Articoli religiosi

Libri



Titolo: "Max Marra. L'inquieta bellezza della materia-The frantic beauty of matter. Ediz. illustrata"
Editore: Il Rio
Autore:
Pagine: 280
Ean: 9788832293944
Prezzo: € 40.00

Descrizione:Catalogo della mostra antologica allestita al Museo Museo MARCA di Catanzaro dal 25 giugno al 7 settembre 2021. Testi critici di Teodolinda Coltellaro e Giorgio Bonomi. Biografia di Silvia Pujia. Ripercorrendo all'indietro la storia creativa di un artista, si può tentare di risalire fino al punto germinale della sua sintassi espressiva per poi ripercorrerne il cammino in una retroversione evolutiva con la consapevolezza delle stazioni intermedie, ciascuna fondamentale per quella successiva. Anche l'opera di Max Marra si offre a questo particolare principio interpretativo. Infatti, attraversando a ritroso l'estensione del suo cammino artistico, si scopre l'essenza generativa dei suoi lavori creativi, si individuano le diverse fasi di ricerca, altrettante espressioni di un continuum operativo coerente in cui si placa, in modi sempre nuovi e diversi, l'urgenza dell'agire creativo, un agire che rimanda sempre e comunque ad una motivazione etica di fondo.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' arco di Costantino o della decadenza della forma"
Editore: Abscondita
Autore: Berenson Bernard
Pagine: 136
Ean: 9788884168726
Prezzo: € 19.00

Descrizione:«La condizione ideale, per chi voglia condurre una indagine sulla decadenza e la rinascita delle arti figurative, sarebbe di studiarle in un ambiente storico-geografico nel quale l'evoluzione si sia prodotta simultaneamente in ogni parte. Questa situazione ideale poté forse verificarsi in età remote - così remote che né caratteristiche locali né tanto meno genialità individuali potevano avere un peso. Ma anche lo studio delle arti preistoriche - aurignaciane, maddaleniane, solutreane, e quanti altri nomi si danno alle fasi aurorali dell'umana civiltà - ci è precluso. Malgrado dunque il desiderio d'investigare il problema della decadenza e rinascita delle arti in astratto, prescindendo da contingenze storiche, dobbiamo rassegnarci a studiarlo in concreto, in un periodo abbastanza vicino a noi, perché la storia ci sia più generosa in quantità e qualità di materiale superstite. E un tale periodo lo possiamo trovare nei dodici secoli circa di arte eurasiatica che vanno da Costantino il Grande a Carlo V. Le nostre ricerche si appunteranno perciò su questo lasso di tempo. Volta a volta, cominceremo con l'esaminare gli elementi decorativi dell'opera d'arte, e durante tale esame ignoreremo la storia - materiale, spirituale, politica e sociale - del suo tempo. La nostra attenzione non si fermerà, se non fuggevolmente, su questioni tecniche e su interpretazioni etiche o metafisiche. Ci dedicheremo interamente ad appurare la successione dei mutamenti che ebbero luogo nella produzione artistica dei dodici secoli sopra indicati. Quando tale successione sembri promettente, faremo qualche incursione in regioni o epoche diverse, per controllare se anche là si verifica la medesima evoluzione. In caso affermativo, potremo lasciarci tentare a concludere che certe sequenze tendono a ripetersi secondo un medesimo ordine in qualsiasi luogo».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Città di vita (2021)"
Editore: Polistampa
Autore:
Pagine: 112
Ean: 9788859621829
Prezzo: € 7.00

Descrizione:In questo numero: Antonio di Marcantonio, Dante e il nostro percorso umano Attualità francescana P. Stefano Ignudi, Prefazione alla seconda cantica (Purgatorio) Orlando Todisco, Lettura francescana della maternità di Maria Gian Matteo Serra, OP, L'abbraccio di San Domenico e San Francesco Antonio Di Marcantonio - OFM Conv., San Francesco d'Assisi 'tutto serafico in ardore' e San Domenico di Guzman 'per sapienza uno splendore'. Un incontro che ha cambiato il volto della Chiesa Alberto Chiari, La Madonna per Dante Maria Modesti, Carità e Umiltà nella Divina Commedia (Paradiso, canto XXVI) Civiltà e scienza Biagio Gugliotta, Conoscere e comprendere l'altro. La conoscenza e la comprensione dell'altro presuppongono anche un rapporto di natura empatica Massimo Lucchesi, Etica e comunicazione Maria Grazia Giuffrida, I Diritti dell'infanzia: significato etico e pedagogico Chiara Marconi, A margine di un incontro con la ministra Elena Bonetti Arte e spirito Angelo Tartuferi, San Francesco e san Domenico. L'incontro nell'arte Poesia Carolina Gentili, AD Tendere. Semi sparsi di un dialogo con Dio Dante e i giovani Caterina Tei, Dante e i giovani.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Luca Vitone. Io, Villa Adriana. Catalogo della mostra (Roma-Tivoli, 17 giugno-12 settembre 2021). Ediz. illustrata"
Editore: Quodlibet
Autore:
Pagine: 94
Ean: 9788822907066
Prezzo: € 16.00

Descrizione:"Io, Villa Adriana" nasce dalla riflessione sul rapporto tra sé e il paesaggio portata avanti da Luca Vitone nel corso degli anni. Il presente volume approfondisce il legame che l'artista ha creato tra l'involucro esterno che ci contiene, il luogo, e la propria interiorità. Da questo punto di vista, infatti, l'arte di Vitone sembra prendere le mosse da un'esperienza individuale, legata alla sua storia personale, che finisce per declinarsi in opere, immagini e pensieri atti a coinvolgere il fruitore in modo attivo e dinamico. Con un'andatura da esploratore, Vitone attraversa i luoghi e, grazie ai suoi lavori, li racconta ampliandone l'immaginario sia in un'accezione fisica e geografica, che in quella simbolica e storico-sociale, unificando così la pratica esplorativa a quella più analitica e ironica. Il progetto espositivo, a cui questo volume è legato, è stato pensato appositamente dall'artista per il focus a lui dedicato: in mostra a Villa Adriana alcune opere legate al tema del paesaggio mentre al MAXXI una serie di tele di grande formato dipinte con le polveri provenienti dalla residenza dell'imperatore Adriano a Tivoli. La mostra si terrà al MAXXI e a Villa Adriana (Tivoli) dal 17.06.2021 al 12.09.2021.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Un alito di infinito. Il mito nell'arte di Duilio Cambellotti"
Editore: Polistampa
Autore: Fichera Ada
Pagine: 96
Ean: 9788859621645
Prezzo: € 12.00

Descrizione:Duilio Cambellotti (1876-1960) è la prova che l'arte può divenire leggenda eroica e punto di congiunzione tra il sentimento di un popolo e il suo divenire storico.Protagonista culturale della bonifica della pianura pontina, egli, neoargonauta, lega l'intimità pagana in una simbiosi ancestrale con l'acqua, la terra, l'aria e il fuoco.Il mito nella sua arte è invocato ed evocato. Il simbolismo arcaico si incontra, e si scontra, con la galoppante modernità. Il pathos dell'antichità, la tradizione popolare, la "trincea" dei campi, il riscatto sociale del mondo rurale passano dalla percezione di sé e dell'universo. Un viaggio nei miti, un percorso filosofico e storico per scoprire leggende ed eroi attraverso l'opera di un genio del Novecento.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Cesare Baldassin. L'indimenticabile mondo delle tradizioni rurali"
Editore: De Bastiani
Autore:
Pagine: 78
Ean: 9788884667380
Prezzo: € 12.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Fra terra e cielo. Il poliedro e la lanterna della Sagrestia Nuova di Michelangelo"
Editore: Polistampa
Autore:
Pagine: 40
Ean: 9788859621768
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Il significato simbolico attribuito al poliedro è di rappresentare la "quintessenza del fuoco", a sua volta simbolo dello Spirito Santo, che dall'alto della Sagrestia Nuova di Michelangelo s'irradia sopra le sepolture sottostanti come segno di eterna Salvezza. L'immagine del poliedro è stata più volte evocata da papa Francesco per spiegare fenomeni complessi quale la Chiesa e la realtà umana, ricordando che «Il tutto è più delle parti, ed è anche più della loro semplice somma», per cui «Il modello non è la sfera, che non è superiore alle parti, dove ogni punto è equidistante dal centro e non vi sono differenze tra un punto e l'altro. Il modello è il poliedro, che riflette la confluenza di tutte le parzialità che in esso mantengono la loro originalità» (EG 235-236). Testi introduttivi di Giuseppe Betori, Dario Nardella, Paolo Padoin, Marco Domenico Viola. Testi di Vincenzo Vaccaro e Monica Bietti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Il Lyceum per Firenze. Il patrimonio culturale della città nello sguardo dell'associazione femminile più antica d'Italia"
Editore: Pontecorboli Editore
Autore:
Pagine: 178
Ean: 9788833840956
Prezzo: € 18.00

Descrizione:Un omaggio a Firenze. Questo è l'obiettivo di questo libro, a cui hanno contribuito quanti fanno parte della storica associazione Lyceum Club Internazionale di Firenze: dalla Presidente alle Consigliere, alle Socie, agli Amici, ai tanti Collaboratori illustri. Il Lyceum, con questo gesto, vuole aprire in modo propositivo il 2021, con un libro che riaccenda la speranza dopo un annus horribilis, un libro di impegno civile per una ripartenza, un libro, infine, per uscire, di nuovo, a riveder le stelle, come meglio non ci si potrebbe augurare all'avvio di questo anno dantesco. Per il Lyceum, la rinascita non può che muovere dalla grande bellezza di Firenze. E di qui l'invito - raccolto in primo luogo in questo volume a più mani ed eminentemente fotografico - a rivolgere uno sguardo attento alla città, con occhi nuovi. L'esortazione è dunque quella ad alzare la soglia di attenzione su Firenze, sul suo immenso patrimonio di storia, di cultura e d'arte, scoprendo o riscoprendo angoli, opere, oggetti, situazioni. Un saggio inserito nel volume ripercorre la storia del Lyceum Club Internazionale di Firenze (Donatella Lippi Associazionismo femminile fra Ottocento e Novecento).

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Enrico Merli. Bellezza se-ducente. Ediz. a colori"
Editore: ERGA
Autore: Randazzo Giusy
Pagine: 182
Ean: 9788832982657
Prezzo: € 16.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Corpi migranti. Ediz. illustrata"
Editore: emuse
Autore: Hirzel Max
Pagine: 168
Ean: 9788832007398
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Era il 2015 quando l'autore cominciò a documentare i sistemi di gestione dei corpi dei migranti deceduti nel tentativo di raggiungere l'Italia. Partendo dai cimiteri siciliani, per capire dove e come questi corpi sono sepolti, a quanti è stato dato un nome o cosa c'è in mancanza, il lungo percorso di indagine sarebbe terminato, alcuni anni dopo, in un villaggio del Saloum, in Senegal. I frammenti di cui si compone ci mettono di fronte, senza scampo, alla morte di giovani migranti, alla gestione dei loro corpi e a un lutto spesso impossibile. Alla percezione collettiva di fatalità ineluttabile e tragedia inevitabile, questo lavoro oppone una visione scarna di ciò che ruota attorno a questi corpi per rivelare la realtà per ciò che è: quella che l'autore definisce "anomalia", un'aberrazione che non dovremmo permettere né accettare. Se l'immigrazione è sempre più un "oggetto politico" che divide in pareri e fazioni contrapposte, il linguaggio "nudo" di queste immagini ci conduce, al di là del rumore abituale, alla responsabilità di essere umani.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Giovanni Bellini e i pittori belliniani. Ediz. illustrata"
Editore: Nicomp Laboratorio Editoriale
Autore: Tempestini Anchise
Pagine: 330
Ean: 9788894989441
Prezzo: € 30.00

Descrizione:In questo libro si può trovare un catalogo delle opere pittoriche di Giovanni Bellini elencate non in ordine cronologico ma partendo da quelle firmate e datate. Il volume risulta fondamentale perché colma un grosso vuoto proponendo anche gli oltre 3500 dipinti e disegni che ci hanno lasciato artisti di varie generazioni, allievi, collaboratori o comunque seguaci ed imitatori di Giovanni Bellini replicando e variando soprattutto le sue Madonne per devozione privata che conobbero a livello di mercato una fortuna durata fino a quasi un secolo dopo la morte del maestro. Questo repertorio della pittura belliniana corregge e fortemente integra quello costruito da Fritz Heinemann, pubblicato a Venezia nel 1962 e seguito da un deludente volume postumo di supplemento e ampliamento uscito in Germania nel 1991. Nel libro di Anchise Tempestini si riprende in esame anche l'ultima Madonna di Giovanni Bellini ancora disponibile sul mercato d'arte internazionale, appartenuta in passato alle collezioni von Thyssen-Bornemisza a Lugano e Marcos a Manila.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Le miniere Trabia-Tallarita nei miei scatti"
Editore: Silele
Autore: Ferraro Calogero Luigi
Pagine: 328
Ean: 9788833481623
Prezzo: € 29.00

Descrizione:"Le miniere Trabia-Tallarita nei miei scatti" è il titolo di questo libro, che fu concepito in precedenza dal fotografo Calogero Luigi Ferraro, con i suoi peculiari scatti fotografici ed è nato nell'anno 2021 per illustrare e raccontare attraverso le sue pagine: le innovazioni tecnologiche da un canto, e le sofferenze dei poveri solfatari e della loro gente, dall'altro canto sino a giungere alla testimonianza dell'estrema desolazione del complesso industriale dell'attività di estrazione. (Anita Anesa)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "I Prigioni di Michelangelo. Indagine artistica, teologica e spirituale sul «non finito»"
Editore: EBS Print
Autore: Sorrentino Antonio Benedetto
Pagine: 238
Ean: 9791259682055
Prezzo: € 16.00

Descrizione:Nell' ormai lontano 1958, lo storico dell'arte Edgar Wind pubblicò una collezione di saggi sull'iconografia di certe opere d'arte rinascimentali intitolata 'Pagan Mysteries in the Renaissance ', convinto che chi ignora i significati reconditi e il retroterra filosofico delle immagini non riesca a coglierne il senso pieno. Il presente volume, scritto da un monaco affascinato dalla mistica neoplatonica di Michelangelo Buonarroti, fa qualcosa di simile per il grande artista fiorentino, conducendo il lettore a meditare il 'mistero' sia Cristiano che Plotiniano dell'arte e dello stesso concetto di creazione artistica del Buonarroti.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Migrant bodies. Ediz. illustrata"
Editore: emuse
Autore: Hirzel Max
Pagine: 168
Ean: 9788832007442
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Era il 2015 quando l'autore cominciò a documentare i sistemi di gestione dei corpi dei migranti deceduti nel tentativo di raggiungere l'Italia. Partendo dai cimiteri siciliani, per capire dove e come questi corpi sono sepolti, a quanti è stato dato un nome o cosa c'è in mancanza, il lungo percorso di indagine sarebbe terminato, alcuni anni dopo, in un villaggio del Saloum, in Senegal. I frammenti di cui si compone ci mettono di fronte, senza scampo, alla morte di giovani migranti, alla gestione dei loro corpi e a un lutto spesso impossibile. Alla percezione collettiva di fatalità ineluttabile e tragedia inevitabile, questo lavoro oppone una visione scarna di ciò che ruota attorno a questi corpi per rivelare la realtà per ciò che è: quella che l'autore definisce "anomalia", un'aberrazione che non dovremmo permettere né accettare. Se l'immigrazione è sempre più un "oggetto politico" che divide in pareri e fazioni contrapposte, il linguaggio "nudo" di queste immagini ci conduce, al di là del rumore abituale, alla responsabilità di essere umani.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Covid flashback. Pronto soccorso Galliera. Ediz. italiana e inglese"
Editore: ERGA
Autore: Bobbio Roberto, Cremonesi Paolo
Pagine:
Ean: 9788832982497
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Pittura e scultura futuriste"
Editore: Abscondita
Autore: Boccioni Umberto
Pagine: 208
Ean: 9788884169341
Prezzo: € 23.00

Descrizione:"È questo un testo capitale nella storia delle avanguardie artistiche del Novecento. È un testo che si pone con una propria fisionomia accanto a quelli di Kandinsky, Malevi?, Mondrian. Il senso generale che se ne può enucleare è quello, nello sfacelo dei valori ottocenteschi degenerati, alla cui rovina Boccioni stesso collaborò come ogni altro artista d'avanguardia, di un artista che ha saputo intuire il pericolo del frammentismo impressionistico da una parte e dell'arabesco della pittura pura dall'altra. Per questo il suo sforzo creativo e teorico ha coinciso con la ricerca di un centro che sostituisse il crollo dei vecchi valori con una concezione unitaria che rinsanguasse con un contenuto nuovo il puro plasticismo. Nel suo pensiero lo «stato d'animo plastico», rimedio al rischio di «perdersi nell'astrazione», doveva essere proprio questo centro: «Il riassunto definitivo di tutte le ricerche plastiche ed espressionistiche». Non solo quindi una sintesi dei valori formali divisionisti e cubisti, ma anche dei valori emozionali: «È l'emozione» egli scrive «che dà la misura, frena l'analisi, legittima l'arbitrio e crea il dinamismo». Come si vede siamo assai lontani da quell'«estetica della macchina» ch'era stata enunciata da Marinetti. La tendenza di Boccioni era più ricca e complessa. L'elemento alogico, intuizionistico di Boccioni, nelle sue opere più tipiche, si rivela come una sorta di ebbrezza drammatica che rompe i limiti angusti di una concezione positivistica, pur mantenendo un corposo rapporto con la realtà. Oltre le sue contraddizioni, in Boccioni era soprattutto viva l'urgenza di essere un artista presente nell'ansioso dramma della vita moderna, non in maniera esterna, estemporanea, ma come un lievito attivo. Questo era il modo per essere dentro la realtà in atto, un modo che poneva nuovi e più ardui problemi d'espressione. Ma questo, caduta ogni altra circostanza negativa, è appunto il nucleo più autentico e fruttuoso del primo Futurismo, che in Boccioni ha avuto senz'altro il suo esponente più alto." (Dallo scritto di Mario De Micheli)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Scultura negra"
Editore: Abscondita
Autore: Einstein Carl
Pagine: 166
Ean: 9788884169303
Prezzo: € 21.00

Descrizione:"A nessuna arte l'europeo si accosta con altrettanta diffidenza come all'arte africana. La sua prima reazione è di negare che si tratti di arte, ed egli mostra la distanza che separa le creazioni dell'arte negra dal quadro mentale europeo con un disprezzo che non manca di formarsi una terminologia negativa. Tale distanza e i pregiudizi che ne derivano rendono difficile ogni giudizio estetico, anzi lo rendono impossibile, in quanto un tale giudizio presuppone in primo luogo un processo di avvicinamento. Il negro peraltro è considerato a priori come un essere inferiore che va trattato senza riguardi, e ciò che esso propone è condannato immediatamente come manchevole. Per giudicarlo si è ricorsi sommariamente a ipotesi evoluzioniste assolutamente vaghe. Alcuni se ne servivano per esemplificare un falso concetto di primitività, altri rivestivano quest'oggetto senza difesa con frasi false, parlavano di popoli venuti dalla profondità dei tempi, e cose simili. Si sperava di rintracciare nell'africano una testimonianza delle origini, di uno stato che non si era mai evoluto. La maggior parte delle opinioni espresse sugli africani si fonda su tali pregiudizi formulati per giustificare una comoda teoria. Nei suoi giudizi sui negri l'europeo rivendica un postulato, ossia quello di una sua superiorità assoluta, del tutto irrealistico."

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Tamara de Lempicka"
Editore: Abscondita
Autore: Marmori Giancarlo
Pagine: 68
Ean: 9788884169372
Prezzo: € 13.00

Descrizione:"Aveva settantaquattro anni Tamara de Lempicka quando, da vera e indomita combattente, iniziò la sua definitiva e vincente riscossa. Avvenne nel 1972 e il teatro di battaglia fu una galleria alle Halles di Parigi. I galleristi Blondel e Plantin seppero impostare il ritorno di Tamara sulle scene con grande competenza. Le quarantotto opere esposte erano solo quelle storiche, scelte nell'atelier della Lempicka che controvoglia aveva accettato di riproporle, considerandole fuori moda. Blondel e Plantin seppero ben gestire il «fenomeno» che avevano a portata di mano: un'artista che a Parigi aveva conosciuto il successo di critica e di pubblico, aveva ritratto l'aristocrazia, il bel mondo, gli intellettuali, ma anche e soprattutto le lolite, le donne dell'alta società che guidavano Bugatti e sciavano a Saint-Moritz, i loro trasgressivi amori saffici. Aveva occupato le pagine delle riviste con le sue foto da diva di Hollywood. Poi era scomparsa. E il 1972 fu l'anno della «scoperta» di Tamara de Lempicka, che in una foto di Laurent S. Jaulmes, scattata al vernissage, appare ancora padrona di uno stile perfetto: magra e altera, un taglio di capelli allora in voga, il naso aquilino portato come un segno di nobile distinzione. Un carisma naturale, a qualsiasi età." (Dallo scritto di Gioia Mori)

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Arte e scienza. Art and science"
Editore: Artestampa
Autore: Bon Leopoldo
Pagine: 60
Ean: 9788864628462
Prezzo: € 20.00

Descrizione:"Le mie opere presenti in questo libro rappresentano il salto, apparentemente semplice, da foto rettangolari (non manipolate via software) a forme sagomate. Questo è il risultato della mia creatività e quindi, in termini neurofisiologici, del processo "bottom-up" verso il processo "top-down". Un critico (Mario Napoli - Satura Genova) definì le mie opere simili a sculture, giacché sono sagomate e quindi hanno forme non legate alla classica geometria fotografica. Le opere riportate in questo libro sono la consecutio della ricerca fotografica Watch and Image (Ed. Aartestampa Modena) (5) e delle Allucinazioni - Hallucinations (Ed. Franco Rosso Trieste) (6). In breve, le opere presentate nel libro potrebbero essere considerate delle sinfonie di forme e colori, frutto di un elaborato cerebrale. Frutto che deriva da anni di percezioni sensoriali conseguenti ad una sommazione spazio-temporale di stimoli diversi in entrata nel mio cervello (bottom-up) che a sua volta ha elaborato ed ha prodotto il risultato in uscita dal mio cervello (top-down), F1." Leopoldo Bon

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "2020 vite allo specchio"
Editore: Gruppo Albatros Il Filo
Autore: Colombo Sergio
Pagine: 196
Ean: 9788830638587
Prezzo: € 13.90

Descrizione:Un viaggio ad alta quota su un aereo dove tutti camminano, anche chi non può più. È forse uno scherzo...? Per il protagonista non è facile capire, ma nel momento in cui accetta di fare questo viaggio tra sogno e realtà intraprende un percorso più intimo, un viaggio nella sua anima. Comprende che in un certo senso è nato una seconda volta, con una vita diversa, sì, ma degna di essere vissuta, anzi il suo sguardo è più consapevole, il cuore sente gioie che prima della malattia erano spesso impercettibili. Tutto avviene attraverso una serie di dialoghi con un altro passeggero del volo. La sua storia è simile alla sua, ma speculare. Sovrasta su tutto la cupezza della pandemia, che però, oltre agli effetti negativi, porta anche una sensibilità mai sperimentata prima, perché tutto ciò che era scontato ora non lo è più, e la vera felicità si può nascondere in gesti apparentemente banali ma che invece rendono la vita piena e consapevole, nonostante il dolore, i dubbi, la tristezza, che in fondo sono il contraltare della gioia. Perché forse è proprio vero che solo grazie alle ombre siamo in grado di percepire la luce...

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "La galleria delle Battaglie nel castello di Spezzano. Un ciclo di Giovanni Guerra tra gli Appennini emiliani"
Editore: Bononia University Press
Autore: Sambin De Norcen Maria Teresa
Pagine:
Ean: 9788869236570
Prezzo: € 15.00

Descrizione:Fra campi militari, assedi, perlustrazioni, scontri frontali o a distanza, la galleria delle Battaglie ha affascinato gli studiosi fin dal primo disvelamento del ciclo pittorico avvenuto negli anni Ottanta del secolo scorso. Nonostante le diverse ipotesi sul soggetto rappresentato e sulla datazione, avanzate nel corso degli anni, mai prima d'ora era stata condotta un'indagine archivistica. Grazie alle minuziose ricerche sul fondo contabile dei Pio, proprietari dell'edificio fino al 1599, l'autrice identifica il committente dei dipinti in Marco, ultimo, ambizioso, signore di Sassuolo, l'artista in Giovanni Guerra, il celebre pittore della Roma di Sisto V, la data nel 1596. L'analisi stilistica conferma quanto tramandato dalle fonti; quella iconografica individua il soggetto del ciclo nelle imprese militari di Marco in Ungheria e - forse - in Fiandra, andando ad aggiungere un nuovo importante tassello al genere delle "gesta dipinte" in voga tra Cinque e Seicento.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Mascotte design. Ediz. illustrata"
Editore: Nuinui
Autore:
Pagine: 255
Ean: 9782889359424
Prezzo: € 30.00

Descrizione:Tutti i segreti della progettazione di mascotte, le divertenti creazioni che svolgono un ruolo importante per la pubblicità e la promozione commerciale. In Giappone, in particolare, è tradizione inventarne di sempre nuove per rivitalizzare culture ed economie locali. Ogni mascotte è espressione di uno spirito peculiare, di una visione del mondo; alcune non sono sopravvissute alla prova del tempo, altre sono diventate popolari in tutto il mondo. Snoopy, per esempio, diventato celebre grazie ai Peanuts, è oggi la mascotte della NASA: oltre ad essere un cagnolino amichevole, il suo coraggio e la sua lealtà si adattano perfettamente all'immagine e alla filosofia dell'ente spaziale americano. L'orsetto Paddington è un efficace emblema del mondo anglosassone, anche grazie al suo tipico stile di abbigliamento: l'aspetto accattivante è essenziale per una mascotte, ma ancor più importante è la capacità di riflettere una precisa visione culturale del mondo, che può essere applicata in vari contesti per costruire una storia. Il designer di mascotte è un po' come un regista o uno sceneggiatore incaricati di sviluppare una trama e deve valutare se il suo personaggio potrà essere declinato nel tempo conservando la dinamica originale e continuando a incarnare la stessa visione.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Walter Gropius e la Bauhaus"
Editore: Abscondita
Autore: Argan Giulio Carlo
Pagine: 256
Ean: 9788884169075
Prezzo: € 24.00

Descrizione:«Walter Gropius è un uomo del primo dopoguerra. La sua opera di architetto, di teorico, di organizzatore e direttore di quell'ammirevole scuola d'arte che fu la Bauhaus è inseparabile dalla condizione storica della repubblica di Weimar e della fragile democrazia tedesca. La sua razionalità, la sua positività, il suo stesso ottimismo nel disegnare programmi di ricostruzione sociale brillano sullo sfondo buio della sconfitta tedesca e dell'angoscia del dopoguerra: la sua fede in un avvenire migliore del mondo nasconde uno scetticismo profondo, una lucida disperazione. Non era soltanto una difesa psicologica e morale: quel supremo prestigio della ragione era anche l'ultima eredità della grande cultura tedesca, l'unica forza di riscatto che la Germania potesse attingere dal proprio passato. L'opera di Gropius s'inquadra nella crisi dei grandi ideali, che caratterizza la cultura tedesca del XX secolo; nasce anch'essa dalla disgregazione dei grandi sistemi e dalla fiducia riposta in una critica costruttiva, capace di porre e risolvere i problemi immediati dell'esistenza. La razionalità che Gropius sviluppa nei processi formali dell'arte è affine alla dialettica della filosofia fenomenologica ed esistenziale (soprattutto di Husserl), cui è di fatto storicamente collegata: si tratta in sostanza di dedurre dalla pura struttura logica del pensiero delle determinazioni formali di validità immediata, indipendenti da ogni Weltanschauung. Nella sua opera il rigore logico acquista evidenza formale: diventa architettura, come condizione diretta dell'esistenza umana».

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "L' infuturarsi della città storica. Conservazione, aggiornamento, rigenerazione, riprogettazione"
Editore: Franco Angeli
Autore:
Pagine:
Ean: 9788835107057
Prezzo: € 28.50

Descrizione:Con la globalizzazione, il binomio abitare-esistere è stato surrogato dal binomio comunicare-esistere: un comunicare che mortifica il linguaggio-logos in frastuono mediatico di architetture prive d'alfabeto disciplinare; che si esaurisce nel balbettio violento delle macchine pubblicitarie o si manifesta nella "democratica" ordinata ferocia delle metropoli contemporanee. Questa sfida interessa anche i nostri centri storici: dove cominciano a spuntare gli stessi edifici priapei di Londra e Singapore, le stesse costruzioni "stupefacenti" che drogano l'architettura di lusso consumistico e non danno risposte sostenibili ai bisogni della comunità, ma inducono falsi bisogni. Ancora di più questo pericolo incombe sui centri minori, tentati dal "modello Bilbao": i quali inseguono una modificazione irresponsabile, che fiuta il consenso e il narcisismo delle mode e si traveste coi panni d'una provinciale avanguardia... I saggi ospitati in questo volume offrono uno spaccato di riflessioni critiche su tali concetti e, in particolare, sul tema dell'intervento nei tessuti storici, proponendo la questione problematica della ricerca di un orizzonte critico in grado di cogliere una nuova prospettiva di interesse anche verso un fare etico, quale ideale sfondo per una produzione di senso che il progetto deve setacciare. Pensare - ad integrazione della conoscenza tecnico-scientifica - uno statuto coscienziale che giunga ad orientare il cogito del progettista verso un'eticità intesa quale valore necessario, apre alla possibilità di intercettare il "volto bifido dell'agire" che il significato weberiano di etica giudiziosamente propone: l'operare sulla base delle convinzioni o delle intenzioni, trincerate dietro un pensiero personale che non si preoccupa degli scopi o delle conseguenze; il richiamo a una responsabilità che valuta il proprio operato in rapporto alle conseguenze (reali) e ai mezzi (effettivi) che occorrono a realizzarla.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Kenzo Tange. Gli anni della rivoluzione formale 1940-1970"
Editore: Franco Angeli
Autore: Ciotoli Giusi, Falsetti Marco
Pagine:
Ean: 9788835117995
Prezzo: € 35.00

Descrizione:Focalizzandosi sul periodo 1960/2020, il volume delinea un preciso periodo della ricerca tanghiana, proiettandolo all'interno della sfera culturale giapponese e rintracciando, al contempo, quella trama di contatti e di stimoli da sempre intessuta con l'Occidente. Contestualizzando l'opera di Tange all'interno delle sue diverse stagioni critiche (dal linguaggio simbolico degli esordi alle pianificazioni "megastrutturali" degli anni Sessanta), il libro colma una fondamentale lacuna degli studi sull'architetto, avvalendosi inoltre di ridisegni e inediti materiali d'archivio, tra cui alcune foto scattate dal Maestro.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU