Libreria cattolica

Libri - Letteratura Dal 1900



Titolo: "Enrico Filippini editore e scrittore. La letteratura sperimentale tra Feltrinelli e il Gruppo 63"
Editore: Carocci
Autore: Fuchs Marino
Pagine: 303
Ean: 9788843089574
Prezzo: € 29.00

Descrizione:Le vicende che legano Enrico Filippini alla casa editrice Feltrinelli e alla nascita del Gruppo 63 sono al centro di un'ampia indagine, condotta su documenti d'archivio, che chiarisce i rapporti tra la neoavanguardia e l'industria culturale in anni decisivi (1954-69) per l'apertura della cultura italiana a un orizzonte internazionale. Il volume traccia un ritratto a tutto tondo di Enrico Filippini (filosofo, letterato editore, traduttore della letteratura tedesca, scrittore neoavanguardista, giornalista e critico militante) mettendo in luce il legame tra le varie attività e il suo impegno etico. Dalla Milano degli anni Cinquanta, che lo vide protagonista, insieme a Enzo Paci, della riscoperta della fenomenologia e della traduzione di Husserl, al progetto negli anni Sessanta di un aggiornamento della cultura italiana destinato a effetti duraturi. La sua mediazione transnazionale fu fondamentale tanto per la fondazione del Gruppo 63 quanto per la promozione all'estero delle opere di Edoardo Sanguineti ("Capriccio italiano" e "Triperuno").

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg"
Editore: Neri Pozza
Autore: Petrignani Sandra
Pagine: 459
Ean: 9788854511187
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Dalla nascita palermitana alla formazione torinese, fino al definitivo trasferimento a Roma, Sandra Petrignani ripercorre la vita di una grande protagonista del panorama culturale italiano. Ne segue le tracce visitando le case che abitò, da quella siciliana di nascita alla torinese di via Pallamaglio - la casa di "Lessico famigliare" - all'appartamento dell'esilio a quello romano in Campo Marzio, di fronte alle finestre di Italo Calvino. Incontra diversi testimoni, in alcuni casi ormai centenari, della sua avventura umana, letteraria, politica, e ne rilegge sistematicamente l'opera fin dai primi esercizi infantili. Un lavoro di studio e ricerca che restituisce una scrittrice complessa e per certi aspetti sconosciuta, cristallizzata com'è sempre stata nelle pagine autobiografiche, ma reticenti, dei suoi libri più famosi. Accanto a Natalia - così la chiamavano tutti, semplicemente per nome - si muovono prestigiosi intellettuali che furono suoi amici e compagni di lavoro: Calvino appunto, Giulio Einaudi e Cesare Pavese, Elsa Morante e Alberto Moravia, Adriano Olivetti e Cesare Garboli, Carlo Levi e Lalla Romano e tanti altri. Perché la Ginzburg non è solo l'autrice di un libro-mito o la voce - corsara quanto quella di Pasolini - di tanti appassionati articoli che facevano opinione e suscitavano furibonde polemiche. Narratrice, saggista, commediografa, infine parlamentare, Natalia è una "costellazione" e la sua vicenda s'intreccia alla storia del nostro paese (dalla grande Torino antifascista dove quasi per caso, in un sottotetto, nacque la casa editrice Einaudi, fino al progressivo sgretolarsi dei valori resistenziali e della sinistra). Un destino romanzesco e appassionante il suo: unica donna in un universo maschile a condividere un potere editoriale e culturale che in Italia escludeva completamente la parte femminile. E donna vulnerabile, e innamorata di uomini problematici. A cominciare dai due mariti: l'eroe e cofondatore della Einaudi, Leone Ginzburg, che sacrificò la vita per la patria, lasciandola vedova con tre figli in una Roma ancora invasa dai tedeschi, e l'affascinante, spiritoso anglista e melomane Gabriele Baldini che la traghettò verso una brillante mondanità: uomini fuori dall'ordinario ai quali ha dedicato nei suoi libri indimenticabili ritratti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Kafka umorista"
Editore: Medusa Edizioni
Autore: Crespi Guido
Pagine: 138
Ean: 9788876984181
Prezzo: € 16.00

Descrizione:L'analisi della comicità in Kafka di Guido Crespi ha una carica innovativa rispetto all'interpretazione che di Kafka vede solamente l'artefice di un'opera che contestava dall'interno le ragioni che rendono possibile il totalitarismo. È evidente, come scrisse Kundera nei "Testamenti traditi" che lo scrittore, lungi dall'essere alienato dal suo riso, in realtà "si diverte per noi" mentre inscena le sue storie condendole con crudeltà e sadismo, tanto più notevoli perché serviti freddi con una prosa al tempo stesso allusiva e trasparente (in apparenza, ma sempre con la doppia camera di compensazione del "simbolo nascosto"). David Foster Wallace nel 2005 scrisse che "la comicità di Kafka dipende da una sorta di letterarizzazione radicale di verità solitamente trattate come metafore" dispiacendosi di non essere capace di far comprendere ai propri studenti "che Kafka è comico". Il maggior studioso contemporaneo dello scrittore boemo, Reiner Stach, si è voluto concedere alla fine del monumentale lavoro biografico durato circa vent'anni, un libro propriamente "kafkiano", ovvero composto con "99 reperti" che ci offrono tutti insieme i tratti somatici dell'Uomo-Metamorfosi. Eccone alcuni: "Kafka bara all'esame di maturità", "Kafka s'infuria", "Kafka vorrebbe essere come Voltaire", "Kafka e Brod perdono al gioco i soldi della cassa comune per il viaggio". Il ritratto che ne esce, dove si mettono a nudo i tic di un uomo apparentemente come altri, ma che delle sue ossessioni - compresa quella sessuale, su cui il comico di Kafka si sbizzarrisce non poco (la sua Brunelda era rimasta nel cuore di Fellini, anche se non riuscì a farci il film che avrebbe desiderato, all'incrocio fra la Gradisca e la Grosse Margot) - ha saputo darci il succo più puro e per questo anche il più pericoloso, è a tutti gli effetti una maschera da Commedia dell'arte e non è da escludere che la figura longilinea di Kafka, i suoi tratti minuti e appuntiti del volto, possa trasformarsi nel burattino del ventriloquo, in perfetto abito di gala, che apre e chiude la sua bocca per pronunciare battute franche e crudeli a cui si dà ascolto come un divertimento ma che arrivano a toccare i nostri più nascosti orgogli. Come il saggio di Crespi dimostra. Prefazione di Alessandro Paci.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Jean Cocteau. La squisitezza del mondo"
Editore: Odoya
Autore: Schembri Pascal
Pagine: 246
Ean: 9788862884440
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Se c'è qualcosa che Cocteau sembra aver avuto fin dal principio, quelle sono le idee chiare. Abile nell'individuare il talento e lasciarsene espandere, amava la vita oltre misura per le sue immense opportunità creative. L'amicizia con Picasso perseguita con caparbietà, l'affinità elettiva con Proust, il confronto con André Gide e la simpatia per Edith Piaf, la collaborazione con Blaise Cendrars e l'amore per Jean Marais e Raymond Radiguet, l'ammirazione per Erik Satie e Igor' Stravinskij, il teatro alla Comédie-Francaise e il cinema con "La bella e la bestia", l'affetto per Max Jacob e la vicinanza transculturale con Kiki de Montparnasse: tutto nella vita descritta da Schembri ruota intorno a occasioni imperdibili colte al volo. Da Djagilev e i Balletti Russi a Man Ray e Modigliani, da Ezra Pound e T.S. Eliot a Guillaume Apollinaire, passando per l'ammirazione di Proust e il disprezzo di Breton, il Dorian Gray della cultura francese indaga ogni forma artistica dell'età d'oro parigina del Novecento, superando le guerre, lottando con la dipendenza dall'oppio e ritraendo la «morte al lavoro» in una battaglia all'ultimo sangue contro l'ottusità degli insensibili. Cocteau racchiude in sé la meraviglia proteiforme dell'artista totale: poeta, saggista, drammaturgo, sceneggiatore, disegnatore, librettista, regista cinematografico, pubblicitario, decoratore, imitatore, talent scout e attore... Esplorando trasversalmente tutte le forme ed esaltandone il meglio, non rimane intrappolato in nessuna di esse, anticipando il genio e la factory di Andy Warhol. Di classe elevata, si sottrae a ogni classificazione attribuendo alla creazione artistica l'unica vera nobiltà. Laddove «il genio è una questione di dosaggio e di lenta evaporazione». Introduzione di Marco Ongaro.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La bellezza salverà il mondo. Wilde, Rilke, Cvetaeva"
Editore: Garzanti Libri
Autore: Todorov Tzvetan
Pagine: 284
Ean: 9788811676386
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Per millenni e millenni, gli esseri umani l'hanno chiamato "Dio". Poi ha preso anche altri nomi: "Nazione", "Classe", "Razza". Oggi molti non si riconoscono più in queste forme religiose o politiche, e tuttavia continuano a inseguire l'assoluto. Una delle strade che si possono intraprendere in questa ricerca è l'arte, l'aspirazione alla bellezza. Al centro della vita di Oscar Wilde, Rainer Maria Rilke e Marina Cvetaeva c'è proprio questa ossessione: questi tre grandissimi scrittori non si sono accontentati di creare opere d'arte sublimi, ma hanno posto la loro intera esistenza al servizio del bello e della perfezione. Fino alle estreme conseguenze: per Wilde, questo ha portato alla decadenza fisica e psichica; Rilke ha avuto come compagna costante la depressione; la Cvetaeva è arrivata addirittura al suicidio. Tzvetan Todorov racconta i loro destini, così appassionanti e tragici. E si interroga sul senso più profondo della loro esperienza di "avventurieri dell'assoluto". Per chiedersi in che cosa consista davvero una vita bella e scoprire il segreto dell'"arte della vita".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dal modernismo a oggi. Storicizzare la contemporaneità"
Editore: Carocci
Autore: Luperini Romano
Pagine: 151
Ean: 9788843089994
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Storicizzare la contemporaneità letteraria è necessario per orizzontarsi fra i movimenti e gli autori dagli inizi del Novecento a oggi. Ma è anche difficile perché la contemporaneità scorre sotto i nostri occhi, il canone e la periodizzazione sono ancora incerti e provvisori. E tuttavia qui si tenta, in modo semplice e chiaro, di gettare luce su questo secolo di storia letteraria, di distinguerlo in fasi, di definirne gli autori e le tendenze principali. Così si passano in rassegna il modernismo, il neomodernismo e gli anni più recenti del postmodernismo e dell'ipermoderno. In una serie di rapidi saggi si considerano specialmente i vociani, Saba, Tozzi, Luzi, Sanguineti, Annie Ernaux, la crisi della letteratura e della saggistica le le vicende del romanzo contemporaneo, tra ritorno al realismo e autobiografismo, tra fiction e non fiction, da Saviano e Siti fino agli autori che si sono contesi il Premio Strega nel 2017.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Romain Rolland. Pacifista, libertario e pensatore globale"
Editore: Guida
Autore: Taricone Fiorenza
Pagine: 331
Ean: 9788868663421
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Romain Rolland, (1866-1945), premio Nobel per la letteratura nel 1915, ha rappresentato un punto di riferimento europeo e internazionale per il pacifismo. Musicologo, scrittore di opere teatrali sulla rivoluzione francese, fu inventore di efficaci metafore comunicative, come il titolo "Au-dessus de la mêlée" ("Al di sopra della mischia") che diede al libro pubblicato a guerra in corso, che gli procurò molti attacchi dai nazionalisti francesi. Come volontario, lavorò all'Agenzia internazionale dei prigionieri di guerra a Ginevra, smistando come poteva la corrispondenza fra civili, militari e le loro famiglie. Ha costruito, prima e dopo la guerra, una rete costante di contatti con esponenti politici della sinistra socialista, comunista e sindacalista, francese e internazionale; con Freud, tentò di elaborare la teoria "del sentimento oceanico"; con Gandhi, esplorò la via per cercare di sovvertire ordini sociali e politici ingiusti tramite la non violenza. Sensibile al tema della giustizia sociale, vide nella rivoluzione russa il primo grande tentativo da parte dei lavoratori di costruire una "république du travail". Amico personale di Gorki, visitò personalmente la Russia stalinista negli anni Trenta, ricavandone impressioni contraddittorie. Aveva intravisto chiaramente come la pace fra le due guerre mondiale fosse precaria, e in seguito si schierò apertamente contro i totalitarismi fascista e nazista. Visse l'ultimo periodo della sua vita con l'occupazione tedesca a Vezélay.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cronaca e immagini. 54° Convegno Internazionale di Studi Pirandelliani 2017 - Il Punto su Pirandello"
Editore: Lussografica
Autore:
Pagine: 72
Ean: 9788882434564
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Cronaca e immagini del 54° Convegno Internazionale di Studi Pirandelliani 2017 - Il Punto su Pirandello - 150° Anniversario della nascita di Pirandello e 50° Anniversario della fondazione del Centro Nazionale di Studi Pirandelliani.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Eduardo De Filippo. Tra testo e scena"
Editore: Edizioni Scientifiche Italiane
Autore:
Pagine: 288
Ean: 9788849534849
Prezzo: € 33.00

Descrizione:Con il convegno Eduardo De Filippo tra testo e scena (7 maggio 2014) l'Università di Napoli Federico II ha inaugurato "Eduardiana", il ciclo di incontri e studi svolto sotto l'egida del Forum Universale delle Culture per le celebrazioni del trentesimo anniversario della scomparsa del grande drammaturgo, regista e attore napoletano. Facendo tesoro degli studi filologici e linguistici alla base della fondamentale edizione critica del Teatro di Eduardo, a cura di Paola Quarenghi e Nicola De Blasi, abbiamo ricostruito la storia dei testi e il rapporto tra scrittura e scena, sempre dinamico quando l'autore è anche l'attore che interviene sul testo di propria mano nello scrittoio e con la propria voce sulla scena.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Leonardo Sciascia. La memoria, la nostalgia e il mistero"
Editore: Progedit
Autore: Motta Antonio
Pagine: 140
Ean: 9788861943605
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Antonio Motta è stato particolarmente legato a Leonardo Sciascia. Tutti i racconti sgorgano dalla sua memoria con vivacità: Motta mescola voci, interviste, incontri, che si sono accumulati nella frequentazione dell'autore del "Cavaliere e la morte". Il suo è un viaggio intorno a una grande passione per i libri dello scrittore siciliano, ma è soprattutto un libro di nostalgia dove in filigrana affiora nitido il legame di Sciascia con la sua terra. Sciascia fu uno scrittore - forse il più coraggioso, enigmatico, inquieto del secondo Novecento - anche di incontri trasversali con altri scrittori e artisti che rivivono nelle pagine di questo libro: da Luigi Pirandello a Jorge Luis Borges, da Giuseppe Antonio Borgese a Carlo Levi, da Alberto Moravia a Gesualdo Bufalino, da Roberto Roversi a Bruno Caruso, da Fabrizio Clerici a Giorgio de Chirico, da Federica Galli a Renato Candida.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rosa di Malta. Romanzo inedito. Da un manoscritto di Vincenzo Laurenza"
Editore: Wip Edizioni
Autore: Guarriello Renato
Pagine:
Ean: 9788884594426
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Archivio Luigi Pirandello. Corrispondenza. Convegno Volta per il teatro drammatico 1934"
Editore: Bulzoni
Autore:
Pagine: 144
Ean: 9788868970987
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Il presente volume pubblica per la prima volta integralmente la consistenza della Raccolta Convegno Volta custodita presso l'Istituto di Studi Pirandelliani e sul Teatro Contemporaneo, ovvero la corrispondenza (lettere manoscritte e dattiloscritte, originali o in copia) relativa all'organizzazione dell'importante avvenimento organizzato dalla Classe di Lettere della Reale Accademia d'Italia che vide protagonista Luigi Pirandello nell'ottobre del 1934, appena un mese prima che a lui e al mondo intero giungesse la notizia del conferimento del Premio Nobel. Il mondo teatrale si concentrò a Roma, simbolo vivente dell'Italia fascista e della sua grandezza; dall'8 al 14 ottobre Roma raccolse attorno a sé i maggiori esponenti della cultura e della vita teatrale europea e mondiale; il Convegno Volta fu occasione di incontro e di confronto, i paesi partecipanti relazionarono sulle proprie esperienze teatrali, sul rapporto teatro e stato, sulle più innovative esperienze sceniche e scenotecniche. Furono invitati drammaturghi, critici, scenografi, architetti, artisti, registi, attori, letterati di tutto il mondo, in particolare dei paesi europei, senza distinzione di nazionalità, idee politiche e ideologie. Il Convegno fu l'occasione per mettere al centro delle discussioni il Teatro, per spingere lo Stato, la politica, a riconoscere all'arte teatrale dignità e prestigio. Le relazioni del Convegno furono poi pubblicate nel 1935 in un corposo volume di Atti a cura della Reale Accademia d'Italia. La figura chiave di questo alto momento della storia culturale dell'Italia fascista fu Luigi Pirandello, incaricato dalla Reale Accademia d'Italia, di cui era membro dal 1929, di presiedere al IV Convegno Volta per il Teatro drammatico. Ma la partecipazione di Pirandello al Convegno va oltre il suo ruolo di Presidente, il suo nome è connesso ad un importante e simbolico fatto teatrale intrinsecamente legato alle manifestazioni del Convegno del 1934: la sera dell'11 ottobre al Teatro Jorio, la tragedia pastorale di Gabriele d'Annunzio principali Ruggero Ruggeri nel ruolo di Aligi e Marta Abba in quello di Mila di Codra. I due nomi della cultura italiana del tempo, d'Annunzio e Pirandello, si trovano eccezionalmente uniti sul palcoscenico di un teatro italiano, il messaggio che dovrà arrivare al mondo intero è quello della celebrazione dell'italianità, della grandezza politica e culturale del popolo italiano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La vicenda letteraria di Giuliana Rocchi"
Editore: Maggioli Editore
Autore: Lisi Cinzia
Pagine: 168
Ean: 9788891621986
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Giuliana Rocchi ha sempre rifiutato per sé l'appellativo di poetessa. Costretta a lasciare la scuola in IV elementare, ha coltivato la passione per la poesia dialettale sulle orme del padre, come mezzo per riscattarsi da una vita di lavoro e di fatiche. "Coérti poérsi" chiamava i foglietti volanti su cui scriveva le sue "zirudèle" e "satri". E forse tali sarebbero rimaste se non avesse incontrato Rina Macrelli, intellettuale femminista e animatrice della straordinaria stagione culturale del "Circal de giudéizi", in cui sono cresciuti tutti gli altri grandi poeti santarcangiolesi, a cominciare da Guerra e Pedretti, le cui voci a tratti risuonano nella lingua arcaica e profonda della Rocchi. Il volume ricostruisce, attraverso l'analisi attenta di materiali originali di archivio, la storia di questo incontro e dei frutti che ha dato sul piano letterario, con la trasformazione delle carte perse di Giuliana in poesia esistenziale moderna ed impegnata, fino alla pubblicazione delle raccolte.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lo scrittore giovane"
Editore: Bompiani
Autore: Carnero Roberto
Pagine: 240
Ean: 9788845295812
Prezzo: € 11.00

Descrizione:Dagli anni ottanta si assiste in Italia all'avvento di una ricca produzione di opere scritte da autori giovani che raccontano storie di adolescenti o poco più, la "nuova narrativa" che determina uno svecchiamento delle forme letterarie tradizionali. Il principale protagonista di questa stagione è Pier Vittorio Tondelli (1955-1991), divenuto uno degli scrittori più significativi dell'ultimo mezzo secolo. Nei suoi libri l'adolescenza e la prima età adulta sono rappresentate come un passaggio difficile, in cui la tensione verso la libertà si accompagna a un profondo senso di smarrimento. A quasi trent'anni dalla sua morte, Roberto Carnero ripercorre la vita e le opere di Tondelli delineando in modo chiaro e avvincente la rivoluzione postmoderna che ha innescato, la costante ricerca stilistica, il melting pot culturale, le contaminazioni linguistiche che informano i suoi libri e l'ambiziosa opera di scouting da lui condotta con il progetto Under 25, una vera e propria fucina di giovani talenti che ha impresso alla narrativa italiana una direzione tutt'oggi vitale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gli anni venuti"
Editore: Tabula Fati
Autore: Moretti Vito
Pagine: 208
Ean: 9788874756339
Prezzo: € 15.00

Descrizione:In questo libro Vito Moretti ripercorre la sua vicenda umana e culturale, a partire dagli anni della sua infanzia vissuta in paese - a ridosso del suo mare e del suo cielo - e fino ai grandi incontri della maturità, con personaggi che hanno marcato la fisionomia e la storia dell'ultimo mezzo secolo. Si tratta di un viaggio nel tempo e nei fatti, nei luoghi e nelle realtà, in compagnia di nomi e di intelligenze che si sono trasformati via via in occasioni di pensiero e in circostanze di giudizio e di crescita. Il racconto ha il linguaggio consueto e personalissimo della narrativa di Moretti, con dettati affabulanti e tensioni liriche che ne fanno una piacevole lettura e che danno al libro una consistenza notevole, in risposta al bisogno dell'autore di non dimenticare mai la propria natura di poeta né di venire meno alle sollecitudini profonde della sua sensibilità. Si tratta, dunque, di un'opera che giunge alla scrittura attraverso i fruttuosi riannodi della memoria e con la lucida consapevolezza di aver messo in salvo - pagina dopo pagina - un patrimonio che non è solo della voce narrante.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pasolini e l'acqua"
Editore: Kellermann Editore
Autore: Michielin Elisabetta
Pagine: 80
Ean: 9788867670611
Prezzo: € 10.00

Descrizione:La vita e l'opera di Pier Paolo Pasolini nel suo stretto rapporto con l'acqua dei fiumi e del mare. Dal Tagliamento, alla Livenza; dal Tevere all'Aniene e ritorno.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "«In lontane chiarità». Studi per Mario Luzi (con alcuni inediti)"
Editore: Aracne
Autore:
Pagine: 248
Ean: 9788825509311
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Mario Luzi (1914-2005) è stato una figura chiave della letteratura italiana del Novecento, secolo che ha attraversato quasi completamente. All'indomani del primo centenario dalla nascita, questo volume riunisce interventi di vari studiosi su diversi aspetti della produzione di Luzi, ovvero la poesia, le fonti, la metrica, la saggistica, il teatro, la critica cinematografica e l'insegnamento della letteratura comparata. Accoglie inoltre la riflessione del poeta e traduttore Valerio Magrelli, oltre ad alcuni inediti luziani.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Risposte pratiche, risposte sante"
Editore: Castelvecchi
Autore: Luciano De Fiore
Pagine: 170
Ean: 9788832822014
Prezzo: € 23.50

Descrizione:Attraverso le analisi più incisive di Pasolini, dedicate all'industrializzazione del desiderio, il libro mette a fuoco la sua posizione nei confronti della Sinistra e della Chiesa in relazione a un Potere che aveva tradito il progresso, a vantaggio di uno sviluppo che Pasolini detestava. Nel corso del tempo questa distinzione vide assottigliarsi le proprie ragioni e il volume accompagna tale crisi attraverso l'opera poetica e cinematografica di Pasolini fino all'atto pubblico di abiura degli ultimi anni. Le ragioni posavano su un'analisi culturale, antropologica e politica della società italiana, di cui dà conto la seconda parte del volume, dedicata al commento analitico di alcuni degli Scritti corsari. Sullo sfondo, la questione filosofica del tempo: esiste solo un tempo vettoriale, unico, storico? Oppure la temporalità è più complessa, stratificata? Impegnarsi nella Storia ha quindi senso? Pasolini riteneva ancora che guadagnare una consapevolezza culturale e politica del nostro Paese fosse la sola via per far sventolare infine, malgrado tutto, le «belle bandiere» del cambiamento.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Educare all'odio. L'antisemitismo nazista in tre libri per ragazzi"
Editore: CieRre
Autore:
Pagine: 192
Ean: 9788883149320
Prezzo: € 19.50

Descrizione:Nella Germania nazista la propaganda razzista e antisemita investiva capillarmente tutte le fasce della popolazione. Lo testimoniano tre libri illustrati pubblicati fra il 1936 e il 1940 dalla casa editrice Stürmer di Julius Streicher, destinati all'indottrinamento dei più giovani e diffusi in varie decine di migliaia di copie. Vi vengono riprodotti e narrati i peggiori stereotipi sugli ebrei, raffigurati come volpi ingannatrici, corpi estranei da allontanare, funghi velenosi da estirpare, pericolosi nemici che è legittimo e necessario eliminare. Le tre opere sono ora tradotte per la prima volta in italiano, accompagnate da un adeguato corredo critico che ripercorre a grandi linee lo sviluppo dell'antisemitismo europeo negli ultimi due secoli, illustra le istituzioni e le pratiche educative del Terzo Reich e analizza in dettaglio il contenuto verbale e iconografico dei tre testi, per coglierne nella struttura e nel linguaggio le caratteristiche di messaggio specificamente rivolto al mondo giovanile. Una pubblicazione utile ad approfondire la conoscenza di un fenomeno che con il nazismo raggiunse il suo apogeo persecutorio e criminale. Prefazione di Gustavo Corni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Enrico Suso"
Editore: Editrice Domenicana Italiana
Autore: Jole D'Anna
Pagine: 128
Ean: 9788894876215
Prezzo: € 10.00

Descrizione:L'autrice, dall'analisi delle opere di Enrico Suso, trae le linee portanti della spiritualità di questi ed evidenzia come Suso sia un testimone significativo della teologia spirituale e dell'esperienza mistica, così importante nella letteratura tedesca del XIV secolo. Questo mistico si inserisce a pieno titolo nella storia del movimento spirituale ed ha sviluppato forme di mistica profondamente vissute che toccano direttamente la dottrina dell'Amore di Dio. Per queste ragioni risulta moderno ed attuale e la sua esperienza può essere riproposta anche oggi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lo spettatore. Annotazioni 1991-2001"
Editore: Bompiani
Autore: Kertész Imre
Pagine: 240
Ean: 9788845294358
Prezzo: € 20.00

Descrizione:I diari di Imre Kertész racchiudono mezzo secolo di una vita straordinaria e offrono un intimo resoconto dell'evoluzione del pensiero e della scrittura del grande autore ungherese. A «Diario dalla galera», testimonianza di trent'anni di isolamento nell'Ungheria socialista tra il 1961 e il 1991, è seguito «L'ultimo rifugio», che copre gli anni tra il 2001 e il 2009; «Lo spettatore» compone la trilogia, raccogliendo note e appunti scritti tra il 1991 e il 2001. Sono qui contenute riflessioni lucidissime sulla transizione a una nuova epoca, sul senso di una catastrofe inevitabile per l'Ungheria, sul ruolo di intellettuale pubblico imposto a Kertész dalla fama crescente, così come alcuni passaggi commoventi dedicati alla compagna di una vita, Albina, morta di cancro nel 1995.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La biblioteca di Pier Paolo Pasolini"
Editore: Olschki
Autore:
Pagine:
Ean: 9788822265159
Prezzo: € 29.00

Descrizione:Sono qui riunite le schede bibliografiche di tutti i libri che costituivano la biblioteca di Pier Paolo Pasolini al momento della sua scomparsa: poco meno di tremila volumi che sono recentemente venuti a far parte del Fondo Pasolini presso l'Archivio Contemporaneo «Alessandro Bonsanti» del Gabinetto Vieusseux, dove ha potuto infine ricostituirsi l'intero 'laboratorio' del poeta. Gli elenchi tematici di questi libri sono ora disponibili in un repertorio di pronta consultazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Brecht per tutti. Guida alla teoria teatrale brechtiana e 50 esercizi per metterla in pratica"
Editore: Audino
Autore: Unwin Stephen
Pagine: 142
Ean: 9788875273729
Prezzo: € 17.00

Descrizione:«Come faccio, io attore, a mettere in pratica le idee brechtiane? Come si recita brechtianamente?». Brecht per tutti risponde a queste domande proponendo, oltre a un'introduzione alla teoria teatrale brechtiana, 50 esercizi pratici ideati per aiutare a tradurre nella pratica del palcoscenico gli insegnamenti di questo grande uomo di teatro. Brecht rappresenta una figura chiave del nostro tempo. Ha affermato una volta il regista Peter Brook: «Tutto quanto si fa oggi in teatro ha in qualche modo come punto di partenza o di arrivo le sue affermazioni e i suoi risultati». La sua influenza è visibile ovunque, dal teatro più politicamente esplicito alle performance, dagli spettacoli contemporanei alle rivisitazioni dei classici, dal teatro d'essai a quello civile. Tuttavia Brecht è stato molte volte frainteso, e del suo teatro si pensa spesso che sia freddo e privo di emozioni. Questo libro intende dissipare l'alone di mistero che circonda ancora oggi il teatro di Brecht, la sua teoria e la sua terminologia ("teatro epico", "straniamento", "gesto" ecc.). Creare un tipo di teatro che rifletta la realtà del mondo è già abbastanza difficile; convincere il pubblico a esercitare un giudizio critico su quella realtà, come era nelle intenzioni di Brecht, è molto, molto più difficile. Possiamo rigettare entrambi gli obiettivi, se vogliamo, e affermare che l'unico scopo del teatro sia l'evasione. Ma se accettiamo il suo ruolo di "bocca della verità" e di strumento in grado di migliorare attivamente il mondo, Brecht può rappresentare una straordinaria fonte d'ispirazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Corrispondenza"
Editore: Giuntina
Autore: Celan Paul, Sachs Nelly
Pagine: 198
Ean: 9788880577362
Prezzo: € 16.00

Descrizione:«Tra Parigi e Stoccolma passa il meridiano del dolore e della consolazione» scrive Nelly Sachs nel 1959, all'inizio di questo cruciale e rarefatto carteggio che coinvolge due ebrei protagonisti del Novecento, il poeta romeno Paul Celan (1920-1970) che vive a Parigi e la poetessa e premio Nobel Nelly Sachs (1891-1970) fuggita a Stoccolma dal nazismo. Qualche anno più tardi Celan intitolerà Il Meridiano il suo discorso per il conferimento del premio Büchner. Lo scambio epistolare qui pubblicato in una edizione rivista e aggiornata è qualcosa di più di un carteggio, è una vera ancora: si affrontano due esseri umani segnati da un analogo destino di sopravvissuti, due «fratelli nello spirito» che si parlano in versi e con ostinazione cercano, fino alla soglia della morte, una dimora nella parola.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "In questo mezzo sonno. Vittorio Sereni, la poesia e i dintorni"
Editore: Marsilio
Autore:
Pagine: 362
Ean: 9788831726368
Prezzo: € 26.00

Descrizione:Il libro esamina nella loro completezza e complessità la figura e l'opera di Vittorio Sereni (Luino 1913-Milano 1983), poeta, critico e traduttore, articolandosi in tre sezioni che indagano la sua personalità. Questa ricca monografia, che racchiude venti contributi scritti da venti studiosi, approfondisce gli stretti rapporti tra i suoi scritti in prosa e le sue poesie, gli influssi e gli echi di autori precedenti e i contatti con quelli a lui contemporanei, e contiene anche contributi di ermeneutica e notazioni stilistiche e linguistiche, approfondimenti lessicali e indagini sui temi dominanti dell'opera sereniana. Scritti di: Laura Barile, Giorgio Baroni, Alberto Cadioli, Giovanna Cordibella, Marco Corsi, Cesare De Michelis, Sandro de Nobile, Martina Di Nardo, Elisa Donzelli, Andrea Gialloreto, Stefano Giovannuzzi, Alfredo Luzi, Paola Montefoschi, Uberto Motta, Lorenzo Peri, Antonio Pietropaoli, Giancarlo Quiriconi, Silvio Ramat, Dario Tomasello, Stefano Verdino.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU