Seleziona la categoria di interesse dal menù principale,
in questo modo le tipologie associate saranno subito visibili.


Categoria


Tipologia


Num. Prodotti x Pagina


Ordina Per

Libri - Filosofia



Titolo: "La virtù democratica. Un rimedio al populismo"
Editore: Salerno Editrice
Autore: Labate Sergio
Pagine: 99
Ean: 9788869733628
Prezzo: € 9.90

Descrizione:Che le democrazie moderne siano in crisi è una delle tesi più ripetute del nostro tempo. Eppure la democrazia non è la causa di tutti i mali. Essa è piuttosto diventata il capro espiatorio contro cui scaricare una insofferenza diffusa, quella delle élite verso il consenso delle masse e quella delle classi disagiate nei confronti della politica. Questo libro vuole essere un atto di fiducia nei confronti della nostra fragile democrazia, per tornare a credere che essa non sia ciò di cui liberarci ma ciò che può ancora salvarci.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dizionarietto di arabo per filosofi"
Editore: Morcelliana Edizioni
Autore: Massimo Campanini, La Martire Corrado
Pagine: 368
Ean: 9788828400318
Prezzo: € 23.00

Descrizione:Questo Dizionarietto di arabo per filosofi è il primo del suo genere ad essere pubblicato in Italia. Il termine "filoso­fia" nella tradizione araba è peculiare e interseca i cam­pi della teologia, della mistica e della politica. Inoltre, sebbene la tradizione filosofica araba sia essenzialmente musulmana, non pochi filosofi "arabi" per nascita e lin­gua furono cristiani o ebrei. L'intendimento degli autori è di fornire un lessico di riferimento per chi si affaccia allo studio della filosofia araba e contemporaneamente di compilare una piccola "enciclopedia" del pensiero ara­bo-islamico che consenta al lettore non solo di reperire la terminologia, ma soprattutto di comprenderla nel suo significato storico e teoretico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Colloqui minimi"
Editore: Fede & Cultura
Autore: Ettore Gotti Tedeschi
Pagine: 432
Ean: 9788864096834
Prezzo: € 29.00

Descrizione:

L'ex banchiere vaticano interroga profeti, santi, eretici, re, papi, artisti, filosofi ed economisti: una cavalcata millenaria e politicamente scorretta che fotografa l’attuale situazione di crisi.

Una serie di immaginari colloqui con importanti personaggi del passato dal piglio polemico e politicamente scorretto per spiegare come la verità si sia modificata (o sia stata modificata) nel corso della storia. Scorrono uno dopo l’altro angeli, profeti, patriarchi biblici, santi, eretici, scienziati, artisti, re, papi, filosofi, teologi ed economisti: con ognuno di loro l’Autore dialoga brevemente, ragionando sul loro pensiero e fornendo un’interpretazione morale ai loro enunciati. Alla fine di questo percorso millenario c’è ben poco da stare allegri: il mondo che vediamo intorno a noi vede l’affermazione del brutto, lo svuotamento di significato, la scomparsa della fede, il crollo dell’autorità morale, la decadenza della Chiesa, lo smarrimento dottrinale, l’irrilevanza dei cattolici, la vittoria della gnosi, la distruzione della civiltà occidentale. Questa impietosa analisi del presente sembra l’unica strada di speranza per il futuro.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Henri Lefebvre"
Editore: Jaca Book
Autore: Biagi Francesco
Pagine: 256
Ean: 9788816415126
Prezzo: € 20.00

Descrizione:Prima monografia pubblicata in Italia su Henri Lefebvre, l’opera si concentra sui suoi studi urbani e la «Teoria critica dello spazio». Il metodo d’indagine scelto da Biagi è un rigoroso ritorno alle opere e al contesto in cui Lefebvre le ha prodotte. Si ripercorre così l’intera parabola storico-critica della sua produzione intellettuale, restituendo l’articolata costellazione teorica in cui il metodo storico si interseca con il rigore filosofico e sociologico. Viene poi rielaborata la vasta produzione sull’urbano del filosofo di Hagetmau, giungendo a mettere a fuoco il suo tentativo di strutturare una «Teoria politica generale dello spazio». Il libro fa inoltre chiarezza sul significato usato e abusato della formula, coniata da Lefebvre, di «diritto alla città», che viene analizzata nel contesto del dibattito filosofico-politico francese e internazionale. Lo sguardo innovatore di Henri Lefebvre di fronte alla fi ne del «secolo breve» ci è dunque reso in tutta la sua ricchezza e complessità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le vie del ritorno all'uno in Plotino"
Editore: LAS Editrice
Autore: Marin Maurizio
Pagine: 162
Ean: 9788821313301
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

Lo studio qui presentato è la ripresa e l’approfondimento di alcuni articoli pubblicati nel decennio scorso.

Plotino, filosofo platonico del III secolo d.C., ha ridato slancio alla filosofia che si era dispersa in tante questioni settoriali, ha fatto dei testi di Platone un punto di riferimento costante ed ha inglobato nella loro rilettura anche molte argomentazioni aristoteliche e stoiche, ha ricuperato la creatività presocratica e rinnovato l’instancabile interrogare di Socrate. Con lui iniziano i tre secoli fecondi del neoplatonismo, un platonismo che ingloba in sé anche Aristotele e non ignora la tendenza alla sistematicità come nelle riflessioni etiche degli stoici. La filosofia è elevata a via della salvezza, religione dell’intelligenza, ascesi delle virtù, ricupero della dignità umana. La filosofia è minacciata dal misticismo religioso e insidiata dalla tentazione di arrendersi allo scetticismo. Plotino è profondamente mistico ma non lascia prevalere sulla ragione il turbinio delle fantasie come nelle correnti gnostiche, è fortemente dialettico ma senza cadere nell’arroganza della ragione come negli stoici e negli epicurei, è un instancabile ricercatore che non si disperde nell’erudizione sterile come nei sofisti del proprio tempo.

Il fondatore del neoplatonismo, che si sentiva solo un sincero platonico, ha offerto alle riflessioni filosofiche una nuova potente prospettiva, la totalità della realtà vista alla luce dell’Uno che la trascende e la vivifica, rende l’uomo consapevole della propria inquietudine e della propria dignità nel forte legame naturale con la dimensione divina, la possibilità di superare le innumerevoli articolazioni del male senza farne una divinità alternativa come nel contemporaneo manicheismo, di riscoprire le vie per ritornare alla propria origine. Plotino può essere considerato un simbolo di come l’incontro tra le diverse culture rende molto più creativa la mente umana: un egiziano che è filosofo greco e cittadino romano, un platonico che studia Aristotele e rielabora concetti stoici, un ispirato che non cala dall’alto le sue sentenze ma le discute dialetticamente per consolidarle, un mistico che esalta la ragione ma la apre al trascendente.

Plotino esalta la bellezza del mondo sensibile contro il disprezzo degli gnostici, rivede il modo di considerare la materia, modo spesso fraintesi da vari studiosi eppure fondamentale per comprendere come Plotino possa considerare il mondo sensibile non una prigione dell’anima ma un capolavoro della provvidenza divina. Il classico dualismo platonico tra anima e corpo non diventa disprezzo del corpo, nonostante le contrapposizioni dialettiche, ma porta alla riscoperta della bellezza autentica del corpo che favorisce il ricupero ancora maggiore della ricchezza dell’anima. La prima Via per il ritorno all’Uno, la via etica, consiste nella pratica delle virtù. L’essenza delle virtù sta nella purificazione dell’anima per accrescere in essa la libertà che la rende sensibile alla bellezza superiore. Le due Vie che risvegliano l’anima dal torpore della mediocrità sono la Via della bellezza che porta a rinnovare la vita per tutti gli uomini e la Via dell’amore che rinnova tutti i viventi. La Via della dialettica richiede una buona maturazione nell’etica, il gusto della bellezza proprio dell’artista e lo slancio interiore tipico dell’innamorato.

Virtù, bellezza, amore e dialettica sono le diverse Vie all’Uno. Queste diverse Vie non arrivano direttamente all’Uno ma solo alla sua soglia; oltre quella soglia non funzionano né le argomentazioni della ragione né le intuizioni dell’intelletto, né il fascino della bellezza né lo slancio dell’amore, se non sono stati previamente purificati in modo radicale in ulteriore procedimento: la semplificazione.

Maurizio Marin, nato a Casoni di Mussolente (Vicenza) nel 1955, è ordinario di Storia della Filosofia Antica all’Università Pontificia Salesiana di Roma. Oltre a numerosi articoli e diversi volumi frutto dei convegni organizzati nell’Istituto di Scienze della Religione nella Facoltà di Filosofia, ha pubblicato Il fascino del divino (LAS 2000) e L’estasi di Plotino (LAS 2007).



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La relazione uomo-natura nell'ontologia di Nicolai Hartmann. Per un possibile dialogo con l'etica ambientale"
Editore: ETS
Autore: Bertolini Simona
Pagine: 150
Ean: 9788846754677
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Sebbene la filosofia di Nicolai Hartmann (1882-1950) preceda di decenni il sorgere dell'etica ambientale, essa si presta al dialogo con diverse posizioni maturate al suo interno, con cui condivide un'ontologia non antropocentrica e una corrispondente visione dell'uomo e della sua apertura valutativa al mondo. Il volume attraversa i testi dell'autore con l'obiettivo di ricostruire la sua concezione del rapporto fra essere umano e universo naturale (da un punto di vista tanto ontologico quanto pratico), al fine di attualizzarne il pensiero e di cogliere in esso una via originale che porta a difendere il valore della natura in considerazione della sua totalità: una via che certo si distingue dagli olismi più diffusi dell'etica dell'ambiente, ma che non per questo si rivela inadatta a essere confrontata coi loro assunti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Motivazione delle leggi"
Editore: Giappichelli
Autore:
Pagine:
Ean: 9788892100985
Prezzo: € 19.50

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Immagini di conoscenza giuridica"
Editore: Giappichelli
Autore: Licci Giorgio
Pagine: XVI-323
Ean: 9788892112841
Prezzo: € 32.00

Descrizione:«L'origine prima di questo libro si colloca alla fine del secolo scorso, quando fui titolare dell'insegnamento di Filosofia del Diritto nella sede di Alessandria dell'Ateneo torinese, poi divenuta Università del Piemonte Orientale. Le lezioni che tenni dal 1996 al 1999 furono da me raccolte con il titolo: "Il diritto e i suoi contesti problematici. Immagini di conoscenza giuridica" e pubblicate da Cedam nel 2000. Il successo, anche fuori dal circuito universitario, che fece esaurire l'opera in brevissimo tempo, e le ripetute e commoventi richieste dei miei estimatori (studiosi, ma soprattutto studenti) mi indussero, nel 2011, a rivedere il testo, arricchendolo con le risultanze delle mai abbandonate ricerche sulle infinite angolazioni del fenomeno della giuridicità e sulle premesse metateoriche del diritto penale. L'Università italiana mi aveva, nel contempo, posto davanti al bivio di collocare la mia posizione universitaria nel settore delle discipline penalistiche o nel settore delle discipline filosofiche. L'opzione per il diritto penale non mi ha impedito di continuare a coniugare la ricerca penalistica con la filosofia giuridica, la cui interrelazione risponde ad una risalente e prestigiosa tradizione dell'accademia tedesca: "ohne Philosophie ist das Strafrecht undenkbar" scriveva Giuseppe Bettiol (e lo scriveva in tedesco), alludendo, peraltro, più alle premesse assiologiche che alle premesse epistemologiche del diritto penale. Le ricerche di metascienza e di filosofia del diritto sono venute a saldarsi, in progresso di tempo, non soltanto con le ricerche penalistiche, ma anche con gli studi di antropologia giuridica. Nel quadro metacontestuale del lavoro, si confrontano, dunque, tradizioni ed accostamenti problematici sensibilmente diversi, che ho ritenuto di suddividere in tre parti, assecondando un sintagma orientato ad una ridefinizione della conoscenza giuridica, la quale culmina nella versione più radicale del cognitivismo. Questo profilo emerge soprattutto nell'ultima parte della indagine, recante la tesi di fondo del libro, a mente della quale la giuridicità si emancipa dalla dimensione di mero oggetto di conoscenza, per assumere il ruolo di filtro cognitivo, capace di decodificare tematiche e problematiche extragiuridiche, come la teoria dei giochi, la tragedia greca, il dramma wagneriano, l'analisi macrostorica, la comparazione fra mitologie e modelli di religiosità.» (Dalla prefazione)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scritti in memoria di Michele Costantino"
Editore: Edizioni Scientifiche Italiane
Autore:
Pagine: 1514
Ean: 9788849537185
Prezzo: € 200.00

Descrizione:Scritti di autori vari.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Per la critica della ragione europea. Riflessioni sulla spiritualità illuminista"
Editore: Mimesis
Autore: Leghissa Giovanni
Pagine: 160
Ean: 9788857552125
Prezzo: € 11.00

Descrizione:In un momento in cui il progetto di unificazione europea sembra sparire non solo dall'agenda dei politici, ma anche dall'immaginario collettivo dei cittadini dell'Unione, si tratta di chiedersi di quali valori comuni può e deve dotarsi l'Europa per ridare vita a un futuro condiviso. Ne va della sopravvivenza dei singoli stati europei. Per fondare un futuro comune, è indispensabile costruire una mitologia politica comune. È necessaria una forma di spiritualità che unisca non solo le menti, ma anche i cuori degli europei. Tale spiritualità può essere ritrovata in una certa eredità illuminista, più precisamente in quella declinazione radicale dell'Illuminismo che ha saputo fondare i valori della tolleranza, dell'eguaglianza e, soprattutto, della libertà individuale su una concezione del mondo di tipo materialistico. L'Illuminismo sta alla base del progetto comune europeo, ciò accade perché con esso non si intende solo un'astratta filosofia, ma anche un modo di stare al mondo, che fa della finitezza e della vulnerabilità dei viventi (si pensi alla Ginestra leopardiana) il punto di partenza di quella pratica di accoglienza dell'altro che deve stare alla base di ogni autentica democrazia.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La filosofia come terapia dell'anima. Linee essenziali per una spiritualità filosofica"
Editore: Diogene Multimedia
Autore: Cavadi Augusto
Pagine: 262
Ean: 9788893630740
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Ogni spiritualità è caratterizzata da una tensione di fondo. In alcuni casi è la ricerca di uno stato di benessere psicologico; in altri la passione per gli aspetti enigmatici della vita terrena (e ultraterrena), da sondare facendo ricorso anche a risorse paranormali; in altri ancora il desiderio di immedesimarsi con profeti autorevoli, contemporanei o attestati dalla tradizione. Anche la spiritualità filosofica è polarizzata su un obiettivo qualificante: l'attrazione per ciò che è davvero reale. Il filosofo non disdegna né il benessere psichico né la curiosità per i segreti dell'universo né la guida di maestri saggi e credibili... Ma questi e simili interessi rivestono, ai suoi occhi, un valore secondario. Sono fattori opzionali. Ciò che davvero lo possiede e lo muove è un'insaziabile sete di "verità". Al di là delle infinite dispute su questa nozione, ogni filosofo vuole sapere come stanno le cose: e se le cose non esistono (sono pura illusione) o esistono ma sono incomprensibili (sono impastate di assurdità), vuole sapere almeno questo. Egli è irresistibilmente attratto da ciò che è in quanto è: non ha pace sino a quando non appura la realtà.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Etiche e filosofie della vita. Studi in onore di Giambattista Vaccaro"
Editore: Guida
Autore:
Pagine: 154
Ean: 9788868664664
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Come ripensare le fondamentali questioni etico-politiche nell'odierno panorama sociale e culturale, attraversato da lacerazioni e conflitti che si estendono al di là dei confini nazionali e sembrano presagire il crollo di antiche e consolidate istituzioni? Conserva la sua validità la questione del senso, con le sue implicazioni escatologiche e teologiche, laddove antiche e nuove divinità confliggono per arrogarsi il dominio dei mercati internazionali? Tali interrogativi, insieme a molti altri, hanno costituito, la trama delle appassionate ricerche condotte da Giambattista Vaccaro nell'arco della sua lunga carriera di studioso. A conclusione della sua attività di docenza nell'Università della Calabria, alcuni Colleghi hanno voluto dedicare il presente volume all'amico e allo studioso, ripensando alcune sue tematiche centrali o proponendo loro riflessioni e testimonianze.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Luigi Ontani in teoria. Filosofia, estetica, psicoanalisi nell'opera e nell'artista"
Editore: Alpes Italia
Autore: Giambrone Giulia
Pagine: 114
Ean: 9788865315422
Prezzo: € 13.00

Descrizione:"In teoria, ma in pratica..." Anche i proverbi sembrano negare l'importanza della teoria. Nell'epoca della tirannia dell'immagine, torna il bisogno di riportare alla luce l'elemento teorico, soprattutto nei confronti dell'opera d'arte. Essa prova la reversibilità tra immagine e teoria: il pensiero complesso si scioglie nella semplicità immanente dell'immagine che è quindi, per eccellenza, il luogo dove la teoria dimora. Le opere dell'artista Luigi Ontani dimostrano l'efficacia di questo principio: in esse abitano le idee di spazio, di identità, di soggetto. Partendo dall'analisi di alcune teorie generate dalla filosofia, dall'estetica e dalla psicoanalisi, si può giungere progressivamente all'opera d'arte. Sarà dunque la pratica a fornire una spiegazione della teoria tanto che potremo finalmente dire "In teoria e in pratica".

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tra Dio e il cosmo"
Editore: Laterza
Autore: Raimon Panikkar, Gwendoline Jarczyk
Pagine: 225
Ean: 9788858134924
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Raimon Panikkar espone in questo dialogo la sua visione trinitaria della realtà, in cui l’uomo appare come elemento di congiunzione tra Dio e il cosmo. La sua riflessione si sviluppa attorno a molti temi: quelli dell’etica e della scienza, del male e della mistica, della Chiesa e delle spiritualità orientali. Ricercatore appassionato e insieme assolutamente rigoroso, questo cantore del dialogo fra le religioni si rivela qui un grande saggio alla ricerca della semplicità armoniosa e dell’unità. Le sue riflessioni invitano alla tolleranza, al dialogo e all’accoglienza del pensiero ‘altro’ da noi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Giulio Cesare Vanini nella cultura filosofica francese del Seicento e del Settecento. Dal «Libertinisme érudit» all'Illuminismo"
Editore: La Scuola di Pitagora
Autore: Carparelli Mario, Apollonio Simona, Fazio Domenico M.
Pagine: 380
Ean: 9788865426371
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Personaggio sfuggente alle categorie tradizionali della storiografia, il filosofo Salentino Giulio Cesare Vanini (1585-1619) è stato oggetto negli ultimi anni di una progressiva riscoperta e rivalutazione, che ha reso finalmente giustizia alla rilevanza della sua figura di intellettuale. Il presente lavoro intende mettere in luce come gli esiti originali dell'opera vaniniana rompano gli argini speculativi della filosofia del tardo Rinascimento, ponendosi già entro l'orizzonte di pensiero del libertinismo francese seicentesco e facendo sentire la propria eco anche nei maggiori esponenti della filosofia dell'Illuminismo. Inserendo Vanini nel contesto della cultura Francese del Sei e Settecento, e ricollegandosi agli altri studi precedenti sulla sua fortuna, questa ricerca si propone l'obbiettivo di mettere ulteriormente in rilievo la statura europea di questo audace e dissacrante filosofo pugliese. A partire dalla ricostruzione degli ultimi anni parigini di Vanini e da una ricognizione dei ritratti più suggestivi della sua personalità filosofica nelle testimonianze di numerosi autori francesi della prima metà del '600, si sono presi in esame alcuni significativi momenti della ricezione delle sue opere nei pensatori libertini del XVII secolo, allo scopo di dare poi risalto a quei temi e motivi del pensiero vaniniano che, nei decenni successivi, in maggior misura cattureranno l'interesse di diversi esponenti di spicco dell'illuminismo francese - primo fra tutti, la denuncia della religione come «instrumentum regni». Si è voluto così offrire un contributo alla «Wirkungsgeschichte» della filosofia di Vanini che facesse emergere come le alterne vicende della fortuna del suo pensiero siano profondamente legate alla specificità e alla vivacità del contesto storico e culturale della Francia tra il XVII e il XVIII secolo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Impegno politico e libertà dell'Evangelo"
Editore: Castelvecchi
Autore: Karl Barth
Pagine: 78
Ean: 9788832822830
Prezzo: € 12.50

Descrizione:Nel 1919 Karl Barth pubblica questa prima versione del celebre commento al capitolo 13 della Lettera ai Romani. La riflessione condotta sulle parole di Paolo nasce dall'esperienza decennale come pastore a Safenwil, dove il teologo aveva congiunto al ministero religioso una decisa militanza politica. In questi anni, molto vicino al socialismo e militante attivo nel movimento operaio, Barth non cessa di riflettere sulle ragioni e sui limiti dell'impegno politico di fronte a quello, assoluto e trascendente, rappresentato dalla fede. Il cristiano può - anzi, in determinate contingenze, deve - accettare lo Stato, ma questo non può mai esser tutto per lui, in quanto egli appartiene a uno «Stato superiore»; infatti la sua libertà si fonda sull'indipendenza da qualsiasi ideologia o peculiare forma di governo. Prendendo le distanze dalla tentazione di ogni sorta di «Cristianesimo sociale», Barth ribadisce tuttavia la necessità di una formazione politica della coscienza, unita al dovere di lottare per la salvezza complessiva dell'umanità. Il seme gettato in queste intense pagine germoglierà nei successivi sviluppi del pensiero barthiano, e continua ad essere un invito a interrogare instancabilmente il rapporto, perennemente in tensione, tra fede e potere politico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Panopticon. Venti saggi da leggere in dieci minuti"
Editore: Einaudi
Autore: Enzensberger Hans Magnus
Pagine: 128
Ean: 9788806217686
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Proponendo nel medesimo volume le radici sia della filologia che dell'informazione sessuale, cosí come le inevitabili implicazioni dei privilegi e le analogie tra scienza e religione, l'autore non si limita a sfiorare superficialmente diversi aspetti dell'attualità, ma entra nel vivo per affrontarli con sagacia. L'intenzione è costantemente supportata da citazioni di esperti, da lui definiti «i miei santi protettori e garanti». Enzensberger tiene a sottolineare che il titolo trae ispirazione dal "Panoptikum" realizzato dal comico tedesco Karl Valentin a metà degli anni Trenta, un insolito gabinetto degli orrori e delle curiosità cui avvicinarsi senza porsi troppe domande. È proprio questo l'atteggiamento richiesto al lettore nell'accostarsi all'opera.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pensare con le mani. Le radici culturali della crisi europea"
Editore: Transeuropa
Autore: Rougemont Denis de
Pagine: 224
Ean: 9788898716944
Prezzo: € 19.89

Descrizione:Quale incidenza ha ancora la cultura nella nostra società? Gli intellettuali, i "chierici", giocano ancora un ruolo decisivo nel definire l'assetto socio-politico dell'Occidente? E se non è così, è perché essi hanno abdicato o perché hanno subito un ammutinamento? È possibile allora indicare nuovamente un fine comune all'agire e al pensare, che inscriva entrambi entro un unico orizzonte di senso? Queste domande, attualissime, assillavano già negli anni Trenta Denis de Rougemont, allora membro attivo nel movimento personalista parigino. Il momento storico era tra i più delicati, teso tra le macerie di una guerra passata e le sirene di quella futura: de Rougemont cercò di rimettere insieme i cocci, e allo stesso tempo di prevenire future malattie. La via che egli indicava era quella del recupero del valore assoluto della "persona", dell'irripetibilità e della dignità di ognuno nel proprio nucleo esistenziale: così la società occidentale ritroverebbe un fine comune, così l'Europa guadagnerebbe nuovamente un telos verso cui indirizzare le proprie millenarie risorse culturali.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La verità in politica"
Editore: Castelvecchi
Autore: Heller Agnes
Pagine: 48
Ean: 9788832825671
Prezzo: € 5.00

Descrizione:L'ultimo secolo ha visto cambiamenti epocali: la trasformazione della società di classe in società di massa, l'accentuarsi del legame fra scienza e tecnologia, le guerre mondiali, i sistemi totalitari, l'accelerazione digitale. Riattualizzando la visione della modernità offerta da Max Weber, Heller riflette sul nostro tempo e in particolare sul concetto di verità nella sfera politica. Cosa consideriamo vero? Quanto pesa l'interpretazione sulle nostre posture politiche? In che modo la verità politica si distingue dal vero in altre sfere del mondo moderno? Ma cos'è, poi, in fondo, la verità? Questo breve saggio ci sorprenderà con la spiazzante posizione della filosofia rispetto a tali interrogativi.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tentazione di Siracusa"
Editore: Mimesis
Autore: Derrida Jacques
Pagine:
Ean: 9788857554372
Prezzo: € 6.00

Descrizione:Il 18 gennaio 2001, su proposta del Collegio Siciliano di Filosofi a, il Sindaco di Siracusa, Giambattista Bufardeci, conferiva la cittadinanza onoraria a Jacques Derrida. In quella memorabile occasione il filosofo franco-algerino tenne una conferenza dal titolo Tentazione di Siracusa, pertinente metafora che evoca i cattivi rapporti intercorsi tra filosofia e politica che, a partire dai ricorrenti viaggi di Platone nella città siciliana, hanno scandito il tema della ricerca permanente della fondazione legittima del potere. Nel suo discorso, pronunciato in una città simbolo del Mediterraneo, Derrida indicava lucidamente alcune questioni - la crisi dello Stato-nazione, il tema della cittadinanza, delle frontiere, dell'ospitalità, del diritto d'asilo, dell'immigrazione, fra le altre - che, in forma ancor più drammatica, dopo l'11 settembre, inquietano la nostra attuale condizione. Postfazioni di Elio Cappuccio e Roberto Fai.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teologie e politica"
Editore: Quodlibet
Autore:
Pagine: 384
Ean: 9788822902429
Prezzo: € 24.00

Descrizione:

Il legame tra la teologia e la politica è tornato prepotentemente in primo piano, non solo con l’affermarsi di forme di radicalismo islamico, ma anche con la rinnovata centralità del cristianesimo, e delle forme di vita tradizionali a esso ispirate, nel “secolarizzato” Occidente. Come provano a dimostrare i testi raccolti in questo volume, però, fra la politica e la religione c’è una relazione ben altrimenti complessa, in gran parte confluita nell’elaborazione del concetto di “teologia politica”, a significare l’origine teologica delle categorie portanti della moderna politica occidentale. Come è giusto ricordare, questo approccio, che ovviamente va fatto risalire a Carl Schmitt, ma anche a Jacob Taubes, ha goduto di una ricezione privilegiata e precoce da parte degli intellettuali italiani, in largo anticipo rispetto ad altri contesti culturali.

È dunque nell’arco dell’orizzonte teorico schmittiano e della sua critica che i contributi qui offerti cercano di mettere a fuoco il nesso tra religione e politica, lungo un percorso articolato in tre tappe, corrispondenti alle tre parti del libro: Teologia politica e pensiero italiano, Il dibattito tedesco e Per una critica della teologia politica. L’ambizione collettiva degli autori è quella di confrontarsi fruttuosamente con la pluralità dei discorsi teologici politicamente attivi, propri tanto dei monoteismi quanto delle rivoluzioni (si pensi alla “spiritualità politica” di cui parlò Foucault in occasione della sollevazione iraniana del 1978), e con gli addentellati che essi presentano con la dimensione economica – travolta dalla grande recessione iniziata nel 2008 –, con quella giuridica e con quella più propriamente politologica.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Movimenti del pensiero"
Editore: Quodlibet
Autore: Wittgenstein Ludwig
Pagine:
Ean: 9788822902818
Prezzo: € 16.50

Descrizione:I diari di Wittgenstein, scritti per metà a Cambridge fra il 1930 e il 1932, per l'altra metà a Skjolden, in Norvegia, fra 1936 e il 1937, fanno parte di un unico quaderno venuto alla luce solo nel 1996. Al di là dell'unicità di "genere" del testo (si tratta dell'unico diario "tradizionale" conservato di Wittgenstein), e delle informazioni inedite in esso depositate per i biografi, esso costituisce in primo luogo un ambito eccezionalmente consono al potenziale espressivo dell'autore. Soprattutto in questo senso si tratta di un unicum: la scrittura per aforismi si sente meno che mai debitrice verso la necessità del filosoficamente compiuto, del sistematico - dell'opera; aderisce in pieno, come deve, alle tonalità emotive che orientano momento per momento la vita di ognuno, e porta questo diario, come scrive Michele Ranchetti, a iscriversi nella «tradizione delle memorie d'anima della cultura tedesca, non strutturate per argomenti ma lasciate libere di corrispondere alla necessità di non perdere mai il rapporto del singolo con se stesso».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il mistero della realtà"
Editore: Cortina Raffaello
Autore: Searle John R.
Pagine: XXIV-300
Ean: 9788832850703
Prezzo: € 26.00

Descrizione:Se guardiamo la realtà con gli occhi delle scienze naturali, l'Universo ci appare costituito esclusivamente di particelle fisiche che interagiscono tra loro entro campi di forza. Ma come possono trovare posto in questa descrizione della realtà cose come le menti, la coscienza, il linguaggio, il denaro, gli Stati? In che rapporto stanno questi elementi della realtà umana con la realtà di base delle particelle elementari? Se la realtà umana si origina nella coscienza, può la coscienza stessa essere descritta come un fenomeno biologico al pari della fotosintesi? Sono queste le domande fondamentali della filosofia contemporanea alle quali John Searle risponde nel volume. L'autore rivisita i principali risultati delle proprie ricerche e delinea, in un serrato dialogo critico con le più recenti teorie della mente, un'originale concezione unificata della realtà che si pone come alternativa tanto al dualismo cartesiano quanto al materialismo scientifico. Ne risulta il quadro d'insieme a oggi forse più completo del suo sistema filosofico.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pagine scelte"
Editore: Marietti
Autore: Simone Weil
Pagine: 280
Ean: 9788821112072
Prezzo: € 20.00

Descrizione:A 110 anni dalla nascita si può affermare che Simone Weil ha rappresentato uno dei punti più alti della coscienza critica tra le due guerre per il rigore della sua analisi della storia e della cultura occidentale e per l'acutezza del suo pensiero. I testi proposti in questo volume ripercorrono le tappe della sua vicenda esistenziale tra militanza politica e impegno intellettuale nel ripensare i fondamenti di una rinnovata vita sociale e spirituale attraverso una originale visione religiosa. La quantità di problemi sociali, politici, storici, filosofici, religiosi affrontati con estrema lucidità, dà la misura del compito che si era prefissa, avendolo precocemente individuato come il compito cruciale richiesto dalla crisi dell'Occidente.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Filosofia delle emozioni"
Editore: Il Nuovo Melangolo
Autore: Isabella Adinolfi, Laura Candiotto
Pagine: 150
Ean: 9788869831768
Prezzo: € 14.00

Descrizione:Le emozioni e i sentimenti ci dicono molto di più delle parole. A volte sono anche in grado di dischiudere ciò che ci sta più a cuore, i valori attraverso cui diamo senso a ciò che ci accade. A volte possono ingannare, ma sempre esprimono l’orizzonte di significato all’interno del quale il soggetto che sente, pensa e agisce costituisce la propria identità in relazione con il mondo. Questo volume interroga la dimensione conoscitiva svolta dalle emozioni in relazione all’etica, alla politica e alla teologia. Uno sguardo plurale (di studiosi diversi per formazione: Candiotto, De Monticelli, Tarca, Fortunato, Adinolfi) per orientare il lettore nella conoscenza affettiva e nei suoi valori.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU