Articoli religiosi

Ebook - Concilium



Titolo: "La globalizzazione e le sue vittime"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300012372
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Sommario

Questo fascicolo vuole entrare nel dibattito sulla secolarizzazione e, nella sue quattro parti, si prefigge di analizzare criticamente le varie dimensioni della globalizzazione, di costruire una critica del fenomeno dal punto di vista biblico e teologico, di presentare alcuni aspetti contestuali a vari continenti e dal punto di vista religioso.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Ritorno della guerra giusta?"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: María Pilar Aquino, Dietmar Mieth
Pagine:
Ean: 2484300012105
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Sommario

Questo fascicolo documenta una forte tensione: gran parte della discussione teologica si muove lungo la linea di demarcazione tra la grande etica primaria della pace e la piccola etica secondaria della legittima difesa propria della guerra giusta. Il risultato potrebbe essere che la credibilità di una piccola etica della legittima difesa è legata ad un riconoscibile agire solidale sotto l’obbligazione per la grande etica della pace.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Per una strutturazione ecumenica delle Chiesa"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: José Oscar Beozzo, Giuseppe Ruggieri
Pagine:
Ean: 2484300012112
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Sommario

Le valutazioni che oggi i cristiani danno sul progresso delle chiese nel loro cammino verso l’unità sono oscillanti e vanno dal pessimismo all’ottimismo. Questo fascicolo vuole essere un invito ad un realismo aperto, oppure, con altre parole, ad un riconoscimento di ciò che è adesso possibile e al tempo stesso, nella misura in cui viene effettivamente realizzato, permette un cammino ulteriore.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Dio: esperienza del mistero"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Werner Jeanrond, Christoph Theobald
Pagine:
Ean: 2484300012099
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Sommario

Questo fascicolo vuole esplorare alcuni modi recenti di ripensare le esperienze cristiane di Dio nella prospettiva di una loro nuova qualità, secondo il loro profilo metodologico e il loro potenziale di rinnovamento della fede cristiana all’inizio del nuovo millennio.



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Identità etnica e confessionale in Bosnia-Erzegovina"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Ugo Vlasavljevic
Pagine:
Ean: 2484300018015
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Le principali comunità etniche bosniache sono tre, perché almeno tre imperi del passato sono stati influenti per la popolazione locale, e lo sono stati al punto tale che l’acculturazione praticata allora è diventata determinante per il destino di molte persone. Ogni comunità ha il suo riferimento imperiale privilegiato e allo stesso tempo esclude i riferimenti simili delle rispettive comunità vicine. Sono comunità diverse perché la scelta da loro operata della cultura imperiale costitutiva non è la stessa. Ciò che da una comunità bosniaca è stato considerato – una volta adottato – come influenza imperiale assai positiva, come segmento cruciale di identità, per le altre due comunità è stato considerato come un fatto negativo, come influenza pericolosa, da respingere.

 

Keywords: Identità, Bosnia-Erzegovina



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Identità, tensione e conflitto"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Devad Karahasan
Pagine:
Ean: 2484300018022
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

In questo contributo vengono analizzati, ricorrendo a termini e concetti della drammaturgia, i concetti di identità, di limite e di rapporto tra le identità. Una differenza fondamentale nella drammaturgia è quella tra conflitto e tensione. La tensione è un fenomeno complesso, che consiste almeno di due aspetti correlati: di una specifica base di elementi comuni e unificanti tra i relati e di un corrispondente bagaglio di differenze tra i relati e le loro aspirazioni, i loro bisogni, le loro intenzioni. Il conflitto invece è una semplice relazione nella quale le identità, che si sono riconosciute in un rapporto di tensione, sono ridotte a una sola dimensione e a un rapporto in cui l’“io” è un puro “non-tu”. Il secondo pilastro del contributo è la convinzione che il pensiero razionalista, che opera con identità e rapporti chiari e unidimensionali, non è in grado di comprendere né di descrivere identità e rapporti complessi, quali sono le identità umane individuali e i rapporti che intercorrono fra tali identità. Per il loro grado di complessità, le identità culturali sono simili o uguali alle identità umane individuali, perciò ogni tentativo di riflettere su identità culturali con metodi e strumenti del pensiero meccanico e matematico conduce a semplificazioni e violenze nei riguardi dell’oggetto di pensiero.

 

Keywords: Identità, Conflitto, Relazione



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Religioni, identità e conflitti"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Miroslav Volf
Pagine:
Ean: 2484300018039
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

La ragione principale per la quale spesso le religioni universalistiche finiscono per legittimare e motivare la violenza non consiste nella distinzione tra vera e falsa religione presente in tutte le religioni universalistiche né nella supposta irrazionalità delle religioni, ma nel legame delle religioni con il potere politico. 

Keywords: Religione, Violenza, Politica



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Vivere umanamente nella terra di nessuno"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Regina Ammicht-Quinn
Pagine:
Ean: 2484300018053
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

“Identità” è un concetto di crisi: le identità, infatti, non “esistono” tout-court, ma vanno progettate a grandi tratti e sviluppate.

Nell’ambito religioso o politico-nazionale, quando scoppiano delle crisi le identità diventano spesso oggetto di discussione e vengono chiarite attraverso le appartenenze. Danis Tanovi, regista bosniaco, e Hannah Arendt, filosofia ebrea tedesca, hanno le loro personali esperienze in fatto di crisi politico-nazionali e di crisi di identità. Attraverso la narrazione filmica, Tanovi mostra che cosa può accadere quando, nella terra di nessuno, nello spazio tra i fronti in guerra, persone di diverse identità e appartenenze si incontrano. La lezione discorsiva di Hannah Arendt, secondo cui il “chi” uno è non può mai essere sostituito o cancellato dal “che cosa” uno è, può essere letta come commento al film di Tanovi – quarant’anni prima della sua uscita. Il detto di Arendt secondo cui «Nessuno ha il diritto di obbedire» può qui aiutare a costruire identità, e specialmente identità religiose, in modo tale che esse non contribuiscano ad attizzare e ad alimentare conflitti mortali.

Keywords: Identità, Crisi, Jugoslavia, Auschwitz



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Identità e narrazione"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Alexsandar Hemon
Pagine:
Ean: 2484300018060
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Se l’identità è essenzialmente costituita dalla narrazione, da storie che ogni individuo può elaborare e sviluppare liberamente, la democrazia denota uno spazio dove il raccontare viene reso possibile, dove alle storie delle persone è dato di incontrarsi per mescolarsi con altre storie. La narrazione etnica è quindi antidemocratica. In questo senso, i paesi balcanici hanno bisogno di acquisire una buona capacità di narrare storie.

Keywords: Identità, Narrazione, Bosnia-Erzegovina, Democrazia



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Intersezionalita, identita, identificazione"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Sarojini Nadar
Pagine:
Ean: 2484300018077
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

 L’articolo si cimenta con la domanda sul ruolo della teologia della liberazione, più specificamente dell’ermeneutica biblica di liberazione, nel Sudafrica del post-apartheid, e suggerisce che alcuni cambiamenti teorici e paradigmatici nell’ermeneutica di liberazione devono verificarsi se va realizzata una liberazione olistica. Utilizzando come strumento euristico il concetto di “Mori” elaborato da Anouar Majid, il presente saggio tenta di affrontare la complessità e le sfumature dell’ermeneutica di liberazione, in particolare nelle società post-conflittuali.

Keywords: Sudafrica, Teologia della liberazione, Mori



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Che cosa significa essere un teologo europeo?"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Erik Borgmann
Pagine:
Ean: 2484300018091
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Questo articolo riflette sulla situazione della teologia europea alla luce del destino di Sarajevo: la teologia europea deve reagire alla scoperta che oggi verità e bontà possono sopravvivere unicamente nascoste nel buio… Questo significa che la teologia europea non può credere in quanto è generalmente considerato rivelato e illuminante, come spesso ha fatto a partire dagli anni Sessanta. Si argomenta che la teologia è chiamata ad essere consapevolmente non padrona, ma piuttosto mendicante di senso, significato e grazia per rispecchiare in modo significativo l’amore appassionato di Dio per il mondo distrutto e sfregiato nel quale abitiamo.

Keywords: Europa, Teologia, Teologia negativa



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Religione e identità concorrenti: dilemmi e traiettorie di pace"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Felix Wilfred
Pagine:
Ean: 2484300018107
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

I conflitti cosiddetti religiosi sono caratterizzati dalla complessità e vanno inquadrati nei loro contesti sociali, politici e culturali, nei quali vi sono identità concorrenti sulla base dell’appartenenza etnica, della lingua, della religione, della storia, delle sub-nazionalità e così via. La religione è un importante marcatore d’identità e, fra l’altro, fornisce simboli, miti e forza emotiva ai conflitti, che vengono strumentalizzati da interessi personali. Essa è impigliata nel dilemma tra lotta e vocazione alla pace. Per diventare veramente costruttrici di pace, le religioni devono tenere conto della natura fluida e porosa di ogni identità (comprese le identità religiose), coltivare un senso di identità a più livelli nella vita degli individui e delle comunità, partecipare a iniziative della società civile e dei movimenti sociali, promuovere equità e giustizia, e contribuire a sanare la memoria e a riscrivere la storia. Tutto ciò richiede una nuova prassi educativa da parte delle religioni.

Keywords: Identità, Religione, Pace



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Che cosa significa essere un musulmano europeo?"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Devad Hodi
Pagine:
Ean: 2484300018084
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

Questo breve saggio si occupa delle seguenti importanti caratteristiche della moderna autocoscienza musulmana nel contesto giuridico-politico e culturale europeo: la questione dell’originario concetto islamico di religione, la questione del comportamento musulmano rispetto alla modernità, il significato costitutivo del dialogo interreligioso sia per la rivelazione islamica sia per la moderna identità islamica in Europa, la teologia islamica inclusiva, il pensiero islamico e la formazione nelle lingue della terza generazione di europei musulmani. Nel quadro di questi riferimenti, l’identità islamica europea richiede un atteggiamento autocritico, richiede dialogo, dinamismo e apertura.

Keywords: Islam, Dialogo interreligioso, Europa



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Identità individuale e identità collettiva"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore: Mile Babic
Pagine:
Ean: 2484300018046
Prezzo: € 3.50

Descrizione:

La questione della identità è diventata importante solo da quando il pluralismo ha fatto la sua comparsa in tutti gli ambiti e a tutti i livelli della vita umana. Il pluralismo religioso e ideologico è il presupposto della questione della identità religiosa e del rapporto con i seguaci di altre religioni e visioni del mondo. La reazione al pluralismo, che può essere sia positiva che negativa, è stata finora prevalentemente negativa, in quanto ha scatenato paura dell’altro – e una paura soprattutto patologica.

Al posto della identità individuale è subentrata una identità individualista e al posto di una identità collettiva è subentrata quella collettivista. Queste due identità portano o all’aggressività o all’autoisolamento. L’identità individualista trasforma l’io umano in un idolo. Quella collettivista, all’opposto, fa diventare un idolo il collettivo. Una via d’uscita dal paradigma della paura, e dunque anche dalla identità costretta, è possibile soltanto se prendiamo coscienza che il tu rende possibile l’io e che il tu è più antico e fondamentale dell’io.

Keywords: Identità, Pluralismo, Relazione



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

Titolo: "Concilium - 2017/3 - Le minoranze"
Editore: Queriniana Edizioni
Autore:
Pagine:
Ean: 2484300023026
Prezzo: € 10.00

Descrizione:

Daniel F. Pilario – Susan Ross

Solange Lefebvre, Editoriale

Abstracts

 

I. Le minoranze 25

1. Minoranze e teologia

 

1.1  R. Scott Appleby, Sacralizzare l’esclusione.

L’ascesa dell’ultranazionalismo e del populismo di destra

 

1.2 Neera Chandhoke, Laicità, democrazia

e diritti delle minoranze 

I/ Introduzione

II/ Democrazia, pluralismo e minoranze

III/ Democrazia e laicità: implicazioni

IV/ Conclusione

 

1.3 Rolando A. Tuazon, Minoranze culturali

e tradizione sociale cattolica

I/ Introduzione

II/ Minoranze ai margini
III/ Le minoranze nel magistero sociale della chiesa

1/ Minoranze e ordinamento sociale cattolico nell’epoca premoderna;

– 2/ Minoranze e chiesa leonina nel contesto delle ideologie

moderne; – 3/ Le minoranze e la visione sociale della chiesa

nell’ambiente postmoderno

IV/ Le minoranze come fonte di trasformazione

del sistema dominante

V/ Conclusione

 

1.4 Diego Irarrázaval, Esigenze spirituali provenienti

dalle minoranze subordinate

I/ Minoranze diverse in contesti cristiani

II/ Spiritualità autoctona vivificante

III/ Elementi devozionali che disgregano

IV/ Spostamenti del sacro oggi

V/ La buona novella a partire dai margini

 

1.5 Stefanie Knauss, Le minoranze sessuali:

il variopinto corpo di Cristo

I/ Com’è queer la teologia?

II/ Dio, Cristo e la chiesa in prospettiva queer

1/ (Il/la) Dio desiderante; – 2/ Cristologia bisessuale; – 3/ Il corpo

variopinto di Cristo

III/ I teologi nomadi: una conclusione non conclusiva

 

1.6 Bryan Massingale, La supremazia bianca,

l’elezione di Donald Trump e le sfide per la teologia.

Intervista di Susan Ross

 

2. Minoranze in contesti globali

 

2.1 Michel Andraos, Le comunità cristiane

in Medio Oriente: minoranze perseguitate

o popoli indigeni?

I/ Introduzione

II/ Dalla protezione allo status minoritario

III/ Riflessione conclusiva: l’inizio di una nuova era

2.2 Maung John, I Rohingya,

musulmani del Myanmar

I/ Introduzione

II/ I Rohingya nella storia

III/ Il nazionalismo etnocentrico e il fondamentalismo religioso

IV/ In difesa dei musulmani Rohingya

 

2.3 Cristina Simonelli, Chiese allo specchio.

I Rom come test evangelico

I/ Una mappa orientativa

II/ Chiese e Rom: una formula ambigua

III/ Strutture pastorali

IV/ Modelli di evangelizzazione, immagini di chiesa

V/ Le sfide

 

2.4 Stan Chu Ilo, I diritti dei popoli indigeni africani.

Lezioni da trarre dalle lotte degli Ogoni

del Delta del Niger

I/ Introduzione

II/ Campagna ogoni per la giustizia ecologica

e i diritti al “controllo delle risorse”

III/ Lezioni da trarre dalla lotta

IV/ Il posto della teologia nei luoghi di sofferenza

dei popoli indigeni africani

2.5 Kathleen Rushton, Le popolazioni delle isole

del Pacifico: la resilienza e i cambiamenti climatici

I/ Opinioni sul cambiamento climatico

II/ Un approccio unico

III/ I problemi che colpiscono gli abitanti delle isole del Pacifico

IV/ Conclusione

 

2.6 Jean-François Roussel, Chiese e teologia in Canada

dopo i collegi autoctoni. Le difficili strade della verità,

della riparazione e della decolonizzazione

I/ Il retaggio dei collegi per autoctoni in Canada
II/ Chiese e ambiguità della riconciliazione

III/ Chiese screditate e ridotte a minoranza:

superare la polarizzazione, creare nuove posizioni

IV/ Iniziative cristiane nella società civile

V/ La teologia come funzione ecclesiale e culturale

VI/ Conclusione

 

II. Forum teologico

1. Abby Day, La lotta di anziane anglicane laiche

in opposizione alle donne prete

I/ Che cos’è la «Generation A»?

II/ Esperienze di relazione e opinioni

sull’ordinazione delle donne

 

2. Anselmo Borges, Evangelizzare

le apparizioni di Fatima

 

III. Rassegna bibliografica internazionale 



VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO


 
TORNA SU