Articoli religiosi

Libri - Letteratura Antica, Classica E Medievale



Titolo: "L' umanesimo, un bluff storico. Come, quando e perché è stato tanto esaltato"
Editore: Curcio
Autore: Vaghetti Lamberto
Pagine: 298
Ean: 9788868682712
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Qual è la natura umana? E qual è la sua specificità? Partendo da queste domande, Lamberto Vaghetti ripercorre la storia dell'uomo per rintracciarne la sua vera identità, e lo fa spogliando la letteratura di tutti i condizionamenti culturali e religiosi imposti dalle diverse epoche, fino a trarne l'essenza, cioè le emozioni. Il risultato è il ritratto di un essere umano decisamente migliore di quanto fosse descritto; un essere ricco di preziose doti umane che non va domato e contenuto nella manifestazione delle sue passioni ma nel quale, invece, si può porre fiducia quale artefice di un mondo migliore.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lettera sul suicidio"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Lucio Anneo Seneca
Pagine: 152
Ean: 9788810567852
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Nelle "Epistulae ad Lucilium" di Seneca si alternano lettere più brevi e altre che si configurano come brevi trattati sotto forma epistolare. Tra queste ultime spicca la lettera 70, piuttosto corposa con i suoi ventuno paragrafi, che sviscera l'idea, tipicamente stoica, secondo la quale la vita non è sempre, di per se stessa, degna di essere vissuta. Anzi, secondo la concezione etica tipica dell'élite romana, fortemente intrisa di stoicismo, ognuno è libero e deve sapere porre fine alla propria esistenza in una serie ben precisa di circostanze: quando, per esempio, si è afflitti da una malattia incurabile, nel caso del "taedium vitae" (espressione che potremmo quasi far corrispondere al moderno concetto di «depressione») o in tutti i casi in cui la dignità dell'individuo, o la sua libertà, sono definitivamente e senza speranza minacciate o stroncate. Questo aspetto dell'autodeterminazione del saggio - uno dei punti di divergenza più interessanti tra la filosofia stoica e il cristianesimo, per tanti altri versi invece assimilabili -, si rivela di grande attualità anche nell'odierno dibattito etico-politico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Doni funesti. Miti di scambi pericolosi nella letteratura latina"
Editore: ETS
Autore: Scolari Lavinia
Pagine: 244
Ean: 9788846752598
Prezzo: € 24.00

Descrizione:"I doni sono come gli ami" avverte Marziale. "Catturano anche gli dèi" afferma Ovidio. "Sono l'inganno in cui di solito incappano i re" osserva Seneca. La forza calamitante del dono, la sua natura seducente e pericolosa, emerge con chiarezza dall'analisi del sapere mitico romano e delle sue riscritture letterarie. I Romani, del resto, conoscevano bene il potere attrattivo dei doni, la loro capacità di condizionare i comportamenti e le dinamiche di relazione. Erifile è soggiogata dalla collana di Armonia, Mida è accecato dalla sua fame d'oro, Creusa è ingannata dai doni nuziali; Didone brucia con sé quelli dell'amato, Semele e Fetonte ne saranno bruciati. Il dono promesso è un rischio, il dono al nemico un tradimento, il dono di donna un pericolo. Da Numa al maestro dei Falisci, da Scilla a Tarpea, da Medea a Deianira, questo libro indaga il modo in cui gli autori latini rappresentano le potenzialità funeste dei meccanismi di scambio nei loro racconti mitici, le modalità con cui quegli stessi racconti sono rielaborati in rapporto ai modelli greci, e le categorie culturali che entrano in gioco nella riconfigurazione del dono, delle sue storie e dei suoi protagonisti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sordel de Godio"
Editore: Sometti
Autore: Fiorio Lucia
Pagine:
Ean: 9788874957033
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Sordello da Goito rimane ancora oggi un personaggio avvolto nel mistero. Poeta trovatore, letterato, instancabile corteggiatore, la sua biografia ha pochi dati certi e poche tracce materiali rimangono del suo passaggio nell'Italia (e l'Europa) del XIII secolo. Una figura sfuggente e camaleontica che ha alimentato leggende e racconti orali, su cui Lucia Fiorio ricostruisce una storia dai tratti picareschi: una vida di Sordel de Godio gioiosa e immaginifica, una sceneggiatura medievale ambientata nella Goito duecentesca attraverso un'originale narrazione che mischia italiano e lingua volgare in un gramelot ironico e immediato.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rime d'amor dolci e leggendarie. Lo Stilnovo in classe"
Editore: EBS Print
Autore: Giacintucci Marco
Pagine: 102
Ean: 9788893492065
Prezzo: € 14.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dante in Cina. La rocambolesca storia della «Commedia» nell'Estremo Oriente"
Editore: Il Saggiatore
Autore: Salerno Eric
Pagine: 260
Ean: 9788842824718
Prezzo: € 21.00

Descrizione:«Voi credete forse che siamo esperti d'esto loco; ma noi siam peregrin come voi siete»; Dante ha condensato una vita in queste poche parole, ed Eugenio Volpicelli ne ha fatto il suo manifesto. Nato nel 1856 da famiglia nobile, cresciuto a Napoli, vegetariano integralista, maniaco dell'esercizio fisico, appassionato di testi esoterici, studente modello del Collegio Cinese L'Orientale, nel 1881 Volpicelli lascia la città natale alla volta dell'Oriente e in breve diventa console generale responsabile di tutta la Cina meridionale. È un uomo coltissimo, scaltro, poliglotta, sempre in viaggio; si sposta in canoa per i fiumi della Cina, in treno sulla Transiberiana, in nave verso gli Stati Uniti e in motonave per tornare in Italia; si guadagna una laurea in ginecologia e l'odio del governo britannico; affronta pirati e incontra missionari francescani, alterna visite ai templi e colazioni nei salotti di notabili e intellettuali. Dopo aver vissuto a Hong Kong e a Macao, Volpicelli approda a Nagasaki, la Napoli d'Oriente. Dalla Cina al Giappone la Commedia dantesca rimane la sua stella fìssa, la missione diplomatica è quasi un pretesto per la sua vera missione e ragione di vita: diffondere Dante e ritrovarlo in tutto l'Estremo Oriente. Traduce passi in cinese, tiene conferenze sull'opera dantesca, individua nessi tra Dante e Confucio e, grazie all'illustrazione del viaggio infernale di un bonzo custodita al museo di Kyoto, intreccia l'escatologia buddhista con quella cristiana. Con "Dante in Cina" Eric Salerno ricostruisce le vicende di un personaggio straordinario, vissuto a cavallo tra Otto e Novecento in un Oriente segnato dal colonialismo europeo, dalla guerra sino-giapponese e dalla rivolta dei Boxer. Un personaggio che - superando frontiere linguistiche e barriere culturali - congiunge i maestri di Oriente e Occidente, integra le due tradizioni letterarie e filosofiche e unisce i saperi di questi mondi lontani eppure sorprendentemente vicini.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Kore, la ragazza ineffabile. Un mito tra passato e presente"
Editore: Donzelli
Autore:
Pagine: XIV-192
Ean: 9788868437855
Prezzo: € 29.00

Descrizione:Nel mito greco la giovane Persefone è chiamata Kore, ragazza: la figlia di Demetra e Zeus è infatti solo una ragazza quando viene rapita da Ade. Il dio dell'oltretomba, stregato dalla sua bellezza, la costringe a seguirlo nel regno dei morti, dove le fa mangiare alcuni semi di melograno, senza svelarle che chiunque mangi i frutti degli inferi si condanna a rimanere lì per l'eternità. Nel frattempo Demetra, dea dell'agricoltura, disperata per il rapimento della figlia, provoca sulla terra un lungo e gelido inverno, minacciando di non far tornare la primavera finché Kore non sarà libera. Interviene Zeus, decretando che Kore, ormai diventata Persefone, passerà sei mesi negli inferi e sei mesi in superficie, dividendosi tra i due mondi e determinando così il susseguirsi delle stagioni. Dal mondo greco la storia entra in quello romano, dove Proserpina si sostituisce a Kore/Persefone, Cerere a Demetra e Plutone ad Ade. Delle tre figure femminili coinvolte, Kore, la «ragazza ineffabile», la fanciulla sospesa in un'adolescenza ferma e intoccabile, ha ricevuto minore attenzione, mentre Demetra e Persefone sono state oggetto di ampie rappresentazioni e ricerche. Nel tentativo di contraddire quell'indicibilità, studiosi di diversa formazione e di ambiti disciplinari distanti tra loro ricostruiscono nel volume una possibile fisionomia della ragazza, scoprendone le tracce in un dialogo serrato tra il presente e il passato. Tra archeologia e storia dell'arte, letteratura e scienze umane, antropologia e spettacolo, il libro indaga le apparizioni di Kore a partire dal territorio della Sicilia centrale, che fu il primo teatro del mito; ne confronta i tratti con quelli di altri personaggi, come Fedra; ne analizza l'attualità del connotato misterico; ne riscopre i segni nelle tradizioni popolari antiche e moderne. In questo modo la fanciulla si riaffaccia tra di noi, in tutta la sua complessità, svelandosi ancora come un potente catalizzatore di significati intorno alla natura umana e alle sue inevitabili metamorfosi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Petrarca maestro. Linguaggio dei simboli e delle storie"
Editore: Viella
Autore: Cherchi Paolo
Pagine: 220
Ean: 9788867289981
Prezzo: € 26.00

Descrizione:I saggi contenuti in questo volume presentano una forma inedita del petrarchismo umanistico e rinascimentale che affiora nel linguaggio simbolico degli emblemi, delle icone e nelle concordanze delle storie. È il petrarchismo tramandato da alcune strutture emblematiche distribuite nel Canzoniere e dai modelli del rapporto uno/molteplice che Petrarca traccia in alcune opere latine, nonché da strutture che "concordano le storie" per ricavarne l'esemplarità. Queste concordanze sono i remoti modelli delle "officine rinascimentali", enormi depositi di storie concordate che alimentarono la inventio di innumerevoli scritture del Cinquecento. La novità di questo studio è chiara, ma è anche chiaro quanto sia rischioso seguire la presenza di modelli nascosti fra le strutture, specialmente quando queste subiscono un processo metamorfico nel passaggio da un sistema di comunicazione verbale a un sistema di comunicazione figurativa. Solo gli strumenti della filologia consentono di affrontare il rischio di seguirne le tracce e di assicurare che non si tratti di una mera suggestione. Il lettore sarà persuaso della plausibilità della sfida?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le mattane di Niccolò Povero"
Editore: Salerno Editrice
Autore: Celotto Vittorio
Pagine:
Ean: 9788869732454
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dante e il suo pubblico. Copisti, scrittori e lettori nell'Italia comunale"
Editore: Viella
Autore: Steinberg Justin
Pagine: 240
Ean: 9788867289448
Prezzo: € 27.00

Descrizione:I primi lettori di Dante non sono soltanto i poeti che rispondono per le rime alle sue liriche giovanili, ma anche coloro che per primi copiano, preservano e mettono in circolazione i suoi testi, e che fino a oggi sono stati trascurati dalla critica. Grazie a una ricerca di prima mano su documenti e manoscritti, Steinberg ci mostra il ruolo svolto dai professionisti cittadini come cultori e custodi della lirica italiana delle origini. Pur senza avere una formazione da amanuensi, questi lettori compiono scelte complesse e consapevoli nella selezione e trascrizione dei componimenti, e utilizzano la poesia come strumento essenziale per costruire la propria identità individuale e collettiva. Lo studio di questo pubblico consente all'autore di ricostruire i diversi contesti sociali, politici e storici con cui Dante si confronta e al cui interno rielabora i dibattiti poetici della propria epoca. Steinberg ci mostra così come tutta la carriera dell'Alighieri - dalla Vita nova al De vulgari eloquentia, fino alla Commedia - sia percorsa dall'esigenza di rispondere ai modi in cui il pubblico dell'Italia comunale interpretava, e troppo spesso fraintendeva, le sue opere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tutti all'inferno. L'alchimia nella Divina Commedia: il viaggio dell'uomo verso sé"
Editore: Le due torri
Autore: Sitta Giorgia
Pagine: 178
Ean: 9788885720015
Prezzo: € 18.00

Descrizione:O voi ch'avete li 'ntelletti sani, mirate la dottrina che s'asconde sotto 'l velame de li versi strani. [Inf. IX, 61-63] In questa terzina Dante indica di "mirare" a ciò che si "nasconde sotto il velo dei versi strani" cioè alle sue terzine, in una lettura che vada oltre la lettura letterale e simbolica. Il poeta spiega come la sua opera possa essere letta sotto diversi punti di vista, ma il più importante e nascosto è quello anagogico o spirituale. Questo è l'obiettivo, riuscire ad avvalersi dell'opera come strumento "spirituale", una via per attraversare l'inferno e salire fino alla sommità del paradiso: l'incontro con Dio, con il punto, con l'origine del tutto. "Tutti all'inferno" è infatti un augurio, che ognuno possa trovare nel proprio inconscio i suoi talenti, la propria strada verso il sé, la propria anima che lo porti a vivere con gioia e gratitudine ogni giorno della sua vita. È questo un atto di coraggio che serve a uscire dalla meccanicità di comportamento nella quale siamo immersi e un atto d'amore che conduce alla responsabilità di ogni nostro gesto per trovare la via che conduce all'infinito. Prefazione di Luciana Landolfi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fragilità di Adone"
Editore: ETS
Autore:
Pagine:
Ean: 9788846751997
Prezzo: € 19.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Intorno a Dante. Ambienti culturali, fermenti politici, libri e lettori nel XIV secolo. Atti del Convegno internazionale (Roma, 7-9 novembre 2016)"
Editore: Salerno Editrice
Autore:
Pagine: 606
Ean: 9788869732669
Prezzo: € 56.00

Descrizione:Dopo il grande convegno-evento dell'ottobre 2015, dedicato a "Dante fra il settecentocinquantenario della nascita (2015) e il settecentenario della morte (2021)", con le connesse celebrazioni in Senato e il forum del maggio dello stesso anno, si è tornati a una dimensione più consueta con il convegno del 7-9 novembre 2016, dedicato alla produzione letteraria che si attivò "Intorno a Dante", coinvolgendo direttamente il poeta o subendone in qualche modo l'influenza. Il convegno si è proposto infatti di illuminare la figura e l'opera di Dante attraverso una estesa indagine sugli ambiti politici, storici e culturali entro i quali egli fu attivo e che ne ereditarono il magistero. Giovandosi dell'apporto di metodologie e discipline scientifiche differenti, si è inteso focalizzare l'attenzione sugli ambienti che, durante la vita di Dante e subito dopo la sua morte, si segnalano quali luoghi significativi di elaborazione di cultura e di pensiero, di circolazione di libri e idee, di forme letterarie nuove, che si comprendono pienamente solo in rapporto alla "lezione" del poeta. Entro questo quadro ampio e articolato, che tratteggia le linee fondamentali della civiltà italiana durante il sec. XIV, trova un suo spazio specifico anche la prima ricezione della Commedia, testimoniata da una notevole produzione di copie manoscritte, dalla tradizione dell'antica esegesi, anche figurata, dal fiorire di una ricca e variegata aneddotica, nonché da un importante episodio "iconografico": la recente riscoperta del prezioso Libro d'ore di Francesco da Barberino, creduto fino a non molti anni fa irrimediabilmente perduto, poi ritrovato e recentemente riprodotto in facsimile: il famoso Officiolo, miniato sotto l'attenta supervisione di Francesco, che sembra con ogni probabilità testimoniare la conoscenza non superficiale da parte del Barberino almeno dell'Inferno, di cui riecheggia talune particolarità (ad esempio la raffigurazione del Limbo). Ne risulta un volume particolarmente ricco di indicazioni e di spunti, che ben si colloca all'interno delle numerose iniziative mirate a segnare il cammino verso il traguardo del settimo centenario della morte di Dante, che si celebrerà nell'ormai prossimo anno 2021.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Chi era Beatrice?. Teoria e allegoria del cosmo nella poesia di Dante"
Editore: Aracne
Autore: Pötters Wilhelm
Pagine: 1136
Ean: 9788825514889
Prezzo: € 80.00

Descrizione:Nella Vita nova Dante identifica l'essenza di Beatrice col numero 9 intendendolo come simbolo del cosmo, la cui radice sarebbe il 3 della divina Trinità. Analizzata alla luce di altri segni numerici attribuiti alla protagonista, questa definizione fornisce gli strumenti per una nuova esegesi della Comedìa. Infatti, con tale approccio si può ricostruire dalla struttura profonda del poema un tractatus sphaerae dedicato alla sistematica ricerca di due chiavi matematiche della cosmogonia: il principio della circolarità e la legge della sezione aurea. In virtù dei suoi segni astratti, la guida del Poeta si rivela dunque essere, in un preciso senso scientifico, l'incarnazione dell'ordine circolare e della perfetta bellezza che regnano nella Creazione (in quella divina e in quella poetica).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' esoterismo di Dante"
Editore: Harmakis
Autore: Guénon René
Pagine: 92
Ean: 9788885519633
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Il libro di René Guénon, "L'esotérisme de Dante", ("L'esoterismo di Dante") viene pubblicato nel 1925. "Esoterico", dal greco esoterikós, deriva da esóteros, vale a dire segreto, oscuro e misterioso, e indicava, presso i filosofi greci, quelle dottrine riservate a un gruppo ristretto d'iniziati, e si oppone a "essoterico", che indica quelle dottrine destinate a una diffusione più ampia. La domanda che allora ci poniamo è la seguente: possiamo veramente parlare di un "Dante esoterico"? È possibile che Dante, insieme ad altri poeti e scrittori, facesse parte di una setta segreta legata o ai templari, o ai massoni, o ai Rosacroce, o a un gruppo eretico che si nascondeva sotto il nome "Fedeli d'amore"? È possibile che Dante fosse al corrente della mistica ebraica, quella dello Zohar e della Kaballah? René Guénon, uno dei maestri della tradizione esoterica del Novecento, autore di libri sulle dottrine indù, sulla teosofia, sulle metafisiche orientali, per ricordare solo alcuni dei soggetti più importanti da lui studiati, mette in luce alcuni dei temi ermetici più importanti nella Divina Commedia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sei lezioni di storia. E altre incursioni nel mondo antico"
Editore: Aliberti
Autore: Manfredi Valerio Massimo
Pagine: 176
Ean: 9788893232616
Prezzo: € 14.90

Descrizione:Dal meraviglioso peregrinare di Ulisse al sovrumano sogno di potere di Alessandro Magno, fino alla grandezza di pensiero e azione di Giulio Cesare. E poi le grandi invenzioni tecnologiche dell'antichità, gli eventi che videro nascere l'Impero romano, le perigliose navigazioni dei Cartaginesi ai confini del mondo, i medioevali misteri dei Cavalieri Templari. Valerio Massimo Manfredi, in questo prezioso volume, ci propone sei inedite lezioni di storia e una sulla figura di Ulisse. Lezioni nelle quali l'autore di "Aléxandros" e "Il mio nome è Nessuno" riesce a fondere, con grande maestria, una profonda conoscenza storica con il fascino della divulgazione. Ritratti e ricostruzioni appassionanti, capaci di rivelare tutta l'attualità e l'eternità dei grandi personaggi della storia e della mitologia. Insieme a queste, un messaggio che Valerio Massimo Manfredi indirizza ai laureati di oggi e di domani. Parole importanti, che ricordano ai giovani, e a tutti noi, il valore assoluto della conoscenza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un trattato sull'Astrolabio"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Geoffrey Chaucer
Pagine: 200
Ean: 9788837231835
Prezzo: € 19.00

Descrizione:Definito dallo storico della scienza Robert Theodore Gunther come «l'opera più antica scritta in lingua inglese su un elaborato strumento scientifico» A Treatise on the Astrolabe (Il trattato sull'Astrolabio) viene qui presentato per la prima volta in traduzione in una lingua europea moderna. Unico testo in prosa di Geoffrey Chaucer, fu composto presumibilmente a partire dal 1391 e dedicato al «piccolo Lowys» - studente ad Oxford - per il quale scrive un manuale di grande efficacia didattica sull'affascinante strumento e sul suo uso. Di origini antiche, l'astrolabio fu ideato per la misurazione dell'altezza dei corpi celesti - Sole, Luna, pianeti e stelle - sull'orizzonte e per risolvere speditamente problemi di astronomia sferica. Un saggio di Paolo Rossi completa il volume collocando l'astrolabio nella storia delle scienze.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Maia. 1/2018: Rivista quadrimestrale di letterature classiche"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore:
Pagine: 208
Ean: 9788837232245
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Eloquentiae itinera Declamazione e cultura letteraria a Roma in età imperiale MISCELLANEA Alfredo Casamento - Danielle van Mal-Maeder - Lucia Pasetti, Introduzione Mario Lentano «Onde si immolino tre vergini o più». Un motivo mitologico nella declamazione latina Biagio Santorelli «Quaeritur an servus sit». Casi di schiavitù per debiti nella declamazione latina Alessandra Rolle L'importanza del confronto. Un'analisi di Sen. contr. x 4, 23 Maurizio Massimo Bianco «Prendere ad esempio». Quando padri e figli sono innamorati (con una lettura di Sen. contr. II 6) Michael Winterbottom The Words of the Master Alfredo Casamento Serve ancora uccidere i tiranni? A proposito di Ps. Quint. decl. 253 Luciano Landolfi Sulle tracce di Ovidio epico? Contese tra padri e figli in Ps. Quint. decl. 258 Julien Pingoud «Totum est enim in eodem». La Petite déclamation 259 ou le mélange des genres Lucia Pasetti Un tema storico nelle Minores. Per una lettura della decl. 292 Danielle van Mal-Maeder Quand Démosthène déclame en latin. Ps. Quint. decl. 339 Andrea Balbo «Cetera non sunt narranda, pingenda sunt». Retorica visuale e actio in Calpurnio Flacco 1 Antonio Stramaglia Il titolo della VI Declamazione maggiore pseudo-quintilianea Emanuele Berti Una declamazione per burla. Il Iudicium coci et pistoris di Vespa (Anth. Lat. 199 R. = 190 Shackleton Bailey)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' altra poesia. Arte giullaresca e letteratura nel Basso Medioevo"
Editore: Mimesis
Autore: Tonello Elisabetta
Pagine: 274
Ean: 9788857549224
Prezzo: € 24.00

Descrizione:I giullari, ufficialmente emarginati e condannati dalla legge, furono di fatto normalmente accolti nella vita quotidiana di diversi gruppi sociali. La loro presenza extra-ordinaria, ammessa nelle occasioni di festa, come nei luoghi del potere e della cristianità, marca l'eccezionalità di certi riti di passaggio e di determinati contesti, confermando in qualche modo il rassicurante ordine che presiede, almeno in teoria, alla civiltà medievale. Le loro performance vanno dalla pratica acrobatica, attoriale e musicale a quella canora e poetica. Un problema centrale, nella ricerca storico-culturale e letteraria sulla giulleria italiana, è rappresentato dal caos terminologico che investe la figura del giullare. Per questo il volume inizia affrontando la questione da un punto di vista di semantica storica, per procedere poi a una (ri)definizione dei repertori e dello status sociale del giullare (attraverso le pagine degli scrittori cristiani, degli statuti e della letteratura). La sezione conclusiva si concentra, invece, sui testi giullareschi, con l'obiettivo di riflettere sulle fasi di quel processo, lento ma riconoscibile, che porterà il giullare a "farsi" poeta.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Medioevo bizantino-slavo"
Editore: Storia e Letteratura
Autore: Dujcev Ivan
Pagine: XII-642
Ean: 9788884988683
Prezzo: € 64.56

Descrizione:Raccolta di studi e testi di Dujcev, Ivan.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le pietre dei greci"
Editore: Jouvence
Autore: Macrì Sonia
Pagine:
Ean: 9788878016231
Prezzo: € 18.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Romanorum litterae et opera aetatis nostrae gentes erudiunt"
Editore: LAS Editrice
Autore: Pavanetto Cletus
Pagine: 194
Ean: 9788821313103
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Barce di Cirenaica. Commento storico alle fonti letterarie"
Editore: Ledizioni
Autore: Struffolino Stefano
Pagine: 157
Ean: 9788867057481
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Fondata dai coloni greci nella prima metà del VI sec. a.C., a seguito di un dissidio sorto all'interno della dinastia che regnava a Cirene, Barce (nell'odierna Libia orientale) si presenta fin da subito come una polis di primaria importanza nella regione, ma con le peculiarità di un insediamento in cui la commistione con l'elemento indigeno risulta particolarmente evidente e caratterizzante. In questo volume si è voluta proporre una disamina delle fonti letterarie della tradizione classica che ci possono permettere di gettare un po' di luce sulle alterne vicende che videro protagonista questa singolare comunità della diaspora greca in terra d'Africa, sulla quale l'indagine archeologica è stata fino ad ora molto avara d'informazioni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storie di testi e tradizione classica per Luciano Canfora"
Editore: Storia e Letteratura
Autore:
Pagine: 301
Ean: 9788893591850
Prezzo: € 48.00

Descrizione:Luciano Canfora, professore emerito di Filologia greca e latina, ha insegnato per più di cinquant'anni nell'Ateneo barese. Gli autori del volume, legati al suo magistero e alla sua attività di ricerca, hanno voluto festeggiarlo in occasione del suo settantacinquesimo compleanno con una raccolta di scritti sui temi della filologia greca e latina, della storia dei testi antichi, della ricezione dell'antichità classica e della storia degli studi. Completa il volume la Bibliografia degli scritti scientifici di Luciano Canfora dal 1963 al 2017.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La mente colorata. Ulisse e l'«Odissea»"
Editore: Adelphi
Autore: Citati Pietro
Pagine: 359
Ean: 9788845932762
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Nato da un progetto a lungo accarezzato, "La mente colorata" è soprattutto un'interpretazione narrata dell'"Odissea", dove velocità e leggerezza celano un immane lavoro di documentazione. Un racconto, dunque, che «conquista senza scampo», come ha scritto Piero Boitani, giacché «intrecciare ancora una volta il tessuto stupefacente dell'"Odissea", e insieme interpretarlo nell'arazzo più vasto della letteratura greca, non è esattamente cosa facile», e Citati lo fa apparire «semplice e limpido». Ma c'è di più: per Citati, che coltiva in egual misura la passione per gli antichi e per i moderni, l'Odissea inventa le leggi dell'arte del narrare, ne sperimenta ogni forma e possibilità, sicché dal poema si dipartono luminosi tragitti, che ci proiettano verso i libri che verranno: "Gli anni di apprendistato di Wilhelm Meister", "Anna Karenina", la "Recherche" sono costruiti secondo lo stesso principio sinfonico; nell'isola dei Feaci Ulisse fonda il racconto fantastico, che ha ispirato le storie delle "Mille e una notte", Potocki, Hoffmann, Poe, e nella capanna di Eumeo il racconto d'avventura, da cui discendono i romanzi ellenistici, Dumas, Stevenson. Comprendere l'"Odissea" significa, del resto, comprendere «noi stessi, l'arte moderna, il nostro futuro».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU