Libreria cattolica

Libri - Filosofia



Titolo: "Indagine sulla scienza"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Giovanni Straffelini
Pagine: 152
Ean: 9788833531007
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Dai tempi di Galileo il metodo scientifico si articola in due grandi momenti: la sperimentazione controllata e la modellazione matematica dei fenomeni in studio. È un metodo semplice ma che funziona: unito alla creatività dell'uomo ha reso possibili uno straordinario sviluppo tecnologico e il miglioramento della qualità della vita di gran parte dell'umanità. Ma il metodo scientifico è anche un formidabile strumento per scoprire e interpretare il mondo e dare un senso a ciò che ci sta intorno. Per poterlo utilizzare al meglio è però necessario comprenderne le potenzialità e i limiti. Giovanni Straffelini si interroga sulle condizioni di validità del metodo scientifico, esaminando i pilastri che lo sostengono, vale a dire il realismo (ciò che noi osserviamo è oggettivo ed esiste indipendentemente da noi), la regolarità e l'uniformità della natura (la natura non è capricciosa) e il riduzionismo (i modelli scientifici poggiano su leggi sempre più fondamentali). L'autore, anche sulla scorta delle più recenti acquisizioni nel settore delle neuroscienze, mostra come questi pilastri siano spesso fragili e come possano essere resi più robusti attraverso la visione teista, che prevede la possibilità dell'intervento di Dio nel mondo. Certo non si tratta, sostiene Straffelini, di perorare l'immagine di un Dio tappabuchi, chiamato in causa per colmare i vuoti lasciati dalla scienza, ma di comprendere che la visione scientifica consapevole dei propri limiti e opportunamente integrata con quella teista permette di acquisire una concezione del mondo in grado di accompagnarci al meglio nella ricerca del suo significato e del nostro ruolo all'interno di esso.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Breve apologia per un momento cattolico"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Jean-Luc Marion
Pagine: 160
Ean: 9788828400479
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Una lucida analisi delle opportunità che l'esperienza e le virtù cristiane possono offrire a una società secolare e a una laicità scosse nelle loro fondamenta. Il testo - scritto da uno dei massimi filosofi contemporanei - è, al tempo stesso, una riflessione per recuperare, valorizzandoli, i princìpi religiosi alla base dello stesso universo democratico laico, ma anche una ripresentazione del cattolicesimo rivolta ai tanti che ne hanno dimenticato la logica che lo struttura e le ragioni che lo alimentano.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La convivenza indispensabile"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Franco Ferrarotti
Pagine: 96
Ean: 9788810567906
Prezzo: € 8.00

Descrizione:Perché le tre religioni monoteistiche, pur avendo un capostipite comune, non hanno mai cessato, sul piano storico, di dar luogo a violenze e a guerre estremamente feroci e sanguinose? È possibile pensare a un impulso fratricida? Sarà mai possibile prospettare una soluzione duratura in nome del riconoscimento della comune paternità? Se è vero che solo attraverso l'incontro fra culture e religioni differenti e anche violentemente contrapposte sarà possibile trovare una via d'uscita dalla crisi odierna di un mondo frammentato, in cui non esiste più alcuna garanzia contro l'auto-sterminio dell'umanità, nessuna cultura o religione può considerarsi sovranamente auto-sufficiente e strumento esclusivo di salvezza. E nessuna gerarchia fra le varie religioni e le varie culture come sistemi di simboli e significati appare oggi sostenibile. Solo l'accettazione e la convivenza di culture e religioni diverse mediante l'elaborazione del concetto e della pratica di «co-tradizioni culturali» sembrano aprire una via d'uscita dalle contraddizioni che oggi pesano sulla vita quotidiana dell'umanità e ne segnano duramente il destino.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Difesa della scienza"
Editore: Armando Editore
Autore: Medawar Peter B.
Pagine: 144
Ean: 9788869925016
Prezzo: € 15.00

Descrizione:L'autore difende la scienza contro la possibilità di trovare rimedi "tecnologici" per mali "tecnologici". Affermare, infatti, che il progresso della scienza e della tecnologia abbia qualche congenita maledizione è assolutamente sbagliato, in quanto è evidente come si ignorino tutti i benefici della scienza. C'è un'innata volontà di dare peso soltanto ai suoi effetti nocivi, reali o immaginari che siano, confermando così l'aspettativa di un imminente Giudizio universale. Un libro importante per ricercatori scientifici e filosofi sempre alla ricerca di una soluzione alla complessità contemporanea.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' età della disgregazione. Storia del pensiero economico contemporaneo"
Editore: Laterza
Autore: Roncaglia Alessandro
Pagine: XVII-509
Ean: 9788859300496
Prezzo: € 34.00

Descrizione:Il pensiero economico contemporaneo viene spesso presentato come se fosse espressione di un unico orientamento. L'economia invece, oggi più che mai, è un campo di battaglia tra interpretazioni di segno opposto, di cui questo libro ricostruisce radici e sviluppi: dall'impostazione classica e marginalista all'opera di Marx; dalle figure di Keynes e Schumpeter ai 'giganti' del Novecento, Hayek e Sraffa; dagli orientamenti di ricerca dominanti oggi - equilibrio generale, teoria neoclassica, monetarismo, neoliberismi, econometria, teoria dei giochi - ai filoni che si distaccano dal paradigma dominante - economia comportamentale e razionalità limitata, teoria dei mercati finanziari e delle crisi, macroeconomia post-keynesiana, marxismo, evoluzionismo, istituzionalismo. Il libro si chiude con un capitolo dedicato all'etica in economia e al problema del potere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La rivoluzione della verità"
Editore: Mondadori Bruno
Autore: Esengrini Stefano
Pagine: 134
Ean: 9788867742158
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Fornire un avviamento al pensiero di Martin Heidegger a partire dalla questione che ne ha determinato l'andamento sin dalla sua prima opera capitale, "Essere e tempo": ecco delineato l'orizzonte di questo lavoro. Preparare infatti lo sguardo all'avvistamento della questione dell'essere è quanto di più essenziale possa esservi per coloro che hanno avvertito la portata rivoluzionaria del cammino di Heidegger e la sua capacità di trasformare il senso del nostro soggiorno sulla Terra. Proprio nel momento in cui l'opera di Heidegger sembra essere sottoposta ad un ennesimo attacco, diviene decisivo dissipare l'atmosfera di sospetto che continua a gravare sul filosofo tedesco in seguito al suo coinvolgimento politico a favore di Hitler. Nel caso in cui riconoscessimo allora la necessità della rivoluzione dell'università progettata da Heidegger durante i dieci mesi del suo rettorato, saremmo in grado di cogliere l'indole filosofica del suo progetto, mosso com'era dall'esigenza di preparare una via di scampo alla crisi che sconvolse il mondo nella prima metà del XX secolo e che rischia tuttora di compromettere la possibilità di un nuovo inizio. Avvertire l'urgenza della domanda che insiste sulla verità è in questa prospettiva il primo presupposto per ponderare il senso del sapere che abbiamo di noi stessi e del nostro essere insieme come popoli del mondo. Sulla scorta della de-ostruzione della metafisica saremo in condizione così di aprire il cammino a un dialogo del pensiero con l'arte, a cui finiremo finalmente per riconoscere la capacità di assegnare una misura all'esistenza dell'uomo. Misura che, a sua volta, saprà ricondurre entro i propri limiti la pretesa moderna di far tornare tutti i conti attraverso l'adozione di un format che inquadra ogni cosa entro gli schemi di questa o quella visione del mondo. Che cosa differenzia dunque l'arte e il pensiero dalla scienza e da ogni ideologia? Che cos'è la verità?

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Socrate e Aristofane"
Editore: ETS
Autore: Strauss Leo
Pagine: 3363
Ean: 9788846753038
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Leo Strauss parlava di Socrate e Aristofane come del suo "real work" e, a tutti gli effetti, si tratta di una summa del suo pensiero filosofico. Nel commento ad Aristofane, infatti, e sia pure in una forma letterariamente inconsueta per la modernità, sono concentrati i principali temi della riflessione straussiana: i rapporti tra arte politica e costume ancestrale, tra filosofia e poesia, tra scetticismo e religione. In questo modo, nell'opera dedicata ad Aristofane, che conobbe Socrate e ne lasciò un ricordo (da affiancare a quelli di Platone e Senofonte), emergono i limiti di una filosofia che si vorrebbe impolitica ma che, forse perché priva di quella conoscenza dell'anima che solo la poesia fornisce, ha un rapporto contraddittorio e comunque complesso con la città. A coronare il nesso tra filosofia e politica vi è infine la domanda sulla natura del divino: una questione fondamentale su cui Socrate e Aristofane si incontrano e, apparentemente, si dividono.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La religione greca di epoca arcaica e classica"
Editore: Jaca Book
Autore: Burkert Walter
Pagine: 640
Ean: 9788816306233
Prezzo: € 49.00

Descrizione:

Patria della filosofia, la Grecia è anche all’origine di un sistema religioso le cui propaggini, purificate dalla riflessione cristiana, sono giunte sino a noi. La stessa riflessione filosofica è in stretta connessione con la speculazione religiosa, laddove questa, come sottolinea Burkert, non è da intendersi come somma di idee sublimi, bensì come forma necessaria di vita e di pensiero di una civiltà evoluta, colta nel momento della sua rapida ascesa. Il cuore di questa indagine è la religione della polis greca (VII-IV sec. a.C.) che, col suo intreccio ricco di tensioni tra rituali e miti, offre un orientamento sicuro alla vita sociale. Più tardi, con lo sviluppo dell’individualismo, cresce l’esigenza di nuove forme culturali, occasioni di più stretto contatto con la filosofia, che, dopo un primo periodo di crisi, punta a una sintesi con la religiosità tramandata. L’opera di Burkert costituisce un’originale sintesi della corrente storica tradizionale e delle correnti avanguardistiche. Lavoro fondamentale per la storiografia del Novecento, rappresenta un necessario e solido punto di partenza, costituendo un manuale di riferimento per specialisti del mondo classico e per chiunque ami la religione greca, coi suoi miti e soprattutto i suoi numerosissimi riti, di cui l’autore è stato appassionato informatore e interprete.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Credere Oggi, XXXIX (1/2019) n. 229"
Editore: Edizioni Messaggero
Autore: Aa. Vv.
Pagine:
Ean: 9788825048940
Prezzo: € 9.50

Descrizione:

Molti ritengono impensabile un «esoterismo cristiano» perché il cristianesimo non ha nulla segreto, riservato. Non ha nulla a che fare con astrologia, alchimia, magia, occultismo, cabala, ermetismo, gnosticismo, New Age, ecc. Parlare di «esoterismo» fa venire la pelle d’oca. È fenomeno talmente vasto che non sappiamo come definire anche se alcuni ritengono che l’ampiezza dell’arco storico interessato possa costituire una base solida per determinarne l’identità e ricavarne un pensiero unitario e antico. Il fascicolo si propone di cercare e scovare l’anima dell’esoterismo. Partendo dal fatto che considera fondamentale l’idea di «armonia universale» (anima mundi), l’esoterismo difende una visione olistica di «Dio-mondo-natura», strutturandosi sul principio di analogia (corrispondenze) e perseguendo una conoscenza «superiore» capace di «trasformare», trasmutare. La domanda centrale è: perché il cristianesimo è sempre stato al di fuori di questo enorme movimento che ha influito pesantemente tutti i mondi religiosi? Perché il cristianesimo parla di «rivelazione», mentre l’esoterismo approccia la verità per «intuizione»; per un certo antiplatonismo e panteismo di fondo, ecc. Che cosa si potrebbe dire oggi? Il cristianesimo si è «secolarizzato» perché si è legato troppo a una filosofia «scientifica» (Aristotele) e meno alla «spiritualità», che invece veniva dal mondo neo-platonico. L’esoterismo aiuta a tenere alto quel «senso del mistero», che salva le religioni dalla loro attuale banalizzazione e insignificanza.

Destinatari

* Tutti. * seminaristi, religiosi e religiose, educatori, formatori, catechisti, parroci, insegnati di religione, direttori spirituali, counselor, terapeuti

Autore

La rivista «CredereOggi» è pubblicata dalle «Edizioni Messaggero Padova» sotto la responsabilità dei Frati minori conventuali di sant’Antonio di Padova. Contributi di GIULIO BUSI - FABRIZIO DI BELLA - ALESSANDRO GROSSATO - GAETANO LETTIERI - CLAUDIO MORESCHINI - ENRICO NOVELLI - SERGIO SORRENTINO - ALDO N. TERRIN - CHIARA TOMMASI



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' eclissi della morte"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Robert Redeker
Pagine: 216
Ean: 9788839909947
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Il nostro non è forse il tempo dell'eclissi della morte? Tra sogni d'immortalità, culto della giovinezza e paura del cadavere, la morte non deve più fare parte della vita. Viene nascosta, snaturata, eclissata. Ed è un'eclissi sia nel linguaggio (dove per esempio "lasciare" ha sostituito "morire") sia nell'ambito sociale (per cui la morte è stata evacuata dalla città). E il transumanesimo porta oggi a compimento tale eclissi, decretando che la vita è ormai senza morte e la morte senza vita. È allora questa la difficoltà che viene affrontata da Redeker: quella di una vita che non è più ordinata verso una fine, verso la morte che le conferiva profondità e significato. Analizzando ciò che l'eclissi della morte dice del nostro tempo, il filosofo francese evoca i temi della cremazione, dell'eutanasia, del posto del corpo. E pone questa domanda scandalosa per la società contemporanea: perché mai dovremmo gioire di dover morire? «La morte ha una pessima reputazione. Perché mai dovremmo gioire di dover morire, anziché fuggire dai nostri limiti e dalla nostra finitudine? Propongo qui una risposta umanista a questa domanda. Risvegliando due sentimenti: il senso di angoscia e il senso del tragico. L'erosione di questi due sentimenti segna la disumanizzazione, crea la soglia del post-umano» (Robert Redeker). Un testo inusuale, provocatorio e salutare, in cui l'eclissi della morte è denunciata come perdita di umanità per tutti noi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Libertà e vitalità. Benedetto Croce e la crisi coscienza europea"
Editore: Il Mulino
Autore: De Giovanni Biagio
Pagine: 140
Ean: 9788815280626
Prezzo: € 14.00

Descrizione:«Nella difesa che si è dovuta ripigliare della non più riverita e indiscussa libertà, era necessario agli sforzi pratici e alle asserzioni passionali unire per sostegno e fondamento la vigorosa affermazione e dimostrazione logica, la teoria speculativa della libertà». Con queste parole nelle aggiunte al "Contributo alla critica di me stesso" del 1941, Benedetto Croce indica l'esigenza di una teoria speculativa della libertà. Croce si sarebbe impegnato nella fondazione del concetto della libertà, uno sforzo che gli era richiesto non solo dalla filosofia ma primariamente dalla storia e dalla consapevolezza di una crisi profonda della civiltà europea. La prolusione riprende questo decisivo momento della speculazione crociana per illustrare, a 150 anni dalla nascita di Benedetto Croce, con quanta urgenza si riproponga la stessa esigenza.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Realtà e mistero. Le radici universali dell'idealismo e la filosofia del nome"
Editore: SE
Autore: Florenskij Pavel A.
Pagine: 112
Ean: 9788867234325
Prezzo: € 13.00

Descrizione:"Non esiste uomo che, seppur per un attimo, non sia stato seguace di Platone. Chi può dire di non essersi sentito spuntare le ali dell'anima? Chi non l'ha sentita levarsi verso la contemplazione diretta, immediata di ciò che la grigia coltre di nuvole del quotidiano nasconde alla vista? Chi, grazie all'"eros", non ha toccato profondità della conoscenza alle quali la ragione non ha accesso? Chi non ha visto svelarsi la realtà altra e luminosa dove colui che ha conosciuto l'ispirazione incontra "de visu" gli archetipi eterni delle cose? Chi non ha assistito al crollo, alla caduta del muro invalicabile tra soggetto e oggetto, chi non ha visto l'Io abbandonare i limiti della propria introversione egoistica per respirare a pieni polmoni l'aria rarefatta della conoscenza e fondersi con tutto il creato? E quei 'sogni d'amore meravigliosi, puri, senza nulla di terreno, intessuti di profumo di fiori e luce lunare, con i quali oggi si ottenebrano i giorni della giovinezza e che sono sulle labbra di tutti i poeti di tutte le nazioni colte' non sono forse figli del platonismo?".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Somma di teologia"
Editore:
Autore: Tommaso D'aquino
Pagine: 1304
Ean: 9788831106535
Prezzo: € 39.00

Descrizione:Una ricerca innovativa che aiuta a rintracciare tutte le fonti dell'opera di Tommaso e apre a nuove interpretazioni del suo pensiero. «Poiché il nostro Salvatore Gesù Cristo, per testimonianza dell'Angelo, "salvando il suo popolo dai suoi peccati", ci ha mostrato in se stesso la verità, attraverso la quale, con la sua risurrezione, possiamo pervenire alla beatitudine della vita immortale, è necessario che, per portare a termine quest'opera di teologia, dopo aver indagato intorno al fine ultimo della vita umana e intorno ai vizi e alle virtù, la nostra indagine rivolga ora la sua attenzione sul Salvatore di tutti e sui suoi benefici arrecati al genere umano». Così Tommaso introduce la Terza parte della sua Somma e gli argomenti in essa trattati: Il Salvatore medesimo (Parte III, QQ. 1-59) e I Sacramenti salvifici del nostro Salvatore (Parte III, QQ. 60-90)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Filosofia della vulnerabilità. Percezione, discriminazione, diritto"
Editore: Carocci
Autore: Zanetti Gianfrancesco
Pagine: 166
Ean: 9788843094080
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Il volume mette a fuoco alcuni aspetti dell'intersezione fra la nozione di vulnerabilità e quella di percezione sensoriale. Quest'ultima non è mai neutrale, e in essa può fiorire sia la motivazione a discriminare le figure vulnerabili sia l'argomentazione che a tale discriminazione si oppone sul piano normativo. Lontano da ogni intento di rigida categorizzazione, il libro propone un possibile percorso argomentativo che collega ciascun senso a una figura della vulnerabilità: la "razza" è così associata a simbolismi visivi del colore e dell'occhio, e lo "straniero morale" è la figura che sfida le nostre capacità di ascolto. Attraverso la metafora dei cinque sensi, si giunge così a scandagliare alcune dinamiche culturali e giuridiche che orientano il rapporto tra percezione e discriminazione, e che si annidano in varie articolazioni sociali e istituzionali.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Resistere"
Editore: Lindau Edizioni
Autore: Henry D. Thoreau
Pagine: 96
Ean: 9788833531083
Prezzo: € 9.50

Descrizione:Henry David Thoreau non fu mai l'eremita dei boschi che viene dipinto in certi ritratti frettolosi. Nel grande filosofo americano, la difesa della natura è strettamente connessa alla riflessione politica. Si potrebbe dire infatti che la sua intera produzione abbia un carattere essenzialmente politico, essendo votata allo studio dei mezzi concessi all'uomo per migliorare la civiltà, non solo per sopravvivere al suo interno. In questa serie di saggi - che completano e approfondiscono la teoria espressa in Disobbedienza civile - Thoreau denuncia i rischi di un riformismo blando e poco coraggioso, incapace di vincere le tendenze conservatrici e di determinare un vero cambiamento. La politica morbida non è politica, e in Resistere Thoreau lo sostiene con forza, esaltando il valore di un impegno radicale per la difesa dell'individuo e dei suoi diritti, un impegno da mantenere, se necessario, fino all'estremo sacrificio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Funzionare o esistere?"
Editore: Vita e Pensiero
Autore: Miguel Benasayag
Pagine: 106
Ean: 9788834337974
Prezzo: € 13.00

Descrizione:Anziani considerati ormai 'vecchi', fuori dal ciclo produttivo e soprattutto da quello del consumo. Giovani che non hanno più il diritto di essere gio­vani, ma sono inseriti da subito nella giostra delle competenze da acquisire, dei risultati da conse­guire, con l'imperativo di essere 'imprenditori di se stessi'. Fragilità umane di tutti noi che vengo­no stigmatizzate come intoppi nella realizzazione di una felicità del qui e ora, col risultato di impre­gnarci di angoscia e paura del futuro. Non è lo scenario distopico di un libro di fan­tascienza, ma il panorama della nostra situa­zione attuale. Come ci siamo arrivati? Quando abbiamo abdicato alla nostra irriducibilità a una modellizzazione meccanica? Perché abbiamo accettato di diventare un mero 'bilancio di com­petenze' governato da un algoritmo ottimista, e perché ci siamo lasciati convincere che saremo migliori e più felici se ci lasceremo 'aumentare' dalle macchine? Ma soprattutto: c'è una via di resistenza a tutto questo? Miguel Benasayag, che da sempre si muove all'in­crocio tra psicanalisi, biologia e filosofia e che per il suo essere un resistente ha anche pagato un prezzo personale, come racconta più volte in questo libro, raccoglie l'appello di una società im­paurita e le propone una scommessa per un futu­ro diverso: un futuro di persone singolari, ricche delle proprie diversità, delle proprie qualità e in­crinature, che vivono in relazione tra loro. Solo ac­cettando di andare al di là del semplice 'funziona­mento' della macchina e riguadagnando invece la complessità piena di senso dell'umano, si può tornare a considerare senza angoscia la morte come parte dell'esperienza sapida della vita, a guardare la fragilità del corpo e delle emozioni come ricchezza della relazione con gli altri. E re­cuperare così uno sguardo aperto verso un futuro che sia sempre meno un risultato e sempre più un cammino, a volte facile e a volte difficile come la vita vera.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Carteggio"
Editore: SE
Autore: Nietzsche Friedrich, Burckhardt Jacob
Pagine: 126
Ean: 9788867233632
Prezzo: € 19.00

Descrizione:«L'ultimo Nietzsche aveva perso ogni contatto, non solo con Burckhardt, ma anche con quanti lo avevano seguito, vicini e lontani, nella sua avventura ormai volta verso il tragico epilogo (subito dopo verranno seguaci e adepti, ma tutti saranno ingannati dalla multilateralità del suo pensiero, fonte di equivoci anche grotteschi). Cionondimeno, quando sta per lasciare la sfera del mondo cosciente, Nietzsche ritorna, tipicamente, a tutti gli amici del passato con i messaggi torinesi. Di questi, i due più lunghi e commoventi sono indirizzati a Burckhardt. Prima che il sipario della pazzia scenda a difenderlo (anche contro la gloria imminente ed equivoca), Nietzsche fornisce a Burckhardt la chiave per comprenderlo: "alla fine sarei stato molto più volentieri professore basileese che Dio; ma non ho osato spingere così lontano il mio egoismo privato da omettere, per causa sua, la creazione del mondo". Queste parole hanno un significato, e non richiedono commenti. Ma Jacob Burck-hardt continua a essere il "grande, grandissimo maestro" di Nietzsche: è giusto ricordarsi dei propri maestri, anche quando abbiamo dovuto abbandonarli.» (Dalla Prefazione di Mazzino Montinari)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Saggi sulla legge naturale"
Editore: Laterza
Autore: Locke John
Pagine: XXV-93
Ean: 9788858136621
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Scritti in latino da Locke tra il 1660 circa e il 1664 nelle forme tradizionali delle discussioni accademiche, i "Saggi" rimasero inediti fino al 1954, anno in cui von Leyden curò l'edizione critica del testo, corredata dalla traduzione inglese. Su questa edizione è stata condotta la traduzione italiana. Una volta pubblicati, questi scritti hanno ribaltato molte erronee interpretazioni del pensiero di Locke e continuano a essere di fondamentale importanza per l'esatta comprensione dello sviluppo del suo pensiero politico. Il saggio introduttivo di Giuseppe Bedeschi mette a fuoco i temi centrali dell'opera e la loro influenza sulle opere successive.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Socrate va in guerra. filosofia della guerra e della pace"
Editore: Le due torri
Autore: Pili Giangiuseppe
Pagine: 160
Ean: 9788885720176
Prezzo: € 17.50

Descrizione:La guerra è ovunque ed è parte della storia. Tutti si sono cimentati nella sua rappresentazione: cinema, letteratura, pittura sono solo alcune delle arti che hanno affrontato direttamente il tema della guerra. Ma cosa è la guerra? Esiste una analisi filosofica della guerra? Come si relaziona la guerra con la democrazia? Può esistere una guerra giusta? Queste sono alcune domande fondamentali che solo la filosofia può tentare di rispondere. Un gruppo scelto di studiosi affronta il problema della guerra da un'angolatura filosofica per portare al vasto pubblico una nuova prospettiva su una delle forme più complesse della realtà umana. Hanno contribuito al volume: Mario Caligiuri, Marco Bettalli, Chiara Cozzi, Giuseppe Gagliano, Alexander Moseley, Roberta Sala.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teorie del soggetto. Soggettività, identità, coscienza nel pensiero moderno e contemporaneo"
Editore: Orthotes
Autore:
Pagine: 222
Ean: 9788893141765
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Assistiamo oggi al tramonto della soggettività? Oppure le dinamiche del mondo in cui viviamo devono portarci a una rivalutazione della ricchezza di ciò che siamo (e siamo diventati), in vista di una più profonda appropriazione delle radicali trasformazioni che ci coinvolgono? Un simile interrogativo s'impone con l'urgenza specifica che è propria della meditazione filosofica la quale pure naviga in uno stato di crisi identitaria, perdita di prospettiva, indebolimento del proprio senso. Gli studi qui raccolti affrontano la problematica sul soggetto riconoscendone sia le istanze genealogiche che le implicazioni più strettamente teoretiche. Partendo dall'imprescindibile fondazione della soggettività moderna operata da Cartesio, viene tracciato un percorso di riflessioni che, dalle tematizzazioni spinoziana e kantiana del soggetto umano, attraversano i concetti di libertà e di corporeità, la critica dell'idealismo, la teoria del soggetto, i temi dell'univocità e della singolarità, dell'alterità e della coscienza, e si spingono fino agli esiti decostruttivi ed ermeneutici della soggettività contemporanea.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La cura dell'anima"
Editore: Orthotes
Autore: Patocka Jan
Pagine: 160
Ean: 9788893141727
Prezzo: € 17.00

Descrizione:Gli scritti qui proposti ripercorrono il significato della cura dell'anima che, secondo Jan Pato?ka, è il nucleo storico e concettuale su cui si fonda la tradizione occidentale di pensiero. Il concetto di cura dell'anima indica un radicale rivolgimento dello sguardo "in ciò che è", che cambia completamente l'atteggiamento etico e conoscitivo dell'uomo. Prendersi cura dell'anima significa in altre parole interrogarsi intorno al senso del proprio essere nel mondo problematizzando la relazione tipicamente umana nei confronti della verità. A partire dall'insegnamento platonico-socratico questa peculiare attitudine intuitiva diventa il motore spirituale di quel cammino storico e culturale cui diamo il nome di Europa. Il problema dell'eredità europea e della storicità radicale dell'esistenza, con la sua ineludibile tendenza al declino, viene ripreso in tutti i testi raccolti nella presente edizione italiana. A partire da diversi autori e temi di riferimento, emerge come urgente una riflessione che, oggi più che mai, interpella lo spirito deresponsabilizzato e avvilito dell'epoca "post-europea".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il senso della realtà. L'orizzonte della fenomenologia nello studio del mondo sociale"
Editore: Quodlibet
Autore:
Pagine: XXXV-255
Ean: 9788822902450
Prezzo: € 22.00

Descrizione:I saggi riuniti in questo volume riflettono sul solco che il pensiero fenomenologico ha tracciato sui saperi del Novecento: dall'umanesimo prometeico che procede dal riconoscimento della responsabilità epistemica del soggetto e dalle sue possibili derive, alla fiducia in un mondo che c'interpella e s'impone quale entità già strutturata, di cui non è possibile disporre a piacimento. Dopo aver dismesso ogni forma di naturalismo ingenuo e aver tratto consapevolezza delle secche del relativismo storicista, come lasciare emergere le configurazioni di significato che il mondo nutre già al suo interno? E soprattutto, come dire le cose stesse? Al di là di ogni facile postulato, fin dove si può pensare, cogliere ed esercitare l'indipendenza della mente dal vincolo degli orizzonti di senso che convenzionalmente chiamiamo cultura? A partire dal canone fenomenologico e da diverse prospettive disciplinari, gli autori riflettono su alcune delle questioni al centro non solo dei nostri modi quotidiani di essere al mondo con gli altri, ma anche delle pratiche attraverso cui diamo forma alle istituzioni, costruiamo realtà sociali e produciamo quel genere di sapere che configura una conoscenza scientifica del mondo sociale.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La società punitiva. Corso al Collège de France (1972-1973)"
Editore: Feltrinelli
Autore: Foucault Michel
Pagine: 371
Ean: 9788807891809
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Supplizi capitali, deportazioni spietate, ovattati isolamenti. In questo corso, uno dei più importanti del suo insegnamento al Collège de France, Michel Foucault si interroga sul significato delle punizioni che l'Europa, nel corso dei secoli, ha predisposto per chi trasgrediva la legge e incorreva nelle sue sanzioni. Per la prima volta possiamo toccare con mano la documentazione da cui Foucault ricaverà le sue celebri analisi sul potere sovrano, sul potere disciplinare e sul paradigma biopolitico. Ed ecco che il patibolo, le prigioni, i lavori forzati, le torture più feroci, l'isolamento più silenzioso diventano lo specchio di ciò che l'Europa è stata ed è diventata nel corso dei secoli. C'è stato il tempo della punizione spettacolare e granguignolesca e quello della pena silenziosa e sottratta agli sguardi, il tempo del potere che inscena la sua magnificenza e quello del potere che si nasconde, il tempo del potere che dà la morte e quello del potere che amministra minuziosamente la vita dei cittadini. In questo specchio straniante vediamo prendere forma decisioni epocali circa i rapporti tra soggetto e potere, legalità e illegalità, ordine e disordine. Sullo sfondo di queste pagine, un'ipotesi finora meno evidente nell'itinerario foucaultiano: che la guerra civile non costituisca affatto una condizione eccezionale per le nostre società, ma sia lo stato normale, la materia sottostante, la stoffa eterna di cui è fatto il potere.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' ontologia della materia. Giordano Bruno tra Otto e Novecento"
Editore: Storia e Letteratura
Autore: Oliva Luca
Pagine: LII-240
Ean: 9788884982674
Prezzo: € 32.00

Descrizione:Per mezzo di un'analisi dettagliata e coerente che ad oggi manca, "L'ontologia della materia" ricostruisce le più significative interpretazioni della filosofia di Giordano Bruno (in particolare del De la causa, principio et uno) nella contemporaneità. Abbracciando un periodo di circa due secoli, a partire dal Bruno di Schelling del 1802, attraverso il positivismo italiano e Dilthey, l'autore traccia il percorso bruniano che sfocia ai giorni nostri in una molteplicità di campi, dalla cosmologia alla logica, dalla storia alla semiotica.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Non esiste un amore perfetto. Una definizione filosofica"
Editore: Ponte alle Grazie
Autore: Wolff Francis
Pagine: 90
Ean: 9788833311234
Prezzo: € 9.00

Descrizione:Qual è la natura dell'amore romantico? È possibile definirlo? E definirlo può aiutare a capirlo, a migliorarlo? Per Francis Wolff la risposta a queste domande è sì. È il compito che Wolff si pone in questo libro: se non - per fortuna - di domare l'amore, di aiutarci però a capire la sua natura profonda. Essa si compone di tre ingredienti conflittuali; ma proprio per questo suo carattere contraddittorio, ci mostra Wolff, l'amore è per tutti noi così sfuggente, così straziante, così appagante, così mutevole. Un breve trattato filosofico che rischiara la nostra esperienza quotidiana.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU