Categoria
           
Num. Prodotti x Pagina
           
Ordina Per

Libri
Warning: fread() [function.fread]: Length parameter must be greater than 0 in /web/htdocs/www.piemontesacro.it/home/negozio/funzioni.php on line 198



Titolo: "Oeconomia corporis. The body's normal and pathological constitution at the intersection of philosophy and medicine"
Editore: ETS
Autore:
Pagine: 111
Ean: 9788846751799
Prezzo: € 13.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Processo a Socrate"
Editore: Laterza
Autore: Bonazzi Mauro
Pagine: IX-172
Ean: 9788858128138
Prezzo: € 18.00

Descrizione:399 a.C.: la città di Atene condanna a morte uno dei suoi figli più autorevoli, Socrate. Cosa è successo davvero nei mesi in cui si è svolta la vicenda giudiziaria? Si ripete spesso che si trattò di un processo politico mascherato, per colpire le simpatie oligarchiche dell'anziano filosofo. Ma forse il vero oggetto del contendere in questa vicenda fu proprio il pensiero di Socrate. Fino a che punto una comunità - ieri come oggi - può tollerare che i principi e i valori su cui si fonda siano messi radicalmente in discussione? E davvero le ragioni della filosofia e quelle della città non sono compatibili? Una lettura originale di uno dei più celebri processi della storia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il sogno di una cosa. Per Marx"
Editore: DeriveApprodi
Autore: Burgio Alberto
Pagine: 536
Ean: 9788865482346
Prezzo: € 28.00

Descrizione:La filosofia non esaurisce il discorso di Marx ma nulla della sua impresa critica si può comprendere senza rintracciarne i presupposti filosofici. Si tratta di partire da qui, per poi inseguire gli sviluppi del suo pensiero nelle teorie di interpreti e continuatori. A meno di ritenere che di Marx non valga più la pena di occuparsi: che egli sia ormai un «cane morto», oltre che il responsabile di rivoluzioni sanguinose e vane. Eppure di Marx e del suo sogno non ci si libera facilmente. È più probabile che, accantonando la polemica, si debba riconoscere che siamo tutti suoi figli: che, a duecento anni dalla sua nascita, parliamo una lingua da lui plasmata e pensiamo con idee nate lungo il suo percorso intellettuale. È probabile che ci si debba finalmente rassegnare al fatto che «non possiami non dirci marxisti». «Questo libro non vuole essere un esercizio di pietas nei confronti di una figura un tempo osannata e oggi piuttosto ridimensionata. Il nostro intento è studiare Marx come filosofo: i temi che la sua filosofia discute; le fonti che la ispirano; le prospettive che essa schiude. Parrebbe un gesto massimamente inattuale: per l'inattualità di Marx nel tempo della globalizzazione capitalistica; per l'inattualità della filosofia, quale Marx la intendeva: non erudizione né intrattenimento, ma critica dell'esperienza storica: genealogia del mondo umano e teoria della prassi trasformatrice. Marx: il critico dell'economia politica; lo scienziato dei modi di produzione; l'attento osservatore degli accadimenti contemporanei; l'infaticabile costruttore di organizzazioni operaie - questo Marx era interessato in primo luogo a riflettere sulla storia, nel convincimento che essa abbia una virtuale coerenza e un'immanente finalità. Di questa idea il libro ricostruisce fonti e sviluppi. Per capire in che misura, a duecento anni dalla nascita, Marx sia ancora parte integrante della nostra comune filosofìa spontanea».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La comunità postsociale. Azione e pensiero politico di Martin Buber"
Editore: Castelvecchi
Autore: Ferrari Francesco
Pagine: 140
Ean: 9788832823066
Prezzo: € 19.50

Descrizione:Nell'antitesi tra il collettivismo della società di massa - sostrato imprescindibile dei totalitarismi della prima metà del Novecento - e il suo individualismo atomizzato, Martin Buber coglie il segno più visibile della crisi dell'umano. Muovendo da qui, il volume ripercorre le diverse stazioni dell'agire e del pensiero politico del filosofo ebreo-tedesco: il suo difficile legame con il movimento sionista; l'amicizia con Gustav Landauer; il rifiuto del comunismo sovietico, cui egli contrappone la ricerca di un socialismo religioso e utopico; la resistenza spirituale buberiana negli anni del nazionalsocialismo; il suo instancabile impegno per il dialogo e la riconciliazione, tanto con la Germania post-hitleriana quanto all'interno del conflitto arabo-israeliano. Al tempo stesso, vengono ricostruite le invarianti strutturali del discorso politico-sociale buberiano: la comunità, la società, lo Stato.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Confesso che ho vissuto. Esistenza inquieta di un perdente di successo"
Editore: Marsilio
Autore: Fini Massimo
Pagine: 551
Ean: 9788831710978
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Dopo "La modernità di un antimoderno", che raccoglie gli scritti storico-filosofici di Massimo Fini, pubblichiamo qui i tre libri più personali dell'autore: "Di[zion]ario erotico. Manuale contro la donna a favore della femmina", "Ragazzo. Storia di una vecchiaia", "Una vita". Un libro per tutti. O per nessuno. Arricchisce il volume una lunga introduzione, una sorta di confessione su delle confessioni, al cui centro c'è il Tempo, il padrone inesorabile delle nostre vite, che è l'autentica ossessione di Fini. Questa raccolta chiarisce non solo la controversa e per certi versi deviante personalità di uno dei più singolari intellettuali italiani del nostro tempo, ma anche il suo altrettanto deviante pensiero. Come ha detto Renzo Arbore: «Fini è uno che guarda sempre da un'altra parte».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Marco Aurelio. L'imperatore che scoprì la saggezza"
Editore: Garzanti Libri
Autore: Grimal Pierre
Pagine: 358
Ean: 9788811602712
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Imperatore e filosofo, guerriero e legislatore, Marco Aurelio è uno dei personaggi più complessi e affascinanti della storia antica. Passò molti anni a a combattere le tribù barbariche lungo il Danubio e dovette intervenire in Egitto e in Oriente. Alle doti di abile condottiero unì quelle del capace uomo politico e dell'attento amministratore, in grado di gestire con fermezza e lungimiranza un gigantesco apparato statale. Eppure quest'immenso potere si rispecchiava in una solitudine altrettanto assoluta. Ce ne rendono testimonianza i Pensieri, nei quali riversò le sue riflessioni ispirate allo stoicismo. In questa biografia l'autore fonde in un unico ritratto la sua triplice personalità: quella dell'imperatore, del filosofo e dell'uomo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il giovane Schleiermacher. Etica e religione"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Davide Bondì
Pagine: 256
Ean: 9788837232061
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Il testo ricostruisce il profilo del giovane Schleiermacher tra il 1788 e il 1800. È così tratteggiato un percorso che ruota intorno ai centri tematici della libertà morale e del sentimento religioso. Il problema della libertà è discusso in riferimento alle etiche di Kant e degli illuministi, mentre l'idea del sentimento dell'infinito discende dalla critica delle metafisiche di Spinoza e di Leibniz. L'esperienza pietistica, il confronto con Jacobi e Fichte, la concordia discors con Schlegel rappresentano altrettanti snodi fondamentali. Partendo dalla ricca tradizione di pensiero, Schleiermacher approda a un'indagine sui fondamenti della soggettività ove - come è stato osservato - la fine dell'illuminismo non è semplicemente rispecchiata ma prodotta.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le forme degli elementi. Isaac Abravanel e la tradizione aristotelica medievale"
Editore: Pisa University Press
Autore: Coda Elisa
Pagine: X-215
Ean: 9788833390413
Prezzo: € 22.00

Descrizione:Isaac Abravanel (1438-1508) appartiene non solo alla storia del pensiero ebraico, ma anche a quella della filosofia. Le radici della sua formazione filosofica sono insieme medievali e rinascimentali; egli si fonda su un patrimonio di testi e dottrine ereditate dalla tradizione greco-araba - Avicenna, al-Gazali, Averroè - ma è immerso anche nella cultura del suo tempo. "Le forme degli elementi" ("Surot ha-yesodot") è il primo dei suoi scritti. Discute una difficoltà posta dalle dottrine fisiche di Aristotele: che cosa sono i quattro elementi di cui si parla nel trattato sulla "Generazione e la corruzione", e in che modo la loro interazione segue le leggi generali stabilite nella "Fisica" e si accorda con la natura del mondo celeste? Fuoco, acqua, aria, e terra sono delle qualità, delle sostanze, né qualità né sostanze? Da questo breve trattato, ci giunge l'eco della tradizione dell'aristotelismo, che non ha cessato di interrogarsi su questi temi dalla filosofia di età imperiale, con Alessandro di Afrodisia, sino alle esegesi di Averroè. Segmento della storia dell'aristotelismo e, insieme, testimonianza della cultura filosofica dell'ebraismo tra la fine del Medioevo e l'inizio del Rinascimento, il trattato di Isaac Abravanel sulle "Forme degli elementi" e qui trascritto dall'edizione cinquecentesca e tradotto per la prima volta.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Hegel. Il filosofo della ragione dialettica e della storia"
Editore: Hoepli
Autore: Pinkard Terry
Pagine: XXX-850
Ean: 9788820380922
Prezzo: € 44.90

Descrizione:Georg Wilhelm Friedrich Hegel (1770-1831) è da sempre raffigurato come uno dei pensatori più astrusi e impenetrabili della filosofia moderna. La rigorosa e documentata biografia di Terry Pinkard corregge questa immeritata fama, offrendo un'accurata ricostruzione della vita, accompagnata da un'intelligente panoramica del suo universo concettuale e delle sue opere. Collocato nel contesto della sua epoca, il ritratto di Hegel che ne emerge è quello di un pensatore ambizioso e geniale, che vive in un periodo di grandi sconvolgimenti, dominato dalla figura di Napoleone. Una parte centrale della narrazione è dedicata alle amicizie e agli incontri con alcune delle più significative personalità del suo tempo, tra cui Hölderlin, Goethe, Humboldt, Fichte, Schelling, Novalis, i fratelli Schlegel, Mendelssohn. A emergere è una figura complessa e quanto mai affascinante della modernità europea, un Hegel cioè che - con le sue penetranti analisi del nuovo mondo nato dalle rivoluzioni politiche, industriali e sociali della sua epoca - si impone ancora alla riflessione filosofica contemporanea come punto di confronto obbligato e imprescindibile.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Intorno alla filosofia della morte"
Editore: Aracne
Autore: Coviello Domenico
Pagine: 344
Ean: 9788825515022
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Partendo dall'oblio dell'evento morte nella società moderna e contemporanea, l'autore sposa appassionatamente la prospettiva del grande filosofo greco Platone, intendendo la filosofia come "contemplazione della morte". Attraverso una ouverture fenomenologica dell'evento morte, si entra subito nel vivo del trattato che si compone di tre parti: una prima riflessione teoretico-esistenziale sulla filosofia della morte; un excursus storico-filosofico in cui si scandagliano le principali tappe della filosofia occidentale, dai presocratrici a M. Heidegger; e infine un epilogo teoretico-teologico della filosofia della morte. Intervallano i capitoli e la densa prosa filosofica piacevoli componimenti poetici, detti Xenien (doni ospitali), che danno, nel loro intenso vissuto sapienziale, una carica lirica e suggestiva all'intera trattazione. La morte è, per Coviello, "una zattera verso l'eterno", e le vie metafisiche che egli ci propone in questo saggio sono essenzialmente tre: la via dell'amore, la via della speranza e la via della santità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' angelo e la macchina. Sulla genesi della res cogitans cartesiana"
Editore: Franco Angeli
Autore: Guidi Simone
Pagine: 484
Ean: 9788891768735
Prezzo: € 45.00

Descrizione:Una fortunata rappresentazione storiografica ha voluto che il dualismo di Descartes si costituisse in diretta rottura col concetto tommasiano di animaforma. Sulla scia dei numerosi studi che negli ultimi decenni si sono opposti a questo pregiudizio, L'angelo e la macchina ricostruisce nel dettaglio il dibattito cinque-seicentesco sulla psicologia, focalizzandosi specialmente sull'ambiente gesuita e sul contesto aristotelico, platonico e agostiniano di area francese. A partire da una rigorosa indagine sulle teorie dell'anima separata, particolare attenzione è data poi alla derivazione indirettamente angelologica del cogito e dell'innatismo cartesiano. Negli anni in cui Descartes elabora la sua metafisica, infatti, l'immediata prossimità tra anime e angeli costituisce per certi versi un dato di fatto, alla luce del quale appaiono chiare molte scelte argomentative delle Meditationes e persino le dinamiche che congiungono strettamente la 'sostanza pensante' con il corpo-macchina.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Hannah Arendt e il 68"
Editore: Jaca Book
Autore: Lamedica Eugenia
Pagine: 130
Ean: 9788816414877
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Il ’68 nell’analisi di una testimone d’eccezione: repubblicana, democratica radicale e anticonformista per natura, dopo il trauma della fuga dalla Germania nazionalsocialista e la riflessione sul totalitarismo, negli anni Sessanta Arendt guarda con favore la contestazione giovanile che rianima i «diritti costituzionali popolari» e reclama la potestaspopolare riducendo il «sistema dei partiti» a un «fastidioso impedimento». Contro il conformismo della middle classe l’anonima tirannia delle burocrazie, che frustrano il sacrosanto desiderio di agire ed esprimersi pubblicamente, il ’68 riscopre che «agire è divertente ». E se la ribellione violenta è inaccettabile, non è tuttavia incomprensibile. L’unico antidoto alla disperazione generata dall’impotenza e dalla frustrazione, infatti, è la libertà di partecipare al mondo comune: questo il messaggio che Arendt lascia alla società futura, la nostra.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il potere della verità"
Editore: Carocci
Autore: Mario Vegetti
Pagine: 284
Ean: 9788843092451
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Il volume, che raccoglie saggi composti nel corso di tre decenni, affronta le principali questioni connesse all'interpretazione del pensiero di Platone, a cominciare dal ruolo della scrittura nella costruzione della filosofia. Al centro dell’attenzione vengono posti temi quali lo statuto dell’utopia e la sua funzione nell'ambito del progetto politico platonico, la celebre e misteriosa concezione dell’idea del Buono, il legame tra essere, verità e conoscenza e infine il problema dell’immortalità dell’anima, di cui viene fornita un’interpretazione radicalmente innovativa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il supplemento come sofisma"
Editore: Robin
Autore: Crudi Luca
Pagine: 288
Ean: 9788872742372
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Attraverso la tradizione medievale è stata tramandata una versione moderna della lingua greca durante la cui evoluzione i numerosi neologismi di cui è composta hanno determinato la contestuale riduzione dell'intensione dei lemmi. La sovrapposizione nello stesso contesto epigrafico di opere scritte in epoche differenti ingenera problemi interpretativi notevoli quando addirittura non induce a commettere errori comici e letture completamente fuorvianti. In gran parte i testi remoti rendono possibile comprendere quale fosse il significato corretto dei termini del discorso all'epoca in cui sono stati scritti. Ricostruirlo riconduce nell'alveo della razionalità anche quanto altrimenti sembra un'opera ebbra e priva di ogni logica, come nel caso paradigmatico dei papiri di Ossirinco attribuiti al sofista Antifonte.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il corpo efficace. Dialogo tra filosofia ed economia attorno all'agire del corpo"
Editore: Europa Edizioni Roma
Autore: Barani Lorenzo, Bertoni David Bradley
Pagine: 142
Ean: 9788893846363
Prezzo: € 13.90

Descrizione:«Non possiamo amare fino in fondo ciò che muore. Il compito che ci attende è imparare ad amare nell'accadimento.» Un dialogo? Un'intervista? Un acuto discepolo che cerca risposte da un maestro? Sì, anche questo, più un seme fondamentale da cui germoglia il testo: a parlare del corpo c'è da pensare. Il corpo come luogo significante di un agire che dovrebbe tendere al benessere integrale che nessuna economia può permettersi di trascurare. Un chiedersi se siamo o se abbiamo il nostro corpo. Un dialogo di formazione filosofica. Lorenzo Barani e David Bradley Bertoni conversano su tutto questo. E noi? Noi siamo lì ad ascoltare, e sarà un'esperienza coinvolgente il modo in cui i due parlano, complesso ma non criptico, alla portata di chiunque voglia concedere un po' di attenzione al pensiero e a se stesso.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Confessioni di un eretico"
Editore: D'Ettoris
Autore: Roger Scruton
Pagine: 224
Ean: 9788893280457
Prezzo: € 18.89

Descrizione:l libro di Roger Scruton è una raccolta di saggi - otto -, pubblicata in Inghilterra nel 2016. I temi spaziano dall'estetica artistica, agli animali, alla politica, al ballo, al futuro della tecnologia, alla conservazione dell'ambiente naturale, alla difesa della civiltà occidentale, alla morte. Scruton, anglicano, forse il massimo pensatore del conservatorismo anglosassone odierno, propone una riflessione ad ampio raggio da una prospettiva non-conformistica e "politicamente scorretta" sulla condizione dell'uomo occidentale di oggi, non limitandosi alla diagnosi ma anche proponendo "vie di uscita" originali.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "De nulla re. Saggi di filosofia della fine"
Editore: EBS Print
Autore: Forni Manlio
Pagine: 240
Ean: 9788893493963
Prezzo: € 12.50

Descrizione:L'opera focalizza la riflessione su alcune delle problematiche che vivificano da secoli la storia della filosofia. L'ampio discorso elaborato dall'autore poggia su teorie e intuizioni di alcuni colossi del pensiero occidentale classico e moderno ma non rinuncia a presentare nuovi laceranti dilemmi e soluzioni suggestive per rianimare il delicato scenario intellettuale contemporaneo. Le influenze etiche della morte, la vertigine esistenziale, la metafisica del nulla, sono solo alcune delle tematiche affrontate attraverso uno sguardo pessimistico che permea la prospettiva dell'autore. Il pensiero filosofico proposto è impostato sul dualismo mobile Essere - Non Essere ripreso dal mondo antico e reinterpretato secondo una chiave di lettura rivoluzionaria che rivaluta il Nulla e evidenzia gli aspetti più degradanti dell'Essere e dell'Esserci.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il conflitto. Il sottile filo dell'equilibrio instabile"
Editore: Aracne
Autore:
Pagine: 280
Ean: 9788825512380
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Il tema del conflitto è stato qui esaminato e discusso in diverse direzioni, da quella prettamente filosofica a quella religiosa, ma anche nelle componenti economiche, geopolitiche, per finire alle sfaccettature epistemologiche e schiettamente matematiche, tutte ricerche condotte con serietà e quella passione disinteressata che connota quei professionisti della formazione, docenti di scuola secondaria che non rinunciano a condurre studi personali per entusiasmare i loro studenti e infondere la passione, la meraviglia per la ricerca e il sapere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il punto di vista morale. Una base razionale per l'etica"
Editore: Rubbettino Editore
Autore: Baier Kurt
Pagine: 219
Ean: 9788849852738
Prezzo: € 15.00

Descrizione:In "The Moral Point of View" Kurt Baier delineo nitidamente i cardini di una metaetica incentrata sulle "ragioni per l'azione", quale criterio di risposta alle domande morali basilari: che cosa è giusto e che cosa è sbagliato; perché si deve fare ciò che è giusto e perché ci si deve astenere dal fare ciò che è sbagliato. La tesi è che il carattere giusto di un'azione non è né una proprietà da cogliere intuitivamente né il risultato di una preferenza arbitraria, ma emerge da una deliberazione basata su regole di ragione (individuali, sociali, morali). L'agente assume certi fatti come ragioni prò o contro una certa azione, e ne soppesa la forza relativa: il comportamento migliore è quello supportato dalle ragioni migliori. Le ragioni morali si stagliano qui con un proprio statuto specifico: distinte da quelle religiose e giuridiche, e superiori a ogni altra ragione, in particolare a quelle di interesse personale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Etica del gender"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Eva De Clercq
Pagine: 144
Ean: 9788837231644
Prezzo: € 19.00

Descrizione:Il concetto di "gender" appare onnipresente nel dibattito pubblico: dalla polemica sull'equità tra uomini e donne nell'ambito lavorativo, a quella riguardante la riassegnazione di genere, alle problematiche etiche e mediatiche della cosiddetta "ideologia di genere". L'autrice sposta il focus oltre queste riflessioni tradizionali, interrogandosi su come il fatto del "gender" metta in discussione l'impostazione stessa della questione nei suoi punti di vista: antropologico-morale, simbolico-sociale e normativo. Approfondire i modi del "gender" dal loro interno, dando voce a casi specifici e facendo luce su diverse tipologie di discriminazione difficilmente esplorate (la violenza di genere, l'esperienza dell'intersessualità, la disabilità nell'immaginario collettivo, la censura del morire) significa sottrarre alla marginalità l'essere umano come persona la cui vulnerabilità ha una pregnanza etica. Essere vulnerabili, sentirsi rimossi dal teatro sociale o esclusi dalla pienez­za dell'essere, in quest'ottica, da carenza o deficit bisognoso di normativa assurge a chiave di accesso dell'etica applicata e della nostra stessa comprensione del mondo e delle sue regole.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il senso dell'altro"
Editore: Vita e Pensiero
Autore:
Pagine: 128
Ean: 9788834335598
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Il senso dell'altro ha una duplice accezione: il significato che diamo all'altro e alla sua presenza, ma anche il sentire dell'altro, il modo in cui questi percepisce e ci percepisce. Ogni persona si presenta sempre come un territorio non pienamente disponibile al nostro sguardo: occorre che si riveli per conoscerla. Inoltre, qualunque relazione richiede di mantenere l'alterità, di non assorbire l'altro, di non appropriarsene, di attestare e rispettare la sua peculiarità. L'altro è però anche un'incognita e nella storia, mondiale e personale, ponti e muri si alternano per incontrarsi e per difendersi, per far accedere e per arginare. In un periodo complesso come quello presente, è particolarmente necessario trovare spazi condivisi per interrogare la contemporaneità in alcuni dei suoi dinamismi e orizzonti di senso. Questo volume nasce da un lavoro iniziato in una giornata di studi della Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università Cattolica nella sede di Piacenza, il cui titolo offre la cornice dell'itinerario di riflessione che qui proponiamo al lettore. A partire da alcune parole chiave - muri, dialoghi, paure, ponti - diverse prospettive disciplinari si confrontano su temi che toccano l'alterità nella sua identità corporea, culturale, storica, biografica. Le diverse analisi che compongono il volume non ignorano, ma anzi assumono, un paradosso di partenza: il fatto che ciascuno è, per l'altro, altro, e che quindi parlare dell'alterità significa parlare di sé. Un paradosso che è messo a tema in modo esplicito nella riflessione filosofica sull'umano, che attraversa l'analisi storica che indaga sulle identità nazionali e sui meccanismi di inclusione od esclusione, che affiora con forza nella sfida pedagogica di un'educazione in un contesto interculturale, che interroga le arti performative che si propongono come strumento e ambiente formativo. Il tema dell'alterità è in fondo il tema dell'umano e del suo essere costitutivamente in relazione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Satira e religioni"
Editore: Il Pozzo di Giacobbe
Autore:
Pagine: 176
Ean: 9788861247055
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Questo libro affronta il rapporto tra la satira e la religione. Un rapporto difficile e delicato come è dimostrato dai tanti episodi di persecuzione e di reazioni anche violente e mortali. Urgeva quindi un approfondimento critico per smentire l'idea diffusa che le religioni ed i loro membri siano così tanto seriosi da essere poco inclini alla satira e all'umorismo. L'opera - grazie alle diverse sensibilità religiose e culturali dei contributi di R. Bagchi, A. Bongiovanni, E. Casale, L.D. Lefebure, Y. Pallavicini, A. Pieris, C. Santi e agli interventi di tre noti attori come Dario Fo, Moni Ovadia e Gioele Dix - ha lo scopo di favorire una riflessione sugli effetti della satira religiosa nelle varie società, sugli aspetti etici e sulla complessa ricerca di un equilibrio tra la libertà di espressione ed il rispetto per la fede dell'altro.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Etica e responsabilità"
Editore: Orthotes
Autore:
Pagine: 368
Ean: 9788893141444
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Cosa vuol dire essere responsabili nel nostro tempo? Su quali fondamenti riposa il concetto di responsabilità? In che termini possiamo conciliare la dimensione storica con una teoria dell'agire responsabile? Il confronto con l'avanzamento della ricerca scientifica, la pervasività del mondo dei social e le inchieste sui big data, l'aprirsi di uno scenario transumano o postumano, i conflitti religiosi e un orizzonte politico sempre più fragile non solo rilanciano la possibilità, per la filosofia morale, di farsi ancora una volta interprete elettivo del proprio tempo, ma la invitano a prendere attivamente parte alle decisioni fondamentali per la costruzione di un futuro condiviso. I saggi raccolti in questo volume contribuiscono a enucleare con attenzione queste nuove questioni che richiedono un agire responsabile, e più in generale offrono degli spunti importanti per orientarci in un mondo in cambiamento che ci "chiama" con urgenza a rispondere a interrogativi sempre più pressanti e talvolta inquietanti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Società , diritto naturale progressivo e diritto positivo critico: punti di incontro"
Editore:
Autore: Tarantino Maria Lucia
Pagine: XIV-146
Ean: 9788814226724
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Il diritto naturale progressivo di Renard è formato dall'insieme di principi della lex aeterna,che l'uomo coglie nel tempo per irradiazione e partecipazione. Questi si aggiungono a quelli conosciuti prima. In questo senso va intesa la storicità della concezione del diritto di Renard, che si qualifica appunto come diritto naturale progressivo. Il diritto positivo critico di Catania, invece, trae i suoi principi dalla effettività sociale, ed è, quindi, l'espressione degli interessi storici che la coscienza sociale presenta nel corso della sua storia. La differenza fra le due concezioni del diritto, quindi, sta nel fatto che l'una coglie i suoi principi nella lex aeterna e l'altra nelle esigenze della coscienza storica della società. Comunque, provenienza dei principi del diritto a parte, entrambe le concezioni hanno come punto d' incontro l'effettività storico-sociale dei loro principi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Giustizia e mito. Con Edipo, Antigone e Creonte"
Editore: Il Mulino
Autore: Cartabia Marta, Violante Luciano
Pagine:
Ean: 9788815278227
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Antigone, ovvero il conflitto tra coscienza individuale e ragion di stato, tra legge morale e legge positiva. Edipo, ovvero la tensione tra verità storica e oggettiva e verità soggettiva, tra domanda di giustizia e intransigenza nell'amministrarla, tra colpa, errore e responsabilità. Creonte, ovvero il contrasto tra la legge e la sua opposizione. Altrettanti dilemmi del diritto che riaffiorano continuamente nelle nostre società. Per quanto emancipata dal suo primitivo nucleo vendicativo, e oggi amministrata con molte garanzie, sancite soprattutto dalle costituzioni contemporanee, la giustizia infatti non risana mai del tutto i conti, né per le vittime né per i carnefici.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO