Articoli religiosi

Libri - Filosofia



Titolo: "Filosofia della religione"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Tim Bayne
Pagine: 152
Ean: 9788839929617
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Malgrado un rapporto spesso burrascoso, filosofia e religione si sono profondamente plasmate a vicenda su temi "di confine". Tim Bayne, in questo vivace testo introduttivo, esplora tutto il ventaglio delle classiche questioni che stanno alla base della filosofia della religione: che cosa implica il concetto di Dio? È possibile dimostrare che Dio esiste? Come dovremmo intendere la relazione tra fede e ragione? È possibile conciliare la presenza del male con la credenza in un Dio benevolo e onnipotente? La scienza potrebbe minare la razionalità di una fede nel divino? È possibile, o piuttosto desiderabile, una vita dopo la morte? In maniera competente e stimolante Bayne si confronta con tutte queste domande, e con molte altre ancora. «La lettura di questo libro gratificherà i credenti in una pagina per sconvolgerli nella successiva, a prova dell'ammirevole imparzialità di Bayne» Terry Eagleton. «L'autore saggiamente non trae conclusioni semplicistiche, ma crea i presupposti per ulteriori esplorazioni e approfondimenti» Kevin Folkman.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Tractatus de praedestinatione et de praescientia Dei di Guglielmo di Ockham"
Editore:
Autore: Fedriga Riccardo, Limonta Roberto
Pagine: 224
Ean: 9788831115575
Prezzo: € 27.00

Descrizione:Il "Tractatus de praedestinatione et de praescientia Dei respectu futurorum contingentium", composto da Guglielmo di Ockham tra il 1321 e il 1324, costituisce uno snodo cruciale nelle discussioni medievali sul tema del fatalismo teologico e sulle questioni che vi sono implicate, come la conoscenza dei futuri contingenti e il compatibilismo tra prescienza divina e libero arbitrio. Raccogliendo e ripensando fonti di diversa provenienza, Roberto Grossatesta e Pietro Lombardo in primis, il Venerabilis inceptor sposta il problema sul piano epistemologico e linguistico, affrontandolo dal punto di vista di un'analisi proposizionale degli enunciati che parlano dei contingenti futuri. Il principio della soluzione ockhamiana costituirà un punto di riferimento - pro o contro - nei dibattiti teologici del XIV secolo. Il volume rende disponibile per la prima volta al lettore non soltanto la prima traduzione in italiano del Tractatus, ma anche un ricco apparato di testi che consente di ricostruire in modo coerente una teoria ockhamiana della contingenza e di gettare luce su una nuova interpretazione del pensiero del teologo e filosofo inglese.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "In ascolto del sacro"
Editore: Angelicum University Press
Autore: Antonio Ascione, Dario Sessa
Pagine: 260
Ean: 9788899616335
Prezzo: € 15.00

Descrizione:L'esperienza del Trascendente è così radicata nel cuore dell'uomo da costituire di per sé un fortissimo incentivo allo studio delle sue manifestazioni. In questa prospettiva il presente lavoro tratta il fenomeno religioso nella sua affascinante complessità, analizzando la sua varietà di simboli, miti, riti e dottrine che definiscono quel volume di esperienza che fa dell'uomo essenzialmente un homo religiosus. Il contributo, quindi, si propone di cogliere all'interno dell'amplissima pluralità di manifestazioni dell'Assoluto gli elementi unificanti, servendosi degli strumenti offerti dalla fenomenologia della religione, che ha il compito di comparare e di interpretare tali fatti così come essi si esprimono ("appaiono") all'interno della coscienza dell'uomo. La conclusione è l'esigenza indistruttibile che gli uomini hanno di legare la loro vita a qualcosa di superiore e di sacro, che è una costante storica e non si estingue neppure in contesti di forte secolarizzazione, come quello dell'uomo contemporaneo. Questi, anzi, sembrerebbe aver ancor più bisogno del sacro rispetto all'uomo arcaico, perché, diversamente dal suo antenato, la prospettiva di fondo della sua cultura è oggi ancor più precaria. Pur essendo evoluto e forte di un progresso scientifico e tecno-logico senza precedenti, infatti, l'uomo contemporaneo non solo non sa più andare oltre le barriere del tempo e della mortalità, ma non sa più dare senso e significato alla sua avventura storica, pagando a caro prezzo la disintegrazione dello slancio mistico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il futuro della civiltà europea"
Editore: Castelvecchi
Autore: Albert Camus
Pagine: 68
Ean: 9788832828511
Prezzo: € 8.50

Descrizione:A dieci anni dal termine del secondo conflitto mondiale, quando le polveri si erano finalmente sedimentate formando uno spesso strato sotto al quale un'intera civiltà cercava di ritrovare trame e orizzonti, gli intellettuali furono chiamati a suggerire cosa di quella civiltà, di quell'Europa minacciata da forze d'ordine economico e politico, era destinato a prosperare, e cosa a perire. Nella discussione intervenne anche Albert Camus, all'incontro organizzato il 28 aprile del 1955 dall'Union Culturelle Gréco-Française ad Atene, dal titolo Il futuro della civiltà europea. Lo sforzo per l'unità - dirà Camus da socialista libertario qual era - è un passaggio obbligato: un'unione fondata sulla misura e sul rispetto delle diversità sarà l'unica speranza per l'Europa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dignità del cristianesimo e indegnità dei cristiani"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Nikolaj Berdjaev
Pagine: 74
Ean: 9788833532783
Prezzo: € 9.50

Descrizione:Nel saggio Dignità del cristianesimo e indegnità dei cristiani, pubblicato nel 1928 a Parigi, quando già si trovava in esilio, Berdjaev riflette sulla crisi del mondo moderno (la cui massima espressione rintraccia in quegli spiriti che animano la rivoluzione russa: socialismo, ateismo e nichilismo, esiti naturali del positivismo umanistico), interpretandola come crisi del cristianesimo storico. Proprio la rivoluzione, sintomo della moderna spaccatura individualistica tra giustizia sociale e spiritualità, rappresenta innanzitutto una questione metafisico-religiosa, così come il messianismo rivoluzionario corrisponde alla mistificazione socialista dell'escatologismo cristiano. Convinto che soltanto la riscoperta delle radici cristiane permetta all'uomo di recuperare la sua originaria vocazione, Berdjaev annuncia l'avvento di una nuova epoca di rinascita spirituale, di un cristianesimo rinnovato in cui si è chiamati a realizzare attivamente la «religione della libertà e dell'amore».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Privarsi del piacere. Nietzsche e l'ascetismo cristiano"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Bertrand Binoche
Pagine: 72
Ean: 9788810567937
Prezzo: € 8.50

Descrizione:L'artista, il filosofo antico, il prete cristiano e lo scienziato moderno sono tutti favorevoli all'ascetismo. Ma le stesse parole e le stesse pratiche, per esempio la frugalità e la castità, hanno per tutti lo stesso significato? Bentham vede nell'ascetismo un'aberrazione perché non si può desiderare la sofferenza, ma solo il piacere. Schopenhauer lo considera come il solo mezzo per sfuggire alla sofferenza indotta dalla ricerca del piacere. Nietzsche, invece, individua nell'ascetismo un mezzo inaspettato per trovare il piacere nella sofferenza. In Umano, troppo umano (1878) e un decennio dopo, in modo più elaborato e sistematico, nella Genealogia della morale (1887), il filosofo tedesco pretende di pervenire a una valorizzazione post-cristiana dell'afflizione, a una nuova forma di ascesi il cui fine è cancellare in ss stessi, dolorosamente, ogni traccia di ascetismo cristiano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Lingue, culture ed esperienza"
Editore: Vita e Pensiero
Autore: Giovanni Gobber
Pagine: 150
Ean: 9788834327913
Prezzo: € 16.00

Descrizione:La lingua di una comunità è un repertorio complesso di strategie espressiveconvenzionali, la cui descrizione può fare emergere punti di vista peculiari suaspetti della realtà condivisa. Per esempio, la numerazione nelle lingue europeesi basa per lo più sul sistema decimale; in georgiano, invece, è impiegato ilsistema vigesimale (ottanta è visto come ?quattro volte venti' e novanta è?quattro volte venti più dieci') e la stessa struttura si trova nel francese (quatrevingte quatre-vingt dix) che riprende antiche forme celtiche. Non di rado, unastrategia espressiva ha successo ed è imitata in altre lingue: da aqua vitaederiva il gaelico uisge beatha che poi è diventato whisky. A volte, la somiglianzainganna: la voce inglese sympathy non è usata come la voce italiana simpatia.Avviene spesso, inoltre, che una lingua distingua due significati con due parolediverse, mentre un'altra lingua li affidi alla stessa parola. Là dove una linguaintroduce una distinzione nel vocabolario, un'altra può lasciare che la differenzaemerga dal resto della frase o dal contesto. L'indagine empirica qui propostamette in luce le tecniche impiegate nelle lingue per ritrarre l'esperienza. Se nericava l'impressione di una varietà e di una ricchezza sorprendenti: la realtànon si lascia esaurire da un solo punto di vista. La conoscenza di più lingue èstrumento per comprendere e apprendere uno sguardo "plurale" sul mondo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Giornale di metafisica (2019)"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore:
Pagine: 368
Ean: 9788837233693
Prezzo: € 32.00

Descrizione:SOMMARIO Meta-metafisica? A cura di Rosa Maria Lupo Rosa Maria Lupo, Premessa I. METAFISICA E META-METAFISICA Enrico Berti, La nascita della "metametafisica": Aristotele Andrea Clemente Maria Bottani, Ciò che vi è, che cosa è, che cosa viene prima. Tre facce di uno stesso problema Luca Illetterati - Elena Tripaldi, Hegel's Metametaphysics. Logic and/ as Metaphysics in Hegel's Philosophy Graham Priest, Metaphysics and Logic. An Observation in Metametaphysics Gilles Kévorkian - Frédéric Nef, Métaphysique relationnelle et métaphysique du constituant. Plaidoyer métamétaphysique pour une métaphysique mixte Olivier Boulnois, En-deçà de la métaphysique: l'éthique II. META-METAFISICA E META-ONTOLOGIA Peter van Inwagen, In Defense of Lightweight Platonism Franca D'Agostini, Reducing Redundancy in Metaphysics (and in Other Philosophical Disciplines) Massimiliano Carrara - Vittorio Morato, Compatibilismo semantico e scetticismo Francesco Berto - Matteo Plebani, Ontologia, metaontologia, e il fantasma di Quine Matti Eklund, Alien Structure and Themes from Analytic Philosophy

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pensiero filosofico e teologico"
Editore: Jaca Book
Autore: Panikkar Raimon
Pagine:
Ean: 9788816415737
Prezzo: € 50.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le conferenze di Parigi. Meditazioni cartesiane"
Editore: Bompiani
Autore: Edmund Husserl
Pagine: 480
Ean: 9788845283420
Prezzo: € 35.00

Descrizione:Le Meditazioni Cartesiane riprendono il corso di quelle Meditationes de Prima Philosophia con cui René Descartes ha di fatto inaugurato la moderna filosofia della soggettività. Edmund Husserl adotta però il suo metodo fenomenologico, andando alla datità stessa delle cose per trovare un fondamento assoluto: l’io che fa esperienza delle cose che lo circondano e medita su questa esperienza, mettendone in luce le strutture essenziali. Le prime quattro Meditazioni offrono un’introduzione ai temi fondamentali della fenomenologia husserliana, dalla correlazione noetico-noematica dell’intenzionalità ai concetti dell’ego trascendentale, della monade e molti altri. Dopo l’analisi della soggettività Husserl affronta la questione del solipsismo: come può questo io meditante avere l’esperienza di un mondo in comune con altri soggetti, nel quale è possibile parlare di conoscenza oggettiva? A partire da qui si sviluppa il corso della quinta Meditazione Cartesiana, a ragione considerata uno dei vertici della produzione filosofica di ogni tempo: il tentativo di rendere conto dell’estraneo a partire da noi stessi attraverso un’analisi del corpo proprio. La presente edizione offre, oltre al testo delle Meditazioni, la possibilità di approfondirne i temi con Le conferenze di Parigi – il testo delle lezioni di cui le Meditazioni sono uno sviluppo sostanziale –, i Sommari approntati da Husserl per le sue lezioni, nonché i commenti critici di Roman Ingarden.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Disobbedienza civile"
Editore: Marietti
Autore: Henry D. Thoreau
Pagine: 80
Ean: 9788821111068
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Pubblicato nel 1849, questo breve saggio di Thoreau condanna le scelte del governo degli Stati Uniti in merito alla schiavitù nel Sud del Paese e alla guerra contro il Messico. Per questi motivi l'autore si rifiutò di pagare le tasse e venne incarcerato. Convinto che le leggi non vadano rispettate quando contraddicono la coscienza e i diritti dell'uomo, Thoreau fonda i primi movimenti di protesta e resistenza nonviolenza, in seguito rappresentati da Martin Luther King e Gandhi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "An Outline of General Ethics"
Editore: Urbaniana University Press
Autore: Aldo Vendemiati
Pagine: 208
Ean: 9788840170701
Prezzo: € 26.00

Descrizione:The moral question is mainly a question about the meaning of life. This manual - now in its fourth Italian edition, second English edition, and published also in Portuguese - translates the ethical contents of the "perennially valid philosophical heritage" into a multi-ethnic and multicultural context. The phenomenological style of the work allows readers to go "back to the things themselves," to the moral experience of each human being, to uncover from within the moral principles that can guide that experience. The text is designed to involve the reader in a sort of Socratic dialogue that leads to critical awareness of one's own thinking while remaining within the "world of life." The theoretical approach supports an ethics of the first person, the point of view of an acting subject who seeks "the good life" - the virtuous life - in which true happiness consists. The book aims at clarity, essentiality, and completeness in a way that has proven effective for learning.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fenomenologia della religione"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Widengren Geo
Pagine: 960
Ean: 9788810216323
Prezzo: € 45.00

Descrizione:Quest'opera costituisce un punto d'arrivo forse non superabile nella storia della «fenomenologia della religione» poiché fonde i risultati di ricerche settoriali importanti all'interno di una prospettiva metodologica che cerca di accostarsi al mondo delle strutture profonde della religione. Nell'ampio edificio in cui è racchiusa l'indagine di Widengren si penetra attraverso la soglia dei primi due capitoli su «religione e magia» e «tabù e sacralità», tesi a prendere le distanze dalle concezioni evoluzionistiche del fatto religioso. Ma già il fondamentale terzo capitolo sulla «fede nel Dio supremo» mette in luce il tratto originale di questa costruzione: da questa fede scaturiscono infatti panteismo, politeismo e monoteismo, così come derivano le credenze di tipo dualistico. I successivi capitoli sul «mito», sul «rito» e sulle «pratiche cultuali» rispondono al tipico disegno di presentare i modi con cui l'uomo stabilisce il suo rapporto con un Essere supremo nelle diverse forme in cui storicamente viene adorato. Widengren analizza l'uomo visto nello svolgimento di una funzione decisiva come quella regale, nei culti funebri, nelle sue credenze escatologiche e apocalittiche, gnostiche e mistiche e affronta infine i temi della rivelazione, delle sacre scritture e dei relativi canoni per terminare con un capitolo dedicato ai vari tipi di comunità sacra.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Gratia supponit naturam"
Editore: Marcianum Press
Autore: Johannes Beumer
Pagine: 64
Ean: 9788865126820
Prezzo: € 9.00

Descrizione:La traduzione in lingua italiana dell'articolo di Johannes Beumer, comparso nella Rivista Gregorianum nel 1939, prende in esame la storia dell'assioma gratia supponit naturam, spesso soltanto citato dai teologi moderni, ed offre la possibilità di approfondire le dinamiche teologico-filosofiche implicate nella comprensione dei due ordini: naturale e soprannaturale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Rivelazione divina e genialità"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Kierkegaard Søren
Pagine: 112
Ean: 9788837233372
Prezzo: € 11.00

Descrizione:Chi crea l'opera d'arte, l'uomo o Dio? In questo testo, tradotto sulla base dell'edizione critica danese, Kierkegaard si interroga sul rapporto, ambiguo e dialettico, tra apostolicità - l'essere un chiamato da Dio - e genialità - l'essere ispirato. Un dilemma sia esistenziale, vissuto in prima persona e sotteso all'intera opera kierkegaardiana, sia teoretico: l'essere apostolo in che modo è compatibile con l'essere un creatore in se stesso? È l'antinomia che riecheggia nella categoria di "genialità apostolica", l'aspirazione al carattere divino della creazione umana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Perché gli alberi non rispondono"
Editore: Jaca Book
Autore: Sini Carlo, Pasqui Gabriele
Pagine:
Ean: 9788816415706
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il «desiderio di essere». Per un'«etica del compimento»"
Editore: Studium
Autore: Calogero Caltagirone
Pagine: 288
Ean: 9788838248641
Prezzo: € 26.00

Descrizione:L'acquisizione delle istanze provenienti dal "paradigma evolutivo" genera la possibilità di motivare, tra le tante proposte riflessive, anche il senso della moralità umana. Essa, essendo dimensione propria dell'agire umano, si definisce come costituente essenziale dell'umanità dell'uomo, perché è intrinseca al movimento stesso della sua esistenza, che nello scegliere il proprio progetto di vita sceglie, al contempo, la prospettiva dell'ordine della vita buona e riuscita. Una prospettiva che va oltre la semplice "voglia di vivere" per concretarsi nel "desiderio di essere", che trova compiutezza nella fioritura dell'umano, la quale, nell'oggi, è il nome etico più adeguato a dire la "ricchezza antropologica", nelle molteplici attuazioni creative nelle varie fasi delle età della vita. Le riflessioni contenute nel libro, cercando di delineare un'"etica fondamentale", si pongono l'obiettivo di dare corpo ad un'"etica del compimento umano" come orizzonte di significato che rende ragione del passaggio evolutivo che va dall'ominizzazione all'umanizzazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Introduzione alla filosofia"
Editore: Libreria Editrice Vaticana
Autore: Antonio Meli
Pagine: 144
Ean: 9788826603834
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Il presente volume è redatto con lo scopo di presentare alcuni temi fondamentali della filosofia agli studenti ma a tutti gli interessati con un linguaggio semplice e comprensibile anche dai non addetti ai lavori. È diviso in sei capitoli, ciascuno dei quali si conclude con una Bibliografia essenziale sugli argomenti trattati. Meli affronta anche questioni storiografiche nodali come il rapporto tra cristianesimo e filosofia sia nel medioevo e sia al momento della nascita della scienza moderna. Analizza inoltre il pensiero e l'analisi del linguaggio da Frege in poi e il realismo semantico di Putnam. Si evidenzia anche il concetto di esperienza come luogo di "presentazione" dell'essere e punto di partenza della filosofia e tratta la questione del "finalismo" sia nell'applicazione «ai grandi interrogativi posti dagli sviluppi delle conoscenze scientifiche (origine dell'universo, della vita, dell'uomo; creazionismo versus evoluzionismo; rapporto spirito-mente-corpo; corretta valutazione della prospettiva del "disegno intelligente") sia rispetto all'agire umano, perché senza una struttura teleologica è impossibile giustificare il comportamento morale» (dalla Prefazione di Mauro Mantovani, Rettore Magnifico dell'Università Pontificia Salesiana).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Preparazione alla morte"
Editore: Leonardo da Vinci
Autore:
Pagine:
Ean: 9788894900415
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Questo piccolo volume raccoglie alcune delle ultime riflessioni di Antonio Livi, filosofo e teologo italiano conosciuto nel mondo accademico (e non) per la sua proposta teoretica di filosofia del senso comune e per il suo impegno costante nella difesa scientifica della fede cattolica.
Le riflessioni che la Casa Editrice Leonardo da Vinci ora pubblica sono in forma di “pensieri sparsi” scritti da Livi, dopo la scoperta della malattia che lo ha costretto a letto e, purtroppo, lo ha portato alla morte. Si tratta di brevi, ma profonde riflessioni sul senso della sofferenza e sulla capacità di affrontare la stessa nella fede in Cristo Gesù. Queste brevi riflessioni sono state redatte seguendo l’ordine della prima bozza pensata da Livi e sono accompagnate, per volontà dello stesso, da alcune lettere e da un saggio filosofico-teologico sul tema del “mistero, dogma ed ermeneutica teologica”.

«Molta della sofferenza che ci infliggiamo è legata al fatto che non vogliamo vivere il momento presente. Preferiamo tormentarci nel passato oppure avere timore per il futuro, ma sfuggiamo in questo modo l’unico momento vero che ci è dato vivere, legato al nostro oggi, al qui ed ora. Recentemente ho vissuto un momento delicato legato a delle ragioni di salute. La grande ansia che ho provato mi ha fatto riflettere su un qualcosa che ha valenza metafisica: molta della sofferenza che ci infliggiamo è legata al fatto che non vogliamo vivere il momento presente. Ieri non esiste più, è passato e non torna; domani, chi lo può prevedere veramente? Certo dobbiamo fare tesoro del passato ed essere previdenti per il futuro, per quello che è possibile: ma angosciarci per essi? Il libro del Qoelet ci mette in una giusta prospettiva: “Per ogni cosa c’è il suo momento, il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo”».



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La terza via italiana"
Editore: Castelvecchi
Autore: Francesco Carlesi
Pagine:
Ean: 9788832821987
Prezzo: € 29.00

Descrizione:Il corporativismo fascista fu il tentativo di edificare una Terza Via italiana che andasse oltre comunismo e liberalismo, nel segno della collaborazione di classe e del primato della nazione. Nonostante le difficoltà nel dare vita a nuove strutture socioeconomiche, i teorici corporativi dialogarono a livello internazionale con economisti dei più diversi indirizzi di pensiero, nella stagione di più intenso ripensamento dei modelli economici liberali e del sistema capitalista dopo la crisi del ’29. Il corporativismo animò lo spirito antiborghese della “sinistra fascista” fino alla socializzazione delle imprese della Rsi, emergendo come “insubordinazione fondante” del nostro Paese di fronte all’egemonia anglosassone. Questo fuoco non si spense totalmente con la fine della guerra: il Codice civile e strutture come l’Iri, l’Inps, l’Agip furono pilastri importanti nel dopoguerra per le fortune della nazione. Alcuni fermenti accostabili in parte alla “terza via” animarono sia alcuni padri costituenti che diverse esperienze industriali, come l’Olivetti, fino agli anni Novanta, quando la globalizzazione e il dominio dei mercati hanno cominciato a mettere in crisi l’Italia e il suo modello sociale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La dialettica materialista della coscienza"
Editore: Castelvecchi
Autore: Tran Duc Thao
Pagine: 96
Ean: 9788832828047
Prezzo: € 14.50

Descrizione:Cos'è la coscienza? E qual è il metodo per studiarla? Con questo saggio, pubblicato tra il 1974 e il 1975 e qui compendiato da note critiche e una ricca bibliografia, Tran Duc Thao, filosofo vicino a Sartre e a Merleau-Ponty e figura chiave della fenomenologia francese del secondo dopoguerra, propone un'inedita metodologia per lo studio della coscienza. Questa passa per un progetto semiologico, fortemente debitore della tradizione marxista, il quale non manca di alcuni elementi di grande originalità, come la nozione di "linguaggio della vita reale". Sullo sfondo di un bilancio biografico e teorico del suo percorso intellettuale, che non risparmia critiche all'individualismo e all'idealismo, Thao accoglie le sfide provenienti dalle scienze (linguistica, psicologia, biologia, paleoantropologia, genetica) e rivendica il ruolo svolto dal corpo, dall'interazione pratica con il mondo reale, dal linguaggio e dalle relazioni sociali nella formazione della coscienza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pensare attraverso il genere"
Editore: Il Pozzo di Giacobbe
Autore:
Pagine: 296
Ean: 9788861247710
Prezzo: € 25.00

Descrizione:«Il dibattito in Italia intorno a questo tema (per meglio dire: intorno a questa "parola") negli ultimi tempi sembra essersi esaurito come esausto dalle troppe polemiche, come sfinito dall'apparente inutilità di un dialogo tra sordi, come schiacciato dagli usi a volte pretestuosi o ideologici che lo hanno ampliato a dismisura, ma anche apparentemente svuotato di ogni possibilità reale di progresso nel confronto reciproco. Allora perché riattivare braci ormai apparentemente limitate a gruppi particolarmente coinvolti con una traduzione degli atti di un seminario di studi tenutosi in Francia in due tappe, nel 2012 e nel 2014? Serve, sì.... Ne siamo profondamente convinti. Serve per riportare il dibattito al suo luogo originario e proficuo, quello della riflessione pacata e plurale, che si confronta per cercare di capire meglio il mondo in cui viviamo e la sua complessità. Ma a una condizione: che il libro sia come quello che avete per le mani, un testo articolato, serio, complesso anche, ma di interesse indubbio per fare un "punto della situazione" intorno a questa categoria, prendendo in considerazione molti e diversi elementi, senza passionalità né pregiudizi ideologici». [dalla Prefazione all'edizione Italiana di Stella Morra]

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il bello e il giusto"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Tiziana Zanetti
Pagine: 176
Ean: 9788892220683
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Diritto e antropologia si confrontano sul patrimonio culturale e la sua tutela, con uno sguardo attento e concentrato su alcune situazioni di particolare fragilità che riguardano il bene nella sua dimensione materiale e immateriale, imponendo riflessioni ben più ampie sull'individuo, sulla società, sul nostro tempo. Si propongono all'attenzione del lettore, tra gli innumerevoli casi di fragilità, quelli che riguardano i luoghi che abitiamo -- le nostre città, le nostre periferie --, dimostrando quanto sia difficile difendere il bello e il giusto, elementi in rapporto strettissimo, come se dall'uno dipendesse l'altro. È davvero così? Per questo si deve intervenire per educare o rieducare, come testimoniano i preziosi contributi dei giudici penali, autori della sezione centrale del volume. Così il bello e il giusto rappresentano, soprattutto nella lettura antropologica, momento fondamentale del volume, i due elementi da comprendere e da difendere con eguale determinazione non in una dimensione astratta e lontana dal reale, ma nel qui e ora dove possono davvero cambiare (e migliorare) lo sguardo sul mondo. Scorrono sottotraccia, in tutto il volume, le domande: cos'è l'arte (oggi)? e la bellezza? Il lettore non troverà risposte, tanto meno esplicite, ma un luogo di riflessione nel quale domandarselo, anche in vista dell'introduzione della nuova educazione civica nella formazione dei giovani, rimarcando la necessità imprescindibile e non abdicabile di conoscere il patrimonio culturale per poterlo tutelare.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il welfare in azienda"
Editore: Vita e Pensiero
Autore: Luca Pesenti
Pagine: 168
Ean: 9788834340431
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Il welfare aziendale si è imposto in pochi anni come una delle più profonde e significative novità nelle relazioni industriali del nostro Paese. Abbiamo assistito a un vero e proprio Big Bang, un'esplosione che ha generato una lunga accelerazione ancora oggi in corso. Da fenomeno di nicchia si è ormai trasformato in un mercato maturo. Per dar conto degli sviluppi più recenti, a tre anni dalla sua uscita in libreria, la seconda edizione del volume di Luca Pesenti si ripresenta al lettore con molti aggiornamenti, profonde modifiche e ampie aggiunte tematiche. Se resta intatta la valenza culturale di questo fenomeno, tra valorizzazione di logiche di shared values e strategie evolute di HR management, molto è cambiato in termini di contesto, numeri, dinamiche, qualità e quantità degli attori coinvolti. Per questo, temi solo accennati o del tutto assenti nella precedente edizione vengono qui sviluppati in modo ampio e originale, alla luce delle esperienze di ricerca e consulenza vissute dall'Autore in questi anni: lo sviluppo tumultuoso del mercato dei provider, il ruolo tutto da definire dei soggetti di terzo settore che hanno deciso di accettare la sfida del welfare aziendale, l'esperienza ancora interlocutoria delle reti di welfare, le alterne fortune del Premio di Risultato, l'esperienza di utilizzo dei servizi attraverso la mediazione dei portali (digital welfare), le discusse conseguenze (reali o presunte) sul welfare pubblico, e altro ancora. Nel complesso, una riflessione più che mai necessaria su un fenomeno che richiede di essere compreso pienamente per essere meglio sviluppato e governato.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' uomo del Rinascimento"
Editore: Castelvecchi
Autore: Ágnes Heller
Pagine: 528
Ean: 9788832827101
Prezzo: € 35.00

Descrizione:Attraverso lo sguardo critico di Marx ed Engels, Ágnes Heller propone una nuova lettura di un Rinascimento che è stato al tempo stesso rivoluzione e crisi: i ceti del feudalesimo, infatti, lasciano il posto a una stratificazione sociale più fluida e a una nuova forma di lotta di classe, l'uomo si riappropria del suo destino, e il capovolgimento del sistema dei valori getta le basi del futuro individualismo. Dalle contraddizioni di quest'epoca si apriranno due strade sul futuro dell'Europa: da una parte proprio l'Italia, così come la Spagna, incarnerà il volto di un Rinascimento naufragato all'apice della sua trasformazione economica e culturale; dall'altra, le successive evoluzioni in Inghilterra e Francia rappresenteranno le naturali conseguenze di ciò che è stato anche l'alba del capitalismo. Analizzando i capolavori di Shakespeare, More, Machiavelli, Giordano Bruno e tanti altri artisti che sentirono l'esigenza di ripensare l'uomo e il mondo, la Heller ci restituisce la complessità di un'epoca così fondamentale per l'identità europea.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU