Libreria cattolica

Libri - Letteratura Dal 1900



Titolo: "Il velo di Maya. Scritti in onore di Maria Vittoria D'Amico"
Editore: Bonanno
Autore:
Pagine: 384
Ean: 9788863181814
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Allieva di Elémire Zolla e di Marisa Bulgheroni, pioniera degli studi in Italia su Thomas Pynchon, Paul Bowles, gli scrittori Native-American; specialista di letteratura post-moderna, di cultura italo-americana, dei rapporti tra gli Stati Uniti e il Mediterraneo; visiting professor a Berlino, Toronto, New York, San Diego, Austin; direttore del Dottorato di Studi Inglesi e Anglo-americani da lei istituito presso l'Università di Catania (1997-2010); socia dell'International Society for Contemporary Literature and Theatre di Bruges, dell'European Association for American Studies (EAAS) e dell'Associazione Italiana di Studi Nordamericani (AISNA), di cui è stata co-fondatrice, Maria Vittoria D'Amico è figura di prima grandezza nel panorama degli studi anglo-americani in Italia. Il presente Festschrift raccoglie i contributi di quanti, fra le due sponde dell'oceano, hanno avuto il piacere e l'onore di conoscerne e apprezzarne le qualità di maestra, collega e amica che al rigore della ricerca ha sempre saputo coniugare profonda umanità e coinvolgente passione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sergio Atzeni e le voci della Sardegna"
Editore: Bononia University Press
Autore:
Pagine: 320
Ean: 9788869232633
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Sono passati oltre vent'anni dalla scomparsa dello scrittore Sergio Atzeni (1952-1995), ma la sua opera, radicata profondamente nella tradizione sarda e insieme aperta all'innovazione e al dialogo con la cultura contemporanea internazionale, continua ad avere una fortissima presenza in Sardegna e a suscitare un ampio interesse in Italia e all'estero. Questo volume, composto di quindici capitoli firmati da scrittori e da studiosi attivi in università italiane e straniere, indaga molti aspetti della scrittura di Atzeni: le relazioni con la letteratura e la politica sarda, con la tradizione letteraria italiana e con fenomeni culturali internazionali; il ricorso alle tecniche allegoriche e la riflessione sui rapporti fra storia e narrativa; i dialoghi con la musica e con il cinema; i caratteri tematici, strutturali e stilistici delle sue opere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Saggi su Bassani"
Editore: Aracne
Autore: Actis Grosso Maurice
Pagine: 172
Ean: 9788825506136
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Nell'intersezione tra universale e particolare, l'opera occupa un peculiare orizzonte nella letteratura italiana contemporanea. La sua tematica principale illustra la sua produzione romanzesca nota come letteratura italiana di ispirazione ebraica o letteratura ebraica italiana. Il prisma scelto dall'autore impone al lettore un protocollo di lettura, un palinsesto interpretativo e culturale imperniato sulla minoranza ebraica. Tale unicità strutturale e tematica sfocia nel panorama intimo e storico-sociale delle specificità comunitarie dell'ebraismo italico in un frangente politico drammatico durante gli anni del fascismo e delle leggi razziali. Di fronte alla minaccia dell'eccidio della Shoah s'impone all'autore la prospettiva morale della salvaguardia di una memoria antica sull'orlo del precipizio in ogni sua manifestazione esistenziale. La sua prospettiva memoriale si estende dalle rive della concretezza dell'esistenza quotidiana della sua Comunità di appartenenza, a livello prosaico, ai lidi delle radici plurisecolari, in un'amplificazione nel tempo e nello spazio riguardo tale ispirazione come argomento radicato nella storia e nella coscienza del popolo ebraico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sciascia moderno. Studi, documenti e carteggi"
Editore: Pendragon
Autore: Moliterni Fabio
Pagine: 221
Ean: 9788865989135
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Gli studi compresi in questo volume tentano di mettere in evidenza lo sfondo moderno o neomodernista, le diramazioni nient'affatto scontate della tensione riflessiva e concettuale di Sciascia e della sua idea di letteratura, la natura ambivalente e bifronte del suo pensiero. E in particolare provano a indagarne l'aspetto strutturale, ovvero la dimensione generativa di complesse configurazioni semantiche e formali che attraversano dagli esordi alle ultime opere la sua scrittura, non trascurando di fare luce su certi aspetti apparentemente minori o laterali del suo profilo intellettuale, sulle stratificazioni storico-politiche e geo-letterarie della sua formazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gli intellettuali/scrittori ebrei e il dovere della testimonianza. In ricordo di Giorgio Bassani"
Editore: Firenze University Press
Autore:
Pagine: 736
Ean: 9788864535616
Prezzo: € 24.90

Descrizione:"Un'umanità che dimenticasse Buchenwald, Auschwitz, Mauthausen, io non posso accettarla. Scrivo perché ci se ne ricordi": così Giorgio Bassani a chi gli chiedeva notizie sull'origine della sua scrittura. Guidata da queste parole Anna Dolfi ha costruito un tessuto di suggestioni che hanno spinto studiosi italiani e stranieri e persino alcuni protagonisti a riflettere su narratori, poeti, saggisti, storici, filosofi, editori, artisti, che dalla storia di una difficile appartenenza sono stati indotti a una sorta di fatale, testimoniale dovere morale. Ne è nato un libro che, partendo dalla tradizione ebraica antica, da leggende rivissute in chiave politica e libertaria, dopo il romanticismo e l'Ottocento tedesco porta in primo piano le moderne voci della letteratura/cultura europea e nord americana, della tradizione yiddish e orientale. A ricorrere sono i nomi della grande intellettualità ebraica della mitteleuropa, di Canetti, Schulz, Dòblin, Antelme, Wiesel, Sebald, Oz, Grossman, Nelly Sachs, Irene Némirovsky, tra gli italiani quelli di Loria, Natalia Ginzburg, Giacomo Debenedetti, Cesare Segre, soprattutto di Giorgio Bassani e di Primo Levi che, per serbare memoria della tragedia della persecuzione e della Shoah, hanno scelto di collocare la loro intera opera "entre la vie et la mort". Inducendo a ricordare come il dovere di testimoniare si leghi all'affetto e al lavoro del lutto, all'effetto duraturo di una ferita immedicabile che ha nutrito la connessione tra la verità dell'accaduto e quello che si potrebbe chiamare il vero della creazione, "le vrai du roman".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Federico Hindermann poeta e intellettuale"
Editore: Edizioni ETS
Autore:
Pagine: 202
Ean: 9788846749925
Prezzo: € 22.00

Descrizione:A una ponderata lettura dell'opera di Federico Hindermann (1921-2012) da sempre si oppone la mancanza di una considerazione complessiva delle sue componenti principali. Ragioni geografiche, cronologiche e linguistiche hanno infatti separato l'attività dell'intellettuale, attivo fin dagli anni '40, tra Basilea e Zurigo, nell'ambito del giornalismo culturale e dell'editoria, da quella del poeta in italiano, sbocciata improvvisamente, a sud delle Alpi, trent'anni dopo. La critica ha certamente sofferto di queste fratture e ha finora operato nella discontinuità: la perlustrazione che qui si offre, a largo raggio e con prospettive variate, si propone di fornire un primo ritratto unitario di una figura che ha lasciato una traccia significativa su diverse generazioni di scrittori e uomini di cultura italiani e svizzeri.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ritratto della scrittrice da giovane. Con ebook"
Editore: UTET
Autore: Woolf Virginia
Pagine: 338
Ean: 9788851153243
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Lungo la sua vita Virginia Woolf tenne un fittissimo epistolario: a leggerlo tutto insieme, compone una sorta di autobiografia sui generis, intima e sincera. Le lettere scelte raccolte in questo volume tratteggiano un "Ritratto della scrittrice da giovane", dalla fanciullezza fino al matrimonio: dalle prime, scritte quando era ancora una ragazzina, la raccolta si snoda raccontando l'insorgere della malattia, le amicizie affettuose, le collaborazioni giornalistiche e l'impegno civile. In questi pochi anni di gioventù già si addensavano i presagi di un destino tragico, tanto geniale e creativo quanto doloroso e infelice. Ma non è solo un autoritratto epistolare. Pagina dopo pagina, come spiega nel suo saggio introduttivo Nadia Fusini, entriamo nella stanza della scrittrice: «I miei amati libri col dorso di pelle, così belli, ritti sugli scaffali, un bel fuoco, la luce elettrica, un'enorme massa di manoscritti, lettere, bozze, penne e inchiostri sul pavimento e un po' dappertutto». Che si dilunghi nella descrizione della società del tempo o annoti brevemente i piccoli problemi quotidiani, che analizzi i romanzi più in voga o getti il seme delle idee che confluiranno nelle sue future opere, la scrittura di Virginia Woolf costruisce un ritratto intimo e vibrante, un tassello fondamentale per capire l'opera e la personalità di una delle autrici più amate di sempre. Con un saggio di Nadia Fusini.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fanta-onomastica. Scorribande onomastiche nella letteratura fantastica del Novecento"
Editore: Edizioni ETS
Autore: Zangrandi Silvia
Pagine: 136
Ean: 9788846750754
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Ormai dissodato il sentiero lungo il quale camminano letteratura e onomastica, ormai infoltito il territorio delle ricerche condotte all'interno del recinto indicato, ormai oggetto di ininterrotta discussione la metodologia cui affidarsi, è diventato possibile muoversi all'interno degli studi di onomastica letteraria approdando a una plurima varietà di ricerche. Si potrà allora indagare l'uso e il trattamento dell'onomastica all'interno di un filone specifico della testualità letteraria, il fantastico, in un preciso arco temporale, il Novecento. È quest'ultima la modalità adottata nel presente volume. L'analisi viene affidata all'individuazione di temi, situazioni, figure che spaziano dalla problematizzazione dell'unità psichica dell'individuo (sdoppiamenti; scienziati pazzi) a figure rappresentative dell'altrove inconoscibile (sirene; fantasmi). L'ampia campionatura di testi provenienti da numerose e spesso tra di loro distanziatissime aree culturali e geografiche disegna una mappa dell'impiego di varie forme di classificazione onomastica. Le ricadute del fantastico si avvertono infatti anche sulla scelta dei nomi dei personaggi, che vanno da nomi comuni e diffusi, senza dimenticare gli ipocoristici, a nomi comuni ma con potere evocativo; a questi si aggiungono i nomi parlanti, i nomi della tradizione antica o evocatori di mondi lontani, i nomi di invenzione, lo slittamento metaforico dal nome proprio al nome comune. Con prepotenza si affaccia infine l'occultamento del nome: un silenzio denso di significati indica l'impossibilità di nominare l'innominabile e così l'occultamento del nome si fa emblema della volontà di far tacere un messaggio 'altro'.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il lido più lontano. Horcynus Orca e gli effetti della guerra"
Editore: Luca Sossella Editore
Autore: Alfano Giancarlo
Pagine: 160
Ean: 9788897356462
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Il lido più lontano è la monografia più completa su "Horcynus Orca" di Stefano D'Arrigo. Nella prima parte il libro affronta il romanzo con tre diversi metodi (analisi del racconto, stilistica, variantistica); nella seconda propone un'interpretazione complessiva dell'opera, collocandola all'interno della maggiore letteratura del secondo Novecento italiano: Pasolini, Pomilio, Caproni, Sereni, Elsa Morante. La storia di un Ulisse impossibile, destinato a non tornare mai più alla sua Itaca. Questo libro offre un'analisi generale del romanzo di D'Arrigo ricollegandola al complesso clima culturale e spirituale italiano all'uscita dalla seconda guerra mondiale, affrontando con diversi metodi e punti di vista questa opera straordinaria per invenzione narrativa e potenza dello stile.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il dialetto in poesia. Studio metrico sulla poesia novecentesca nel Nord Italia"
Editore: Edizioni ETS
Autore: Calligaro Silvia
Pagine: 464
Ean: 9788846749369
Prezzo: € 42.00

Descrizione:Il volume affronta da un punto di vista metrico la poesia dialettale contemporanea del Nord Italia, applicandosi a un insieme di testi scritti in dialetti gallo-italici, riconducibili cioè a quel gruppo linguistico che attraversa le varietà di Piemonte, Lombardia, Liguria ed Emilia Romagna. Nello specifico, il corpus studiato include le forme poetiche del secondo Novecento che hanno convertito il verso libero a una discreta regolarità. Appurata la particolare fortuna della quartina presso i dialettali lungo tutto il secolo, un folto gruppo di testi poetici rappresentativi del processo di ridefinizione e di riassorbimento di questa struttura è stato sottoposto a schedatura sistematica. Ne è risultato un repertorio delle strutture semplici delle quartine, delle ottave e di tutte le forme metriche che costituiscono un testo monostrofico multiplo di quattro, dove insomma il ritmo, la sintassi o lo schema delle rime svelino una struttura in quartine. Il libro di Silvia Calligaro non propone solo una riflessione sulle forme della poesia regionale, ma traccia anche un panorama generale della poesia dialettale contemporanea nelle regioni centro-occidentali del Nord Italia, di cui registra con attenzione le tendenze di fondo, caratterizzate dalla frequente alternanza tra innovazioni e stasi conservative.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Hermann Hesse e il mito di Sé. L'uomo creativo che viveva con gli Archetipi"
Editore: Moretti & Vitali
Autore: Marino Matteo
Pagine: 163
Ean: 9788871867021
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Questo libro è un'avventurosa analisi del processo creativo e individuativo di un uomo, che affidandosi al potere di una scrittura ispirata è riuscito ad entrare in contatto con gli insegnamenti delle eredità archetipiche. Affidandosi e talvolta scontrandosi coi nemici e gli amici del suo mondo fantasmatico interiore, facendo rivivere - reinterpretandole - le sue emozioni, i conflitti, le paure e le doti attraverso le peripezie dei suoi personaggi romanzati, come fossero gli attori di uno psicodramma o i manichini di un teatro magico, ha dato avvio ad una catarsi simbolica collettiva. Come un ramoscello che oscilla tra le immense fronde mosse dai venti, si è tenuto in equilibrio muovendosi affannosamente e vivendo appassionatamente tra i contrari ma complementari aspetti del Sé, fino alla tanto agognata armonia: il ricongiungimento con madre natura, anima di tutte le cose e fonte di vita. Ancorandosi alla maieutica della psicoterapia junghiana è riuscito ad incamminarsi con coraggio alla ricerca dell'anima perduta, a immergersi negli abissi della madre terra e a perdersi, per poi ritrovarsi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Con Majakovskij"
Editore: Bordeaux
Autore: Brik Lili, Benedetti Carlo
Pagine: 144
Ean: 9788899641481
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Intervista di Carlo Benedetti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Marinetti e il futurismo"
Editore: Mondadori
Autore:
Pagine: LXXII-482
Ean: 9788804686149
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Nella storia delle avanguardie europee il futurismo rappresenta lo stadio iniziale, esplosivo, che contiene in nuce i futuri sviluppi della più avanzata arte novecentesca. Primo autentico movimento dotato di un'ideologia globale, è stato capace di abbracciare i vari campi dell'esperienza umana: dalle arti alla politica, dalla morale al costume. Scopo di questa ricca antologia, curata da uno dei massimi specialisti dell'argomento, è offrire al lettore i testi fondamentali, tanto i manifesti teorico-programmatici quanto le realizzazioni creative, per comprendere la complessità di interessi e di realizzazioni del movimento in letteratura e pittura. Il risultato è una mappa documentaria che ci fa assaporare il bruciante e rivoluzionario avvio artistico del "secolo breve".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scrivere lettere nel Novecento. Studi sui carteggi di Elody Oblath e Scipio Slataper, Giani e Carlo Stuparich, Antonia Pozzi e Dino Formaggio, Goffredo Parise e Vittorio Sereni"
Editore: CieRre
Autore:
Pagine: 118
Ean: 9788883149290
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Voce dell'io, aperta, illimitata, affettiva, la scrittura epistolare è stata una componente fondamentale, anche se spesso nascosta, della letteratura del Novecento. Questo libro, risultato di ricerche condotte su testi per la maggior parte inediti, ne mette in luce quattro casi esemplari. I primi due arrivano dalla Trieste degli anni che precedono la Grande Guerra: le lettere di Elody Oblath a Scipio Slataper testimoniano l'ansia espressiva di una giovane donna a confronto con il brillante autore de "Il mio Carso", quelle di Giani e Carlo Stuparich ci fanno entrare nel dialogo tra due fratelli impegnati nella costruzione della loro coscienza umana e letteraria. Con il carteggio tra Dino Formaggio e Antonia Pozzi, un'altra giovane donna inquieta, destinata a fama postuma grazie alle poesie di Parole, ci spostiamo nella Milano fascista del 1937-38; approdiamo infine agli anni '60 con le tre appassionate lettere di Goffredo Parise (riprodotte nel volume) all'amico Licisco Magagnato, direttore a Verona del Museo di Castelvecchio, e con il carteggio tra lo stesso Parise e Vittorio Sereni, in rappresentanza dell'editore Mondadori, per la pubblicazione di un romanzo epocale come "Il Padrone".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un amore di Giacomo. Poemetto in prosa di James Joyce nella Trieste di primo Novecento"
Editore: Castelvecchi
Autore: Crivelli Renzo S.
Pagine: 221
Ean: 9788832821116
Prezzo: € 22.00

Descrizione:"Un amore di Giacomo" è una storia sentimentale che ha come protagonista James Joyce, il grande autore dell'Ulisse. Come Charles in "Un amore di Swann" di Proust, "Giacomo" ha un alter ego dell'autore: così che a Odette, la donna irraggiungibile amata da Swann, possiamo sostituire una (o più) allieve del professor James Joyce. Tutto questo contiene "Giacomo Joyce", un poemetto in prosa dello scrittore irlandese trovato fra le sue carte dopo la morte e uscito postumo nel 1968. Si tratta di una serie di "quadri", tutti con lo sfondo di Trieste e composti fra il 1905 e il 1914, che hanno come oggetto una storia d'amore fra Joyce e una (o più) "jeunes filles en fleurs" della borghesia austriaca d'inizio Novecento. Joyce insegnò inglese alla Berlitz School triestina, ma per arrotondare frequentò anche le ricche case dell'establishment cittadino, riscuotendo molto successo con le sue lezioni. A questa edizione, a cìnquant'anni dalla prima, si affianca una minuziosa ricostruzione del mondo dorato delle giovani allieve che entrarono in contatto con lui e degli ambienti della Trieste asburgica attraversata da ventate di irredentismo. Il testo è commentato anche tramite un ampio apparato di annotazioni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Introduzione a Elias Canetti. La scrittura come professione"
Editore: Orthotes
Autore: Mazzone Leonard
Pagine: 212
Ean: 9788893141178
Prezzo: € 19.00

Descrizione:Quando morì, a Zurigo, il 14 agosto 1994, Elias Canetti lasciò a lungo increduli amici e conoscenti. Il premio Nobel per la letteratura aveva infatti dedicato tutta la vita al tentativo di sconfiggere la morte attraverso il potere salvifico della scrittura. Suoi compagni, in questa missione impossibile, furono la lingua tedesca, il vizio di ascoltare le voci dei contemporanei, l'abilità nel decifrare alcuni dei fenomeni più enigmatici del Novecento con immagini capaci di "afferrare il secolo alla gola". Tracce affascinanti di questa guerra solitaria attraversano il suo unico romanzo, i drammi teatrali, i quaderni di appunti, i saggi e quella che Canetti stesso definì l'opera della sua vita: "Massa e potere". Questa "Introduzione" restituisce al lettore tutta la ricchezza della produzione letteraria, autobiografica, saggistica, aforistica e drammaturgica di un grande intellettuale indisciplinato.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Clizia, la volpe e le altre. Dagli «Ossi» alla «Bufera» le donne di Montale"
Editore: Tabula Fati
Autore: Pellegrini Antonietta
Pagine: 136
Ean: 9788874756209
Prezzo: € 11.00

Descrizione:La delicatezza e la passione di Eugenio Montale raccontate attraverso un'opera unitaria che tratta delle figure femminili più importanti delle poesie raccolte negli "Ossi di seppia", "Le occasioni" e "La Bufera e altro". In un solo testo si incontrano le figure di Clizia, Gerti, Dora Markus, la Volpe e tutte altre, attraversando l'amata terra ligure, fino a Firenze, vivendo i momenti familiari e quelli di inquietudine storica. La trasfigurazione della moderna donna-angelo, la passionalità del legame con Maria Luisa Spaziani, gli stralci di un amore consumato dalla guerra, saranno affrontati in un'opera che vuole sottolineare la continuità e il mutamento attraverso il tempo e la ricerca di Montale sul suo stesso lavoro poetico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Primo Levi. Una vita"
Editore: UTET
Autore: Thomson Ian
Pagine: 820
Ean: 9788851150136
Prezzo: € 35.00

Descrizione:Nel luglio 1986 Ian Thomson incontra Primo Levi: si trova davanti un uomo serio e dolce allo stesso tempo, che parla con generosità, dando vita a una conversazione piena di un'allegria inaspettata. Nove mesi dopo, l'11 aprile 1987, lo scrittore si sarebbe suicidato nella casa di Torino in cui era nato: la stessa casa in cui aveva vissuto l'intera vita, fatti salvo i terribili anni della deportazione ad Auschwitz. Ian Thomson ha passato più di dieci anni in Italia interrogando 300 persone tra conoscenti, parenti e amici di Levi e consultando testimonianze e fonti di archivio. Da questo lungo lavoro di scavo esce un ritratto complesso di Levi, che prova a sbrogliare la matassa di una vita trascorsa fra la chimica e la letteratura, la fabbrica e la macchina da scrivere. Thomson, evitando di schiacciarsi sull'autobiografia finzionale costruita da Levi stesso e aggirando la sua nota riservatezza, ricostruisce il suo rapporto con la famiglia, la passione per la montagna, la storia dei rifiuti editoriali e infine formula alcune ipotesi riguardo il suicidio. La biografia dello scrittore italiano che più di ogni altro ha saputo interrogare in profondità la storia oscura del Novecento, raccogliendola in qualche modo tutta nell'arco troppo breve della sua vita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Viva! Diario fiorentino"
Editore: Bompiani
Autore: Athill Diana
Pagine: 288
Ean: 9788845293573
Prezzo: € 17.00

Descrizione:In occasione del suo centesimo compleanno Diana Athill, una vera e propria istituzione dell'editoria inglese, ci regala un doppio memoir sorprendente sui viaggi e sulle cose importanti della vita. Una vita, la sua, vissuta intensamente, ricca di soddisfazioni professionali e ricchissima di relazioni. Che cosa conta davvero alla fine? In quella strana stagione che è la vecchiaia quali sono i ricordi che rimangono e aiutano a dare un senso a tutta un'esistenza? La cronaca del viaggio a Firenze fatto in gioventù con la cugina Pen e la vita nella casa di riposo, dopo un'esistenza costellata di appaganti incontri intellettuali, si saldano in questo libro che restituisce il ritratto di una donna fuori dal comune. Una donna forte che ha vissuto assaporando ogni istante della sua lunga vita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Parole e immagini per Nelo Risi"
Editore: Interlinea
Autore:
Pagine: 128
Ean: 9788868571528
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Il discorso di questo libro, svolto da numerose voci che fecero parte della straordinaria esperienza intellettuale e umana di Nelo Risi, documenta la genesi e gli sviluppi del suo viaggio alla ricerca del "bello" tra le rovine della Storia. "Non sono un letterato (un oggetto scolastico). Semmai un elemento artistico pluriculturale autonomo, con varie esperienze anche a rischio, che mi hanno condotto in giro per il mondo: educato da medico, traduttore, scrittore in proprio, uomo di cinema legato all'immagine". Sono parole che il poeta annota per motivare uno stile capace di tradurre in versi e visioni essenziali la "sostanza" del mondo: una forma aristocratica di "civilissima" trasparenza che ha proiettato la sua opera verso "un futuro non finito": "Monolitica o musica/l'opera è là/per l'eternità".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Album Primo Levi. Ediz. illustrata"
Editore: Einaudi
Autore:
Pagine: 342
Ean: 9788806235147
Prezzo: € 60.00

Descrizione:A trent'anni dalla scomparsa di Primo Levi, questo volume intende proporre al pubblico un ritratto, per testi e immagini, di una tra le figure più complesse della letteratura e della cultura del Novecento. Né biografia né saggio monografico, l'"Album Primo Levi" si configura piuttosto come un film documentario steso su carta, data la rilevanza che vi assume il materiale iconografico, rappresentato da oltre 400 immagini in gran parte inedite, e da un graphic novel dell'artista Yosuke Taki, ispirato al racconto «Carbonio». Ed è sempre nel rapporto con la dimensione visiva che i testi contenuti nel volume trovano una specifica ragion d'essere: primi fra tutti quelli di Levi, che - in centinaia di citazioni tratte da scritti celebri, rari o del tutto ignoti - entrano in immediata comunicazione con le figure in una continua e sempre coerente alternanza di letteratura e cronaca, poesia in versi e testimonianza storica, invenzione fantastica e intervento pubblico. Il lavoro dei due curatori lega in una documentata trama narrativa ciascuno degli ampi quadri tematici in cui l'opera è suddivisa. Dedicate rispettivamente al mestiere di chimico, al rapporto con la montagna, all'esperienza del Lager, ai mondi della scrittura e della traduzione, e infine alle declinazioni del «fare» creativo - artistico o professionale -, le sezioni dell'"Album" sono completate da due appendici. La prima, topografica, presenta i luoghi essenziali nella vita di Primo Levi, a Torino e nel Piemonte-Valle d'Aosta; la seconda, in chiusura, è un riepilogo cronistorico per immagini.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Perché essere felice quando puoi essere normale?. Con Segnalibro"
Editore: Mondadori
Autore: Winterson Jeanette
Pagine: 206
Ean: 9788804685227
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Nell'autunno del 1975 la sedicenne Jeanette Winterson deve prendere una decisione: rimanere al 200 di Water Street assieme ai genitori adottivi o continuare a vedere la ragazza di cui è innamorata e vivere in una Mini presa in prestito. Sceglie la seconda strada, perché tutto quello che vuole è essere felice. Tenta di spiegarlo alla madre, che però le chiede: "Perché essere felice quando puoi essere normale?". Da questa frase inizia il racconto intimo e personale di un'infanzia trascorsa fra un padre indifferente e una madre che passa le notti sveglia ad ascoltare il Vangelo alla radio, impastando torte e lavorando a maglia. La sua è fin dall'inizio la storia di una lotta per sopravvivere alle prepotenze di questa madre, che trova normale lasciare la figlia fuori dalla porta tutta la notte e sottoporla a esorcismi liberatori. Una lotta per affermare se stessa, la propria omosessualità e l'amore per i libri. Perché questa è anche la storia di un amore infinito per la letteratura, nato per proteggersi e per cercare quell'affetto stabile che in casa sembra mancare irrimediabilmente, un amore che resiste anche quando la madre scopre i libri che Jeanette nasconde e li dà alle fiamme. Con generosità e onestà intellettuale, Jeanette Winterson scava nei propri pensieri e sentimenti di bambina, adolescente e donna, ripercorrendo nel contempo la sua dolorosa ricerca della famiglia naturale. Ne esce un racconto intenso, a tratti tragico ma anche allegro, come sa essere la sua scrittura.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pasolini. Un omicidio politico. Viaggio tra l'apocalisse di Piazza Fontana e la notte del 2 novembre 1975"
Editore: Castelvecchi
Autore: Bolognesi Paolo, Speranzoni Andrea
Pagine: 275
Ean: 9788832821468
Prezzo: € 17.50

Descrizione:Il 2 novembre del 1975 all'Idroscalo di Ostia viene rinvenuto il corpo massacrato dello scrittore Pier Paolo Pasolini. La televisione italiana basa la responsabilità dell'omicidio sulla confessione di Giuseppe Pelosi, che solo nel 2005 ammetterà la presenza di altre persone. Pochi giorni dopo anche Sergio Cittì inizierà a parlare del furto di alcune bobine delle riprese del film Salò o le 120 giornate di Sodoma e delle richieste estorsive che precedettero l'omicidio. Le bobine rubate ricomparvero inaspettatamente nel 1976, ma ad oggi non sono mai state visionate. L'ultima inchiesta della Procura di Roma acquisisce nuovi materiali inediti, testimonianze di chi vide almeno 6-7 persone massacrare Pasolini. Gli autori, analizzando l'ultima indagine giudiziaria - documentazione inedita contenuta nei processi per le stragi di Piazza della Loggia e di Piazza Fontana -, il rapporto epistolare emerso tra Pasolini e Giovanni Ventura - nel 1974-1975 uno dei due principali imputati per la strage di Piazza Fontana del 12 dicembre 1969 - e gli "interventi corsari" dello scrittore, individuano i gravi episodi di minaccia che Pasolini aveva subito prima dell'omicidio. Aggressioni fisiche cui fa da contrappunto la scelta del poeta civile di dire la verità sulle dinamiche del nuovo Potere senza volto e sui patti che si fondavano sulle stragi. Prefazione di Carlo Lucarelli.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Orfeo barbaro. Cultura e mito in Dino Campana"
Editore: Marsilio
Autore: Martinoni Renato
Pagine: 222
Ean: 9788831727990
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Con la sua poesia, ricca di fascino, di sorprendenti intuizioni e di arcani irrisolti, Dino Campana (1885-1932) è uno dei grandi del Novecento. Conviene pertanto non desistere, al di là dell'agiografia bohémienne, dall'aggiornare il quadro delle dinamiche culturali del poeta dei Canti Orfici. Questa silloge di studi prende le distanze dal lato «vagabondo» del poeta «pazzo» e geniale, che sembra rifuggire da ogni categorizzazione, per occuparsi della materia che nutre con vigore la sua opera. I viaggi fuori dall'Italia portano il «Rimbaud italiano» a frequentare le biblioteche e a leggere opere di psicanalisi dell'arte, di autori europei e americani, di filosofi tedeschi. Ecco perché i versi campaniani che, rincorrendo la Chimera, mirano alla «purità di accento», sono rivelatori di quelle «dissonanze» del mondo che avvicinano Campana ai più importanti poeti del suo tempo. Questo è però anche un viaggio nei pensieri e nelle angosce, negli amori e nei risentimenti di chi, nella fuga, non cerca il dissolversi delle cose ma trova l'uomo: nelle sue inquietudini esistenziali, nelle sue riflessioni, nei suoi deliri, nelle sue dolorose acquisizioni. Un uomo dotato di un'apertura intellettuale del tutto inattesa. Un uomo «nuovo» che incontra, prima del definitivo ricovero in manicomio, attraverso la scrittura e i suoi ideali, in un'epoca di fanatiche illusioni e di sanguinosi conflitti, almeno un poco di conforto nei «giovani fratelli» d'Europa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Clemente Rebora e la grande guerra"
Editore: Studium
Autore: D'Angelo Fiammetta
Pagine: 528
Ean: 9788838244193
Prezzo: € 39.00

Descrizione:Con tale contributo si intende offrire un ritratto di Clemente Rebora e della sua opera - poesie e prose liriche, epistolario - con attenzione peculiare al periodo della Grande Guerra, autentico snodo esistenziale ed artistico. Ma l'intero suo corpus letterario, costante riferimento di queste pagine, rivela l'uomo Rebora e i significati attribuiti all'evento mondiale come all' "esserci". Emblematica e ossimorica scrittura, unitaria nell'ispirazione, è tessuta di ombre luminose e straziante amore per la vita, intesa quale inscindibile condivisione. Continuo il rispecchiamento tra il vissuto privato - degli stretti rapporti familiari, particolarmente con la madre e il fratello Piero; con l'amata russa Lydia Natus; dell'intimo legame di amicizia con Angelo Monteverdi, Antonio Banfi, Daria Malaguzzi, Lavinia Mazucchetti; del forte nexus con Sibilla Aleramo, Michele Cascella, Giovanni Boine, etc. - e la dimensione simbolica ed epocale della deflagrazione mondiale: accettazione rassegnata, orrore, esaurimento della psiche. Progressivo e risolutivo il superamento dell'io, nella dimensione della fratellanza universale, del "tu" vero dell'umano, del "Tu" di Dio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU