Articoli religiosi

Libri - Letteratura Dal 1900



Titolo: "La piccola commedia"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Arthur Schnitzler
Pagine: 64
Ean: 9788867089871
Prezzo: € 9.00

Descrizione:Anche la vita gaudente dei giovani viennesi, che trascorre in ambienti eleganti e senz'anima, conosce momenti di noia. Allora si sogna un'esistenza diversa, che permetta sentimenti puri e intensi. Così nasce la piccola commedia di Josefine e Alfred: lei sta «recitando» la parte della ragazza di periferia, lui quella dell'artista squattrinato. Senza sapere d'aver avuto entrambi la stessa idea, confondono la finzione con la realtà e ciascuno vede nell'altro una persona che suscita e merita amore. Due persone che potevano incontrarsi nei salotti finiscono così per condividere la povertà, e in questa condizione sperimentare una sincerità dell'animo sconosciuta alle sale da ballo. Quando poi, già affaticati dai disagi che si sono imposti, si scoprono entrambi attori per gioco e per capriccio, sono subito pronti a tornare alla loro ricca e leggera vita abituale, non senza un filo di rimpianto per aver perso quel sentimento autentico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Nella curva dell'essere. Dalla vita e dal pensiero di Benjamin Fondane"
Editore: Stampa Alternativa
Autore: Moccafighe Luca
Pagine:
Ean: 9788862226202
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Ebreo moldavo, poi esule in Francia, il poeta, filosofo e cineasta Benjamin Fondane si fece largo nella scena intellettuale parigina divenendo discepolo di Lev Sestov, scontrandosi con Breton e i surrealisti e scrivendo opere capitali su Rimbaud e Baudelaire. La recente riscoperta dell'opera di Fondane, sia in Francia che in Italia, ha suscitato non poco interesse. Queste pagine offrono un ritratto dell'uomo e dello scrittore attraverso una narrazione sempre in bilico fra il vero e il verosimile e che copre parti salienti della sua esistenza fino alla tragica conclusione nel campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau nel 1944.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "D'Annunzio e l'arte del profumo. Odorarius Mirabilis. Catalogo della mostra (Gardone Riviera, 14 aprile 2018-27 gennaio 2019)"
Editore: Silvana
Autore:
Pagine: 150
Ean: 9788836639687
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Paroliere, filologo, artiere, fabbro, condottiero, politico, teatrante, gioielliere, giocoliere, auronauta, eternauta, arringatore, erotomane, miliziano, dandy, avventuriero, monaco, araldo, veggente, profeta, poeta. Profumiere, naturalmente. O meglio, aromatiere. Odorarius magister. Così il Vate è chiamato dal dottor cavalier Mario Ferrari della Farmacia Internazionale di Gardone Riviera, in una lettera del 4 marzo 1925 che ne magnifica la potente disposizione olfattiva, sguazzante di ebbrietà; visto che tutto - ma proprio tutto - era indispensabile al vivere inimitabile del suo mitridatico corpo. In omaggio all'Imaginifico, ecco dunque l'Odorarius Mirabilis. Tra visibile e invisibile, sacro e profano. Una sorta di sancta sanctorum in cui si profila la sintesi del gesto e del genio: estetico, collezionistico, letterario, erotico, sentimentale, liturgico. L'archivio degli odori discende da tutti gli snodi - carnali o trascendenti - in cui i profumi sprigionano la loro estatica malìa. Come fossero musica. Profluvi di rose inebrianti, gigli soprannaturali, giunchiglie innamorate, gardenie incandescenti, tuberose desiderabili. Odori d'ambra, di muschio e di rugiada; di sacrestia, cuoio, anticaglie. Remoti come liquori di cent'anni o freschi come perle fiumane. Per d'Annunzio il profumo è tutto e tutto è nel profumo. Percorso scenografico di Pier Luigi Pizzi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' uomo che era morto"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: David H. Lawrence
Pagine: 72
Ean: 9788867089864
Prezzo: € 9.50

Descrizione:In L'uomo che era morto David Herbert Lawrence si misura con la vicenda paradigmatica della storia dell'Occidente: la morte di Cristo. E lo fa alla sua maniera, fedele all'idea che l'unica trascendenza possibile risieda nella quotidiana rinascita all'universo delle cose, e che il peccato più grande sia la rimozione del corpo come orizzonte profondo di significato spirituale. È infatti nel contatto con la natura e il sole della vita che l'uomo crocifisso inizia a riaversi dal sonno della morte e a osservare il mondo attorno a sé con sguardo nuovo e partecipe. Egli diviene consapevole che la vera risurrezione è l'essere rinato alla vita del corpo, abiura la vita passata e la sua astratta predicazione, che ora gli appare come l'espressione di una sconfinata e innaturale volontà di potenza. Non è difficile comprendere lo sconcerto suscitato da questo racconto nei lettori inglesi degli anni '30, ma Lawrence è lontano, in realtà, dal desiderio di dissacrare o scandalizzare. Il protagonista della sua storia non è neppure per un attimo il Figlio di Dio, ma soltanto un uomo, protagonista di una storia semplice.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Narrare il corpo. Fenomenologia, autobiografia e strategie narrative in «Nel condominio di carne» di Valerio Magrelli"
Editore: Manni Editori
Autore: Inglese Mario
Pagine: 336
Ean: 9788862668842
Prezzo: € 27.00

Descrizione:In questo lavoro viene analizzato il primo libro di prosa letteraria di un grande interprete dei nostri giorni, Valerio Magrelli. In "Nel condominio di carne", del 2003, Magrelli compie una sorta di operazione gnoseologica incentrata sull'interazione tra corpo e mente.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Oltre il tempo, la memoria e la saudade. Saggi su Antonio Tabucchi"
Editore: Aracne
Autore: Bedin Cristiano
Pagine: 172
Ean: 9788825512199
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Il volume prende in considerazione alcuni temi ricorrenti nella narrativa di Antonio Tabucchi. Partendo da un'analisi del rapporto tra lo scrittore italiano e il modernismo - con particolare riferimento alle poetiche di Fernando Pessoa e Luigi Pirandello - si passa poi a una riflessione sull'influsso dell'opera d'arte, sulla dimensione spaziale della città e della natura e sull'importanza del viaggio in alcune opere tabucchiane. Adeguata rilevanza viene riservata anche alle categorie del tempo, della memoria e della nostalgia - nell'accezione portoghese della saudade - le quali si mostrano come componenti essenziali nello sviluppo della riflessione narrativa di Tabucchi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antologia della poesia italiana"
Editore: Einaudi
Autore:
Pagine: XXIV-1216
Ean: 9788806239183
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Tomo primo: Gozzano, i Crepuscolari, Lucini, Palazzeschi, Marinetti e il Futurismo, Rebora, Boine, Jahier, Campana, Sbarbaro, Onofri, Cardarelli, Saba, Ungaretti, Montale, Quasimodo, Penna, Pavese, Gatto, Sinisgalli, Betocchi, Bertolucci, Sereni, A. Pozzi, Caproni, Parronchi, Bigongiari. Tomo secondo: Luzi, Poesia in dialetto, Fortini, P. Levi, Pasolini, Orelli, Sinigaglia, Erba, A. Rosselli, Pagliarani, Sanguineti, Zanzotto, Giudici. Note filologiche e bio-bibliografiche, indice alfabetico degli autori, indice alfabetico delle opere, dei titoli e degli incipit.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La resistenza. Nella poesia nera femminile brasiliana contemporanea"
Editore: Sensibili alle Foglie
Autore: Petti Maristella
Pagine: 208
Ean: 9788898963966
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Il "razzismo alla brasiliana" è un fenomeno di pregiudizio strutturato nei confronti degli afrodiscendenti che popolano il Brasile, provocato dagli influssi dell'antico schiavismo sull'attuale economia capitalista dipendente. In questo contesto, le donne nere si vedono vittime di un doppio pregiudizio, etnico e di genere, che le opprime cumulativamente e le relega alla base della piramide sociale: se, a partire dagli anni settanta del Novecento, prendono piede i movimenti afrobrasiliano e femminista, le donne nere non riescono a beneficiare dei passi avanti effettuati né dalla minoranza femminile, all'interno della quale sono vittime di razzismo, né da quella nera, in cui sono comunque declassificate perché donne. Gli avvicendamenti sociali si riflettono nelle produzioni culturali, come la letteratura. Si fa allora urgente la necessità di esplicitare un genere letterario che sia espressivamente afrobrasiliano e femminile, per praticare la resistenza sociale, culturale e politica della donna nera brasiliana: il mezzo che si dimostrerà più adatto a tale scopo comunicativo sarà la poesia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il fastello della mirra. Autobiografia"
Editore: Bibliotheka Edizioni
Autore: D'Annunzio Gabriele
Pagine: 448
Ean: 9788869344312
Prezzo: € 18.00

Descrizione:A ottant'anni dalla scomparsa di uno dei più contrastati, discussi ma anche amati scrittori della letteratura italiana del '900, non ci si poteva sottrarre ad una giusta e necessaria celebrazione commemorativa nel modo più congeniale che una casa editrice possa realizzare: dedicandogli, cioè, una nuova collana di studi. Gabriele d'Annunzio (nato a Pescara nel 1863 e morto a Gardone Riviera nel 1938) è uno scrittore indubbiamente controverso: lo si può amare almeno tanto quanto lo si possa incomprensibilmente odiare, ma il fatto è che è stato e resta, una icona imprescindibile della scrittura letteraria del secolo passato. Oltre a intellettuali, critici, studiosi, anche autorevoli e insospettabili scrittori hanno ammesso l'imprescindibilità dell'esperienza letteraria di d'Annunzio per tutto il '900 delle arti: primo fra tutti, Eugenio Montale, antidannunziano per condizione poietica, avvertì che non ci si può definire scrittori nel Novecento se non si è "attraversato" d'Annunzio. In questa collana, che nasce per celebrare gli ottant'anni dalla scomparsa di Gabriele d'Annunzio dalle scene letterarie del nostro Paese, intendiamo quindi accogliere i risultati delle ricerche più avanzate e più innovative, audaci e spregiudicate che gli studiosi dannunzisti intendano proporre. Non è un caso, in tal senso, che il primo volume sia una quasi ignota - e, anch'essa, controversa - autobiografia antologica, che prima di essere una storia di vita è una storia d'arte e di scrittura elaborata da chi, vita e scrittura, non ha mai voluto distinguere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I paesaggi perduti. Romanzo di formazione di una scrittrice"
Editore: Mondadori
Autore: Oates Joyce Carol
Pagine: 315
Ean: 9788804688396
Prezzo: € 13.50

Descrizione:Cosa accade quando una delle più importanti scrittrici contemporanee, autrice di romanzi dalle trame avvincenti e personaggi memorabili, decide di abbandonare la finzione per raccontare di sé? Non un memoir sulla sua vita di scrittrice e nemmeno una classica autobiografia. Joyce Carol Oates non racconta tutto, ma solo quello che è decisivo, gli anni cruciali per la persona (e la scrittrice) che sarebbe diventata. Addentrandoci nelle pieghe dell'infanzia e dell'adolescenza scopriamo tanti misteri e capiamo dove nasce l'immenso serbatoio di storie che è la mente di Joyce Carol Oates. Il padre e la madre che sono personaggi da romanzo, il pollo "un po' speciale" come migliore amico, il primo incontro con la morte quando la migliore amica si suicida, una sorella che è un enigma pericoloso e triste, gli amori e i libri, Alice nel paese delle meraviglie. Ma il vero protagonista è il paesaggio, quell'America rurale fatta di fattorie e avventure all'aria aperta, duro lavoro e perdita, felicità estive, un paesaggio che diventa molto più di uno sfondo per i romanzi futuri. È l'origine stessa del desiderio di scrivere. Ci sono molte foto in questo romanzo, sfilate dall'album di famiglia e mostrate per la prima volta ai lettori. Istantanee di tanto tempo fa e ritratti recenti, tutti ugualmente animati da un fascino mitico che ci fa riconoscere in quei volti lontani e imperscrutabili i fantasmi della nostra infanzia, gli stessi che potremmo ritrovare nei bauli dimenticati nelle soffitte delle nostre case di famiglia. Queste foto, assieme ai ricordi dell'autrice, a volte commoventi a volte irriverenti e teneri, ci dicono che quei fantasmi sono gli stessi per tutti noi e ci stanno vicini per tutta la vita, fino a quando non finiamo per diventare noi stessi questi fantasmi che abitavano il paesaggio e il tempo perduto della nostra infanzia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cesare"
Editore: Einaudi
Autore: Loy Rosetta
Pagine: 132
Ean: 9788806238506
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Cesare Garboli era un critico folgorante, che scriveva per capire. Rosetta Loy è una grande scrittrice che ci racconta il loro incontro; e l'affinità assoluta, più lunga di una vita. I silenzi nella casa dell'entroterra toscano e le serate con la pioggia che riga i vetri, i gatti ad accompagnarli ovunque, a eccezione di quelli neri, presaghi di nefaste profezie. In questa memoria sentimentale Cesare appare sia tra le pagine dei suoi libri che nelle sue furie imprevedibili. Da adolescente con il ciuffo davanti agli «occhi stupefatti e sbarrati che fissano incantati il futuro che li aspetta», al trentenne inviato in Vietnam, che non riesce a scrivere nemmeno una riga, stravolto dall'orrore che gli si presenta davanti. O mentre dà battaglia sulla scacchiera a Carlo Caracciolo in interminabili partite che lo vedono impegnato con regine, re, alfieri e pedoni. Grande amico di Natalia Ginzburg, Elsa Morante e Fellini. Lettore dall'intelligenza inarrivabile e uomo di infuocate passioni. Questo libro non è una resa docile al ricordo, ma il suo contrario. Perché, come scrive Metastasio nel celebre sonetto molto amato da Cesare, «Siam navi all'onde algenti, lasciate in abbandono. Impetuosi venti i nostri affetti sono, ogni diletto è scoglio. Tutta la vita è mar».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I sentieri del verso. Sulla poesia di Amelia Rosselli, Lorenzo Calogero e Bartolo Cattafi"
Editore: Mimesis
Autore: Amoroso Andrea
Pagine: 150
Ean: 9788857547350
Prezzo: € 14.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Antologia dei poeti catalani contemporanei (1845-1925)"
Editore: Storia e Letteratura
Autore:
Pagine: 320
Ean: 9788893591485
Prezzo: € 32.00

Descrizione:A Cesare Giardini (1893-1970) studioso, narratore e traduttore si deve molto, non ultimo il fatto di aver portato in Italia, con il titolo "Gatsby il Magnifico", il capolavoro di Fitzgerald. La curatela di questa "Antologia dei poeti catalani contemporanei" ha, tuttavia, il valore di un'azione politica necessaria: quando viene data alle stampe, nel 1926, il dittatore Primo de Rivera ha appena soppresso l'autonomia amministrativa delle province catalane e proibito l'uso del catalano nell'istruzione e nella vita pubblica. La selezione poetica di Giardini propone così un percorso che, dalla metà dell'Ottocento agli inizi del Ventesimo secolo, pone in evidenza il tentativo storico di rivendicazione dell'identità catalana contro la volontà accentratrice prima della Corona, poi delle dittature spagnole novecentesche.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cosa capita nel mondo. Carteggio (1967-1977)"
Editore: Mimesis
Autore: Sanguineti Edoardo, Filippini Enrico
Pagine: 244
Ean: 9788857548852
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Le lettere tra Edoardo Sanguineti ed Enrico Filippini testimoniano una collaborazione che incise notevolmente sulla stagione culturale degli anni Sessanta, toccando gli ambiti dell'editoria, della neoavanguardia e del Gruppo 63, della traduzione e della critica militante. Filippini, eccezionale mediatore culturale tra l'Italia e la cultura mitteleuropea, lavorando presso Feltrinelli si impegnò ad aggiornare il panorama letterario italiano attraverso la traduzione della letteratura tedesca del Gruppo 47. Parimenti divulgò all'estero i testi del Gruppo 63, soprattutto quelli di Sanguineti. Il Carteggio costituisce dunque una fonte primaria di informazioni ancora inedite su alcune opere di Sanguineti ("Capriccio italiano" e "Purgatorio de l'Inferno"). Dal carteggio risulta anche lo spessore di un'amicizia, di un rapporto personale che lasciò tracce consistenti nelle rispettive produzioni culturali, in termini di autocommento e di istituzione di un immaginario letterario comune.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fuori dall'ombra. Voci su Clemente Rebora"
Editore: Mimesis
Autore:
Pagine: 228
Ean: 9788857551340
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Il presente volume apre una nuova collana editoriale promossa dalla sezione Reboriana del Rosmini Institute con l'intento di mantenere viva l'attenzione attorno a Clemente Rebora e di contribuire alla realizzazione di un proficuo e costante dibattito critico attorno al poeta lombardo. Questo primo volume, in particolare, ripercorre l'evoluzione di alcuni temi che hanno caratterizzato la lettura e l'interpretazione della produzione reboriana e, contemporaneamente, realizza un ideale e corale "omaggio" a Clemente Rebora, poeta, uomo e sacerdote, sessant'anni dopo la sua morte. Il testo si presenta suddiviso in più sezioni: «critici e critica», «editori ed editoria», «un poeta sul poeta» e «testimonianze». Una lettera inedita, infine, sigilla il volume facendo riecheggiare nuovamente la voce dell'autore. Contributi di Elisa Marini (Premessa), Pietro Gibellini (Prefazione), Gianni Mussini, Attilio Bettin-zoli, Adele Dei, Matteo Giancotti, Paolo Giovannetti, Matteo Munaretto, Gualtiero De Santi, Isotta Piazza, Guido Oldani, Umberto Muratore, Franco Esposito, Pigi Colognesi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "«Mio padre si sta facendo un individuo problematico». Padri e figli nell'ultimo Pasolini (1966-75)"
Editore: Mimesis
Autore: Chianese Francesco
Pagine: 274
Ean: 9788857547374
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Basandosi su un impianto teorico marxista-lacaniano, il libro esamina un insieme di testi prodotti da Pier Paolo Pasolini negli anni 1966-75, selezionati tra teatro, narrativa, cinema e saggistica, alla luce di una serie di figure di padri e di figli, rappresentative di una profonda trasformazione nelle strutture familiari rispetto a quella consolidata come tradizionale dalla cultura patriarcale. Si tratta della sceneggiatura del film "Edipo re" (1967), del romanzo e della sceneggiatura del film "Teorema" (1968), dei drammi "Affabulazione" (1969), "Porcile", anche sceneggiatura per film (1969), e "Bestia da stile" (1979), del romanzo "Petrolio" (1992), nonché di una serie di saggi tratti da "Scritti corsari" (1975) e "Lettere luterane" (1976). L'obiettivo è quello di offrire il punto di vista di Pasolini sulla paternità e sulla famiglia in cambiamento, in comparazione con le più recenti teorie sociologiche e psicoanalitiche che hanno elaborato la ridefinizione della famiglia contemporanea. Prefazione di Fabio Vighi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La poetica della libertà in Macdara Woods"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Scatena Giovanna
Pagine:
Ean: 9788849854510
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Ripercorrendo la pluralità delle tradizioni letterarie dei maggiori autori irlandesi del Novecento, ci soffermiamo sul poliedrico Macdara Woods (1942) e sulla sua produzione poetica. Woods è un inarrestabile globetrotter e un outsider: incentrati sul mito del viaggio, inteso come libero vagabondare alla ricerca di spazi sempre nuovi, i versi di Woods non conoscono staticità, trasportandoci lontano sulle onde del loro ritmo. Questo tendere verso «nuove frontiere» diventa non solo esaltazione di quel tipo di libertà che le grandi distanze sanno infondere, ma soprattutto la ricerca drammatica di una verità esistenziale: si compie così l'archetipico viaggio di ricerca verso la conoscenza di sé per approdare alla scoperta di un'insospettata alterità. È un peregrinare che termina in Italia, in Umbria, la sua Itaca, dove il poeta si sente libero e dove può lavorare indisturbato trasformando i suoi pensieri in versi. Il paesaggio umbro, evocato nella sua pace, è infatti il luogo mentale di riconciliazione delle differenze e dell'incontro tra eredità storica e presente.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "«La vita o è stile o è errore». L'opera di Giovanni Arpino"
Editore: ETS
Autore:
Pagine: 120
Ean: 9788846752949
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Questo libro offre al lettore i contenuti discussi nel seminario di studi MOD che si è svolto nel 2017 a Firenze, in occasione dei trent'anni dalla scomparsa di Giovanni Arpino. Proporre una riflessione sulla ricca e proteiforme attività letteraria di questo scrittore significa soprattutto riportare la giusta attenzione critica su un autore tanto importante, quanto troppo spesso marginalizzato. Romanziere e scrittore di racconti di indiscutibile valore - basti pensare a romanzi celebri come "La suora giovane", "Un delitto d'onore", "Il buio e il miele" - ma anche poeta, autore di narrativa per ragazzi e cronista sportivo d'eccezione, Arpino ha attraversato una buona parte del secondo Novecento, registrando con le sue opere i cambiamenti della società italiana dal dopoguerra sino alla fine degli anni Ottanta. Di questa attività si è quindi voluto rendere conto nelle giornate fiorentine e, dunque, nel presente volume, mettendo al contempo nel giusto rilievo le caratteristiche della figura di intellettuale dello scrittore e il suo impatto nel panorama culturale italiano contemporaneo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' altipiano. Emilio Lussu ottant'anni dopo"
Editore: Ediesse
Autore:
Pagine:
Ean: 9788823021464
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Scritto in esilio tra il '36 e il '37, apparso in Francia nel '38, in Italia da Einaudi nel '45, "Un anno sull'Altipiano" è universalmente considerato uno dei capolavori di tutta la letteratura europea sulla Grande Guerra. A ottant'anni dalla pubblicazione storici, scrittori, critici letterari, uomini di spettacolo riflettono su un testo esemplare scritto da chi la guerra l'ha combattuta in prima linea e per tutti i quattro anni della sua durata. Uno stile asciutto ed essenziale, l'uso corrosivo dell'ironia e del comico dietro i quali si nasconde la tragedia: Lussu mette a nudo la logica assurda della guerra, la ferocia e la stupidità degli Alti Comandi, il disprezzo per i soldati considerati pedine da destinare al massacro. Un libro che ha ispirato maestri del cinema come Stanley Kubrick, Mario Monicelli, Francesco Rosi. Pagine che continuano a parlare agli uomini del Duemila in un mondo sempre più insanguinato dalla disumanità della guerra.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "«Fatevi portatori di storie». Alessandro Perissinotto fra giallo e romanzo sociale"
Editore: Giorgio Pozzi Editore
Autore: Castagnino Angelo
Pagine: 174
Ean: 9788896117798
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Questo studio affronta i cinque nuclei tematici fondamentali per la comprensione critica della narrativa di Alessandro Perissinotto, uno dei romanzieri più prolifici dell'attuale panorama letterario italiano: il giallo e le tecniche del romanzo poliziesco; la costruzione dell'identità individuale e collettiva; la questione della giustizia, soprattutto in rapporto alla ricerca della verità; il romanzo a scopo sociale, legato a quella parte della sua produzione incentrata sugli anni di piombo, sul fascismo e sulla loro influenza nell'Italia odierna; e infine gli aspetti più tecnico-stilistici della sua narrativa, con particolare attenzione ai temi dell'intertestualità e della metanarrativa. Il volume si conclude con un'intervista allo scrittore. Un libro destinato non solo agli studiosi di letteratura contemporanea, ma anche a quanti vogliano ampliare la conoscenza dei romanzi di Perissinotto con un approccio critico e un'analisi dei suoi strumenti narrativi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Visible/invisible. Incursioni nella narrativa italiana americana contemporanea"
Editore: Artemide
Autore: Francellini Carla
Pagine: 294
Ean: 9788875752989
Prezzo: € 25.00

Descrizione:"Visible/Invisible" affronta la questione del segno etnico nei suoi diversi gradi di visibilità, come si manifesta nella letteratura italiana americana contemporanea. Muovendo da un'indagine teorica e critica, il volume insegue il fil rouge dell'italianità nella scrittura visibile di Sandra Gilbert, Maria Gillan, Lisa Ruffolo, come pure in quella fortemente invisibile di Mary Caponegro e Don DeLillo. Un'italianità dinamica, dialogica, contrattata sul campo delle ibridazioni passate e presentì che prefigurano quelle future. Un'italianità visibile e invisibile, mai identica a sé stessa, sempre viva e persistente tanto da riemergere dopo imprevisti salti temporali, in cui si avvicendano generazioni diverse che rielaborano, non di rado in modi sorprendenti, il proprio rapporto con le origini, come accade per Tony Ardizzone, Adria Bernardi e Paola Corso. Sugli snodi del tempo - "those points where time stands still or from which it leaps ahead", per usare le parole di Ralph Ellison -, all'incrocio tra le storie di prima mano di quanti attraversano l'oceano in cerca di fortuna e quelle ricreate ad arte dai loro discendenti, si gioca la sfida degli studi italiani americani e l'avvincente partita dell'identità alla base del complesso discorso sulla letteratura degli americani di origine italiana, anche di quelli contemporanei. Presentazione di Fred Gardaphé.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Primo Levi e Anna Frank. Tra testimonianza e letteratura"
Editore: Carocci
Autore: Mariani Maria Anna
Pagine: 161
Ean: 9788843092772
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Il libro affianca Primo Levi e Anna Frank, sostando sui punti critici delle rispettive testimonianze e confrontando la vita postuma dei due autori. A collegare per la prima volta le due figure e a illuminarle a vicenda è il "peccato" della finzione. Per Levi - il testimone per eccellenza della Shoah - la scrittura di finzione era una forma di escapismo indispensabile ma interdetta, che dovette contrabbandare sotto pseudonimo e poi legittimare presentandola come un'obliqua testimonianza. Nel caso di Anna Frank, il peccato della finzione coincide invece con la progressiva destoricizzazione a cui l'opera è stata sottoposta: un processo che ha origine nell'editing approntato da Anna stessa e poi da suo padre, e che culmina negli adattamenti teatrali e cinematografici del diario, che secondo alcuni interpreti minaccerebbero di annacquarne il contenuto testimoniale. Primo Levi e Anna Frank appartengono a due diverse sfere culturali e il discorso critico li ha finora tenuti distinti nell'analisi. Eppure Levi stesso non smise di confrontarsi con la scrittura e con l'immagine della ragazza. Nel volto di Anna Frank riconobbe il peso e il pericolo di essere una personificazione della Shoah - un rischio che sentiva incombere anche su di sé.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Stefan Zweig. Ritratto di una vita"
Editore: Bonanno
Autore: Paumgardhen Paola
Pagine: 224
Ean: 9788863181876
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Stefan Zweig (1881-1942), ebreo viennese, cosmopolita e pacifista, negli Anni Venti e Trenta, uno dei massimi successi letterari, tra gli autori di lingua tedesca più letti e tradotti al mondo, fu il primo scrittore a inserire la psicanalisi freudiana nella narrativa. Il volume esamina la figura di Stefan Zweig da una prospettiva storico-culturale. L'analisi della produzione letteraria del famoso scrittore austriaco - dalla celebre autobiografia "Il mondo di ieri", a novelle come Amok, Paura, "La novella degli scacchi", alle innovative biografie psicologiche di Balzac, Romain Rolland, Fouché, Maria Antonietta, Erasmo da Rotterdam, Maria Stuarda, ai diari, agli epistolari, alle traduzioni, alla vasta saggistica, alla contraddittoria pubblicistica bellica - si intreccia alla ricostruzione critica degli ambienti e delle sfere della sua attività: la facoltosa famiglia dell'alta borghesia asburgica, le due mogli, la comunità intellettuale internazionale con cui entrò in contatto, i grandi editori. Affiora il ritratto di un patriota austriaco, mai nazionalista, di un grande europeo e di un ostinato europeista.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lou Andreas Salomé. Mia sorella, mia sposa"
Editore: Odoya
Autore: Peters Heinz Frederick
Pagine: 416
Ean: 9788862884822
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Lou Andreas Salomé è ricordata certamente per la cerchia delle sue amicizie e dei suoi amori, tra i quali spiccano i nomi di alcuni tra i massimi protagonisti della cultura. Ma dall'amicizia con Nietzsche al legame amoroso con Rilke, fino all'esperienza scientifica con Freud, la vita di questa donna straordinaria non si confuse mai con il cliché consueto della collezionatrice di uomini famosi. Nata a Pietroburgo nel 1861, Lou vive per breve tempo a Zurigo e poi a Roma, dove viene presentata a Nietzsche. La sua giovinezza è una sequenza di spregiudicatezze audaci e intimamente frenate, un intreccio indissolubile di irruenza sentimentale e fervore culturale. Viaggiando per tutta l'Europa, si fa lucida osservatrice dei più rivoluzionari fermenti sociali e movimenti d'avanguardia. Scrive delicati romanzi come Fenitschka e un geniale saggio su Ibsen, che illumina a fondo i problemi e le contraddizioni della liberazione femminile. Il grande amore con Rilke viene sentito da Lou come una sorta di unione cosmica di sposi, amanti e fratelli. L'eros è per lei un'esperienza "panica" e totale. L'incontro con Freud a Vienna rappresenta quindi un colpo di fulmine spirituale, la conferma di ciò che lei ha intuito da sempre: la scoperta dell'inconscio e del suo ruolo nell'esistenza umana. Durante il nazismo Lou viene considerata "nemica dello Stato" in quanto sostenitrice della psicoanalisi, "scienza giudaica". Dopo la sua morte, nel 1937, la Gestapo fa irruzione nella sua abitazione e trafuga i suoi scritti e documenti per nasconderli in un seminterrato di Göttingen. Più di venticinque anni dopo, Heinz Peters riesce a recuperarli e inizia a scrivere l'affascinante biografia di questo eccezionale personaggio reso celebre al grande pubblico dalla bella pellicola Al di là del bene e del male di Liliana Cavani. Prefazione di Roberto Fertonani, in appendice uno scritto di Claudio Magris.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Non si fucila la domenica"
Editore: Mimesis
Autore: Rebatet Lucien
Pagine: 62
Ean: 9788857547077
Prezzo: € 6.00

Descrizione:Un pamphlet corrosivo e provocatorio di un autore che racconta il suo arresto, il processo e la successiva condanna per collaborazionismo. Con questo testo, pubblicato per la prima volta nel 1953, Rebatet ripercorre il periodo tra la sua resa ai partigiani francesi, l'8 maggio 1945, fino al 9 aprile 1947, giorno in cui venne graziato. Il volume costituisce una testimonianza storica dello spirito che animò gli intellettuali fascisti durante il periodo dell'occupazione tedesca della Francia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU