Articoli religiosi

Libri - Letteratura Antica, Classica E Medievale



Titolo: "Il tramonto dell'antichità"
Editore: La Scuola di Pitagora
Autore: Wilamowitz Moellendorff Ulrich von
Pagine: 43
Ean: 9788865426098
Prezzo: € 4.00

Descrizione:Agli anni immediatamente successivi alla Grande guerra risalgono le riflessioni di Ulrich von Wilamowitz-Moellendorff sulle cause che determinarono la decadenza della civiltà classica greco-romana. Il testo più significativo al proposito è la conferenza intitolata "Der Untergang des Altertums" (Il tramonto dell'antichità), tenuta in più occasioni e pubblicata nel 1926. In questa conferenza, tradotta in italiano, il grande filologo classico si muove nel solco di una tradizione di studi che aveva avuto nel "Tramonto dell'occidente" di Oswald Spengler il vertice più influente e controverso. La particolarità dell'analisi di Wilamowitz sul declino del mondo antico è data dal costante confronto analogico con l'attualità. Vi si riflettono i suoi sentimenti di totale disillusione e profonda frustrazione generati dalla catastrofe bellica del popolo tedesco, dal crollo dell'impero guglielmino e dall'avvento di un'epoca nuova in cui egli non poteva riconoscersi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ippopotami e sirene. I viaggi di Omero e di Erodoto"
Editore: UTET
Autore: Cantarella Eva
Pagine: 140
Ean: 9788851162504
Prezzo: € 14.00

Descrizione:L'Odissea di Omero e le Storie di Erodoto: due tra le più antiche opere di viaggio della letteratura occidentale, entrambe espressione del mondo greco, eppure straordinariamente diverse l'una dall'altra. Il poema di Ulisse tratteggia l'itinerario simbolico e introspettivo di un uomo alla ricerca di se stesso, ed è la grande metafora che sta alle radici della letteratura occidentale e del nostro immaginario collettivo. Le Storie, invece, anche se permeate di informazioni favolose e poco veritiere, sono i resoconti delle ricerche e delle esplorazioni che Erodoto ha effettivamente compiuto lungo le rotte e le strade del Mediterraneo e dell'Antico Oriente. In Omero, il mondo selvaggio, al di là dei confini dell'Egeo occidentale, popolato da maghe seduttrici, giganti cannibali e Ciclopi, è modello negativo di barbarie, contrapposto ai valori della civiltà greca: a questi Ulisse, tra mille peripezie, e non senza indugiare, desidera infine fare ritorno. In Erodoto, l'orizzonte geografico si allarga a luoghi lontani e meravigliosi - la Libia, l'Iran, il Caucaso - e ai popoli che li abitano. Lo storico li osserva con l'atteggiamento di un moderno antropologo, che non crede all'esistenza di valori assoluti e civiltà superiori, ma sa che "se si proponesse a tutti gli uomini di scegliere, tra tutte, le usanze migliori, ciascuno dopo un'attenta riflessione indicherebbe le proprie". Eva Cantarella ci accompagna tra luoghi fantastici, come l'isola dei Feaci e il palazzo della maga Circe, e regni realmente esistiti, come l'Egitto e la Persia. Fra le sirene ammaliatrici da cui Ulisse deve fuggire e gli ippopotami del Nilo che Erodoto racconta con curiosità agli Ateniesi, che non li hanno mai visti, l'autrice ci insegna a ricostruire una mappa, geografica e ideale al tempo stesso, dell'incontro e dello scontro fra civiltà e barbarie, di mondi diversi che imparano a conoscersi, e del percorso che l'uomo compie alla ricerca dell'uomo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La trasmissione del testo poetico in Cina e in Giappone"
Editore: Mimesis
Autore:
Pagine: 236
Ean: 9788857552262
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Il volume raccoglie i saggi elaborati da un gruppo di studiosi di letteratura cinese e giapponese provenienti da vari atenei italiani sul ruolo di mediazione e rimodulazione dei canoni linguistico-letterari svolto da antologie e commentari poetici nei sistemi letterari di Cina e Giappone premoderni. Le opere analizzate all'interno dei singoli studi comprendono testi noti e meno noti della tradizione critico-letteraria delle due aree geografico-culturali di riferimento e abbracciano un arco temporale che si estende dal VI secolo d.C. ai primi anni del XIV sec. In ambito cinese, i saggi prendono in esame le opere Wen xin diao long (A.C. Lavagnino), Wenxuan e Yutai xinyong (G. Baccini) e Du lü yanyi (B. Bisetto), mentre in ambito giapponese sono analizzate le opere Man'yoshu (M.C. Migliore), Bunka shureishu (F. Fraccaro), Ise monogatari (A. Maurizi) e Genji monogatari (I. Sagiyama). I saggi qui raccolti elaborano le sollecitazioni preliminari emerse nel corso di una giornata di studi svoltasi presso il Dipartimento di Scienze umane per la formazione "Riccardo Massa" dell'Università di Milano-Bicocca nell'ambito di un progetto di ricerca intitolato "Mediazioni e rimodulazioni del 'classico': antologie e commentari nei sistemi letterari di Cina e Giappone premoderni", diretto da Barbara Bisetto, con la partecipazione di Andrea Maurizi, e finanziato dall'Università degli Studi di Milano-Bicocca.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Liber medicine ex quadrupedibus. Magos y doctores. La medicina en la alta edad media. Ediz. latina e spagnola"
Editore: Sismel Edizioni del Galluzzo
Autore: Pseudo Sexto Plácido
Pagine: 320
Ean: 9788884508782
Prezzo: € 38.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Petrarca e dintorni"
Editore: Marsilio
Autore: Balduino Armando
Pagine: 214
Ean: 9788831715980
Prezzo: € 22.00

Descrizione:In questo volume Armando Balduino, tra i più autorevoli studiosi della storia della letteratura italiana dalle origini all'età moderna, ritorna al secolo e all'autore di cui più a lungo si è occupato, Francesco Petrarca. La lettura di testi fondamentali di Dante, Petrarca e Boccaccio si intreccia con l'analisi di altri autori coevi, precedenti e successivi, in una panoramica, da Guinizzelli a Foscolo, che è tenuta saldamente insieme dal rigore storico-filologico della lettura e dalla sensibilità aperta all'ascolto della lingua poetica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Poesia e politica nell'Italia di Dante"
Editore: Ledizioni
Autore: Borsa Paolo
Pagine:
Ean: 9788867056415
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Questo studio offre un quadro rinnovato, per ampiezza e complessità, del rapporto tra poesia e politica nell'Italia di Dante. Sul piano metodologico il libro si caratterizza per un'impostazione di tipo interdisciplinare e comparatistico: l'autore mette in luce i tratti distintivi delle poesia politica italiana delle origini, facendo al contempo emergere le strette relazioni del corpus preso in esame con le tradizioni coeve e concorrenti (in lingua latina, francese, provenzale, catalana). All'analisi letteraria si accompagna un'attenta ricostruzione del contesto storico-culturale in cui Dante e gli altri rimatori del suo tempo si trovarono a operare: da un lato, partendo da uno spunto del De vulgari eloquentia, si indagano le ragioni dell'assenza nella lirica in lingua di sì di un'autentica poesia d'armi alla maniera del trovatore provenzale Bertran de Born, dall'altro è messo in rilievo come le vicende internazionali legate alla parabola di Carlo d'Angiò forniscono un impulso determinante allo sviluppo di una specifica tradizione di poesia politica in volgare italiano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La tradizione gnomica nelle letterature germaniche medievali"
Editore: Ledizioni
Autore:
Pagine: 190
Ean: 9788867058280
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Il volume raccoglie saggi dedicati alla tradizione gnomica nelle letterature germaniche medievali. Dopo un primo contributo che illustra i principali filoni della ricerca fraseologica e paremiologica, le trattazioni approfondiscono l'elemento didascalico affrontando questioni linguistiche, letterarie e socio-culturali in diversi generi testuali, alcuni orientati a contenuti gnomici, come indovinelli, codici giuridici, raccolte di massime e proverbi, altri di carattere epico, elegiaco o mistico. Gli studi toccano le aree di lingua inglese, tedesca, nederlandese e frisone, nei periodi antico e medio, con contatti e riferimenti anche all'area nordica. I numerosi microtesti gnomici mostrano una grande capacità di diffusione e penetrazione in diversi ambiti culturali, sia circolando singolarmente che inseriti in testi più ampi. Stilemi e contenuti ricorrono in tutte le aree linguistiche europee, evidenziando lo stretto legame fra il mondo germanico e la tradizione sapienziale classica e biblico-cristiana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Polemone di Ilio e la Grecia. Testimonianze e frammenti di periegesi antiquaria"
Editore: Ledizioni
Autore: Capel Badino Roberto
Pagine:
Ean: 9788867058112
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Storico ed erudito dagli interessi variegati, Polemone di Ilio costituisce una delle figure più rappresentative della cultura pergamena nell'età ellenistica. Polemone è ricordato principalmente per la composizione di trattati di periegesi antiquaria, nei quali descrisse alcuni dei luoghi più significativi del Mediterraneo antico. Alla prima edizione dei frammenti di Polemone allestita da L. Preller nel 1838 (grande impresa della filologia monumentale di uno degli allievi di A. Boeckh e K.O. Müller) dobbiamo anche il primo tentativo di definizione della periegesi antiquaria come genere di ricerca storiografica. Il presente volume raccoglie per la prima volta le testimonianze della vita dell'autore, introdotte da uno studio sulla sua biografia e la sua opera di periegeta, e offre una rinnovata edizione critica commentata di una selezione dei frammenti dei suoi scritti, concentrando l'attenzione sulle reliquie dei trattati di periegesi antiquaria riferiti a luoghi e monumenti della Grecia continentale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Petrarca e i Colonna"
Editore: Ledizioni
Autore: Santagata Marco
Pagine: 144
Ean: 9788867058419
Prezzo: € 18.00

Descrizione:L'obiettivo principale di questo saggio, sebbene incentrato su questioni di carattere biografico, non è quello di indagare i legami intercorsi fra Petrarca e la consorteria dei Colonna, bensì di affrontare alcuni problemi che toccano da vicino l'interpretazione dei "Rerum vulgarium fragmenta". Il percorso, pur partendo da un testo limitrofo e pur snodandosi, per lunghi tratti, attraverso altri testi collocati ad una certa distanza, ha di mira il prologo del Canzoniere, di cui qui si propone una lettura che ne allarga i confini (sino a comprendere i primi dieci componimenti), aggiungendo alla sezione da tempo individuata come exordium retoricamente impostato una seconda dedicata ai protettori. Un ulteriore tassello viene così ad aggiungersi al paziente lavoro di recupero della dimensione 'storica' di questo libro, lavoro in cui, sull'esempio di quanto si è fatto e si sta facendo per il Petrarca latino, sono impegnati gli studi più recenti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il poeta del mito. Ovidio e il suo tempo"
Editore: Carocci
Autore: Ghedini Francesca
Pagine: 325
Ean: 9788843094035
Prezzo: € 29.00

Descrizione:Ovidio fu uno dei più prolifici poeti dell'antichità, la cui influenza è giunta fino a noi grazie all'interesse suscitato dalla sua opera dal Medioevo a oggi. Il volume intende ripercorrerne la vita, dalla natia Sulmona alla gaudente Roma della prima età imperiale, sino alla grigia Torni, che lo vide esule e disperato attendere invano il perdono di Augusto. Ma la vera protagonista è la sua Musa, una Musa versatile che egli seppe piegare alle diverse esigenze di una poesia in continua evoluzione: maestro d'amore nella giovinezza, poeta epico e civile nella maturità, dolente cantore dell'esilio nella vecchiaia. In ogni stagione della sua vita poetica Ovidio seppe essere non solo interprete del suo tempo ma anche grande innovatore. Le sue radici culturali affondavano in una tradizione profondamente permeata di quella grecità a cui doveva gran parte della materia del suo canto. Nelle Metamorfosi, il più grande compendio della mitologia classica che l'antichità ci ha tramandato, rifluiscono e si intrecciano racconti antichi e recenti delle imprese di dèi, eroi, vittime e carnefici, in un caleidoscopio di immagini che si fissa per sempre nella mente del lettore.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cleofonte deve morire. Teatro e politica in Aristofane"
Editore: Laterza
Autore: Canfora Luciano
Pagine: IX-518
Ean: 9788858133682
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Siamo nel pieno della guerra del Peloponneso. Atene rischia la sconfitta. La tensione è altissima: il partito aristocratico vuole accordarsi a qualunque prezzo con Sparta e adottare il modello politico dei vincitori. I democratici vogliono resistere fino alla fine e salvare la costituzione. Cleofonte è il leader della parte democratica ed è l'uomo da abbattere. In questo tumultuoso quadro politico, un ruolo fondamentale lo giocano i drammaturghi. Alcuni di loro intrattengono un rapporto stretto con i gruppi di pressione decisi a scalzare il regime democratico. La commedia si fa, cosi, interprete della 'maggioranza silenziosa', quella che non va all'assemblea popolare, e la sobilla contro i suoi capi presentandoli come mostruosi demagoghi. Aristofane, il commediografo, si fa agitatore politico. La sua grande abilità consiste nel presentarsi come il difensore del popolo agendo, in realtà, per conto di chi intende distruggere il potere popolare. Nella commedia intitolata "Rane" getta la maschera, chiede e auspica la condanna di Cleofonte, accanito oppositore del potere oligarchico; rompendo la finzione scenica fa un vero e proprio comizio, e parla, questa volta apertamente, della bruciante attualità politica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Omero"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Enzo Mandruzzato
Pagine: 288
Ean: 9788867088614
Prezzo: € 19.50

Descrizione:L'Iliade e l'Odissea, le più alte creazioni del genio poetico greco, sono un patrimonio storico e narrativo di immenso valore che ha nutrito e continua a nutrire l'immaginario degli uomini. Chi non ricorda le appassionanti vicende e le grandi personalità dell'Iliade? Il litigio tra Achille e Agamennone che ha portato alla morte di Patroclo e alla disperazione di Achille; il colloquio tra Ettore e Andromaca, che porta in braccio il piccolo Astianatte; lo scontro finale tra i due eroi e la spedizione di Priamo nel campo acheo, per riavere la salma di suo figlio. Ma non meno intense sono le emozioni suscitate dalle avventure di Ulisse, quando è alle prese con Polifemo o con le sirene, o quando arriva a Itaca e ritrova il cane Argo e la vecchia nutrice, i primi a riconoscerlo, per poi rivelarsi a Penelope e uccidere i Proci. I personaggi dei due poemi non fanno che «dialogare, combattersi, rivaleggiare, amarsi e odiarsi», insomma esistere, esprimendo la natura umana in tutta la sua complessità. Guidandoci nella lettura di Omero, Enzo Mandruzzato restituisce piena attualità a quel mondo di uomini, Dei ed Eroi che fu per gli antichi mito e racconto sacro: «Idealizzati ma anche estremamente reali, uomini di sempre, in guerra e in pace. Uomini e donne».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' esoterismo di Dante"
Editore: Tipheret
Autore: Guénon René
Pagine: 88
Ean: 9788864964423
Prezzo: € 10.00

Descrizione:L'idea di Guénon, in questo volume apparso nel 1925, è che Dante Alighieri sia stato membro di un ordine iniziatico e che, scrivendo la Divina Commedia, abbia voluto lasciare ai lettori della sua opera un messaggio dottrinale nascosto nei versi. Il poema, infatti, è ricco di parallelismi massonici ed ermetici e come tale potrebbe essere letto e capito solo dagli iniziati. Le tre cantiche della Divina Commedia rappresentano quindi un percorso iniziatico: l'Inferno rappresenta il mondo profano; il Purgatorio illustra le prove iniziatiche e il Paradiso rappresenta l'illuminazione. Il numero tre compare ripetutamente nell'Opera e ha una grande importanza nel percorso iniziatico: tre sono i principi massonici (libertà, uguaglianza e fratellanza), tre le virtù teologiche (fede, speranza e carità), tre gli elementi alchemici (zolfo, mercurio e sale) necessari per creare la "Grande Opera". Il libro appare qui nella traduzione e curatela di Arturo Reghini.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Theuerdank. The epic of the last knight"
Editore: Taschen
Autore:
Pagine: 400
Ean: 9783836566209
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Le mirabili gesta del cavaliere Theuerdank e del suo scudiero Ehrenhold rappresentano l'ultima grande produzione epica del tardo Medioevo. Il viaggio compiuto da questo coraggioso cavaliere per ingraziarsi la sua futura moglie, Maria di Borgogna, le sue trionfali battaglie e altre perigliose avventure sono al centro di questa 'biografia' romanzata del futuro imperatore Massimiliano I (1459-1519). Re di Germania e dal 1508 imperatore del Sacro Romano Impero, Massimiliano fu un grande mecenate, ma anche il primo sovrano a intuire le grandi potenzialità della propaganda, al punto che commissionò una trilogia di sontuosi libri illustrati per immortalare le proprie gesta. Tra questi, il "Theuerdank", l'unico volume di cui vide la pubblicazione, composto da Melchior Pfinzing sulla base di una fantasiosa bozza scritta dall'imperatore stesso. Le 118 preziose xilografie rifinite in oro, una per ogni capitolo, furono realizzate da Hans Burgkmair il Vecchio, Hans Schäufelein e Leonhard Beck, mentre il tipo di carattere (conosciuto come Theuerdank e caratterizzato da mirabili svolazzi "a proboscide") fu creato appositamente per il libro dalla stamperia di Hans Schönsperger il Vecchio. Questa edizione, tratta da un rarissimo originale colorato a mano conservato alla Bayerische Staatsbibliothek di Monaco di Baviera, include un saggio di Stephan Füssel sulla vita e le opere di Massimiliano - che indaga in particolare il suo ruolo nello sviluppo dell'arte e della pratica della stampa -, nonché una selezione dalla clavis o 'chiave' di Melchior Pfinzing, un testo che nell'edizione originale aveva lo scopo di precisare, a beneficio dei contemporanei di Massimiliano, quali parti dei racconti fossero veritiere e quali invece frutto di fantasia. Il lettore potrà inoltre ammirare i famosi caratteri dagli svolazzi "a proboscide" nelle magnifiche riproduzioni a doppia pagina, fedeli all'originale in ogni minimo dettaglio, macchia o sbaffo. Riproponendo passo per passo i racconti tradotti in un linguaggio moderno, il libro getta luce sulle strategie narrative impiegate e sugli eventi storici che si celano dietro alle allegorie di quest'epopea.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Petri Alfonsi dialogus. Ediz. critica"
Editore: Sismel Edizioni del Galluzzo
Autore:
Pagine: 471
Ean: 9788884508614
Prezzo: € 98.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Yoyage dantesque. Viaggio dantesco. Testo francese a fronte"
Editore: Polistampa
Autore: Ampère Jean-Jacques
Pagine: 264
Ean: 9788859618751
Prezzo: € 20.00

Descrizione:La prima traduzione italiana del Voyage Dantesque di Jean-Jacques Ampère si colloca fatalmente, giusta - si direbbe - le potenti ed inesplicabili norme che, formalizzatesi nel celebre adagio latino nomen omen, legano magicamente nome e destino, nell'ambito di una rete tanto complessa quanto fascinosa di voyages, vorticosamente sospesi - nel cuore pulsante della comunicazione letteraria e della sociabilità culturale transnazionali ed intraeuropee del diciannovesimo secolo - tra verità e menzogna, identità autoriale ed errore attributivo, intentio originaria e trasposizione linguistica: viaggi, dunque, reali e metaforici, fisici e immaginativi, e contemporaneamente metamorfosi o addirittura usurpazioni, di idee e parole, di lingue e culture, di itinerari esplorativi e trouvailles euristiche, di sublimi o sublimate esperienze di sensiblerie così come di ermeneutica, e insieme di profili, veridici e inautentici, di scrittori-viaggiatori.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Papi che leggono Dante. La ricezione dantesca nel magistero pontificio da Leone XIII a Benedetto XVI"
Editore: Stilo
Autore: Merla Valentina
Pagine: 504
Ean: 9788864792125
Prezzo: € 35.00

Descrizione:In un clima polemico tra cattolici e non cattolici, negli anni dell'Unità d'Italia, in cui una falange del patriottismo italiano aveva incasellato l'Alighieri sotto l'egida del ghibellinismo anticlericale, Leone XIII interviene assolvendo la Monarchia dalla colpa di eresia e ricollocando il pensiero di Dante in seno alla Chiesa. Sulla scorta di tale assoluzione, Pio X incentiva le iniziative per il VII centenario dantesco, Benedetto XV rivaluta il poeta con l'enciclica "In praeclara summorum" (1921), aprendo le porte al riuso che i pontefici successivi faranno del corpus degli scritti danteschi: Dante diventerà una auctoritas a supporto delle argomentazioni, per mezzo di una fitta trama di allusioni e citazioni. Nel 1965, in occasione del VI centenario dantesco, Paolo VI con la lettera apostolica "Altissimi cantus" definirà Dante teologo e Giovanni Paolo II si servirà della fonte dantesca non solo nei documenti del magistero, ma anche nella sua produzione letteraria, soprattutto nel Trittico romano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Due bugie di Dante. Ciacco e Filippo Argenti non sono mai esistiti. Perché l'autore se li è inventati?"
Editore: Anicia
Autore: Tortorici Michele
Pagine: 157
Ean: 9788867093670
Prezzo: € 20.00

Descrizione:I primi commentatori della Commedia si sforzarono di trovare, per ciascuno dei personaggi coevi a Dante che compaiono nel poema, una precisa identità storica. Spesso una totale mancanza di documenti, palesi contraddizioni o fantasiose falsificazioni dimostrano che essi non avevano la più pallida idea di chi fossero quei personaggi. Una analisi dei casi di Ciacco e di Filippo Argenti condotta senza pregiudizi porta a scoprire che le incoerenze e le manipolazioni toccano per questi due personaggi livelli macroscopici e, per quanto riguarda il secondo, può far sospettare che quegli antichi commentatori (e tra loro, in prima fila, il Boccaccio) volessero tenere nascosto qualcosa che ritenevano disonorevole per Dante. Un vero e proprio giallo. L'autore affronta questo groviglio di questioni con un'indagine accurata dal punto di vista storico, critico e filologico, ma anche con una certa leggerezza narrativa: non è usuale trovare i nomi di Mike Buongiorno e di Caparezza in un saggio letterario. Ne emerge una certezza: né Ciacco né Filippo Argenti sono mai esistiti. Di conseguenza la domanda che l'autore si pone a proposito di questi personaggi non è più: "Chi furono storicamente?", ma: "Perché Dante se li è inventati?". La risposta a questa domanda, che conclude il saggio, penetra nelle pieghe più profonde del genio dantesco. Ma non la riveliamo qui: abbiamo detto che si tratta di un giallo!

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Natura ed etologia dall'antichità al Rinascimento"
Editore: Ledizioni
Autore:
Pagine: 158
Ean: 9788867054343
Prezzo: € 22.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Maia. 2/2018: Rivista quadrimestrale di letterature classiche."
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore:
Pagine: 208
Ean: 9788837232535
Prezzo: € 25.00

Descrizione:SOMMARIO Francesco Mori, Socrate, Palamede e l'empio processo. Declinazioni di un topos da Euripide a Senofonte Pedro Proscurcin Junior, Some Thoughts on the Socratic Use of Iliad x 224 in Plato's Protagoras and Symposium. A Dialogical Context Previous to the Dialectic Method? Mariachiara Angelucci, Polemone di Ilio e la sua opera Pro;~ Tivmaion Francesca Gazzano, La Lidia di Plinio il Vecchio Manuel Galzerano, Four Notes on Lucretius and a Note on Manilius Gianpiero Rosati, Enigmi e paradossi in Marziale (iv 3 e iv 18), o l'epigramma come teatro della vita Marta M. Perilli, Le armi improprie di Sceva. Suggestioni dalla Centauromachia ovidiana in Lucano (vi 169-179) Francesco Grotto, «Egregius formaque animisque». Un Marcello "virgiliano" in Stazio, Silvae iv 4 Davide Paolillo, Sul numero dei libri degli Annales e delle Historiae di Tacito. Un riesame della questione Morena Deriu, The Draught of Circe and the Songs of the Sirens. Satire in Lucian's On Dancing Michele Solitario, La polufwniva filosofica nelle orazioni di Massimo di Tiro Alessandro Schiesaro, Claudian's De raptu iii 126-127. Ceres' Intertextual Unconscious CRONACHE Gilberto Marconi, "Marginali". Sul testo, nel testo. Convegno internazionale, Macerata 12-14 aprile 2018 Maria Lavinia Porceddu, Animali parlanti. II. Letteratura, teatro, disegni. Convegno internazionale, Trento 17-18 aprile 2018 Caterina Mordeglia Aristofane, I Cavalieri, regia di Giampiero Solari, inda-Istituto Nazionale del Dramma Antico, 54° Festival del teatro greco di Siracusa, 29 giugno-8 luglio 2018 RECENSIONI Lisa Longoni rec. a Alessandra Rolle, Dall'Oriente a Roma. Cibele, Iside e Serapide nell'opera di Varrone, ets, Pisa 2017 Malena Trejo rec. a Guglielmo Cavallo, Escribir, leer, conservar. Tipologías y prácticas de lo escrito, de la Antigüedad al Medioevo, Ampersand, Buenos Aires 2017 Marina Giordanelli rec. a Gilberto Marconi, Anna e Gioacchino. I nonni materni di Gesù. Indagine sul Protovangelo di Giacomo 1-5, edb, Bologna 2017 SCHEDE Agricola, Rodolfo Mengotti, Petronio, Angelo Poliziano, Signes textes

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La dotta lira. Ovidio e la musica"
Editore: Marsilio
Autore: Isotta Paolo
Pagine: 426
Ean: 9788831742986
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Ovidio morì duemila anni fa relegato da Augusto sul mar Nero. Non riuscì mai a comprenderne il perché. Forse "Le metamorfosi", il suo più ampio poema, spaventarono il principe: ispirato com'è all'idea, modernissima, che nulla nell'universo è stabile, ma tutto dall'eternità muta e muterà. La materia incessantemente si trasforma, non è stata creata e non si distrugge. Gli dèi divengono uomini, gli uomini dèi, oppure animali, piante, aria, acqua: fiumi, laghi. Il poema è insieme il più grande racconto del mito, di tutti i miti, che la letteratura abbia mai tentato. Nessun poeta, nemmeno Omero e Virgilio, ha tanto ispirato la pittura e la scultura. Ma la dotta lira ha creato musica, da Poliziano a Strauss, attraverso Monteverdi, Cavalli, Scarlatti, Bach, Händel, Pergolesi, Porpora, Dittersdorf, Haydn, Cherubini, Clementi, Berlioz, Liszt, Offenbach, Massenet, e tanti altri, più di ogni altra voce poetica: voce poi echeggiata e variata per l'ultima volta nel Novecento dall'arte di D'Annunzio. Il teatro musicale nasce nel nome di Ovidio, e nei secoli opere, drammi musicali, cantate, sinfonie e concerti traggono alimento dalla sua poesia; poi, dai grandi ritratti di donne eroiche, innamorate, fedeli, infedeli, abbandonate presenti nelle "Metamorfosi" e, con i loro Lamenti, nelle "Eroidi"; dalle favole del calendario pagano nel poema dei Fasti. Apollo, Dafne, Orfeo, Euridice, Arianna, Medea, Teseo, Giunone, Giove, Dioniso, Venere, Amore, Mercurio, Cibele, Latona, Diana, Morfeo, Persefone, Plutone, Pan, Ercole, Fetonte, Atteone, le Baccanti, Perseo, Galatea, Polifemo, Fedra, il Minotauro, Icaro, Glauco, Pigmalione, Danae, Semele, Marsia, Ulisse, sempre rinascono in note. Con loro le favole del caos, della notte, degli inferi, dell'Olimpo, dell'origine dell'universo, del diluvio. Questo libro racconta il mito nella metamorfosi della musica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Studi classici orientali (2018)"
Editore: Pisa University Press
Autore:
Pagine:
Ean: 9788833390178
Prezzo: € 50.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Quando la vita ti viene a trovare. Lucrezio, Seneca e noi"
Editore: Laterza
Autore: Dionigi Ivano
Pagine: 125
Ean: 9788858133293
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Per una meravigliosa e tremenda ambiguità linguistica, la morte e la vita sono iscritte nella stessa parola bios: bíos è vita, biós è arco. Noi siamo così un cerchio incompiuto, imperfetto, un arco, in cui inizio e fine non coincidono. Solitari restare a riva a osservare le tempeste della vita o salire a bordo senza troppo curarci dei compagni di viaggio? Seguire le leggi del cosmo o le leggi dell'io? Scegliere la politica o l'antipolitica? Il negotium o l'otium? Credere o capire di fronte a Dio e alla morte? Seguire la lezione dei padri o la rivoluzione dei figli? Basta volgere lo sguardo al mondo classico di Atene e Roma per trovare i nostri più naturali interlocutori, coloro che ci hanno preceduti nelle nostre stesse domande. Lucrezio e Seneca hanno fatto il controcanto al presente ponendosi le domande ultime. Non importa quali risposte abbiano dato, importa invece la loro allergia al pensiero unico, tanto da averci prospettato concezioni diverse e rivali del mondo. Importa il coraggio di sperimentare, in solitudine e in autonomia, cosa significa sopportare la verità quando la vita ti viene a trovare. A loro dobbiamo rivolgerci per ricordarci come eravamo e come potremmo essere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' Egloga IV di Virgilio e l'interpretazione di Salvatore de Lorenzo"
Editore: LAS Editrice
Autore:
Pagine: 138
Ean: 9788821313233
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Moralité de fortune, maleur, eur, povreté, franc arbitre et destinee. Ediz. critica"
Editore: Rosenberg & Sellier
Autore:
Pagine: CCXXVI-240
Ean: 9788878856547
Prezzo: € 32.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU