Categoria
           
Num. Prodotti x Pagina
           
Ordina Per

Libri
Warning: fread() [function.fread]: Length parameter must be greater than 0 in /web/htdocs/www.piemontesacro.it/home/negozio/funzioni.php on line 198



Titolo: "Storia della Lombardia medievale"
Editore: Interlinea
Autore: Andenna Giancarlo
Pagine: 287
Ean: 9788868570033
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Città fortificate, borghi, fertili campi da coltivare. La Lombardia nel Medioevo fu tra le più fiorenti regioni europee, tanto da spingere un osservatore del XIII secolo a ravvisare che «se i Lombardi si fossero amati», raggiungendo un'unità politica e superando la loro frammentazione istituzionale, «il loro sovrano non avrebbe avuto uguali sulla terra». Giancarlo Andenna indaga le dinamiche che fecero della Lombardia medievale un luogo di equilibri politici e di interessi strategici, con un'attenzione alla demografia, alla storia sociale ed economica, all'evoluzione del paesaggio agrario e cittadino. Il Medioevo lombardo va quindi inteso come una fase di trasformazione: si modificarono il suolo, il territorio, la geografia, si crearono città, si costruirono castelli a scopi di difesa e di celebrazione del potere. Facendo dialogare fonti antiche e più recenti ricerche storiografiche, Andenna analizza il ruolo di costante dinamismo che ebbero le città e le campagne lombarde, in una ricostruzione che non trascura un confronto con le diverse realtà del Medioevo europeo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il ducato di Savoia. Amministrazione e corte di uno stato franco-italiano"
Editore: Laterza
Autore: Barbero Alessandro
Pagine: 358
Ean: 9788858131565
Prezzo: € 20.00

Descrizione:L'amministrazione sabauda è all'origine di quella dell'Italia unita. Ma come nacque, nel tardo Medioevo, quell'apparato amministrativo? Il ducato di Savoia era una realtà multiforme e contraddittoria, composta da un versante francese e uno italiano, profondamente diversi per lingua e cultura: un vero laboratorio per quello sforzo di innovazione che caratterizza la storia europea del Quattro e Cinquecento.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Alpi ribelli. Storie di montagna, resistenza e utopia"
Editore: Laterza
Autore: Camanni Enrico
Pagine: VII-236
Ean: 9788858131510
Prezzo: € 11.00

Descrizione:Dalla leggendaria lotta di Guglielmo Tell, un filo sottile lega le terre alte alla tentazione della ribellione. In oltre settecento anni di storia, le 'Alpi libere' hanno avuto seguaci autorevoli e interpreti esemplari. Dagli artigiani eretici che si sacrificarono con Fra Dolcino ai piedi del Monte Rosa, ai partigiani che fermarono i nazifascisti sulle montagne di Cuneo e Belluno, fino ai movimenti contemporanei contro il treno ad alta velocità in Valle di Susa. Questo libro raccoglie le storie dei montanari e degli alpinisti che seppero disubbidire agli ordini, costruendo sulle montagne rifugi di resistenza, avamposti di autonomia e laboratori di innovazione sociale. Come una risorgiva carsica che emerge dalle profondità del tempo, la montagna si ricorda di essere diversa e fa sentire la sua voce fuori dal coro. Una vecchia idea, forse un'utopia, che non ha ceduto al consumismo delle pianure e rinasce di tanto in tanto in forme nuove e dirompenti. In mezzo al conformismo della maggioranza valligiana, si alza il grido di chi rivendica una diversità geografica e culturale, compiacendosi dell'antico vizio montanaro di sentirsi speciali e ospitare i diversi, i ribelli, i resistenti, gli eretici.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Leviatano 2.0. La costruzione dello Stato moderno"
Editore: Einaudi
Autore: Maier Charles S.
Pagine: 341
Ean: 9788806238179
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Il saggio di Charles Maier isola un'epoca storica, gli anni tra il 1870 e il 1945, al fine di collocare nel più ampio contesto quella che egli definisce la nascita del Leviatano 2.0, ovvero la «moderna forma statale» sorta tra la metà del XIX secolo e la metà del XX. Maier ci riporta innanzitutto all'instabilità dell'epoca precedente, segnata dalla collisione prodottasi allorché l'impeto dei mercati, l'espansione imperiale, le idee liberali e la retorica repubblicana dei «diritti» subirono i contraccolpi di élite tradizionali minacciate, settori emarginati, apparati burocratici confessionali e movimenti di rinnovamento religioso, visioni utopistiche e altre forme di resistenza agli impulsi verso la globalizzazione. L'autore considera la costruzione di varie forme di stato moderno sullo sfondo di forze dirompenti che strumentalizzarono la società rurale consolidatasi nei secoli, dimostrando come versioni diverse di nazionalismi moderni, tra loro in competizione, contribuirono ad alimentare l'arrogante imperialismo dell'epoca e le conseguenti rivalità che deflagrarono in decine di conflitti regionali e locali e in due guerre mondiali. L'edificazione statale, l'impero e il conflitto armato rafforzarono a loro volta ideologie che propugnavano chiari confini culturali. Inoltre, più i flussi commerciali e migratori e il raggio d'azione degli imperi portavano all'unione di popoli tra loro diversi, più venivano in superficie le distinzioni su base «razziale».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gli ebrei nell'Italia medievale"
Editore: Carocci
Autore: Todeschini Giacomo
Pagine: 267
Ean: 9788843090808
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Gli ebrei sono presenti sui territori italiani da tempi remoti. Cittadini dell'impero romano, sono stati riconosciuti come tali durante le prime fasi della cristianizzazione. Nel periodo dal IV all'XI secolo, nonostante le polemiche conversionistiche, gli ebrei sono stati uno dei molti gruppi che componevano la complessa e multicentrica realtà italiana. Dal XII secolo alla fine del Medioevo questa relativa normalità divenne gradualmente una condizione minoritaria. Benché la storiografia abbia abitualmente rappresentato gli ebrei italiani soprattutto come specialisti del prestito a interesse e usurai pubblici, la loro presenza, precedente alla cristianizzazione stessa della penisola, fu in realtà caratterizzata da numerose attività professionali e da un'intensa produzione culturale, letteraria e giuridica. La componente ebraica della società italiana ha dunque attraversato i dieci secoli del Medioevo interagendo in diversi modi con la maggioranza cristiana. La storia della mutevole relazione del mondo ebraico italiano con la popolazione cristiana e con le élite che la governavano consente di rileggere la storia d'Italia alla luce della varietà etnica e culturale che le è propria sin da tempi antichissimi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' idioma Olivetti 1952-1979"
Editore: Quodlibet
Autore: Toschi Caterina
Pagine: 192
Ean: 9788822901972
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Il volume traccia un percorso, tramite fotografie e documenti, sull'identità dell'azienda Olivetti dal 1952 al 1979, così come si è venuta costruendo attraverso tre luoghi di narrazione e di esposizione dei suoi prodotti: le mostre, i negozi e la scuola. I modelli espositivi e le forme di racconto scritto, orale e visivo che hanno portato all'affermazione sulla scena internazionale dell'inconfondibile idioma olivettiano sono qui riuniti per la prima volta dall'inedita mostra Olivetti: Design in Industry, ospitata tra l'ottobre e il novembre del 1952 presso il Museum of Modern Art di New York, fino all'esperienza del CISV, Centro Istruzione e Specializzazione Vendite (1954-1979), prima scuola italiana di educazione commerciale di impronta tecnico-umanistica, la cui storia è qui ricostruita grazie alla documentazione d'archivio e alle fotografie di Paolo Monti e di Gabriele Basilico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dimensioni e problemi della ricerca storica. Rivista del Dipartimento di storia moderna e contemporanea dell'Università degli studi di Roma «La Sapienza» (2017)"
Editore: Carocci
Autore:
Pagine: 363
Ean: 9788843086979
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Il presente numero della Rivista del Dipartimento di Storia moderna e contemporanea dell'Università degli studi di Roma "La Sapienza" riporta i contributi di Marina Caffiero, Angela Atienza Lopez, Alessia Lirosi, josé Luis Betran, Rosa Maria Alabrus, Eliseo Serrano Martin, Saverio Sturm, Gabriele Piretti, Massimo Moretti, Henar Pizarro Llorente, Luca Giangolini, Stefano Boero.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il '68 raccontato a mio figlio. Cosa volevamo fare, cosa non abbiamo fatto"
Editore: Mimesis
Autore: Zaquini Leonello
Pagine: 86
Ean: 9788857545295
Prezzo: € 6.00

Descrizione:"Il '68 non fu una rivoluzione politica, la nostra fu una rivolta del costume contro le forme ingiuste e costrittive della morale e della società. Fu quindi una 'rivoluzione sociale'. In quanto tale, il '68 fu una rivoluzione vittoriosa." Molti ex-sessantottini vivono l'impegno politico di allora quasi con senso di colpa. Questo libro, invece, intende dimostrare alle nuove generazioni non soltanto che gli ideali erano giusti, ma che su molte battaglie il movimento trionfò. Completa il testo un'ampia sezione dedicata agli slogan dell'epoca.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vezio Crisafulli. Politica e Costituzione. Scritti «militanti» (1944-1955)"
Editore: Franco Angeli
Autore:
Pagine: 212
Ean: 9788891762207
Prezzo: € 27.00

Descrizione:Pur non essendo stato eletto alla Costituente, Vezio Crisafulli, che aveva partecipato ai lavori preparatori, ne seguì i lavori commentandoli su giornali e riviste non giuridiche, e poi continuò stigmatizzando la mancata attuazione della Costituzione, ormai entrata in vigore, e le conseguenze istituzionali della restaurazione conservatrice che dominò la politica italiana. In quegli anni (1944-1955) Crisafulli fu il "costituzionalista di riferimento" del Partito comunista. Il suo impegno politico, che fu anche diretto, si espresse attraverso numerosi articoli pubblicati sul quotidiano e sui periodici del partito, ma anche in alcuni pareri resi direttamente a Palmiro Togliatti, che sono stati trascritti nell'Appendice documentaria all'interno del volume. Tutti gli originali degli scritti e dei pareri inediti di questo periodo, di grande spessore e talvolta di sorprendente attualità, sono resi disponibili per la prima volta in un Archivio digitale accessibile dalla Bibliografia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Da Caporetto a Vittorio Veneto"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Volpe Gioacchino
Pagine: 130
Ean: 9788849852547
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Ripubblicare oggi il volume di Gioacchino Volpe dedicato alla disfatta di Caporetto e alla ripresa italiana che portò all'affermazione di Vittorio Veneto non vuol dire soltanto riportare all'attenzione dei lettori un classico della storiografia italiana arricchito, in questa edizione, da importanti inediti dell'autore. Il vero e attualissimo interesse di questo volume è nel tentativo di Volpe di analizzare la severa sconfitta dell'ottobre 1917 dalla prospettiva del «fronte interno», per creare un approfondito saggio storico-sociologico dell'Italia in guerra. Da questa visuale Caporetto appare a Volpe come l'effetto del distacco degli italiani verso «un'ancora mal conosciuta patria» e della fragilità dei vincoli di appartenenza civile che ne derivavano. Era un distacco che non riguardava solo il «popolo delle trincee» ma che albergava anche nelle classi dirigenti del Paese e che portava lo storico a investigare, senza pregiudizi, le agitazioni proletarie, i moti socialisti, la propaganda neutralista e disfattista. Ma anche le condizioni di lavoro della manodopera impegnata nello sforzo bellico, nei cui quadri il «senso dello sfruttamento era acuito dai grandi guadagni padronali, ottenuti durante il conflitto, a scapito dei guadagni operai». Suonata l'ora della riscossa, questi fattori negativi non scomparvero. Volpe fu obbligato ad ammettere, insieme a Croce e a Prezzolini, che i «veleni di Caporetto» non furono debellati neppure dalla vittoria militare. Quelle tossine, a lento rilascio, compromisero, infatti, la posizione internazionale dell'Italia al tavolo della pace e sconvolsero violentemente nel dopoguerra il tessuto sociale e politico della nostra comunità nazionale. Introduzione di Eugenio di Rienzo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Infami macchie. Sessualità maschili e indisciplina in età moderna"
Editore: Viella
Autore:
Pagine: 194
Ean: 9788867289745
Prezzo: € 22.00

Descrizione:I sodomiti senza nome, giunti sulla soglia del rogo e carbonizzati dall'orrore provato per il loro crimine, prima che le fiamme li tocchino; il teologo e confessore dei Medici che abusa di un dodicenne; il cappuccino tormentato da una fisiologia esuberante e da fantasie di donne; il doge mancato a causa di amori che non incontrano la pubblica approvazione; il prete che dal confessionale stabilisce relazioni carnali con le sue penitenti; l'Adamo che si unisce ad Eva contro natura. Reali o immaginati, questi uomini suscitano domande e azioni normative. Anche quando la condanna è lieve, lo sconcerto da loro provocato viene messo in parola, e limiti fra lecito e illecito, morale e immorale, decoroso e indecoroso vengono tracciati. In questo gioco di definizioni, in cui molto influisce lo status con relative tutele, un oggetto sfuggente, ma non per questo meno dotato di capacità di condizionare, sembra prendere forma: una maschilità ideale, definita in relazione al corpo e al suo uso. Contributi di Fernanda Alfieri, Luca Al Sabbagh, Umberto Grassi, Vincenzo Lagioia, Vincenzo Lavenia, Tommaso Scaramella.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Speranze d'Italia. Illusioni e realtà nella storia dell'Italia unita"
Editore: Il Mulino
Autore: Galli Della Loggia Ernesto
Pagine: XXI-325
Ean: 9788815274151
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Dopo l'autobiografia intellettuale e politica di "Credere, tradire, vivere", Galli della Loggia propone qui il nucleo forte della sua riflessione storiografica: un contributo a ripensare l'intero corso della nostra storia che l'approdo odierno, così intriso di senso di fallimento e di sconfitta, obbliga a ripercorrere. Ne emerge il viluppo di contraddizioni che l'Italia unita si porta dietro dall'inizio, cioè da quella «vera e propria cellula germinale» che fu il Risorgimento. Ad esso risalgono infatti non solo tratti strutturali del Paese come il divario Nord-Sud, ma anche caratteri del suo sistema politico come l'assenza di un partito conservatore, l'avversione per il costituzionalismo liberale, una «ideologia italiana» fatta di enfasi sul ruolo degli intellettuali, di populismo e di moralismo, che nutre di fatto tutte le pur diverse culture politiche del nostro Novecento.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La guerra dei nostri nonni. (1915-1918): storie di uomini, donne, famiglie. Ediz. illustrata"
Editore: Mondadori
Autore: Cazzullo Aldo
Pagine: 235
Ean: 9788804688907
Prezzo: € 17.00

Descrizione:La Grande Guerra non ha eroi. I protagonisti non sono re, imperatori, generali. Sono fanti contadini: i nostri nonni. Aldo Cazzullo racconta il conflitto '15-18 sul fronte italiano, alternando storie di uomini e di donne: le storie delle nostre famiglie. Perché la guerra è l'inizio della libertà per le donne, che dimostrano di poter fare le stesse cose degli uomini: lavorare in fabbrica, guidare i tram, laurearsi, insegnare. Le vicende di crocerossine, prostitute, portatrici, spie, inviate di guerra, persino soldatesse in incognito, incrociano quelle di alpini, arditi, prigionieri, poeti in armi, grandi personaggi e altri sconosciuti. Attraverso lettere, diari di guerra, testimonianze anche inedite, "La guerra dei nostri nonni" conduce nell'abisso del dolore. Ma sia le testimonianze di una sofferenza che oggi non riusciamo neppure a immaginare, sia le tante storie a lieto fine, come quelle raccolte dall'autore su Facebook, restituiscono la stessa idea di fondo: la Grande Guerra fu la prima sfida dell'Italia unita; e fu vinta. L'Italia poteva essere spazzata via; dimostrò di non essere più "un nome geografico", ma una nazione. Questo non toglie nulla alle gravissime responsabilità, che il libro denuncia con forza, di politici, generali, affaristi, intellettuali, a cominciare da D'Annunzio, che trascinarono il Paese nel grande massacro. Ma può aiutarci a ricordare chi erano i nostri nonni, di quale forza morale furono capaci, e quale patrimonio portiamo dentro di noi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Frontiera e transito. La val Nervia tra Liguria e Provenza"
Editore: Marietti
Autore: Cassioli Marco
Pagine: 257
Ean: 9788821180385
Prezzo: € 17.50

Descrizione:Frutto di una lunga indagine in archivi e biblioteche dei tre Paesi che si dividono oggi le Alpi Marittime (Francia, Italia, Principato di Monaco), il volume si propone di definire la complessa e multiforme natura della frontiera ligure-provenzale in Val Nervia e di verificare il suo impatto sulle società locali. L'arco cronologico del la ricerca si estende dal la prima metà del XII secolo, quando il comitato di Ventimiglia entrò nell'orbita genovese, alla fine del XVII, quando, in seguito alle vittoriose guerre contro i Savoia, Genova riaffermò e consolidò il proprio dominio sulla Riviera di Ponente. Al tema del confine si intreccia quello del passaggio di vie di transito fra la costa ligure e il Piemonte meridionale. "Frontiera" e "transito" si rivelano così due chiavi essenziali per comprendere l'identità di un'area alpina oggi a ridosso del confine franco-italiano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Borbonici e antiborbonici. Dal Regno di Napoli e di Sicilia all'Italia unita"
Editore: Mimesis
Autore: De Martino Giulio
Pagine: 318
Ean: 9788857542218
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Inoltrati nel XXI secolo, la vicenda della dinastia dei Borbone di Napoli e di Sicilia e dei loro numerosi e accaniti oppositori lancia ancora segnali interessanti. Sono lampi di luce e scorci di tenebra che giungono fino al presente. Il testo ricostruisce la storia dei regni meridionali tra il 1734 e il 1860, con un capitolo introduttivo sui primi decenni del '700. Il volume si chiude con un capitolo sulle regioni meridionali nel regno d'Italia e con uno sguardo sull'antifascismo liberale del primo '900. Lo completa un ampio «Dizionario dei principali personaggi storici».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' epopea dei Ruffo di Sicilia"
Editore: Laterza
Autore: Calabrese Maria Concetta
Pagine: XXVIII-267
Ean: 9788858132180
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Antonio Ruffo, principe della Scaletta, collezionista nella Sicilia del Seicento, il più importante esponente del ramo isolano della sua casata, è uno straordinario personaggio in cui si coniugano prudenza in politica, abilità negli affari, notevole ricchezza, grande passione per l'arte, originalità di gusti e profondità d'interessi. Accanto a lui, il nipote Giacomo, visconte di Francavilla, allievo e sodale di Giovanni Alfonso Borelli e Marcello Malpighi, è un intellettuale e uno scienziato curioso di leggere, come lo zio, nel 'gran libro della Natura' ogni espressione di arte e di scienza. Grandi personaggi i Ruffo di Sicilia, uomini e donne. Questo libro racconta la loro storia che si dipana dalla Calabria alla Sicilia, da Messina a Madrid, a Malta e a tutto il Mediterraneo, teatro di traffici commerciali, di relazioni economiche, di scambi culturali e di opere d'arte. La vicenda dei Ruffo si inquadra in un percorso di studio dei casati nobiliari che, dal Piemonte alla Sicilia, è ormai considerato essenziale per interpretare i processi storici e i meccanismi delle società in cui agirono. Una parabola locale che si fa trama di una grande storia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il pensiero politico romano. Dall'età arcaica alla tarda antichità"
Editore: Carocci
Autore: Zecchini Giuseppe
Pagine: 203
Ean: 9788843091409
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Una storia del pensiero politico romano non è stata ancora scritta. Ciò può stupire, se si pensa che, da Machiavelli in poi, Roma è stata non di rado il principale modello di riferimento per le moderne indagini sulla scienza della politica. Eppure non si è mai cercato di cogliere le caratteristiche essenziali e l'unità che soggiace al fondo del pensiero politico che governò il mondo per quasi un millennio. Questo volume colma tale lacuna con un'opera di sintesi - di qui la scansione cronologica, la bibliografia selezionata, lo sforzo di rendere accessibile il testo non solo agli specialisti -, non senza proporre tesi e suggestioni interpretative originali. L'autore pone una particolare attenzione all'intreccio fra teoria politica e prassi di governo, tanto per studiare difformità e congruenze, quanto per afferrare idee e concezioni altrimenti prive di compiute formulazioni. D'altro canto, il riguardo prestato all'età imperiale e tardoantica, includendo il pensiero politico cristiano nell'orizzonte del mondo classico, getta una luce particolare sulla continuità con il medioevo occidentale e bizantino. Nelle relazioni, spesso drammaticamente conflittuali, fra oligarchia senatoria e populares, fra principe e senato ed infine fra imperatore e vescovi, si fronteggiano le istanze del potere e le esigenze della libertà, in una costante tensione che rappresenta il motivo unitario di questa storia del pensiero politico romano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La grande guerra narrata con "parole giuste""
Editore: Vita e Pensiero
Autore:
Pagine: 312
Ean: 9788834334393
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Attraverso la coltre oscura, tragica e irredimibile della guerra riesce talora a filtrare qualche ba­gliore di verità e dignità, di 'tregue pensose': atti di riconoscimento del 'volto dell'altro', azioni giuste, oltre la semplice obbedienza all'ordine ricevuto. È la narrazione letteraria che sa disve­lare, nelle 'tempeste d'acciaio' del conflitto di massa e della carneficina industrializzata, non meno che nelle vite di ogni giorno, quanto vi è di 'spiritualmente tipico': la 'dimensione spet­trale', come avrebbe detto lo scrittore Robert Musil, in cui si invera l''umano'. Si può forse pensare che questa magia di disve­lamento, che si rinnova ogni volta nelle grandi narrazioni, non sia destinata a illuminare - ieri, oggi e sempre - chi, per professione o per sem­plice appartenenza al genere umano, voglia e debba confrontarsi con la 'domanda di giusti­zia'? E che ad addensare ancor più questa do­manda, guidandola verso risposte possibili, non sia proprio lo sguardo di una letteratura che ab­bia saputo penetrare nell'estremo scempio della guerra, di una guerra che è stata detta Grande? La Grande Guerra. Storie e parole di giustizia è ricerca dolente e partecipe di 'parole giuste', ispirate dalle storie di chi o su chi ha attraversa­to gli abissi di un conflitto mai veramente fini­to, perché coagulo e anticipazione di molti degli orrori dei nostri recenti passati e di un presente che ancora non riesce a liberarsi dallo spettro di Polemos.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'amante di se stessa"
Editore: Graphe.it Edizioni
Autore: Andrea Biscaro
Pagine: 178
Ean: 9788893720311
Prezzo: € 15.00

Descrizione:«A Parigi si ride degli dei, dei re, dell'amore, si ride di gusto, si ride delle illusioni, si ride persino quando si soffre, e quello che non si accetta è la serietà, e tutti hanno la pretesa d'averla». Diceva così Madame Varvara Rimsky-Korsakov, russa, parigina d'adozione, protagonista di un avvincente viaggio nell'Europa aristocratica della seconda metà del XIX secolo. Varvara è una bionda fatale dal fascino slavo. Alta e snella, seduce con un semplice sguardo. Sempre al centro della cronaca parigina, amante del canto, colta e raffinata suscita l'invidia di cortigiane e principesse. L'amante di se stessa conduce il lettore nel mondo cinico e incantato dei saloni da ballo e dei salotti di San Pietroburgo e Parigi. E sarà di nuovo lei: la Venere tartara, il cui ritratto troneggia ai giorni nostri in una delle sale espositive del Musée d'Orsay, ai bordi della Senna.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'emigrazione italiana in Francia dal 1876 al 1976"
Editore: Tau Editrice
Autore: Antonio Cortese
Pagine: 64
Ean: 9788862446471
Prezzo: € 10.00

Descrizione:In continuità con uno studio precedente dello stesso autore dal titolo L'emigrazione italiana dal 1876 al 1976. Brevi riflessioni sulle cause che l'hanno determinata, questo volume tratta il caso specifico francese con l'intento di fare luce sulle motivazioni che hanno portato all'importante flusso migratorio italiano, verso questo Paese d'Oltralpe, in un secolo fondamentale (1876-1976). «Conoscere questa storia - si legge nella Prefazione al libro - è indispensabile per la comprensione dei fenomeni più recenti e addirittura per capire la mobilità dei nostri giorni. La storia è, da sempre, fondamentale per l'interpretazione di legami sociali che perdurano nel tempo pur rinnovandosi e mutando».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L'Emigrazione nei libri di scuola per l'Italia e per gli italiani all'estero"
Editore: Tau Editrice
Autore: Lorenzo Luatti
Pagine: 432
Ean: 9788862446518
Prezzo: € 15.00

Descrizione:La prima ricostruzione completa delle vicende editoriali e della produzione libraria per le scuole italiane all'estero. Il libro scolastico in cent'anni di emigrazione. Con oltre 300 illustrazioni a colori e in bianco e nero. Uno studio sulla produzione scolastica destinata alle scuole italiane all'estero, rivolta ai discendenti italiani che nei vari paesi d'elezione frequentavano le scuole italiane, governative e private. Questo studio, grazie all'intreccio tra fonti a stampa e fonti archivistiche, recupera dall'oblio tale produzione e per la prima volta ne offre una trattazione ampia e approfondita.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un dono d'amore"
Editore: Terra Santa
Autore: Martin L. King
Pagine: 320
Ean: 9788862405256
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Uscito nel 1963 e pubblicato in Italia con il titolo "La forza di amare", questo è sicuramente uno dei libri più famosi di Martin Luther King in italiano. Un'opera intensa, forte, dal messaggio più che mai attuale, che parla ancora oggi a tutti noi. Un libro in cui si fondono mirabilmente - raggiungendo un equilibrio forse ineguagliato - le due "anime" di King: il pastore cristiano, che fa del sermone il mezzo preferito per rivolgersi ai fratelli, lui che non aveva intenzione «di fare altro che rimanere un pastore», e l'attivista per i diritti civili, in un'epoca in cui la segregazione razziale macchiava ancora con la sua vergogna la nazione americana. Oggi il libro viene riproposto al pubblico italiano in una nuova edizione, nel 50° anniversario dell'assassinio dell'autore (4 aprile 1968), con l'aggiunta di un testo totalmente inedito in Italia, in cui King raccoglie le impressioni suscitategli da un recente viaggio in Terra Santa. Un viaggio che lo segnò in maniera indelebile: «Non dimenticherò mai quello che ho provato dentro di me».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dopo Chávez"
Editore: Jaca Book
Autore: Colotti Geraldina
Pagine: 224
Ean: 9788816412255
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Dopo Chávez il diluvio? In molti lo avrebbero scommesso. Invece il Venezuela resiste. Il suo attuale presidente, l’ex autista del metro Nicolas Maduro, è riuscito a schivare assalti e bordate, e sta conducendo il paese verso nuove mete, avviandosi a concludere il mandato. Il socialismo bolivariano resta una sfida che tiene aperti gli orizzonti dell’America Latina. In che modo e per quali sentieri? Questo libro riprende e sviluppa i temi del precedente Talpe a Caracas, fornendo una chiave di lettura del proceso bolivariano, che interroga anche l’Europa a un secolo dalla Rivoluzione d’Ottobre.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gregorio contro Federico"
Editore: Salerno Editrice
Autore: Ortensio Zecchino
Pagine:
Ean: 9788869732690
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Il sempre più spinto laicismo dell’Occidente, affonda le radici in un secolare processo storico riattualizzato in età tardo medievale dallo scontro tra Papato e poteri secolari.Culmine ne fu il conflitto tra Gregorio IX e Federico II. Pomo della discordia si rivelò la Costituzione che Federico promulgò per il regno di Sicilia. Il papa reagì duramente pretendendo di essere giudice del rispetto del diritto naturale-divino negli ordinamenti secolari, nonché difensore dei privilegi in essi riconosciuti da tempo alla chiesa. Il testo della Costituzione e il carteggio tra i due, consentono di penetrare nella ragioni, anche recondite, del conflitto culminato nella scomunica papale e nella rabbiosa reazione di Federico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La strage di san Bartolomeo"
Editore: Salerno Editrice
Autore: Stefano Tabacchi
Pagine:
Ean: 9788869732713
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Il 18 agosto 1572 si celebrò a Parigi il matrimonio tra Margherita di Valois e Enrico di Borbone, che avrebbe dovuto segnare la riconciliazione tra cattolici e protestanti dopo una lunga guerra civile. Cinque giorni dopo, nella notte tra il 23 e il 24 agosto, i capi militari dei protestanti furono uccisi per ordine del re. Nelle ore successive bande armate uccisero centinaia di ugonotti parigini, accanendosi su donne, vecchi e bambini, in un delirio di sangue che trasformò Parigi in un carnaio. Il libro analizza in tutte le sue sfaccettature questo evento apparentemente irrazionale, ma in realtà frutto di una devastante miscela di crisi politica e conflitto religioso, esaminando il ruolo dei vari attori: il re Carlo IX, la regina madre Caterina de' Medici, il papato, la Spagna, i gruppi di cattolici militanti parigini. Ne risulta una innovativa lettura della notte di San Bartolomeo come evento centrale nella storia dell'Europa del Cinquecento e nell'affermazione dell'assolutismo del potere politico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO