Categoria
           
Num. Prodotti x Pagina
           
Ordina Per

Libri
Warning: fread() [function.fread]: Length parameter must be greater than 0 in /web/htdocs/www.piemontesacro.it/home/negozio/funzioni.php on line 198



Titolo: "Etica e animali. Come è giusto trattarli e perché"
Editore: Il Mulino
Autore: Zuolo Federico
Pagine: 174
Ean: 9788815275127
Prezzo: € 13.50

Descrizione:A tavola, in casa, nella ricerca biomedica: la presenza degli animali pervade ogni aspetto della nostra cultura e vita quotidiana. Nulla di meno scontato: negli ultimi decenni i nostri rapporti con gli animali sono stati fortemente ridefiniti. Dal veganesimo al bando sull'uso degli animali nei test dell'industria cosmetica, i movimenti animalisti hanno sfidato tradizioni secolari con azioni eclatanti di grande impatto mediatico e con pressanti campagne di sensibilizzazione. Ma la questione va oltre lo scontro tra animalisti e difensori dello status quo, e investe il campo della filosofia pratica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Filosofia della scienza. Con Contenuto digitale per download e accesso on line"
Editore: Egea
Autore: Galavotti Maria Carla, Campaner Raffaella
Pagine:
Ean: 9788823827691
Prezzo: € 11.90

Descrizione:"La filosofia della scienza si propone il compito di chiarire la natura della conoscenza scientifica investigandone il metodo, i contenuti, le finalità. Benché i filosofi si siano interessati a queste tematiche fin dall'antichità, esse sono divenute l'oggetto di una disciplina specifica nei primi decenni del Novecento, sulla spinta dei profondi cambiamenti prodottisi nelle scienze fra Otto e Novecento - si pensi alle geometrie non euclidee, alla relatività, alla meccanica quantistica, alla genetica - che imponevano un ripensamento delle categorie fondamentali del sapere scientifico." (Dalla premessa)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sull'amore"
Editore: SE
Autore: Simmel Georg
Pagine: 93
Ean: 9788867233519
Prezzo: € 13.00

Descrizione:«Se si considera il processo vitale in generale come un insieme ordinato di mezzi posti al servizio dello scopo vita, e si osserva il vero significato che l'amore ha per la riproduzione della specie, allora si comprende che anche quest'ultimo è uno dei mezzi che la vita per se stessa e da se stessa prepara. Nondimeno, nel momento in cui si raggiunge tale condizione - nella quale la natura nel suo svolgersi è divenuta amore affinché a sua volta l'amore diventi svolgimento naturale - proprio in questo momento il quadro si trasforma: non appena si offre in questo significato teleologico rivolto alla specie, l'amore è già qualcosa di diverso, che trascende tale modo di essere. Esso rimane certamente una modalità dell'esistenza, ma di un tipo particolare, tanto che la reale dinamica della vita, il suo naturale e continuo svolgimento ora è in sua funzione. L'amore dunque ha un senso, e significa qualcosa di definitivo che si sottrae completamente a quella teleologia, anzi - proprio perché il rapporto con essa perdura - propriamente la capovolge: l'amante sente che ora la vita deve servire l'amore, che essa esiste, per così dire, per provvederlo dell'energia necessaria a conservare se stesso».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Filosofico esame di coscienza"
Editore: La Scuola di Pitagora
Autore: Renan Ernest
Pagine: 64
Ean: 9788865425916
Prezzo: € 10.00

Descrizione:I due dogmi fondamentali della religione, Dio e l'immortalità, restano così razionalmente indimostrabili; ma non si può dire che essi siano condannati a un'impossibilità assoluta... L'atteggiamento più logico del pensatore nei confronti della religione è di far finta che sia vera. Bisogna agire come se Dio e l'anima esistessero... Il paradiso eterno promesso all'uomo non è reale, eppure occorre agire come se lo fosse; occorre che quelli che non vi credono siano superiori in bontà, in spirito di sacrificio, a quelli che vi credono.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La volontà di potenza. Scritti postumi per un progetto. Ediz. integrale"
Editore: Newton & Compton
Autore: Nietzsche Friedrich
Pagine: 185
Ean: 9788822719607
Prezzo: € 4.90

Descrizione:I frammenti qui raccolti, e che comprendono l'abbozzo disorganico della progettata opera "La volontà di potenza" che il filosofo tedesco non scrisse mai, devono essere presi soprattutto come brevi e significative illuminazioni sull'evoluzione del pensiero di Nietzsche. Sono proprio queste, infatti, le riflessioni dalle quali il filosofo ha attinto per la stesura dei suoi grandi scritti. Introduzione di Jean-Michel Rey.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Verità e menzogna-La nascita della tragedia-La filosofia nell'età tragica dei greci"
Editore: Newton & Compton
Autore: Nietzsche Friedrich
Pagine: 350
Ean: 9788822719591
Prezzo: € 4.90

Descrizione:Prima di Nietzsche la visione del mondo greco era quella lasciataci in eredità dal Rinascimento: un ideale irraggiungibile di serenità, armonia, bellezza. Dietro questi aspetti, che Nietzsche indicò come «apollinei», il grande pensatore intuì l'altro polo di quella grande civiltà: quello notturno, «barbarico», che nei riti dedicati a Dioniso celebrava la potenza irrefrenabile degli istinti. Nelle opere qui raccolte Nietzsche espone e sviluppa questa sua concezione, destinata ad avere un'enorme influenza su tutta la nostra cultura.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La gaia scienza. Ediz. integrale"
Editore: Newton & Compton
Autore: Nietzsche Friedrich
Pagine: 245
Ean: 9788822719584
Prezzo: € 4.90

Descrizione:Nel panorama aspro e tormentato dell'opera di Nietzsche, "La gaia scienza" disegna un momento di felice e rarissimo equilibrio. Con questo libro giunge a conclusione, in un'atmosfera insolitamente serena, il processo di smascheramento critico-illuministico iniziato con "Umano, troppo umano". La critica della metafisica come menzogna e illusione della civiltà cristiano-europea è qui portata a compimento con l'arte della leggerezza propria di una scrittura aforistica nitida e tagliente. Introduzione di Fabrizio Desideri.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Aurora. Pensieri sui pregiudizi morali. Ediz. integrale"
Editore: Newton & Compton
Autore: Nietzsche Friedrich
Pagine: 221
Ean: 9788822719560
Prezzo: € 4.90

Descrizione:Eticità non è nient'altro (e quindi niente più) che obbedienza ai costumi, di qualunque tipo possano essere; i costumi però sono il modo tradizionale di agire e di valutare. [...] L'uomo libero è privo di etica, perché in tutto vuol dipendere da sé e non da una tradizione". Da questa contrapposizione tra individualità e socialità prendono le mosse 575 pensieri sulla morale, sull'azione dell'uomo e sulla libertà e l'autodeterminazione del singolo. Pubblicata nel 1881, dunque dopo "Umano troppo umano" e prima di "La gaia scienza", "Aurora" è un'opera composta da aforismi ora articolati e complessi, ora di fulminante e incisiva brevità. Introduzione di Gianni Vattimo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' attimo e l'anima. Goethe nella metropoli di Simmel"
Editore: Asterios
Autore: Gardini Michele
Pagine: 144
Ean: 9788893130769
Prezzo: € 16.00

Descrizione:La filosofia del denaro e la sociologia della grande metropoli sono i riferimenti più noti tra i quali si è organizzata la riflessione di Georg Simmel (1858-1918) sulla modernità. Essi non sono tuttavia gli unici. L'intellettualizzazione progressiva delle forme sociali e l'incremento abnorme della vita nervosa sullo sfondo dell'economia monetaria e dell' esistenza metropolitana hanno visto l'autore, sulla soglia quasi simbolica del primo conflitto mondiale, rivolgere a Goethe un ultimo sguardo filosofico e umano carico di partecipazione e velata speranza. La fisionomia del grande poeta tedesco, pur colta a partire da un determinato momento storico, sociale e culturale, si metamorfizza allora nelle mani di Simmel in un mito senza tempo: un'altra e forse ultima possibilità, insieme storica e ideale, di perfetta integrazione tra l'uomo e il suo mondo, la vita e la forma, la ricezione e la donazione. Ciò che Simmel ha altrove definito la "tragedia della cultura", il conflitto mortale tra il fiume della vita e le sue cristallizzazioni specifiche, non trova spazio per svilupparsi nel meraviglioso equilibrio, insieme poetico ed esistenziale, della fisionomia goethiana. Il presente studio prende le mosse dal fittissimo dialogo intessuto con Goethe per mettere il mito esistenziale costruito da Simmel alla prova della modernità, con le sue strutture economiche e tecno-scientifiche. Fedele all'ispirazione più profonda dell'autore, esso si cala nel suo tema per superarlo verso una riflessione più comprensiva sul significato della "vita" e delle "forme" nella contemporaneità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Biopolitica e libertà. Dieci capitoli su Foucault"
Editore: Orthotes
Autore: Domenicali Filippo
Pagine: 510
Ean: 9788893141390
Prezzo: € 25.00

Descrizione:Come è possibile esercitare la libertà nel tempo della "biopolitica"? Ha ancora un senso parlare di libertà quando il potere è diventato "biopotere" (alla lettera: un "potere sulla vita") impadronendosi delle attitudini, delle capacità, degli affetti e perfino dei nostri pensieri più intimi e privati? Quando cioè le stesse categorie del "pubblico" e del "privato" hanno perduto ogni ragione di essere, proprio perché il "biopotere" produce - come dichiara insistentemente Foucault - il "soggetto" stesso? Sono alcuni degli interrogativi che fanno da guida a questo studio e a cui l'autore tenta di rispondere esaminando l'intera opera di Foucault. La questione della libertà viene interpretata come il problema che ne orienta le tappe e ne dirige gli sviluppi, dagli scritti dedicati alle "relazioni di potere" a quelli finali sull'etica degli antichi. La biopolitica costituisce la situazione attuale, il contesto e lo sfondo significante che spinge Foucault a ridefinire il concetto tradizionale (filosofico-giuridico) di libertà in direzione di un'inedita concettualizzazione etico-politica di "pratiche di libertà" disperse, contingenti, irriducibilmente plurali.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Jacques Lacan e il buco del sapere. Psicoanalisi, scienza, ermeneutica"
Editore: Orthotes
Autore: Clemente Luigi Francesco
Pagine: 252
Ean: 9788893141321
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Nel corso degli anni Sessanta si consuma in Francia un aspro confronto tra Jacques Lacan e Paul Ric?ur sul significato della rivoluzione freudiana rispetto alla tradizione filosofica: continuità o discontinuità? Rinnovamento o rottura? Una discussione che non rappresenta un capitolo secondario dell'insegnamento lacaniano. Sebbene oscurata da costanti quanto fuorvianti pseudo-dibattiti sulla filosofia di Lacan, si tratta probabilmente dell'unica circostanza che abbia visto lo psicoanalista parigino direttamente impegnato in un faccia a faccia con un filosofo della propria epoca. "Jacques Lacan e il buco del sapere" ne chiarisce le ragioni di fondo, ricostruendone la genesi, gli sviluppi e le conseguenze di lungo periodo, fino a cogliervi il nucleo proprio dell'antifilosofia lacaniana: la denuncia della tentazione, condivisa da analisti e filosofi, di trasformare la pratica analitica in pratica ermeneutica. Quelle che emergono sono questioni decisive riguardanti il complesso rapporto tra psicoanalisi e filosofia, la loro stessa tenuta nello scacchiere ideologico contemporaneo, segnato dal trionfo della religione e dalla disastrosa convergenza di terapie brevi e ricerca di saggezza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Bernard Mandeville"
Editore: Mimesis
Autore: Chiessi Alessandro
Pagine:
Ean: 9788857548210
Prezzo: € 26.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Etiche applicate. Una guida"
Editore: Carocci
Autore:
Pagine: 411
Ean: 9788843090907
Prezzo: € 35.00

Descrizione:Il volume offre una presentazione dettagliata delle cosiddette "etiche applicate". Si tratta di ambiti di riflessione sviluppati negli ultimi decenni, allo scopo di approfondire e regolamentare questioni dovute all'impatto delle tecnologie sulla nostra vita. Pensiamo alla bioetica, all'etica della comunicazione, all'etica dell'economia, all'etica ambientale e a vari aspetti dell'etica pubblica. All'interno di questi macroambiti troviamo poi settori più specifici di ricerca, che discutono problemi etici riguardanti ad esempio le cure mediche o il potenziamento umano, l'attività giornalistica o l'uso delle tecnologie comunicative, l'economia globale o il mondo delle imprese, il nostro rapporto con il cibo o quello con le altre specie viventi, i temi dell'immigrazione, della disabilità, delle differenze di genere. Su questi e altri argomenti si soffermano i capitoli del libro, scritti da esperti del settore e corredati da ampia bibliografia. Il lettore troverà un'utile introduzione a temi di grande attualità e sarà in grado di orientarsi nel quadro, complesso e articolato, degli sviluppi più recenti dell'etica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Anni della decisione"
Editore: Oaks Editrice
Autore: Spengler Oswald
Pagine: 251
Ean: 9788894807219
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Al contrario del "Tramonto dell'Occidente", negli "Anni della decisione" l'uomo non è sottomesso passivamente alle leggi deterministiche della storia, ma può reagire alla decadenza e alla minaccia delle due rivoluzioni incombenti, quella della politica e quella dei popoli.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Spazi globali"
Editore: Mimesis
Autore: Corigliano Filippo
Pagine:
Ean: 9788857548289
Prezzo: € 11.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Commentario filosofico"
Editore: Einaudi
Autore: Bayle Pierre
Pagine: 800
Ean: 9788806237554
Prezzo: € 90.00

Descrizione:Il Commentario filosofico di Bayle è uno dei grandi testi che hanno fondato le teorie sulla tolleranza religiosa, e questo settanta-ottant'anni prima di Voltaire. Bayle lo scrive in un momento drammatico, a ridosso della revoca dell'editto di Nantes che aveva garantito, almeno teoricamente, uguali diritti fra cattolici e protestanti. Con questo gesto, nel 1685 Luigi XIV riavviava una politica persecutoria nei confronti dei protestanti. Bayle, già prudentemente riparato in Olanda, veniva a sapere dell'uccisione del fratello. L'anno dopo inizia a scrivere il Commentario. Dunque il suo trattato è sicuramente un libro teorico, ma pensato a tamburo battente nel vivo delle più accese e feroci controversie. Il fuoco centrale del libro, detto un po' in soldoni, è l'affermazione del diritto di sbagliare. Quella che viene chiamata la «coscienza errante» ha il diritto di persistere nel suo errore e non può essere forzata a venerare ciò che le appare una falsità. Questo vale per la diatriba fra cattolici e protestanti, ma vale per qualsiasi credo religioso. Ognuno può pensare che l'altro sbagli, ma deve rispettarne la libertà di coscienza. Per fondare il suo discorso Bayle contesta l'interpretazione capziosa di un famoso passo evangelico, usato dai religiosi integralisti per autorizzare le conversioni coatte, e confuta due lettere di sant'Agostino in cui viene giustificata la persecuzione degli eretici.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Origine dell'arte. Studi sull'estetica di Croce"
Editore: Orthotes
Autore: Viglialoro Luca
Pagine: 108
Ean: 9788893141352
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Esperire l'arte è un compito infinito che si dà alla conoscenza, in quanto è intrinseco ad essa. Una conoscenza - quella intuitiva, nel caso di Croce - che sembra essere stata attinta ad una dimensione originaria immemoriale: quella per cui l'arte è capacità di cogliere la realtà prodotta nel qui ed ora, per renderla legge dell'esperienza e immagine del suo articolarsi polifonico. Il secolo passato si apre con un'opera fondamentale, l'Estetica come scienza dell'espressione e linguistica generale del 1902, che, nel riallacciarsi alla grande tradizione razionalistica e idealistica dell'estetica, le imprime una svolta: quella che segna il passaggio dall'arte come conoscenza (e, quindi, come espressione isolata e subordinata al comprendere) all'arte come esperienza (un'arte che, in piena autonomia, crea le proprie condizioni di possibilità). L'intuizione e l'espressione, quali fili conduttori per il risalimento alle origini dell'esperienza dell'arte, sono dunque, per Croce, i due poli di produzione ed autoriflessione della realtà e delle sue possibilità rappresentative. Possibilità che il giudizio, esteticamente, scandaglia e fonda nel dare loro il nome: quello di arte.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Analiticità e principi primi del sapere. Una questione scolastica"
Editore: Orthotes
Autore: Saccardi Francesco
Pagine: 146
Ean: 9788893141369
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Nell'ambito della riflessione sorta in seno alla filosofia scolastica, il tema dell'"origine" dei primi princìpi viene approfondito in riferimento ad alcune questioni teoriche riguardanti lo statuto epistemologico di queste peculiari proposizioni, come la ragione della complessità appartenente alla forma predicativa dei princìpi e, conseguentemente, della loro natura "analitica" o "sintetica"; o come la determinazione del ruolo dell'esperienza nella costituzione dello stesso contenuto dei princìpi, e dunque attraverso una calibrazione dei significati di "a priori" e "a posteriori". In questo studio ci si propone di affrontare una parte del tragitto compiuto da quella riflessione, non soltanto vagliandone temi e motivi, bensì, più propriamente, con l'intento di individuare la radice della necessità espressa dai princìpi primi del sapere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lutero e la Riforma. Lo spirito del germanesimo nel rigetto del Rinascimento"
Editore: ETS
Autore: Giorgetti P. Fernando
Pagine: 309
Ean: 9788846752055
Prezzo: € 27.00

Descrizione:Pur nell'estraneità alle creazioni dell'Umanesimo sul terreno delle humanae litterae, sul piano delle arti l'avvicinarsi del Rinascimento al suo apogeo coincise anche in Germania con un periodo di grandissima effervescenza e di incontri diretti con gli artisti dell'Italia umanistica e rinascimentale. A cominciare da Dürer, maestri del livello di Leonardo, Raffaello, Tiziano, Michelangelo, divennero gli indispensabili interlocutori di arte e di dottrine estetiche nelle floridissime città tedesche, ricche di arte e di storia, che da sempre il Reno aveva unito, facendo di Basilea il principale centro di influenza culturale e civile. E fu a Basilea che Dürer si nutrì dei nuovi ideali estetici del Rinascimento italiano, da lui espressi néll'"Autoritratto con pelliccia" del 1500, riprodotto in copertina. L'apparire in esso come un Cristo benedicente non era blasfema empietà, ma celebrazione della magnificentia hominis, quale dono fatto da Dio all'uomo di quella bellezza che Dürer inseguì per tutta la vita e che, nel celebrarla in sé, intese come rinascimentale e universale omaggio all'humanitas qua talis, poco prima che essa fosse tanto contestata dalla Riforma. Era il grande ideale dell'"umanità una". Nascere con l'uomo, tramontare con l'uomo: questa fu la parabola del Rinascimento a Basilea e in Germania. E a spegnere la sua luce fu l'implacabile contestazione della dignitas dell'uomo e dei segni dell'arte e della bellezza, a cominciare proprio dai persecutori tumulti iconoclastici del Bidersturm, dei quali il simbolo più cupo fu la profanatoria distruzione dello "Heilsspiegelaltar", la grandiosa opera di Konrad Witz, il sommo artista gloriosamente operante già da quasi un secolo prima di Holbein."

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Nietzsche. Tracce morali"
Editore: Mimesis
Autore: Scolari Paolo
Pagine: 127
Ean: 9788857546780
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Corpo, dolore, fraternità e responsabilità rappresentano per Nietzsche i luoghi di una crisi morale della civiltà occidentale. Mentre rivendica la concretezza del corpo nei confronti dei suoi dispregiatori, di questo stesso corpo Nietzsche recupera la ragione intrinseca. Ragione a sua volta inconcepibile e bugiarda senza incarnazione, etica compresa. Gli sguardi nietzscheani sul dolore denunciano, sullo sfondo pubblico della città degli uomini, tutta l'ipocrisia di logiche onnicomprensive e giustificazioni del male, per suggerire al pensiero un cammino di conversione in ascolto della sofferenza. Stessa cosa per fraternità e responsabilità, da sempre coacervo di spinte sociali e umanitarie, e per Nietzsche di altrettante menzogne. Nietzsche si scaglia contro i miti del sentimento fraterno e decostruisce le maschere morali della responsabilità. Ma al tempo stesso, tra pesanti accuse e sospetti genealogici, riabilita ciò che demolisce, replicando con una fraternità elitaria e una responsabilità per uomini superiori. Un Nietzsche che, pur fuggendo dall'epoca e ficcandosi da solo in vicoli ciechi, sembra tenere in vita, fra le stesse righe delle sue polemiche, fraternità e responsabilità. E così le rimette in gioco, per possibili ripartenze etiche.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Creature dell'abitudine. Abito, costume, seconda natura da Aristotele alle scienze cognitive"
Editore: Il Mulino
Autore: Piazza Marco
Pagine: 234
Ean: 9788815274724
Prezzo: € 20.00

Descrizione:La filosofia, fin dall'antichità, ha pensato l'abitudine, servendosi, per definirla, di una gamma ben precisa di termini che hanno subito una serie di trasformazioni semantiche nel passaggio dal greco al latino e poi alle lingue moderne. Malgrado la presenza di una corposa riflessione divenuta sempre più articolata e complessa dalla fine del XVIII secolo, non esiste ancora oggi una ricostruzione organica in grado di restituire insieme lo sviluppo storico e teorico di quella che a pieno titolo può essere definita la «filosofia dell'abitudine». Questo volume intende offrire un contributo in tale direzione, proponendo dei percorsi storico-interpretativi a partire dall'individuazione dei principali nodi concettuali che innervano il pensiero sull'abitudine, grazie al puntuale riferimento al pensiero di autori che vanno da Aristotele alle scienze cognitive. I pensatori presi in esame, che costituiscono un ricco campione di un panorama ancor più vasto, sono rappresentativi di posizioni originali emerse nelle diverse epoche. Il discorso filosofico sull'abitudine, tra il XIX e il XX secolo, diventa sempre più interdisciplinare, aprendosi agli apporti in primis della psicologia, ma anche della sociologia e dell'antropologia, fino a esaurirsi in quanto tale. Dopo secoli di teorizzazione filosofica sul funzionamento e sull'origine delle nostre abitudini, sono oggi la fisiologia e le neuroscienze a spiegare le modalità della loro formazione. Mai come in passato, tuttavia, i saperi scientifici richiedono la collaborazione della filosofia per comprendere appieno il significato da attribuire alla plasticità del nostro cervello, così da affrontare con strumenti epistemologici efficaci le implicazioni morali, politiche e giuridiche poste dalla nostra condotta di «creature dell'abitudine».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Obsolescenza dell'umano. Gunther Anders e il contemporaneo"
Editore: Il Nuovo Melangolo
Autore: Mattucci Natascia, Recchia Luciani Francesca Romana
Pagine: 187
Ean: 9788869830358
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Il pensiero e la produzione teoretica di uno dei più grandi filosofi del Novecento, Günther Anders, la cui riflessione si rivela sempre più decisiva per la comprensione della complessa fenomenologia del contemporaneo, sono il cuore dei saggi contenuti in questo libro. Essi indagano le originali idee di Anders spaziando dalle questioni politiche agli interrogativi etici che animarono il suo attivismo critico, attraversando il suo originale approccio estetico e il suo apporto nell'ambito della critica letteraria. Un pensiero originale che viene così fruttuosamente messo a confronto con quello di molti tra i più importanti intellettuali coevi, come Arendt, Adorno, Benjamin, Heidegger, Freud, Lacan, Levi, Montale, Morselli, Pasolini, Eco e altri.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il paradosso della libertà. Una lettura politica di María Zambrano"
Editore: Mimesis
Autore: Laurenzi Elena
Pagine: 248
Ean: 9788857544045
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Il rapporto con la politica percorre la filosofia e la biografia di María Zambrano. È lei stessa a dichiarare che la sua giovinezza fu "la politica", riferendosi al suo impegno per la Repubblica e alla sua partecipazione alla guerra civile. Sulla politica non cessò di riflettere nel corso del suo lungo esilio e fin dopo il suo ritorno in Spagna. Il volume segue le tappe di quella riflessione restituendo un percorso filosofico segnato dall'attitudine a pensare nel cuore del proprio tempo. Sul piano storico ricostruisce le circostanze politiche e la tradizione di pensiero con cui Zambrano non cessa di confrontarsi. Sul piano teorico mette a fuoco alcuni contributi fondamentali che la sua opera offre alla discussione attuale sulla crisi e sulle antinomie della politica: la libertà, la guerra, la persona, la comunità, l'utopia, l'immaginazione, la misericordia, il silenzio, la differenza sessuale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un' etica della personalità"
Editore: Mimesis
Autore: Heller Ágnes
Pagine: 435
Ean: 9788857544311
Prezzo: € 30.00

Descrizione:"Un'etica della personalità" costituisce il volume conclusivo - dopo "Etica generale" e "Filosofia morale" - della trilogia "Una teoria della morale", con la quale Ágnes Heller ha compiuto il suo "quasi-sistema" filosofico. Il libro si apre con l'analisi dell'etica della personalità di Nietzsche, trattata in "Genealogia della morale" e messa in rapporto con il "Parsifal" di Wagner, di cui viene proposta una nuova lettura. Seguono tre dialoghi in cui due giovani filosofi immaginari, Joachim e Lawrence, discutono da diversi punti di vista e confrontandosi con una misteriosa figura femminile, Vera, la possibilità di un'etica della personalità. Il libro si chiude con alcune lettere scambiate tra Sophie Meller, la nonna di Ágnes Heller considerata una figura esemplare, e la nipote Fifi (Heller giovane). Una scrittura filosofica che usa differenti stili, anche letterari, corrisponde a un'etica che si ispira esplicitamente più a Shakespeare, a Goethe e a persone reali che a "teorie". L'etica della personalità s'incarna infatti in donne e uomini concreti, con i loro dubbi, le imperfezioni, gli amori e le amicizie e soprattutto la scelta di vivere una vita buona.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un' amicizia stellare. Traiettorie della critica in Derrida e Foucault"
Editore: Il Mulino
Autore: Del Vecchio Antonio
Pagine: 198
Ean: 9788815275059
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Jacques Derrida e Michel Foucault hanno contribuito a ridefinire il significato che il termine "critica" ha assunto in molti campi del sapere, dalla filosofia alle scienze sociali, dagli studi postcoloniali alla letteratura, alla riflessione femminista e agli studi di genere. Seguendo i modi in cui i due pensatori francesi hanno concepito e praticato la critica del discorso filosofico e delle categorie politiche moderne di fronte alle trasformazioni del mondo contemporaneo, il volume ricostruisce e intreccia i loro percorsi divergenti per farne emergere nodi e polarità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO