Articoli religiosi

Libri - Letteratura Antica, Classica E Medievale



Titolo: "La lingua delle «cantigas». Grammatica del galego-portoghese"
Editore: Carocci
Autore: Larson Pär
Pagine: 139
Ean: 9788843093953
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Tra gli ultimi decenni del XII secolo e la metà del XIV, i "trobadores" galego-portoghesi crearono un corpus di poesia amorosa, satirica, morale e religiosa che poco ha da invidiare alle opere dei coevi trovatori e trovieri provenzali, francesi e italiani. La parlata della Galizia - il "finis terrae" atlantico fino ad allora noto soprattutto come meta di pellegrinaggi - e del Nord del Portogallo divenne così la principale lingua lirica della Penisola iberica, praticata da nobili, chierici e giullari, nonché da due re, mecenati e raffinati poeti: Alfonso X di Castiglia e León (1252-84) e Don Denis di Portogallo (1279-1325). In Italia, questa scuola poetica è stata oggetto di studio fin dall'Ottocento da parte di filologi di vaglia (un nome per tutti: Ernesto Monaci), che hanno aperto la strada con approfonditi lavori sia sugli aspetti letterari, ecdotici e metrici, sia sulla tradizione manoscritta. Mancavano finora studi incentrati specificamente sulla lingua delle "cantigas de amor", "de amigo", "d'escarnio" e "de mal dizer", nonché delle "Cantigas de Santa Maria" di Alfonso X. Questa grammatica, d'impostazione innovativa, è un tentativo di descrizione sistematica del galego-portoghese, che ha il fine di agevolare la lettura e la comprensione dei testi da parte degli studenti universitari.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Boccaccio: gli antichi e i moderni"
Editore: Ledizioni
Autore: Cabrini Anna Maria, D'Agostino Alfonso
Pagine: 302
Ean: 9788867058082
Prezzo: € 28.00

Descrizione:I saggi raccolti nel volume intendono sottoporre a un nuovo e approfondito esame un significativo ventaglio di temi e di aspetti relativi alla vitale presenza di autori "antichi" e "moderni" nell'opera di Boccaccio nonché all'eccezionale ricezione secolare della sua produzione letteraria: da Omero alla riflessione sulla poesia e sui poeti, da questioni metodologiche e tematiche sull'intertestualità alla centralità e risonanza della parola, in forma diretta e nella scrittura, dalla fortuna ai modi di trasformazione e riappropriazione in altre letterature e arti fino all'epoca contemporanea.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sguardo contemplativo. Saggio su Pietro Damasceno autore filocalico"
Editore: Pazzini Editore
Autore: Bielawski Maciej
Pagine: 126
Ean: 9788862573122
Prezzo: € 12.50

Descrizione:Pietro Damasceno è un solitario bizantino dell'XI/XII secolo. Della sua vita non sappiamo quasi nulla, possediamo invece un suo testo, esteso, curioso e profondo, che tratta di questioni spirituali come preghiera, meditazione, ascesi, umiltà e contemplazione. Per il suo stile lento, pacato e saggio, Pietro potrebbe essere chiamato il "Montaigne bizantino". È un autore da scoprire.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dante. Una vita in esilio"
Editore: Laterza
Autore: Mercuri Chiara
Pagine: 232
Ean: 9788858133217
Prezzo: € 18.00

Descrizione:L'esilio è come il mar Rosso che si richiude dietro alle spalle, senza aprire alcuna Terra Promessa; ti lascia lì in mezzo al guado, impossibilitato ad andare avanti, impedito nel tornare indietro. Mandare qualcuno in esilio nell'Italia del Trecento, significava volergli fare terra bruciata intorno, distruggergli il nido, buttargli giù la casa pietra a pietra, sasso a sasso, trave a trave. A partire dal racconto tragico dell'esperienza dell'esilio, riprendono vita le vicende biografiche e poetiche di uno dei più grandi autori della letteratura mondiale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il cavaliere e l'animale. Aspetti del teriomorfismo guerriero nella letteratura francese medievale (XII-XIII secolo)"
Editore: eum
Autore: Sciancalepore Antonella
Pagine: 400
Ean: 9788860565594
Prezzo: € 21.00

Descrizione:Nei romanzi e nelle canzoni di gesta medievali, il cavaliere si presenta come un assemblaggio di marchi identitari che ancorano l'individuo alla società attraverso la costante mediazione degli animali. Interpellando una folta schiera di testi appartenenti al rigoglioso panorama letterario francese dei secoli XII e XIII, questo volume propone un'esplorazione globale delle modalità in cui l'animale interviene a costruire l'identità del cavaliere. Attraverso questo percorso testuale, l'autrice rivela la complessità simbolica dell'animale nella codificazione medievale della mascolinità, della nobiltà e della violenza, e invita il lettore a districarsi nel rapporto di intimità e di alterità che lega l'umano e l'animale nella longue durée della cultura europea.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il «Furioso» fra epos e romanzo"
Editore: Ledizioni
Autore: Zatti Sergio
Pagine: 215
Ean: 9788867058044
Prezzo: € 18.00

Descrizione:La fedeltà del Furioso al genere cavalleresco si misura nell'accoglimento, ma anche nella decisiva trasformazione, dei due elementi che lo caratterizzano dal punto di vista della forma narrativa e del contenuto tematico. Invece di ripudiare una tecnica ormai abusata come l'entrelacement, Ariosto la fa propria con una tale frequenza e intensità di applicazione da compromettere, in misura ben maggiore dei predecessori recenti (Pulci, Boiardo), la linearità e la fluidità del racconto. Parallelamente, estremizza certe infrazioni già boiardesche sul piano tematico: l'amore di Orlando trasformato e degenerato in follia, l'oltranza cortese (e il suo contrario, l'oltranza vilain) di certe situazioni e personaggi. Ariosto insomma sfrutta a fondo le risorse di una tecnica (entrelacement) e valorizza certi meccanismi tematici (inchiesta). Ma fa qualcosa di più importante ancora: mette in rapporto di implicazione reciproca i due elementi in questione. Una delle novità storicamente sostanziali del Furioso è da individuare nella esemplarità di questo rapporto di interdipendenza che si viene a stabilire fra entrelacement e inchiesta. prefazione di Comelli Michele.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' Islam e il Graal. Studio sull'esoterismo del Parzival di Wolfram von Eschenbach"
Editore: SE
Autore: Ponsoye Pierre
Pagine: 158
Ean: 9788867232956
Prezzo: € 20.00

Descrizione:La leggenda del Graal è un "mistero" intorno al quale gli studiosi continuano a interrogarsi. Pur sfuggendo a una definizione teologica specifica, il Graal può essere descritto come "visione di Dio", cioè come l'incontro di Dio con se stesso nell'uomo. Ma l'universalità del Graal, in quanto tale, pone un problema maggiore: quello delle fonti non cristiane che sono all'origine della sua leggenda. Rifacendosi alle dottrine esoteriche tradizionali, e rileggendo in questa luce il "ciclo" del Parzival di Wolfram von Eschenbach, Pierre Ponsoye rintraccia gli elementi islamici presenti nella leggenda del Graal, spesso trascurati dagli studiosi, rivelando così la Tradizione sacra che costituisce la segreta genealogia di un simbolo universale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il grande racconto dei miti classici"
Editore: Il Mulino
Autore: Bettini Maurizio
Pagine: 496
Ean: 9788815279262
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Per i Greci i miti sono in primo luogo racconti: narrazioni meravigliose, che mescolano il divino e l'umano, il quotidiano e lo straordinario, suscitando davanti ai nostri occhi immagini di eroi, dèi, fanciulle, mostri e personaggi fiabeschi. Una schiera interminabile, perché più ci si addentra in questo fantastico mondo - attraverso l'ausilio della voce, della scrittura o delle immagini - più ci si accorge che ciascuno di questi racconti non è mai concluso in sé, ma rinvia sempre ad altri eventi, altri personaggi, altri luoghi, in un raccontare infinito che chiede solo di diventare a sua volta immagine o scrittura. La mitologia ha infatti la forma di una rete, in cui si intrecciano mille nodi. Nel corso del tempo, questa rete con i suoi molteplici richiami narrativi è stata calata infinite volte nel mare della cultura e, trascinata sul fondo, ha raccolto nomi, fatti, rituali, usi, costumi, regole, atteggiamenti, visioni del mondo. Per questo, raccontare o ri-raccontare oggi i miti degli antichi significa entrare dalla porta principale nella memoria della loro, della nostra cultura.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Bestiari tardoantichi e medievali"
Editore: Bompiani
Autore:
Pagine: 2592
Ean: 9788845295492
Prezzo: € 50.00

Descrizione:Nel medioevo cristiano tutto è simbolo e tra i simboli della natura gli animali sono certamente i più affascinanti e misteriosi. È impensabile avvicendarsi nei meandri della cultura medievale senza conoscerne la zoologia sacra. E il genere letterario che la illustra è quello dei bestiari, raccolte di descrizioni zoologiche (spesso fantastiche) seguite da interpretazioni allegoriche o morali. Solo negli ultimi decenni questi testi sono diventati oggetto di ricerche, di edizioni e di traduzioni. Il presente volume presenta - con i testi originali a fronte - una trentina di bestiari, praticamente l'integralità delle opere che appartengono a questa tradizione, a cominciare dall'archetipo del genere, il «Fisiologo greco». In diversi casi si tratta di nuove edizioni o di testi mai tradotti prima in italiano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Con Dante per Dante. Saggi di filologia ed ermeneutica dantesca"
Editore: Storia e Letteratura
Autore: Mazzoni Francesco
Pagine: 256
Ean: 9788863725605
Prezzo: € 37.00

Descrizione:Francesco Mazzoni (1925-2007) è considerato tra i massimi esperti del Novecento dell'opera di Dante Alighieri. In questo volume vengono raccolti alcuni dei suoi più importanti saggi sulla fortuna del grande poeta fiorentino, a partire dalla critica del grande filologo e letterato Pio Rajna, e sull'influenza che ha avuto nella vita culturale europea.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Per una nuova edizione commentata della «Divina Commedia»"
Editore: Salerno Editrice
Autore: Malato Enrico
Pagine: 217
Ean: 9788869733307
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Il testo de "La Divina Commedia" costituisce, com'è noto, uno dei problemi più ardui e di più difficile soluzione della filologia italiana, in tutto l'arco - dalle Origini alla contemporaneità - della produzione letteraria realizzata in Italia, non solo in lingua italiana. Perduto ogni autografo dantesco, noi leggiamo tutte le opere di Dante in copie più o meno tarde, più o meno fortunosamente tramandate, con aggravanti di vario tipo: per alcune ("Convivio", "De vulgarì eloquenti") dovute al fatto che la tradizione trae probabilmente origine da copie di lavoro incompiuto, manoscritti tormentati, con correzioni non facilmente decrittabili, che hanno prodotto incertezze di lettura, fraintendimenti, lacune; per altre ("Vita nuova", "Rime"), in ragione della varietà delle tradizioni, singolari o per gruppi più o meno consistenti dei singoli componimenti, con frequente interferenza di rime spurie (da riconoscere come tali ed espungere dal corpus dantesco), contaminazioni, alterazioni varie; nella "Commedia", per le modalità della trasmissione del testo. Pubblicate le tre cantiche, con ogni probabilità, in tempi diversi (l'"Inferno" e il "Purgatorio" tra il 1313 e gl'inizi del 1314, il "Paradiso" postumo, forse nel 1322), il poema incontrò subito grande favore del pubblico, esploso alla notizia della morte dell'autore, nel settembre 1321. La richiesta di esemplari dell'opera si intensificò in tutta Italia, con una domanda pressante che determinò la nascita di una vera "industria" della copia, soddisfatta con le possibilità del tempo. Moltiplicandosi i copisti si moltiplicarono gli esemplari di copia e gli esemplari prodotti, ognuno portatore degli errori del manoscritto di provenienza e di quelli aggiunti dal nuovo copista: falli tipici di ogni atto di copia (dovuti a fraintendimento nella lettura, nella memorizzazione, nel dettato interno, nella trascrizione) e falli dovuti alla iniziativa "emendatoria" del copista, che laddove non capiva - e molti erano i luoghi che potevano apparire oscuri, in un'opera nuova e "difficile" come la Commedia - s'industriava di correggere l'errore che in realtà non c'era, introducendo una "semplificazione" (dunque una alterazione) nel testo, oppure adottando una lezione alternativa di altro manoscritto, che era in realtà un non meno arbitrario "emendamento" portato in precedenza da altro copista. Questo meccanismo, ripetuto per centinaia di luoghi in migliaia di manoscritti (circa 800 sono quelli conservati, su una stima di oltre 2000 prodotti), ha procurato danni tanto più gravi, in quanto sono perduti tutti i manoscritti autografi di Dante, di tutte le opere, e manca ogni possibilità di verifica dell'autentica "volontà dell'autore".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ulisse. L'ultimo degli eroi"
Editore: Einaudi
Autore: Guidorizzi Giulio
Pagine: 195
Ean: 9788806235604
Prezzo: € 14.00

Descrizione:L'Odissea è il primo vero romanzo della letteratura occidentale e Ulisse, il suo protagonista, è l'ultimo degli eroi, il primo personaggio moderno. Ma che uomo è stato? Ha lasciato una moglie a casa da sola con un bambino e un vecchio suocero da accudire. E come padre? Il figlio Telemaco è dovuto crescere senza di lui, prigioniero della sua ombra e condannato a non poter diventare mai davvero adulto. E le tante donne che ha incrociato nel suo viaggio? Per quanto si possano essere rivelate perfide, sono state tutte sedotte dal suo fascino e dalla sua scaltrezza e poi abbandonate: Circe, Nausicaa, Calypso. Guidorizzi ci accompagna alla scoperta di un eroe guardandolo attraverso gli occhi di chi ha partecipato solo da comprimario alla sua epica vicenda. E lo fa, come di consueto, unendo al rigore del classicista la passione e la brillantezza del narratore.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La Divina commedia-Il Dizionario della Divina Commedia"
Editore: Salerno Editrice
Autore: Alighieri Dante
Pagine: LXXIII-2124
Ean: 9788869733000
Prezzo: € 48.00

Descrizione:La Divina Commedia in un nuovo testo completamente rivisto alla luce delle più recenti acquisizioni filologiche e critiche. Una nuova punteggiatura che favorisce la piena leggibilità del testo e ne rivela tutto il fascino. Un puntuale, ma agile commento che permette a tutti di superare le difficoltà linguistiche di un testo scritto oltre 700 anni fa, ma che conserva intatta la sua mirabile potenza comunicativa. Un formato elegante e maneggevole che consente di portare sempre con sé "il più bel libro della letteratura mondiale" (Borges). Il volume II contiene un dizionario della 'Commedia', di semplice consultazione, che fornisce tutte le notizie essenziali sui personaggi e i luoghi citati, sulla topografia dell'aldilà dantesco, e che chiarisce in modo piano e comprensibil i concetti teologici e filosofici del poema.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' esistenzialismo di Omero"
Editore: La Scuola di Pitagora
Autore: Dienelt Karl
Pagine: 30
Ean: 9788865426654
Prezzo: € 5.00

Descrizione:Scritto nel 1951 in occasione della ricorrenza dei duecentocinquant'anni di un ginnasio viennese, e muovendo dal presupposto che la filologia classica - una scienza il cui oggetto sono le opere da cui ci separano più di duemila anni - debba giovarsi del contributo di altre discipline, Karl Dienelt, discepolo di Viktor Frankl, legge nei poemi di Omero un inaspettato esistenzialismo nell'accezione del noto fondatore della logoterapia. Da una parte ci sono gli dèi immortali, dall'altra gli eroi, mortali e consapevoli, come Achille, della propria fine. «La finitezza dell'uomo non costituisce un momento dell'essere che lo privi di significato, ma al contrario essa è basilare proprio per il significato dell'umana esistenza. "Nella limitatezza del tempo e dello spazio terreno l'uomo deve compiere qualcosa conscio sempre di essere mortale e tenendo ben presente la propria immancabile fine"».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Inchiesta sul testo. Esercizi di interpretazione da Dante a Marino"
Editore: Carocci
Autore: Terzoli Maria Antonietta
Pagine: 279
Ean: 9788843093205
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Partendo da una analisi rigorosa e sistematica, che prende in conto anche implicazioni storiche, culturali e figurative, il volume indaga modalità di costruzione e meccanismi di funzionamento del testo letterario in un arco cronologico compreso fra Trecento e Seicento. Sono proposte interpretazioni nuove di celebri opere letterarie: alcuni canti della Commedia di Dante, una novella del Decameron di Boccaccio, un episodio della Gerusalemme liberata di Tasso. La contaminazione di tradizione classica e cristiana è analizzata nei modelli che ispirano l'inventio, nelle suggestioni compositive, nelle riscritture parodiche. Il libro offre anche letture di opere meno note: la splendida "Historia de duobus amantibus" di Enea Silvio Piccolomini e la raccolta di rime di Giovanni della Casa. Speciale attenzione è riservata alle strategie dedicatorie, in particolare nei libri di poesia del Cinquecento: testi liminari da interpretare nella loro codificata ma variabile tipologia, e nella sofisticata interazione con l'opera che introducono. Chiude il volume l'analisi di un frontespizio dell'Adone di Giovan Battista Marino, emblematica sintesi figurativa dell'intero poema.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Saggi tibulliani"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Perrelli Raffaele
Pagine:
Ean: 9788849856224
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Spazi e tempi delle emozioni. Dai primi secoli all'età bizantina"
Editore: Bonanno
Autore:
Pagine: 328
Ean: 9788863182057
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Il tema delle emozioni, tra i primi secoli d.C. e l'età bizantina, accomuna gli scritti del volume, presentati al Convegno «Spazi e tempi delle emozioni. Dai primi secoli all'età bizantina» (Catania, 9-11 novembre 2017). In esso, sostenuto dal "Finanziamento per la Ricerca (FIR) 2014" dell'Università di Catania, sono confluite le Seste Giornate di Studio della Consulta Universitaria di Letteratura Cristiana Antica. Il fil rouge che percorre il volume è la lettura filologica e storica dei testi presi in esame e la ricerca del vocabolario antico delle emozioni, nella convinzione che l'espressione linguistica, attentamente indagata, sia chiave di accesso privilegiata al vissuto e ai sentimenti degli uomini del passato.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il «libro del governamento dei re e dei principi» secondo il codice BNCF II.IV.129. Ediz. critica"
Editore: ETS
Autore:
Pagine: 458
Ean: 9788846752086
Prezzo: € 35.00

Descrizione:Composto da Egidio Romano intorno al 1280, e dedicato al giovane erede al trono di Francia (il futuro Filippo IV il Bello), il "De regimine principum" è una delle opere più fortunate del basso medioevo. Il trattato, suddiviso in tre libri rispettivamente dedicati alla disciplina dell'individuo (l'etica), della casa (l'economica) e dello stato (la politica), fu tra i primi specula principis occidentali a essere esplicitamente basato sulle opere di Aristotele. A partire dagli anni immediatamente successivi alla sua composizione, si moltiplicarono traduzioni del "De regimine principum" in tutta Europa (sono note versioni in francese, in volgare italiano, castigliano, catalano, portoghese, tedesco, fiammingo, inglese, svedese ed ebraico). È del 1282 la traduzione francese più fortunata, opera di Henri de Gauchy (il "Livre dou gouvernement des rois et des princes"), da cui discende il "Livro del governamento dei re e dei principi" qui edito, composto verosimilmente a Siena entro il 1288 e testimoniato da nove manoscritti (cinque completi e quattro parziali): tra questi, il codice BNCF II.IV.129 si distingue all'interno della tradizione per l'altezza cronologica (è datato 1288 nell'explicit) e per la veste linguistica, prevalentemente senese, che lo caratterizza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Bollettino dantesco. Per il settimo centenario (2018)"
Editore: Giorgio Pozzi Editore
Autore:
Pagine: 160
Ean: 9788896117811
Prezzo: € 15.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il ms. London British Library Add. 6891 della monarchia"
Editore: Le Lettere
Autore:
Pagine: 347
Ean: 9788893660372
Prezzo: € 40.00

Descrizione:Questo volume è uno strumento in servizio all'Edizione Nazionale della Monarchia di Dante curata da Prue Shaw e pubblicata nel 2009 dalla Casa Editrice Le Lettere sotto gli auspici della Società Dantesca Italiana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La struttura morale dell'universo dantesco"
Editore: Luni
Autore: Valli Luigi
Pagine: 544
Ean: 9788879845731
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Questo volume raccoglie quanto dell'opera dantesca di Luigi Valli era ancora inedito o pubblicato su riviste, vi sono contenute le sue conferenze e i commenti a quattordici canti di Dante e le note integrative alla sua scoperta del segreto della Croce e dell'Aquila nella Divina Commedia. L'opera dantesca di Valli si estende dal 1904 fino al 1930; seguendo tale criterio il volume è diviso in due parti: la prima comprende i suoi scritti fino al 1922, quando egli scoprì le simmetrie della Croce e dell'Aquila; la seconda, che arriva fino al 1930, porta notevoli e nuovi integrazioni ai suoi volumi di esegesi dantesca. L'Appendice contiene due brevi scritti inediti trovati fra le sue carte che vengono pubblicati per la loro importanza. Con questo testo si vuole dare una visione d'insieme delle materie trattate dal grande studioso il quale dedicò la vita all'interpretazione degli scritti di Dante. Instancabile studioso e ricercatore, Valli traspare nella sua totalità di esperto assoluto delle allegorie dantesche proprio dagli scritti brevi e dalle fulminanti intuizioni. Di lampante e straordinaria profondità sono i capitoli dedicati proprio alla struttura morale dell'universo dantesco, della morte mistica nella Divina Commedia, sul "supercattolicesimo di Dante" e il parallelo tra "Ulisse e la tragedia intellettuale di Dante".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' almandal. Trattato ermetico di magia salomonica"
Editore: Mimesis
Autore:
Pagine: 199
Ean: 9788857548999
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Qualunque sia l'origine dei suoi poteri - eredità, un dono dell'invisibile o un lungo apprendistato -, il mago non può sperare di raggiungere altre dimensioni senza un paziente allenamento compiuto in solitudine. Chiamato a percorrere le vie del cosmo, il mago deve conoscerle perfettamente per non smarrirvisi; destinato a un costante confronto con gli spiriti che le abitano, bisogna che egli ne abbia imparato le formule di richiamo, evocative; agendo con fini precisi, bisogna che sappia come raggiungerli, custode com'è di una saggezza millenaria e di un'arte sottile che disvelano improvvisi passaggi tra le soglie del corpo e il limitare dell'anima, lì dove l'apparenza diviene verità e l'illusione mondo, e che costituiscono mappe di accesso ai mondi invisibili ereditate da antichi culti astrali propiziati da Ermete Trismegisto, l'iniziatore di una sapienza «proibita», interdetta, i cui esiti saranno devastanti: agli inizi del Seicento, i Gesuiti creeranno nel collegio di Dillingen, in Baviera, una scuola di specializzazione in magia, dove si sperimenteranno esorcismi, evocazioni e incantamenti tesi a controbilanciare e neutralizzare il potere magico dei loro avversari ermetici.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Erodoto sulla Scizia e il lontano Nord-Est. Contributo all'interpretazione del cosiddetto «logos» scitico"
Editore: Storia e Letteratura
Autore: Bravo Benedetto
Pagine: 356
Ean: 9788893591614
Prezzo: € 50.00

Descrizione:Se gli Egiziani erano per Erodoto portatori di una esotica e antica sapienza, gli Sciti lo affascinavano per i loro costumi selvaggi. Egli non viaggiò in Scizia (lo fa capire egli stesso), ma ascoltò eccellenti informatori e tentò di conoscere e descrivere questa realtà geografica e sociale decisamente «altra». Le informazioni contenute nella sua opera sono una fonte preziosa per gli studiosi moderni della società e della cultura scitiche. Delle ricerche compiute in questo campo Benedetto Bravo ha fatto ampio uso, in primo luogo di quelle pubblicate da studiosi russi e ucraini. Tuttavia i suoi sforzi si sono concentrati sul testo erodoteo stesso. Egli ha cercato di interpretare esattamente singoli passi, di mettere in luce la struttura del cosiddetto logos scitico proponendo l'espunzione di passi ritenuti interpolati, di capire l'intenzione e l'orizzonte della "historie erodotea", di ricostruire, partendo dal testo, ciò che l'autore presupponeva noto al suo pubblico o ciò che i suoi informatori devono avergli detto, ma che egli non ha compreso.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Friends of God. Vernacular literature and religious elites in the Rhineland and the Low Countries (1300-1500)"
Editore: Storia e Letteratura
Autore:
Pagine: VI-342
Ean: 9788893591942
Prezzo: € 52.00

Descrizione:'Amico di Dio' è un concetto teologico che ha origini bibliche e liturgiche, ed è ampiamente discusso nei testi patristici. Nel tardo medioevo il termine cambia accezione e designa una persona religiosa: il vero 'amico di Dio' incarna un insieme di pratiche interiori che possono prepararlo a una relazione privilegiata con l'Essere Supremo. Questa raccolta di saggi indaga le idee di 'amico di Dio' e 'amicizia con Dio' partendo dai documenti letterari del misticismo tardo medievale dell'area renana e analizzandone i contesti sociali, intellettuali e linguistici. Testi in lingua inglese, tedesca e olandese.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Savia non fui. Dante e Sapia fra letteratura e arte. Catalogo della mostra (Colle val d'Elsa, 7 aprile-28 ottobre 2018). Ediz. a colori"
Editore: Sillabe
Autore:
Pagine: 63
Ean: 9788833400174
Prezzo: € 9.00

Descrizione:Ancora oggi Dante è considerato un classico della letteratura mondiale, un autore capace di scandagliare l'animo umano con tale profondità da mantenere un significato attuale in ogni epoca. In questo il merito di un'iniziativa culturale che reindirizza i riflettori su di un personaggio della Commedia dantesca, rinviando il visitatore a curiosare nuovamente tra quelle pagine che rappresentano sempre una stimolante miniera di riflessione di cui si ha un crescente bisogno in un'epoca di marcata crisi dell'humanum. "Savia non fui. Dante e Sapìa fra letteratura e arte" inaugura la stagione delle mostre e delle attività del Museo San Pietro a Colle Val d'Elsa. Oltre alla bellezza delle opere e dei documenti esposti, la mostra ospita più linguaggi, quello artistico, quello storico e quello letterario per poter elaborare così diversi progetti didattici che coinvolgeranno le scuole. Questa donna, il cui nome è indissolubilmente legato alle pagine della Divina Commedia, condannata da Dante per aver sperato nella sconfitta dei propri concittadini, ci consente di legare questa mostra alla città di Colle Val d'Elsa, a quella lontana battaglia che segnò una svolta storica sia nello sviluppo della Città che nel modo stesso di condurre lo scontro armato.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU