Articoli religiosi

Libri - Diritti Umani



Titolo: "La moglie afghana. Non tutte le donne sono nate libere"
Editore: Newton & Compton
Autore: Nawa Fariba
Pagine: 382
Ean: 9788854189188
Prezzo: € 5.90

Descrizione:Fariba Nawa è una giornalista di origini afghane. Da piccola si è trasferita con la famiglia in America, e dopo 19 anni torna per la prima volta nella sua terra per conoscere il proprio popolo e riscoprire il sapore della sua infanzia. A Herat, sua città natale, la giornalista incontra il nonno, Baba Monshi, un intellettuale che è stato in prigione per le sue idee, giudicate troppo moderne. Il viaggio prosegue tra trafficanti, donne disposte a sacrificare la vita per far valere i propri diritti, giovani pusher, signori della droga, agenti infiltrati. Infine la giornalista incontra Darya, con la sua storia di tristezza e rassegnazione. Darya è una giovane "sposa dell'oppio", costretta dal padre, trafficante, a sposarsi con un signore della droga molto più vecchio di lei, che non parla nemmeno la sua lingua e ha già un'altra moglie e otto figli. Negli occhi intensi di quella bambina Fariba vede riflessa tutta la bellezza e la sofferenza delle donne afghane. In un libro a metà tra il romanzo e il reportage, Fariba Nawa ci racconta tutta la verità sul moderno Afghanistan, dilaniato da sanguinose lotte, conteso tra potenze straniere e lasciato in mano agli spietati signori dell'oppio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Finché non saremo liberi. Iran. La mia lotta per i diritti umani"
Editore: Bompiani
Autore: Ebadi Shirin
Pagine: 250
Ean: 9788845281419
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Shirin Ebadi, la prima donna musulmana a ricevere il Premio Nobel per la Pace, ha ispirato milioni di persone nel mondo con il suo impegno da avvocato per i diritti umani, difendendo soprattutto le donne e i bambini dal brutale regime iraniano. Per questo il governo ha cercato di ostacolarla in tutti i modi, ha intercettato le sue telefonate, ha messo sotto sorveglianza il suo ufficio, l'ha fatta pedinare, ha minacciato lei e i suoi cari con metodi violenti e indicibili. Oggi Shirin Ebadi ci racconta la sua storia di coraggio e di ribellione contro un potere intenzionato a portarle via lutto - il matrimonio, gli amici, i colleghi, la casa, la carriera, persino il Premio Nobel - ma che non è riuscito a intaccare il suo spirito combattivo e la sua speranza di giustizia e di un futuro migliore: "è per amore dell'Iran e del suo popolo, delle sue potenzialità e della sua grandezza; che ho intrapreso ogni singolo passo di questo viaggio. E so che un giorno gli iraniani troveranno la loro strada per la libertà e la giustizia che meritano." "Finché non saremo liberi" è il racconto incredibile di una donna che non si arrenderà mai, non importa quali rischi dovrà correre: un esempio per tutti, che insegna il coraggio di lottare per le proprie convinzioni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Perché non possiamo aspettare"
Editore: Piano B
Autore: King Martin Luther
Pagine: 166
Ean: 9788899271770
Prezzo: € 14.00

Descrizione:"Perché non possiamo aspettare" è un vivido documento su una stagione chiave della storia americana e mondiale, capace di illuminare il lungo e difficile percorso che da Abraham Lincoln, il grande emancipatore, ha condotto sino a Barack Obama, il primo presidente nero degli Stati Uniti. In "Perché non possiamo aspettare" Martin Luther King descrive con prosa incalzante e ispirata, in una specie di impressionante reportage, i fatti che nel 1963 condussero allo scoppio della "terza rivoluzione americana: la Rivoluzione Negra". La resistenza non violenta e la disobbedienza civile come tecniche rivoluzionarie da impiegare contro la segregazione sono i temi principali affrontati in questo libro dal leader dei diritti civili statunitense. Prendendo ideale avvio dalla celebre "Lettera dal carcere di Birmingham", King passa a descrivere i passaggi chiave che dai moti di Birmingham condussero sino alla Marcia su Washington, nell'anno fatale della "Terza rivoluzione americana", il 1963. L'anno seguente King sarà poi insignito del Premio Nobel per la pace. La filosofia della non violenza è l'altro grande tema affrontato in "Perché non possiamo aspettare": essa è infatti la "lama che rimargina" che riuscì a sconfiggere la segregazione e ad affermare il celebre sogno di King: "che tutti gli uomini siano creati uguali".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' azione umana"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Ludwig Von Mises
Pagine: 939
Ean: 9788849846027
Prezzo: € 48.00

Descrizione:

L’azione umana può essere considerata la maggiore opera di Ludwig von Mises. È stata scritta negli Stati Uniti d’America, dove l’autore, in fuga dal nazismo, è stato accolto come esule politico. Costituisce il momento culminante di una lunga riflessione, tramite cui viene data risposta ai più rilevanti problemi della vita sociale.

A Mises è toccato vivere contro il proprio tempo. Ha dovuto affermare le ragioni della libertà in un contesto storico-sociale in cui le correnti ideologiche dominanti hanno portato al comunismo, al nazismo e all’aggressione dello Stato di diritto mediante un diffuso interventismo politico. Mises ha avuto sempre chiara l’idea che la cooperazione sociale si può svolgere in forma volontaria o in forma coercitiva. Anche se promettono il contrario, i programmi politici che impongono la cooperazione coercitiva restringono o sopprimono la libertà individuale di scelta. Il potere totale non produce la libertà totale; genera il dominio totale.

Il totalitarismo comunista si basa sul monopolio della conoscenza e su quello delle risorse. E parimenti fa il nazismo. In questo caso, non c’è la formale abolizione della proprietà privata. Ma essa viene di fatto soppressa. È lo Stato a determinare ciò che si deve produrre e quel che si deve consumare, a stabilire i prezzi, i saggi salariali e i tassi d’interesse. Il che non solo impedisce la libertà individuale di scelta. Conduce anche, non diversamente dall’economia pianificata, alla più completa inefficienza: perché il regime competitivo, reso possibile dal mercato, viene sostituito dalle decisioni dell’apparato pubblico.

La società libera viene inoltre aggredita dall’interventismo politico, che viene giustificato con l’idea che ci possa essere un sistema economico “terzo” rispetto all’economia di mercato e a quella pianificata (in forma sovietica o nazista). Ma non esiste una “terza via”. Se lo Stato interviene nel rispetto delle regole del mercato, la sua attività non è diversa da quella svolta dai privati. Se lo Stato interviene violando le regole del mercato, ciò non significa che siamo in presenza di un sistema economico “misto”. Accade solamente che le perdite subite dalle attività poste in essere dalla mano pubblica devono essere sopportate dal settore privato. C’è una distruzione di risorse, che determina una caduta della produttività e del prodotto. E ne viene fuori un aumento del “tasso di sfruttamento” della stragrande maggioranza della popolazione da parte del ceto politico e dei gruppi da esso favoriti. Gli stessi effetti vengono generati dalle manipolazioni monetarie dei governi, che producono sovraconsumo e cattivi investimenti e che culminano nella crisi e nella disoccupazione generalizzata.

La pubblicazione de L’azione umana colma un vuoto che la cultura italiana ha lungamente patito.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La nostra cruda logica. Testimonianze di soldati israeliani dai Territori occupati"
Editore: Donzelli
Autore:
Pagine: XIX-363
Ean: 9788868434342
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Comprendere la logica interna di un conflitto, come quello arabo-israeliano, che ha attraversato il Novecento e che tuttora si perpetua con picchi di estrema recrudescenza, non è semplice, e spesso il pregiudizio o la mancanza di conoscenza condizionano la capacità di rovesciare il punto di vista e di mettersi dall'altra parte. Questo libro, che per la prima volta lascia parlare senza il filtro dell'istituzionalità i soldati dell'esercito israeliano, rappresenta un'occasione di riflessione. A raccontarsi sono ex combattenti che provano a "rompere il silenzio", rivelando la natura straniante della loro esperienza: assistiamo così in queste pagine a un "profondo esercizio di autoanalisi dei narratori, della loro umanità e di quella del loro mondo", scrive nella sua prefazione Alessandro Portelli. Un libro di storia orale, dunque, che ci conduce nei meccanismi più complessi di una logica essenzialmente di prevenzione di possibili attentati - tanto implacabile quanto ormai "normale" per chi sente di fare il proprio dovere agendo nel rispetto di regole all'apparenza neutrali. La ripetitività e l'ordinarietà di certi comportamenti aprono invece a violazioni, altrove considerate inaccettabili, dei diritti elementari.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La fine del nostro tempo"
Editore: Dissensi
Autore: Campanella Danilo
Pagine: 180
Ean: 9788896643617
Prezzo: € 15.90

Descrizione:Qual è la relazione tra la crisi mondiale e l'odierna politica internazionale? Che ruolo hanno le multinazionali con i sistemi di controllo di massa? Possiamo prevedere cosa ci aspetta nel prossimo futuro? In questo nuovo, inquietante libro, Danilo Campanella coinvolge il lettore in un viaggio tra politica, filosofia e cronaca recente, in cerca delle ragioni sociali che stanno alla base della crisi del nostro tempo. Dalla geopolitica dell'antica Grecia a quella della Cina contemporanea, dalla politica dei principi di Aldo Moro alla Realpolitik di Henry Kissinger, dalle previsioni di Le Bon a quelle di Pasolini, l'autore traccia un percorso lucidissimo e documentato, in cui antiche glorie ideologiche vengono sostituite da nuovi meccanismi politici che, grazie alle nuove tecnologie, stanno cercando di formare un nuovo tipo di uomo: il soggetto di massa. L'obiettivo: il nuovo ordine del mondo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Amnesty International. Rapporto 2015-2016. La situazione dei diritti umani nel mondo"
Editore: Infinito
Autore:
Pagine: 608
Ean: 9788868611279
Prezzo: € 19.90

Descrizione:Il Rapporto 2015-2016 di Amnesty International documenta la situazione dei diritti umani in 160 paesi e territori durante il 2015. In molte parti del mondo, un notevole numero di rifugiati si è messo in cammino per sfuggire a conflitti e repressione. La tortura e altri maltrattamenti da un lato e la mancata tutela dei diritti sessuali e riproduttivi dall'altro sono stati due grandi fonti di preoccupazione. La sorveglianza da parte dei governi e la cultura dell'impunità hanno continuato a negare a molte persone i loro diritti. Questo rapporto rende merito a tutte le persone che si sono attivate in difesa dei diritti umani in tutto il mondo, spesso in circostanze difficili e pericolose. Il testo contiene le principali preoccupazioni e le richieste di Amnesty International ed è una lettura per chi elabora strategie politiche, per gli attivisti e per chiunque sia interessato ai diritti umani.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "A scuola di dissenso. Storie di resistenza al confino di polizia (1926-1943)"
Editore: Carocci
Autore: Poerio Ilaria
Pagine: 241
Ean: 9788843079506
Prezzo: € 26.00

Descrizione:Quando il fascismo si voleva liberare di persone sospette, ma sulle quali non esistevano accuse formali, applicava la legge del confino. Tra il 1926 e il 1943 furono circa 15.000 gli italiani condannati al confino di polizia, tra loro diverse migliaia di antifascisti. I più pericolosi venivano relegati nelle isole. Costretti all'immobilità dal regime, gli antifascisti cercavano strumenti per restare fermi ma non inerti. Nelle colonie di confino si istituirono mense e biblioteche, scuole e cooperative: si studiava, si leggeva, si discuteva, si elaboravano documenti, come nel più animato dei congressi politici. Mentre nel resto del paese gli spazi di libertà si restringevano fino a scomparire, nelle isole di confino si andava a chiedere consiglio, si portavano notizie e informazioni, che venivano studiate, vagliate, confrontate e integrate le une con le altre, vanificando così l'essenza stessa della punizione che il regime aveva voluto dare. Per una generazione intera di antifascisti, il confino rappresentò una tappa cruciale nella costruzione di sé. Il loro agire sarà anche, almeno simbolicamente, premessa per l'edificazione della Repubblica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le avventure della libertà. Dall'antica Grecia al secolo delle donne"
Editore: Carocci
Autore: Izzo Francesca
Pagine: 161
Ean: 9788843081257
Prezzo: € 17.00

Descrizione:La progressiva affermazione del soggetto femminile tra il XX e il XXI secolo ha fatto cadere una dopo l'altra le barriere che impedivano alle donne l'accesso alla sfera pubblica e sociale. Nelle nostre società democratiche le donne sono ormai considerate in linea di principio eguali agli uomini. Ma l'acquisita cittadinanza dà luogo a inedite questioni etiche e politiche (dall'aborto alla fecondazione assistita, dalla maternità surrogata alla rappresentanza paritaria). Nel volume, Francesca Izzo indaga gli effetti che l'eguaglianza induce sui principi e sulle forme della libertà, mutando l'idea stessa di genere umano. Nel farlo ricostruisce alcune grandi scansioni della storia della libertà, dalla polis greca al pensiero femminista contemporaneo, soffermandosi sul nesso tra libertà e necessità colto in alcune figure chiave del pensiero filosofico, religioso e politico della tradizione occidentale: da Aristotele e Platone a Paolo e Agostino, da Locke a Marx, Nietzsche e Arendt, fino a Simone de Beauvoir, Luce Irigaray, Judith Butler.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Corte costituzionale e Corti europee. Fra diversità nazionali e visione comune"
Editore: Il Mulino
Autore: Amato Giuliano, Barbisan Benedetta
Pagine: 124
Ean: 9788815260789
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Per la prima volta nella sua veste di giudice costituzionale, in questo libro Giuliano Amato ripercorre con avvolgente finezza giuridica e appassionato coinvolgimento umano alcune decisioni della nostra Corte e delle Corti europee in materia di diritti della persona. Ne scaturisce un intreccio di voci, che porta con sé la diversità di argomenti e soluzioni, i rimandi e le resistenze che contraddistinguono la dialettica plurale e polimorfica fra i giudici costituzionali nazionali e quelli europei. È anche una riflessione sul ruolo dei giudici, sulla loro legittimazione e il rapporto con gli altri poteri e, soprattutto, sul destino della casa comune europea, stretta fra la rivendicazione delle diversità nazionali e l'emergere di una visione condivisa. Perché è qui, del resto, che è racchiusa la storia dell'Europa unita: nella ricerca di quello che abbiamo in comune, anche se ancora non abbiamo interamente scoperto che cosa sia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Resistenti. Storie di donne e uomini che hanno lottato per la giustizia"
Editore: Garzanti Libri
Autore: Todorov Tzvetan
Pagine: 221
Ean: 9788811670896
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Hanno vissuto in epoche diverse, fronteggiando senza violenza i loro nemici. Hanno scelto di rinunciare a un'esistenza tranquilla in nome di un amore incondizionato per la verità. Hanno rifiutato di sottomettersi tanto all'aggressore venuto da lontano quanto al demone interiore della vendetta. Con "Resistenti", Tzvetan Todorov racconta la passione civile e i destini di otto dissidenti esemplari, di otto indomiti ribelli: Etty Hillesum, la giovane deportata ad Auschwitz, l'oppositrice antinazista Germaine Tillion, i grandi scrittori russi Boris Pasternak e Aleksandr Solzenicyn, i paladini dei diritti dei neri Nelson Mandela e Malcolm X, il pacifista israeliano David Shulman, Edward Snowden, l'informatico che ha svelato l'attività di intrusione e spionaggio dell'Amministrazione americana. E muovendo dai ricordi della sua personale esperienza vissuta sotto l'opprimente regime sovietico, fa rivivere sulla pagina uomini e donne che incarnano la scelta di privilegiare la felicità comune, la fede senza confini nella giustizia, il valore della forza di volontà. Otto vite straordinarie diventano così, nelle riflessioni di un grande maestro, l'occasione di un'analisi lucida e appassionata delle questioni politiche più significative dei nostri giorni, e una fonte di continua, attualissima ispirazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Per uno Stato che non tortura. Diritto, saperi e pratiche contro la violenza istituzionale"
Editore: Mimesis
Autore:
Pagine: 197
Ean: 9788857531649
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Il volume è il risultato di un percorso politico e di ricerca iniziato durante il convegno "Senza tortura. Per uno Stato che non uccide" organizzato nel 2014 presso l'Università di Padova dal Master in "Criminologia Critica e Sicurezza Sociale. Devianza, Città e Politiche di Prevenzione", in collaborazione con l'Associazione Antigone e Ristretti Orizzonti. A partire dal clamore suscitato dai casi di "malapolizia" degli ultimi anni e dal dibattito scaturito dall'assenza del reato di tortura nel nostro codice penale, i contributi raccolti si propongono di analizzare e decostruire da diverse prospettive discorsi, giustificazioni e rappresentazioni istituzionali su tortura e gli abusi di polizia. Raccogliendo ricerche di stampo sociologico, psicologico e giuridico insieme a testimonianze dirette di attivisti/e e familiari delle vittime della violenza istituzionale, questo testo, unico in Italia per la sua trans-disciplinarietà e articolazione del tema, si propone non solo di offrire strumenti scientifici per comprendere il fenomeno e la sua diffusione nel contesto socio-politico e giuridico attuale, ma anche e soprattutto di rendere visibili e riproducibili le molteplici forme di resistenza soggettiva e collettiva che, negli ultimi anni, hanno dimostrato la possibilità concreta di agire contro l'impunità degli abusi delle forze dell'ordine e dei rappresentanti delle istituzioni totali nel corso delle loro funzioni.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Critica a «Rights of man» di Thomas Paine"
Editore: Bonfirraro
Autore: Fontana Vincenzo
Pagine: 128
Ean: 9788862721172
Prezzo: € 13.90

Descrizione:Il saggio è un'analisi puntuale del classico di Thomas Paine, Rights of man (1791-92), che - nella dinamica analitica - viene contestualizzato nella sua opera omnia, con riferimenti particolari a Common Sense (1776) e Agrarian Justice (1796). Esso è svolto in un confronto critico serrato con le opere più note su Paine, opere in lingua straniera di autori come Best, Conor O' Brien, Cole, Collins, Dos Passos, Foner, Kramnick, Roger, Williamson, Woodward, e in lingua italiana di autori come Vittorio Gabrieli e Tito Magri. È un lavoro con aspetti filosofico-giuridici quando avanza una critica marxista al giusnaturalismo painiano. Fontana, infatti, rileva "due filoni principali di analisi e di interpretazione" di Rights of man: il primo, "liberale e radicale"; il secondo, ritenuto "più completo", analizza l'opera alla luce del pensiero di Marx e ha, come scrive Magri, "di mira il giusnaturalismo (e il liberalismo)".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La secessione leggera. Dove nasce la rabbia del profondo Nord"
Editore: Feltrinelli
Autore: Rumiz Paolo
Pagine: 196
Ean: 9788807887574
Prezzo: € 8.50

Descrizione:Rumiz compie un viaggio attraverso le mentalità, le tradizioni e i simboli del Nord (i fiumi, i campanili, i ponti ...) per ritrovare il senso della parola perduta e l'origine del successo della Lega. Scopre che tra noi è cresciuta silenziosamente una nuova figura, quella dello "spaesato", dell'uomo uscito dalla cultura di paese ma non ancora entrato in quella "globale", dell'uomo che non chiede risposte razionali ma simboli per radicarsi in uno spazio vitale. A questa vaga domanda di identità ha cercato di dare risposta il movimento di Bossi, che occupa un luogo immaginario, mitico, metaforico e simbolico prima che politico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mediterraneo. Cronaca e storia di un «mare amaro»"
Editore: Sovera Edizioni
Autore: Li Vigni Benito
Pagine: 208
Ean: 9788866523253
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Guerre e tensioni nella sponda del Mediterraneo e interessi italiani di ieri e di oggi, tra storia e poesia. Immagini di emigranti alla ricerca di una vita migliore. Apocalisse nel canale di Sicilia con barconi pieni di migranti, salpati dalla costa libica, con a bordo anche donne e bambini, che affondano provocando una continua ecatombe senza precedenti. Scafisti che speculano sui migranti nei confronti dei quali usano trattamenti inumani. Ma le storie raccontate in questo libro portano il segno della speranza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mercanti di schiavi"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Anna Pozzi
Pagine: 228
Ean: 9788821597244
Prezzo: € 14.50

Descrizione:La tratta di esseri umani è la peggiore schiavitù del XXI secolo e riguarda il mondo intero. In Italia i nuovi schiavi sono le ragazze costrette a prostituirsi in strada o nei centri massaggi, gli uomini obbligati a lavorare nei campi sino a 14 ore per pochi spiccioli, i bambini forzati a mendicare o le madri che cercano di mantenere i figli lasciati a casa accettando lavori in condizioni servili. Allargando un poco lo sguardo, i nuovi schiavi sono i bambini venduti dai terroristi in Medio Oriente; uomini e minori costretti a lavorare in condizioni subumane nelle miniere dell'America Latina o i bambini-soldato dell'Africa. E sono moltissimi altri, sino a raggiungere le nuove frontiere dello sfruttamento, che vanno dalle gravidanze surrogate alle spose-bambine. I nuovi schiavi hanno in comune le situazioni di estrema vulnerabilità da cui provengono: guerre, povertà, diseguaglianze, corruzione, violenze e persecuzioni. Ma anche l'incapacità ? o la non volontà ? dei governi locali e delle istituzioni internazionali di affrontare il fenomeno. Non si tratta infatti solo di perseguire i criminali, ma anche di agire sulle cause che obbligano milioni di persone a lasciare le loro case, spingendole spesso nelle reti dei trafficanti; e sulla domanda, soprattutto di lavoro servile o di sesso a pagamento, in continua crescita nei Paesi più sviluppati. Un reportage che racconta tutte le verità sulla tratta di esseri umani e le nuove schiavitù del XXI secolo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Blasfemia, diritti e libertà. Una discussione dopo le stragi di Parigi"
Editore: Il Mulino
Autore:
Pagine: XVIII-312
Ean: 9788815260161
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Le carneficine che hanno sconvolto Parigi nel 2015 cambiano il nostro modo di vivere? Se è così riflettere sui problemi posti dalle stragi di gennaio è un atto di resistenza. Papa Francesco ha dichiarato che chi uccide in nome di dio è un idolatra del sangue e un bestemmiatore del Nome. Ma cosa vuol dire veramente "blasfemia"? E il diritto di non essere offesi non è in contrasto con la pienezza di una democrazia basata sulla libera discussione? Muovendo dalla convinzione che il sapere possa e debba portare il proprio contributo al dibattito pubblico, questo volume, avvalendosi delle riflessioni di storici, teologi e giuristi indaga il rapporto fra blasfemia e Scritture, blasfemia e satira, blasfemia e diritto.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I mille volti di Anonymous. La vera storia del gruppo hacker più provocatorio al mondo"
Editore: Stampa Alternativa
Autore: Coleman Gabriella
Pagine: 473
Ean: 9788862225069
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Balzato agli onori della cronaca mondiale per eclatanti e controverse operazioni di hacktivismo (da WikiLeaks alla Primavera Araba, da Occupy agli attacchi contro la galassia jihadista dopo gli attentati di Parigi del novembre 20.15), in realtà Anonymous affonda le radici nei bassifondi del trolling online fin dal 2003 e fa del dissenso sarcastico (il lulz, il trickster) l'obiettivo primario della sua stessa esistenza, continuando a colpire (e a sorprendere) con operazioni a tutela della libertà d'espressione, contro ogni censura e forma d'ingiustizia. Grazie a un accesso senza precedenti ai canali irc interni e agli stessi attivisti, l'antropologa Gabriella Coleman ha prodotto l'opera per decifrare questa sottocultura "misteriosa". Ribadendo come - nonostante l'ondata di arresti internazionali, gli inevitabili tradimenti interni e le continue controversie - Anonymous si sia ormai insinuato ovunque e continui a operare a favore del bene comune senza bisogno di riconoscimenti personali o marchi individuali. Fino ad affermare il potere dell'anonimato collettivo e dell'impegno personale per cambiare il mondo, qui e ora.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Preserving the universality of human rights"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore:
Pagine: 150
Ean: 9788820988647
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Questa pubblicazione raccoglie gli interventi del Convegno, tenutosi il 9 marzo 2012 presso il Palazzo delle Nazioni Unite di Ginevra, sul tema 'Preserving the Universality of Human Rights'.L'evento, organizzato dalla Permanent Observer Mission of the Holy See, unitamente con la Permanent Mission of the Order of Malta e il Forum of Catholic-Inspired Organizations, prende in considerazione il tema della tutela dei diritti umani con particolare riferimento al contesto degli orientamenti sessuali e all'identità di genere, con lo scopo di rendere nota la costante preoccupazione della Chiesa Cattolica di tutto il mondo verso un argomento così delicato.Il volume contiene inoltre un reportage fotografico che documenta l'evento.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I nuovi diritti dell'uomo"
Editore: Marcianum Press
Autore:
Pagine: 254
Ean: 9788865120965
Prezzo: € 19.00

Descrizione:La diversità culturale e religiosa, le differenti sensibilità in campi delicati come quelli della bioetica sfociano in un'elevata conflittualità, istituzionale e giuridica, la cui risposta è spesso la creazione di nuovi diritti che, a loro volta, danno vita a una nuova idea di uomo e di società, fortemente frammentata ed estremamente competitiva. Che idea di uomo ne emerge? Cosa può restituire al diritto la capacità di fare sintesi delle diverse posizioni ideali? Su queste domande si confrontano giuristi, filosofi e uomini di Chiesa, nell'orizzonte di una società ineluttabilmente plurale.Contributi di: A.A. An-Na‘im, D. Blázquez, C. Borgoño, J.R. Cattà, F. D'Agostino, E. De Septis, C. Delsol, A. Favaro, R.P. George, A. Gerolin, J. Harrison, M. Negro, F. Pizzetti, A. Scola, E. Vigato, L. Violini.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lettere e scritti dal carcere"
Editore: Claudiana
Autore: Sacco Nicola, Vanzetti Bartolomeo
Pagine: 323
Ean: 9788870168846
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Lettere e scritti - editi e inediti - ?di Sacco e Vanzetti a 85 anni ?dalla morte

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Democrazia, libertà religiosa, diritti umani: radici laiche o religiose?"
Editore: Claudiana
Autore:
Pagine: 155
Ean: 9788870168969
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Se la democrazia comporta la parità di trattamento giuridico tra i soggetti, la sua realizzazione nell'Italia di oggi - in cui continuano a vigere privilegi e prerogative di varia natura - resta incompiuta.Per essere davvero democratico, per garantire piena e uguale libertà, uno Stato dev'essere infatti compiutamente laico: è nella laicità il fondamento della democrazia.Ripercorrendo analiticamente - sia pure con inevitabile sinteticità - le origini storiche e le matrici culturali dei concetti di democrazia, diritti umani e libertà religiosa tipici della modernità, il volume intende approfondirne il rapporto - anche odierno - con il pensiero laico, del cattolicesimo e di altre confessioni religiose e filosofie quali, in primo luogo, protestantesimo e buddhismo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il matto della resistenza"
Editore: Claudiana
Autore: Peyrot Bruna
Pagine: 139
Ean: 9788870168983
Prezzo: € 14.50

Descrizione:Questo libro, utilizzando anche categorie dell'etnopsicanalisi, parla di storia penetrata nelle coscienze, di coscienze fondate dalle genealogie culturali e di gesti narrativi necessari a ricomporre conflitti e drammi, provocati da dittature e stragi. Lo fa, tuttavia, narrando biografie e storie minime, quelle dei "sassolini" che resistono nella quotidianità e si infilano nelle scarpe dei potenti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Jacques Maritain e i diritti umani"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Lorenzini Daniele
Pagine: 208
Ean: 9788837225667
Prezzo: € 16.50

Descrizione:Il volume ripercorre una fase fondamentale, ma generalmente "rimossa" dalla storiografia, del pensiero di Jacques Maritain inerente ai diritti umani, riconoscibile nella sua collaborazione con un gruppo di intellettuali cattolici americani nel fondare il Committee of Catholics for Human Rights del 1939. Dagli anni newyorkesi di Maritain emerge un lato inedito del filosofo: la ferma volontà di promuovere una serie di diritti fondamentali che ogni essere umano possiede a prescindere dalla sua conoscenza della "verità" religiosa.Si mostra così l'evoluzione del pensiero politico di Maritain, che passò da una prospettiva di tradizionale difesa dei diritti della persona, in quanto creatura spirituale e trascendente (subordinati dunque al riconoscimento dei diritti di Dio e della Chiesa cattolica), a una chiara legittimazione storico-teorica dei diritti dell'uomo, universali e inalienabili, affermatisi nel corso dell'età moderna.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Diritti umani e religioni"
Editore: Elledici
Autore: AA. VV.
Pagine: 104
Ean: 9788801046045
Prezzo: € 8.00

Descrizione:In questa pubblicazione, docenti ed esperti in scienze umane e religiose esplorano dimensioni inedite riguardanti diritti e doveri dell'uomo in relazione al fatto religioso. In sostanza, viene analizzato il "circolo dinamico fede-cultura-educazione": quando la fede dice all'uomo chi egli è e come deve cominciare a essere uomo, la fede crea cultura. Appartenere a una tradizione religiosa non è una limitazione della libertà e dell'inventiva personale ma, al contrario, è la condizione del loro miglior esercizio, perché fornisce un'ipotesi di partenza nella lettura del reale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU