII-XV molti esponenti del clero locale siano riusciti a giovarsi in varia misura dei vantaggi offerti loro dal ruolo di centralità che la città aveva assunto come sede della cristianità. Mettendo a frutto il capitale economico, culturale, sociale e simbolico del quale disponevano, essi compirono la propria ascesa sociale e la riverberarono sulle proprie famiglie, riuscendo in molti casi a garantire ai discendenti ruoli e status di alto livello per più generazioni. Lo stesso riuscirono a fare molti esponenti del clero provenienti dallo Stato pontificio e da più lontano, attratti a Roma proprio dalle opportunità offerte dalla città dei papi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Istituzioni, scritture, contabilità. Il caso molisano nell'Italia tardomedievale"
Editore: Viella
Autore:
Pagine: 367
Ean: 9788867288311
Prezzo: € 38.00

Descrizione:L'attenzione a una "storia documentaria" dei poteri tardomedievali si colloca al crocevia di una serie di ricerche recenti di grande interesse, legate da un lato al rapporto fra scritture e potere, dall'altro ai processi di state-building. Il presente volume si propone di fare convergere questo fascio di tematiche attorno a un caso specifico: le fonti relative alle comunità e alle grandi stirpi feudali radicate in quel che ora consideriamo Molise durante l'età angioino-aragonese (XIII-XV sec.). Il caso molisano viene poi inserito nei più ampi scenari del Regno di Napoli e della penisola, mettendo a fuoco lo specifico snodo costituito dal rapporto fra scritture cancelleresche e contabili e istituzioni nel costruirsi di relazioni complesse fra centri e territori.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storia dei longobardi"
Editore: Skira
Autore: Paolo Diacono
Pagine: 167
Ean: 9788857235189
Prezzo: € 12.00

Descrizione:L'"Historia Langobardorum" di Paolo Diacono, qui proposta in traduzione italiana, è considerata uno dei capolavori della storiografia antica. L'autore, in stretti rapporti con le corti ducali longobarde di Cividale e Pavia, imbevuto di cultura classica, risiedeva presso la corte di Carlo Magno, che dei Longobardi era stato il vincitore. Suddivisa in sei libri, narra la storia del popolo Longobardo dalle origini alla morte del re Liutprando, nel 744. Questa "Storia" è anche un affresco di ampio respiro sul paesaggio europeo dell'epoca, sulle grandi migrazioni delle genti e lo scontro delle civiltà, raccontati talora con l'ingenuità tipica del cronista altomedievale, talora con l'acume politico del grande storiografo, in un'affascinante testimonianza del percorso di un popolo di conquistatori che, della cultura tardoromana e cristiana, furono allo stesso tempo vincitori e vinti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO