Utilizza la nuova versione del negozio



RICERCA PRODOTTI

Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Libri - Filosofia



Titolo: "La verità della parola e la parola della verità"
Editore: Edizioni Segno
Autore: Renato Pilutti
Pagine: 388
Ean: 9788893183802
Prezzo: € 25.00

Descrizione:

La verità talvolta viene declinata al plurale, oppure viene intesa in senso molto relativistico, e non precisamente in relazione, cosa molto diversa. Il mio amico filosofo Stefano Zampieri ha coniato il bellissimo sintagma “verità locali”, pur non essendo assolutamente un relativista, ma un pensatore cosciente che tutto-e-ogni-cosa-è-inrelazione- con-tutto-e-ogni-cosa. I relativisti, specialmente quelli dediti alla ricerca gnoseologica ritengono che A possa tranquillamente e immediatamente essere sostituita da B, senza alcun rispetto per il principio di identità e di non contraddizione. E questo non funziona, come vedremo nei post dedicati a Wittgenstein. Noi umani dobbiamo avere l’umiltà di rispettare le convenzioni linguistiche e i nomi-che-diamo-alle-cose, non violare questo patto sacro per ragioni ideologiche, come accade di questi tempi quando si vuol talora chiamare le cose con nomi impropri, come chi insiste a definire “matrimonio” una legittimissima “unione civile”. Si può dire che non è vero che un matrimonio coincide con un’unione civile, poiché matrimonio significa etimologicamente “ufficio della madre”, e non sempre nelle unioni civili vi è una madre. O no? Ecco come si trova la verità, che possiede una sua inconfutabile eternità, o perennità, se vogliamo dire in un altro modo.

Note sull'autore

Renato Pilutti è teologo sistematico (PhD), consulente di direzione in aziende nazionali e multinazionali e filosofo pratico di Phronesis, Associazione nazionale per la consulenza filosofica. Collabora con atenei statali e pontifici.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sull'estetica"
Editore: Cortina Raffaello
Autore: Edgar Morin
Pagine: 125
Ean: 9788832850642
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

Per la prima volta nella sua lunga carriera Edgar Morin riunisce qui le riflessioni sulla bellezza, l’arte e il sentimento estetico.
L’estetica, prima di essere il carattere proprio dell’arte, è un dato fondamentale della sensibilità umana. Il sentimento estetico è un sentimento di piacere e di ammirazione, che, quando è intenso, diventa meraviglia e felicità. Può essere suscitato da uno spettacolo naturale, un’opera d’arte, ma anche da oggetti o opere che noi estetizziamo. Per la prima volta nella sua lunga carriera Edgar Morin riunisce qui le riflessioni sulla bellezza, l’arte e il sentimento estetico. Da dove viene la creatività artistica? Cosa significano ispirazione o genio? Da Lascaux a Beethoven, da Dostoevskij a Orson Welles, Edgar Morin richiama le opere e gli artisti che l’hanno segnato e accompagnato, per mostrare la profondità dell’esperienza estetica. Le grandi opere non sono solo divertissements: consentono la comprensione della condizione umana, con le sue commedie e con le sue tragedie.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teorie e istituzioni penali. Corso al Collège de France (1971-1972)"
Editore: Feltrinelli
Autore: Foucault Michel
Pagine: 352
Ean: 9788807105425
Prezzo: € 35.00

Descrizione:"Ciò che caratterizza l'atto di giustizia non è il ricorso a un tribunale e a dei giudici; non è l'intervento dei magistrati (anche quando si limitavano a essere dei mediatori o degli arbitri). A caratterizzare l'atto giuridico, il procedimento o la procedura in senso ampio, è lo sviluppo regolato di una controversia. E in questo sviluppo, l'intervento dei giudici, il loro parere o la loro decisione costituiscono sempre e soltanto un episodio. Ciò che definisce l'ordine giuridico è il modo di affrontarsi, la maniera in cui ci si scontra. La regola e la lotta, la regola nella lotta: è questo il giuridico." "Teorie e istituzioni penali" è il titolo scelto da Michel Foucault per il corso che tenne al Collège de France dal novembre 1971 al marzo 1972. In queste lezioni Foucault ha teorizzato per la prima volta la questione del potere, che sarà al centro della sua ricerca fino alla scrittura di "Sorvegliare e punire" nel 1975 e oltre. A partire dallo studio minuzioso della repressione architettata da Richelieu per respingere la rivolta dei Piedi scalzi (1639-1640), il corso analizza la nascita di un dispositivo del potere che rompe con le istituzioni giuridiche e giudiziarie del Medioevo e si sviluppa in un apparato di repressione statale, la cui principale funzione è difendere il proprio ordine. Con lo studio delle "matrici giuridico-politiche" prende forma l'approccio sistematico alla storia della verità, già avviato l'anno precedente con le Lezioni sulla volontà di sapere, ed emerge il ruolo centrale della relazione tra sapere e potere. Con questo volume si conclude la pubblicazione delle lezioni tenute da Michel Foucault al Collège de France, cominciata in Francia nel 1997.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Machiavelli. Becoming and virtue"
Editore: Il Nuovo Melangolo
Autore: Vincieri Paolo
Pagine: 215
Ean: 9788869830297
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Venuta meno l'idea che migliori rapporti di produzione avrebbero tolto agli uomini il fattore determinante della discordia, si sono affermate nuove e varie posizioni metafisiche. Anziché riportare all'attenzione la precarietà del contesto naturale e di conseguenza storico, in cui gli uomini da sempre si trovano a vivere (anche quella di Machiavelli e non solo quella di Hobbes, per questo verso, è una metafisica!), quindi il nesso tra la ragione e le passioni, con tutto il rilievo dovuto alla epithumia, alla pleonexia e alla ciclicità delle forme di governo, con la tirannia che si rinnova, in tali paradigmi interpretativi si va sostenendo che tutti i guai della nostra specie sarebbero derivati da ciò che avvenne, in un tempo storico databile, nella rivisitata "santa casa della logica".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La speranza e il senso. Metafisica ed ermeneutica in Kant"
Editore: Mimesis
Autore: Cunico Gerardo
Pagine: 364
Ean: 9788857554624
Prezzo: € 28.00

Descrizione:"La speranza e il senso" presenta il pensiero di Kant come modello di filosofare globale, mirante a far fronte in positivo alle grandi questioni "metafisiche", che sono le ineludibili domande ultime della ragione umana. La linea tracciata da Kant è quella di un'"interpretazione del mondo" guidata dalla coscienza morale e articolata dalla riflessione critica su di essa. Le due parole del titolo indicano il punto di avvio e il punto di fuga di tale percorso: la domanda "Che cosa mi è lecito sperare?" e la prospettiva di un "senso" del mondo inteso come creazione di un Dio morale. La linea che unisce i due punti è costituita da quell'esercizio del Giudizio riflettente pratico che sfocia nella teleologia morale, nel postulato del sommo bene come scopo finale e nell'etico-teologia. Una linea di pensiero che Kant riassume nella formula dell'"interpretazione autentica" del mondo e che viene ricostruita concentrandosi in particolare sulle idee della libertà, di Dio e del compimento finale. Il collegamento tra il "libro del mondo" e il "libro sacro", emergente da una metaforica tradizionale, spinge a delineare una teoria kantiana dell'interpretazione, per lo più implicita, che deve convalidarsi a confronto con l'ermeneutica scritturale esplicita e con la pratica effettiva della lettura biblica dell'autore. L'ultima parte del libro sottolinea sinteticamente la dialettica della speranza in ambito religioso, il difficile lavorio del "principio di giustizia" nel cammino verso la pace, nonché la fecondità quasi insospettata del "principio buono" come lievito non solo della crescita etico-religiosa individuale e comunitaria, ma di tutta la vita morale e sociale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ri(e)mozioni novecentesche. Dieci saggi narrativi su dieci idee"
Editore: Studium
Autore: Sant'Elia Edoardo
Pagine: 128
Ean: 9788838247286
Prezzo: € 13.50

Descrizione:Evadere dal Tempo, cedere alla tirannia dello Sguardo, vivere in una Città-immagine: emozioni o rimozioni? Il Novecento ha cambiato il nostro modo di sentire e affrontare la realtà; su queste trasformazioni, profonde ma non sempre percepite nel loro divenire, Edoardo Sant'Elia propone, attraverso il duplice fltro delle idee e delle storie, una rifessione interdisciplinare, coniugando linguaggi sia classici: arte, architettura, teatro, sia moderni: cinema, fumetto, letteratura di genere o di nicchia. Un mosaico di autori, studiosi, personaggi - Kubrick e Gombrich, Beckett e Manganelli, Batman e Peter Pan tra gli altri - tasselli di una nuova disciplina, Filosofia delle narrazioni contemporanee, in grado di sciogliere per riannodare le trame intellettuali e sentimentali del nostro presente, come la disperata ricerca del Sacro, il Viaggio in un futuro interiore, le imperfette suggestioni del Sogno... Emozioni o rimozioni?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Archeologia proibita. Storia segreta della razza umana"
Editore: Newton & Compton
Autore: Cremo Michael A., Thompson Richard L.
Pagine: 350
Ean: 9788822725851
Prezzo: € 12.00

Descrizione:La teoria dell'evoluzione è così scientificamente documentata e inattaccabile? Una recente interpretazione archeologica condotta da due ricercatori dimostrerebbe il contrario. Secondo Michael A. Cremo e Richard L. Thompson, a dispetto delle più consolidate teorie scientifiche, le origini dell'uomo moderno non risalirebbero a 100.000 anni fa, ma a ben tre milioni di anni fa. I siti archeologici che producono tali evidenze, non solo sotto forma di reperti paleontologici, ma anche di manufatti, vengono dettagliatamente descritti e interpretati in questo saggio affascinante e provocatorio. L'intento divulgativo di questo studio non smorza tuttavia í toni di accusa contro il mondo scientifico, che secondo gli autori avrebbe ignorato e occultato le prove più scomode, con l'obiettivo di mantenere saldo lo "status quo" della teoria evolutiva. Ciò che emerge è che con ogni probabilità non è esistita un'evoluzione del genere umano dall'Australopiteco all'Homo Sapiens, ma che al contrario uomini e ominidi hanno da sempre coesistito sulla Terra. Prefazione di Graham Hancock.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Testimoniando il destino"
Editore: Adelphi
Autore: Severino Emanuele
Pagine: 376
Ean: 9788845933462
Prezzo: € 34.00

Descrizione:Sin dal suo inizio storico la filosofia è stata la volontà di incarnare il sapere assolutamente innegabile. Ma come è possibile «la stabile conoscenza della verità», si chiede Emanuele Severino, «in un clima come quello del nostro tempo, dove non solo la scienza, ma la filosofia stessa ha quasi ovunque voltato le spalle a ciò che essa ritiene il "sogno" di un sapere siffatto». In realtà, già nel modo in cui la «scienza della verità» compie i primi passi è presente l'errare più radicale in cui l'uomo possa trovarsi, quello che per Severino è la Follia estrema: «la fede nella quale si crede che le cose diventano altro da ciò che esse sono ... affermando che l'evidenza suprema è che le cose escono dal nulla (dal loro non essere) e vi ritornano». Tutta l'opera di Severino, sin dal suo primo libro ("La struttura originaria", 1958), è volta dichiaratamente allo «smascheramento della Follia di questa fede», per «consentire al linguaggio di testimoniare l'assoluta innegabilità del destino della verità». E in queste pagine l'intero percorso viene ripresentato nell'insieme dei suoi tratti fondativi, con l'approfondimento di alcuni temi centrali quali l'interpretazione, il rapporto tra destino e scienza, l'essenza linguistica del sapere originario, il senso ultimo dell'esser uomo e la storia infinita dell'uomo, il senso della salvezza. Un percorso, dunque, attraverso l'intero 'terreno' di Severino, da cui il lettore potrà spaziare con lo sguardo: «Non basta possedere un campo: bisogna coltivarlo. Il campo di cui qui si tratta è l'insieme dei 'miei scritti'. Un linguaggio, dunque. E anche questo libro intende indicare l'autentica "pianura della verità"».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Expositio super primo «De anima Aristotelis et commentatoris» (1503) riportata da Antonio Surian"
Editore: Storia e Letteratura
Autore: Pomponazzi Pietro
Pagine: XIV-180
Ean: 9788893592314
Prezzo: € 28.00

Descrizione:Nel corso della sua lunga attività di insegnamento presso le Università di Padova e di Bologna, Pietro Pomponazzi si confrontò ripetutamente con il De anima di Aristotele e con il relativo commento di Averroè. Il suo primo corso svolto in qualità di professore ordinario a Padova risale al 1499, il frutto più maturo delle sue riflessioni è sicuramente il celebre Tractatus de immortalitate animae, pubblicato a Bologna nel 1516, che lo proiettò al centro di polemiche, discussioni e condanne. Gli studenti del Pomponazzi ci hanno tramandato gli appunti di numerosi suoi commenti al Corpus aristotelicum. Fra questi, di particolare interesse è l'esposizione sul primo libro del De anima, che il professore svolse a Padova sul cadere dell'anno 1503, e che fu riportata e messa in bella copia da un nobile veneziano, Antonio Surian, che frequentava le sue lezioni. Il volume presenta l'Expositio super I De anima secondo l'unico manoscritto che ci è pervenuto, conservato nella Biblioteca Nazionale di Napoli (VIII D 81), e reca un fondamentale contributo alla ricostruzione della formazione e dello sviluppo della dottrina psicologica pomponazziana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Sull'incertezza della storia"
Editore: Mimesis
Autore: Boyer d'Argens Jean-Baptiste
Pagine: 176
Ean: 9788857552798
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Quando il Marchese d'Argens, nel 1737, pubblica "La Philosophie du bon sens, ou Réflexions philosophiques sur l'incertitude des connoissances humaines", colloca la materia storica in cima alla scala gerarchica delle "incertezze" che reggono il presunto sapere umano. Sull'incertezza della storia apre dunque un nuovo capitolo settecentesco dello scetticismo e va a sintonizzarsi su alcune frequenze tipicamente "libertine" dell'indagine sulla storia (quasi cent'anni prima, La Mothe le Vayer, nume tutelare di d'Argens, aveva scritto intorno alla "poca certezza che c'è nella storia"). La scepsi critica vuole qui decostruire ogni impianto storico-storiografico, onde colpire al cuore la triade autorità-tradizione-religione, cioè le fondamenta dell'ethos su cui si è costruito il mondo occidentale per il suo odioso, soggiogante e mistificante kratos. Lo sguardo beffardo, il tratto spesso blasfemo (per quanto ben dissimulato), la grande erudizione, l'impegno nello smascheramento delle imposture fanno di "Dell'incertezza della storia" un testo importante e tipico di quel libertinage érudit che, per nulla spento nel XVIII secolo, procede parallelamente e contro le nuove certezze della ragione "illuminata".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Che cos'è una nazione?"
Editore: Castelvecchi
Autore: Ernest Renan
Pagine: 60
Ean: 9788832825169
Prezzo: € 8.50

Descrizione:La conferenza che Renan tenne alla Sorbona nel 1882 aveva alle spalle una lunga riflessione sulla drammatica sconfitta subita dalla Francia a Sedan nel 1870, che determinò la perdita dell'Alsazia e della Lorena, inglobate nel nuovo Impero tedesco. Nonostante Che cos'è una nazione? sia un testo così legato a una vicenda storica particolare, si è affermato da allora fino ai giorni nostri come una delle più note e apprezzate riflessioni sul principio di nazionalità. La ragione di ciò sta sia nel punto di partenza della riflessione di Renan, cioè il rifiuto del principio della razza e della lingua come fondamento della nazione moderna, sia nel punto di arrivo: gli Stati moderni si fondano sulla comune esperienza storica che tiene uniti i loro abitanti, ma anche sulla volontà continuamente rinnovata di voler vivere insieme.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scopri il mondo"
Editore: Fazi
Autore: Montaigne Michel de
Pagine: 166
Ean: 9788893254731
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Com'è possibile aprirsi al mondo senza perdere se stessi e, anzi, affermarsi in questa apertura? È questa la domanda che fa da sfondo alla selezione dei saggi di Montaigne pubblicati in "Scopri il mondo". Per rispondere, il filosofo lega l'idea di un sapere autonomo alla descrizione di alcune esperienze umane nelle quali, portati di fronte ai nostri limiti più estremi, ci riappropriamo di noi stessi in maniera attiva, senza subire le imposizioni di una realtà data una volta per tutte. Dall'ozio alla memoria, dalla paura all'esperienza del dolore e della morte, l'esperienza estraniante ci lascia presagire un io differente, autentico, trascendente, non vincolato allo spazio e al tempo ordinari: l'altro, l'insensato, ci fanno paura, ma se li interpretiamo e li accettiamo possono diventare parte costitutiva della nostra vita. Attraverso l'immaginazione, infatti, non ci fermiamo alla comprensione del mondo così com'è, ma accediamo a fatti nuovi rispetto alle forme codificate della vita quotidiana. La deformità e la mostruosità legate alle esperienze-limite dell'esistenza permettono così di "scoprire il mondo", ricreandolo, lasciando emergere aspetti che non riusciamo a vedere immediatamente e che, tuttavia, vi sono impliciti. Se non possiamo allontanare i demoni dalla nostra anima, però, allenandola e affinandola, il desiderio e gli impulsi che la caratterizzano possono diventare un esercizio di saggezza e virtù. Attraverso l'arte di vivere l'ispirazione si trasforma in consapevolezza critica. Ed è in questo modo che si passa dalla scoperta del mondo al senso del mondo. "Scopri il mondo" non mira alla definizione di un sapere universale, ma che stimola a una continua sperimentazione di noi stessi e degli aspetti più vari dell'esistenza umana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Da Dio, da solo. Fai ciò che devi, accada ciò che può"
Editore: Golem Edizioni
Autore: Bertin Alessandra
Pagine: 327
Ean: 9788885785335
Prezzo: € 24.00

Descrizione:Un saggio, un manuale, una raccolta di pensieri e riflessioni, che nasce dall'ascolto di centinaia di persone in una saletta colloqui aziendale. Un viaggio al centro di noi stessi. Una via inversa per l'anima. Questo libro parla dell'esistenza, della vita, della quotidianità; s'interessa al bene dell'essere, alla felicità, alla realizzazione. Dal "conosci te stesso" di Socrate per giungere al "diventa ciò che sei" di Nietzsche, ci avventuriamo anche con l'aiuto di Jung e Hillman alla scoperta della scintilla divina che ci caratterizza. Del demone, del genio, del destino che ci appartiene. Usando filosofia, psicologia, arte, scienza, corpo, alchimia, poesia, letteratura, yoga e tutto ciò che può servire per attraversare se stessi. Pensieri e pratiche insieme. Perché, come scriveva Epicuro a Meneceo, "non si è mai troppo giovani o troppo vecchi per la conoscenza della felicità. A qualsiasi età è bello occuparsi del benessere dell'anima".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Sofista di Platone"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Camilla Migliori
Pagine: 208
Ean: 9788837232665
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Due sono stati negli ultimi decenni i modelli interpretativi della filosofia platonica: un modello, ispirato a Schleiermacher, ha privilegiato l'interpretazione cronologica dei dialoghi, l'altro, proprio delle scuole di Tubinga e Milano, ha reinterpretato tutto Platone alla luce delle «dottrine non scritte». Come per sottrarsi a unilateralità ermeneutiche, l'autore di questo volume legge «il corpus platonico come un vero e proprio "protrettico" che propone filosofia per costringere il lettore a trovare soluzioni sulla base di poche indicazioni, il che implica la proposta di difficoltà crescenti che via via nello svolgimento delle opere selezionano i "veri filosofi". Platone appare convinto socraticamente che la filosofia è lavoro comune e scoperta. Ciò dà luogo a un insegnamento che, sempre, ma soprattutto nella forma scritta, avvicina al vero senza rivelarlo, comunica informazioni vere che non sono tout court la verità, ma che richiedono la partecipazione, l'elaborazione e lo sviluppo da parte del lettore». Un modello messo qui alla prova nella disamina del Sofista: ad assumere inaspettati significati sono i suoi punti più controversi (la dialettica come esercizio diairetico, il parricidio di Parmenide, la scoperta del non-essere in quanto "diverso").

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teoria. Rivista di filosofia (2018)"
Editore: ETS
Autore:
Pagine: 164
Ean: 9788846753120
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Questo numero monografico è dedicato all'Etica delle Virtù. La prima sezione è presentata dai principali esponenti delle correnti in cui oggi l'etica della virtù si articola, successivamente discussa da studiosi che si misurano con alcuni dei suoi snodi più problematici. La seconda sezione del fascicolo tratta temi centrali dell'etica delle virtù e della tradizione che la sottende. Nella terza parte ci si sofferma su alcune critiche rivolte ad essa o ad alcune sue correnti. Scritti di: Angelo Campodonico, Maria Silvia Vaccarezza, Julia Annas, Giacomo Samek Lodovici, Michael Slote, Christine Swanton, Linda Zagzebski, Howard Curzer, Franco Manti, Mark Alfano, Lorenzo Greco, Michel Croce, Andrea Pace Giannotta.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Follia e salvezza"
Editore: Il Mulino
Autore: Maurizio Ghelardi
Pagine: 137
Ean: 9788815279552
Prezzo: € 12.00

Descrizione:«Siamo tutti imbarcati», dirà Pascal. Dove? Sulla Nave dei folli, risponde Hieronymus Bosch. A inseguire vanità delle vanità, dominati dalla «maledetta lupa» dell'invidia e dell'avarizia. Ci salveremo dalla perdizione e dal naufragio? Sarà la misura dell'ironia e la ragionevole fede dell'umanista Erasmo a offrirci una speranza? O soltanto la follia della fede nel Cristo deriso e crocefisso potrà riscattarci? Ma negli inverni e nei sinistri carnevali di Bruegel il Vecchio regnano unicamente la violenza e la lotta per sopravvivere, in un gioco tremendo e crudele che nessuno ormai ha la forza di trascendere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La tranquillità dell'animo. Testo latino a fronte"
Editore: Rusconi Libri
Autore: Seneca Lucio Anneo
Pagine:
Ean: 9788818033069
Prezzo: € 10.00

Descrizione:L'irrequietudine dell'animo: come riconoscerla, diagnosticarla, curarla. Solo dopo queste fasi si potrà arrivare alla tranquillità dell'animo. Ma attenzione, almeno in Seneca, Tranquillitas non è possesso definitivo, dal quale nulla e nessuno possa allontanarci, ma equilibrio continuamente raggiunto, perduto e recuperato, nella consapevolezza che l'animo umano vacilla facilmente di fronte alle molte, troppe insidie che sono in noi e fuori di noi. Il sapiente suggerisce come trovare il punto di equilibrio, tanto più difficile da mantenere quanto più l'ambiente circostante è corrotto, malato, sanguinario, alieno dalla misura e dalla riflessione. Tranquillitas quindi non sarà assenza di movimento, ma incessante attività dello spirito, in continua dialettica con se stesso.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' anticristo"
Editore: Rusconi Libri
Autore: Nietzsche Friedrich
Pagine:
Ean: 9788818033014
Prezzo: € 8.00

Descrizione:Pubblicata nel 1888, in quest'opera, Nietzsche si scaglia apertamente contro il Cristianesimo, considerandolo causa di ignoranza dei popoli, di male sociale e morale per gli uomini. Non è la figura di Cristo che egli critica, ma la completa falsificazione che il suo insegnamento, la sua vita e le sue opere hanno subìto attraverso i Vangeli.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La saggezza della vita"
Editore: Rusconi Libri
Autore: Schopenhauer Arthur
Pagine:
Ean: 9788818033113
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Questa raccolta di aforismi, tratta dai Parerga e Paralipomena e pubblicata nel 1821, riscuote sin dal primo momento un successo insperato da parte del filosofo. È propriamente un trattato sulla vita felice, un insieme di fulminanti riflessioni che aiutano a rendere la vita il più piacevole possibile.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Diario intimo"
Editore: Studium
Autore: Miguel de Unamuno
Pagine: 165
Ean: 9788838245336
Prezzo: € 14.50

Descrizione:

Scrivere per ritrovare se stessi e la spiritualità perduta. Il diario personale di un uomo in una profonda crisi spirituale che tocca temi come la fede, la preghiera e la morte. Il linguaggio è familiare ma ricco di citazioni e riferimenti biblici, come testimonianza dello studio e delle meditazioni religiose e spirituali a cui si dedicò per molto tempo. Apparso nel 1970 in edizione spagnola, Unamuno in questo diario si abbandona alla sua spontaneità e racconta i suoi sentimenti, i suoi dubbi, le speranze e i timori derivati da una profonda crisi spirituale che realmente attraversò negli ultimi anni della sua vita. Una sorta di confessione intima ma allo stesso tempo pubblica, come se Unamuno volesse guidare il lettore nella ricerca e nel ritrovamento della fede, una fede cosciente e consapevole.

L'AUTORE

Miguel de Unamuno (Bilbao 1864-Salamanca 1936) scrittore, filosofo, poeta e drammaturgo, esponente di quel gruppo di intellettuali innova tori detto “generazione del ‘98”, docente e poi rettore della prestigiosa università di Salamanca, fu protagonista della vita letteraria e civile spagnola negli anni drammatici della dittatura di Miguel Primo de Rivera e della Seconda Repubblica. Tra le sue numerose opere ricordiamo i romanzi Paz en la guerra (1897), Niebla (1914) Abel Sánchez (1917); i saggi a carattere filosofco Vida de don Quijote y Sancho (1905), Del sentimiento trágico de la vida en los hombres y en los pueblos (1913) e le raccolte poetiche Poésias (1907) e Rosario de sonetes liricos (1911).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La Scuola di Francoforte. Una introduzione"
Editore: Clinamen
Autore: Baldassarre Luca
Pagine: 122
Ean: 9788884102843
Prezzo: € 14.50

Descrizione:Seconda edizione di questo lavoro sintetico, ma chiarissimo e completo, intorno alle vicende e alla riflessione della Scuola di Francoforte. Le pagine presenti, che colmano una oggettiva lacuna nel panorama editoriale italiano, non si limitano, infatti, come di consueto, ai soli "padri fondatori" di quella Scuola, Adorno, Horkheimer e Marcuse, ma si diffondono con ampiezza anche su figure considerate eccentriche, Walter Benjamin ed Erich Fromm, e prendono in esame i cosiddetti "francofortesi di seconda generazione", tra cui Alfred Schmidt, Axel Honneth e soprattutto Jürgen Habermas. Oggi, ancor più che negli anni della sua originaria formazione, la Teoria Critica della Scuola di Francoforte si configura come una filosofia che «nega la realtà, ma non la rinnega». L'attenzione a quella teoria continua così a rivelarsi strumento fondamentale per comprendere l'attuale modello di produzione / riproduzione sociale e di consumo mercantile / esistenziale, nonché per avviare, forse, la costruzione di possibili nuclei di resistenza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La ragione populista"
Editore: Laterza
Autore: Laclau Ernesto
Pagine: 265
Ean: 9788858134078
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Il populismo è sempre stato visto come un pericoloso eccesso, capace di mettere a repentaglio le forme politiche di una comunità razionale. Troppo semplicistico, obietta Laclau in questo libro. Non è forse la politica sopra ogni cosa una faccenda di capi, di leader, di principi in grado di farsi amare dal 'popolo', anche nell'esercizio della loro autorità? Bisogna superare la facile condanna ed essere consapevoli che il populismo opera di fatto nella costruzione di ogni spazio comunitario, democrazia compresa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il problema dell'uomo"
Editore: Marietti
Autore: Martin Buber
Pagine: 162
Ean: 9788821112034
Prezzo: € 12.50

Descrizione:Pubblicato a Tel Aviv nel 1943, questo libro propone il primo corso di "filosofia della società" tenuto da Buber nel 1938 all'Università ebraica di Gerusalemme. In quest'opera, e per la prima volta, Buber presenta in modo dettagliato, confrontandola con quella di altri pensatori, la sua idea della condizione umana e considera come differenza specifica dell'uomo rispetto a tutte le altre creature il suo configurarsi come essere sociale in forma peculiare. Secondo il filosofo, infatti, l'originaria socialità umana si mostra come un "a priori" universalmente valido che pone immediatamente in contatto l'"io" e l'"altro" in modo gratuito e nella reciproca disponibilità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La questione francese. Marx e la critica della politica"
Editore: Mimesis
Autore: Tomasello Federico
Pagine: 146
Ean: 9788857548166
Prezzo: € 14.00

Descrizione:In occasione del bicentenario dalla nascita di Marx, questo libro ripercorre la prima fase della sua riflessione per indicarvi la persistenza di un'interrogazione tenace sul senso delle cose politiche, sull'essenza e sulla natura della politica in età moderna. La tesi è che i testi del decennio 1842-52 siano attraversati da un'inesausta tensione a elaborare una differente esperienza della politica rispetto a quella cristallizzata nella concettualità moderna, "riscrivendo" e "traducendo" il lessico politico in una nuova grammatica dell'emancipazione volta a tracciare, dentro la società civile, inediti confini e traiettorie di politicità. Il giovane Marx afferma il primato ontologico della dimensione sociale e nello stesso tempo identifica nel processo della sua radicale spoliticizzazione la cifra specifica della modernità: a partire da questo snodo, la costruzione marxiana del soggetto rivoluzionario viene qui riletta come articolazione di un progetto di integrale risignificazione politica di alcune sfere dei rapporti sociali e dell'esistenza collettiva.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Come contare fino a infinito"
Editore: Bollati Boringhieri
Autore: Du Sautoy Marcus
Pagine: 52
Ean: 9788833931067
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Gli uccelli lo fanno, le api lo fanno. Persino le pulci lo fanno. Animali o esseri umani, abbiamo sempre usato contare per riuscire a farci strada nella giungla della vita. I babilonesi usavano il corpo per contare fino a 60. Nel VII secolo i matematici indiani scoprirono il numero 0. E ci siamo sempre domandati: esiste un ultimo numero? Ha mai fine l'infinito? Che cosa mai intendeva Buzz Lightyear con «verso l'infinito e oltre»? Uno dei più rispettati matematici del mondo, Marcus du Sautoy, rivela questo mistero. Usando soltanto il numero finito dei vostri neuroni e il numero finito di pagine di questo libro, resterete sbalorditi nel scoprire il segreto di come contare fino a infinito.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU