Articoli religiosi

Libri - Teatro



Titolo: "Eduardo De Filippo. Tra testo e scena"
Editore: Edizioni Scientifiche Italiane
Autore:
Pagine: 288
Ean: 9788849534849
Prezzo: € 33.00

Descrizione:Con il convegno Eduardo De Filippo tra testo e scena (7 maggio 2014) l'Università di Napoli Federico II ha inaugurato "Eduardiana", il ciclo di incontri e studi svolto sotto l'egida del Forum Universale delle Culture per le celebrazioni del trentesimo anniversario della scomparsa del grande drammaturgo, regista e attore napoletano. Facendo tesoro degli studi filologici e linguistici alla base della fondamentale edizione critica del Teatro di Eduardo, a cura di Paola Quarenghi e Nicola De Blasi, abbiamo ricostruito la storia dei testi e il rapporto tra scrittura e scena, sempre dinamico quando l'autore è anche l'attore che interviene sul testo di propria mano nello scrittoio e con la propria voce sulla scena.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Attori, teatro e un po' di vita. Scritti per il «Corriere della sera» (1974-2017)"
Editore: Mimesis
Autore: Porro Maurizio
Pagine: 323
Ean: 9788857543970
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Questo volume presenta, per la prima volta, un insieme di recensioni, interviste, articoli, dedicati al teatro e allo spettacolo, che Maurizio Porro ha scritto, negli anni, per il «Corriere della Sera», raccontando fatti, eventi, serate della vita teatrale milanese e italiana. Ne risulta un osservatorio particolare e inaspettato delle nostre scene dal 1974 ad oggi, in grado di offrire, con garbo e piacevolezza, diversi spunti di riflessione, per comprendere opere e artisti che hanno fatto la storia dello spettacolo dell'ultimo mezzo secolo. Premessa di Franca Valeri.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Brecht per tutti. Guida alla teoria teatrale brechtiana e 50 esercizi per metterla in pratica"
Editore: Audino
Autore: Unwin Stephen
Pagine: 142
Ean: 9788875273729
Prezzo: € 17.00

Descrizione:«Come faccio, io attore, a mettere in pratica le idee brechtiane? Come si recita brechtianamente?». Brecht per tutti risponde a queste domande proponendo, oltre a un'introduzione alla teoria teatrale brechtiana, 50 esercizi pratici ideati per aiutare a tradurre nella pratica del palcoscenico gli insegnamenti di questo grande uomo di teatro. Brecht rappresenta una figura chiave del nostro tempo. Ha affermato una volta il regista Peter Brook: «Tutto quanto si fa oggi in teatro ha in qualche modo come punto di partenza o di arrivo le sue affermazioni e i suoi risultati». La sua influenza è visibile ovunque, dal teatro più politicamente esplicito alle performance, dagli spettacoli contemporanei alle rivisitazioni dei classici, dal teatro d'essai a quello civile. Tuttavia Brecht è stato molte volte frainteso, e del suo teatro si pensa spesso che sia freddo e privo di emozioni. Questo libro intende dissipare l'alone di mistero che circonda ancora oggi il teatro di Brecht, la sua teoria e la sua terminologia ("teatro epico", "straniamento", "gesto" ecc.). Creare un tipo di teatro che rifletta la realtà del mondo è già abbastanza difficile; convincere il pubblico a esercitare un giudizio critico su quella realtà, come era nelle intenzioni di Brecht, è molto, molto più difficile. Possiamo rigettare entrambi gli obiettivi, se vogliamo, e affermare che l'unico scopo del teatro sia l'evasione. Ma se accettiamo il suo ruolo di "bocca della verità" e di strumento in grado di migliorare attivamente il mondo, Brecht può rappresentare una straordinaria fonte d'ispirazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Basta un paravento. 1982-2017: trentacinque anni di teatro a Locarno e in giro per il mondo"
Editore: Mimesis
Autore:
Pagine: 118
Ean: 9788857544519
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Da trentacinque anni... basta un Paravento. Il volume vuole testimoniare più che celebrare l'esperienza di un piccolo teatro nato in una piccola città, Locarno, ma che si rifà a grandi e antiche tradizioni come la pantomima o il Teatro dell'arte. Fondata da quattro attori usciti dalla Scuola Teatro Dimitri, la compagnia ha girovagato per il mondo e si è esibita in oltre trenta Paesi (da quelli dell'Europa centrale alla Russia, dal Vicino Oriente al Canada, dalla Turchia e la Grecia all'America latina e l'Oceano Indiano). Il libro è suddiviso in più sezioni e contiene testi di membri della compagnia che raccontano le esperienze vissute e testi di autori esterni che ne ripercorrono la storia e analizzano le specificità drammaturgiche di questi moderni saltimbanchi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teatro popolare: arte, tradizione, patrimonio"
Editore: Pacini Editore
Autore: Giusti Maria Elena
Pagine: 181
Ean: 9788863159776
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Il teatro popolare è una pratica ancora viva in alcune aree della Toscana, in particolare per il genere del Maggio epico e drammatico. Il volume fornisce un quadro delle vicende di tali forme espressive negli ultimi cent'anni, studiandone le permanenze, le trasformazioni, i significati sociali e la valorizzazione in termini di patrimonio culturale. Si tratta di una complessa forma di spettacolo altamente codificata, che articola molteplici dimensioni e soggetti. Da un lato i testi scritti, gli spazi scenici e gli apparati scenografici, i costumi, i ritmi temporali; dall'altro gli attori, riuniti in compagnie locali, e il pubblico, che nel corso degli spettacoli svolge una funzione attiva e intensa. Lontano dal rappresentare un relitto folklorico, il teatro popolare appare un elemento vitate nelle culture locali, radicato nella tradizione ma capace al tempo stesso di innovazioni creative in risposta ai mutamenti dei contesto sociale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il corpo è cultura"
Editore: Audino
Autore: Suzuki Tadashi
Pagine: 141
Ean: 9788875273613
Prezzo: € 18.00

Descrizione:In questo volume sono raccolti gli scritti, tradotti per la prima volta in italiano, di una delle più grandi voci del teatro nipponico. Il Noh, il Kabuki, la tragedia greca, i classici di Shakespeare e il lavoro di maestri moderni come Cechov e Beckett: è questo l'humus che ha alimentato la profonda consapevolezza di Tadashi Suzuki dell'universalità e del potere trasformativo dell'esperienza teatrale. Dal confronto con le tecniche della tradizione teatrale giapponese e le ricerche di Mejerchol'd, Decroux e Grotowski nasce il suo metodo di formazione degli attori, finalizzato a rendere gli interpreti consapevoli della propria sensibilità fisica attraverso una rigorosa disciplina corporea e vocale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il teatro ebraico. La realizzazione di un sogno"
Editore: Mimesis
Autore: Schiavo Maddalena
Pagine: 194
Ean: 9788857544922
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Il teatro ebraico si sviluppa poco più di un secolo fa nell'ambito del processo di rinascita nazionale che portò alla fondazione dello Stato d'Israele. Con il passaggio degli ebrei dall'Europa in Palestina, iniziato verso la fine del diciannovesimo secolo, l'arte drammatica divenne uno dei principali mezzi espressivi per promuovere gli ideali sionisti e favorire la diffusione della lingua ebraica. Nel corso di alcuni decenni il teatro, da strumento didattico, si è affermato come una delle manifestazioni artistiche più seguite e apprezzate del paese. Il volume ripercorre i principali avvenimenti che hanno scandito la nascita delle prime compagnie teatrali e della drammaturgia israeliana fino ai suoi sviluppi più recenti soffermandosi sulla natura ideologica e politica che caratterizza tale fenomeno.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Strehler fra Goldoni e Mozart"
Editore: Skira
Autore:
Pagine:
Ean: 9788857237718
Prezzo: € 25.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La messinscena de «Le furberie di Scapino» di Molière. Note di regie"
Editore: Bulzoni
Autore: Copeau Jacques
Pagine: 160
Ean: 9788868970864
Prezzo: € 18.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Stasera andiamo a vedere Luisa Conte. E i napoletani tornarono al Teatro"
Editore: Iuppiter
Autore: Adinolfi Giulio
Pagine: 118
Ean: 9788895997933
Prezzo: € 12.00

Descrizione:"Perché ho scritto questo libro? Per necessità. Lo portavo dentro di me da tanto tempo e avrei potuto scriverlo molti anni fa. Ma forse è meglio così: è meglio che l'abbia scritto oggi, dopo che il tempo ha fatto dimenticare le polemiche, rese vane le recriminazioni, sopito i rancori, lasciando intatta una storia durata quasi un quarto di secolo e che ha avuto per protagonisti non solo grandi professionisti, attori, registi, scrittori, tecnici ma anche e soprattutto milioni di spettatori che con la loro entusiastica presenza hanno reso esaltanti ed indimenticabili quegli anni."

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Franca Rame. La strega scomoda"
Editore: Clichy
Autore:
Pagine: 128
Ean: 9788867994069
Prezzo: € 7.90

Descrizione:Franca Rame è stata compagna di vita e d'arte di Dario Fo, Premio Nobel e «genio di famiglia» come amava ripetere con una punta di civetteria. La sua attività di ordinatrice, curatrice e organizzatrice della compagnia e delle opere del marito, l'ha portata sempre a spostarsi dal palcoscenico a un dietro le quinte, voluto e mai rinnegato. Ma la Rame era nata attrice e il suo protagonismo di primadonna a teatro, al cinema e in tv, ha saputo trasferirlo, con sagacia, ironia e abnegazione, nel quotidiano e nel suo esser donna. E proprio la condizione di donna, per giunta bellissima e di grande successo, le ha procurato spesso antipatia e odio, fino al feroce sequestro e stupro che, con grande coraggio, avrà la forza di raccontare a modo suo in uno dei monologhi più recitati. Delusa dall'esperienza di senatrice, si dimetterà con un indimenticabile j'accuse all'intera classe dirigente del paese. Ancora una volta donna, persona e non personaggio, mai doma, per l'appunto scomoda militante e strega consapevole.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dialogo e scena tra antico e moderno"
Editore: Progedit
Autore: Distaso Grazia
Pagine: 80
Ean: 9788861943599
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Attraverso un'indagine sulle interazioni fra i generi, sui rapporti fra letteratura e teatro, letteratura e scienza, i saggi raccolti nel volume pongono in rilievo momenti, idee e personaggi significativi della storia della cultura fra Sei e Settecento. Ne emerge una sicura e dialettica consapevolezza della modernità che avanza secondo molteplici prospettive: in esse la serietà di posizioni critico-ideologiche si fa strada anche attraverso un'amabile conversazione e con lo strumento letterario della parodia. La mimesi drammaturgica costituisce il fil rouge di un percorso che conduce sino al teatro borghese del tardo Ottocento, in cui il tessuto dialogico delle battute dei personaggi si trasforma in naturale dialogo fra "persone".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il mestiere della regia. La lezione di una grande artista del teatro contemporaneo"
Editore: Audino
Autore: Mitchell Katie
Pagine: 190
Ean: 9788875273651
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Nel quadro della fondamentale ricerca di Stanislàvskij sulle azioni fisiche, riletta alla luce delle recenti scoperte nel campo delle neuroscienze e della biologia delle emozioni, il libro di Katie Mitchell offre una prospettiva metodologica di valore sulle tecniche di composizione di una messinscena teatrale. Fra le voci più autorevoli e creative del teatro contemporaneo, Mitchell illustra e condivide i principali strumenti da lei usati per affrontare il lavoro sul testo, con gli attori e con i collaboratori. Il volume approfondisce, in particolare, l'analisi delle strutture fondamentali del testo teatrale, la preparazione delle improvvisazioni, le dodici regole d'oro per lavorare con gli attori, come gestire il passaggio dalla sala prove al teatro e come perfezionare lo spettacolo durante le repliche.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Identità sotto chiave. Lingua e stile nel teatro di Saverio La Ruina"
Editore: Quodlibet
Autore: Albanese Angela
Pagine: 176
Ean: 9788822901262
Prezzo: € 18.00

Descrizione:La drammaturgia di impegno sociale di Saverio La Ruina, caratterizzata dalla peculiare ritrosia dei suoi personaggi e da una narrazione lieve e pudica, ha reso il drammaturgo, regista e attore uno dei nomi più noti della scena italiana contemporanea. Il volume si concentra sulla produzione teatrale più recente di La Ruina, la cui forza autoriale si è imposta con i monologhi in dialetto calabro-lucano Dissonorata e La Borto, che affrontano il tema della violenza di genere e dell'aborto, con Italianesi, assolo tragico a sfondo storico sull'identità migrante, con Polvere. Dialogo tra uomo e donna, indagine tagliente sulla violenza psicologica e verbale nel rapporto di coppia, e con il recentissimo Masculu e fiammina in cui l'autore torna al monologo per affrontare il tema dell'omosessualità. Con la sua sola, potente presenza scenica La Ruina si dimostra capace di una ricerca antropologica minuziosa, in grado di restituire - con precisione quasi calligrafica - il dolore dei suoi personaggi e la ferita aperta del loro Sé lacerato. Questa prima monografia critica sull'autore si propone di indagarne, oltre all'impegno «politico», anche la lingua e lo stile, secondo due direttive di ricerca parallele e strettamente intrecciate: l'indagine tematica sulll'«identità sotto chiave» che, con declinazioni diverse, accomuna i protagonisti delle sue pièce, e l'analisi testuale, uno strumento indispensabile - come troppo spesso si dimentica - alla decifrazione di ogni poetica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Alberto Canetta. La traversata del teatro. Con DVD video"
Editore: Casagrande
Autore: Lepori Pierre
Pagine: 159
Ean: 9788877134967
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Da Renzo Ricci a Jerzy Grotowsky, da Pulcinella al Teatro Povero: questa è la traversata teatrale compiuta da Alberto Canetta (1924-87), attore e regista che dopo la gavetta milanese approda nella Svizzera Italiana, dove sarà impegnato nella compagnia di prosa radiofonica per trent'anni. Accanto a questa attività, Canetta tenta a più riprese di fondare formazioni indipendenti: dal sogno di un teatro stabile per la città di Lugano (1961-67), all'impegno sperimentale con un gruppo di studenti (1970-83), fino ad approdare a un minuscolo spazio sotterraneo nel Palazzo dei Congressi di Lugano (il Teatro La Maschera, nato nel 1984), Canetta attraversa - in una posizione provinciale ma nient'affatto di ripiego estetico - le tappe fondanti del teatro novecentesco, sempre più attratto dalle utopie del Terzo Teatro eppure fedele all'artigianato attoriale e alla preminenza del testo. A vent'anni dalla scomparsa, questo saggio analizza la carriera e l'estetica di Canetta, uomo di teatro irrequieto e idealista, a cui si devono alcune opere di assoluto valore. Questa ricerca, promossa dalla Società Svizzera di Studi Teatrali (SGTK/SST), è il volume n. .68-2007 della collana Schweizer Theaterjahrbuch (Annuari del teatro svizzero) ed è corredata da un DVD - a cura delle Teche RTSI - contenente radiodrammi originali e filmati d'epoca.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Storie di un teatro. Per i 150 anni del teatro Verdi"
Editore: Edizioni ETS
Autore: Sainati Fabrizio, Renzoni Stefano, Alberti Maria
Pagine: 160
Ean: 9788846750976
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Il 12 novembre 1867 con il "Guglielmo Tell" di Gioacchino Rossini si inaugurava il Regio Teatro Nuovo, che dopo la morte del grande compositore venne intitolato a Giuseppe Verdi, nome che ancor oggi caratterizza il massimo istituto teatrale di Pisa, realizzato in pochi anni, subito dopo l'unità d'Italia, da un gruppo di cittadini al fin di dotare Pisa di un moderno teatro dove si rappresentassero spettacoli d'opera e di prosa. Di lì a poco, a partire dal 1889 il palcoscenico del teatro vide lo svolgersi anche di spettacoli drammatico-coreutici messi in scena dagli studenti della goliardia universitaria. Il teatro divenne così, fin da subito, la principale istituzione pisana votata allo spettacolo e le tavole del suo palcoscenico sono state calcate nei suoi centocinquanta anni di vita da tutti gli artisti italiani, ma anche internazionali, che hanno inciso il proprio nome nel pantheon delle rappresentazioni drammatiche, musicali, coreutiche. Attraverso un gruppo di scritti che affrontano le vicende della costruzione dell'edificio e delle trasformazioni urbanistiche del quartiere entro cui fu inserito, unitamente alla storia della vita e delle stagioni teatrali che hanno segnato la vita culturale di Pisa dai primi anni del Regno d'Italia a oggi, il volume ricostruisce anche con l'ausilio di nuovi documenti e di una documentazione fotografica il vivace profilo di un teatro che è stato ed è protagonista della vita culturale della città e della nazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Biomeccanica teatrale di Mejerchol'd. Idee, principi, allenamento"
Editore: Audino
Autore: Paternò Claudio Massimo
Pagine: 142
Ean: 9788875273590
Prezzo: € 18.00

Descrizione:La Biomeccanica Teatrale è un sistema d'educazione dell'attore messo a punto da Vsevolod E. Mejerchol'd dopo oltre trent'anni di ricerche nei primi decenni del Novecento in Unione Sovietica. Ancora oggi, erroneamente, è associata alla fOrma delle prime messinscene del proprio ideatore. La Biomeccanica Teatrale, tuttavia, non è uno stile: è un percorso educativo tecnico e rigoroso, che offre all'allievo-attore gli strumenti per creare un proprio metodo di approccio alle arti performative, dalle più classiche a quelle contemporanee; un corpus di idee che ha influenzato e influenza i più grandi artisti teatrali. In questo libro sono presentate tutte le idee e i principi base della Biomeccanica Teatrale e un programma organico di esercizi pratici, per introdurre il lettore alla complessità del sistema e stimolarlo all'approfondimento seguendo le lezioni di un maestro. Ogni esercizio è affiancato da immagini illustrative, e sarà possibile visualizzarne l'esecuzione completa accedendo ai materiali on line disponibili sul sito della casa editrice. Completano il volume una presentazione del professor Fausto Malcovati e un'appendice storica, di Giovanni Gorla, che contiene testi per la prima volta pubblicati in lingua italiana dello stesso Mejerchol'd e di insegnanti, attori, registi e allievi che raccontano la propria esperienza. Tra le testimonianze raccolte figurano voci di grande spessore come quelle di Bogdanov ed Ejzenstejn.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Raffaele Viviani. Fortune e sfortune d'un grande autore-attore"
Editore: Guida
Autore: Amedeo Giovanni
Pagine: 208
Ean: 9788868663094
Prezzo: € 14.00

Descrizione:La figura di Raffale Viviani aleggia tra la realtà e la fantasia: un personaggio singolare, fuori d'ogni schema, avventuroso e semplice, poetico e schiettamente popolare. Lontano dal capzioso e dal lambiccato, i drammi e le commedie che fece rappresentare, interpretandoli con arte insuperabile, furono scritti da un uomo di teatro, ossia un uomo che portava in sé con naturalezza, assieme ai ritmi e alla mimica del grande attore, il respiro della scena. E la fusione di attore e scrittore gli consentì di affrontare una realtà a molte facce, dove il comico diventa tragico e il tragico diventa comico, con la fluidità di una fantasia che più che inventare pare ricordare, così fornendo l'ultimo bagliore autenticamente popolare di Napoli: prezioso grande affresco per noi venuti dopo, con le luci e le ombre della vita dei semplici d'una comunità mediterranea dalle radici millenarie.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La voce in una foresta di immagini invisibili. Ediz. a colori"
Editore: Nottetempo
Autore: Guidi Chiara
Pagine: 67
Ean: 9788874526963
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Chiara Guidi racconta per la prima volta la sua ricerca sulla voce, andando a descrivere gli elementi atemporali e archetipici di questo strumento: una ricerca che la porta a giocare con le parole fino a perderne il senso, per poi recuperarlo sondando limiti, forme e potenzialità del linguaggio sonoro. Per ritrovare il significato sia della voce sia delle parole, queste vanno scarnificate, soppesate, scomposte e ricomposte, devono diventare altro per toccare un senso più profondo. In questo libro, nel quale si ibridano il saggio, l'opera d'arte e la biografia, Guidi ci fa dono dei diagrammi, degli schemi e delle curve utilizzati nel suo lavoro: la voce può arrivare li dove ssuno può ascoltarla, e anche in ìlio spazio diventa corpo e trova una nuova necessità d'essere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Istantanee dagli ultimi della terra. Viaggi in Etiopia, Amazzonia, Albania e Ghana"
Editore: Dissensi
Autore: Renzi Marco
Pagine: 153
Ean: 9788896643990
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Le istantanee contenute in questo libro raccontano il progetto "Teatri senza frontiere" iniziato molti anni fa nell'ambito del festival "I Teatri del Mondo", di cui lo stesso autore è stato ideatore, fondatore e direttore artistico per 27 anni, dal 1990 al 2016, esperienza che ha visto la realizzazione di momenti di teatro e solidarietà in particolari luoghi del mondo dove miseria e povertà rendono l'infanzia un diritto tutt'altro che acquisito. "Teatro Senza Frontiere" non è la tournée di questa o quella compagnia che va a fare spettacoli in un paese straniero, questo lo si fa da sempre, è invece un percorso nuovo che vede più soggetti impegnati a disegnare qualcosa di diverso; accendere la luce dove l'ombra è potente, cercando di illuminare ovunque sia possibile: villaggi, strade, foreste, periferie, mettendo in campo una forza nuova, frutto di sinergie e passioni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il nuovo terzo mondo dei performance studies"
Editore: Bulzoni
Autore: Schechner Richard
Pagine: 240
Ean: 9788868970581
Prezzo: € 20.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dai più vita alla tua vita! Un percorso di crescita personale in 16 esperienze di giochi teatrali"
Editore: Centro Studi Evolution
Autore: Picco Andrea
Pagine: 144
Ean: 9788895893235
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Un libro creativo e stimolante per chi desidera mettersi in gioco e sperimentare nuove modalità d'autoconoscenza e di relazione interpersonale. Andrea Picco è uno psicologo, drammaterapeuta e attore che da diversi anni conduce, con adolescenti e adulti, percorsi formativi e di crescita personale attraverso laboratori teatrali e artistici. In questo libro propone sedici esperienze che non richiedono particolari attitudini teatrali ma il desiderio e la curiosità di mettersi alla prova. Come ha scritto l'autore: "Non conosco gioco più bello e più umano del teatro per prendersi cura di sé, per conoscersi davvero". Un libro utile a se stessi, genitori, insegnanti, educatori e tutti coloro che desiderano ampliare il repertorio delle proprie strategie d'autoconoscenza, educative e relazionali: spunti per riflettere su di sé e ampliare la creatività e flessibilità mentale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I disegni del teatro del Maggio Musicale Fiorentino. Inventario"
Editore: Olschki
Autore: Bucci Moreno
Pagine: XXXVI-790
Ean: 9788822265241
Prezzo: € 195.00

Descrizione:Questo quarto volume analizza, come i precedenti, la categoria dei bozzetti, dei modellini di scena e dei figurini per i costumi. Di ogni disegno teatrale è fornita una scheda scientifica completa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un futuro infinito. Piccola autobiografia"
Editore: Mondadori
Autore: Asti Adriana
Pagine: 143
Ean: 9788804676539
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Bambina ipersensibile e schiva, nata in una famiglia borghese poco incline alle dimostrazioni d'affetto, ma anche adolescente ribelle al punto da andarsene di casa a diciassette anni. «Pessima attrice» in una compagnia teatrale itinerante (il Carrozzone), cui si unisce per caso e non per passione, ma capace di farsi presto notare da Giorgio Strehler, che la scritturò per il Piccolo Teatro. Vittima di un misterioso malessere che la costringerà in analisi per oltre trent'anni (e da cui guarirà grazie a Cesare Musatti), eppure protagonista acclamata della scena teatrale italiana e internazionale, contesa dai più famosi registi del Novecento, da Harold Pinter a Bob Wilson. Attrice cinematografica amata da registi colti e raffinati come Luchino Visconti, Vittorio De Sica, Giuseppe Patroni Griffi, Susan Sontag, Bernardo Bertolucci, Abel Ferrara, Marco Tullio Giordana, ma anche interprete di alcuni tra i film più osé e delle pièce più scandalose degli anni Settanta. La vita di Adriana Asti è un susseguirsi di scelte anticonvenzionali, incontri spiazzanti e contraddizioni apparentemente inconciliabili. Che il suo sguardo divertito rispecchia fedelmente. È con irresistibile garbo e autoironia che in Un futuro infinito racconta sé stessa e il suo mondo, popolato da scrittori, poeti, maghi, intellettuali, registi, attori, primedonne, personaggi eccentrici e bizzarri. Le cene con Alberto Moravia, Carlo Emilio Gadda, Goffredo Parise, Elsa Morante e Natalia Ginzburg (che scrisse per lei Ti ho sposato per allegria). Le estati a Ischia con Luchino Visconti, che organizzava scherzi feroci. E poi, il legame struggente con Pier Paolo Pasolini, «un diamante che non si scalfisce». Il burrascoso rapporto con Susan Sontag. Il sodalizio umano e artistico con Franca Valeri. Il successo in Francia, che le ha aperto una carriera Oltralpe e un'«altra» vita. La malattia, che la spaventava al punto da non nominarla, ma che non riuscì a tenerla lontana dal palcoscenico. E ancora, le prime nozze con Fabio Mauri, presto naufragate. L'incontro e il matrimonio con Giorgio Ferrara, regista, attore e direttore del festival di Spoleto. Lei allora quarantenne, lui poco più che ventenne, uno scandalo per l'epoca. La storia di una straordinaria attrice, riservata eppure spregiudicata. Di una donna profondamente libera e anticonvenzionale, con il talento di sapersi lasciare ogni cosa alle spalle. Perché il passato non esiste: è solo qualcosa che la spinge in avanti, verso ciò che deve ancora accadere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La possibilità della gioia. Pippo Delbono"
Editore: Clichy
Autore: Manzella Gianni
Pagine: 224
Ean: 9788867994526
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Attore e regista fuori dai canoni, Pippo Delbono è uno degli artisti italiani più conosciuti sulla scena internazionale oltre che un apprezzato autore cinematografico. Da anni i suoi spettacoli riempiono ovunque i teatri e dilagano nei festival più importanti d'Europa. Fin dal debutto sulle scene, ha creato un linguaggio teatrale di grande forza espressiva capace di coniugare il rigore della «danza nel teatro» con una dirompente carica visionaria. Un'esperienza che reca fortissima l'impronta anche biografica dell'autore. Quello compiuto dall'artista nell'arco di trent'anni si rivela un lungo viaggio che parte da una personale «malattia» per tramutarsi in strumento di conoscenza. Frutto di un dialogo che dura da più di un ventennio, dove lo sguardo spesso prevale sulla parola, il libro accompagna il lettore alla scoperta di una delle più affascinanti avventure artistiche dei nostri tempi. Un viaggio dentro il viaggio dell'artista verso una lontana Itaca. Senza negarsi al racconto e neppure alla concretezza dell'analisi, a metà fra la scrittura saggistica e quella letteraria. Sperando che, con Kavafis, anche il lettore possa augurarsi che la strada sia lunga perché Itaca ci ha dato la meta ma quello che importa è il viaggio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU