Articoli religiosi

Libri - Pastorale



Titolo: "Psicologia e teologia in dialogo. Aspetti tematici per la pastorale odierna"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Cantelmi Tonino, Laselva Pasquale, Paluzzi Silvestro
Pagine: 160
Ean: 9788821551116
Prezzo: € 10.00

Descrizione:Lo psicologo e lo psichiatra cattolico sono dei professionisti ma anche dei credenti e come tali interessati esistenzialmente al bene integrale dell'uomo. Anche se essi faranno riferimento ad una antropologia cristiana, offrono il loro prezioso contributo, maturato in ambito clinico ed accademico, al dibattito scientifico-culturale per una maggiore esigenza di chiarezza epistemologica e metodologica dei ruoli tra psicologo e pastore d'anime, tra scienza e fede, tra azione umana e grazia. Gli autori del presente volume, articolando i contributi tematici di diversi autori cattolici (Browning, Cencini, Forte, Imoda, Panizzolo, Rulla…), sostengono che l'incontro tra psicologia e teologia ha primariamente e metaforicamente luogo nell'intimo dell'uomo, nel momento in cui egli si pone la domanda sul senso della propria vita. Tonino Cantelmi, psichiatra e psicoterapeuta, è presidente dell'Associazione Psicologi e Psichiatri Cattolici (AIPPC) e direttore della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo-Interpersonale (ARPCI) di Roma. È docente di psicopatologia presso la Pontificia Università Gregoriana e di psichiatria nell'Ateneo Pontificio "Regina Apostolorum" di Roma. Componente dell'Osservatorio Nazionale Salute Mentale - Ministero della Salute. Ha pubblicato recentemente: La mente virtuale (San Paolo); Gli dei morti son diventati malattie (Sodec). Pasquale Laselva, psicologo clinico, è socio dell'Associazione Italiana Psicologi e Psichiatri Cattolici (AIPPC) e della Società Italiana di Psicoterapia Cognitivo-Interpersonale (ARPCI) di Roma. Consulente del Centro di Ascolto del Consultorio Familiare della Diocesi di Monopoli-Conversano e collaboratore della Federazione Italiana Gioco Calcio - Comitato R. Puglia S.G.S. Silvestro Paluzzi, psicologo clinico e psicoterapeuta, è docente di psicologia della Pontificia Università Urbaniana, Facoltà di Filosofia; Istituto Superiore di Catechesi e Spiritualità Missionaria "Redemptoris Missio"; Istituto Superiore per lo Studio della non Credenza, della Religione e delle Culture (I.S.A.). è direttore del Centro di Psicologia Clinica "Diakonia Oltrefrontiera" e coautore di oltre settanta pubblicazioni nazionali e internazionali nell'ambito cognitivista; è, inoltre, autore del Manuale di Psicologia (Urbaniana University Press, 1999).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Luce e guida nel cammino. Manuale di direzione spirituale"
Editore: Edizioni Dehoniane Bologna
Autore: Goya Benito
Pagine: 232
Ean: 9788810430057
Prezzo: € 25.80

Descrizione:Nelle comunità cristiane e religiose corre la fondata lamentela di una preoccupante scarsità di direttori spirituali. Infatti, mentre un tempo seminaristi, sacerdoti e religiosi erano i destinatari quasi esclusivi della direzione spirituale, che peraltro veniva esercitata dai soli sacerdoti, ora una quantità sempre maggiore di credenti, uomini e donne, è entrata attivamente in questo movimento di ricerca e di orientamento spirituale. E sempre più numerosi sono i laici che hanno abbracciato con entusiasmo tale apostolato, anche in considerazione del fatto che la netta maggioranza degli operatori di aiuto in campo psicologico sono ormai donne. Le riflessioni proposte dall'autore presentano una direzione spirituale orientata a far conoscere l'immenso amore personale di Dio per ciascuno dei suoi figli, a raggiungere un'esperienza crescente di questo amore e a corrisponderlo con tutto il cuore e l'anima, con tutte le forze, dopo un'adeguata liberazione dagli ostacoli. Esse costituiscono inoltre un tentativo di arricchire la direzione spirituale tradizionale, di stile fondamentalmente teologico e giuridico, con il contributo delle scienze umane. Queste ultime hanno infatti compiuto grandi progressi nel campo delle tecniche per gli incontri di aiuto, nelle strategie di accompagnamento e relativamente ai possibili transfer, nonché meccanismi di interferenza vicendevole. Non si tratta quindi di rispolverare antiche pratiche, ma di formare validi operatori della pastorale individuale in grado di assolvere con competenza ed entusiasmo il loro compito nella Chiesa.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Appunti di teologia pastorale. Pratica del ministero sacerdotale per il giovane clero"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Alberione Giacomo
Pagine: 432
Ean: 9788821547706
Prezzo: € 29.00

Descrizione:L'opera Appunti di teologia pastorale segna l'inizio della produzione editoriale di don Giacomo Alberione (1884-1971) ed è uno dei frutti più significativi dei primi anni di ministero sacerdotale. Questi lo vedono impegnato dapprima in parrocchia, a diretto contatto con i fedeli, poi in seminario come formatore dei chierici. Il libro vede la luce nel 1912 e porta in sé la freschezza dell'impegno pastorale e del confronto con altri sacerdoti, coinvolti nella stesura del volume. L'attenzione alla pastorale caratterizzerà il giovane sacerdote anche quando egli si dedicherà totalmente alla Famiglia Paolina, che tra il 1914 e il 1971 vedrà sorgere ben 10 istituzioni, di cui cinque congregazioni religiose. Come don Alberione ha maturato il passaggio da un ministero diretto e tradizionale a uno più indiretto e moderno? La risposta va cercata nel desiderio profondo di portare il Vangelo al maggior numero possibile di persone, desiderio che nasce da un cuore che ha fatto sua la "compassione" di Gesù per le folle. Pur valorizzando i mezzi "più celeri ed efficaci", don Giacomo continuerà ad esortare i suoi figli e le sue figlie a farne un uso "pastorale". La nascita stessa, nel 1938, delle suore di Gesù Buon Pastore (Pastorelle) è il segno evidente di quanto quei primi anni di "esperienza sul campo" continuino a segnare lo slancio creativo dell'Alberione. Sommario dell'opera: PARTE PRIMA: Dei fondamenti dello zelo (Della pietà in generale - Le pratiche di pietà - I frutti di pietà - Virtù sacerdotali - Lo studio - L'amministrazione dei beni materiali) PARTE SECONDA: Della cura pastorale e dei suoi mezzi generali (Dell'azione pastorale in genere - Norme al clero in generale per riguardo alla cura d'anime - Relazioni del sacerdote - Dell'azione pastorale di alcuni sacerdoti) PARTE TERZA: Di alcune opere particolari proprie dello zelo sacerdotale (Confessione - Della S. Comunione - Funzioni - Predicazione - Catechismo - Principali devozioni… - Azione cattolica - Opere particolari d'azione cattolica - Le vocazioni religiose - Organizzare feste - Costruzione di chiese)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Comunicare il vangelo in un mondo che cambia. Orientamenti pastorali dell'episcopato italiano per il primo decennio del 2000. Con guida alla lettura"
Editore: Paoline Edizioni
Autore: Conferenza Episcopale Italiana
Pagine: 124
Ean: 9788831524070
Prezzo: € 1.70

Descrizione:Il documento pubblicato nel 2001 dalla CEI, viene proposto con una guida alla lettura di Mons. Renato Corti, Vescovo di Novara. Per aiutare una costruttiva lettura del testo, egli risponde a due domande: quali sono le ragioni per cui si è scelto il tema e quali sono i punti nodali del documento. In appendice, alcune indicazioni per una "agenda pastorale" del prossimo decennio.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Camminare insieme. Psicologia pastorale"
Editore: San Paolo Edizioni
Autore: Szentmártoni Mihály
Pagine: 256
Ean: 9788821545306
Prezzo: € 16.53

Descrizione:Questo libro racchiude un programma e un messaggio. Il programma esprime la nuova concezione della psicologia pastorale come un ramo della psicologia che studia i processi inerenti alle situazioni pastorali. Il messaggio si riferisce all'impostazione dell'aiuto pastorale concepito come mano fraterna tesa al prossimo in necessità. In questa prospettiva, l'opera propone una chiave di lettura di alcune concrete situazioni pastorali: consulenza pastorale, direzione spirituale, confessione, assistenza dei malati e dei moribondi, dei portatori di handicap, delle persone afflitte dalla sindrome post-abortiva. La novità dell'approccio sta nel dialogo interdisciplinare tra la psicologia e la teologia. Mihály Szentmártoni, gesuita, professore di psicologia e spiritualità, è nato nel 1945 a Novi Sad (Jugoslavia). Dal 1981 ha tenuto vari corsi a Zagabria e a Roma; ha lavorato per molti anni come direttore e consultore del «Centro per la famiglia» a Zagabria; ha scritto numerosi articoli e libri tradotti in più lingue. Attualmente è preside dell'Istituto di scienze religiose della Pontificia Università Gregoriana (Roma). Negli ultimi anni la sua ricerca scientifica si è concentrata ad approfondire il dialogo interdisciplinare tra la psicologia e la spiritualità. Frutto di quest'orientamento sono stati: il volume In cammino verso Dio. Riflessioni psicologico-spirituali su alcune forme di esperienza religiosa (San Paolo 1998); lo studio «Brigida Morello di Gesù: profilo psico-spirituale» (in Brigida Morello di Gesù, Lib. Ed. Vaticana 1997); lo studio su «Psicopatologia e santità» (in La santità, Chirico 2001).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il progetto culturale della Chiesa italiana e l'idea di cultura"
Editore: Glossa Edizioni
Autore: Giuseppe Angelini, Gianni Ambrosio, Antonio Margaritti
Pagine: 215
Ean: 9788871051215
Prezzo: € 13.50

Descrizione:Il volume raccoglie gli Atti del Convegno di Studio tenuto dalla Facoltà Teologica di Milano il 22-23 febbraio 2000 sul "progetto culturale"; espressione attorno alla quale si raccoglie l'impegno di riforma pastorale della Chiesa in Italia. Il "progetto culturale", così inteso, mira a ridefinire la figura complessiva del progetto pastorale della Chiesa; impegno che non può prescindere dall'attenzione esplicita e accurata agli aspetti dell'attuale trasformazione culturale del paese e prima ancora alla determinazione di cos'è cultura.Dopo la Prefazione del Card. C. Ruini, segue il contributo di G. Ambrosio che si propone di raccordare l'idea di cultura con il cammino complessivo conosciuto fino ad oggi dal progetto della Chiesa italiana. Un obiettivo analogo ha il successivo saggio di B. Seveso, per riferimento alla Chiesa cattolica tutta e con attenzione alla letteratura teologico pastorale. Alla istruzione del tema 'cultura' a procedere dalle forme della riflessione sociologica e filosofica del nostro tempo, provvedono rispettivamente i saggi di R. Cipriani e A. Da Re. Le ultime due riflessioni affrontano la questione di carattere più immediatamente teorico: A. Margaritti, nell'ottica della riflessione filosofica, cioè nell'ottica della relazione cultura e verità e G. Angelini nell'ottica di una teoria teologica della 'cultura'.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La regola pastorale"
Editore:
Autore: Gregorio Magno (san)
Pagine: 280
Ean: 9788831130288
Prezzo: € 28.00

Descrizione:

INTRODUZIONE

1. Vita

Gregorio nacque intorno al 540, a Roma, da famiglia senatoriale di profonda e vissuta fede cristiana. Ancora giovane, nel 573, fu nominato prefetto dell'Urbe, ma ben presto maturò in lui la vocazione monastica e lasciato il servizio nel mondo si ritirò nel suo palazzo al Celio, trasformato in monastero, dove visse sotto l'obbedienza di un abate finché il papa Pelagio ii, lo inviò come suo delegato presso la corte imperiale a Costantinopoli. Nel 586 fu richiamato a Roma dove poté riprendere la vita monastica applicandosi tutto alla meditazione della Scrittura e dei Padri. Quando nel 590 il papa Pelagio mori per la peste che infieriva a Roma, clero senato e popolo acclamarono pontefice Gregorio; egli resistette a lungo a questa nomina sollecitando perfino il veto imperiale contro la scelta popolare, ma a nulla valse la sua resistenza e il 3 settembre 590 fu consacrato vescovo.

Fin dal principio del suo pontificato, Gregorio fu il pastore che egli stesso delinea nella Regola Pastorale, il quale « non attenua la cura della vita interiore nelle occupazioni esterne, né tralascia di provvedere alle necessità esteriori per la sollecitudine del bene interiore » (II,1). Amministrò così il patrimonio della Chiesa veramente come cosa dei poveri. Sul piano propriamente politico, Gregorio difese Roma dagli invasori e condusse una sapiente opera diplomatica nei confronti dei Longobardi e delle altre popolazioni barbariche. Nel suo governo della Chiesa, lottò contro la simonia e l'immoralità del clero. Attraverso i monaci da lui inviati in Inghilterra, nel 596, operò con grande convinzione e terzacia l'evangelizzazione degli Anglosassoni.

Nel campo più proprio dell'attività del pastore, cioè la cura della formazione spirituale dei fedeli e della loro educazione alla preghiera, Gregorio richiamò in vigore alcuni esercizi di pietà fra cui le stazioni, ossia celebrazioni liturgiche che si tenevano in luoghi determinati, in occasione di ricorrenze di martiri o di altre feste importanti. Egli stesso vi prendeva parte tenendo anche l'omelia sul Vangelo letto. Riordinò e arricchì di orazioni il Sacramentario e l'Antifonario preesistenti e diede grande incremento alla Schola Cantorum, tale che poi, come è noto, il canto della Chiesa romana fu denominato da lui, gregoriano. Gregorio, che durante tutta la vita aveva molto sofferto di una salute cagionevolissima, morì il 12 marzo 604.

2. Opere

a) La Regola Pastorale; b) Le Omelie sui Vangeli; c) Commento al Cantico dei Cantici e al I Libro dei Re; d) I Dialoghi; e) Le lettere; II Commento al Libro di Giobbe o Scritti Morali; g) Le Omelie su Ezechiele.

3. La Regola Pastorale

Il Libro della Regola Pastorale fu composto da san Gregorio Magno all'inizio del suo pontificato (590-604) ed ebbe immediatamente grandissima fortuna. Il vescovo san Leandro di Siviglia lo diffuse nelle Chiese di Spagna; l'imperatore Maurizio lo fece subito tradurre in greco; in Inghilterra fu portato daiprimi evangelizzatori discepoli di Gregorio e fu poi tradotto in lingua sassone nel IX sec.; fu ugualmente conosciuto in Germania per opera di san Bonifacio, nell'VlII sec. Ma è soprattutto in Francia, all'epoca carolingia, che la Regola Pastorale riceve una consacrazione ufficiale attraverso le deliberazioni dei diversi concili di quella Chiesa. Dove si tratta della formazione del clero e della preparazione dei vescovi e dei preti, non solo si raccomanda, ma si ordina che la Regola Pastorale non sia ignorata: cosi l'Assemblea sinodale di Francoforte, nel 794. Al concilio di Tours, nell'813, si promulga che i vescovi devono studiare l'Evangelo e le lettere di san Paolo e, se è possibile, i Commentari dei santi Padri, i Canoni e il Libro della Regola Pastorale.

Al concilio di Magonza dello stesso anno, l'opera viene associata all'Evangelo e agli Atti degli Apostoli come testo base per la discussione dei prelati partecipanti. Inoltre, da un documento del IX sec., una lettera dell'arcivescovo di Reims, Hincmaro, si apprende che era uso per i vescovi prestare giuramento sul libro dei Canoni e sulla Regola Pastorale del santo Gregorio.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il primo comandamento. Riflessione teologico-pastorale"
Editore: Elledici
Autore: Biffi Giacomo
Pagine: 32
Ean: 9788801008241
Prezzo: € .77

Descrizione:L'autore offre una approfondita riflessione teologica-pastorale del primo comandamento: Non avrai altro Dio all'infuori di me.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Credenti senza la Chiesa? Unità della fede nella pluralità delle credenze"
Editore: Glossa Edizioni
Autore:
Pagine: 109
Ean: 9788871050737
Prezzo: € 9.30

Descrizione:Il testo pubblica gli Atti del Convegno sul tema "Unità della fede nella pluralità delle credenze: la problematica pastorale", organizzato dalla Scuola di Teologia del Seminario di Bergamo nel marzo del 1996. L'interesse del tema deriva dalla provocazione che il fenomeno della soggettivizzazione e diversificazione della fede comporta per la Chiesa. Da qui l'interrogativo sulle forme della pluralità nel vivere e pensare la fede per rapporto alla pluralità nel modo di credere e sentire religioso e sul necessario discernimento volto a determinare le condizioni e i parametri nei quali è possibile istituire criticamente le relazione tra la fede e il modo di pensare e di vivere nella società moderna. La prospettiva dell'indagine svolta risulta così dichiaratamente teologico-pastorale con l'obiettivo di offrire un contributo per un ripensamento della pratica pastorale contemporanea.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teologia pastorale [vol_1] / Pastorale fondamentale. La Chiesa fra compito e attesa"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Zulehner Paul M.
Pagine: 360
Ean: 9788839900937
Prezzo: € 27.00

Descrizione:L'Opera si prefigge di rispondere alle esigenze delle nuove situazioni pastorali nelle differenti comunità cristiane, coi loro problemi, coi loro bisogni di una riflessione più adeguata ai tempi, con la necessità sempre più urgente di indicazioni e criteri concreti di come comportarsi nell'animare una comunità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teologia pastorale [vol_2] / Pastorale della comunità. Luoghi di prassi cristiana"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Zulehner Paul M.
Pagine: 280
Ean: 9788839900944
Prezzo: € 22.00

Descrizione:L'Opera si prefigge di rispondere alle esigenze delle nuove situazioni pastorali nelle differenti comunità cristiane, coi loro problemi, coi loro bisogni di una riflessione più adeguata ai tempi, con la necessità sempre più urgente di indicazioni e criteri concreti di come comportarsi nell'animare una comunità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teologia pastorale [vol_3] / Passaggi. Pastorale delle fasi della vita"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Zulehner Paul M.
Pagine: 304
Ean: 9788839900951
Prezzo: € 23.00

Descrizione:L'Opera si prefigge di rispondere alle esigenze delle nuove situazioni pastorali nelle differenti comunità cristiane, coi loro problemi, coi loro bisogni di una riflessione più adeguata ai tempi, con la necessità sempre più urgente di indicazioni e criteri concreti di come comportarsi nell'animare una comunità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Teologia pastorale [vol_4] / Futurologia pastorale. La Chiesa in cammino verso la società di domani"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Zulehner Paul M.
Pagine: 364
Ean: 9788839900968
Prezzo: € 27.00

Descrizione:L'Opera si prefigge di rispondere alle esigenze delle nuove situazioni pastorali nelle differenti comunità cristiane, coi loro problemi, coi loro bisogni di una riflessione più adeguata ai tempi, con la necessità sempre più urgente di indicazioni e criteri concreti di come comportarsi nell'animare una comunità.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU